• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Linee Guida Per La Gestione Dei Profili Colore
 

Linee Guida Per La Gestione Dei Profili Colore

on

  • 10,141 views

Come gestire un Rip di stampa nell'era moderna

Come gestire un Rip di stampa nell'era moderna

Statistics

Views

Total Views
10,141
Views on SlideShare
9,936
Embed Views
205

Actions

Likes
10
Downloads
0
Comments
0

4 Embeds 205

http://www.rolandblog.com 169
http://www.slideshare.net 34
http://www.rolandblog.it 1
http://gigiv.comyr.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Linee Guida Per La Gestione Dei Profili Colore Linee Guida Per La Gestione Dei Profili Colore Presentation Transcript

    •  
    • Cosa chiede oggi il mercato della S t a m p a D i g i t a l e ?
    • Velocità…
    • Ripetibilità
    • Qualità…
    •  
    •  
    •  
    •  
    • Ma soprattutto… Ogni qualvolta cambiano le nostre condizioni di stampa
    • Quindi da dove inizia una corretta gestione del mio sistema digitale?
    • È sempre la strada giusta?
    • Oppure…
    • Dall’impronta del nostro sistema digitale Ambiente di lavoro Stampante Materiale da stampa RIP
    •  
    •  
    • Umidità
    • Stampante e materiale
    • Raster Image Processor
    • Gestire la mia stampante nella maniera più semplice
    • Gestire le Variabili
    • Quali sono le variabili?
      • Asciugamento dello stampato
      • Spreco d’inchiostro
      • Maculazione
      • Impastamento dei Toni Massimi
      • Colori non Conformi
    •  
    • Cos’è il CMS? Il Color Managemente System serve a garantire la fedeltà di riproduzione del colore durante tutto il processo di stampa
    • A cosa serve il CMS? A B
    • Partenza
    • Le quattro fasi Fase uno: INK LIMIT Fase due: LINEARIZZAZIONE Fase tre: TOTAL INK LIMIT Fase quattro: PROFILATURA
    • La prima regola importante…
    • Fase uno: INK LIMIT Densitometria
    • Misuriamo lo spessore dell’inchiostro sul nostro supporto di stampa µ/M²
    •  
    • Partendo con i settaggi di DEFAUL qual è la mia situazione?
    • Densitometria
    • Curve di linearizzazione nel RIP
    • DEFAULT
    • OK ma quanto colore metto?
    •  
    •  
    •  
    • Da dove si comincia?
    • Scelta del tuo strumento digitale… DENSITOMETRO
    • Stampa del primo Target di densitometria
    • Scelta densitometrica Prendiamo in esame i valori al 100% della nostra patch stampata Esempio di un Vinile Monomerico Glossy
    •  
    •  
    • INK LIMIT in proporzioni Trovato il nostro Riferimento più debole o il nostro punto di partenza interverremo con queste proporzioni
    •  
    • Ciano 1.65 : 100 = x : 100 ( 1.65 x 100 ) 100 =
    • Giallo 1.65 : 100 = x : 88 ( 1.65 x 88 ) 100 =
    • Nero 1.65 : 100 = x : 130 ( 1.65 x 130 ) 100 =
    • + / - 1% + / - 12% + / - 48% Senso orario
    • Scelta dei valori densitometrici D 2.13
    •  
    • Risparmio di inchiostro
    • Modifica delle curve nel RIP Risparmio di inchiostro
    •  
    •  
    •  
    •  
    • A cosa serve? Dopo aver limitato la nostra patch con le nuove densità daremo ora una risposta lineare tra le % del file e le % macchina
    •  
    • Curva scavata e curva imbottita OUTPUT di stampa % del file
    • La nostra partenza
    • Linearizzazione scavata
    • Linearizzazione imbottita
    • Curva linearizzata
    •  
    •  
    •  
    • A cosa serve il Total Ink Limit
    • Sommatoria dei canali di stampa 60 % di Ciano + 100% di Magenta + 85% di Giallo + 90% di Nero 335 % di colore! È troppo o poco ?!?
    •  
    • Problematiche di stampa? Ink Splitting Maculazione dello stampato Rifiuto dell’inchiostro Effetti goccia (fish eyes) Scivolamento dell’inchiostro BANDING
    • Spessore degli inchiostri in sovrapposizione
    •  
    •  
    •  
    • Ampiezza del nostro spazio colore
    • Pensa tridimensionale HSB Hue Saturation Brightness
    • Da dove partiamo? Stampando un Color Target senza Tag con le nostre impostazioni densitometriche
    • Dati di caratterizzazione Dalla lettura del Color target tramite il nostro Spettrofotometro otteniamo i dati di caratterizzazione in CieLAB ovvero colori con coordinate ben stabilite nel nostro Gamut coromatico Il color target più completo è l’ ECI 2002 (norma ISO 12642) costituito da 1485 tacche colore diverse
    • Gestione dei dati di caratterizzazione Software di calibrazione
    • GCR Gray Component Replacement metodologia di costruzione del profilo ICC in cui la tricromia CMY compone il substrato di nero nelle zone d’ombra dell’immagine
    • UCR Under Color Removal metodologia di costruzione del profilo ICC in cui il nero macchina costruisce nelle zone d’ombra dell’immagine
    • GCR UCR
    • Assembliamo tutto nel nostro RIP
    • Il profilo dove lo inserisco? CMS Color Management System
    • Le tre vie
    • Riferimento European Color Initiative
    • RGB CMYK Profili di INPUT WWW.ECI.ORG
    • RGB CMYK Siete voi a decidere i vostri Input Soggettività
    • RGB CMYK Scegliamo di lavorare con il Gamut più ampio possibile Massimo Impatto
    • Tutti i RIP dispongono di profili di Input sia per il Raster che per il Vettore Input RGB - CMYK
    • Come imposto le preferenze colore nella mia applicazione grafica?
    •  
    •  
    • Intenti di Rendering Percettivo Consigliato per immagini fotografiche metodologia in cui le conversioni cromatiche mantengono la percettività del colore
    • Percettivo A B
    • Intenti di Rendering Relativo colorimetrico Consigliato per la gestione di PDF multipli (raster – vettore) impaginati in cui tutti i colori del Gamut devono essere riprodotti mantenendo il punto di bianco dei profili di destinazione
    • Relativo A B
    • Intenti di Rendering Saturazione Consigliato per la stampa di Tinte Spot utile per elementi del file con colori molto brillanti
    • Saturazione A B
    • Intenti di Rendering Assoluto Consigliato se tutto il lavoro di preparazione del file avviene all’interno del mio Workflow lavorativo adatto per la gestione delle prove colore di caduta macchina
    • Assoluto X A B
    • Usiamo sempre la funzione
    • DELTA E Differenza tra originale e stampato Non contestabile a livello legale Contestabile a livello legale E < 1 non rilevabile = 1 appena percettibile 2 -3 piccole differenze 4 - 5 medie differenze > 5 grandi differenze > 10 enormi differenze
    •  
    • Softproofing
    •  
    •  
    • È meglio lavorare in R G B o C M Y K C M Y K R G B
    • Devo convertire il file da R G B a C M Y K
    • E se faccio una conversione qual è il momento più adatto per questa operazione?
    • Se il mio file ha un profilo incorporato cosa devo fare?
    • Al mio Service di Stampa porto un file R G B o C M Y K
    • E se il file ha inserito un Colore Pantone® come posso essere sicuro di poterlo riprodurre con successo
    •  
    • Tempo…
    • Insieme
    • Grazie dell’attenzione Paolo Littamè Roland DG Mid Europe
    •  
    • Ringraziamenti Prof. Andrea DeRossi Simona e Stefano Dott. Luigi Carnelli