Your SlideShare is downloading. ×
0
Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire
Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire
Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire
Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire
Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire
Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire
Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire
Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire
Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire
Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire
Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire
Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire
Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire

120

Published on

Published in: Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
120
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. SMAU Roma 2014 Workshop: Scienze sociali e computer science: una partnership da costruire Focus on: APULIA CULTURAL IDENTITY PATH Relatore: Duilio Carusi Consulente Area Pubblica Amministrazione, Sanità e Non Profit LUISS Business School, Referente PMO progetto Apulia Cultural Identity Path Contatto: duilio.carusi@gmail.com
  • 2. 2 Il progetto si colloca nella linea 2 “Cultura ad impatto aumentato” dell’avviso MIUR per la presentazione di progetti di ricerca industriale e per il sostegno di start up riferiti all’ambito tecnologico “Spazi della Cultura 2.0”: Mercoledì, 19 Marzo 2014 | D.Carusi APULIA CULTURAL IDENTITY PATH Ambito Impatto aumentato Valore, creazione di valore e catena del valore Innovazione tecnologica, replicabilità e nuovi modelli di consumer experience Contaminazione tra settori e integrazione multilivello di azione/applicazione Progetti mirati allo sviluppo di soluzioni tecnologiche per la valorizzazione di beni e siti culturali, promuovendone nuovi modelli di interazione, interpretazione, destinazione d’uso, riuso e fruizione, anche nel quadro di politiche pubbliche e di valorizzazione del territorio anche in chiave turistica
  • 3. 3 Mercoledì, 19 Marzo 2014 | D.Carusi APULIA CULTURAL IDENTITY PATH Compagine di progetto LUISS FO.RI.S PhormaMentis AR.V.A. Archeologica Tinada EsperoSunny Solutions TEC Meanika WineHot
  • 4. 4 Secondo l’Organizzazione Mondiale del Turismo nel periodo 2010 – 2030 gli arrivi internazionali di turisti aumenteranno di una media di 43 milioni l’anno Gli arrivi internazionali passeranno così dagli oltre 1 miliardo nel 2012 a circa 1,8 miliardi nel 2030 L’Italia nel panorama mondiale è la quinta destinazione turistica La Puglia è la regione italiana che negli ultimi sette anni ha avuto i maggiori tassi d’incremento e sviluppo turistico. raggiungendo nel 2012 oltre 3,2 milioni di arrivi e 13,3 milioni di presenze Gli arrivi e le presenze di turisti stranieri sono aumentate divenendo nel 2012 il 20% degli arrivi totali nella regione Mercoledì, 19 Marzo 2014 | D.Carusi APULIA CULTURAL IDENTITY PATH La valorizzazione turistica dei beni culturali e la contestualizzazione pugliese: un settore STRATEGICO
  • 5. 5 Indagini dell’Osservatorio sul turismo della Regione evidenziano come la Puglia sia una destinazione turistica che si caratterizza per: • un irradiamento dei flussi turistici verso l’interno • un elevato valore identitario e una forte integrazione e espressione della stessa mediante l’enogastronomia, i prodotti e l’artigianato • rilevanza del folklore negli itinerari culturali e quale driver di integrazione con enogastronomia, artigianato e manifattura. L’immagine e il brand della Puglia (ricerca Demoskopea per Osservatorio sul turismo della Regione) presentano forti associazioni al dinamismo, innovazione, identità e intrattenimento rendendo la destinazione un importante incubatore di esperienze innovative di valorizzazione dei beni culturali. Mercoledì, 19 Marzo 2014 | D.Carusi APULIA CULTURAL IDENTITY PATH La valorizzazione turistica dei beni culturali e la contestualizzazione pugliese: un settore STRATEGICO
  • 6. 6 Numerosi fattori di cambiamento hanno fortemente modificato la fruizione e valorizzazione dei beni culturali e dei territori Modifica della struttura e degli assetti di mercato per cui è necessario : • maggiore personalizzazione nella proposta di valore per il visitatore • tradurre l’idea di valore in un product offering culturale espressione di un sistema a rete che veda coinvolti tutti gli stakeholder della filiera integrata; • creare condizioni di contatto più consoni al cliente, prima, durante e dopo la fruizione del bene culturale e/o del viaggio, e governare la fluidità dei canali di contatto Mercoledì, 19 Marzo 2014 | D.Carusi APULIA CULTURAL IDENTITY PATH Uno scenario globale in forte mutamento
  • 7. 7 La segmentazione dei fruitori del mercato delle arti, basato su differenti tipi di audience in cerca di diverse esperienze, consente di individuare i diversi pubblici piuttosto che basarsi su standard demografici e psicografici Solo recentemente il bene culturale è stato considerato in base all’esperienza della sua fruizione: si predilige l’ottica esperienziale Il ruolo del visitatore cambia: da destinatario passivo diventa protagonista generando un senso di appartenenza tramite la socializzazione delle esperienze individuali Il linguaggio di consumo indirizzato al fruitore culturale è sia in termini eteroriferiti, quindi al gruppo di riferimento, sia egoriferiti. Mercoledì, 19 Marzo 2014 | D.Carusi APULIA CULTURAL IDENTITY PATH Evoluzione dei Modelli di riferimento per la fruizione dei beni culturali.
  • 8. 8 Il progetto intende costruire un’offerta esperienziale nuova di immersione nell’identità pugliese da far vivere ai visitatori, integrando la componente culturale con quella enogastronomica, artigianale e manifatturiera. Target sono i visitatori esterni, ma anche i residenti (turismo interno) nell’ottica di un approccio più smart al proprio territorio L’attività si concentra sull’innovazione per la creazione di valore nei processi di: • Costruzione dell’offerta • Distribuzione • Fruizione Mercoledì, 19 Marzo 2014 | D.Carusi APULIA CULTURAL IDENTITY PATH Obiettivi del progetto
  • 9. 9 La costruzione dell’offerta viene sviluppata • in ampiezza attraverso la strutturazione di reti di poli attrattori/itinerari (mappatura POIN) • in profondità tramite l’integrazione del bene culturale con cibo, cultura, artigianato (CONF. ASS) La distribuzione Attraverso la ricerca territoriale vengono individuate le integrazioni di canale e di filiera in grado di garantire la più efficace distribuzione della product offering e di comunicazione della value proposition (MKT di progetto) La fruizione Sono state identificate alcune delle aree di contatto diretto e remoto, on e off line da parte del visitatore con il territorio, così da definire gli ambiti fisici e temporali di costruzione e rappresentazione dell’esperienza di immersione 2.0 nell’identità pugliese. (Realtà aumentata, QR, Game, ambienti sensibili) Mercoledì, 19 Marzo 2014 | D.Carusi APULIA CULTURAL IDENTITY PATH Obiettivi del progetto
  • 10. 10 L’accesso all’esperienza avverrà attraverso: • La realizzazione di spazi virtuali: Portale web – accesso contenuti, integrazione database esterni App mobile – accesso contenuti, prenotazione, geolocalizzazione, push, profiling, social strumenti di rinforzo della fruizione: Realtà aumentata, QrCode, Gamification Mercoledì, 19 Marzo 2014 | D.Carusi APULIA CULTURAL IDENTITY PATH Output del progetto lato client • L’allestimento di spazi fisici: realizzazione di ambienti sensibili (allestimenti multisensoriali presso i beni culturali), degustazioni evocative, partecipazione attiva alle attività artigianali e culturali Apulia Cultural Identitty Path WEB Platform Ambienti sensibili APP Mobile
  • 11. 11 Multidisciplinarietà Approccio multidisciplinare alla creazione e gestione dei contenuti, unendo: • attività propriamente di ricerca sociale e culturale come la digitalizzazione e creazione di database basati sul recupero della memoria (dialetti, ricette, canti, nomi, comunità) • ricostruzione digitale dei beni culturali per fruizione tramite realtà aumentata • attività di promozione e valorizzazione del tessuto produttivo locale tramite push e geolocalizzazione Fertilizzazione territoriale e Destagionalizzazione Reindirizzamento del flusso turistico normalmente rivolto ad attrattori di primo livello verso attrattori di secondo livello tramite la creazione di una rete di attrattori e di suggerimenti di fruizione basati sulle preferenze dell’utente o su previsioni attendibili delle stesse (componente social e profiling) Coinvolgimento nei “saperi” Riscoperta di tradizioni culturali e di mestieri altrimenti perduti da connettere ad una fruizione sia in remoto (prima o dopo l’esperienza - tramie tutorial e contenuti) sia in loco attraverso il coinvolgimento di aziende agroalimentare e di produzione (esperienze didattiche). Integrazione della fruizione dei contenuti culturali con di un sistema di couponing e scontistica da parte delle realtà territoriali secondo criteri di affinità e/o di prossimità. Gaming Rafforzamento dell’esperienza o anticipazione dell’esperienza attraverso azioni di gamification Mercoledì, 19 Marzo 2014 | D.Carusi APULIA CULTURAL IDENTITY PATH Alcuni aspetti caratteristici
  • 12. 12 Mercoledì, 19 Marzo 2014 | D.Carusi APULIA CULTURAL IDENTITY PATH Moduli o elementi componenti progetto • Analisi desk e field della domanda • acquisizione elaborazione info storiografiche, della memoria, di prodotti • rilevazioni sul campo • mappatura fotografica anche per la ricostruzione in realtà aumentata e 3D • omogeneizzazione sorgenti e archiviazione • archivio di comunità e definizione interrogazione semantica esperenziale Archivio integrato • integrazione contenuti e contaminazione tra settori • Integrazioni strumenti di fruizione (on e off line) • Progettazione e modellizzazione ambienti sensibili • Itinerari integrati esperenziali di fruizione • creazione canali social Integrazione e contaminazione tra settori on e offline della consumer experience • APP comprendente anche visite virtuali, informazioni multisettoriali, gamification, integrazione social, sistemi push relativi alla geolocalizzazione e offerte promozionali; • Piattaforma contenuti con sistema di fruizione /accesso matriciale per esperienze / attrattore o itinerario • Ambienti sensibili • Coinvolgimento territorio e stakeholder e sviluppo partnership Sperimentazione itinerari e strumenti, replicabilità e follow up
  • 13. 13 Mercoledì, 19 Marzo 2014 | D.Carusi APULIA CULTURAL IDENTITY PATH Grazie per l’attenzione e buona giornata Per ulteriori informazioni sul progetto Apulia Cultural Identity Path: duilio.carusi@gmail.com

×