Smau 2010 - I trend, il marketing e le aziende: un'analisi del fenomeno dei flash mob

679 views
620 views

Published on

I trend, il marketing e le aziende: un'analisi del fenomeno dei flash mob.
SMAU 2010

Published in: Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
679
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Smau 2010 - I trend, il marketing e le aziende: un'analisi del fenomeno dei flash mob

  1. 1. I trend, il marketing e le aziende: un'analisi del fenomeno dei flash mob
  2. 2. Da gruppo amatoriale a team strutturato ●Comunicazione online (Social + Blog) ●Presenza sul territorio ●Visibilità ●Attenzione dei media “provocata” ●Supporti da condividere ●Un pizzico di esperienza
  3. 3. E fu così che arrivarono le aziende
  4. 4. In che modo? ●Attirate dall'attenzione dei media ●Curiose di sapere “come si fa” ●Attirate dall'esposizione mediatica a costo zero (o quasi) ●Con l'idea del famigerato “balletto” ●Con il merchandising ●Con un brand da avvicinare al territorio o ai giovani
  5. 5. Eh già, il territorio ●Ma anche la community già avviata ●Ma anche il target ●Ma anche la volontà del pubblico coinvolto Eh.. mica tanto!!
  6. 6. Parola d'ordine: Specificità ●Rivolgersi al pubblico giusto ●Contare sulla propria base limitatamente ●Differenziare il messaggio ●Coinvolgere le associazioni ●In particolare in caso di campagne No Profit
  7. 7. Cosa cercano i partecipanti? ●Disimpegno ●Felicità e positività ●No Sense ●Ritorno all'infanzia ●Foto ●Video
  8. 8. Ascolto attivo ●Monitoraggio giornaliero della community ●Umori, idee e creatività ●Dobbiamo conoscere i trend ●Dobbiamo interloquire ●Dobbiamo confrontarci e chiedere
  9. 9. Utilizzo dei Social Media ●Facebook è l'Hub (popolarità) ●Twitter è per il real time web (reiterazione) ●Il Blog è per i media (flusso dalle Serp) ●YouTube è per l'oggetto del desiderio
  10. 10. La preparazione ●Suggerire l'idea e creare l'evento ●Utilizzare la fan page per coinvolgere la base ●Postare tutte le info sul blog ●Raccogliere feedback immediato da cui programmare la campagna di seeding ●Rendere il proprio network personale l'avanguardia dell'evento ●Seeding
  11. 11. Monitoraggio dei presìdi ●Monitorare umori e commenti su tutto il network ●Gestire criticità ●Fornire supporto rapido alle richieste info ●Animare la community ●Teasing video
  12. 12. L'azienda c'è? ●La parola d'ordine è diffidenza ●Non vogliono apparire ufficialmente ●Vogliono riposizionarsi ma non esserci ●Caratterizzare a posteriori (video e foto) ●Background dell'azienda
  13. 13. Il nostro compito ●Istruire ●Comunicare i KPI a intervalli regolari ●Monitorare ●Prendere per mano l'azienda ed accompagnarla in un brandscape nuovo
  14. 14. Case Study: Trenitalia (Frecciarosa) ●Ideato e realizzato in 6 giorni ●Due Flash Mob integrati ●Video professionale ●L'azienda appare solo alla fine
  15. 15. Fasi del progetto ●Proposta creativa ed economica ●Seeding e realizzazione ●Post produzione e richiesta feedback alla community ●Seeding “del fatto avvenuto” ●Gestione eventuali crisi ●KPI Report
  16. 16. Giorgio Marandola Feel free to contact me: Mail - giorgio.marandola@gmail.com Mobile - +39.339.8115555

×