Tbiz 2012 Programma
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Tbiz 2012 Programma

on

  • 558 views

 

Statistics

Views

Total Views
558
Views on SlideShare
557
Embed Views
1

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 1

http://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Tbiz 2012 Programma Tbiz 2012 Programma Document Transcript

  • Quarta EdizioneNapoli, Mostra d’Oltremare, padiglione 6Mercoledì 7 e giovedì 8 novembre 2012 Rev. 20 ottobre 2012
  • Parliamo di noi 1 La primaTechnologyBIZ è una iniziativa multicanale di valenza edizioneeuro-mediterranea che risponde alla forte domanda si svolse il 28 e 29 ottobre 2009di innovazione attraverso l’informatizzazione complessa presso Città della Scienza. Furonoche arriva dalle imprese e dalle Amministrazioni del registrati oltre duemila visitatoriSud d’Italia e del bacino Mediterraneo. e tenutisi oltre 70TBIZ favorisce l’incontro e la relazione continuativa tra pro- incontri diversi tra seminari, workshop,duttori di tecnologia internazionali e locali con Aziende pri- talk show, convegni, speech, training.vate e pubbliche del Sud dItalia e del Mediterraneo. Sul web sono pre-TechnologyBIZ promuove la nascita di una vera logica senti oltre diecimila pagine che parlanodi rete che realmente possa informare e sensibilizzare di TBIZ 2009.il sistema produttivo del Mezzogiorno, promuovere la Cultura 2 La secondadell’Innovazione, aumentare la propensione delle imprese edizione si èad organizzarsi ed attrezzarsi per affrontare mercati vecchi svolta il 27 e 28 ottobre 2010e nuovi in maniera coordinata e vincente. sempre presso Città della Scienza. Sono stati registrati oltre tremila visitatori TechnologyBIZ 2012 si svolgerà e tenutisi oltre nel cuore del sistema fieristico 40 incontri diversi. Sul web ci sono del Sud Italia: la Mostra d’Oltremare. oltre ventisettemila pagine su TBIZ 2010.La Mostra è un immenso Quartiere Fieristico, un centro poli-funzionale che per dimensioni, servizi e qualità architettonica 3 La terzasi colloca ai vertici del sistema fieristico italiano. La Mostra edizione si è svolta neifornisce servizi di eccellenza, tecnologie all’avanguardia, per- giorni 8 e 9 novem- bre 2011 pressosonale specializzato, strutture ricettive l Bagnoli HUB. Sono stati registratiper l’accoglienza e la ristorazione. Il Padiglione 6 offre 2.800 oltre quattromilametri quadri di superficie, 9 metri altezza utile, parcheggio visitatori e tenutisi oltre 40 incontri1.000 posti interno Mostra, parcheggio 2.000 posti in pros- diversi. Sul web ci sono oltre 50.000simità, bar interno al padiglione, disponibilità energia pagine che parlano220/380V, Internet, riscaldamento/climatizzazione. di TBIZ 2011
  • Perchè bisogna esserciTBIZ è un grande hub di persone e contenuti che propone risposte autorevolialla crescente domanda di innovazione attraverso linformatizzazione complessache arriva dalle aziende private e pubbliche del Sud Italia.Bisogna esserci perchè:1. Un contenitore di eventi verticali. Il visitatore può agevolmente costruirsi un’agenda di molti incontri e parteci-pazioni ciascuna di un livello pari a quello di un evento verticale: due giorni intensi e ben spesi.2. Un ampio mercato per proposte di ICT complessa. Per un technology vendor, il Sud d’Italia ed il bacino del Mediterraneo sono i mercati dell’immediato futuro. In queste aree si riscontra una domanda di tecnologia ICT in procinto di divenire complessa.3. Contesto relazionale di alto livello. Le giuste relazioni sono la chiave del business, non è una novità. A TBIZ potrai incontrare i Very Important Top Officer del settore pubblico e privato: dalla P.A. locale e regionale al mondo della sanità, dai trasporti allindustria alle PMI ed al Mid Market.4. Convergenza di interessi e personalità di rilievo. Con oltre settanta keynote speakers del mondo dellindustria, delleconomia, delluniversità, della politica, delle associazioni, TBIZ è lunico grande concentratore di persone, idee e contenuti del Sud Italia che vuole fare in-novazione.5. Contenuti su misura per te. Gli argomenti ed i contenuti di TechnologyBIZ sono selezionati per essere utili alle aziende del Mezzogiorno. Parleremo delle tecnologie per le infra strutture, lindustria, la sanità, le imprese, la pubblica amminstrazione e tanto altro. View slide
  • Alcuni degli appuntamenti di TBIZ 2012Dall’Industria pesante all’industria pensanteMario Monti: «Affinché l’Italia cresca, contribuendo di par suo al rilancio europeo, il Suddeve cambiare più del resto del Paese. Il Sud è un’occasione e non un freno allo svilup-po». Quali sono i freni allo sviluppo del Sud? Come l’innovazione può rimuoverli?Stefano Caldoro, Fabrizio Barca, Luigi Nicolais, Andrea Rea, Paolo Graziano, Alex Giordano.Introduce e stimola: Pino Aprile, giornalista e scrittoreComuni e risorse smart, le sfide di patrimonio e riscossione degli enti locali intempi di crisi• A cura di: IFEL Istituto per la Finanza e l’Economia LocaleFrancesco Monaco, IFEL Campania, Segretario GeneraleAlessandro Gargani, ANCI, Vice Segretario Generale e amm. unico ANCI RiscossioniPasquale Granata, Anci Campania, direttore regionalePasquale Sommese, Regione Campania, assessore agli Enti LocaliAgenda digitale italiana e SmartCities anche per i piccoli Comuni• Con il patrocinio di: A.N.P.C.I. Associazione Nazionale Piccoli Comuni dItaliaAgenda digitale europea: uno strumento normativo che dovrebbe garantire maggiore pro-duttività e competitività, ma anche risparmio economico. Si va verso la digitalizzazione elinnovazione economica dei servizi dellintero Paese. Una nuova sfida per i piccoli Comuni.La costruzione di una Smart City è considerato un problema complesso, perché richiede larealizzazione di un profondo processo di trasformazione e innovazione delle infrastrutturemateriali e immateriali, del modo di vivere delle persone, del modo di trasformare o pro-gettare gli spazi urbani, dell’economia e del modo di governare.Un piccolo Comune può essere Smart?Arturo Manera, ANPCI, vicepresidenteGiovanni Manco, Ordine Ingegneri Napoli, coordinatore Commissione TLCGiorgio Ventre, Università Federico II, Dipartimento di Informatica e SistemisticaAniello Colasante, Unione Industriali di Napoli, presidente della Sezione ICTGiuseppe Capocelli, IBM, Focus Smarter CitiesTelecom ItaliaSoluzioni proposte da:Rosario Savarese, Abstract, BikeSharing un sistema alla portata del piccolo Comune.Enrico Esposito, SAEL, un sistema integrato di gestione degli edifici per i piccoli comuniWeb Turismo: basta difendersi, è il momento di giocare in attacco!• In collaborazione con: SRM Studi e Ricerche per il MezzogiornoInnovazioni tecnologiche, organizzative e manageriali per raccogliere opportunità.Salvio Capasso, SRM, Responsabile Area Economia e ImpreseAlex Giordano, Ninja MarketingSalvatore Lauro, Arcipelago Rete d’Impresa per il TurismoMassimo De Santo, Osservatorio SNIF Università di SalernoLuigi Cafiero, Confapi Campania, responsabile Ricerca e InnovazioneMarianna Sarno, Hotel San Francesco al Monte, direttore venditeGiuseppe De Mita, Regione Campania, vicepresidente con delega al turismo View slide
  • Agenda completa su: www.technologybiz.itSeminario “Social Network per le imprese del turismo e dell’artigianato• A cura di: Osservatorio SNIF Università di SalernoObiettivo del corso è fornire agli spettatori gli strumenti di base per essere presenti suisocial network ed illustrare i principali errori da evitare.Curiamolo con lICT: lo Spread SanitarioL’UE, con il programma “La salute a favore della crescita”, stanzia per il periodo2014/2020 sessanta milioni di euro allanno per unificare i sistemi sanitari nei Paesi mem-bri della Comunità. Il Progetto "Spread Sanitario" è uno strumento prezioso per la Campa-nia al fine di poter avere accesso a tali finanziamenti.Il Team di lavoro proporrà una legge regionale che consenta di utilizzare lo strumentodello spread sanitario al fine di valutare in maniera efficace ed efficiente le performancesdelle prestazioni sanitarie erogate dagli Ospedali, pertanto chiede alle imprese di Techno-logyBIZ di proporre soluzioni ICT che supportino il processo di benchmarking.Giuseppe De Pietro, CNR, Modulo Ricerca: Metodologie e tecniche ICT per le-healthMaria Triassi, Responsabile ScientificoGiovanni Improta, Coordinatore del Progetto “Spread Sanitario”Bruno Amato, Presidente di Sana SanitàCiro Verdoliva, Commissario ad Acta dellOspedale del MareAttilio Bianchi, presidente della Commissione Regionale sullAppropriatezzaCrescenzio Rivellini, PromotoreProposte dalle imprese ICT di TechnologyBIZ: Telecom Italia, Cisco Systems, EngineeringLa spending review nel data center e nelle infrastrutture critiche• In collaborazione con Datacenter DynamicsCon il patrocinio dell’Ordine degli Ingegneri di NapoliStrategie di contenimento dei costi proposte da:Emerson Network Power, Schneider Electric, Juniper Networks, Cisco Systems, Dell, PanduitAldo Mazzocco, DatacenterDynamics, General Manager EuropeFrancesco Castagna, Ordine Ingegneri Napoli, coordinatore Commissione ICTGennaro Annunziata, Ordine Ingegneri Napoli, Coordinatore Commissione Inn. TecnologicaUnione Europea ed Amministrazione Difesa: Opportunità per le PMI• A cura di: AFCEA Armed Forces Communications and Electronics AssociationLa strategia dellUnione Europea delineata nel documento “Europa 2020” vede nella ricer-ca, nello sviluppo e nellinnovazione tecnologica dei pilastri fondamentali per il suo succes-so. Le PMI sono le destinatarie e le attrici principali di queste attività. Questi concetti tut-tavia devono poi essere calati e sostenuti in ambito nazionale. AFCEA fornisce il suo con-tributo di conoscenza contribuendo ad una migliore visibilità della struttura, delle policy edei meccanismi dellUnione Europea, delle possibilità di finanziamento e della loro accessi-bilità.Gen.S.A.(r) Giuseppe Marani, Presidente AFCEA Capitolo di NapoliGen.S.A. Carlo Magrassi, ex V/Direttore EDAIng. Tommaso Guastamacchia, Segretariato Generale della Difesa
  • BusinessDevils: l’area Start Up di TBIZBusiness Devils, the Smart place of Innovation: la Campania che innova• In collaborazione con Agenzia Campania Innovazione S.p.A.• Con il patrocinio di Italian Angels for Growth• Con l’animazione di Napoli BusinessTechnologyBIZ promuove la Cultura dell’Innovazione come premessa per aumentarela propensione delle imprese ad organizzarsi ed attrezzarsi per affrontare mercativecchi e nuovi in maniera coordinata e vincente. Con l’iniziativa Business Devils,TechnologyBIZ promuove lo Start Up di impresa, la costituzione di Reti di impresaper linnovazione, l’incontro tra domanda e offerta di innovazione, i processi diinnovazione e trasferimento tecnologico. Principali sostenitori di Business Devilssono Campania Innovazione e Italian Angels for Growth.Campania Innovazione s.p.a. è l’ Agenzia regionale per la promozione della Ricercae dellInnovazione, promuove e coordina il Sistema Regionale per la Ricerca el’Innovazione supportando la competitività del territorio campano.Italian Angels for Growth è il maggiore gruppo di business angels in Italia ed halo scopo di finanziare progetti industriali in fase early stage che presentino un al-to contenuto di innovazione e potenziale di successo. Favorisce la crescita econo-mica e la creazione di nuovi posti di lavoro qualificato.L’iniziativa si svolge durante l’evento TBIZ in un’area dedicata del padiglione 6 del-la Mostra d’Oltremare e sul web in permanenza. Tutti i progetti pervenuti sarannopubblicati sul web ed i più maturi saranno esposti nell’area. In ogni caso tutti po-tranno concorrere al bando Creative Factory di Campania Innovazione che avràuno sportello informativo nell’area.La concomitanza con TechnologyBIZ 2012 e la formula fieristica con spazi esposi-tivi permetteranno alle start up l’incontro ed il confronto con il mercato reale;Saranno presenti investitori quali: Italian Angels for Growth, 56Cube, 2G Partners,Atlante Ventures, Vertis ed altri.Gli investitori riceveranno il catalogo delle start up e potranno liberamente intera-gire nello spazio espositivo, una saletta riservata sarà disponibile per incontri one-to-one con formula Speed Date mentre le proposte finaliste di Creative Cluster sipresenteranno con la formula Elevator Pitch.http://www.technologybiz.it/it/businessdevils
  • BusinessDevils: il programmaMercoledì 7 novembre Area BusinessDevils09:30 Benvenuti da Napoli Business10:00 2G Partners. Presentazione e Case History10:30 Davide Palmisano, Sourcesense: "Se tutto è sotto controllo, stai andando troppo piano" Analisi dellhashtag Twitter #debate11:00 Maurizio Imparato, Mastermind: Luovo di Colombo, come Apple e Samsung copiano Carosello11:30 Giuliano Iacobelli, Indigeni Digitali: Stamplay, the long way to product market fit12:00 Massimo De Santo, Università di Salerno Osservatorio SNIF: una nuova professionalità, il Social Network Influence Designer13:00 Miriam Torrente, Founder #TTT: #TTT, Twitter Tips & Tricks15:00 Roberto Esposito, Founder DeRev: Dallidea alla Rivoluzione15:30 Francesco Sacerdoti, eVoluzione: Tecniche Inventive. La risoluzione di problemi complessi e linvenzione16:00 Daniele Pitteri e Alessandro Mazzù: Web marketing, stumenti e metodi16:30 Giovanni Caturano, SpinVector: Finanziare la Creatività17:00 Gennaro Tesone, CEO 56Cube, presentazioneGiovedì 8 novembre Area BusinessDevils09:30 Benvenuti da Italian Angels for Growth10:00 Campania Innovazione: Presentazione Creative Cluster e sessione di Elevator Pitch dei progetti finalisti15:00 Lorenzo Franchini, Italian Angels for Growth, Co-founder & Managing Director: Presentazione IAG15:30 Campania Innovazione: Premiazione Creative Cluster16:30 Pino Aprile, giornalista e scrittore presenta il libro: Mai più terroni. La fine della questione meridionale. Come mettere fine a una questione costruita ad arte sulla pelle di una parte dItalia? La risposta sta anche negli strumenti di comunicazione odierni, capaci di abbattere i confini, veri o fittizi, rompere lisolamento, superare le carenze infrastrutturali. E se per non essere più "meridionali" bastasse un clic? Pino Aprile dialoga con Alex Giordano e Antonio Savarese
  • C ONTATTI Technologybiz Polo Tecnologico di Campania InnovazioneHome page http://www.technologybiz.itInformazioni info@technologybiz.itSegreteria segreteria@technologybiz.itManagement management@technologybiz.itComunicazione comunicazione@technologybiz.itMediterranean mena@technologybiz.itPhone: +39 081.5700104Twitter: @TechnologyBIZLinkedin: http://www.linkedin.com/e/vgh/1965730/YouTube: http://www.youtube.com/user/TechnologyBIZFlickr: http://www.flickr.com/photos/technologybiz/