BILANCIO DI
SOSTENIBILITÀ

     2008




                1
2
Bilancio di Sostenibilità 2008
                                                                          INDICE
Profilo d’...
Nota Metodologica


    Attraverso le pagine di questo documento               Sostenibilità economica
    l’azienda affer...
APS Holding s.p.a.
per la città di Padova
e la sua area urbana

APS Holding s.p.a. è lo strumento imprenditoriale con cui ...
GLI AZIONISTI (al 31.12.2008)


                                    COMUNE DI PADOVA                 70,5401%
            ...
n. linee urbane                                                  24
                                                      ...
Ne-t by Telerete Nordest: il                 Progetti integrati
    braccio tecnologico della città.             Ne-t by T...
UNA CITTÀ E LA SUA AZIENDA



APS Holding è nata il 31 ottobre del 2003 dalla scissione del ramo di attività inerente la m...
Le tappe della storia di Aps
     Holding



     •   1952: è stata costituita dal             •   dal 1998: gestisce il S...
I VALORI DELL’IMPRESA




Già nel settembre del 2000 l’Azienda Padova Servizi spa ha presentato all’Amministrazione Comuna...
APS HOLDING HA ADERITO
     AL GLOBAL COMPACT




     Il 13 aprile del 2005 Aps Holding ha             dei diritti umani....
UNA POLITICA INTEGRATA:
PER LA QUALITA’ DEL SERVIZIO ED IL RISPETTO DELL’AMBIENTE




APS Holding spa., consapevole che la...
La Politica aziendale viene diffusa a
     tutto il personale.
     La prima certificazione ISO 9001:2000
     è stata ott...
Bilancio di sostenibilità
                     Sostenibilità   2008
SOSTENIBILITA’
ECONOMICO - FINANZIARIA




           ...
SOSTENIBILITA’ ECONOMICO - FINANZIARIA




           APS holding ha cercato quest’anno di        Per dare il giusto valor...
APS Holding S.p.A.
CONTO ECONOMICO APS HOLDING S. p. A.                               in euro         al 31.12.2008

A. VA...
I RISULTATI GESTIONALI DEGLI ULTIMI 15 ANNI



                                                                           ...
Per APS Holding Spa, esercitando in via principale l’attività di erogazione di un
servizio di pubblica utilità, il ruolo s...
RICLASSIFICAZIONE A VALORE AGGIUNTO
     E RIPARTIZIONE DEL VALORE GENERATO




     Seguendo quanto indicato nelle linee ...
Tale Valore Aggiunto è stato poi ripartito tra gli stakeholders di riferimento per APS
Holding: Dipendenti, Istituzioni, F...
Il personale rappresenta lo stakeholder a maggiore impatto per il gruppo APS,
     con il 68,3% del Valore Aggiunto; anche...
I COSTI DELLA NUOVA LINEA TRANVIARIA


L’avvio della nuova linea tranviaria, avvenuto nel 2007, e la progressiva entrata
a...
APS HOLDING S. p. A.
                                  LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DEL GRUPPO




                         ...
Ai fini di un confronto sull’andamento della gestione, vengono riportati i dati relativi
ai Ricavi delle Vendite e delle P...
Collettività : 2,43 %


        Impresa : 23,52 %                                                 Dipendenti
             ...
Bilancio di sostenibilità   2008
SOSTENIBILITA’ SOCIALE




                                             27
SOSTENIBILITA’ SOCIALE




                                    Distribuzione per genere
                                  ...
L’ADDESTRAMENTO, E LA FORMAZIONE CONTINUA


Area Formativa                          Ore formazione
Area Sicurezza         ...
I risultati, in termini di passeggeri trasportati, sono dovuti a una serie di fattori che
                                ...
prezzo al consumo benzina (euro x 1000 litri)

    1.600,00

    1.500,00
    1.400,00
                                   ...
In sintesi i circa 1,6 milioni di passeggeri in più del 2008 possono essere imputati
                               alle s...
LA SODDISFAZIONE DEI CLIENTI
INDAGINE CUSTOMER SATISFACTION

                                                             ...
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding

1,559 views

Published on

Published in: Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,559
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
395
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Bilancio Sostenibilita 2008 APS Holding

  1. 1. BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2008 1
  2. 2. 2
  3. 3. Bilancio di Sostenibilità 2008 INDICE Profilo d’impresa Sostenibilità ambientale Le responsabilità di APS Holding Obiettivo azienda pulita • Azionisti e Governance 6 • Produzione rifiuti 58 • Le aree di attività 7 • Inquinamento acustico 59 • Una città e la sua azienda 9 • Emissioni in atmosfera 59 • I valori dell’impresa 11 • Consumo di energia 61 • Una qualità certificata 12 • Consumo di sostanze pericolose 65 • Sicurerzza 66 Sostenibilità economica Le risorse di APS Holding • I costi per la realizzazione del tram 16 • Riclassificazione a valore aggiunto e ripartizione del valore generato 20 • Gli investimenti 22 • I costi della nuova linea tramviaria 23 Sostenibilità sociale APS Holding in moto • Il personale 26 • L’addestramento e la formazione continua 27 • La partecipazione al Cral 27 • L’azienda e i suoi clienti 27 • La soddisfazione dei clienti 31 • Per il territorio e per l’ambiente 32 • L’efficienza e la qualità del servizio erogato 36 • Servizio manutenzione 43 • Pulizia automezzi 45 • Magazzino 46 • Servizio rimozioni 47 • Servizio commerciale 48 • Reclami clienti 53 3
  4. 4. Nota Metodologica Attraverso le pagine di questo documento Sostenibilità economica l’azienda afferma l’importanza del tema della responsabilità dell’impresa nei confronti della Un’azienda si distingue per le scelte che opera società e dell’ambiente, ed illustra il percorso per ottimizzare il proprio sviluppo sia in termini di dell’Azienda per rispondere alle aspettative del numeri che di valore. La sostenibilità economica si Cliente e del mercato. traduce, quindi, in garanzie per le scelte societarie Il Bilancio di Sostenibilità è uno strumento rivolto che giornalmente vengono intraprese e che sono ai diversi stakeholders aziendali, con i quali finalizzate ad aumentare il valore dell’impresa l’azienda vuole creare e sviluppare nel tempo un non solo nel breve periodo ma soprattutto a solido rapporto di fiducia fondato sulla lealtà e la garantire la stabilità e la continuità economica trasparenza delle informazioni riguardanti sia gli nel medio e nel lungo periodo. aspetti economici che quelli sociali e ambientali. Il documento, pubblicato volontariamente Sostenibilità sociale nell’ottica di una comunicazione trasparente e coerente rivolta ai diversi interlocutori, è stato La sostenibilità sociale si esprime su un duplice redatto seguendo le indicazioni proposte dal livello. Il primo evidenzia un impegno da parte Gruppo di Studio per il Bilancio Sociale (GBS) e dell’azienda nei confronti della collettività dal GRI (Global Reporting Initiative), al fine di nell’erogare servizi di pubblica utilità, impegno garantire l’oggettività e la comparabilità dei che progressivamente si evolve e si esprime dati presentati. Tali principi rappresentano un anche in altri settori - culturali e ambientali - a eccellente modello di standardizzazione per beneficio del contesto sociale di riferimento. Il la realizzazione del bilancio socio-ambientale secondo livello è invece rappresentato da una e sono perfettamente in linea con le esigenze serie di comportamenti idonei a soddisfare le dell’Azienda e le richieste di chiarezza da parte aspettative dei diversi interlocutori aziendali. La dell’ambiente socio-economico a cui l’Azienda si Relazione Sociale si riferisce essenzialmente ai rivolge. rapporti dell’impresa verso la Comunità Interna (dipendenti e collaboratori) e verso la Comunità In considerazione del valore e del significato Locale con specifico riferimento alla Sostenibilità sociale e ambientale delle attività legate alla dell’attività di Trasporto Pubblico Locale. mobilità, i capitoli relativi alla Sostenibilità Sociale e alla Sostenibilità Ambientale sono Sostenibilità ambientale affrontati essenzialmente dal punto di vista della gestione della mobilità. La sostenibilità ambientale si esplica attraverso il rispetto per l’equilibrio ambientale, la gestione Pur trattando nella maniera più esauriente sostenibile delle risorse, l’impegno a ridurre possibile i vari punti proposti da GBS e GRI, è stata l’impatto ambientale delle attività di un’Azienda. riformulata la scansione degli argomenti per La salvaguardia dell’ambiente diventa la linea offrire una miglior comprensione della realtà di politica strategicamente prioritaria per puntare APS Holding in un’ottica di Sviluppo Sostenibile. ad uno sviluppo aziendale che implichi al Nel rispetto, infine, del principio di trasparenza contempo una crescita economica compatibile ed in considerazione della peculiarità del con una continua attenzione all’ambiente. prodotto/servizio offerto, vengono riportati numerosi indicatori caratteristici dell’attività ricavati dai sistemi di gestione della qualità e Il Bilancio di Sostenibilità 2008 si riferisce all’anno ambientale. fiscale 2008 (1 gennaio – 31 dicembre). È stato stampato in 150 copie. È disponibile nel sito www.apsholding.it Per ulteriori informazioni contattare: Sergio D’Orazio-Ufficio Stampa e Comunicazione 4
  5. 5. APS Holding s.p.a. per la città di Padova e la sua area urbana APS Holding s.p.a. è lo strumento imprenditoriale con cui il Comune di Padova ed altri 10 comuni della Provincia, la maggior parte dei quali aderiscono alla Conferenza Metropolitana di Padova, realizzano alcuni dei servizi di supporto al funzionamento urbano: l’azienda detiene tre importanti affidamenti relativi al Trasporto Pubblico Locale, ai Parcheggi e alle Pubbliche affissioni e pubblicità. A questi tre importanti incarichi, nel corso del 2009 si è aggiunto quello relativo alla gestione del forno per la cremazione dei defunti, un servizio ormai sempre più largamente richiesto dalla popolazione per l’ultimo commiato. L’organizzazione aziendale di APS Holding ha assunto su di sé, inoltre, anche l’onere e il compito, su mandato del Comune di Padova, di realizzare alcune importanti opere pubbliche quali la gestione della realizzazione della tratta nord della tramvia SIR1, nonché alcune altri importanti interventi per il trasporto pubblico locale, come il piazzale e il parcheggio delle linee di trasporto extraurbane. L’azienda, inoltre, opera nel campo dei servizi informatici e di telecomunicazione attraverso la propria controllata Telerete Nordest che, tra le altre realizzazioni, gestisce i sistemi di videosorveglianza cittadini e la rete di accesso libero a Internet “Padova WiFi” che consente già oggi ad oltre 10.000 studenti universitari di impiegare liberamente la rete senza spesa, sulla base di una apposita convenzione con l’Università di Padova, siglata nel settembre 2008. La rete va estendosi gradualmente a tutta la Provincia di Padova. Direttamente, nonché attraverso la propria controllata APS Advertising, l’azienda ha sostenuto nel 2008 oltre 50 “missioni” sociali e gratuite nella città, aiutando iniziative culturali per i giovani, veicolando messaggi sociali per l’ambiente, la solidarietà, l’aiuto alle povertà attraverso manifesti, autobus e vetture tramviarie, promuovendo iniziative culturali musicali e teatrali, sostenendo mostre, manifestazioni e premi civili, presenziando agli eventi istituzionali e religiosi della città con i propri servizi di trasporto. Il rapporto tra “missione aziendale” e “finalità sociali” è per APS Holding l’essenza stessa della propria esistenza, e si può affermare senza dubbio che APS Holding è un’”impresa sociale”, nel senso che è l’impresa dei cittadini per i cittadini, e di ciò siamo consapevoli e orgogliosi. Questa funzione va sicuramente coniugata, ogni giorno, con le mille difficoltà e contrattempi che caratterizzano la convulsa vita di una città dinamica ed attiva come Padova. Talvolta, piccoli incidenti, ritardi e incomprensioni con l’utenza possono mettere in discussione le certezze di un’azienda sempre rivolta al pubblico e sempre attenta alla qualità del servizio. Una statistica minuziosa, tenuta dagli uffici aziendali in relazione alla certificazione di qualità, dimostra che questi fenomeni mantengono nel tempo una dinamica stabile e molto contenuta. Questa statistica non rappresenta comunque per noi una “certezza”: l’unica certezza è la tensione quotidiana, personale e di squadra, affinchè il cliente trasportato, l’azienda cliente, l’Amministrazione Comunale, possano contare stabilmente su un gruppo aziendale che cresce, che cerca soluzioni, che offre opportunità anche alla crescita economica della città. Nell’ultimo biennio 2007-2008, e ancor più nel 2009, APS Holding ha intensificato i propri investimenti, rimodernato gli impianti e le sedi, aumentato il numero di autobus e di vetture tramviarie, realizzato le opere che dalla Stazione hanno portato il SIR1 a Pontevigodarzere, non senza ambiziose realizzazioni sotto il profilo ingegneristico, come il sottopasso autostradale A4. Attraverso il piccolo importo del biglietto da un euro, le entrate dei parcheggi, i contributi statali, l’azienda ha finanziato in proprio nel triennio oltre 30 milioni di euro in infrastrutture e tecnologie. Tutto questo, avvicinandosi nel 2008 al pareggio di bilancio, per la prima volta nell’ultimo decennio, senza ridurre ed anzi aumentando i livelli di servizio alla cittadinanza. Mentre la media delle aziende italiane ricava da biglietti e abbonamenti il 33% dei propri costi, APS raggiunge il 42%. Anche questi costituiscono elementi di “socialità”: l’azienda ha ricevuto un mandato, consistente nel prestare servizi ai cittadini. Essa può erogarli pesando con il suo passivo sul bilancio comunale, come spesso è avvenuto in passato, oppure pareggiando costi e ricavi e sostenendo i propri investimenti, talchè non pesino sulle tasche dei cittadini, spesso proprio i più poveri, attraverso l’onere del ripianamento delle perdite da parte dei Comuni soci. Nel 2008, grazie a sforzi organizzativi, risparmi sui costi, espansione dell’attività e del fatturato, la perdita di esercizio di APS Holding è scesa a poche decine di migliaia di euro: merito del personale, della struttura direttiva e del Consiglio di Amministrazione. Se questo obbiettivo verrà mantenuto in futuro, nonostante la grave crisi congiunturale che viviamo, APS Holding avrà assolto pienamente alla sua funzione sociale, e potrà solo ulteriormente migliorare la propria presenza e funzione al servizio della città. Dott. Amedeo Levorato Presidente del Consiglio di Amministrazione 5
  6. 6. GLI AZIONISTI (al 31.12.2008) COMUNE DI PADOVA 70,5401% FINANZIARIA APS S.p.A. 29,4483% COM. ABANO TERME 0,0011% COM. ALBIGNASEGO 0,0010% COM. CADONEGHE 0,0010% COM. CASALSERUGO 0,0015% COM. CITTADELLA 0,0010% COM. LEGNARO 0,0010% COM. LIMENA 0,0010% COM. NOVENTA PADOVANA 0,0010% COM. POLVERARA 0,0010% COM. PONTE S. NICOLO’ 0,0010% COM. VIGODARZERE 0,0011% APS HOLDING spa Consiglio di Ammnistrazione Presidente Amedeo Levorato Vice Presidente Enzo Ferragosti Consiglieri Luca Bonaiti Andrea Nicolello Rossi Carlo Parisatto Collegio sindacale Presidente Paolo Mazzi dal 2/9/2008 Andrea Valmarana Membri effettivi Nicola Ramundo Lorenzo Valentini Direttore Generale Umberto Rovini APS ADVERTISING Amm.re unico Amedeo Levorato TELERETE NORDEST srl Consiglio di Amministrazione Presidente Amedeo Levorato Vice Presidente Giacomo Pasini Consiglieri Alberto Corò Gianni Maran 6
  7. 7. n. linee urbane 24 n. linee extraurbane 3 n. autobus 260 n. tram 14 Comuni serviti 13 Le Aree di Attività Popolazione residente nel bacino servito 370.000 Km/anno prodotti 9,1 milioni Passeggeri/anno trasportati 35,0 milioni Personale 501* Il trasporto pubblico Affissioni e pubblicità impianti fissi nel Comune di Padova • n. 188 poster da mt. 6 x 3 illuminati e non La Società APS Advertising srl opera illuminati; Il servizio di trasporto pubblico è gestito dal 2002, ed è attiva nella gestione di • n. 356 stendardi da mt. 1,4 x 2; direttamente dalla società capogruppo spazi pubblicitari, fornendo un supporto • n. 88 tabelle a muro di varie dimensioni; APS Holding. In particolare la società operativo e gestionale ad APS Holding • n. 52 bacheche retroilluminate su fermate è responsabile dell’erogazione del SpA nell’ottimizzazione delle proprie Tram; servizio di trasporto urbano nella città di disponibilità dirette e indirette di mezzi • n. 1011 spazi su paline di fermata autobus di varie dimensioni. Padova, in altri 12 comuni della cintura, pubblicitari. e del trasporto extraurbano nella zona APS Holding ha ricevuto infatti in impianti fissi nella Provincia di Padova termale comprendente i comuni di: concessione dall’amministrazione • n. 88 spazi su paline di fermata autobus di Abano, Montegrotto e Torreglia. municipale la gestione delle affissioni varie dimensioni nel Comune di Abano Terme; negli spazi comunali, ed attraverso il • n. 10 spazi su paline di fermata autobus di sistema del trasporto pubblico, dispone varie dimensioni nel Comune di Albignasego; • n. 12 spazi su paline di fermata autobus di degli spazi pubblicitari sugli autobus e varie dimensioni nel Comune di Cadoneghe; sulle tabelle di fermata. • n. 42 spazi su paline di fermata autobus di La gestione della sosta urbana APS Advertising si propone inoltre alle varie dimensioni nel Comune di Montegrotto Amministrazioni Comunali con attività Terme; L’attività di gestione della sosta è affidata • n. 14 spazi su paline di fermata autobus di di Service, attraverso l’offerta di un alla società di scopo APS Parcheggi varie dimensioni nel Comune di Ponte San supporto operativo nell’applicazione srl, che si occupa essenzialmente Nicolò; dell’imposta sulla pubblicità e del diritto • n. 18 spazi su paline di fermata autobus di dell’organizzazione della sosta stradale sulle pubbliche affissioni, varie dimensioni nel Comune di Rubano; “a raso”, cioè degli spazi posti al margine nonché garantendo l’affissione e la de • n. 34 spazi su paline di fermata autobus di della sede stradale. APS Parcheggi affissione dei manifesti sugli impianti varie dimensioni nel Comune di Selvazzano gestisce comunque anche aree di sosta Dentro; Comunali. cosiddette “in struttura”: specifiche • n. 2 spazi su paline di fermata autobus di Il personale operativo dell’azienda è zone attrezzate e protette da barriere. varie dimensioni nel Comune di Teolo; composto da 8 addetti e 2 dipendenti • n. 8 spazi su paline di fermata autobus di Nell’ambito della sua attività ha inoltre distaccati da ApsHolding. varie dimensioni nel Comune di Vigodarzere. acquisito la gestione di un importante Il core business della Società è la parcheggio multipiano, privato, posto spazi per pubblicità dinamica su autobus urbani gestione e commercializzazione di spazi nei pressi della stazione ferroviaria di e extraurbani pubblicitari su: Padova. • n. 260 autobus urbani e suburbani con tabelle di varie dimensioni; Totale posti auto 5.200 • n. 45 autobus con vestizioni integrali o parziali; posti in struttura protetta 2.500 • n. 70 autobus con monitor LCD da 17” park in struttura protetta 5 bifacciali. park multipiano 1 • n. 14 veicoli tranviari personale 31 altri impianti stendardi istituzionali predisposti per installazione a palo e/o a terra e/o su basamento da mt. 0,7 x 1. * il dato comprende parte del personale amministrativo di APS Holding che opera all’interno di altre società del Gruppo 7
  8. 8. Ne-t by Telerete Nordest: il Progetti integrati braccio tecnologico della città. Ne-t by Telerete Nordest, sempre attenta alle esigenze dei propri clienti ed alle Ne-t si pone quale interlocutore tendenze del mercato, ha concentrato privilegiato per la diffusione le proprie energie nello sviluppo di nelle aree urbane delle nuove soluzioni tecnologicamente innovative tecnologie dell’Informazione e della al servizio della cultura (la carta Comunicazione con l’obiettivo di multiservizio Padovacard per la visita costruire una città digitale a misura a monumenti, musei) o della mobilità d’uomo. (automated vehicle monitoring AVM ed Le quote sociali sono detenute da APS intelligent transportation system ITS). Holding per l’81%, da Infracom per il 13% e dalla Camera di Commercio di Padova Call Center per il restante 6%. L’azienda impiega Ne-t by Telerete Nordest dispone di un più di 60 persone di cui più del 40% Call Center altamente professionale, sono laureati, che hanno contribuito composto interamente da 40 dipendenti alla realizzazione dell’ultimo bilancio multilingue, di cui 8 operatori madre depositato (2007) superiore ai 3,7 lingua. Questo potenziale umano opera milioni di euro. in completa sinergia con le piattaforme Il progetto PadovaWiFi è il passo più e soluzioni tecnologiche di Ne-t by recente compiuto verso la creazione di Telerete Nordest per offrire servizi quell’infrastruttura di comunicazione integrati per il cittadino (call center, cittadina a larga banda in grado di informazioni pubblica utilità e sistema sostenere i sistemi urbani integrati, di booking integrato per mostre, fra cui la gestione e sicurezza della eventi e manifestazioni, infomobilità città (infomobilità, zone a traffico ed anagrafe canina) ed il customer care limitato ZTL, videosorveglianza) e di aziendale (campagne clienti, rilevazioni facilitare l’interazione fra cittadini soddisfazione clienti). ed amministrazione (“Welcome to PadovaWiFi” progetto per la navigazione gratuita all’interno di una intranet metropolitana, totem informativi, sportelli virtuali) in un nuovo concetto di comunicazione multimediale e multicanale (web, email, sms, cityTV). Networking L’area storica di eccellenza per Ne-t by Telerete Nordest, si focalizza sui servizi ad elevato valore aggiunto basati su infrastrutture a larga banda per il territorio metropolitano (connettività larga banda in tecnologia ibirda fibra/ Hyperlan/ WiFi, telefonia VOIP). 8
  9. 9. UNA CITTÀ E LA SUA AZIENDA APS Holding è nata il 31 ottobre del 2003 dalla scissione del ramo di attività inerente la mobilità ed alcune partecipazioni dell’Azienda Padova Servizi spa. Nel nuovo gruppo confluisce il servizio di trasporto pubblico insieme ad altre società: APS Parcheggi, che gestisce la sosta nella città di Padova, APS Advertising, che si occupa di affissioni e gestione di spazi pubblicitari, e Telerete Nordest, specializzata nell’I.C.T.. Nonostante la recente costituzione, l’azienda ha ereditato un patrimonio di esperienza e competenza antico e radicato nella storia della città. APS Holding è infatti l’ultima insegna dell’ex Acap (Azienda Comunale Autofiloviaria Padova), nata il 1 gennaio del 1952, erede a sua volta della SAER (Società Anonima Elettrovie Romagnole), classe 1933. La storia del trasporto pubblico a Padova ha percorso un unico binario, ed ha preso il via il 5 luglio del 1883, con l’inaugurazione della prima corsa del tram a cavalli, sul percorso stazione ferroviaria – caffè Pedrocchi. Prima di quel fatidico giorno il trasporto era garantito esclusivamente dai “nolesini”: una sorta di taxi sotto forma di carrozze a cavalli, che stazionavano abitualmente in Piazza Garibaldi in attesa di clienti. Più simile al trasporto pubblico l’”omnibus”: servizio di carrozze a cavalli, gestito da privati cittadini, ma con la caratteristica di svolgere sempre il medesimo percorso. Il tram a cavalli funzionò fino al 1906, quando la tecnologia finì per soppiantare l’animale, dando vita alla tramvia elettrica, prima nel Veneto, ed alla nuova società delle “Tramvie Comunali di Padova”. 27 erano in totale le vetture, di un elegante color giallo canarino, fabbricate in Francia, dalla Thompson e Houston, che svolgevano lo stesso tragitto del tram a cavalli. Il tram elettrico, grazie a due motori da 30 hp ciascuno, poteva “sfrecciare” a 18 km/h, trasportando 38 passeggeri, 18 seduti e 20 in piedi. Nel 1933, per motivi di carattere essenzialmente economico, la gestione del trasporto pubblico viene ceduta dall’amministrazione comunale ad una società privata, la S.A.E.R. – Società Anonima Elettrovie Romagnole, che ricevuta dalle mani del podestà la concessione, inizia ad introdurre in città un nuovo mezzo di trasporto: il filobus, che garantiva, rispetto al tram, un miglior comfort di marcia, grazie ai pneumatici, ma soprattutto la possibilità di una rapida installazione delle infra-strutture: il filobus, infatti, non aveva bisogno delle rotaie, ma soltanto della linea elettrica aerea. La S.A.E.R. gestirà il servizio di trasporto fino al 1951, quando l’amministrazione comunale, anche per ga-rantire una accelerazione all’opera di ricostruzione post-bellica, ed al nuovo sviluppo urbano, decide di riprendere il diretto controllo sul servizio di trasporto pubblico, riacquisendo la gestione del servizio, affidata dal 1° gennaio del 1952 all’A.C.A.P. – Azienda Comunale Autofilotranviaria Padova. Inizia così l’epoca nella quale la città vivrà profonde e rapide trasformazioni, fino a ribaltare addirittura il paesaggio urbano con l’interramento dei navigli. Progressivamente tram e filobus lasciano il posto a moderne linee di autobus che, senza bisogno di in-stallare infrastrutture – binari o linee elettriche aeree – potevano adattarsi agevolmente ad ogni modifica del territorio. L’A.C.A.P, azienda municipalizzata si trasforma nel 1997 in azienda speciale, per poi fondersi, nel 1999, con le altre due aziende speciali del comune di Padova: l’A.M.A.G., responsabile dell’erogazione del servizio di ac-qua e gas, e l’A.M.N.I.U.P., azienda dell’igiene urbana. Dalla Fusione nasce l’Azienda Padova Servizi spa, che diventa il braccio tecnico operativo dell’amministra- zione comunale, anche per una serie di altri servizi complementari. A sua volta la nuova azien¬da, per la gestione di tali servizi, costituisce apposite società di scopo, dando vita ad una galassia articolata di imprese controllate, ed entrando nel contempo in nuovi mercati in espansione, come ad esempio quello delle telecomunicazioni. All’inizio del 2003 l’Azienda Padova Servizi spa rappresenta un gruppo industriale con un valore della produzione superiore ai 200 milioni di euro. L’amministrazione comunale, in linea anche con le tendenze del mercato, sceglie quindi la strada della quotazione in borsa. Per raggiungere l’obiettivo scorpora quelle attività “assistite” dalla contribuzione pubblica, non compatibili con il regime finanziario borsistico, come il trasporto pubblico, ed alcune altre attività connesse, come la gestione della sosta. Dallo scorporo nasce, nel mese di ottobre, APS Holding spa, che insieme al servizio di gestione del Trasporto Pubblico Locale, incorpora anche le società APS Parcheggi, APS Advertising, APS Sicurezza e Telerete Nordest. Per acquisire la necessaria dimensione d’impresa, l’Azienda Padova Servizi, dopo la scissione, si fonderà a sua volta con la società Acegas di Trieste, dando vita alla nuova azienda AcegasAps spa. 9
  10. 10. Le tappe della storia di Aps Holding • 1952: è stata costituita dal • dal 1998: gestisce il Servizio Comune di Padova l’azienda Rimozioni; municipalizzata ACAP, Azienda • 1999: confluisce nell’Azienda Comunale Autofiloviaria di Padova, Padova Servizi S.p.A. come con il compito d’istituto di fornire “Divisione Mobilità”; il servizio di Trasporto Pubblico alla • 2000: ottenimento certificazione città di Padova e ai Comuni limitrofi; di qualità secondo la norma UNI • 1962: prima azienda in Europa ad EN ISO 9002:1994 per il settore adottare un sistema di biglietteria commerciale della Divisione automatica che sarà identificato Mobilità; come “Sistema Padova”; • 2002: la Divisione Mobilità ottiene (obliteratrici ed emettitrici a la certificazione UNI EN ISO bordo); 9001:2000 per la progettazione • 1967: Dopo le linee tranviare, ed erogazione di servizi Trasporto anche quelle filoviarie vengono Pubblico Urbano, Extraurbano e convertite in automobilistiche: il Speciale; Servizio Rimozione veicoli parco rotabile è ora rappresentato e custodia; da soli autobus; • 2003: Dallo scorporo di alcuni rami di • 1975: vendita dei documenti attività dell’Azienda PadovaServizi, di viaggio a terra con la sola nasce APS Holding che ingloba la obliterazione a bordo e Divisione Mobilità ed altre aziende; conseguente affidamento della • 2004: inaugura la stazione di vendita dei documenti di viaggio rifornimento gas metano; alle rivendite esterne; • 2006: APS Holding spa ottiene, • 1982: attiva un servizio speciale per l’attività di trasporto, la dedicato al trasporto dei disabili certificazione ambientale secondo non deambulanti; la norma UNI EN ISO 14001:2004. • 1985: sensibile al problema • 2007: il 24 marzo viene aperto ambientale, da quest’anno in poi all’esercizio il primo tratto della saranno sviluppate varie iniziative, nuova linea tramviaria come la sperimentazione di carburanti alternativi, l’utilizzo di speciali dispositivi in grado di diminuire le emissioni allo scarico, l’impiego di gasolio a basso tenore di zolfo; • Dal 1988 al 1993: istituisce linee di navetta veloci, effettuate con minibus, di collegamento tra apposite aree di parcheggio e il centro della città, l’ospedale e l’aeroporto; • 1993: inaugura un servizio di autobus, nei giorni festivi, a chiamata telefonica denominato “Telebus” con destinazione Ospedale o Stazione FS; • 1996: diventa Azienda Speciale ai sensi della legge 146/92; • 1998: inaugura un servizio di recapito a domicilio degli abbonamenti denominato “Pronto Bus”; 10
  11. 11. I VALORI DELL’IMPRESA Già nel settembre del 2000 l’Azienda Padova Servizi spa ha presentato all’Amministrazione Comunale, i valori che assumeva come riferimento per il perseguimento della sua missione. Gli stessi valori sono confermati oggi da APS Holding spa, impresa nata dalla evoluzione societaria della Azienda Padova Servizi. La Carta dei Valori rappresenta per l’azienda, il documento che legittima l’attività dell’impresa nei confronti dei propri stakeholders. • Soddisfazione dei clienti, delle loro aspettative contrattuali e dei bisogni ancora non espressi. • Ricerca nelle attività del valore sociale per la collettività e del valore econo-mico per l’azionista. • Valorizzazione delle proprie risorse umane in funzione dei contributi forniti e loro coinvolgimento negli obiettivi aziendali. • Incentivazione dei comportamenti creativi ed assertivi. • Efficacia e puntualità della comunicazione, interna ed esterna, per il successo delle attività societarie. • Trasparenza dei sistemi di gestione in conformità alle norme e alle convenzioni vigenti all’interno e all’esterno dell’azienda. • Attenzione alle aspettative degli interlocutori interni ed esterni per migliora-re il grado di soddisfazione ed il clima di appartenenza. • Impegno costante nella ricerca e nello sviluppo per favorire l’innovazione in tutte le attività. • Rispetto e valorizzazione delle normative che regolamentano l’erogazione dei servizi, la sicurezza sul lavoro, l’ambiente e la qualità. 11
  12. 12. APS HOLDING HA ADERITO AL GLOBAL COMPACT Il 13 aprile del 2005 Aps Holding ha dei diritti umani. aderito al Global Compact. Si tratta Sui diritti del lavoro le imprese devono: di un organismo internazionale nato • garantire la libertà di associazione dei ufficialmente il 26 luglio del 2000 lavoratori e riconoscere il diritto alla durante una riunione tenutasi al contrattazione collettiva; Quartier Generale delle Nazioni Unite a • eliminare tutte le forme di lavoro New York. Inizialmente circa 50 imprese forzato e obbligatorio; hanno manifestato il loro interesse nei • garantire l’effettiva eliminazione del confronti dell’iniziativa. Oggi, sono più lavoro minorile; di 1000 le imprese che hanno aderito. • garantire l’eliminazione di ogni forma Alle origini del Global Compact c’è l’idea di discriminazione in materia di che il mondo delle imprese sia parte impiego e professione. integrante della soluzione ai problemi della globalizzazione. Sulla tutela ambientale le imprese devono: La filosofia del Global Compact: • sostenere un approccio preventivo Favorire un’economia globale più nei confronti delle sfide ambientali; sostenibile realizzata favorendo • intraprendere iniziative che la collaborazione tra il mondo promuovano una maggiore imprenditoriale e la società in cui questo responsabilità ambientale; opera. • incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie che rispettino Gli obiettivi del Global Compact: l’ambiente. Incoraggiare le imprese ad integrare, nelle loro operazioni quotidiane, così Sulla lotta alla corruzione le imprese come nel loro sistema manageriale, i 10 devono: principi universali del Global Compact. • impegnarsi a contrastare la corruzione Il Global Compact è un’iniziativa in ogni sua forma, incluse le estorsioni volontaria di responsabilità sociale e le tangenti. delle imprese basata su principi universalmente riconosciuti perché derivati da: • la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani; • la Dichiarazione dell’ILO sui Principi e i Diritti fondamentali del Lavoro; • la Dichiarazione di Rio su Ambiente e Sviluppo.Le aziende che aderiscono al Global Com-pact, si impegnano a rispettare i 10 principi universalmente riconosciuti: Sui diritti umani le imprese devono: • sostenere e rispettare i diritti umani universalmente riconosciuti nell’ambito delle rispettive sfere d’influenza; • assicurarsi di non essere, seppure indirettamente, complici negli abusi 12
  13. 13. UNA POLITICA INTEGRATA: PER LA QUALITA’ DEL SERVIZIO ED IL RISPETTO DELL’AMBIENTE APS Holding spa., consapevole che la • promozione del trasporto pubblico soddisfazione del Cliente è l’obiettivo collettivo per dare una risposta fondamentale per il successo alle problematiche via via più dell’Azienda, e considerando il rispetto pressanti della circolazione stradale e la tutela dell’ambiente come parte e quindi dell’ambiente, perché, integrante della propria attività, ha nel soddisfare collettivamente definito una politica aziendale orientata la domanda di mobilità, si a garantire tali obiettivi. contribuisce a ridurre il numero A tal fine APS Holding spa si impegna ad di veicoli privati in circolazione, attuare un programma di miglioramento con un costo sociale, in termini continuo osservando le seguenti linee di inquinamento atmosferico ed guida: acustico, relativamente contenuto; • approntamento di strumenti • impegno ad operare affinché le gestionali di controllo e di attività siano basate su rapporti misurazione degli impatti ambientali, di correttezza e trasparenza e verificando ad intervalli prestabiliti siano proficue per tutti i soggetti applicazione e risultati. Al fine economici interessati (clienti, soci, di prevenire e ridurre gli stessi, dipendenti, fornitori, collettività) effettuazione di valutazioni in ed i risultati siano in armonia con merito alle migliori tecnologie la politica aziendale, nel pieno disponibili ed economicamente rispetto delle disposizioni di legge praticabili; e di quanto previsto dai codici e dai • coinvolgimento dei propri fornitori regolamenti; nel piano di miglioramento • individuazione delle necessità aziendale inerente i Sistemi di dei Clienti, soddisfacendo le loro Gestione Qualità e Ambiente esigenze e tenendoli come costante • miglioramento delle proprie punto di riferimento sia in termini potenzialità attraverso la formazione, economici che di qualità del servizio, motivazione e sensibilizzazione del prestando la massima attenzione personale, valorizzando le risorse alle indagini periodiche di Customer umane disponibili; Satisfaction per la verifica della • coinvolgimento di tutto il personale qualità percepita; nelle problematiche inerenti • impegno a soddisfare i requisiti l’accrescimento della soddisfazione dei sistemi di Gestione Qualità e del cliente e nelle conseguenze che Ambiente attraverso l’analisi dei la propria attività lavorativa può processi e dei relativi parametri ad produrre sull’ambiente; essi associati secondo una logica di • comunicazione della politica aziendale miglioramento continuo; al pubblico ed informazione periodica • costante attenzione a tutti gli di iniziative e risultati aspetti ambientali (acqua, aria, suolo, sottosuolo e rumore), al contesto sociale del territorio in cui è inserita l’azienda, alle risorse utilizzate, alla gestione dei rifiuti ed alla ricerca della riduzione delle emissioni derivanti dall’esercizio stesso; 13
  14. 14. La Politica aziendale viene diffusa a tutto il personale. La prima certificazione ISO 9001:2000 è stata ottenuta nel 2002 per l’intero complesso delle attività aziendali. La certificazione è stata confermata puntualmente ogni anno, e nel 2005, visto l’esito positivo del riesame è stata nuovamente emessa. Proseguendo nel percorso verso l’eccellenza, nell’aprile del 2006, dopo un cammino durato due anni, Aps Holding ha conseguito la prestigiosa certificazione ambientale ISO 14000. Il Presidente ed il Direttore Generale di APS Holding al fine di ottemperare allo sviluppo ed alla puntuale applicazione Della Politica della Qualità, e soddisfare gli obiettivi di miglioramento: •si incaricano di diffondere ed attuare la politica della qualità in tutta l’Azienda; •nominano il Rappresentante della Direzione per la Qualità e lo incaricano di pianificare, sviluppare e controllare il sistema qualità aziendale promuovendo le azioni preventive e correttive necessarie per ottenere i risultati prefissati; •coinvolgono il personale, nell’ambito dei compiti e ruoli assegnati, per il conseguimento degli obiettivi di qualità aziendali. CERTIFICAZIONI UNI EN ISO 9001: 2000 – cert. n. 5574 prima emissione: 16.7.2002 riesame: 29.6.2005 UNI EN ISO 14001: 2004 – cert. n. 7282 prima emissione: 28.4.2006 14
  15. 15. Bilancio di sostenibilità Sostenibilità 2008 SOSTENIBILITA’ ECONOMICO - FINANZIARIA 15
  16. 16. SOSTENIBILITA’ ECONOMICO - FINANZIARIA APS holding ha cercato quest’anno di Per dare il giusto valore agli elementi rendere ancor più chiara e trasparente, di natura economico-finanziaria che l’illustrazione del rendiconto della seguono, è necessario anche sottolineare sostenibilità economica e finanziaria due elementi fondamentali che hanno della sua attività, nei confronti dei caratterizzato l’operato dell’azienda propri stakeholders. in questo periodo: il completamento Per questo motivo, anche per maggiore della linea tranviaria. Un sistema di trasparenza in relazione alla sussistenza trasporto innovativo ed una delle prime di rapporti tra società controllante APS infrastrutture realizzate attraverso Holding s.p.a. e società controllate che i fondi della legge 211/92. Fondi compongono il bilancio consolidato, interamente impiegati, integrati dal vengono riportati innanzitutto il Conto finanziamento dell’amministrazione Economico Consolidato sintetico comunale, ed in parte autofinanziato dell’Azienda e quindi quello del gruppo, con risorse aziendali. A questo proposito relativi all’anno 2008. si rammenta l’ultimo sforzo economico compiuto da APS Holding, attraverso In sintesi si può affermare che il l’accensione di un mutuo di oltre 8 Bilancio al 31/12/2008 di APS Holding milioni di euro necessari per consentire s.p.a. ha fatto segnare un risultato in il completamento degli stralci 7 ed 8 perdita di Euro 89.000, evidenziando dell’opera. un sostanziale pareggio di esercizio, conseguito grazie a maggiori ricavi, economie di gestione, ed alcune componenti straordinarie quali utili distribuiti, e rivalutazione collegate al risanamento della controllata Ne-t by Telerete Nordest s.r.l.. Tale risultato è comunque il migliore conseguito dalla società nell’ultimo decennio. I COSTI PER LA REALIZZAZIONE DEL TRAM 83.373.953,50 Infrastruttura e veicoli 15.411.378,95 Officine e deposito 98.785.332,45 Costo complessivo dell’opera di cui 41.331.520,51 finanziati dallo Stato attraverso i fondi della legge 211/ 92 34.012.432,99 finanziati dall’Amministrazione Comunale di Padova 23.441.378,95 sostenuti diretamente da APS Holding 16
  17. 17. APS Holding S.p.A. CONTO ECONOMICO APS HOLDING S. p. A. in euro al 31.12.2008 A. VALORE DELLA PRODUZIONE 1. Ricavi delle vendite e delle prestazioni 25.485.872 2. Variazioni dei lavori in corso su ordinazione 0 3. Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni 549.667 4. Altri ricavi e proventi 28.346.857 a) Diversi 11.774.805 b) Contributi in conto esercizio 16.572.052 TOTALE VALORE DELLA PRODUZIONE 54.382.396 B. COSTI DELLA PRODUZIONE 5. Per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci 6.829.414 6. Per servizi 9.619.121 7. Per il godimento di beni di terzi 3.421.790 8. Per il personale: 25.125.547 9. Ammortamenti e svalutazioni 8.206.427 10. Variazione rimanenze di mat. prime, sussid. , di consumo e di merci - 96.131 11. Accantonamenti per rischi 110.396 12. Altri accantonamenti 0 13. Oneri diversi di gestione 1.479.186 TOTALE COSTI DELLA PRODUZIONE 54.695.750 DIFFERENZA TRA VOLORE E COSTI DELLA PRODUZIONE ( A - B ) - 313.354 TOTALE PROVENTI E ONERI FINANZIARI ( 15 + 16 - 17 ) -645.983 TOTALE DELLE RETTIFICHE ( 18 - 19 ) 1.030.853 TOTALE PROVENTI E ONERI STRAORDINARI ( 20 - 21 ) 371.163 RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE ( A - B ± C ± D ± E ) 442.679 TOTALE IMPOSTE 532.177 14. UTILE DELL’ ESERCIZIO ( - PERDITA ) - 89.498 VALORE DELLA PRODUZIONE ANNI 2007/2008 Anno Valore della Costi della Differenza tra produzione produzione valore e costi 2007 46.838.905 49.005.027 -2.166.121 2008 54.382.396 54.695.750 - 313.354 17
  18. 18. I RISULTATI GESTIONALI DEGLI ULTIMI 15 ANNI Risultato di Risultato ante ANNO esercizio imposte 1993 - 2.457.579 - 2.457.579 1994 - 1.930.901 - 1.930.901 1995 - 1.018.969 - 1.018.969 1996 - 88.202 - 88.202 1997 0 0 1998 - 94.950 114.860 1999 1.220.927 2.137.864 2000 - 308.569 418.855 2001 - 560.667 - 181.715 2002 - 444.753 - 296.229 2003 - 1.850.418 - 1.241.595 2004 - 2.033.063 - 1.273.166 2005 - 544.840 - 381.842 2006 - 1.701.281 - 1.876.752 2007 - 1.481.594 - 1.011.944 2008 - 89.497 442.679 3.000.000 2.000.000 1.000.000 Risultato di esercizio 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 - 1.000.000 Risultato ante imposte - 2.000.000 - 3.000.000 18 18
  19. 19. Per APS Holding Spa, esercitando in via principale l’attività di erogazione di un servizio di pubblica utilità, il ruolo svolto dalle istituzioni è indubbiamente rilevante, sia in termini di indirizzo strategico sia in termini finanziari, in relazione ai contributi erogati per la gestione dell’impresa. Si riporta il dettaglio delle erogazioni effettuate dagli enti pubblici di riferimento, ed il confronto tra gli anni 2007 e 2008. Dettaglio Contributi erogati da APS Holding 2008 2007 Var. % Contributi in conto esercizio da: Comune di Padova per TPL urbano 14.068.663 12.872.392 9,29% Provincia di Padova per TPL extraurbano 1.503.389 1.381.571 8,82% (straordinario) Comune di Padova per Tram 528.730 (straordinario) Regione Veneto per Tram 1.000.000 TOTALE 16.572.052 14.782.693 Contributi in conto capitale 5.032.403 3.710.489 35,63% di cui per Autobus 2.263.218 2.263.680 - 0,02% di cui per Tram , SAE 2.572.906 1.149.099 123,91% altri 196.279 297.710 - 34,07% Contributi CCNL - Malattia 2.934.828 3.088.429 - 4,97% Si evidenzia in particolare l’aumento dei contributi in conto esercizio erogati sia dal Comune di Padova che dalla Provincia di Padova. Tali Enti trasferiscono il corrispettivo derivante dalla Regione Veneto per il pagamento dei contratti di servizio. La legge Finanziaria nazionale 2008, del 24 dicembre 2007, n°244, ha incrementato sensibilmente, per il triennio 2008-2010, i contributi trasferiti alle Regioni per il Trasporto Pubblico Locale, rapportando i medesimi alle accise incassate sul gasolio per autotrazione, e riassorbendo significativi ritardi e aumenti generati nel decennio precedente per inflazione prezzi e aumento dell’energia, gas, carburanti. La Regione Veneto ha disposto con propria delibera di bilancio il trasferimento pressochè integrale delle risorse nazionali, talchè i contributi per i contratti di servizio si sono accresciuti, nel 2008, di circa il 9%. Nel corso del 2008 il Comune di Padova non ha viceversa confermato il contributo straordinario per l’avvio della linea tranviaria. Il mancato gettito è stato tuttavia compensato dal contributo straordinario di un milione di euro erogato dalla Regione Veneto, sulla base dell’azione svolta da APS Holding s.p.a. nei confronti dell’assessorato regionale ai trasporti. Va ricordato, infatti, che il tram di Padova è il primo mezzo su rotaia per trasporto pubblico locale attivato nella Regione Veneto, e che per tale motivo mancava un “quadro normativo” relativo a tale modalità di trasporto, che permettesse di riconoscere un contributo ad APS Holding s.p.a.. Attraverso una consistente attività amministrativa, l’azienda ha ottenuto l’assegnazione di un contributo straordinario di Euro 4,0 a km. percorso, preparando il varo di una futura normativa che riguarderà i mezzi tramviari di Padova e Venezia. Il contributo è stato erogato anche nell’esercizio 2009. 19
  20. 20. RICLASSIFICAZIONE A VALORE AGGIUNTO E RIPARTIZIONE DEL VALORE GENERATO Seguendo quanto indicato nelle linee dettate dal GBS (Gruppo di Studio per il Bilancio Sociale) e dal GRI (Global Reporting Initiative) è stato riclassificato il Conto Economico Consolidato relativo all’anno 2008 per determinare il Valore Aggiunto generato da APS Holding. CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO 2008 RICLASSIFICATO A VALORE AGGIUNTO in euro Valore della produzione 54.382.396 Ricavi da traffico 16.716.380 Ricavi da sosta e parcheggi 6.472.847 Contributi in conto esercizio 16.572.053 Contributi in conto capitale 5.032.404 Altri 9.588.712 Costi esterni 17.986.351 Costi materie prime sussidiarie e di consumo 6.829.414 Costi per i servizi 9.619.121 Costi per il godimento di beni di terzi 886.378 Variazione delle rimanenze - 96.131 Oneri diversi di gestione 747.569 Valore aggiunto caratteristico lordo 36.396.045 Gestione straordinaria 371.164 Valore aggiunto globale lordo 36.767.209 % sul Valore della produzione 67,6 20
  21. 21. Tale Valore Aggiunto è stato poi ripartito tra gli stakeholders di riferimento per APS Holding: Dipendenti, Istituzioni, Finanziatori, Collettività nonché l’Impresa stessa. Collettività : 6,92 % Impresa : 18,50 % Dipendenti Istituzioni Finanziatori Impresa Finanziatori 2,83 % Collettività Istituzioni : 3,41 % Dipendenti 68,34 % RIPARTIZIONE DEL VALORE AGGIUNTO 2008 ( Iin euro ) A) Dipendenti Salari e stipendi 18.242.271 Oneri sociali 5.263.045 Accantonamento TFR 1.576.662 Altri costi 43.569 Totale dipendenti 25.125.547 Incidenza sul valore aggiunto 68,3 % B) Istituzioni Imposte dirette 532.177 Imposte e tasse indirette e patrimoniali - authority 673.308 Quote associative 49.310 Totale istituzioni 1.254.795 Incidenza sul valore aggiunto 3,4 % C) Finanziatori Utile distribuito a soci privati 0 Oneri finanziari 1.042.251 Totale finanziatori 1.042.251 Incidenza sul valore aggiunto 2,8 % D) Impresa Ammortamenti 8.206.427 Accantonamenti 110.396 Risultato di esercizio -89.498 Risultato di competenza terzi -1.427.121 Totale impresa 6.800.204 Incidenza sul valore aggiunto 18,5 % E) Collettività Erogazioni liberali 9.000 Sponsorizzazioni / eventi / fiere Canoni di concessione 2.535.412 Totale collettività 2.544.412 Incidenza sul valore aggiunto 6,9 % TOTALE VALORE AGGIUNTO 36.767.209 21
  22. 22. Il personale rappresenta lo stakeholder a maggiore impatto per il gruppo APS, con il 68,3% del Valore Aggiunto; anche l’Impresa stessa ha un’incidenza rilevante, 18,5%, derivante soprattutto dai costi relativi agli ammortamenti che l’Azienda deve sostenere per l’erogazione dei servizi. INVESTIMENTI Le operazioni principali effettuate sulle immobilizzazioni nel corso del 2008 sono state le seguenti: • Incremento dei Terreni e fabbricati per la messa in esercizio del tram, e la contestuale entrata in ammortamento del deposito-palazzina uffici di via Salboro; • Incremento della voce Impianti e Macchinari per la messa in esercizio di due nuovi convogli del Tram; • Altri incrementi sono riconducibili all’acquisto degli arredi per la nuova sede direzionale di via Salboro, l’acquisto del sistema di videosorveglianza per le fermate della linea tranviaria ed altre apparecchiature informatiche. 22
  23. 23. I COSTI DELLA NUOVA LINEA TRANVIARIA L’avvio della nuova linea tranviaria, avvenuto nel 2007, e la progressiva entrata a regime della tratta Capolinea sud – stazione ferroviaria, con il proseguimento dei lavori per il completamento della linea, rende particolarmente interessante l’esame del costo chilometrico del servizio tramviario. Di seguito si riportano i dati a consuntivo 2008. COSTO TRAM ANNO 2008 al km KM PERCORSI PERIODO 438.636 PERSONALE VIAGGIANTE retribuzione AUTISTI 1.240.822,47 COSTO TOTALE 1.240.822,47 2,83 MANUTENZIONI - SERVIZI retribuzioni MOD OFFICINA Guizza 307.194,13 Lavoratori interinali officina Guizza 147.034,50 TOTALE 454.228,63 1,04 Global Service Tram 1.307.595,00 Global Service Telerete SAE 300.000,00 Ricambi 136.692,00 Polizze Assicurative 97.212,00 Pulizia rotabili 105.108,00 Telefonia 57.108,00 altri servizi 28.092,00 Aggi 61.676,00 TOTALE 2.093.483,00 4,77 COSTO TOTALE 2.547.711,63 5,81 ENERGIA Energia 399.158,40 COSTO TOTALE 399.158,40 0,91 AMMORTAMENTI ( Al netto dei contributi) Amm.ti SIR carrozze 382.238,29 Amm.ti SIR infrastrutture 107.555,35 Il costo kilometrico elevato è Amm.ti SAE 69.281,03 riconducibile essenzialmente alle COSTO TOTALE 559.074,67 1,27 seguenti motivazioni: • Esercizio del servizio di TPL sulla linea SIR1 al 31.12.2008 costi struttura 743.377,00 ancora non completo; 1,69 • Presenza del Global Service COSTO TOT. TRAM 5.490.144,17 12,52 per la manutenzione del costo kilometrico 12,52 materiale rotabile e delle costi generali 0,90 infrastrutture; • Assunzione, addestramento costo km totale 13,42 e formazione, di personale per l’officina in vista della conclusione del contratto sopraccitato, prevista per il 30.06.09. 23
  24. 24. APS HOLDING S. p. A. LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DEL GRUPPO Il bilancio consolidato evidenzia le partite infragruppo e, quindi, riporta una perdita di Euro 1.509.951, principalmente collegata alla neutralità della rivalutazione della controllata Ne-t Telerete Nordest ai fini del bilancio consolidato. APS Holding S.p.A. CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO in euro al 31.12.2008 A. VALORE DELLA PRODUZIONE 1. Ricavi delle vendite e delle prestazioni 29.381.267 2. Variazioni dei lavori in corso su ordinazione - 25.059 3. Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni 1.022.067 4. Altri ricavi e proventi 28.138.465 a) Diversi 11.566.413 b) Contributi in conto esercizio 16.572.052 TOTALE VALORE DELLA PRODUZIONE 58.516.740 B. COSTI DELLA PRODUZIONE 5. Per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci 7.190.029 6. Per servizi 9.911.783 7. Per il godimento di beni di terzi 3.269.929 8. Per il personale: 27.491.643 9. Ammortamenti e svalutazioni 9.520.453 10. Variazione rimanenze di mat. prime, sussid. , di consumo e di merci - 152.308 11. Accantonamenti per rischi 110.396 12. Altri accantonamenti 0 13. Oneri diversi di gestione 1.579.771 TOTALE COSTI DELLA PRODUZIONE 58.921.696 DIFFERENZA TRA VOLORE E COSTI DELLA PRODUZIONE ( A - B ) - 404.956 TOTALE PROVENTI E ONERI FINANZIARI ( 15 + 16 - 17 ) - 1.055.369 TOTALE DELLE RETTIFICHE ( 18 - 19 ) 0 TOTALE PROVENTI E ONERI STRAORDINARI ( 20 - 21 ) 382.856 RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE ( A - B ± C ± D ± E ) - 1.077.469 TOTALE IMPOSTE 484.747 Utile dell’esercizio ( - perdita ) consolidata - 1.562.216 Utile dell’esercizio ( - perdita ) di Terzi - 52.265 14. UTILE DELL’ ESERCIZIO ( - PERDITA ) - 1.509.951 VALORE DELLA PRODUZIONE ANNI 2007/2008 Anno Valore della Costi della Differenza tra produzione produzione valore e costi 2007 46.838.905 49.005.027 -2.166.121 2008 54.382.396 54.695.750 - 313.354 24
  25. 25. Ai fini di un confronto sull’andamento della gestione, vengono riportati i dati relativi ai Ricavi delle Vendite e delle Prestazioni relative a tutte le società appartenenti al gruppo e oggetto di consolidamento. Dettaglio Ricavi delle Vendite e delle Prestazioni ante CONSOLIDAMENTO 2008 2007 Var. % APS Holding Spa 19.013.024 18.860.349 0,81% divisione Parcheggi / APS Parcheggi 6.472.847 6.087.487 6,33% APS Advertising Srl 2.535.210 2.484.304 2,05% Ne-t Telerete Nordest Srl 4.041.530 3.250.781 24,32% Come si può notare gli incrementi più rilevanti sono stati segnati dalla divisione Parcheggi di APS Holding S.p.a. (ex APS Parcheggi Srl oggetto di fusione per incorporazione in data 01.12.08) e da Ne-t Telerete Nordest Srl. Per quanto riguarda la divisione Parcheggi tale incremento è dovuto essenzialmente all’aumento delle aree in concessione dal Comune di Padova ed alla rimodulazione delle tariffe. Per quanto attiene a Ne-t Telerete l’incremento del 24,32% è consolidato dagli anni precedenti, confermando quindi la crescita dell’azienda e soprattutto la capacità di far fronte alla crisi che ha investito anche il mercato di riferimento. CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO 2008 RICLASSIFICATO A VALORE AGGIUNTO in euro Valore della produzione 58.516.740 Costi esterni 18.644.573 Costi materie prime sussidiarie e di consumo 7.190.029 Costi per i servizi 9.911.783 Costi per il godimento di beni di terzi 733.831 Variazione delle rimanenze - 152.308 Accantonamenti per rischi 110.396 Oneri diversi di gestione 850.842 Valore aggiunto caratteristico lordo 39.872.167 Proventi finanziari 220.744 Oneri finanziari Rettifiche attività finanziarie 0 Gestione straordinaria 382.856 Valore aggiunto globale lordo 40.475.767 % sul Valore della produzione 69,2 25
  26. 26. Collettività : 2,43 % Impresa : 23,52 % Dipendenti Istituzioni Finanziatori Impresa Finanziatori 3,15 % Collettività Istituzioni : 2,97 % Dipendenti 67,92 % RIPARTIZIONE DEL VALORE AGGIUNTO 2008 ( Iin euro ) A) Dipendenti Salari e stipendi 19.960.462 Oneri sociali 5.782.748 Accantonamento TFR 1.692.995 Altri costi 55.438 Totale dipendenti 27.491.643 Incidenza sul valore aggiunto 67,9 % B) Istituzioni Imposte dirette 484.747 Imposte e tasse indirette e patrimoniali - authority 664.460 Quote associative 53.469 Totale istituzioni 1.202.676 Incidenza sul valore aggiunto 3,0 % C) Finanziatori Utile distribuito a soci privati 0 Oneri finanziari 1.276.113 Totale finanziatori 1.276.113 Incidenza sul valore aggiunto 3,2 % D) Impresa Ammortamenti / accantonamenti 9.520.453 Totale impresa 9.520.453 Incidenza sul valore aggiunto 23,5 % E) Collettività Erogazioni liberali 11.000 Sponsorizzazioni / eventi / fiere Utile d’esercizio - 1.562.216 Canoni di concessione 2.536.098 Totale collettività 984.882 Incidenza sul valore aggiunto 2,4 % TOTALE VALORE AGGIUNTO 40.475.767 26
  27. 27. Bilancio di sostenibilità 2008 SOSTENIBILITA’ SOCIALE 27
  28. 28. SOSTENIBILITA’ SOCIALE Distribuzione per genere Maschi 581 Femmine 26 Età e anzianità Età media 43,17 Anzianità di servizio 13,96 Iscritti al sindacato Numero iscritti 424 sul totale 69,85 % Cause di cessazione dei rapporti di lavoro Licenziamenti 0 Dimissioni 0 Pensionamenti 9 APS Holding* APS Advertising Ne-t Telerete TOTALE QUALIFICA 2007 2008 diff. 2007 2008 diff. 2007 2008 diff. 2007 2008 diff. Dirigenti 2 2 0 0 1 1 0 3 3 0 Quadri 11 11 0 0 3 6 3 14 17 3 Impiegati tempo 42 47 5 6 6 0 36 28 -8 84 81 -3 pieno Impiegati Part-time 7 6 -1 0 19 20 1 26 26 0 Impiegati a termine 0 0 0 1 1 0 1 1 Operai 70 85 15 3 3 0 2 3 1 75 91 16 Op./Cond a termine 0 0 1 1 0 1 1 Operai Part-time 0 0 0 0 0 0 Autisti 422 456 34 TOTALE 554 607 19 9 9 0 61 60 -1 202 220 18 Aspettative impiegati Aspettative operai Aspettative autisti distacchi 28
  29. 29. L’ADDESTRAMENTO, E LA FORMAZIONE CONTINUA Area Formativa Ore formazione Area Sicurezza 420 Area Tecnica 302 Area Organizzativa 13 Area Amministrativa 29 Area Qualità e Ambiente 59 Area Tram 1.774 TOTALE 2.597 LA PARTECIPAZIONE ALLE ATTIVITA’ DEL CIRCOLO AZIENDALE Il contributo al Cral 2006 2007 2008 Contributo aziendale 31.275,40 46.633,47 43.568,64 Quote soci dipendenti 5.688,00 5.880,00 5.808,00 Quote soci pensionati 912,00 1.019,00 754,00 Quote soci aggregati 460,00 304,00 90,00 L’AZIENDA E I SUOI CLIENTI L’andamento del numero dei passeggeri nel 2008 Nella tabella seguente è riportato il dettaglio, per tipologia di titolo di viaggio e per tipo di servizio, del numero dei passeggeri trasportati. I dati relativi al 2008 evidenziano un incremento complessivo di oltre 1,6 milioni di passeggeri, pari a quasi il 5%. Questo ottimo risultato, il migliore da un decennio a questa parte, è dovuto al forte aumento (+6,5%) dei passeggeri occasionali e degli abbonati ordinari e studenti (+3,4%), mentre si nota una leggera diminuzione dei passeggeri extraurbani. Passeggeri trasportati 2007 2008 variazione variaz. % Biglietti e carnet 12.294.310 13.098.856 804.546 6,54 Abbonamenti settimanali 412.958 403.676 -9.282 -2,25 Abbonamenti ordinari 8.797.690 9.122.240 324.550 3,69 Abbonamenti studenti 6.206.427 6.476.220 269.793 4,35 Abbonamenti pensionati e invalidi 5.573.600 5.820.800 247.200 4,44 Totale passeggeri urbani di 1° e 2° 33.284.985 34.921.792 1.636.807 4,92 tratta Biglietti extraurbani 612.756 604.920 -7836 -1,28 Abbonamenti extraurbani 1.152.794 1.135.800 -16.994 -1,47 Totale passeggeri extraurbani 1.765.550 1.740.720 -24.830 -1,41 Totale passeggeri 35.050.535 36.662.512 1.611.977 4,60 29
  30. 30. I risultati, in termini di passeggeri trasportati, sono dovuti a una serie di fattori che abbiamo provveduto ad analizzare in dettaglio e che vengono riassunti di seguito. Cause interne Le cause interne sono la variazione nell’offerta di servizio e le strategie tariffarie. Per quanto riguarda le strategie tariffarie l’effetto dell’aumento delle tariffe extraurbane a partire dal 1° giugno 2008 e della rimodulazione delle tariffe dei carnet urbani e degli abbonamenti annuali studenti, in vigore dal 23.6.2008, hanno prodotto una diminuzione del numero di passeggeri trasportati stimata nell’ordine delle 100.000 unità. L’offerta di servizio programmata dall’azienda in termini di posti/km può cambiare nel tempo per cause “fisiologiche” quali possono essere ad esempio la variazione del numero di giorni festivi da un anno all’altro, per modifiche progettuali del servizio (orari delle corse e percorsi delle linee) e perturbazioni esterne (scioperi). Nel 2008, oltre al giorno in più dovuto alla bisestilità, ci sono stati 3 giorni festivi in meno rispetto al 2007 con 2 giorni feriali e 2 prefestivi in più. Complessivamente l’effetto è pari a circa 300.000 passeggeri in più nel 2008. Per quanto riguarda le modifiche progettuali bisogna considerare l’avvio dell’esercizio del tram a partire dal 24 marzo 2007 con esercizio limitato a 2 mezzi. Nel 2008 il tram ha corso con 8 mezzi sostituendo la linea 8. Il primo anno di servizio “a regime” del Tram, seppur nella tratta FS-Capolinea Sud, ha portato ad un aumento di passeggeri stimato in 550.000 unità, mentre il potenziamento del servizio con aumento delle frequenza su alcune linee ha portato ad un aumento di passeggeri stimato in 650.000 unità. Le variazioni imputabili agli scioperi hanno comportato nel 2008 una perdita di 1,5 giornate di lavoro pari a una diminuzione di passeggeri di circa 150.000 unità. Cause esterne Le cause esterne sono le limitazioni al traffico privato e le politiche di mobilità, le condizioni viabilistiche e di traffico e i fattori meteoclimatici. Le condizioni di limitazione del traffico privato sono analoghe tra 2007 e 2008, così come le condizioni viabilistiche. Una ulteriore causa che ha portato a un aumento di passeggeri del trasporto pubblico è data dal prezzo dei carburanti che nel 2008 hanno subito un aumento medio superiore al 10% nei primi 9 mesi con un’inversione di tendenza nell’ultimo trimestre come evidenziato nel grafico seguente 1. Il maggior costo di utilizzo del mezzo privato ha portato a preferire il trasporto pubblico. L’effetto in termini di aumento di passeggeri è stimato in 200.000 passeggeri. 1 Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico (prezzi medi nazionali) 30
  31. 31. prezzo al consumo benzina (euro x 1000 litri) 1.600,00 1.500,00 1.400,00 2007 1.300,00 2008 1.200,00 1.100,00 1.000,00 gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic Quali indicatori delle condizioni meteoclimatiche sono stati scelti il numero di giorni di pioggia2 e la temperatura massima. Nel 2008 ci sono stati ben 16 giorni in più di pioggia rispetto al 2007, mentre le temperature massime sono state, nel primo semestre più basse in media di circa 2 gradi ritornando sostanzialmente in linea con i valori del 2006, mentre nell’ultimo quadrimestre sono allineate a quelle del 2007. L’esperienza indica che l’aumento di passeggeri in un giorno di pioggia è pari a circa il 10%, quindi l’aumento nel 2008 dovuto ai giorni di pioggia e alle temperature più basse si può stimare intorno a 160.000 passeggeri. temperatura massima 35,0 30,0 25,0 2006 20,0 2007 15,0 2008 10,0 5,0 gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic Giorni di pioggia Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Tot 2007 1 4 6 0 9 5 2 4 5 6 6 6 54 2008 6 2 5 5 7 7 4 6 3 5 9 11 70 2 giorni con più di 5 mm di precipitazioni. Fonte dei dati: ARPA VENETO. 31
  32. 32. In sintesi i circa 1,6 milioni di passeggeri in più del 2008 possono essere imputati alle seguenti cause: causa Variazione passeggeri nel 2008 rispetto al 2007 n. di giorni +300.000 strategie tariffarie -100.000 scioperi -150.000 condizioni meteoclimatiche +160.000 effetto “caro benzina” +200.000 effetto tram +550.000 effetto potenziamento del servizio +650.000 Totale +1.610.000 Passeggeri trasportati mese per mese KM PASSEGGERI KM PASSEGGERI MESE AUTOBUS AUTOBUS TRAM TRAM Gennaio 777.191 3.050.489 39.851 309.003 Febbraio 760.378 2.812.093 37.942 314.796 Marzo 769.382 2.900.926 39.041 321.524 Aprile 764.451 3.232.378 38.458 332.740 Maggio 775.313 2.732.722 38.826 339.968 Giugno 625.008 2.261.590 34.471 287.471 Luglio 593.501 1.968.138 32.638 246.180 Agosto 507.124 1.669.878 32.252 157.963 Settembre 725.355 2.442.357 36.053 329.426 Ottobre 798.169 3.764.327 37.778 374.273 Novembre 732.206 2.957.283 35.182 356.383 Dicembre 710.536 3.127.779 36.144 372.825 TOTALI 8.538.614 32.919.960 438.636 3.742.552 INDICATORE PASS./KM 3,86 8,53 32
  33. 33. LA SODDISFAZIONE DEI CLIENTI INDAGINE CUSTOMER SATISFACTION % soddisfatti Valutazione* Fattore Qualità 2007 2008 Raffronto Pulizia esterna dei mezzi 89,9 90,1 ↔ Pulizia interna dei mezzi 82,9 80,3 ↓ Affollamento su autobus 50,3 57,2 ↑ Puntualità dei mezzi 78,7 81,2 ↑ Adeguatezza degli orari delle corse 81,6 81,5 ↔ Adeguatezza dei percorsi 92,6 94,6 ↔ Prudenza di guida dei conducenti 90,6 90,6 ↔ Sicurezza nel viaggiare 91,0 94,4 ↑ Sicurezza da furti, danni, molestie 83,4 90,3 ↑ Cortesia del personale 90,0 92,1 ↔ Facilità di rinnovo dell’abbonamento 95,1 95,0 ↔ Facilità di acquisto dei biglietti 97,4 96,8 ↔ Chiarezza e completezza informazioni 96,2 95,8 ↔ Facilita' salire a bordo 86,5 87,2 ↔ Rapidità viaggio 81,2 78,3 ↓ Frequenza corse 69,8 76,7 ↑ Rispetto fermate previste 94,6 95,6 ↔ Funzionamento dispositivi bordo 93,4 93,9 ↔ Facilità di trasbordo 84,5 87,5 ↑ Presenza pensiline alle fermate 79,5 82,0 ↑ Riconoscibilità APS 88,0 96,2 ↑ Silenziosità mezzi 81,9 84,1 ↔ Rispetto per ambiente 92,2 90,1 ↔ Confortevolezza viaggio 83,7 82,9 ↔ Professionalità controllori 90,8 91,9 ↔ Giudizio complessivo sul servizio 87,8 91,6 ↑ LEGENDA = ↓ giudizio peggiorato ↔ giudizio stabile ↑ giudizio migliorato (*) per valutare la variazione del giudizio si è utilizzato l’intervallo di confidenza al 95% delle stima 33

×