Una Vision per l'Informatica Pugliese:
Cloud, SaaS, Open Data, Big Data, organizzati in una filiera digitale

Distretto de...
Distretto IT in Puglia
Puglia ottimo bacino di competenze IT, ottime Università
Facoltà di Informatica di Bari nata nel 19...
Modello Near-Shore di Qualità
Alternativa Italiana di qualità all’Off-Shore nel BRIC
Software & Service Factory
Applicatio...
Distretto Produttivo dell'Informatica
Distretto Produttivo dell'Informatica
Condivisione della Visione del futuro dell’Informatica
• irrobustimento e caratteriz...
Distretto Produttivo dell'Informatica
SaaS (Software as a Service)
• Vision aggregante
• nuova frontiera del Software
• nu...
Serve una Grande Sfida per far crescere il territorio, sia come
servizi diffusi alla cittadinanza che come know-how compet...
Puglia Digitale 2.0
Kick off del progetto 15 gennaio 2013
Fine progetto 31.12.2014
Valore totale degli investimenti € 12.8...
Il progetto Puglia Digitale 2.0
intende portare sul Cloud le soluzioni e i
servizi offerti dalla
industria informatica pug...
Obiettivi Generali
Exprivia, Links, Openworks
• Maturare e distribuire nel Distretto competenza SaaS,
supportare la trasfo...
Obiettivi specifici

Exprivia
• Applicazioni pilota per una Citta’ Digitale 2.0
– Mobile Assistant per servizi al Cittadin...
Obiettivi Specifici
LINKS – Applicazioni SaaS per la Multicanalità Bancaria
CLE - Applicazioni SaaS per Servizi Socio-Sani...
Valore per il Territorio

Applicazioni Pilota per una CITTA’ INTELLIGENTE
• Mobile Assistant per cittadini
• Mobile Ticket...
Valore per il Territorio

Applicazioni Pilota per una CITTA’ INTELLIGENTE
• Mobile Assistant per Turisti
• Servizi geoloca...
Puglia Digitale 2.0: Obiettivo SaaS

Trasformare SW esistente

Catalogare e standardizzare
macro componenti di
business

C...
Catalogo SaaS del Distretto

Studio e diffusione di know-how su SaaS
Definizione di Modelli di Business del Distretto – Pa...
Puglia Digitale 2.0: Composizione SaaS
Piattaforma SaaS del Distretto

Ciascun Partner potra’ progettare e vendere nuovi Servizi SaaS
come Composizione di Serviz...
Puglia Digitale 2.0
Una Grande Sfida per far crescere il territorio, sia come servizi
diffusi alla cittadinanza che come k...
Visione 2013-2015
Sono stati istituiti quattro GST. Gruppi di Supporto Tecnico, per sviluppare le linee
strategiche del Di...
GST1: trasformazione da Missione a Mercato
Produzione “per missione”
• si intende la produzione di sistemi software per ri...
Priorità GST1
• Nella tabella seguente si evidenziano quelle che, a giudizio del
GST, sono le priorità temporali da rispet...
GST2:
Opportunità CLOUD per il Distretto IT …
Escludendo la ipotesi di competere su IaaS e PaaS, per le imprese del
Distre...
… Opportunità Cloud per il Distretto IT
Consulenza
– nella definizione dei requisiti di Cloud Computing e la definizione d...
GST3: Filiere Digitali
coalizioni di sistemi e SW
Consumerizzazione dell’IT
Il coordinatore della filiera digitale e’ l’UT...
GST4: OPEN Source e OPEN Data
verso la Open Knowledge

• Open Source e Riuso -> Spending Review
• Open Data -> Crescita e ...
GST4:

Open Knowledge

• Centro di Competenza “Open” del Distretto
• Guidato da Aziende
• Integrato a competenze Scientifi...
GST4:

Open Data

• Definizione di STD per Dominio Applicativo
• Allineati a Best Practice internazionali

• Metodi & Stru...
Catena del valore legata alla Public Sector
Information (PSI – Patrimonio Informativo della PA)
Open Data:
Obiettivi Specifici da perseguire
•
•
•
•

Diffusione degli standard tecnologici: RDF, RDF-S, OWL, SPARQL, SKOS...
GST4: Open Source
• E-FLOSS (Evaluation of Free/Libre and Open Source Software)
Messa a fuoco di una metodologia sistemati...
GST4: Open Source
due stream di lavoro
• BUY
– Acquisire OSS per vendere nuovi servizi
– Usare (in percentuale significati...
GST4: Open Source
Le azioni da intraprendere
• Attivare sperimentatori interessati ad un Living Lab su Open
Source
• Avvia...
Grazie per l’attenzione !
Luigi Dipace
luigi.dipace@exprivia.it
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Smau milano 2013 distretto ict

759 views
662 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
759
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
496
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Smau milano 2013 distretto ict

  1. 1. Una Vision per l'Informatica Pugliese: Cloud, SaaS, Open Data, Big Data, organizzati in una filiera digitale Distretto dell’Informatica Pugliese SMAU 2013
  2. 2. Distretto IT in Puglia Puglia ottimo bacino di competenze IT, ottime Università Facoltà di Informatica di Bari nata nel 1980 Politecnico: ingegneria informatica Molto apprezzato e riconosciuto su Grandi Clienti italiani Localizzate in Puglia Software Factory di Grandi Aziende di Informatica nazionali e internazionali In forte espansione nazionale e internazionale
  3. 3. Modello Near-Shore di Qualità Alternativa Italiana di qualità all’Off-Shore nel BRIC Software & Service Factory Application Management Outsourcing Laboratori di Ricerca e Sviluppo Possibilità di Finanziamenti
  4. 4. Distretto Produttivo dell'Informatica
  5. 5. Distretto Produttivo dell'Informatica Condivisione della Visione del futuro dell’Informatica • irrobustimento e caratterizzazione dei suoi attori territoriali • sinergie concrete: eliminazione delle ridondanze nell’offerta, pianificazione e condivisione delle competenze • pianificazione delle azioni di sistema per eliminare i gap • pianificazione della attività di R&S assieme alle università e i centri di ricerca, attraverso grandi progetti Consapevolezza che la partita dell’IT globale si gioca su mercati molto ampi e diversificati, che il Software per sua natura è un prodotto internazionale, che l’uscita dai confini locali rappresenta condizione necessaria per la proiezione nel futuro delle nostre aziende.
  6. 6. Distretto Produttivo dell'Informatica SaaS (Software as a Service) • Vision aggregante • nuova frontiera del Software • nuovo paradigma sui cui si orienteranno le modalità di produzione ed erogazione Nuovo modello di delivery di prodotti e servizi IT che focalizza l'attenzione su ciò che le tecnologie consentono di realizzare, piuttosto che sulle tecnologie in sé, con il risultato che il software non è più un asset gestito in proprio dall'utilizzatore ma è quest'ultimo che sceglie i servizi di cui usufruire, in base alle proprie reali necessità, contribuendo alla diffusione di un modello economico orientato al consumo IT.
  7. 7. Serve una Grande Sfida per far crescere il territorio, sia come servizi diffusi alla cittadinanza che come know-how competitivo delle aziende Pugliesi in un mercato internazionale Puglia Digitale 2.0 Puglia Digitale 2.0 ( le imprese aderenti ) Exprivia ( primo proponente ) Links Management And Technology Omnitech Openwork Computer Levante Engineering Gei Inform ( Consorzio Terin ) Parsec 3.26
  8. 8. Puglia Digitale 2.0 Kick off del progetto 15 gennaio 2013 Fine progetto 31.12.2014 Valore totale degli investimenti € 12.854.845 , di cui € 6.846.124 per Exprivia Un progetto avviato secondo il modello cooperativo del Living Lab Experience , confermato dalla costruzione di comunità di interesse sul progetto, aperte alla Ricerca e alle Istituzioni.
  9. 9. Il progetto Puglia Digitale 2.0 intende portare sul Cloud le soluzioni e i servizi offerti dalla industria informatica pugliese
  10. 10. Obiettivi Generali Exprivia, Links, Openworks • Maturare e distribuire nel Distretto competenza SaaS, supportare la trasformazione SaaS del parco software delle aziende pugliesi. • Progettare e costruire una piattaforma SaaS del Distretto dell’Informatica, chiamata “Puglia Digitale 2.0”, che consta di: 1. 2. 3. Catalogo multiaziendale di componenti SW, popolato inizialmente dalle aziende partecipanti, ma aperto a tutto il Distretto. Ognuno mantiene la proprieta’ dei componenti pubblicati. Integratore di servizi per creare e vendere in “Pay-per Use” nuovi servizi integrati a partire dai servizi base. Modelli di business SaaS, per la gestione di costi e prezzi dell’uso di componenti e piattaforme
  11. 11. Obiettivi specifici Exprivia • Applicazioni pilota per una Citta’ Digitale 2.0 – Mobile Assistant per servizi al Cittadino – Domini d’interesse: Infomobilità, Ambient Assisted Living (AAL) & Telemedicina, Turismo, monitoraggio dell’efficienza energetica. – Ricerca industriale dedicata ai temi dell’Human Computer Interaction (HCI), Machine Learning, Semantic Analytics, Internet of Things. Gia’ avviato con il Comune di Bari • pilota Mobile “Bari Digitale 2.0” per applicazioni di infomobilita’ • collaborazione per l’iniziativa Bari Smart City • Applicazioni possibili in altre importanti citta’ Pugliesi
  12. 12. Obiettivi Specifici LINKS – Applicazioni SaaS per la Multicanalità Bancaria CLE - Applicazioni SaaS per Servizi Socio-Sanitari Parsec3.26 - Applicazioni SaaS per l'e-Gov e per l'Asset Management GEI Inform – Applicazioni SaaS per Servizi di Teleassistenza SocioSanitaria • Omnitech - Applicazioni SaaS per la Gestione Integrata della Sicurezza • • • •
  13. 13. Valore per il Territorio Applicazioni Pilota per una CITTA’ INTELLIGENTE • Mobile Assistant per cittadini • Mobile Ticketing Integrato (autobus, parcheggio) • Servizi geolocalizzati • SOS (salute, furto, …) • Servizi vicini a me (farmacia, amici, sportello, …) • Trip Planner per trasporti pubblici (che tenga conto dei flussi real-time in citta’) • Social Network con persone con interessi/problemi simili • suggerimenti su strutture sanitarie • Q/A • Cosa fare per …
  14. 14. Valore per il Territorio Applicazioni Pilota per una CITTA’ INTELLIGENTE • Mobile Assistant per Turisti • Servizi geolocalizzati, usabili con pochi touch • SOS (salute, furto, …) • Servizi vicini a me (hotel, ristoranti, musei) • Trip Planner per trasporti pubblici (che tenga conto dei flussi real-time in citta’) • Assistente multimediale alle visite turistiche
  15. 15. Puglia Digitale 2.0: Obiettivo SaaS Trasformare SW esistente Catalogare e standardizzare macro componenti di business Costruire un nuovo servizio SaaS per assemblaggio di componenti esistenti
  16. 16. Catalogo SaaS del Distretto Studio e diffusione di know-how su SaaS Definizione di Modelli di Business del Distretto – Pay per Use Definizione di una Architettura Standard SaaS di riferimento per il Distretto Costruzione di una Piattaforma SaaS comune Strumenti di supporto per la trasformazione di SW esistente in Servizi SaaS Creazione di un Catalogo di componenti di business SaaS del Distretto Multicanalita’ eGovernmente e Open Data Sicurezza Asset Management Servizi sociali Teleassistenza
  17. 17. Puglia Digitale 2.0: Composizione SaaS
  18. 18. Piattaforma SaaS del Distretto Ciascun Partner potra’ progettare e vendere nuovi Servizi SaaS come Composizione di Servizi elementari SaaS esistenti nel Catalogo del Distretto Servizi principali della Piattaforma: Intelligent Service Discovery Component-Based Assembly (user-driven e process-driven) Supporto alla Multicanalita’ (Reflective Architecture) Billing “Pay per Use” per singolo componente SaaS
  19. 19. Puglia Digitale 2.0 Una Grande Sfida per far crescere il territorio, sia come servizi diffusi alla cittadinanza che come know-how competitivo delle aziende Pugliesi IT 1. Crescita del Distretto IT su Competenze SaaS a livello internazionale 2. Creazione di Metodologie e Standard SaaS condivisi nel Distretto IT 3. Catalogo multiaziendale di componenti SW, aperto a tutto il Distretto IT, con target internazionale 4. Applicazioni Pilota innovative per Smart City
  20. 20. Visione 2013-2015 Sono stati istituiti quattro GST. Gruppi di Supporto Tecnico, per sviluppare le linee strategiche del Distretto dell’Informatica nel triennio 2013-2015 1. 2. 3. 4. Trasformazione da aziende di servizi professionali ad aziende di prodotti / servizi SaaS Adozione pervasiva del paradigma Cloud / SaaS Creazione di Filiere Digitali (Coalizione di Sistemi e Servizi) Valorizzazione dell’Open Source e dell’Open Data
  21. 21. GST1: trasformazione da Missione a Mercato Produzione “per missione” • si intende la produzione di sistemi software per rispondere a bandi o commesse; caratterizzate, in genere, dal rientro dell’investimento alla consegna del prodotto commissionato. Produzione “per mercato” • si intende la produzione di applicazioni che sono vendute su mercati differenti, nazionali ed internazionali, sotto varie forme, dal packaging ai servizi; caratterizzate dal rientro dell’investimento a seguito della vendita di molti esemplari di pacchetti o servizi. Produzione “per missione e per mercato” • si intende una produzione che sia in grado di sostenere sia l’una che l’altra modalità di business.
  22. 22. Priorità GST1 • Nella tabella seguente si evidenziano quelle che, a giudizio del GST, sono le priorità temporali da rispettare secondo un criterio che pone come priorità la capacità di adattarsi a tipi di business orientati al “mercato” attraverso una trasformazione del proprio modello organizzativo. Azione Bassa Media Alta Riorganizzazione del modello aziendale x Industrializzazione dei prodotti/servizi x Applicazioni per il mercato x Formazione Internazionalizzazione x x
  23. 23. GST2: Opportunità CLOUD per il Distretto IT … Escludendo la ipotesi di competere su IaaS e PaaS, per le imprese del Distretto la grande opportunità di business è rappresentata dall’erogazione di servizi e dalla offerta di applicativi in modalità SaaS. 23 23
  24. 24. … Opportunità Cloud per il Distretto IT Consulenza – nella definizione dei requisiti di Cloud Computing e la definizione dei conseguenti bisogni organizzativi, tecnologici ed economici per le aziende/PAL – Verifica delle SLA e del QoS Erogazione dei servizi Cloud come piccoli fornitori, secondo gli accorgimenti dei principi di Cloudeconomia Specializzazione ne – – – – – I processi di produzione di SaaS per cloud computing Gli Ecosistemi di Cloud computing I Principi di Cloudeconomica Gli Aspetti giuridici La Sicurezza Informatica e la tutela della privacy 24
  25. 25. GST3: Filiere Digitali coalizioni di sistemi e SW Consumerizzazione dell’IT Il coordinatore della filiera digitale e’ l’UTENTE Necessario trasformare i SW in componenti macro componenti assemblabili a run-time Coordinamento della filiera con sistemi avanzati di BPM basati su eventi Evoluzione di Puglia Digitale 2.0 25
  26. 26. GST4: OPEN Source e OPEN Data verso la Open Knowledge • Open Source e Riuso -> Spending Review • Open Data -> Crescita e Sviluppo
  27. 27. GST4: Open Knowledge • Centro di Competenza “Open” del Distretto • Guidato da Aziende • Integrato a competenze Scientifiche • Integrato ad InnovaPuglia, attori locali e non • Aperto a tutte le aziende ed Enti, fornisce: • • • • Living Lab su Best Practice Metodologie e Sistemi di Valutazione TCO Consulenza Formazione
  28. 28. GST4: Open Data • Definizione di STD per Dominio Applicativo • Allineati a Best Practice internazionali • Metodi & Strumenti per • Mining, classificazione, search di Open Data – “5 stars” (linked) • Living Lab • Kit e Cloud gia’ disponibili da Microsoft • Altri da valutare • Sistemi di analisi Big Data, che integrano: • Open Data, Dati Strutturati, Web, Social
  29. 29. Catena del valore legata alla Public Sector Information (PSI – Patrimonio Informativo della PA)
  30. 30. Open Data: Obiettivi Specifici da perseguire • • • • Diffusione degli standard tecnologici: RDF, RDF-S, OWL, SPARQL, SKOS, … Pubblicazione dei dati con qualità almeno 3 stelle Creazione di servizi di tipo OD-intensive: Open Data as a Service (ODaaS) Creazione di Tavoli Verticali per la definizione ed il riuso di template di OD, che tengano conto di Best Practice internazionali e disponibilità di dataset e fungano da "indirizzo" per le PAL (PA Locali) e per le aziende che hanno rapporti con le PAL e da guida per la produzione di dataset o o o o Tavolo OD-Trasporti: definisce gli OD che un’azienda di trasporti dovrebbe pubblicare… Tavolo OD-Sanità:… Ta volo OD-GreenEnergy:… Tavolo OD-XXX:…
  31. 31. GST4: Open Source • E-FLOSS (Evaluation of Free/Libre and Open Source Software) Messa a fuoco di una metodologia sistematica, di una collezione organizzata di parametri di scelta e di tools per “misurare” in quali situazioni conviene appoggiarsi su open source software (OSS) • LE-FLOSS (Living lab on Evaluation of FLOSS) Avvio di un living lab per mettere a punto E-FLOSS e sperimentarla sul campo, raccogliendo una consistente base empirica. Al living lab sono chiamati a partecipare Developers, System Integrators, End Users, Policy Makers, Business Experts, Researchers
  32. 32. GST4: Open Source due stream di lavoro • BUY – Acquisire OSS per vendere nuovi servizi – Usare (in percentuale significativa) OSS per realizzare nuovi servizi • MAKE – Produrre OSS ex novo – Produrre OSS come risultato della migrazione (modernization) di sistemi esistenti (legacy)
  33. 33. GST4: Open Source Le azioni da intraprendere • Attivare sperimentatori interessati ad un Living Lab su Open Source • Avviare le opportuni azioni per realizzare un catalogo di componenti open source • Dal living lab al laboratorio di servizi all’industria e alla PA per la valutazione e l’assessment dell’OSS • Partecipare a network internazionali sul FLOSS • Pubblicare il catalogo di componenti open source • Avviare nuove figure di imprenditoria innovativa per la diffusione del catalogo di componenti open source
  34. 34. Grazie per l’attenzione ! Luigi Dipace luigi.dipace@exprivia.it

×