Your SlideShare is downloading. ×
Lezione frontale sui Social Media (ITA)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Lezione frontale sui Social Media (ITA)

500
views

Published on

Lezione frontale di Social Media Management destinata sopratutto a chi parte da zero e si appresta in maniera autodidatta a gestire o gestisce i profili social di un piccolo brand o di una attività …

Lezione frontale di Social Media Management destinata sopratutto a chi parte da zero e si appresta in maniera autodidatta a gestire o gestisce i profili social di un piccolo brand o di una attività propria.

Published in: Business

0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
500
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. La seguente presentazione è stata utilizzata a supporto di un corso di formazione destinato al personale addetto alla comunicazione di un APT. Il contenuto è tarato su dei destinatari che partivano da zero, perciò include informazioni ben note a tutti i professionisti del settore. La lezione frontale si è tenuta nel novembre 2011: alcuni concetti potrebbero essere superati al momento della vostra consultazione. Disclaimer
  • 2. Social Media Management Come gestire al meglio i social network
  • 3.
    • Content Strategy Ho dei contenuti unici da offrire? Quali pubblico e su quale Social Network? Resta sempre focalizzato sul tuo argomento e cerca di offrire un’offerta bilanciata tra foto, video, notizie, consigli, link utili e considerazioni.
    • Content planning Ogni quanto pubblico? Qual è il piano di pubblicazione di questa settimana? Non improvvisare, verifica quali sono le “finestre” di pubblicazione con maggior successo e se possibile crea un piano editoriale.
    • Stile e tono di voce Come mi devo rivolgere ai fan? Quale sarà la mia personalità? Cerca di essere personale, amichevole e aperto, ma nemmeno troppo low profile.
    • Ricorda: ogni Social Network ha le sue regole di pubblicazione ed ingaggio.
    Le fondamenta
  • 4. <Insert Picture Here> “ Twitter is like a bar and is for people you want to know. Facebook is your living room and is for people you used to know. ” Brenda Stoltz Digital Consultant, Social Media Strategy Instructor, CEO di Ariad Partners
  • 5. Facebook
  • 6. Componenti del successo
    • Cosa deve contenere un post per funzionare?
    • La descrizione dell’eventuale contenuto allegato (link, foto, video).
    • Una domanda ai fan, diretta e non impersonale.
    • Una call-to-action: “condividete” “guardate” “cosa ne pensate” “scopriamo insieme”.
    • Il tag ad eventuali personaggi o brand citati.
    • E dopo la pubblicazione, partecipa!
    • Rispondere ad eventuali domande, chiarire dei concetti, ringraziare per un complimento, anche con un semplice “ like ” al commento ricevuto.
  • 7. L’ Edgerank
    • L’ Edgerank è l ’ algoritmo a tre parametri che decide quali post vedrà l ’ utente nella propria homepage dopo il login. E ’ il “ nemico ” con cui ogni pagina brand deve allearsi.
    • Affinità (u): Quanto spesso l’utente interagisce con il creatore di contenuto?  Crea engagement: cerca di ottenere like e commenti.
    • Peso (w): Quanto interessa all’utente quel tipo di contenuto? E’ diverso per ogni utente, ma generalmente video e foto sono i contenuti più “pesanti”  Quando possibile offri contenuti multimediali.
    • Vicinanza (d): Quanto tempo prima del login è stato creato il contenuto?  Cerca di postare nelle “ore di punta”.
  • 8. Gli insight
    • Secondo alcune ricerche condotte a livello internazionale:
    • I post con più successo sono quelli dedicati ad iniziative speciali (offerte, sconti, concorsi);
    • I post con meno di 90 caratteri raggiungono i livelli più alti di engagement;
    • Il mercoledì è il giorno che ottiene i risultati migliori;
    • Gli orari migliori sono le 9.00 e le 17.00;
    • Gli URL completi hanno una redemption doppia rispetto agli URL shortened (bit.ly);
    • Parole come “perché”, “come”, “oggi”, “a tempo limitato” aumentano il successo dei post.
    • La verità:
    • Ogni pagina ha il suo target e la sua “tipologia di fan”: sperimenta, prova diverse soluzioni e aiutati con le metriche per individuare le best practice che più si addicono alla tua platea!
  • 9.  
  • 10. Le basi di un account di successo
    • Spesso Twitter viene degradato a deposito dei contenuti già pubblicati su Facebook o sul sito/blog
    • ERRORE!
    • Fatti trovare: Identifica delle parole chiave e assicurati di utilizzarle sia nel tuo profilo (nome, bio, ecc.) che nei tuoi tweet.
    • Non dimenticare MAI gli hashtags ! Funzionano come parole chiave per il motore di ricerca interno, consentono di agganciarsi ad una discussione e di lanciare un tema di discussione.
    • Sii interessante! Parlare a vuoto o troppo di sé su Twitter è controproducente. Gli utenti desiderano news, informazioni utili, contenuti unici.
    • Conversa! Rispondi sempre alle @mentions che ricevi, segui utenti che producono contenuti interessanti, menzionali, effettua dei retweet, cavalca dei trend topic affini al tuo argomento.
    • Usa delle parole chiave quando carichi foto e video: non scrivere solo “wow” a margine di una foto di un panorama, piuttosto “Wow – Guardate che bella Fiemme sotto la neve oggi!”
    • Non allungare i tweet che ritieni avranno fortuna: se pensi che quello che stai per scrivere sarà retweettato (contenuto esclusivo/interessante) tieni a mente che si perderanno dei caratteri di “ RT@xyz username ” e gli utenti potrebbero tagliarlo!
  • 11. Retweets, Hashtags, Mentions, contenuti interessanti e didascalie
  • 12.  
  • 13. Ricerca interna ed interazione con gli utenti
    • YouTube è un prodotto di Google e si fonda su degli algoritmi di ricerca che consentono ad un video di guadagnare in visibilità. Inoltre più un video è visto, riceve like, è commentato e più YouTube lo proporrà nei risultati di ricerca o accanto agli altri video.
    • Quando si carica un video:
    • Titolo, descrizione e parole chiave sono fondamentali! Consentono al video di essere rintracciato nelle ricerche e di apparire come “ related video ” nelle altre pagine del sito.
    • Nei risultati delle ricerche vengono mostrati i primi 27 caratteri della descrizione : puoi scrivere descrizioni più lunghe ma cerca di condensare il “succo” prima dei puntini di sospensione…
    • Cerca di includere una call to action nella descrizione del video o nel video stesso.
    • Partecipa alla conversazione che si potrebbe creare nell’area dei commenti e cerca di stimolarla.
    • Attenzione: secondo le ultime analisi, il 40% dei commentatori di YouTube sono troll. Ignorali.
  • 14. Un caricamento ben riuscito
  • 15. Critiche e trolls
    • I troll sono utenti che si divertono a provocare, criticando a priori e cercando il conflitto. Sono molto attivi su YouTube, ma sono su ogni Social Network. Attenzione a non confonderli con le critiche costruttive!
    • Crea delle linee guida in una tab dedicata o nelle info della pagina, che spieghi cosa è tollerato e cosa no all’interno della bacheca e dei commenti.
    • Don’t feed the trolls ! Le critiche infondate e le provocazioni non meritano seguito e possono essere cancellate.
    • Rispondere sempre adeguatamente alle critiche costruttive , le peggiori case study sui social vengono da critiche costruttive cancellate o a cui si è risposto in maniera arrogante!
    • Spiegare sempre privatamente agli utenti , anche i peggiori, i motivi del proprio intervento.
  • 16. In conclusione
  • 17. Le linee guida del Social Media Manager
    • Define Definisci la tua strategia dei contenuti e la tua “personalità”.
    • Prioritize Organizza un piano editoriale e pianifica le pubblicazioni.
    • Develop Crea contenuti unici, sviluppa promozioni e iniziative.
    • Engage Coinvolgi gli utenti, unisciti alla conversazione.
    • Listen Ascolta il parere dei tuoi fan e rispondi alle critiche.
    • Control Non farti sfuggire potenziali crisi o contenuti rilevanti per i tuoi fan.
    • Measure Misura tutte le tue attività. Cosa funziona e cosa no?
    • Learn Prova nuove soluzioni, impara dagli errori, rivedi la tua strategia in base ai risultati.
  • 18. Grazie per l’ attenzione 2 Novembre, 2011