WEB 2.0., WEB APP., SOCIAL NETWORKS, BLOG: CHI RISPONDE PER I CONTENUTI POSTATI DAGLI UTENTI?
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

WEB 2.0., WEB APP., SOCIAL NETWORKS, BLOG: CHI RISPONDE PER I CONTENUTI POSTATI DAGLI UTENTI?

  • 661 views
Uploaded on

 

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
661
On Slideshare
377
From Embeds
284
Number of Embeds
3

Actions

Shares
Downloads
9
Comments
0
Likes
0

Embeds 284

http://www.smau.it 280
http://future.smau.it 3
https://twitter.com 1

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Titolo  della  presentazione Avv. Roberto Alma - Lawyers in Action Cultore della materia di diritto delle comunicazioni - Università Roma Tre ! WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL   NETWORKS,  BLOG:  CHI   RISPONDE  PER  I  CONTENUTI   POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 2. Titolo  della  presentazione Obiettivi  del  Workshop • Comprendere  la  problematica  legata  agli  UGC   ! • Comprendere  il  quadro  normativo  relativo  alla  responsabilità  dei  gestori  dei   siti  internet   ! • Conoscere  i  principali  orientamenti  giurisprudenziali  in  materia   ! • Orientare  i  propri  business  model  per  “minimizzare  i  rischi” WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 3. Titolo  della  presentazioneWEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI? Diffusione  UGC Evoluzione  rete   internet Nascita  e  sviluppo   di  nuovi  segmenti  di   mercato Adeguamento   infrastrutture  informatiche   provider   Passaggio  da   comunicazione  “verticale”  a   “orizzontale” Forti  incentivi  alla   partecipazione  “attiva”   degli  utenti
  • 4. Titolo  della  presentazione Il  caso  TripAdvisor • Servizio   internet   di   aggregazione   delle   recensioni   e   dei   commenti   offerti   dagli  utenti   • Cosa  accade  in  presenza  di  recensioni  non  veritiere  e/o  diffamatorie? WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 5. Titolo  della  presentazione Il  caso  TripAdvisor • Corte  distrettuale  del  Tennessee  -­‐  Sentenza  del  22  agosto  2012   • Il   caso:   inserimento   di   un   hotel   nella   classifica   degli   hotel   più   sporchi   del   2011   ! • Azione   di   risarcimento   danni   intentata   dal   proprietario   dell’hotel   nei   confronti  di  Tripadvisor     ! • Il  proprietario  lamentava  che  la  presenza  del  proprio  hotel  nella  “speciale”   classifica  dipendesse  da  commenti  e  recensioni  non  veritiere  e  palesemente   diffamatorie WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 6. Titolo  della  presentazione Il  caso  TripAdvisor • Corte  distrettuale  del  Tennessee  -­‐  Sentenza  del  22  agosto  2012   • Il  giudice:  Non  è  responsabile  il  gestore  di  un  portale  informativo  in  materia   di   viaggi   (nel   caso   di   specie   TripAdvisor)   per   l'avvenuta   pubblicazione,   sul   proprio  sito,  della  classifica  degli  “hotel  più  sporchi  del  2011″,  ottenuta  sulla   base  dei  giudizi  espressi  dai  propri  utenti  registrati   ! • Nozione  di  dichiarazione  “diffamatoria”     • una   determinata   dichiarazione   (non   veritiera   o   basata   su   visioni   distorte   della  realtà)  potrà  essere  considerata  come  “diffamatoria”  solo  laddove  una   persona  di  mera  ragionevolezza  possa  intenderla  come  “fatto  oggettivo”  e   non  come  “opinione  personale” WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 7. Titolo  della  presentazione La  questione:  chi  risponde  per  gli  UGC? ! • Responsabilità  dell’utente?   ! • Criticità:   • individuazione  dell’utente  (spesso  anonimo);   • possibile  incapienza  del  relativo  patrimonio;   • necessità   di   una   collaborazione   dell’ISP   (per   ottenere   i   relativi   dati   identificativi)   • scarsa  deterrenza  delle  eventuali  sanzioni WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 8. Titolo  della  presentazione La  questione:  chi  risponde  per  gli  UGC? ! • Responsabilità  del  provider?   ! • Vantaggi:   • maggiore  capienza  patrimoniale;   • astratta  possibilità  di  controllo  sui  contenuti;   • forte  deterrenza  delle  sanzioni;   ! • Criticità:   • regime  processuale  onere  della  prova  (art.  2043  c.c.);   • disincentivo  ad  entrare  nel  mercato;   • monitoraggio  impossibile  (in  concreto) WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 9. Titolo  della  presentazione Il  quadro  normativo  Europeo • Europa:  Direttiva  2000/31/EC  (commercio  elettronico)   • Regime  di  responsabilità  previsto  per  le  attività  di  memorizzazione  (hosting)   ! • (art.  15)  L’internet  provider  non  ha  un  obbligo  di  sorveglianza:   • non   è   tenuto   a   “sorvegliare”   le   informazioni   trasmesse,   né   ad   attivarsi   per   ricercare  eventuali  informazioni  illecite   ! • (art.  14)  L’internet  provider  risponde  per  i  contenuti  di  terzi  solo  se:   • a  conoscenza  dell’illiceità,  ovvero  in  presenza  di  elementi  che  ne  dimostrino  la   manifesta  illiceità;   • venuto   a   conoscenza   dell’illiceità,   non   si   sia   attivato   per   rimuovere   le   informazioni  o  disabilitarne  l’accesso. WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 10. Titolo  della  presentazione Il  quadro  normativo  Europeo • Europa:  Direttiva  2000/31/EC  (commercio  elettronico)   • Ratio  dell’esenzione   ! • (considerando  42)     • Le   deroghe   alla   responsabilità   stabilita   nella   presente   direttiva   riguardano   esclusivamente   il   caso   in   cui   l'attività   di   prestatore   di   servizi   della   società   dell'informazione  si  limiti  al  processo  tecnico  di  attivare  e  fornire  accesso  ad   una   rete   di   comunicazione   sulla   quale   sono   trasmesse   o   temporaneamente   memorizzate   le   informazioni   messe   a   disposizione   da   terzi   al   solo   scopo   di   rendere  più  efficiente  la  trasmissione.  Siffatta  attività  è  di  ordine  meramente   tecnico,  automatico  e  passivo,  il  che  implica  che  il  prestatore  di  servizi  della   società  dell'informazione  non  conosce  né  controlla  le  informazioni  trasmesse  o   memorizzate WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 11. Titolo  della  presentazione Il  caso  Ebay  v.  l’Oréal • Presenza  su  ebay  di  prodotti  contraddistinti  dal  marchio  l’oréal  senza  autorizzazione;   • Presenza  su  ebay  di  prodotti  contraffatti. WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 12. Titolo  della  presentazione Il  caso  Ebay  v.  l’Oréal • Sentenza  C-­‐324/09  Corte  di  Giustizia  UE  -­‐  12  luglio  2011   • Non   possono   applicarsi   le   esenzioni   previste   dalla   Direttiva   2000/31/CE   quando   il   provider   non   si   sia   limitato   a   memorizzare   i   dati   forniti   dagli   utenti   (es.   offerte   di   vendita)   ma   abbia   “svolto   un   ruolo   attivo   atto   a   conferirgli  la  conoscenza  o  il  controllo  sui  dati  medesimi”   ! • Si  desume  il  “ruolo  attivo”:   – predeterminazione  da  parte  di  ebay  delle  modalità  di  vendita;   – assistenza  diretta  alla  promozione  delle  offerte  di  vendita;   – utilizzo  dei  marchi  “L’Oréal”  nel  sistema  Google  adwords  (link  sponsorizzati)   – ottimizzazione  della  presentazione  delle  offerte WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 13. Titolo  della  presentazione Il  quadro  normativo  Italiano • Italia:  Decreto  legislativo  70/2003  (commercio  elettronico)   • Regime  di  responsabilità  previsto  per  le  attività  di  memorizzazione  (hosting)   ! • (art.  17)  L’internet  provider  non  ha  un  obbligo  di  sorveglianza:   • non   è   tenuto   a   “sorvegliare”   le   informazioni   trasmesse,   né   ad   attivarsi   per   ricercare  eventuali  informazioni  illecite….   ! • ….ma  ha  una  serie  di  obblighi  (art.  17  comma  2)   • informazione   nei   confronti   delle   autorità   in   caso   di   conoscenza   di   presunte   attività  illecite;   • comunicazione  dei  dati  identificativi  dei  responsabili  alle  autorità  competenti WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 14. Titolo  della  presentazione Il  quadro  normativo  Italiano • Italia:  Decreto  legislativo  70/2003  (commercio  elettronico)   • Regime  di  responsabilità  previsto  per  le  attività  di  memorizzazione  (hosting)   ! • (art.   16)   L’hosting   provider   non   risponde   dei   contenuti   (illeciti)   di   terzi   purché:   • non  sia  a  conoscenza  che  dette  informazioni  siano  effettivamente  illecite;   • venuto   a   conoscenza   dell’illiceità,   non   si   sia   attivato   per   rimuovere   le   informazioni  o  disabilitarne  l’accesso,  in  seguito  ad  una  comunicazione  delle   autorità  competenti. WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 15. Titolo  della  presentazione Clausole  contrattuali  “difensive” • I   provider   si   tutelano   inserendo   clausole   di   manleva   e   di   limitazione   di   responsabilità:   ! ! • L'utente   riconosce   ed   accetta   di   essere   l'unico   responsabile   dei   propri   Contenuti  e  delle  conseguenze  del  loro  caricamento  online  o  pubblicazione.   il  Provider  non  avalla  Contenuti  o  opinioni,  raccomandazioni  o  consigli  in   essi   contenuti,   e   declina   espressamente   ogni   e   qualsiasi   responsabilità   in   relazione  ai  Contenuti. WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 16. Titolo  della  presentazione Clausole  contrattuali  “difensive” • I  provider  si  tutelano  inserendo  clausole  con  cui  si  riservano  di  rimuovere   i  contenuti  illeciti:   ! ! • Nel   momento   in   cui   dovesse   venire   a   conoscenza   di   qualsiasi   potenziale   violazione   dei   presenti   Termini,   il   Provider   si   riserva   il   diritto   (ma   non   ha   l'obbligo)  di  decidere  se  i  Contenuti  si  conformino  con  i  requisiti  previsti  nei   presenti  Termini  e  potrà  rimuovere  tali  Contenuti  e/o  inibire  l'accesso  di  un   utente   al   caricamento   dei   Contenuti   che   siano   in   violazione   dei   presenti   Termini   in   qualsiasi   momento,   senza   preavviso   ed   a   sua   esclusiva   discrezione. WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 17. Titolo  della  presentazione Clausole  contrattuali  “difensive” • I   provider   acquisiscono   dall’utente   il   diritto   di   sfruttare   i   Contenuti   di   quest’ultimo:   ! ! • Quando   l'utente   carica   o   pubblica   Contenuti   sul   Sito,   contestualmente   concede  al  Provider  una  licenza  per  il  mondo  intero,  non  esclusiva,  gratuita,   trasferibile   (con   diritto   a   concedere   sub-­‐licenze)   ad   usare,   riprodurre,   distribuire,  preparare  opere  derivate,  visualizzare  ed  eseguire  tali  Contenuti   in  connessione  alla  fornitura  del  Servizio  ed  in  altro  modo  in  connessione   con   la   fornitura   del   Servizio   e   dell'attività   commerciale   del   Provider,   comprese,   a   titolo   meramente   esemplificativo,   la   promozione   e   la   ridistribuzione  di  tutto  o  parte  del  Servizio  (e  delle  relative  opere  derivate)   [in  qualsiasi  formato  e  tramite  qualsiasi  canale  di  comunicazione]; WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 18. Titolo  della  presentazione Il  caso  Youtube  v.  RTI • R.T.I.,  chiede  al  Tribunale  di  Roma  di  ordinare  a  Youtube  LLC  la  rimozione   immediata  dei  video  del  grande  fratello  9 WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 19. Titolo  della  presentazione Il  caso  Youtube  v.  RTI • Tribunale   Roma   16   Dicembre   2009:   accoglie   la   domanda   proposta   nei   confronti  di  Youtube,  ritenuta  responsabile  perché:   ! • non  si  limita  ad  offrire  uno  spazio  di  memorizzazione,  ma  organizza  i  contenuti,   anche  nell’ottica  di  un  più  efficace  sfruttamento  pubblicitario;   • le   clausole   contrattuali   delle   Terms&Conditions   rivelano   la   possibilità   per   Youtube  di  controllare  i  contenuti  degli  utenti  e  di  rimuovere  quelli  illeciti  (es.   pedopornografici)   • non   poteva   non   essere   a   conoscenza   dell’illiceità   dei   contenuti,   stante   le   numerose  diffide  inviate. WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 20. Titolo  della  presentazione Il  caso  R.T.I.  v.  Yahoo • R.T.I.,  chiede  al  Tribunale  di  Milano  di  ordinare  a  Yahoo  la  rimozione  degli   spezzoni   di   filmati   relativi   ai   programmi   Amici,   Grande   Fratello,   Zelig,   Le   Iene,  Striscia  la  Notizia. WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 21. Titolo  della  presentazione Il  caso  R.T.I.  v.  Yahoo • Tribunale   di   Milano,   sentenza   9   settembre   2011:   riconosciuta   anche   in   questo  caso  la  natura  di  hosting  attivo  in  capo  a  Yahoo,  perché:   ! • vi  era  un’associazione  di  messaggi  pubblicitari  connessi  con  i  contenuti  caricati   dagli  utenti;   • a  livello  contrattuale,  vi  era  la  riserva  espressa  della  facoltà  di  rimozione  dei   contenuti   illeciti;   nonché   la   riserva   espressa   della   facoltà   di   riutilizzare   i   contenuti  degli  utenti  per  finalità  promozionali;   • vi  era  un  servizio  aggiuntivo  di  indicazione  all’utente  dei  “video  correlati” WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 22. Titolo  della  presentazione Hosting  “attivo”  e  “passivo”  in  Italia WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI? hosting  passivo hosting  attivo -­‐  servizio  di  memorizzazione  dati   -­‐  assenza  di  “controllo”     -­‐  assenza  di  servizi  aggiuntivi   -­‐  clausole  contrattuali  neutre -­‐  servizi  aggiuntivi   -­‐  organizzazione  contenuti  utenti     -­‐  facoltà  di  rimozione  UGC   -­‐  facoltà  di  sfruttamento  UGC   -­‐  contenuti  pubblicitari  legati  agli  UGC   -­‐  correlazione  contenuti
  • 23. Titolo  della  presentazione Responsabilità  per  i  commenti  degli  utenti WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI? ?
  • 24. Titolo  della  presentazione Il  caso  Delfi  AS  v.  Estonia • Una  compagnia  di  trasporti  estone  agisce  nei  confronti  del  portale  online   Delfi   AS,   chiedendo   anche   il   risarcimento   dei   danni   subiti   derivanti   dalla   presenza   di   commenti   diffamatori   postati   di   seguito   ad   un   articolo   di   un   giornalista  del  portale. WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 25. Titolo  della  presentazione Il  caso  Delfi  AS  v.  Estonia • Corte  Appello  Tallinn,  2012:   • Si   esclude   l’applicazione   al   portale   della   favorevole   disciplina   (esenzioni)   prevista  per  l’attività  di  hosting,  perché:   ! • il  provider  non  svolgeva  un’attività  di  mera  intermediazione  tecnica,  ma  forniva   contenuti;   • aveva  implementato  nel  proprio  portale  la  possibilità  di  pubblicare  commenti;   • aveva  invitato  gli  utenti  a  partecipare  attivamente  alla  discussione;   • traeva   un   chiaro   vantaggio   commerciale   (numero   di   visite)   dal   fatto   che   gli   utenti  fossero  stimolati  a  partecipare  alla  discussione;   ! • Corte  Europea  Diritti  Uomo,  2013 WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 26. Titolo  della  presentazione Chi  risponde  per  i  commenti  degli  utenti? • Sistema  U.S.A:  esiste  una  normativa  specifica:   • Section  230  del  Communication  Decency  Act:   ! • “nessun   fornitore   o   utente   di   un   servizio   informatico   interattivo   sarà   considerato  editore  o  autore  di  qualsivoglia  informazione  fornita  da  un  terzo”   ! • la   giurisprudenza   americana   è   chiara   nello   stabilire   che   gli   editori   di   periodici   telematici  non  sono  responsabili  per  i  commenti  postati  dagli  utenti  (Spreadbury  v.   Bitterroot  Pub.  Library,  2012)  e  lo  stesso  vale  per  provider  quali  Facebook,  Google  e   LexisNexis  (es.  Gaston  v.  Facebook,  Inc.,  2012)   ! • Limite  del  “contributo  materiale”  alla  produzione  e  pubblicazione  dell’informazione   illecita WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 27. Titolo  della  presentazione Chi  risponde  per  i  commenti  degli  utenti? • Europa:  assenza  di  una  disciplina  specifica   • Problematica:     ! • Chi   consente   agli   utenti   di   postare   commenti   (es.   blog/periodico/app/ servizio)  rientra  nella  nozione  di  hosting  provider  o  di  content  provider? WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI? Hosting  provider   Content  provider memorizza  e   pubblica  contenuti   di  terzi fornisce  contenuti   propri
  • 28. Titolo  della  presentazione Differenze  tra  i  regimi  di  responsabilità ! • Hosting   Provider:   risponde   solo   nei   casi   previsti   dalla   normativa   del   commercio  elettronico:  i)  conoscenza  illiceità  del  contenuto;  ii)  successiva   inattività   ! • Content   Provider:   non   può   avvalersi   delle   esenzioni   di   responsabilità   e   risponde  dei  propri  contenuti  secondo  le  regole  ordinarie  (es.  2043  c.c.) WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 29. Titolo  della  presentazione Normativa  italiana • Art.  16  comma  2  D.lgs  70/2003:   • L’esenzione  di  responsabilità  (per  l’attività  di  hosting)  viene  meno  laddove  il   destinatario   del   servizio   abbia   agito   sotto   il   controllo   e   l’autorità   del   prestatore   ! • Il  presupposto  della  responsabilità  del  provider  deve  quindi  ricollegarsi  ad   un  intervento  effettivo  sui  contenuti  offerti  dagli  utenti   ! • L’area  “commenti”  di  un  sito  dovrebbe  essere  ricondotta  alla  stregua  di  un   mero  spazio  di  discussione  (forum) WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 30. Titolo  della  presentazione Il  caso  del  “forum” • Tribunale  di  Viterbo,  15  aprile  2010:   ! • lo   spazio   riservato   ad   un   forum   su   internet   è   un   luogo   virtuale   per   dialogare   e   confrontarsi   non   differente   dallo   spazio   che   qualsivoglia   esercizio   commerciale   possa  riservare  ai  propri  avventori  per  discutere  ed  esprimere  opinioni.  Il  gestore   non   ha   alcun   potere   di   controllo   o   di   verifica   del   contenuto   dei   testi   né   ha   una   pretesa  di  fornire  –  attraverso  le  opinioni  e  le  discussioni  “ospitate”  –  informazioni   esatte  e  veritiere,  limitandosi  dunque  a  fornire  un  luogo  nel  quale  ciascuno  possa,   non  dare  o  fare  informazione,  ma  esprimere  opinioni  ed  aprire  un  dibattito WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 31. Titolo  della  presentazione Cosa  accade  all’estero? • Germania:   ! • Dottrina  della  cd.  appropriazione:  il  provider  risponde  dei  contenuti  di  terzi   come  se  fossero  propri  contenuti  solo  laddove  vi  sia  un’attività  materiale   atta  a  far  presumere  che  il  provider  si  sia  “appropriato”  di  quei  contenuti   ! • Necessaria  un’indagine  case-­‐by-­‐case  sulla  struttura  del  sito  internet WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 32. Titolo  della  presentazione Il  caso  del  “portale  di  condivisione  ricette” ! • Corte  di  Appello  di  Amburgo,  2007:   • Riconosciuta   l’appropriazione   delle   ricette   (postate   dagli   utenti)   da   parte   del  provider,  perché:   ! • le  ricette  costituivano  l’intero  contenuto  editoriale  del  sito;   • venivano  revisionate  dal  gestore  del  sito  prima  della  pubblicazione;     • in  seguito  alla  pubblicazione,  veniva  apposto  il  logo  del  gestore  del  sito; WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 33. Titolo  della  presentazione Il  caso  del  “portale  informativo” ! • Corte  di  Appello  di  Amburgo,  2009:   • Con   riferimento   ai   commenti   pubblicati   su   un   portale   informativo   online   non  è  stata,  invece,  riconosciuta  l’appropriazione  dei  medesimi  da  parte  del   provider,  perché:   ! • i  contenuti  erano  stati  pubblicati  all’interno  dell’area  “community”   • l’area  community  era  stata  ben  distinta  anche  graficamente  dall’area  editoriale WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 34. Titolo  della  presentazione Cosa  accade  all’estero? • Francia:   ! • Dottrina  della  cd.  scelta  editoriale:  il  provider  risponde  dei  contenuti  di  terzi   solo  laddove  sia  riscontrabile  una  “scelta  editoriale”  nella  visualizzazione   dei  contenuti  in  questione.   ! • Necessaria  un’indagine  case-­‐by-­‐case  sulla  struttura  del  sito  internet WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 35. Titolo  della  presentazione Il  caso  del  “portale  informativo” ! • Corte  di  Appello  di  Parigi,  2008:   • Con  riferimento  ai  commenti  pubblicati  su  un  portale  informativo  online  si   è  affermata  la  sussistenza  di  una  scelta  editoriale  sulla  base  di:   • un   servizio   di   moderazione,   sulla   base   del   quale   i   contenuti   venivano   rielaborati  e,  comunque,  modificati  da  parte  del  gestore  del  sito   ! • In  assenza  di  un  servizio  di  moderazione,  invece,  è  stata  affermata  la  piena   applicabilità  della  normativa  prevista  per  l’hosting  provider WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 36. Titolo  della  presentazione Cosa  accade  all’estero? • U.S.A:   ! • Unico  limite  all’applicazione  della  Sect.  230  è  la  sussistenza  di  un  contributo   materiale  del  provider  in  relazione  alla  pubblicazione  di  materiale  illecito;   ! • Vi  sono,  tuttavia,  due  distinti  orientamenti:   • In  alcune  pronunce  è  stato  riscontrato  il  contributo  materiale  nel  fatto  che  il   provider  avesse  semplicemente  stimolato  la  “partecipazione  attiva  dell’utente”   (Jones  v.  Dirty  World  Entertainment,  2012)   • In   altre   pronunce,   invece,   è   stato   ritenuto   necessario   un   quid   pluris,     consistente   in   un’effettiva   modifica   e/o   alterazione   dei   commenti   (Gains   v.   Romkey,  2012) WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI?
  • 37. Titolo  della  presentazione Quadro  di  sintesi WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI? WEBSITE Area   “editoriale” Area     “commenti” Content  Provider Hosting  Provider
  • 38. Titolo  della  presentazione Practical  Tips WEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI? Minimizzare   la  responsabilità Evitare   clausole  contrattuali   “a  rischio” Separare   graficamente  l’area   editoriale  dall’area   commenti Attenzione   alla  moderazione   dei  contenuti Evitare  possibili   “appropriazioni”  (es.   associare  il  proprio  logo   agli  UGC) Attenzione  ai   messaggi  pubblicitari   (evitare  le  associazioni   con  gli  UGC)
  • 39. Titolo  della  presentazioneWEB  2.0.,  WEB  APP.,  SOCIAL  NETWORKS,  BLOG:  CHI  RISPONDE  PER  I  CONTENUTI  POSTATI  DAGLI  UTENTI? Grazie  per  l’attenzione!   ! Avv.  Roberto  Alma  -­‐  Lawyers  in  Action   Cultore  della  materia  di  Diritto  delle  comunicazioni  “Università  Roma  Tre”   ! info:  roberto.alma@lawyersinaction.eu   http://www.lawyersinaction.eu/   http://www.iusinaction.com/   ! !