TBIZ 2011- Bookzingr
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

TBIZ 2011- Bookzingr

on

  • 753 views

Bookzingr, una piattaforma di social bookmarking che permette all'utente di gestire in modo semplice e veloce i suoi bookmarks

Bookzingr, una piattaforma di social bookmarking che permette all'utente di gestire in modo semplice e veloce i suoi bookmarks

Statistics

Views

Total Views
753
Slideshare-icon Views on SlideShare
739
Embed Views
14

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

3 Embeds 14

http://www.technologybiz.it 12
http://paper.li 1
http://195.43.129.122 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    TBIZ 2011- Bookzingr TBIZ 2011- Bookzingr Presentation Transcript

    • La nuova era del Social Emanuele Calì Bookmarking aka EmaWebDesign Napoli, 09/11/2011 TechnologyBiz 2011lunedì 7 novembre 2011
    • Avete l’abitudine di salvare le pagine web e tutto quello che vi piace durante la navigazione sul web?lunedì 7 novembre 2011
    • Non siete soddisfatti dei vecchi metodi di bookmarking e social bookmarking?lunedì 7 novembre 2011
    • Siete in cerca di una soluzione innovativa per fare Social Bookmarking?lunedì 7 novembre 2011
    • Sono qui per parlarvi di Social Bookmarking e di nuove soluzioni per farlo al meglio. Web Developer / SEO Specialist Mi presento, sono Emanuele Calì, conosciuto in rete come EmaWebDesign, mi occupo di progettazione e sviluppo di CMS e Web Applications nonchè di posizionamento di siti sui Motori di Ricerca. Sono un blogger, sostenitore dell’Open Source e appassionato di tutto quello che ruota intorno al web e alle nuove tecnologie. www.emawebdesign.comlunedì 7 novembre 2011
    • Il Social Bookmarking è un servizio web dove è possibile salvare i segnalibri (i siti preferiti). Permette la loro consultazione da qualsiasi computer connesso ad Internet. Cos’è il Social Bookmarking?lunedì 7 novembre 2011
    • 1) I cosiddetti “Power user” (blogger, geek, ecc.) 2) Online Publishers 3) Professionisti web/ict 4) Potenzialmente tutti Qual’è il target di riferimento?lunedì 7 novembre 2011
    • 1) Poter fruire dei bookmark salvati da qualsiasi computer connesso alla rete 2) Condividere i bookmark con una community e attingere dalla stessa Vantaggi del Social Bookmarkinglunedì 7 novembre 2011
    • 3) Si possono taggare e catalogare i bookmark per favorirne la ricerca 4) Il social bookmarking si effettua con un semplice click Vantaggi del Social Bookmarkinglunedì 7 novembre 2011
    • Il Social Bookmarking ci permette di costruire la nostra “biblioteca digitale” e di alimentarla ogni giorno durante la navigazione sul web. La “biblioteca digitale”lunedì 7 novembre 2011
    • 1) Salvare contenuti interessanti 2) Catalogarli e organizzarli 3) Condividerli con persone che hanno gli stessi interessi 4) Ci difende dall’information overload L’information overload si verifica quando si ricevono troppe informazioni per riuscire a decidere su quale focalizzare l’attenzione. Nell’era dei social media e degli UGC (user generated content) è un problema che affligge l’intero popolo del web. Quali problemi risolve il Social Bookmarking?lunedì 7 novembre 2011
    • BookZingr è una piattaforma di Social Bookmarking con cui è possibile salvare, catalogare, organizzare e condividere tutto quello che, di interessante, troviamo online. www.bookzingr.com Una nuova soluzionelunedì 7 novembre 2011
    • 1) Delicious 2) Diigo 3) Google Bookmarks 4) Instapaper Quali sono i competitor di BookZingr?lunedì 7 novembre 2011
    • Riconosciuto da tutti come il leader del settore, è stato fondato nel 2003 e venduto a Yahoo nel 2005 per circa 20 milioni di dollari. Nel 2008 contava oltre 5 milioni di utenti registrati e oltre 180 milioni di url archiviate. I punti di forza della piattaforma erano la pulizia dell’interfaccia, la semplicità d’uso e la possibilità di condividere i bookmarks con il network. Delicious, un pò di storialunedì 7 novembre 2011
    • Nel corso degli anni, il totale “immobilismo” di Delicious, la totale mancanza di innovazioni, hanno fatto perdere il suo appeal al punto che, molti, hanno iniziato a smettere di usarlo, molti, ad abbandonarlo. A dicembre 2010 trapela la notizia che Yahoo sia sul punto di chiudere il servizio. Ad aprile 2011, Yahoo, annuncia di aver venduto Delicious ad Avos, società creata dagli ex fondatori di YouTube. Il declino di Deliciouslunedì 7 novembre 2011
    • A fine settembre 2011 viene lanciato online il nuovo Delicious. Nuova grafica ma interfaccia e funzionalità sono più o meno le stesse della vecchia versione. L’unica innovazione è la possibilità di salvare e condividere raccolte di link chiamate “Stacks”. Tutti hanno accolto con dubbi e perplessità il nuovo Delicious. I power user, in rete, hanno condiviso il comune parere che la piattaforma difficilmente resterà leader del settore. Si può leggere qualcosa in merito in un post del 29 settembre 2011 pubblicato su Wired http://daily.wired.it/news/internet/ 2011/09/29/youtube-lancia-delicious-nuova-versione-14678.html Il settore è in cerca di un nuovo leader?lunedì 7 novembre 2011
    • Per mesi, il team di BookZingr, ha studiato il modo per offrire la migliore user-experience agli utenti che fanno Social Bookmarking. Abbiamo dato priorità alla semplicità d’uso e alla pulizia del layout grafico ma, offrire maggiori funzionalità e maggiore “potenza” nella catalogazione e fruizione dei bookmarks, l’abbiamo ritenuto altrettanto importante. Vediamo quali vantaggi offre BookZingr nelle prossime slide. Il nostro candidatolunedì 7 novembre 2011
    • 1) Semplicità d’utilizzolunedì 7 novembre 2011
    • 2) Classificazione automatica dei bookmark grazie a un sistema “intelligente” integratolunedì 7 novembre 2011
    • 3) Permette il salvataggio di qualsiasi tipo di contenuto (testuale, foto, video) e l’immediata fruizione di contenuti multimediali.lunedì 7 novembre 2011
    • 4) Offre massima integrazione con i più importanti social media, da Facebook a Twitter passando per YouTube e Instagram.lunedì 7 novembre 2011
    • 5) BookZingr ha un’anima fortemente social. Permette di far parte di una vera community e di poter trovare (e stringere relazioni) persone che hanno i nostri stessi interessi.lunedì 7 novembre 2011
    • E’ presente un motore di ricerca per la ricerca dei bookmarks, nonchè la navigazione per: - Tag - Categorie - Tipologia bookmark (Link, Foto, Video) La navigazione nella piattaformalunedì 7 novembre 2011
    • I modelli di Business sono due: 1) Sponsored Bookmark sistema PPC basato su un bookmark contestuale inserito nello stream dell’utente (ispirato al sistema Google AdSense). 2) Account PRO Account che include strumenti di Newsmastering e content curation per i Publishers che lavorano online. Business Modellunedì 7 novembre 2011
    • Di tecnologie proprietarie, del know how del team che da oltre 10 anni si occupa di web e piattaforme web-based. Di cosa è in possesso BookZingr?lunedì 7 novembre 2011
    • Investitori che ci permettano di: 1) Sostenere i costi di sviluppo della piattaforma nel tempo. 2) Sostenere i costi delle infrastrutture (server, connettività, database). 3) Acquisire competenze di Marketing. 4) Disporre di un budget da destinare ad attività di Web e Social media Marketing nonchè di promozione su blog e network di settore. Di cosa ha bisogno BookZingr?lunedì 7 novembre 2011
    • Emanuele Calì aka EmaWebDesign CEO & Co-Founder - Web Developer www.emawebdesign.com Antonio Polese Co-Founder - Web Designer/Frontend Developer www.antoniopolese.it Fabio Lalli Advisor - Geek, Hacker, Head of Solutions www.fabiolalli.com Vincenzo Maiellaro Graphic Designer www.vincenzomaiellaro.com Questo è il teamlunedì 7 novembre 2011
    • Domande?lunedì 7 novembre 2011
    • GRAZIE Potete seguirmi su www.emawebdesign.com Seguire BookZingr su www.bookzingr.com Trovare queste slide su www.slideshare.net/emawebdesignlunedì 7 novembre 2011