• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Settimana Amica del Clima - 11-18 Febbraio 2010 con Sorgenia e Legambiente
 

Settimana Amica del Clima - 11-18 Febbraio 2010 con Sorgenia e Legambiente

on

  • 865 views

 

Statistics

Views

Total Views
865
Views on SlideShare
865
Embed Views
0

Actions

Likes
1
Downloads
6
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Settimana Amica del Clima - 11-18 Febbraio 2010 con Sorgenia e Legambiente Settimana Amica del Clima - 11-18 Febbraio 2010 con Sorgenia e Legambiente Document Transcript

    • energia rinnovabile, consumo consapevole delle risorse, mobilità sostenibile, risparmio energetico, niente sprechi In collaborazione con: MIUR Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
    • La settimana amica del clima GN IR AH SR AC Per contrastare mutamenti climatici e conseguente surriscaldamento del Pianeta, Cambio di Clima di Legambiente accende i riflettori sul legame tra scelte energetiche e respon-GN sabilità sociali, dimostrando come attraverso l’attuazione di piccoli gesti quotidiani si IR AH SR AC GN IR AH SR AC GN IR AH SR possa fare tanto. Il cambiamento dipende anche da noi! AC GN IR AH SR AC GN IR GN AH IR SR AH AC SR AC GN IR AH SR AC GN IR Dall’11 al 18 febbraio una settimana amica del clima: iniziative organizzate in tutta Italia AH SR AC per passare dalle parole ai fatti per dire che la lotta ai mutamenti climatici non può toll- erare ulteriori ritardi. A cinque anni dall’entrata in vigore del protocollo di Kyoto, avvenuta il 16 febbraio 2005 CA R SH AR IN G e a seguito dell’atteso ma deludente vertice di Copenaghen, la Settimana Amica del Clima è un importante appuntamento per difendere le ragioni dell’ambiente. Cittadini, studenti, rappresentanti di istituzioni locali e nazionali, con l’aiuto dei volontari di Legambiente, si danno appuntamento nelle piazze, per le strade e nelle scuole di tutta Italia per organiz- zare incontri, sportelli informativi, dibattiti, mostre, per mostrare come risparmiare ener- gia, eliminare gli sprechi e scegliere le fonti rinnovabili per abbattere le emissioni di CO2 . Pensare globalmente agire localmente! La Settimana Amica del Clima compensa le proprie emissioni di gas serra con Cerca l’appuntamento più vicino a te e scopri le prossime iniziative per il Clima su www.legambiente.it , campagne@legambiente.it , tel. 06/86268418
    • Cambiamenti climatici causa, effetti, soluzioni G IN AR R SH CA Il surriscaldamento globale: nell’ultimo secolo la tem- peratura del Pianeta è aumentata di 0,7°C. Secondo la La soluzione? comunità scientifica, il limite massimo per evitare ef- È alla fonte! fetti irreversibili è un aumento di 1,5°C; se non verranno prese contromisure si rischia, però, di arrivare a + 6°C Sostegno massiccio nel giro di 90 anni. alle rinnovabili, niente La causa: l’effetto serra è provocato dall’accumulo sprechi, consumo nell’atmosfera di gas serra come la CO2, generati dalla consapevole delle combustione di fonti fossili come petrolio e carbone; insieme agli altri gas climalteranti, la CO2 forma una risorse e mobilità sorta di coperta attorno al Pianeta impedendo al calore sostenibile, per ridurre di disperdersi. le emissioni di CO2 e GN IR AH SR AC Gli effetti in bolletta: le fonti fossili scarseggiano e i risparmiare soldi! prezzi record degli ultimi tempi lo dimostrano. Gran parte dell’energia da queste derivata è usata in casa, perriscaldare gli ambienti o per gli elettrodomes- GN IR AH SR AC tici, e neitrasporti: per questo il caro prezzi lo paghiamo GN IR AH SR AC GN IR AH SR AC GN tutti, subito e direttamente in bolletta o al distributore! IR AH SR AC GN IR GN AH IR SR AH AC SR AC GN IR AH SR AC GN IR AH SR AC A R SH CA
    • Dopo Kyoto e Copenaghen che aria tira? Gli accordi globali per salvare il Pianeta, le occasioni perse e quelle ancora da cogliere. E l’Italia? Dovrebbe ridurre, Secondo quanto previsto dal Protocollo di Kyoto, l’impegno GN IR AH SR secondo Kyoto, del 6,5% le sue emissioni, ma ad AC sottoscritto da 187 Paesi nel mondo ed entrato in vigore il 16 febbraio 2005, tutti i Paesi industrializzati devono ridurre oggi si trova a un +7,1% entro il 2012 le proprie emissioni serra del 5,2% (in media) rispetto ai livelli del rispetto al 1990. Nel 2007 le emissioni dei paesi industrializ- zati sono complessivamente diminuite del 3,7% rispetto ai 1990. Il contributo del nostro Paese all’effetto GN IR AH SR AC GN IR livelli del 1990, ma sono aumentate del 2,3% rispetto ai liv- AH SR AC GN IR AH serra continua ad essere SR AC GN IR AH SR elli del 2000. I Paesi industrializzati continuano a generare AC GN IR GN AH IR sostanziale e per ogni SR AH AC SR AC GN più della metà delle emissioni di gas serra, nonostante rap- IR AH SR AC GN IR AH SR AC presentino soltanto un sesto della popolazione mondiale, a anno che non rispetta maggior danno dei Paesi più poveri. Sono inoltre i Paesi che maggiormente hanno contribuito a far sì che la conferenza Kyoto lo Stato pagherà di Copenaghen non portasse ad ulteriori significativi vincoli una penalità di 1,8 internazionali. Non mancano, però, segnali positivi: l’Unione miliardi di euro con i soldi Europea è quella che ha preso con maggiore serietà gli im- dei contribuenti! pegni sottoscritti diminuendo le emissioni climalteranti del 4,3% rispetto al 1990. Grazie all’approvazione del pacchetto energia e clima approvato alla fine del 2008, con la diret- tiva 20-20-20 ha sancito nuovi obiettivi per il 2020: -20% di gas serra; 20% di energia da rinnovabili; e fino al 20% di efficienza energetica. Ma non basta. Per evitare conseguenze irreversibili sul Pianeta, tutti i Paesi industrializzati devono ridurre le proprie emissioni almeno del 40% entro il 2020.
    • La soluzione è nelle azioni la ricetta di legambiente Per saperne di più… Tutti i Paesi industrializzati devono Ecosportello energia: lo sportello informativo di • ridurre i gas serra del 40% entro il 2020 rispetto Legambiente per tutti i cittadini; ai livelli del 1990 e dell’80% entro il 2050; una struttura permanente per la promozione delle fonti • stanziare risorse economiche per permettere alle economie in via di sviluppo di adottare tecnologie rinnovabili. verdi e sostenibili e per la lotta alla deforestazione; www.ecosportelloenergia.org • individuare adeguati strumenti per la lotta alla deforestazione, oggi responsabile del 25% delle emissioni globali di gas a effetto serra; Centro Nazionale di Legambiente per le rinnovabili: G IN AR R SH CA • limitare il ricorso ai crediti di carbonio e corregge- re le attuali disfunzioni degli strumenti di mercato; un aiuto concreto e diretto per gli enti locali e le • investire nelle rinnovabili e per l’efficienza ener- pubbliche amministrazioni, getica; per orientarsi nell’uso sostenibile dell’energia. • assicurare la gestione multilaterale e democratica dei fondi per la lotta ai cambiamenti climatici. www.fonti-rinnovabili.it
    • piccoli gesti, grandi risultati Legambiente ha fondato una città virtuosa costruita sugli impegni di ognuno di noi. Una città virtuale dove poter essere attori concreti del cambiamento e misurare quanto le nostre scelte possano fare bene all’ambiente. Tutto questo è Stop the Fever City. Chi aderisce annuncia una propria azione di riduzi- one dei consumi, raccolta differenziata, scelte di consumo consapevole, mobilità sostenibile, lotta G IN AR R SH CA agli sprechi. Cresce così la community di Stop the Fever City, costituita da tutti quei cittadini che si Qualche esempio? impegnano ad abbassare le proprie emissioni di CO2. Se vuoi sapere quanto alcuni tuoi piccoli gesti possono fare bene all’ambiente, usa il nostro cal- Spegnendo lo colatore che ti dirà esattamente quanta CO2 puoi stand-by del risparmiare con il comportamento virtuoso che hai deciso di adottare. televisore (anche la lucina è un consumo inutile) in un anno si possono risparmiare www.stopthefever.org 80 kg di CO2 www.viviconstile.org
    • Le bugie del nucleare Il nucleare di oggi è di nuova Per il clima contro generazione. FALSO Il nucleare di 4^ generazione è il nucleare ancora in fase di ricerca e forse vedrà la luce tra il 2030 e 2040. Con l’atomo si rispettano gli accordi sui cambiamenti La tecnologia proposta dal governo, climatici. FALSO quella di “3… generazione evoluta”, Le centrali, se il governo decidesse oggi per la loro costruzione, entrerebbero in funzione tra 10-15 anni, non ha risolto nessuno dei problemi rendendo impossibile il rispetto della scadenza eu- noti da anni come lo smaltimento dei ropea al 2020 incorrendo in ulteriori sanzioni che si rifiuti radioattivi prodotti. andranno ad aggiungere a quelle purtroppo inevitabili R SH AR IN G L’Italia si sta quindi candidando a pro- CA del protocollo di Kyoto. muovere una tecnologia inquinante, Il nucleare ridurrà la bolletta energetica. FALSO insicura, costosa e vecchia! La produzione elettrica dal nucleare - includendo anche lo smantellamento delle centrali e lo smalti- Lo sapevi che…l’energia prodotta nel mento delle scorie radioattive - è una delle modalità mondo dagli impianti eolici installati più costose. nel 2007 è il triplo dell’energia Il nucleare ridurrà le importazioni. FALSO prodotta da impianti nucleari nello Il nucleare produce solo elettricità, pari a circa 1/3 stesso periodo. dei consumi energetici finali italiani, e non calore o carburante per i trasporti. Quindi non permetterà Firma la petizione alcuna sostanziale riduzione delle importazioni dei Per il Clima contro il Nucleare combustibili fossili. su www.legambiente.it
    • Legambiente per il clima A bordo del Treno Verde 2010 GN IR AH SR AC Parte a metà febbraio il convoglio ambientalista di Legambiente e Ferrovie dello Stato. Quest’anno si celebra la ventesiama edizione della campagna che viene festeggiata con Obiettivo Città il concorso fotografico che permetterà di fare scatti fotografici del “bello” e del “brutto” delle nostre citta. GN GN IR AH SR AC Partecipa anche tu, vai su www.legambiente.it IR AH SR AC GN IR AH SR AC GN IR AH per info trenoverde@legambiente.it SR AC GN IR GN AH IR SR AH AC SR AC GN IR AH SR AC GN IR AH SR AC Classe per l’ambiente La campagna di Legambiente rivolta alle classi che si impegnano in azioni concrete di cittadinanza attiva per ridurre le emissioni di CO2. scuola.formazione@legambiente.it , ragazzi@legambiente.it Comuni rinnovabili 2010 È il Rapporto annuale di Legambiente sulla diffusione delle rinnovabili AC sul territorio italiano, le politiche e le buone pratiche dei Comuni. comuni.cambiodiclima@legambiente.it GN IR AH SR AC Profughi ambientali Sono circa 6 milioni l’anno le persone costrette a lasciare il proprio GN IR AH SR AC HS RA C GN territorio a causa dei cambiamenti climatici. Un dato destinato ad au- IR AH SR AC GN IR GN AH IR SR AH mentare a causa di desertificazioni, inondazioni ed effetti del riscalda- AC SR AC IR AH SR AC GN IR AH SR AC mento globale. E’ miope pensare che l’Italia sia al sicuro: si stima che sono a rischio di sommersione definitiva circa 4.500 km2 del territorio e grandi aree andranno incontro a una prograssiva desertificazione. internazionale@legambiente.it G IN AR R SH CA
    • Sorgenia: l’efficienza è amica dell’ambiente Efficienza energetica e attenzione all’ambiente sono le linee guida della crescita di Sorgenia. Come produttore di energia elettrica, investe nelle fonti rinnovabili e nella costruzione di impianti a Ciclo Combinato a gas naturale, capaci di garantire massimo rendimento e massima compatibilità ambientale. Come fornitore, vuole contribuire a diffondere una nuova sensibilità nei confronti di un uso consapevole dell’energia. I prodotti della linea Consumo Intelligente sono la dimostrazione di come sia facile eliminare inutili sprechi e aiutare l’ambiente a partire dai più piccoli gesti quotidiani. www.sorgenia.it
    • Una passione lunga trent’anni Legambiente è nata nel 1980, erede dei primi nuclei ecologisti e del movimento antinucleare che si sviluppò in Italia e in tutto il mondo occidentale nella seconda metà degli anni ’70. Tratto distintivo dell’associazione è stato sempre l’ambientalismo STAMPA GRAFICHE VIERI - STAMPATO SU CARTA ECOLOGICA CON UTILIZZO DI INCHIOSTRI ATOSSICI EuPIA scientifico, la scelta, cioè, di fondare ogni iniziativa per la difesa dell’ambiente su una solida base di dati scientifici, che ci hanno permesso di accompagnare le nos- tre battaglie con l’indicazione di alternative concrete, realistiche, praticabili. Questo, GRAFICA DI www.kromosoma.com ILLUSTRAZIONI DI GoodChoice Studio www.goodchoicestudio.com assieme all’attenzione costante per i temi dell’educazione e della formazione dei cittadini, ha garantito il profondo radicamento di Legambiente nella società, fino a farne l’organizzazione ambientalista con la diffusione più capillare sul territorio: oltre 115.000 tra soci e sostenitori, 1.000 gruppi locali, 30.000 classi che partecipano a programmi di educazione ambientale, più di 3.000 giovani che ogni anno partecipano ai nostri campi di volontariato, oltre 60 aree naturali gestite direttamente o in col- laborazione con altre realtà locali. In tanti, insieme con lo stesso obiettivo: costruire un mondo migliore. E se dopo 30 anni siamo ancora qui, è grazie anche a chi ci ha sostenuto e accompagnato lungo una strada non sempre facile, a volte faticosa. Se anche tu vuoi condividere questo cammino, unisciti a noi, iscriviti a Legambiente! Per aderire chiamaci al numero 06.86268316, manda una mail a soci@legambiente.it o contatta il circolo Legambiente più vicino. Legambiente Onlus - Via Salaria 403, 00199 Roma … tel 06.862681 fax 06.86218474 www.legambiente.it … legambiente@legambiente.it tel. 06.862681 fax 06.86218474 - legambiente@legambiente.it - www.legambiente.it Scegli di sostenere Legambiente anche con il 5X1000! Il 5 per mille non costa nulla, ma può fare veramente tanto! Destinare il 5 per mille a Legambiente è semplice: con la dichiarazione dei redditi, sul modello 730, sull’Unico o sul CUD, firma nello spazio riservato alle Onlus (in alto a sinistra) e inserisci il codice 80458470582. Main partner Partner Media Partner
    • GN IR AH SR AC GN IR AH SR AC GN IR AH SR AC GN IR AH SR AC GN IR AH SR AC GN IR GN AH IR SR AH AC SR AC GN IR AH SR AC GN IR AH SR AC G IN AR R SH CA Piccoli gesti, grandi risultati Ecco le mosse giuste per fermare la febbre del Pianeta Le tue azioni quotidiane possono essere la soluzione Usa l’automobile solo quando è necessario! Lascia a casa l’auto e Spegni le luci quando GRAFICA DI www.kromosoma.com ILLUSTRAZIONI DI GoodChoice Studio www.goodchoicestudio.com STAMPA GRAFICHE VIERI - STAMPATO SU CARTA ECOLOGICA CON UTILIZZO DI INCHIOSTRI ATOSSICI EuPIA utilizza di più i mezzi pubblici. non servono! Usa la lavatrice e la Sostituisci le lampadine da lavastoviglie a basse temperature 100 W a incandescenza e a pieno carico! con le equivalenti da 20 W a basso consumo. Pulisci regolarmente il frigorifero Nell’acquistare nuovi e il congelatore e tara la elettrodomestici, scegli sempre temperatura adeguatamente quelli di classe A o superiore. alla stagione. Continua con noi la tua marcia per il clima sul sito www.stopthefever.org Il cambiamento dipende soprattutto da noi! Tutti gli appuntamenti della Settimana Amica del Clima 2010 su www.legambiente.it Main partner Partner Media Partner