0
Dalla virtualizzazione al private cloud
Il Patronato INCA rinnova la fiducia nell’open source

Michelangelo Uberti
Sales E...
Babel e Red Hat: una storia lunga 8 anni
Babel è un software & infrastructure system integrator che si
contraddistingue pe...
Il Patronato INCA CGIL: una lunga tradizione
L’Istituto Nazionale Confederale di Assistenza
L'INCA nasce nel 1945 in occas...
Il Patronato INCA CGIL: i numeri
✔

✔

✔

✔

Sedi
• 21 regionali
• 105 provinciali
• 895 zonali
Operatori
• 1.741 in Itali...
Il Patronato INCA CGIL: la centralità dell’IT
L’importanza strategica dell’IT…
✔ i servizi devono essere sempre disponibil...
Il rapporto con Babel e con l’open source
L’anno del Messaging & Collaboration
Realizzazione della loro prima infrastruttu...
Il rapporto con Babel e con l’open source
L’anno del Portale Operatore
Progettazione e realizzazione del Portale Operatore...
Il rapporto con Babel e con l’open source
La conferma del lavoro fatto
In un solo anno le esigenze degli utenti cambiarono...
Il rapporto con Babel e con l’open source
La migrazione totale a Mailware Collaboration Suite
L’acquisizione di Sun da par...
Il rapporto con Babel e con l’open source
Ritocchini di mezza età
Dopo 4 anni dall’ultima revisione è stato necessario ade...
Il rapporto con Babel e con l’open source
Nuove sfide = Nuove opportunità
Tra fine 2012 ed inizio 2013 i nostri team hanno...
L’adozione della virtualizzazione
Perché scegliere Red Hat Enterprise Virtualization?
✔ coerenza con la filosofia open sou...
L’adozione della virtualizzazione
Rinnovamento tecnologico a 360°
La prima metà del 2013 ci ha visti impegnati nella:
✔ so...
La soluzione Babel per il Private Cloud
Babel Managed Services

Add-on Apps

✔

Setup hw/storage/rete

✔

Template library...
La soluzione Babel per il Private Cloud
Caratteristiche della soluzione:
✔

✔

✔

✔

✔

Affidabilità. Nessun “single point...
La soluzione Babel per il Private Cloud
Perché scegliere Babel?
✔

✔
✔

Un unico fornitore:
• In fase di proposta commerci...
Grazie!

Michelangelo Uberti
Sales Engineer
Roma, 5 Novembre 2013
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Dalla virtualizzazione al private cloud: Il Patronato INCA rinnova la fiducia nell’open source

199

Published on

Il TechAdvisor Babel Michelangelo Uberti presenta un importante caso di successo: "Dalla virtualizzazione al private cloud: il Patronato INCA rinnova la fiducia nell’open source". Durante il suo intervento il TechAdvisor racconta le sfide e le opportunità dell'innovativo progetto realizzato per il Patronato INCA CGIL e presenta la nostra soluzione di private cloud basata su tecnologie open source.

I punti trattati durante la presentazione sono:
- Babel e Red Hat: una storia lunga 8 anni
- Il Patronato INCA CGIL: tradizione e innovazione
- Il rapporto con Babel e l'approccio all'open source
- L'adozione della virtualizzazione e la visione cloud-oriented
- La soluzione "chiavi in mano" di Babel per il Private Cloud

Per saperne di più, scaricate l'articolo o guardate il video integrale dell'intervento ripreso durante l'Open Source Day 2013.

http://www.babel.it/it/centro-risorse/2013/11/14/69-dalla-virtualizzazione-al-private-cloud-il-patronato-inca-rinnova-la-fiducia-nellopen-source.html

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
199
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Dalla virtualizzazione al private cloud: Il Patronato INCA rinnova la fiducia nell’open source"

  1. 1. Dalla virtualizzazione al private cloud Il Patronato INCA rinnova la fiducia nell’open source Michelangelo Uberti Sales Engineer Roma, 5 Novembre 2013
  2. 2. Babel e Red Hat: una storia lunga 8 anni Babel è un software & infrastructure system integrator che si contraddistingue per: ✔ la proposizione al mercato di servizi professionali altamente qualificati e soluzioni innovative ✔ il rispetto degli standard e l’adozione di tecnologie open source Iniziammo ad indossare il cappello rosso con l’adozione del Global File System (GFS), la specializzazione su Red Hat Enterprise Linux e con la naturale evoluzione verso la recente Cloud Infrastructure. Il nostro rapporto con Red Hat? ✔ Red Hat Premier Business Partner ✔ Red Hat Advanced ISV Partner per Mailware Collaboration Suite 2
  3. 3. Il Patronato INCA CGIL: una lunga tradizione L’Istituto Nazionale Confederale di Assistenza L'INCA nasce nel 1945 in occasione del 1° Congresso della CGIL. La sua missione è difendere i diritti dei lavoratori, delle lavoratrici e di tutti i cittadini italiani (anche residenti all'estero). Nel 1947 una legge dello Stato italiano ha riconosciuto il ruolo e la funzione degli Enti di patronato attribuendo ad essi il compito di assistenza per il riconoscimento dei diritti in base alle normative in materia di: previdenza, salute e benessere nei luoghi di lavoro, infortuni e malattie professionali e prestazioni socio assistenziali. L’INCA è divenuta col tempo una realtà particolarmente vasta in quanto è il primo patronato in Italia e all'estero per volume di attività. 3
  4. 4. Il Patronato INCA CGIL: i numeri ✔ ✔ ✔ ✔ Sedi • 21 regionali • 105 provinciali • 895 zonali Operatori • 1.741 in Italia • 146 all’estero Professionisti convenzionati • 270 medici • 300 legali Contatti • 5 milioni solo in italia • 600 mila connazionali residenti all’estero 4
  5. 5. Il Patronato INCA CGIL: la centralità dell’IT L’importanza strategica dell’IT… ✔ i servizi devono essere sempre disponibili e performanti ✔ ogni attività di manutenzione programmata deve tenere conto dei diversi fusi orari relativi alle sedi estere ✔ ogni scelta deve essere affrontata con un solo obiettivo: garantire l’operatività dei collaboratori in Italia e all’estero … e la capacità di evitare il vendor lock-in Grazie ad un management illuminato sono riusciti ad evitare le numerose insidie del vendor lock-in. Grazie all’aiuto del nostro staff tecnico, hanno avuto il coraggio e la capacità di prendere la giusta direzione di fronte ad ogni bivio tecnologico. 5
  6. 6. Il rapporto con Babel e con l’open source L’anno del Messaging & Collaboration Realizzazione della loro prima infrastruttura di posta elettronica aziendale composta da: ✔ 4 server rackable Sun su piattaforma x86 ✔ 1 SAN FC ✔ 2 load balancer F5 BIG-IP ✔ subscriptions triennali RHEL ✔ Babel Mailware e Manager 1.0 su back-end Sun Messaging ✔ supporto triennale per hardware e software 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 6 2013
  7. 7. Il rapporto con Babel e con l’open source L’anno del Portale Operatore Progettazione e realizzazione del Portale Operatore, uno strumento cardine tutt’ora utilizzato caratterizzato da: ✔ integrazione di sw open source: DocMGR, OpenFire, LifeRay e Jasig CAS ✔ unica interfaccia web per la fruizione di posta elettronica, forum, chat, sistema documentale INCAdoc ✔ accesso in Single Sign-On (SSO) ✔ distribuzione automatica delle circolari ✔ gateway per il servizio Mail-to-SMS ✔ integrazione con il db anagrafico gestito da un fornitore esterno 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 7 2013
  8. 8. Il rapporto con Babel e con l’open source La conferma del lavoro fatto In un solo anno le esigenze degli utenti cambiarono e fu necessario procedere con alcuni interventi migliorativi: ✔ aggiornamento a Mailware 2.0 ✔ estensione delle funzionalità del Portale Operatore Lo stesso anno proponemmo un servizio di mail-push e PIMSynchronization mediante l’intergrazione del software open source Funambol. Il progetto non venne realizzato ma confermò la ferrea volontà di INCA di evitare il vendor lock-in. 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 8 2013
  9. 9. Il rapporto con Babel e con l’open source La migrazione totale a Mailware Collaboration Suite L’acquisizione di Sun da parte di Oracle aprì nuove opportunità gettando le basi per rafforzare il percorso di adozione dell’open source. Tale contesto ci consentì di: ✔ migrare circa 2.500 utenti dal back-end Sun Messaging a MCS, la nostra piattaforma di messaging & collaboration di classe enterprise ✔ ridurre i canoni ricorrenti a parità di server ✔ garantire il medesimo livello di supporto mediante un servizio di gestione completa 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 9 2013
  10. 10. Il rapporto con Babel e con l’open source Ritocchini di mezza età Dopo 4 anni dall’ultima revisione è stato necessario adeguare la piattaforma all’aumentato carico di lavoro ed alle mutate esigenze degli utenti: ✔ scale-up dei sistemi di front-end ✔ irrobustimento del sistema documentale INCAdoc integrato nel Portale Operatore 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 10 2013
  11. 11. Il rapporto con Babel e con l’open source Nuove sfide = Nuove opportunità Tra fine 2012 ed inizio 2013 i nostri team hanno dovuto affrontare una nuova sfida per conseguire numerosi obiettivi: ✔ rinnovare e consolidare l’infrastruttura d’esercizio ✔ ridurre i costi di manutenzione e supporto ✔ incrementare le risorse disponibili ✔ confermare l’evoluzione verso un servizio full-managed ✔ aumentare la flessibilità Come soddisfare tutti i requisiti? Scegliendo RHEV! 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 11 2013
  12. 12. L’adozione della virtualizzazione Perché scegliere Red Hat Enterprise Virtualization? ✔ coerenza con la filosofia open source: nessun vendor lock-in! ✔ piena maturità della versione scelta (3.1) ✔ funzionalità enterprise: live migration, bilanciamento automatico delle risorse, snapshot a caldo, reportistica integrata, etc. ✔ costi ridotti – in particolar modo se si usano guest RHEL 12
  13. 13. L’adozione della virtualizzazione Rinnovamento tecnologico a 360° La prima metà del 2013 ci ha visti impegnati nella: ✔ sostituzione del vecchio hw con nuovi server e SAN IBM ✔ setup dell’infrastruttura di virtualizzazione basata su RHEV ✔ migrazione Physical-to-Virtual (P2V) ✔ revisione architetturale per sfruttare i vantaggi offerti da RHEV ✔ transizione verso un nuovo service provider Il futuro? Cloud wannabe! Il prossimo passo verso il private cloud e, volendo, verso l’hybrid cloud, richiederà certamente l’adozione di CloudForms, la soluzione di Red Hat sviluppata per offrire tutte le funzionalità e le caratteristiche che distinguono una classica infrastruttura virtualizzata da un vero e proprio cloud. 13
  14. 14. La soluzione Babel per il Private Cloud Babel Managed Services Add-on Apps ✔ Setup hw/storage/rete ✔ Template library ✔ Setup virtualizzazione ✔ Monitoraggio ✔ Migrazione P2V e V2V ✔ Mailware Collaboration Suite ✔ Assistenza remota ✔ Backup ✔ Supporto sistemistico ✔ Log collection & Compliance ✔ Hosting presso ISP esterno ✔ Formazione RHEV e CloudForms IBM Storwize e IBM System x ✔ Prestazioni e scalabilità eccezionali ✔ Fino a 4 CPU 8 core e 1,5TB di RAM ✔ Semplicità di gestione ✔ Flessibilità e performance eccezionali ✔ Funzionalità di livello enterprise ✔ Storage entry/midrange ✔ Orchestrazione e automazione ✔ Connettività iSCSI e FC ✔ TCO da primato ✔ Tiering e flashcopy 14
  15. 15. La soluzione Babel per il Private Cloud Caratteristiche della soluzione: ✔ ✔ ✔ ✔ ✔ Affidabilità. Nessun “single point of failure”, manutenzione e sostituzione dell’hardware compresa. Disponibilità. Tutte le componenti sono ridondate a livello software e/o a livello hardware. Scalabilità ed Elasticità. L’infrastruttura potrà facilmente crescere assieme alle nuove esigenze di business e ripartire le risorse dinamicamente al variare dei carichi di lavoro. Sicurezza. La virtualizzazione permette di segmentare logicamente gruppi di virtual machine per quanto concerne l’accesso a determinate reti, file system e risorse hardware. Efficienza e Semplicità. Attraverso un vasto service catalog è possibile creare immediatamente VM da template. 15
  16. 16. La soluzione Babel per il Private Cloud Perché scegliere Babel? ✔ ✔ ✔ Un unico fornitore: • In fase di proposta commerciale disegna l'intera piattaforma garantendo costi e benefici certi. • In fase di messa in esercizio cura l’intero setup offrendo un servizio chiavi in mano. • In fase di esercizio monitora e manutiene, intervenendo sui guasti in modo proattivo, aggiungendo nuove risorse hardware, consolidando i carichi su parte delle risorse, spegnendo le rimanenti. Consolidata expertise in architetture complesse Linux e Unix. ll maggior numero di tecnici certificati Red Hat Certified Virtualization Administrator (RHCVA) in Italia. 16
  17. 17. Grazie! Michelangelo Uberti Sales Engineer Roma, 5 Novembre 2013
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×