Infliximab Hepatitis case report 06-05-2009
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Infliximab Hepatitis case report 06-05-2009

on

  • 228 views

Infliximab hepatitis, autoimmune hepatitis, acute hepatic failure, infliximab toxicity, hepatitis.

Infliximab hepatitis, autoimmune hepatitis, acute hepatic failure, infliximab toxicity, hepatitis.

Statistics

Views

Total Views
228
Views on SlideShare
228
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Infliximab Hepatitis case report 06-05-2009 Infliximab Hepatitis case report 06-05-2009 Presentation Transcript

  • Fegato e Autoimmunità: a case report Stefano Mancini Scuola di Specializzazione in Medicina Interna Università di Modena e Reggio Emilia
  • RILIEVI ANAMNESTICI 1/2 P.C., pz maschio di 33 anni Si presenta in PS per forte astenia, nausea e inappetenza, peggiorate negli ultimi 5 gg Sposato, vive con la moglie Lavora come dirigente aziendale Non recenti viaggi Non modificazioni delle abitudini alimentari (salvo inappetenza) e/o delle fz fisiologiche Ha osservato urine “più scure” Nega recenti episodi influenzali/febbrili
  • RILIEVI ANAMNESTICI 2/2 Molto attivo, incolpa lo stress; non riesce però a “tenere i ritmi di lavoro” da circa 2 settimane Fuma un pacchetto di sigarette al dì Beve circa mezzo bicchiere di vino ai pasti e qualche birra raramente in occasioni sociali Anamnesi familiare: negativa per diabete, cardiopatia ischemica e patologie neoplastiche; positiva per ipertensione Anamnesi patologica: psoriasi in remissione in trattamento con Infliximab (Remicade) da circa 6 mesi
  • RILIEVI OBIETTIVI Vigile, orientato e collaborante Apiretico, SaO2 97% in a.a. Apparato CV nella norma, PA 130/80 mmHg Addome trattabile, lievemente dolorabile alla palpazione profonda in ipocondrio dx. Murphy negativo Murmure vescicolare presente su tutto l’ambito; qualche ronco alle basi Presenza di ittero sclerale
  • LABORATORIO  RBC 4.54 mil/ul  WBC 5.85 migl/ul  Hb 14.5 g/dl  PLT 251 migl./ul  VES 16  PT 88%  INR 1.10  PTT 1.39  P-CHE 7707  Ammoniemia 103 umol/L  Alb 4.02 g/dl  Tot Chol 176 mg/dl  Glyc 75 mg/dl  Creat 0.95 mg/dl  Urea 18 mg/dl  Na 140 mEq/l  K 4.11 mEq/L  AST 1340 U/L  ALT 2132 U/L  Tot Bil 3.69 mg/dl  Dir Bil 3.22 mg/dl  ALP 594 U/L  GGT 819 U/L  Amilase 79 U/L
  • ECODIAGNOSTICA  Fegato di regolari dimensioni e morfologia  Ecostruttura omogenea, indenne da lesioni focali  Sovraepatiche di cal. regolare, pervie  Vena porta di cal. regolare, pervia, con flusso epatopeto e vel. di picco di circa 20 cm/sec  Colecisti regolare, vie biliari non dilatate  Milza con diametro bipolare di 12 cm, ad ecostruttura omogenea  Non liquido libero in addome  Pancreas e retroperitoneo malvalutabili per meteorismo intestinale sovrapposto
  • Malattia virale? Epatite tossica? Abuso etilico? Malattia genetica? (Wilson, Emocromatosi) Patologia autoimmune? Altro?
  • Harrison’s 17th Ed
  • ALGORITMO DIAGNOSTICO
  • DAL LABORATORIO… Virologici Genetico-metabolici  HAV IgM neg  HBsAg, HBV-DNA neg  Anti-HCV, HCV-RNA neg  Anti-EBV neg  Anti-CMV neg  Ceruloplasmina 31 mg/dl  Rame plasmatico e urinario (24h) nella norma  α1-antitripsina 107 mg/dl  Sideremia, ferritina e transferrina nella norma  Sat Immunologici transferrina 32,89%  IgG 1187 mg/dl; IgA 150 mg/dl; IgM 242 mg/dl  ANA-IFA su Hep-2: POS, Titolo 1:320, Pattern Omogeneo  DNA-IFA su C. luciliae: POS  ENA-Elisa: Anti-dsDNA POS, 61.70 IU/ml
  • CRITERI DIAGNOSTICI AIH
  • CRITERI DIAGNOSTICI AIH
  • CRITICITA’ Score in base ai criteri semplificati: 4 Il nostro paziente non acconsente alla biopsia epatica Assenza di ipergammaglobulinemia … ?
  • DRUG INDUCED LIVER TOXICITY 1/3 Harrison’s Internal Medicine, 17th Ed
  • DRUG INDUCED LIVER TOXICITY 2/3 Harrison’s Internal Medicine, 17th Ed
  • DRUG INDUCED LIVER TOXICITY 3/3 Harrison’s Internal Medicine, 17th Ed
  • INFLIXIMAB  Anticorpo monoclonale chimerico (uomo-topo) IgG1 κ capace di legame ad alta affinità sia con la forma solubile che transmembrana di TNF-α, inattivandolo  Approvato dalla FDA nel 1998; dall’ EMEA nel 1999  Somministrazione in infusione e.v. di 3-10 mg/kg di p.c.  Tempi: 0, 2, 6 e poi ogni 8 settimane  Emivita 8-10 gg  Indicazioni: artrite reumatoide, malattia di Crohn, spondilite anchilosante, artrite psoriasica, psoriasi a placche, colite ulcerosa  Precauzioni: escludere infezioni latenti prima di iniziare la terapia (TBC, HIV, virus epatotropi)  Effetti avversi: infezioni gravi, reazioni anafilattiche,
  • AUTOIMMUNITA’ e INFLIXIMAB Circa la metà dei pazienti ANA negativi trattati con Infliximab nei grandi trial clinici (ATTRACT e ASPIRE per l’AR, ACCENT I e II per il Crohn) hanno sviluppato sieroconversione per gli ANA Un quinto dei pazienti ha sviluppato sieroconversione per gli anticorpi anti DNA nativo (ds-DNA) Nessun paziente ha dovuto sospendere il trattamento per effetti secondari rilevanti sul fegato
  • TUTTAVIA…
  • TOSSICITA’ DIRETTA o IMMUNOMEDIATA? Da Pubmed ed Embase 15 casi (11 femmine e 4 maschi) ben documentati di epatite verosimilmente correlata all’ Infliximab in pz senza pre-esistente epatopatia In 10 casi (9 femmine e 1 maschio) era riscontrabile una positivizzazione di autoanticorpi ANA, anti-dsDNA e/o SMA (AIH tipo I) Mai riportata positività per AMA, anti-LKM, anti-LC1, anti-SLA/LP Nei 5 casi in cui non vi era evidenza di movimento autoanticorpale la prevalenza era maschile (2 femmine e 3 maschi)
  • N. Woolf, Anatomia Patologica EdiSes, 2001
  • TORNANDO AL NOSTRO PAZIENTE… In seconda giornata, peggioramento della colestasi (Bil Tot 5.82 mg/dl, Bil Dir 5.60 mg/dl) e ulteriore modesto aumento di ALT e AST Nell’attesa dei risultati dei test virologici, abbiamo contattato il CAV di Pavia, che ci consigliava di iniziare tp con Acetilcisteina e.v. ad alti dosaggi: bolo in 90’ con 150 mg/kg di p.c. e tp di mantenimento con 300 mg/kg di p.c. nelle 24 ore in infusione continua In terza giornata, insorgevano artralgia e mialgia diffusa con rush cutaneo eritematoso Arrivati gli esiti dei virologici, si sospendeva terapia con Acetilcisteina e si iniziava Prednisone 60 mg die per os
  • CONCLUDENDO 1/2 Dopo due giorni di terapia steroidea, marcato miglioramento soggettivo Chiedeva di essere dimesso in quinta giornata, con transaminasi ancora attorno a 1200 U/L Normalizzazione dei test bioumorali epatici in circa un mese Negativizzazione dei titoli anticorpali dopo tre mesi A otto mesi dalla dimissione, contattato telefonicamente, dice di sentirsi bene; psoriasi in remissione senza terapia
  • CONCLUDENDO 2/2 L’Infliximab sembra in grado di provocare uno squilibrio nella risposta immunitaria e in particolare nella produzione anticorpale Le rare forme di epatite correlate all’infliximab sembrano riprodurre le forme di epatite autoimmune di tipo 1, con prevalenza del sesso femminile Non è noto se sospeso il trattamento con Infliximab e istituita la terapia corticosteroidea si abbia la guarigione completa o se possano esserci delle riacutizzazioni Recentemente, in almeno tre casi riportati in letteratura, il passaggio da infliximab ad etanercept (Ab monoclonale diretto contro TNF-α e -β) non ha mostrato cross-reattività
  • Referenze bibliografiche: •Tracey D et al. Tumor necrosis factor antagonist mechanism of action: a comprehensive review. Pharmacology e Therapeutics 2008; 117:244-279 •Giezen TJ et al. Safety-related regulatory actions for biologicals approved in the United States and the European Union. JAMA 2008; 300:1887-96. •Tilg H et al. How to modulate inflammatory cytokines in liver disease. Liver international 2006; 26:1029-39. •Vergani D, Alvarez F, Bianchi FB, Cançado EL, Mackay IR, Manns MP, Nishioka M, Penner E; International Autoimmune Hepatitis Group. Liver autoimmune serology: a consensus statement from the committee for autoimmune serology of the International Autoimmune Hepatitis Group. J Hepatol. 2004 Oct;41(4):677-83.
  • Grazie per l’attenzione !