Your SlideShare is downloading. ×
TSW@e-Commerce Forum 2014: il Design svelato
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

TSW@e-Commerce Forum 2014: il Design svelato

768

Published on

Nel nostro workshop dal titolo “Il design svelato: la genesi progettuale di un e-commerce” raccontiamo quanto e come la progettazione User Centered e le attività di test con utenti incidano in modo …

Nel nostro workshop dal titolo “Il design svelato: la genesi progettuale di un e-commerce” raccontiamo quanto e come la progettazione User Centered e le attività di test con utenti incidano in modo determinante sulle performance di un sito orientato nativamente alla conversione.

Published in: Marketing
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
768
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
7
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Il design svelato la genesi progettuale di un e-commerce
  • 2. Giuseppe Teatino Information Architect Luca Rodighiero Interaction designer
  • 3. Cosa si nasconde dietro ai processi di design di un e-commerce?
  • 4. Cosa si nasconde dietro ai processi di design di un e-commerce? Gli e-commerce sono prodotti digitali complessi, alla cui realizzazione partecipano competenze e conoscenze eterogenee. Lo User Experience Design è una di queste. E questa presentazione è solo uno dei possibili modi di raccontarlo.
  • 5. Semplifichiamo. Dobbiamo identificare 2 momenti decisivi
  • 6. Semplifichiamo. Dobbiamo identificare 2 momenti decisivi Un’esperienza utente che punti ad essere gratificante e remunerativa ha bisogno di due momenti. Il design di architettura e interazione. La verifica (testing). Questa sintesi è una semplificazione di una realtà molto più articolata, ma ci è utile per comprendere le basi della progettazione di un e-commerce.
  • 7. Design. O come rendere realizzabile un progetto
  • 8. Design. O come rendere realizzabile un progetto Il primo dei momenti è l’attività di progettazione vera e propria, nella quale si cerca di trovare il punto di contatto tra specifiche di progetto, obiettivi, vincoli, budget, aspettative degli utenti/clienti. Gli oggetti della progettazione di un e-commerce sono (semplificando): le architetture informative del catalogo, dei contenuti di supporto, dei contenuti istituzionali e la loro gerarchizzazione; i modelli di interazione ed i flussi di conversione per tutti gli standard che si desidera prendere in considerazione.
  • 9. Testing. O come valutare la qualità dell’esperienza
  • 10. Testing. O come valutare la qualità dell’esperienza Un utente frustrato, incapace di trovare quello che cerca e di convertire il proprio intento di acquisto in pratica è un danno. Mancato acquisto, recensioni negative, nessuna raccomandazione, lamentele sui canali social. Nella migliore delle situazioni un utente diventato ormai diffidente. Per evitare di incorrere in clamorosi buchi nell’acqua, l’unica scelta possibile è il testing. Testare i flussi di acquisto con gli utenti, i nostri utenti. Testare varianti. Testare le soluzioni migliori per i target di utenti più interessanti.
  • 11. Abbiamo identificato due momenti. Cosa c’è alla base di ciascuno di essi?
  • 12. Individuare i «design challenge».
  • 13. Individuare i «design challenge». Quali sono le sfide della nostra progettazione? Cosa possiamo fare per superarle con successo? Durante il momento della progettazione è fondamentale individuare le sfide che dobbiamo affrontare. Una sfida non è necessariamente un problema ma l’elemento chiave della User Experience, il fattore che trasforma l’esperienza in conversioni. Riconoscerle significa definire le priorità nel design e circoscrivere gli obiettivi.
  • 14. Mettere in discussione le proprie idee.
  • 15. Mettere in discussione le proprie idee. Chiedersi quanto buone siano le nostre idee potrebbe rivelarsi l’idea migliore. Una volta raccolte le sfide e valutate tutte le possibili strade per superarle, fermiamoci il tempo necessario per valutarle criticamente Esistono molti modi di mettere in discussione le soluzioni di design. Raccogliere i feedback e apprendere, è lo strumento più potente per ottenere esperienze utente migliori.
  • 16. Ora vediamo i 2 momenti in pratica
  • 17. Progettazione e realizzazione del nuovo e- commerce e catalogo B2B di uno dei marchi storici delle macchine da caffè e del design italiano.
  • 18. Presenza di due cataloghi: consumer e professional Coesistenza di due modelli di conversione Coerenza dei modelli di navigazione Quali i «design challenge» del progetto?
  • 19. Definizione dei contenuti e struttura dei menu Design dei layout e dei pattern di interazione Anatomia di un flusso di User Experience Design
  • 20. Architettura Informativa e layout dei menu devono rapidamente informare l’utente su quali siano i prodotti e le categorie dell’e- commerce. Sveliamo il design
  • 21. Segmentando i contenuti: • si aumenta la coerenza semantica dell’architettura; • si aumentano la prevedibilità dell’architettura e la trovabilità delle informazioni; • si favorisce la facilità di apprendimento dei percorsi di navigazione. Sveliamo il design
  • 22. I menu di categoria devono essere facilmente accessibili da ogni pagina dell’e-commerce e utilizzati in maniera coerente all’interno delle varie sezioni. I layout devono focalizzare l’attenzione dell’utente sul catalogo, proponendo pattern di interazione facilmente riconoscibili. Sveliamo il design
  • 23. I contenuti in pagina devono essere gerarchizzati per guidare l’attenzione dell’utente. I fattori che incidono sono: • posizione degli elementi; • dimensioni (relative e assolute); • spazi negativi; • colori e saturazione; • titolazioni. Sveliamo il design
  • 24. Per assecondare due flussi di conversione differenti, sono stati progettati due template di scheda prodotto e due soluzioni di navigazione distintive. Sveliamo il design
  • 25. Analisi e testing con utenti delle nuove ipotesi di Architettura Informativa per un leader di mercato dell’elettronica di consumo.
  • 26. Che cosa mettere in discussione? La trovabilità dei contenuti e dei prodotti Esplorabilità della architettura informativa Coerenza e comprensibilità del labeling
  • 27. Anatomia di un flusso di testing sull’IA Definizione dei compiti Analisi dei dati • test remoto • diversi segmenti di mercati
  • 28. Task statistics vista sulle performance US UK MY Le performance dell’architettura informativa variano molto a seconda dei segmenti di mercato.
  • 29. Pietree i path di navigazione
  • 30. Alcune evidenze La classificazione imposta dal catalogo dei prodotti non coincide sempre con il modello mentale di ricerca degli utenti. Quanto più un nome o un form factor sono di conoscenza diffusa tanto più aumenta l’efficienza della classificazione: meno tempo per trovare il contenuto e meno errori. Sistemi di categorizzazione complementari facilitano la ricerca delle informazioni. La navigazione orizzontale consente di creare dei ponti tra il modello mentale di ricerca e la classificazione dei prodotti.
  • 31. Grazie! venite a trovarci allo stand D 10 giuseppe.teatino@tsw.it luca.rodighiero@tsw.it © illustrazioni di Tang Yau Hoong

×