Reti documentare toscane Prato marzo 2011
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Reti documentare toscane Prato marzo 2011

  • 1,045 views
Uploaded on

Presentazione usata al corso organizato dalla Biblioteca Lazzerini di Prato sulle porblatiche del mutliculturalismo in biblioteca

Presentazione usata al corso organizato dalla Biblioteca Lazzerini di Prato sulle porblatiche del mutliculturalismo in biblioteca

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,045
On Slideshare
1,043
From Embeds
2
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
3
Comments
0
Likes
0

Embeds 2

http://www.linkedin.com 2

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Reti documentarie
    • Susanna Giaccai
    • Regione Toscana
    • Biblioteca Lazzerini. Prato 28 febbraio 2011
  • 2. Di cosa parliamo?
    • Necessario chiarire:
    • Cosa sia la biblioteca
    • Quale sia il mestiere del bibliotecario
    • Quale sia il contesto
    Di cosa parliamo ?
  • 3.  
  • 4.  
  • 5.  
  • 6.  
  • 7. Ebook reader
  • 8. Tablet
  • 9. La biblioteca diventa un luogo sempre più accogliente!
  • 10. Ma vogliamo poter leggere o navigare anche così !!
  • 11. Dove sta l'informazione ?
  • 12. Dove sono i bibliotecari ? ?
  • 13. Perchè? Siamo nel pieno dello sviluppo della società dell'informazione Dove sono i bibliotecari ?
  • 14. I bibliotecari sono mediatori tra utenti e sistema documentario devono essere dove è l'utente Dove sono i bibliotecari ?
  • 15. Sviluppo di una società multietnica
  • 16. Cosa è cambiato ? Diventa essenziale mettere l'attenzione sull'impatto sociale Fino a che punto le biblioteche, in particolare le biblioteche pubbliche locali, incidono sulla vita di una comunità e contribuiscono a trasformarla? Quale impatto hanno le politiche bibliotecarie sulla lotta contro l’esclusione sociale e contro le vecchie e nuove disuguaglianze nell’accesso alle risorse dell’informazione e della conoscenza? Quali risultati ottengono le biblioteche in materia di egovernment, democrazia partecipata, informazione di comunità? Quale grado di coinvolgimento esprimono rispetto ai programmi pubblici di lifelong learning o di promozione della lettura? Quale sostegno forniscono all’affermazione di modelli sociali aperti alla multiculturalità e all’educazione interculturale? Giovanni Di Domenico, 2006 –
  • 17.
    • 1972
    • t rasferimento competenze
    • da Stato a Regioni
    • 1976
    • Legge regionale n. 36 /1976
    • 1999
    • Legge regionale n. 35/1999
    • 2010
    • Testo unico
    Le politiche di Regione Toscana
  • 18. Legge regionale 35/1999
    • centralità dei servizi
    • aggregazioni in reti provin-ciali
    • policentrismo
  • 19. Centralità dei servizi
    • Le biblioteche pubbliche degli enti locali concorrono, con le loro specifiche funzioni, a promuovere le condizioni che rendono effettivo
    • il diritto all’informazione, allo studio, alla cultura,
    • alla continuità formativa
    • e all’impiego del tempo libero dei componenti di tutta la comunità
  • 20. Reti territoriali La rete locale costituisce la moda-lità  ordinaria di gestione delle attività  e dei servizi documentari integrati. Essa è lo strumento che realizza la condivisione delle risorse interne e la piena utilizzazione di quelle esterne alla rete .
  • 21. Policentrismo
    • Per ciascuna rete, i soggetti interessati, individuano uno o più istituti, fra quelli aderenti alla rete, quali responsabili del coordinamento dei servizi di rete
  • 22. Finanziamenti
    • La Regione incentiva, anche con i propri finanziamenti, la costituzione, il funzionamento e lo sviluppo di reti locali
    • I finanziamenti regionali destinati alle reti locali sono assegnati dalle Province agli istituti attuatori dei progetti di rete
    • Con il PIC 2008 i finanziamenti regionali vanno direttamente agli istituti attuatori
  • 23. Bibliolandia Reti bibliotecarie toscane ReaNet Livorno Prato Mugello SDIAF Arezzo Siena Massa Carrara Pistoia UniFI UniSI UniPI Pisa Grosseto Lucca
  • 24.
    • Servizi all'utenza
    • Organizzazione in Rete
    • Prestito interbibliotecario
    • Cataloghi collettivi
    • Servizi web
    • Promozione della lettura
    • Muticulturalismo
    • Biblioteca per tutti
    Linee di attività sostenute dalla Regione
  • 25. Cataloghi collettivi
    • Fase 1: 1999
      • cataloghi cumulati da 1, 2 o 3 software diversi
    • . Fase 2: 2003-4 - cataloghi unici
    • Fase 3:2008-
      • Ingresso in SBN
    • tutti interrogati dal MetaOpac
  • 26. Nel MetaOPAc ora anche la Scuola Normale, Scuola S.Anna di Pisa. Attivata l'opzione cerca tutti gli OPAC
  • 27. Progetto Libri in rete
    • Cataloghi collettivi
    • MetaOpac Z39.50
    • distribuzione coupons
    • Cooperazione tra biblioteche pubbliche e biblioteche universitarie
  • 28.  
  • 29.
    • Regolamento del servizio condiviso
    • Creazione di ganci tra Reti
      • Già attivi
      • Mugello – SDIAF – ReaNet – Pisa
      • Dal 2011
    • ReaNet – Livorno ReaNet – Pistoia -Prato
    • Sviluppo Document delivery DD
      • Inserimento periodi in ACNP
      • Scambio articoli in formato elettronico
      • Presenza dei periodici nell'OPAC di Rete
    Progetto Libri in rete
  • 30. Servizi web
    • - VRD guida alle risorse web
      • CHIEDI in biblioteca
      • Emeroteca digitale toscana
      • Siti web
      • Medialibrary
      • www.cultura.toscana.it/biblioteche/
  • 31. VRD biblioteche pubbliche http://www.bibliotecari.it/SPT/VRD/ SPT--Home.php
  • 32. http:// toscana.medialibrary.it /home/ home.aspx
  • 33. Sviluppi Www.chiedinbiblioteca.it
  • 34. Sito web
  • 35.  
  • 36.
    • Organizzazione
    • Coordinatore
    • Comitato tecnico
    • Consigli comunali
    • Regione Toscana
    • Rete documentaria regionale
    La Rete
  • 37. Diverse forme di organizzazione: Convenzione tra Comuni Gestione associata Istituzione Consorzio ....... La Rete
  • 38.
    • Cosa condivide:
    • - patrimonio documentario
    • - catalogazione
    • - spoglio riviste
    • - acquisti
    • - competenze professionali
    • - servizi VRD
    • - attività
    • - promozione
    • - lettura
    • - biblioteca
    • - formazione/aggiornamento
    La Rete
  • 39. Catalogazione - regole catalogazione descrittiva e semantica originaria o derivata - criteri catalografici trattamento diversi materiali Approfondimento Descrizione DDC La Rete
  • 40. La Rete progettazione: Qualificazione del servizi Nuovi servizi innovativi Estensione servizi tradizionali Ospedale, bibliobus, bibliotecario di strada
  • 41. Sviluppo delle collezioni Coordinamento disciplinare o tipologico Coordinamento scarto Coodinamento digitalizzazione Magazzino condiviso (fisico o digitale) La Rete
  • 42. Sviluppo 2000-2009
    • + biblioteche aperte: da 235 a 260
    • Ci lavorano 1.300 bibliotecari e 300 volontari
    • + Patrimonio da 5,5 milioni a 6 milioni
    • + prestiti da 678.000 a 1.800.000
  • 43.
    • La biblioteca alla conquista di utenti:
    • - 27 biblioteche in ospedale
    • - biblioteca di strada
    • - 15 punti di servizio nei Centri commerciali COOP
    • - 42 milioni € per ristrutturazione e nuove sedi: Siena, Pistoia, Prato, Sesto, Firenze, Scandicci
    • - campagna annuale di comunicazine Ottobre piovono libri
    Sviluppo 2000-2009
  • 44. requisiti delle Reti
    • Catalogo collettivo connesso al MetaOpac
    • Servizio ILL interno alla rete
    • Promozione lettura e servizi
    • Criteri catalografici unici
    • Acquisti coordinati
    • Acquisti centralizzati
    • Catalogazione centralizzata
  • 45.
    • 2008
    • Piano integrato della cultura
    • Unici criteri tempistica per: biblioteche, musei, spettacolo, attività culturali, paesaggio, investimenti
    • Indicazione delle linee progettuati
      • Progetti regionali
        • Progetti locali
        • Requisiti
          • SBN
          • Carte dei servizi di rete
          • Carta delle collezioni
          • Servizio ILL
          • Invio dati statistici sui servizi
          • Piano di comunicazione di rete e programma di promozione dei servizi
    Novità PIC
  • 46.
    • - coordinamento riordino, inventariazione e fruizione archivi
    • - Creazione sito web di Rete
    • E ancora:
    • carta delle collezioni e carta dei servizi di Rete
    Novità Testo unico
  • 47.
    • Riduzione risorse finanziarie
    • Mutamenti del servizio
    • Gestione della Rete
    • - economie di scala
    • Rafforzare la cooperazione
    • - acquisti centralizzati
    • - catalogazione centralizzata
    • - unificazione dei cataloghi
    • - sviluppo di servizi sui nuovi supporti
    • - aggregazione di Reti su servizi
    • -
    problemi
  • 48.
    • - dove va la biblioteca pubblica?
    • “ la biblioteca è un servizio, per la biblioteca il servizio è tutto”
    • “ la biblioteconomia deve esprimere anche la capacità di visione complessiva, sollevando la testa dall'agire quotidiano e riflettendo sugli scopi e i principi”
    • Giovanni Solimine, Gestire il cambiamento, Bibliografica, 2003
    Cambia il servizio
  • 49. Link utili
    • MetaOPAC http://web.rete.toscana.it/metaopac/opacselection.jsp
    • VRD biblioteche pubbliche http://www.bibliotecari.it/SPT/VRD/SPT--Home.php
    • VRD di biblioteconomia http://www.bibliotecari.it/SPT/VRD-LIS/SPT--Home.php
    • Chiedi in biblioteca http://www.chiedinbiblioteca.it
    • Medialibrary http://toscana.medialibrary.it/home/home.aspx
    • Una mia presentazione fatta a Pistoia il 23 aprile 2010 su Biblioteca pubblica e Web2.0
    • http://www.slideshare.net/SusannaG/biblioteche-nel-web-20-pistoia-23-aprile-2010
    • Se mi volete seguire su http://giaccai.wordpress.com/ non è aggiornato ma ci lavorerò quando sono in pensioneil mese prossimo ;-)
    • Ill mio interesse per le biblioteche pubbliche continua: se mi volete scrivere la mia mail da aprile 2011 sarà [email_address]
    • NB Leggendo a video questa slide i link risultano attivi.