Alberto D'Ottavi - Infoservi - Blogging
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Alberto D'Ottavi - Infoservi - Blogging

on

  • 1,411 views

Alberto D'Ottavi - Infoservi parla di blog e blogging 2.0

Alberto D'Ottavi - Infoservi parla di blog e blogging 2.0

Statistics

Views

Total Views
1,411
Slideshare-icon Views on SlideShare
1,334
Embed Views
77

Actions

Likes
2
Downloads
23
Comments
0

2 Embeds 77

http://www.socialmedialab.net 63
http://valoriprimilab.blogspot.com 14

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Alberto D'Ottavi - Infoservi - Blogging Alberto D'Ottavi - Infoservi - Blogging Presentation Transcript

    • Conversazioni 2.0 Blog, microblog e comunicazione in Rete Alberto DʼOttavi Infoservi.it 2009
    • 1.Premesse: Ci sono domande? Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Link: Perché è importante “Although a simple concept, the link has been one of the primary forces driving the success of the Web” (W3C Recommendation) • Ha consentito la costruzione di ipertesti ma non facenti parte di uno stesso “insieme” (es. unʼenciclopedia), bensì collegando elementi anche distanti tra loro, nello spazio e nel tempo: è lo “scheletro”, “lʼossatura” del Web “Hyperlinks are part of the foundation of the World Wide Web created by Tim Berners-Lee, but are not limited to HTML or the web. Hyperlinks may be used in almost any electronic media” (Wikipedia) • Tim Berners-Lee ha coniato il termine World Wide Web, ha scritto il primo server, httpd, e i primi programmi client (un browser e un editor), nell'ottobre del 1990 Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Pagerank • Eʼ sulla base dellʼanalisi dei link tra le pagine che Google elabora il Pagerank:  Classifica delle pagine  Usa lʼampia struttura dei link come indicatore del valore di una singola pagina. In sintesi, Google interpreta un link dalla pagina A alla pagina B come un voto assegnato da A a B (più un altro centinaio di parametri circa...) • Il Pagerank, a sua volta, contribuisce al posizionamento nei risultati di ricerca • Google combina il PageRank con tecniche di text-matching per trovare pagine che siano sia importanti sia rilevanti per la ricerca Link e PageRank contribuiscono a determinare la nostra presenza in Rete e il suo valore Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Pagerank Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Permalink • Definizione:  Sono link permanenti, corti, memorizzabili e facili da inviare via mail o altri strumenti di condivisione  Impiegati nei blog per indicare lʼindirizzo di un determinato “post” (articolo) • Realizzati in modo da non cambiare:  La stabilità dei link facilita citazione e collegamento da fonti esterne, perché gli indirizzi delle pagine diventano tracciabili • I Tag (etichette) aiutano lʼaggregazione:  Classificano il contenuto  Creano percorsi per argomento Quando si crea un collegamento a un post lʼautore se ne accorge. Così nascono le conversazioni, e per questo si parla di “Living Web” Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • • Il lancio della prima piattaforma commerciale per blog risale al 1999 • I Permalink arrivano intorno al 2000, insieme allo standard definitivo per gli RSS • Le Folksonomy sono del 2002 • I primi siti Web 2.0 sono del 2003 Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Perché? Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Perché? Look at 2006 through a different lens and you'll see another story, one that isn't about conflict or great men. It's a story about community and collaboration on a scale never seen before. It's about the cosmic compendium of knowledge Wikipedia and the million-channel people's network YouTube and the online metropolis MySpace. It's about the many wresting power from the few and helping one another for nothing and how that will not only change the world, but also change the way the world changes Time Magazine Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • • Cos’è: ricerca sviluppata tramite questionario on-line curato da Swg, Splinder.com, Università di Trieste e Punto Informatico (2007) Definizione di blog: “Il fenomeno per cui un cittadino qualsiasi può facilmente trasmettere i suoi pensieri, pubblicamente e in un luogo digitale, a un’audience informe che va da zero a un potenziale di milioni di persone” Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • • Per quanto ancora prioritari in termini di traffico, i siti dei media tradizionali sono in costante calo d’attenzione… … per cui oggi le domande sono: “Chi è l’influencer?” “Chi è il trend setter?” Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Ma soprattutto: cosʼè un blog??? Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • 2. Elementi costitutivi e Tecnica del blog • Grammatica • Retorica • Dialettica Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Il blog è personale... • Trova ciò che ti piace veramente • Dai spazio ai tuoi veri interessi – segui le tue passioni • Non seguire quello che fanno gli altri come metro di scelta sulle possibilità a tua disposizione • Uno dei principali motivi di abbandono di un blog è perché si limita a ripetere notizie altrui senza aggiungere “valore” Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • ...ma pubblico • Esprimere la propria opinione. Abbiamo un’opinione? Forse ripetere quanto dicono gli altri non è sufficiente, meglio aggiungere del nostro • Linkare. Segnalare cose che ti hanno colpito può essere utile e interessante. Vuol dire dargli un valore • Commentare. Frequentare gli altri blog e commentare i post è la vera forma di partecipazione Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • David Armano, Logic + Emotion Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • 3. “Ascoltare”: Come si leggono i blog Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Technorati • “The recognized authority on what's happening on the World Live Web, right now. We search, surface, and organize blogs and the other forms of independent, user-generated content (photos, videos, voting, etc.) increasingly referred to as Citizen Media” (Technorati) • Eʼ un motore di ricerca per blog • Tramite lʼanalisi del testo (e delle tag) dei post mette in evidenza gli argomenti di cui si discute di più • Tiene traccia delle conversazioni, e fornisce delle analisi • Tramite il conteggio dei permalink che portano a un blog, ne elabora una classifica (“Authority”) Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Technorati.com Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Technorati.com Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Google Blog Search Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Google Blog Search Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Techmeme Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Memesphere Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Feed • Altro aspetto che rende un blog differente è la tecnologia RSS: Really Simple Syndication  Consente di “abbonarsi” a un flusso di informazioni, ricevendo un avviso ogni volta che la pagina viene modificata • RSS viene utilizzato per “spingere” non solo i nuovi inserimenti sul blog, ma ogni tipi di dato: audio (podcast), video, foto, ecc • Nacque nel 1997 dalla confluenza della tecnologia quot;Really Simple Syndicationquot; di Dave Winer, utilizzata per pubblicare gli aggiornamenti del blog, e quot;Rich Site Summaryquot; di Netscape, che consentiva agli utenti di creare pagine con un flusso di dati aggiornati regolarmente • Questo cambia le abitudini di lettura: non si usa più “navigare” da un sito allʼaltro, ma si “aggregano” i feed dei blog in un apposito software Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Feed • Il feed di un sito web è un formato dati usato per “trasmettere” ai lettori contenuto che viene aggiornato frequentemente. Chi distribuisce contenuto mette a disposizione un feed (“canale”), a cui i lettori si possono “abbonare” (o “iscrivere”). Tale operazione è detta di syndication • Creare una collezione di feed che siano accessibili in un luogo solo è definito “aggregazione” • In uno scenario tipico, chi fornisce i contenuti pubblica sul suo sito il link a un feed, che i lettori possono leggere tramite un “aggregatore”, detto anche feed reader o news reader Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • • Aggregatori classici: • Bloglines.com • Google Reader • Start page: • iGoogle • PageFlakes Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Start pages: iGoogle Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Start pages: NetVibes Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • 4. Microblogging Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Microblogging Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Microblogging Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Microblogging Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Microblogging Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • NASA Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Microblogging Anche FriendFeed e lo stesso Facebook posso essere considerati strumenti di questo tipo Insistono sulla parcellizzazione del testo Il confine tra media (contenuti) e person-to-person communication (contatto) si fa sempre più labile Sono strumenti di presence, dove non è importante il messaggio ma, classicamente, il medium in sé Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Microblogging Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Microblogging Questi strumenti hanno un alto valore emotivo.... Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Microblogging ...e aiutano a stabilire relazioni forti tra le persone Alberto D’Ottavi – Infoservi.it
    • Grazie, ciao! Alberto DʼOttavi alberto@infoservi.it “Dottavi” o “hexholden” su praticamente ogni Pro pages http://albertodottavi.net Social Network Blogger on http://www.infoservi.it e/o sito Web 2.0 Member of http://1generation.net Teacher at http://www.naba.it Free download from In libreria http://Infoservi.it Credits: Cover image: http://it.blogbabel.com; Pag. 45: Vanz Alberto D’Ottavi – Infoservi.it