Smau Roma 2012 Raffaele Crispino

505
-1

Published on

Marketing emozionale: neuroscienze e neuroeconomiaa supporto della customer experience

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
505
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Smau Roma 2012 Raffaele Crispino

  1. 1. Marketing emozionale: neuroscienze e neuroeconomia a supporto della customer experience Il quadro di riferimentoRaffaele CrispinoVice Presidente AISM e CEO Project & Planning
  2. 2. Perché AISM allo SMAU• AISM, Associazione Italiana Marketing, è lAssociazione senza fini di lucro che dal 1954 è impegnata a sviluppare la cultura e la professionalità del Marketing, divenendo il punto di riferimento per imprenditori, docenti universitari, manager, consulenti e ricercatori interessati al marketing professionale;• Opera su tutto il territorio nazionale attraverso i 6 Dipartimenti tematici, i Gruppi e le Delegazioni Territoriali Dipartimento Dipartimento Dipartimento di Marketing di Marketing di Marketing Bancario e Agro-Alimentare Farmaceutico Finanziario Coordinatore Coordinatore Coordinatore Giuseppe Carlini Giancarlo Cervino Giorgio Saronni Dipartimento Dipartimento Dipartimento di di Marketing di Marketing neromarketing Turistico Digitale e Territoriale Coordinatore Coordinatore Coordinatore 2 Pasquale Popolizio Francesco Gallucci Massimo Giordani
  3. 3. Il marketing emozionale E’ una disciplina giovane che riassume in sé due componenti fondamentali: o le molteplici declinazioni del marketing non convenzionale; o le tecnologie di misurazione del neuromarketing; Pone al centro dell’attenzione l’individuo, che interagisce con il mondo esterno mediante tutti i sensi, continuamente, percependo ed elaborando informazioni, oggetti, situazioni e prendendo decisioni, sotto l’influenza di emozioni . 3
  4. 4. Marketing emozionale e customer experience Il marketing emozionale punta a progettare e realizzare un’interazione con le dimensioni più profonde dei clienti per interpretare bisogni latenti e ricercare semplificazione, coinvolgimento e miglioramento della vita; Nessuna logica da “Persuasore occulto” Attraverso il marketing emozionale le aziende ricercano le chiavi di maggiore efficienza nella definizione e nella comunicazione di prodotti e servizi, cercando di semplificare l’accesso ai contenuti e, se richiesto dal cliente, di accrescere il valore del coinvolgimento emozionale: o sistemi di validazione cognitiva per la comunicazione pubblicitaria (es.: “Check Your Print”); o sistemi di validazione cognitiva per la comunicazione sul web (es.: “Check Your Web”); o Sistemi di progettazione polisensoriale dei PdV; Maggiore rilevanza del design partecipativo che coinvolge il cliente per progettare la customer experince. 4
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×