Studio device e supporto

565 views
490 views

Published on

Uno studio sui supporti esistenti da canna e da manubrio per bibicletta corredato da un altro studio sul display ottimale per un dispositivo che funge da navigatore per ciclisti

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
565
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
344
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Studio device e supporto

  1. 1. NAVIGATORE PER CICLISTIStudio del device e del supporto Marco Simone Carisio– 755718 Stefano Manicone– 745361 Matteo Tizzoni– 760399
  2. 2. Studio delsupporto Conclusioni Studio del device Studio del supporto e del device
  3. 3. Studio delsupporto Studio de Studio del supporto e del device
  4. 4. Studio del supporto INTRODUZIONE In questa sezione ci siamo occupati di studiare il supporto ottimale per il nostro navigatore. Anche se spesso si tende a considerarlo un semplice accessorio e, a non dargli ladeguata importanza, il supporto è una delle parti fondamentali del dispositivo poichè: ne garantisce ladeguata posizione e di conseguenza la visibilità, protegge il dispositivo dagli urti, vibrazioni e dagli agenti atmosferici e altera quindi in modo significativo lefficienza del dispositivo.
  5. 5. Studio del supporto OBIETTIVO Abbiamo inizialmente analizzato i diversi supporti universali per cellulari attualmente più utilizzati dai ciclisti, per poterne capire i punti di forza e i difetti, al fine di prenderne spunto per progettarne uno migliore e più performante.
  6. 6. Studio del supporto Per prima cosa ci siamo recati presso rivenditori di elettronica come Mediaworld, quelli sportivi come Decathlon e infine abbiamo chiesto delucidazioni ad alcuni rivenditori specializzati in ciclismo
  7. 7. Studio del supporto ..ne abbiamo dedotto che esistono essenzialmente 2 tipi di supporti: Supporto da Manubrio: Supporto da Canna: posizionato sul manubrio con posizionato sulla canna, non possibilità di regolazione permette regolazioni alcun dellangolo di inclinazione e genere ma al contempo non dellorientamento necessita di installazione perchè verticale/orizzontale è fissato con strisce di velcro
  8. 8. Studio del supporto SUPPORTO DA MANUBRIO La prima possibilità sulla locazione del nostro dispositivo nel telaio della bicicletta, è caduta sul manubrio.
  9. 9. Studio del supporto Svantaggi: • costante focalizzazione sulla strada: non occorre spostare di troppo lo sguardo - maggior sicurezza • il supporto da manubrio rimane costantemente attaccato alla bicicletta: si può rimuovere solamente il proprio telefono • langolo di visuale è migliore e più facilmente leggibile • il supporto da manubrio è orientabile sia verticalmente che orizzontalmente.
  10. 10. Studio del supporto Vantaggi: • il manubrio è la parte della bicicletta soggetta a più sollecitazioni durante il viaggio: cambi di direzione, vibrazioni [etc...] • il supporto da manubrio, in base ai rivenditori analizzati, costa potenzialmente di più di quello da canna (circa il doppio).
  11. 11. Studio del supporto POSIZIONE SUL MANUBRIO Classica postazione Postazione centrale Posizione centrale ma sbilanciata su uno dei due sbilanciata verso sbilanciato verso il lati del manubrio (in base lalto, situata sullattacco basso, sulla parte appena alle preferenze del manubrio prima del manubrio - Pipa dellutente) Manubrio(Stem)
  12. 12. Studio del supporto TIPOLOGIE DI SUPPORTO DA MANUBRIO Un modello semplice con Un modello impermeabile due morsetti regolabili che (in stile "busta"), in cui viene permette semplicemente di inserito il dispositivo e incastrare il telefono sigillato dallesterno tramite una cerniera
  13. 13. Studio del supporto Supporto da CANNA
  14. 14. Studio del supporto Vantaggi: • Facilità di adattamento a più dispositivi • Prezzo: risparmio di circa il 50% rispetto a uno da manubrio • Praticità: facilità e velocità di installazione senza il bisogno di utilizzare cacciaviti • Vano oggetti aggiuntivo: generalmente è presente una tasca dove poter lasciare oggetti di piccolo taglio • Protezione completa da agenti atmosferici come pioggia e polvere
  15. 15. Studio del supporto Svantaggi: • Stabilità ridotta: questi supporti vengono fissati con delle strisicoline in velcro che non ne garantiscono una stabilità ottimale su tutti i tipi di percorso • Angolo di visuale non ottimale: il ciclista deve inclinare la testa notevolmente con il rischio di perdere contatto con la strada
  16. 16. Studio del supporto Alcuni esempi significativiTetrax XBike Supporto dedicato agli utenti Iphone
  17. 17. Studio del supporto Tetrax XBike • Fissaggio alla canna sia tramite supporto magnetico che viti • Possibilità di rotazione a 360° • Cover dedicata per proteggere da agenti atmosferici
  18. 18. Studio del supporto Alcuni esempi significativiRoswheel Bike Tri-Bag Supporto da canna adattabile a più dispositivi
  19. 19. Studio del supporto Roswheel Bike Tri-Bag • Fissaggio alla canna facile e veloce tramite striscioline in velcro • Tasca aggiuntiva per trasportare piccoli oggetti • Protezione in plastica per proteggere da agenti atmosferici
  20. 20. Studio del supporto STUDIO DELLA POSIZIONE Prima di poter effettuare il test sulla visibilità, quindi sullo studio della dimensione ottimale del display del nostro dispositivo, abbiamo dovuto determinare quale fosse la posizione migliore del dispositivo sul telaio della bicicletta. Per fare questo ci siamo serviti di un questionario sul: • forum del wiki • on-line • nelle prove pratiche
  21. 21. Studio del supporto Risultati..
  22. 22. Studio del supporto Risultati.. Come ci saremmo aspettati, la maggior parte dei nostri utenti contattati tramite Forum, questionario on-line su facebook e intervista diretta, ha preferito decisamente il SUPPORTO DA MANUBRIO con un totale di 39 voti rispetto ai soli 3 di quello da canna. Le motivazioni forniteci dagli utenti sono principalmente legate al: 1. mantenimento costante dellattenzione sulla strada, che comporta così una maggiore sicurezza 2. posizione fissa sulla bicicletta 3. langolo di visuale è migliore 4. è più facilmente leggibile 5. il supporto da manubrio è orientabile sia verticalmente che orizzontalmente.
  23. 23. del Supporto Conclusion Studio del device Studio del supporto e del device
  24. 24. Studio del device Studio della dimensione ottimale per il displaySiamo passati, poi, allostudio delladimensione piùadeguata deldisplay, per garantire aiciclisti la migliorevisibilità durante lanavigazione.
  25. 25. Studio del device Test di Visibilità Per effettuare i nostri test ci siamo serviti dei seguenti dispositivi che abbiamo fissato alla bibicletta: Samsung SmartPad S2 Iphone 4s Iphone 5 Galaxy S3 3,5’’ 4’’ 10,1’’ 4,8’’
  26. 26. Studio del device Test di Visibilità I dispositivi sono stati fissati sul manubrio, nella posizione precedentemente preferita dagli utenti. Abbiamo chiesto ai nostri ciclisti di percorrere 750m lungo un tragitto senza particolari difetti o dislivelli
  27. 27. Studio del device Test di Visibilità – prime considerazioni La prima constatazione che abbiamo potuto fare è stata quella che, nonostante la maggiore visibilità, il tablet è stato giustamente scartato perché troppo ingombrante sul telaio
  28. 28. Studio del device Test di Visibilità – Risultati ottenuti Dopo il test utente abbiamo somministrato un questionario in cui si chiedeva di esprimere un giudizio da 1 a 5 sulle caratteristiche significative che il navigatore deve possedere: ogni dispositivo è stato giudicato in base a: • Visibilità • Fragilità percepita • Ingombro sul telaio • Portabilità
  29. 29. Studio del device Test di Visibilità – Risultati finali
  30. 30. Studio del device Test di Visibilità – considerazioni In una seconda fase di scrematura, i dispositivi a 4’’ e 4,8’’ sono risultati anche loro meno indicati, non tanto per motivi di visibilità, quanto invece per l’ingombro e la fragilità.
  31. 31. Studio del device Test di Visibilità – Considerazioni Il display che è risultato migliore dal nostro test finale è quello dell’ Iphone 4s da 3,5 pollici • Portabilità estremamente alta rispetto ai suoi concorrenti • Ingombro sul telaio minimo • Fragilità percepita minima
  32. 32. Conclusionidio del device Iter di costruzione dell’interfaccia grafica
  33. 33. Conclusioni In sintesi, possiamo riassumere che, in base agli studi da noi effettuati, per una navigazione comoda e sicura che sfrutti in modo ottimale la nostra applicazione, è preferibile: • Display da 3.5 pollici Posizionato su: • Supporto da manubrio situato sull’attacco Con un’inclinazione che varia: • tra 37 e 45 gradi
  34. 34. Conclusioni
  35. 35. Conclusioni
  36. 36. Conclusioni Tale risultato ci ha aiutato a riflettere meglio sulla scelta che stavamo portando avanti per quanto riguarda linterfaccia grafica, confermando le nostre scelte sviluppate nel progetto grafico. Vi sono però ulteriori implicazioni in questi risultati: siccome la dimensione dello schermo da 3.5" è ancora quella più diffusa, il prodotto sarà facilmente fruibile dalla stramaggioranza degli utenti. I supporti per bicicletta in grado di ospitare degli smartphone, come notato dalle precedenti ricerche, sono quasi tutti orientati verso tale dimensione.
  37. 37. Conclusioni Da quanto emerso dallo studio sullo user experience svolto dai nostri colleghi Minoli, Barone e Mauri, incrociato con i risultati da noi ottenuti, possiamo suggerire una serie di migliorie da apportare, anche in relazione ai problemi riscontrati durante il test da loro effettuato. La distanza tra il supporto e gli occhi non permette di visualizzare correttamente le informazioni, comportando una certa scomodità  Dai test su strada da noi effettutai, risulta che, con una dimensione del display di 3,5’’, tutti gli utenti sono riusciti a portare a termine, senza particolari intoppi e lamentele, il task da noi proposto. Possiamo accogliere tale problema per quanto riguarda la categoria dei ciclisti sportivi, in quanto non abbiamo potuto effettuare test pratici non disponendo dei giusti mezzi. La distanza tra sé e il manubrio dove è posto il navigatore lo obbliga ad una posizione china onde evitare che le cuffie fuoriescano dal padiglione auricolare.  Questo problema può essere risolto semplicemente utilizzando la modalità d’interfaccia da noi progettata “frecce” che non richiede in nessun caso l’ascolto delle indicazioni stradali oppure utilizzando un auricolare Bluetooth che non risulta d’intralcio con scomodi cavi.
  38. 38. Conclusioni La voce del navigatore è troppo bassa e con il traffico non si sente bene.  Se i nostri utenti sentono la necessità di ascoltare le indicazioni stradali, è obbligatorio utilizzare le cuffie o l’auricolare bluetooh per ovviare a tale problema. Non essendoci molte piste ciclabili a Milano, talvolta i ciclisti sono costretti ad andare sul marciapiede, contromano, in situazioni che richiedono una particolare attenzione. Questo non consente al ciclista di non prestare attenzione alla strada.  Questa problematica è presente anche quando utilizziamo un semplice navigatore per auto; la strada deve comunque rimanere la principale fonte di attenzione. Per ridurre tale problema possiamo attivare la modalità “solo audio” che permette di tenere il propio smartphone in tasca. Posizionare il supporto per smartphone sul manubrio, può risultare difficile per una mamma che porta un bimbo sul seggiolino. Infatti, in questo caso, non c’è spazio sufficiente sul manubrio per collocare il dispositivo, e se ci fosse, è meglio tenere lo smartphone in tasca per evitare che i figli lo tocchino e lo facciano cadere accidentalmente.  Secondo noi questo problema, che interessa comunque un’utenza minima, può essere ovviato tenendo il proprio dispositivo in tasca e attivando la modalità “solo audio” o utilizzando la fascia da avambraccio (universale) come proposto dai colleghi; in caso contrario questi utenti non utilizzeranno il navigatore anche perché non è concretamente possibile accogliere tutte le tipologie d’utenza.
  39. 39. Conclusioni Il freddo ed i guanti sono un ostacolo all’interazione.  Come proposto dagli stessi nostri colleghi, ogni utente dovrà dotarsi, se lo desidera, di guanti touch in maniera tale da non perdere sensibilità alle dita durante le stagioni più rigide. Posizionare il cellulare in tasca è comunque pericoloso perché se non si anno zip, o tasche che lo proteggono sufficientemente rischia di scivolare fuori.  Se i nostri utenti non vogliono tenerlo in tasca, c’è il supporto da manubrio o il supporto da canna o, ancora, il supporto per avambraccio. Se non desiderano utilizzarlo in nessuno di questi modi, allora non comprano il navigatore. Il codice della strada vieta l’uso di auricolari normali durante la guida in bicicletta.  È doveroso, infatti, utilizzare solamente un auricolare per non perdere contatto con Ia strada che si sta percorrendo o utilizzare, ancora una volta, un auricolare Bluetooth o attivare la modalità “frecce”

×