0
Convegno “La Mobilità Elettrica nel territorio padovano”, 13 novembre 2012, Parco Energie Rinnovabili         Simone Ronca...
Chi siamo?•    Siamo un’azienda padovana specializzata da dieci anni nella    produzione di biciclette elettriche a pedala...
Cos’è una bicicletta a pedalata assistita e perché ha grande successo?•    E’ una bicicletta con un motore elettrico ausil...
Come funziona il bike sharing?•    Ci si iscrive comprando una tessera•    Con la tessera si preleva la bicicletta da una ...
L’importanza delle biciclette elettriche in generale e nel bike sharing•    Vincono la resistenza dei normali utenti che n...
Simone Roncali italwin mobilità elettrica ciclabile convegno mobilità elettrica territorio padovano 13 novembre 2012
Simone Roncali italwin mobilità elettrica ciclabile convegno mobilità elettrica territorio padovano 13 novembre 2012
Simone Roncali italwin mobilità elettrica ciclabile convegno mobilità elettrica territorio padovano 13 novembre 2012
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Simone Roncali italwin mobilità elettrica ciclabile convegno mobilità elettrica territorio padovano 13 novembre 2012

242

Published on

http://sostenibileresponsabile.wordpress.com/2012/11/19/padova-auto-futuro-elettrica/

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
242
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Simone Roncali italwin mobilità elettrica ciclabile convegno mobilità elettrica territorio padovano 13 novembre 2012"

  1. 1. Convegno “La Mobilità Elettrica nel territorio padovano”, 13 novembre 2012, Parco Energie Rinnovabili Simone Roncali, responsabile ricerca e sviluppo
  2. 2. Chi siamo?• Siamo un’azienda padovana specializzata da dieci anni nella produzione di biciclette elettriche a pedalata assistita• Partner di Fondazione Fenice, Parco Galileo e Solon per il progetto di ricerca «Cicli Solari» finanziato dalla Regione Veneto• Partner di Bicincittà per la fornitura di biciclette elettriche a pedalata assistita nei bike sharing di numerose città d’Italia• In particolare: fornitore delle biciclette a pedalata assistita per il bike sharing del Comune di Padova• Partner di DUCATI per le biciclette elettriche Ducati• Partner di MOMODESIGN per le biciclette muscolari ed elettriche MOMODESIGN
  3. 3. Cos’è una bicicletta a pedalata assistita e perché ha grande successo?• E’ una bicicletta con un motore elettrico ausiliario, che viene per legge equiparata ad una bicicletta normale (muscolare), se rispetta i requisiti della normativa di riferimento (EN15194)• Deve avere un motore con 250W di potenza massima, fornire assistenza solo fino a 25 km/h, assistere solo se si pedala.• Consente di percorrere grandi distanze a velocità notevole con minimo sforzo e senza sudare• Consente di superare dislivelli (rampe, cavalcavia) senza sforzo• Ha un costo chilometrico bassissimo: 300-500 km con 1€ (vero) di energia, grazie alla bassissima resistenza all’avanzamento• Sostituisce le automobili e i ciclomotori, non le biciclette
  4. 4. Come funziona il bike sharing?• Ci si iscrive comprando una tessera• Con la tessera si preleva la bicicletta da una stazione e dopo averla usata la si restituisce nella stessa stazione o in un’altra stazione• Tipicamente la bicicletta viene utilizzata per 10-15 minuti, il tempo necessario per spostarsi da una zona all’altra della città• Di solito la prima mezz’ora è gratuita e poi scatta la tariffazione, per incentivare l’utente ad usare la bicicletta per lo stretto necessario senza trattenerla, in modo da consentire a tanti utenti, nell’arco della giornata, di utilizzare la stessa bicicletta (bike sharing, appunto!)• Vince la diffidenza di chi teme i furti• Consente l’uso a chi non vuole o non può acquistare una bicicletta• Avvicina gli utenti al mondo della mobilità a basso impatto
  5. 5. L’importanza delle biciclette elettriche in generale e nel bike sharing• Vincono la resistenza dei normali utenti che non utilizzerebbero la bicicletta muscolare (fatica, sudore, dislivelli, vento, distanza)• Avvicinano al «mondo bici» e in particolare al mondo «mobilità elettrica» gli utenti di cui sopra, che altrimenti non li prenderebbero nemmeno in considerazione• Consentono di usare la bicicletta a molti utenti che per problemi fisici non utilizzano la normale bicicletta• Consentono lo spostamento ad una velocità maggiore e quindi il prelievo è molto più breve, aumentando la rotazione (sharing!)• Decongestionano le città dal traffico automobilistico
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×