• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Smau milano 2012 School of Management del Politecnico di Milano (4)
 

Smau milano 2012 School of Management del Politecnico di Milano (4)

on

  • 675 views

ICT & Commercialisti: la ricerca e i risultati

ICT & Commercialisti: la ricerca e i risultati

Statistics

Views

Total Views
675
Views on SlideShare
647
Embed Views
28

Actions

Likes
0
Downloads
8
Comments
0

1 Embed 28

http://www.smau.it 28

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Smau milano 2012 School of Management del Politecnico di Milano (4) Smau milano 2012 School of Management del Politecnico di Milano (4) Presentation Transcript

    • ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati Claudio Rorato Osservatorio ICT & CommercialistiICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Gli Osservatori ICT & Management School of Management, Politecnico di Milano Ricerca 30 Osservatori Oltre 70 persone fra ricercatori e staff 24 Research Report pubblicati nel 2011 Più di 3.000 aziende analizzate (attraverso case studies e surveys) ogni anno Comunicazione Oltre 100 eventi solo nel 2011, fra Convegni e Workshop, che hanno visto la presenza di oltre 10.000 partecipanti Complessivamente, oltre 60.000 Research Reports distribuiti o scaricati Ca. 2.000 articoli solo nel 2011 pubblicati sulle principali testate nazionali e su giornali e riviste specializzate (Il Sole24Ore, Repubblica, Affari e Finanza, Corriere Comunicazioni, ecc.) con presenza continuativa su Radio e TV Community 115.000 contatti unici all’interno del CRM di osservatori.net Numerose Newsletter (complessivamente inviate a ca. 120.000 contatti singoli)ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • L’Agenda L’attività dello Studio Le ICT per Dematerializzare • Perché dematerializzare • Conservazione Sostitutiva • Gestione Elettronica Documentale • Portali ed Extranet • I benefici economici Il profilo ICT dei Commercialisti L’evoluzione dell’ICT negli Studi Una nuova chiave di letturaICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • L’attività dello Studio Distribuzione delle attività Attività svolte dagli Studi Professionali: Tempo dedicato alle singole attività: Contabilità Ditte Individuali Contab ditte individuali 86% 17,0% Dichiarazione redditi di Persone Fisiche Dich redditi di PF 82% 10,0% Contabilità Società di Capitali Contab soc cap 81% 63% 16,5% Contabilità Società di Persone Contab soc persone 80% 11,2% Contabilità Liberi Professionisti 79% Dichiarazioni di Redditi per Contab liberi prof 8,6% Persone Fisiche e gestione Gestione contenzioso tributario Contenzioso trib 54% 4,4% di Contabilità, assorbono il Partecipazione a Collegi Sindacali 50% Collegi sind 5,5%Gestione pratiche per apertura nuove attività Apertura nuove att 45% 63% 1,8% Consulenza fiscale/tributaria a privati Consulenza fiscale… tempo di lavoro negli 38% del 2,9% Consulenza su Operazioni Straordinarie 31% Operaz straord Studi! 2,2% Gestione perizie e consulenze tecniche Perizie e cons tecniche 28% 1,5% Consulenza del lavoro e previdenziale 27%Cons lavoro e previd 3,7% Diritto societario e prog. economica 26%Diritto soc e prog eco 2,4% Revisione Contabile 25% Revisione contabile 2,0% Altro Altro 86% 10,4% 0% 50% 100% 0% 10% 20% Base empirica: 608 risposte ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • L’attività dello Studio Distribuzione delle attività Attività svolte dagli Studi Professionali: Contabilità Ditte Individuali 86% Dichiarazione redditi di Persone Fisiche 82% Il Professionista si conferma Partner su attività «critiche» per le imprese… Contabilità Società di Capitali 63% 81% … e sono attivitàSocietà di Persone Contabilità sempre più «commodity» per il cliente 80%«onerose» per lo Studio ma (crescente complessità normativa) … Contabilità Liberi Professionisti 79% Gestione contenzioso tributario 54% … sono però attività ben supportabili da tecnologie ICT … Partecipazione a Collegi Sindacali 50%Gestione pratiche per apertura nuove attività 45% … tuttavia, sono tecnologie ICT anche non erogabili dai Professionisti Consulenza fiscale tributaria a privati 38% (associazioni di categoria, esperti usciti dal mondo delle imprese, consulenti aziendali) Consulenza su Operazioni Straordinarie 31% Concorrenza crescente Gestione perizie e consulenze tecniche proprio sui servizi «CORE» 28% Consulenza del lavoro e previdenziale 27% Diritto societario e prog. economica 26% Revisione Contabile 25% Altro 86% 0% 50% 100% Base empirica: 608 risposte ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • L’attività dello Studio Distribuzione delle attività Attività svolte dagli Studi Professionali: Contabilità Ditte Individuali 86% Dichiarazione redditi di Persone Fisiche 82% Il Professionista si conferma Partner su attività «critiche» per le imprese… Contabilità Società di Capitali 63% 81% … e sono attivitàSocietà di Persone Contabilità sempre più «commodity» per il cliente 80%«onerose» per lo Studio ma (crescente complessità normativa) … Contabilità Liberi Professionisti 79% Gestione contenzioso tributario 54% … sono però attività ben supportabili da tecnologie ICT … Partecipazione a Collegi Sindacali 50%Gestione pratiche per apertura nuove attività 45% … tuttavia, sono tecnologie ICT anche non erogabili dai Professionisti Consulenza fiscale tributaria a privati 38% (associazioni di categoria, esperti usciti dal mondo delle imprese, consulenti aziendali) Consulenza su Operazioni Straordinarie 31% Concorrenza crescente Gestione perizie e consulenze tecniche proprio sui servizi «CORE» 28% Consulenza del lavoro e previdenziale 27%Dalle interviste: Diritto societario e prog. economica 26% “Sentiamo la concorrenza sulle Revisione Contabile 25% attività legate alla gestione delle Altro contabilità”86% 0% 50% 100% Base empirica: 608 risposte Studio provincia di Mantova ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • L’attività dello Studio Lo spazio dell’archivioQual è l’attuale grado di saturazione degliarchivi cartacei dello Studio? 100% 90% 80% 38% 70% Ben capienti 60% 50% 40% Prossimi alla 54% saturazione 30% 20% Già saturi 10% 0% 8% Base empirica: 608 risposte C’è sempre meno spazio…ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • L’attività dello Studio Lo spazio dell’archivioQual è l’attuale grado di saturazione degliarchivi cartacei dello Studio? 100% 90% 80% 38% 70% Ben capienti 60% 50% 40% Prossimi alla 54% saturazione 30% 20% Già saturi 10% Dalle interviste: 0% 8% Base empirica: 608 L’archivio fisico occupa un “ risposte DISASTRO di spazio” C’è sempre meno spazio… Studio provincia di NovaraICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • L’Agenda L’attività dello Studio Le ICT per Dematerializzare • Perché dematerializzare • Conservazione Sostitutiva • Gestione Elettronica Documentale • Portali ed Extranet • I benefici economici Il profilo ICT dei Commercialisti L’evoluzione dell’ICT negli Studi Una nuova chiave di letturaICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Perché “Dematerializzazione”? Diffusione GED Crescita del mercato dei Tablet +10% annuo Nuovo Codice tra 2009 e 2014 + 156% tra 2010 e 2011 Amministrazione Le ICT della Digitale Dematerializzazione Aumento del volume di Obbligo di negli Studi dati scambiati tramite EDI Fatturazione Elettronica +19% tra 2010 e 2011 verso la PA La Conservazione Sostitutiva (CS) Diffusione Extranet per Nuovi scambi documentali canali di trasmissione La Gestione Elettronica delle informazioni Documentale (GED) +18% annuo tra 2007 e 2011 I Portali e le Extranet Agenda Digitale Diffusione broadband orientata allafissa +20% e mobile +6,6% Dematerializzazione tra 2009 e 2010 Contrazione del Diffusione caselle PEC mercato postale italiano +5% annuo -1,2% annuo tra il 2006 e il 2009, vs -5%ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Le ICT per fare dematerializzazione La Conservazione Sostitutiva: quanti Studi la usano? Lo Studio adotta soluzioni di Conservazione Sostitutiva per i propri documenti? Studi che adottano la conservazione sostitutiva in base NO, ma la alla classe di fatturato adotterò più avanti < 50.000 9% 91%NO, ma la 32%adotterò a 50.000 - 100.000 13% 87%breve 7% NO e non mi 100.000- 250.000 12% 88% Sì 12% interessa 42% 250.000 -500.000 12% 88% 500.000 - 1.000.000 18% 82% Si Non sapevo della No sua esistenza 6% >1.000.000 11% 89% 0% Base empirica: 74 risposte 50% 100% Base empirica: 608 risposte Domanda a risposta multipla L’adozione della Conservazione Sostitutiva non è legata alla classe di fatturato Ma allora … porta pochi benefici?ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Le ICT per fare dematerializzazione La Conservazione Sostitutiva: i benefici Lo motivazioni che hanno spinto o spingono lo Sostitutiva per i propri documenti? Le Studio adotta soluzioni di Conservazione I benefici che lo Studio ha riscontrato Studio a prevedere ladozione della CS per i adottando la Conservazione Sostitutiva per i propri documenti Studi che adottano documenti propri la conservazione sostitutiva in base NO, ma la alla classe di fatturato Aumentareadotterò l’efficienza 43% Diminuzione dei costi 38% più avanti < 50.000 9% 91%NO, ma la 32% Ridotta la carta da 33% Ridurre la carta daadotterò a 35% 50.000 - 100.000 13% conservare 87%breve 7% conservare e non NO mi Aumentata l’efficienza 88% 100.000- 250.000 12% 21% Sì 12% interessa Diminuire i costi 11% 42% 250.000 -500.000 la soddisfazione 88% Aumentata 12% 4% del personale Fare esperienza 10% 500.000 - 1.000.000 18% 82% Si Non sapevo della Non è cambiato nulla 4% No sua esistenza 6% >1.000.000 11% 89% 0% 20% 40% 60% 0% 20% 40% 60% Base empirica: 295 risposte 0% 50% Base empirica: 70 risposte Base empirica: 74 risposte 100% Base empirica: 608 risposte Domanda a risposta multipla Domanda a risposta multipla Domanda a risposta multipla L’adozione della Conservazione … i benefici ci sono!legata alla classe di fatturato Sostitutiva non è Non è una chi «vuol fare» assoluto «costosa» Tra tecnologia in e chi «ha fatto» la consapevolezza dei benefici sui costi è più che triplicata! Ma allora … porta pochi benefici? ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Le ICT per fare dematerializzazione La Conservazione Sostitutiva come «nuovo servizio»Per quale motivo lo Studio NON vuole offrire Per quale motivo lo Studio vuole offrire aiai suoi Clienti il servizio di Conservazione suoi Clienti il servizio di ConservazioneSostitutiva? Sostitutiva? Non è remunerativo/ Fare efficienza sulla gestione 58% dei documenti dei Clienti 48% costa troppo Non è interessante 49% Per fidelizzare i Clienti 48% La normativa non è E’ un mercato innovativo 21% 43% ancora chiara non ancora ben servito I miei Clienti non sono adatti 21% Per affrontare la concorrenza 16% Troppe difficoltà tecnologiche 17% E’ una nuova fonte di ricavo 10% Non ho tempo per Lo hanno richiesto i Clienti 8% 9% addestrare il personale Base empirica: 369 risposte 0% 50% 100% Base empirica: 178 risposte 0% 50% 100% Domanda a risposta multipla Domanda a risposta multipla In un contesto di concorrenza crescente, il Commercialista trova un nuovo strumento per essere più competitivo e fidelizzare i ClientiICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Le ICT per fare dematerializzazione La Gestione Elettronica DocumentaleLo Studio dispone di un software per la Gestione Elettronica Documentale (GED)? NO, ma lo Quali sono gli obiettivi che hanno indotto lo Studio adotterò più a prevedere soluzioni di GED? avanti 40% Aumentare l’efficienza 50% Diminuire i costi di gestione dei documenti 17% NO e non mi Gestire l’ingresso dei documenti da NO, ma lo interessa diverse fonti 11% adotterò a 31% breve 8% Permettere la condivisione simultanea 10% SI 14% Non sapevo Permettere il collegamento logico tra della sua 7% esistenza 7% documenti Tracciare operazioni e tempi di 5% gestione documenti Base empirica: 608 risposte Base empirica: 85 risposte 0% 25% 50% 75% Domanda a risposta multipla Prevale significativamente la percezione di considerevoli benefici di efficienzaICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Le ICT per fare dematerializzazione I Portali e le Extranet Lo Studio dispone di un sistema per la condivisione di documenti e informazioni con soggetti esterni (Clienti, Fornitori, Partner ...)? Perché No? No, ma lo Non è adatto alle esigenze dello Studio 41% adotterò più avanti I metodi tradizionali sono più sicuri 19% 24% NO e non mi Costa troppo 10%NO, ma lo interessa Complesso da utilizzare 8%adotterò a 43%breve 6% Il personale non è preparato 7% SI 22% Incompatibile con il gestionale 5% Non Non so scegliere il sistema adatto 3% sapevo della sua Altro 7% esistenza 5% Base empirica: 256 0% 25% 50% Base empirica: 608 Domanda a risposta multipla Anche i Portali e le Extranet sono “un’arma in più” per migliorare l’efficienza interna e per mantenere la marginalità! … ma poco diffuse vista l’incidenza della gestione di contabilità: >80%ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Le ICT per fare dematerializzazione I Portali e le Extranet Lo Studio dispone di un sistema per la condivisione di documenti e informazioni con soggetti esterni (Clienti, Fornitori, Partner ...)? Perché No? No, ma lo Non è adatto alle esigenze dello Studio 41% adotterò più avanti I metodi tradizionali sono più sicuri 19% 24% NO e non mi Dalle interviste: Costa troppo 10%NO, ma lo interessa Complesso da utilizzare 8%adotterò a 43%“Abbiamo clienti che ci portano i documentibreve 6% Il personale non è preparato 7% a mano e altri che condividono sulla Extranet le SI 22% loro fatture. Il Incompatibile con il gestionaleai 5% tempo che dedichiamo secondi è NETTAMENTE inferiore” Non Non so scegliere il sistema adatto 3% sapevo della sua Studio provincia di Varese Altro 7% esistenza 5% Base empirica: 256 0% 25% 50% Base empirica: 608 … e se i documenti condivisi fossero in formato Domanda a risposta multipla elettronico strutturato, anche i tempi di lavorazione risultano decisamente inferiori! Anche i Portali e le Extranet sono “un’arma in più” per migliorare l’efficienza interna e per mantenere la marginalità! … ma poco diffuse vista l’incidenza della gestione di contabilità: >80%ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Le ICT per fare dematerializzazione Perché no?Dove non interessano queste soluzioni, perchè? Non è una priorità (60%) Conservazione Principali motivazioni Non vedo i benefici economici (58%) Sostitutiva Normativa poco chiara (30%) Gestione Non adatto alle esigenze dello Studio (35%) Elettronica Principali motivazioni I metodi tradizionali sono più sicuri (18%) Documentale Non vedo i benefici economici (15%) Portali ed Non adatto alle esigenze dello Studio (41%) Principali motivazioni I metodi tradizionali sono più sicuri (19%) Extranet Non vedo i benefici economici (10%) Ciò che frena l’adozione sono per lo più falsi miti e barriere mentali…(eppure gran parte del lavoro dei professionisti è fatto di gestione di documenti)ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Le ICT per fare dematerializzazione I benefici economiciI benefici economici della Dematerializzazione (da ricerche su oltre 500 casi) Conservazione Sostitutiva Esempi: 0,5-1 € dei Libri e Registri Contabili a Pagina Schede Contabili: 20 – 50 € a Riduzione tempi documento di Manodopera Registri Iva: 10 – 40 € a documento Conservazione Sostitutiva 1-3 € Registro Beni Riduzione spazi Ammortizzabili: delle Fatture Attive a Fattura 2,5 – 10 €/doc dedicati agli archivi Libro Giornale: 35 – 100 € a documento Conservazione Sostitutiva 1-2 € Riduzione costi delle Fatture Passive a Fattura materiali di 2-4 € stampa a Fattura Registrazione automatica 1-2 € Fatture Passive a FatturaFonte dati: Osservatori ICT&Management, School of Management Politecnico di Milano – www.osservatori.net ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Le ICT per fare dematerializzazione Il Tool dei BeneficiI benefici economici della Dematerializzazione (da ricerche su oltre 500 casi) € 8.300 AS-IS Commercialista € 7.200 TO-BE Beneficio totale: Piccolo ≈ 20% del fatturato € 3.500 € 1.900 annuo € 2.300 € 200 € 470 € 290Piccolo Commercialista:• Registra 13.000 fatture/anno FATTURE FATTURE SCRITTURE DOCUMENTI• Fatturato <50.000 € ATTIVE PASSIVE CONTABILI FISCALI•35 clienti Commercialista € 56.500 Beneficio €totale: € 47.000 45.200Grande Commercialista: Grande ≈ 10-12% del• Registra 110.000fatture/anno fatturato annuo € 15.500•Fatturato >1.000.000€ € 9.700 € 2.800•130 clienti “Società” € 1.500 € 1.700 FATTURE FATTURE SCRITTURE DOCUMENTI ATTIVE PASSIVE CONTABILI FISCALIICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • L’Agenda Chi ha risposto alla Survey Le ICT per Dematerializzare • Perché dematerializzare • Conservazione Sostitutiva • Gestione Elettronica Documentale • Portali ed Extranet • I benefici economici Il profilo ICT dei Commercialisti L’evoluzione dell’ICT negli Studi Una nuova chiave di letturaICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Profilo ICT L’autovalutazione ICT da parte dei Commercialisti Gli studi di Commercialisti sono soddisfatti delle loro dotazioni informatiche? Studio, paragonate a quelle degli altri Studi? Prontissimi! Come sono le dotazioni informatiche dello 3 2 Migliori 41 92 Tutti sulla stessa barca Ben messi Allo stesso 1 livello 7 264 109 Peggiori 1 2 17 Lavoriamo a testa bassa Non so rispondere 4 37 17 Non so Gravemente Inadeguate Adeguate al Idonee anche rispondere inadeguate momento per il futuroBase empirica: 608 risposte Come sono le dotazioni informatiche a disposizione dello Studio?ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Profilo ICT «base» Gli strumenti abilitanti … Lo Studio dispone dei seguenti strumenti ICT di «Base»? Il 38% la usa poco, spesso perché preferisce SI NO altri strumenti PEC PEC 100% Il 9% del totale la ritiene complessa Accesso a Banche Dati Accesso a Banche dati 74% 26% Il 7% vuole abilitarlo in futuro Smart Card con Il 7% non la ritiene utile allo StudioSmart Card con certificato certificato di di sottoscrizione 88% 12% Il 2% non sa della sua esistenza, non sa sottoscrizione come attivarla, ritiene che costi troppo Smart Card con Smart Card con Il 29% dice di non conoscerla e di non certificato di ruolo 45% 55% certificato di ruolo sapere come attivarla L’1% la vede come un costo elevato CNS CNS 42% 58% Il 29% non sa come attivarla, non sa della sua esistenza o ritiene che costi troppo Business key Business Key 33% 67% Il 18% non sa come attivarla, non sa dellaBase empirica: 608 risposte sua esistenza o ritiene che costi troppo 0% 50% 100% Su alcuni «BASIC» non tutta la community è allineata Ricorre una «mancanza di conoscenza» di alcune opportunità offerte dall’ITICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Profilo ICT «base» … e i software necessari A parte il gestionale, quali Software sono presenti nello Studio? Ce lho e lo uso Ce lho, ma non lo uso Non ce lho, ma mi interessa per il futuro SW per trasmissione adempimenti vs AdE 92% 1% SW per il calcolo obblighi fiscali 86% 2%2% SW per la Comunicazione Unica 81% 3% 3% SW per supporto alla consulenza dazienda 32% 19% 15% SW per gestione paghe 29% 1%3% SW per il controllo di gestione 26% 18% 16% Sito web dello Studio 25% 12% 18%SW per la gestione di procedure/pratiche complesse 24% 6% 18% Base empirica: 593 risposte SW di Business Intelligence 3%4% 16% Domanda a risposta multipla 0% 20% 40% 60% 80% 100% Sono molto diffuse le applicazioni «LAW DRIVEN» … … ma mediamente solo un quarto del panel è dotato di applicazioni per governare meglio le richieste del mercato («MARKET ORIENTED») ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • L’Agenda Chi ha risposto alla Survey Le ICT per Dematerializzare • Perché dematerializzare • Conservazione Sostitutiva • Gestione Elettronica Documentale • Portali ed Extranet • I benefici economici Il profilo ICT dei Commercialisti L’evoluzione dell’ICT negli Studi Una nuova chiave di letturaICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • L’evoluzione dell’ICT negli Studi Gli investimenti futuri in ICT Lo Studio ha intenzione di effettuare investimenti in nuove tecnologie/soluzioni informatiche entro i prossimi due anni? Perché No? Altro 11% Manutenzione impegnativa 3% No 23% Probabile Onerosa lintegrazione coi… 3% 53% Il personale non è pronto 3% Si 24% Non mi interessa investire… 15% Ho altre priorità di… 19% Non ho sufficienti… 22% Base empirica: 608 Clientela non apprezzerebbe 24% Base empirica: 133 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% Domanda a risposta multipla «Clienti non pronti», «poca priorità», «poco interesse» Non si riconosce alla tecnologia la capacità di fare business, cioè non si percepisce il suo contributo alla creazione di valoreICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • L’evoluzione dell’ICT negli Studi Gli investimenti futuri in ICT Lo Studio ha intenzione di effettuare investimenti in nuove tecnologie/soluzioni informatiche entro i prossimi due anni? Dove ha intenzione di investire nei prossimi due anni? Hardware (PC, Stampanti …) 65% Archiviazione documentale 50% No 23% Conservazione sostitutiva 32% Probabile Sito web 32% 53% Soluzioni per scambio documenti 31% Soluzioni per la mobility 30% Si 24% Automatizzare le attività ricorrenti 27% Miglioramento del Gestionale 18% Soluzioni videoconferenza 14% Soluzioni per il telelavoro 11% Base empirica: 608 Aquisto del gestionale in modalità SaaS 9% Soluzioni per la comunicazione con la PA 7% Base empirica: 460 Altro 1% Domanda a risposta multipla 0% 50% 100% La vera domanda è: quanti “Probabile” diventeranno “Sì”? …ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • L’evoluzione dell’ICT negli Studi Gli investimenti futuri in ICT: cosa stimola e cosa no Investimenti: che cosa li «stimola» … … e che cosa no?Aumento della qualità del lavoro Aumento della qualità del lavoro Indifferenza dei ClientiClientii verso Indifferenza dei verso nuovi 46% servizi nuovi servizi 40% Aumento della redditività dello Mancanza di agevolazioni o Aumento redditività dello Studio Studio 35% Mancanza di agevolazioni fiscali 40% finanziamenti agevolati Agevolazioni fiscali o finanziamenti Agevolazioni fiscali 34% Scarsa redditività agevolati Scarsa redditività dellinvestimento 38% del’investimento Aumento competitività dello Aumento della competitività dello Studio Studio 28% Difficoltà nel cambiamento Difficoltà a gestire il cambiamento organizzativo organizzativo 23%Riduzione del lavoro manuale svolto Riduzione del lavoro manuale del dal personale personale 16% Difficoltà per gli utenti a gli utentile Difficoltà per utilizzare a nuove applicazioni utilizzare le nuove applicazioni 15% Obblighi normativi 16% Obblighi normativi Normativa non cogente 10% Normativa non cogente Richieste dei Clienti 10% Richieste dei Clienti Alto payback time Payback time troppo lungo 4% Basso payback time 2% Basso payback time 0% 25% 50% Base empirica: 594 0% 25% 50% Base empirica: 594 Domanda a risposta multipla Domanda a risposta multipla Le agevolazioni stimolano … … e, soprattutto, se «mancano», frenano!ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • L’Agenda Chi ha risposto alla Survey Le ICT per Dematerializzare • Perché dematerializzare • Conservazione Sostitutiva • Gestione Elettronica Documentale • Portali ed Extranet • I benefici economici Il profilo ICT dei Commercialisti L’evoluzione dell’ICT negli Studi Una nuova chiave di letturaICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Una nuova chiave di lettura La consapevolezza del proprio ruoloPensa che la dematerializzazione possa Ritiene che i Professionisti possano avere undare un contributo alle aziende e ruolo importante nellaiutare a diffondere iallintero sistema economico in termini di progetti di dematerializzazione?efficienza e di competitività? No, perché non No, non è 3% siamo influenti su nostro compito 2% Non so questi temi rispondere 19% 34% No 16% Sì 65% Sì, ma non so quanto siamo influenti su questo tema 61% Sì, perché siamo un Base empirica: 555 punto di riferimento per le imprese Il professionista sa di avere un ruolo importante sul sistema delle imprese: agisce da aggregatore e può stimolare la diffusione delle ICT … Per esempio, con riferimento alla Conservazione Sostitutiva …ICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Una nuova chiave di lettura Il «circolo virtuoso» delle ICT 2 Nuove opportunità di fidelizzare i Clienti e di sviluppare nuovi Contesto sempre più ICT per crescere nella propria business competitivo per i Professionisti efficienza e per avere maggiore (nuova) competitività 1 I Professionisti valutano molto bene la propria 3 adozione delle ICT … … ma è un’adozione «tradizionale», non veramente diffusa e sicuramente migliorabileFormazione mirata sulruolo delle ICTAgevolazioni per investire 4 Attraverso la consapevolezza dei Professionisti di «essere canale» verso le imprese, sviluppo del Sistema Paese Più sensibilità ICT negli Studi Professionali = Più cultura competitiva nelle PMI italianeICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Una nuova chiave di letturaConludendo: FARE SISTEMA! La complessità può essere «cavalcata» e può diventare un’opportunità. L’importante è NON ESSERE SOLIICT & Commercialisti: la Ricerca e i risultati 19 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • La School of Management
    • La School of Management del Politecnico di Milano La School of Management del Politecnico di Milano è stata costituita nel 2003. Essa accoglie le molteplici attività di ricerca, formazione e alta consulenza, nel campo del management, dell’economia e dell’industrial engineering, che il Politecnico porta avanti attraverso le sue diverse strutture interne e consortili. Fanno parte della Scuola: il Dipartimento di Ingegneria Gestionale, le Lauree e il PhD Program di Ingegneria Gestionale e il MIP, la business school del Politecnico di Milano, focalizzata in particolare sulla formazione executive e sui programmi Master. Essa si avvale attualmente – per le sue molteplici attività di formazione, ricerca e consulenza – di oltre 240 docenti (di ruolo o a contratto, italiani o di provenienza estera) e di circa 80 dottorandi e collaboratori alla ricerca. La School of Management ha ricevuto l’accreditamento EQUIS, creato nel 1997 come primo standard globale per l’auditing e l’accreditamento di istituti al di fuori dei confini nazionali, tenendo conto e valorizzando le differenze culturali e normative dei vari Paesi. Le attività della School of Management legate ad ICT & Strategia si articolano in: Osservatori ICT & Management, che fanno capo per le attività di ricerca al Dipartimento di Ingegneria Gestionale; Formazione executive e programmi Master, erogati dal MIP.Osservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Gli Osservatori ICT & Management Le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ICT) Gestione dei Processi Internet of Things svolgono un ruolo sempre più pervasivo e strategico in qualsiasi Collaborativi Intranet Banche organizzazione, diventando una potente leva di innovazione e di di Progettazione Mobile & Wireless Business miglioramento delle performance. Gioco Online Mobile Banking Una corretta conoscenza di queste tecnologie e, soprattutto, del HR Innovation Practice loro impatto sul business può portare una qualsiasi azienda a Mobile Internet, Content & ICT & Business Innovation Apps sfruttarle efficacemente per ottenere benefici significativi e nel Fashion-Retail Mobile Marketing & Service migliorare la sua competitività. Gli Osservatori ICT & Management della School of Management del Politecnico di Milano, che si ICT & Commercialisti Multicanalità avvalgono della collaborazione dell’ICT Institute del Politecnico di ICT & PMI New Media & New Internet Milano, nascono proprio con l’obiettivo di contribuire a questa ICT Accessibile e Disabilità New Slot & VLT conoscenza. ICT in Sanità New Tablet & Business Gli Osservatori si rivolgono in particolare ai manager e ai decision ICT nel Real Estate Application maker delle aziende utilizzatrici di ICT per fornire loro ICT nelle Utility NFC & Mobile Payment informazioni sulle opportunità offerte dalle soluzioni più ICT Strategic Sourcing RFId innovative attraverso ricerche puntuali, studi di caso, benchmark, video degli eventi, atti dei convegni, ecc. – informazioni Information Security Smart Working approfondite sulle opportunità Gli Osservatori si rivolgono anche a Management Unified Communication & tutte le aziende che offrono soluzioni e servizi ICT (software Intelligent Transportation Collaboration vendor, hardware vendor, service provider, consulenti, operatori Systems del canale), fornendo fotografie approfondite sugli scenari di mercato in Italia, con l’intento di supportarle nella messa a punto Riportiamo di seguito alcuni Osservatori in parte correlati di offerte più efficaci. all’Osservatorio ICT & Commercialisti: Gli Osservatori attualmente attivi sono: Cloud & ICT as a Service B2b – eProcurement e eGovernment Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione eSupply Chain Gestione Strategica dell’ICT Enterprise 2.0 ICT & PMI Business Intelligence eProcurement nella PA Canale ICT Fatturazione Elettronica e Per maggiori informazioni si veda il sito www.osservatori.net Cloud & ICT as a Service Dematerializzazione eCommerce B2c Gestione Strategica dell’ICTOsservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Il MIP Gli Osservatori ICT & Management sono fortemente integrati con le attività formative della Scuola: nel senso che rappresentano una importante sorgente per la produzione di materiale di insegnamento e di discussione per i corsi e traggono anche spesso linfa vitale dalle esperienze di coloro che partecipano ai corsi (in particolare a quelli post-universitari erogati dal MIP) o vi hanno partecipato nel passato. In sinergia con gli Osservatori, il MIP Politecnico di Milano ha lanciato diverse iniziative nell’ambito ICT & Management: EMBA ICT – Executive Master of Business Administration ICT Corso Executive in Gestione Strategica dell’ICT Corsi brevi ICT&Management Master Media & Telco Per maggiori informazioni si veda il sito www.mip.polimi.itOsservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • I Sostenitori della Ricerca
    • Con il Patrocinio di CNDCEC e IRDCEC CNDCEC IRDCEC www.cndcec.it www.irdcec.itIl Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti L’Istituto di Ricerca dei Dottori Commercialisti e degli EspertiContabili (CNDCEC) è un ente pubblico non economico a Contabili (IRDCEC) nasce dalla fusione della Fondazione Aristeia ecarattere associativo, che rappresenta istituzionalmente gli iscritti della Fondazione Luca Pacioli. L’obiettivo che l’IRDCEC intendeagli Albi e promuove i rapporti con le istituzioni. Coordina, inoltre, perseguire è rappresentare l’ente di riferimento per l’analisi dellele attività degli Ordini per favorire il miglioramento e il problematiche professionali e per il supporto all’attività formativa.perfezionamento professionale. Le aree di Ricerca approfondite dall’IRDCEC includono leIl CNDCEC persegue l’obiettivo di costruire una comunità in cui tematiche di maggiore interesse in ambito aziendale, giuridico,tutti gli appartenenti alla categoria si possano riconoscere, in economico-statistico e tributario.modo da accrescere il ruolo fondamentale che i Dottori L’Istituto di Ricerca è, inoltre, l’ente di riferimento dei programmiCommercialisti e gli Esperti Contabili rivestono nel tessuto formativi e delle Commissioni di studio del Consiglio Nazionale.economico e sociale del Paese. Le aree di intervento del Consiglioper il Mandato 2008-2012 includono l’intervento della categoria neldibattito sulla riforma delle professioni e sulle principali materietecniche, il suo ruolo nello scenario internazionale e la gestionedei rapporti dei singoli Ordini locali con gli Atenei delle rispettivearee territoriali di riferimento, allo scopo di ottimizzare interventidi formazione continua per gli iscritti.Osservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Partner della Ricerca Blunet S.r.l. Per garantire un servizio di alta qualità Blunet è organizzata in Blunet S.r.l. divisioni, ciascuna specializzata in un determinato settore, che www.blunet.it lavorano in stretta collaborazione una con laltra: Networking e sicurezza: progetta e realizza reti aziendali,Blunet opera con successo nel campo dell’informatica da oltre compresi cablaggi strutturati e sicurezza;dieci anni. Il nostro obiettivo è di affiancare i clienti nel costanteprocesso di informatizzazione che ogni azienda deve intraprendere Assistenza informatica: si occupa dell’assistenza sistemisticaper far fronte all’evoluzione tecnologica dei processi lavorativi. Il contrattualizzata con erogazione anche tramite call center;rapido sviluppo di nuovi mercati e l’avvento dei paesi emergenti Software: progetta e realizza software come “systemdeterminano una concorrenza sempre più agguerrita: l’informatica integrator”;è una straordinaria opportunità per guadagnare in competitività,ottimizzando i processi aziendali, rendendoli più stabili, veloci e Gestione documentale: supporta i clienti Doxer Service comesicuri. Affiliato Doxer (www.doxer.it); Infrastrutture virtuali: realizza e gestisce infrastruttureIl nostro intento è di proporci alle imprese come loro partner virtualizzate;tecnologico; instauriamo con i nostri clienti delle relazioni a lungotermine che ci consentono di rispondere alle loro esigenze con Web design e web marketing: supporta le aziende per lasoluzioni efficienti e affidabili, sempre collocate in un contesto costruzione della propria presenza sulla rete, dallaprogettuale più ampio che tenga conto dell’intera infrastruttura realizzazione del sito internet a tutte le attività di marketingIT, dell’integrazione con le altre soluzioni adottate e delle possibili connesse;evoluzioni future. Cellulari e mobilità: sviluppa soluzioni per il mobile efficienti.Da sempre il miglioramento e laggiornamento professionale sonotra le nostre priorità interne; dedichiamo, una considerevole partedella nostra attività alla ricerca di nuove soluzioni e allaformazione del nostro personale, attività che ci ha portato aottenere nel corso degli anni numerosi riconoscimenti ecertificazioni tra cui: Sistema di Qualità ISO 9001:2008, MicrosoftGold Partner, Fortinet Silver Partner, Zyxel Certified Gold,Business Partner Fastweb.Osservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Partner della Ricerca Consorzio CBI Consorzio CBI Anche in relazione allobbligo per le imprese fornitrici della P.A. di www.cbi-org.eu utilizzo di Fattura Elettronica, ai sensi della Legge Finanziaria 2008 il Consorzio CBI rappresenta un ulteriore canale di efficienza nel processo di dialogo con tra imprese e P.A.Il Consorzio CBI definisce le regole e gli standard tecnici e A fronte di una crescente domanda della P.A. Centrale volta adnormativi del Servizio CBI (Corporate Banking Interbancario), abilitare un efficiente colloquio con il sistema bancario, ilgestendo una moderna infrastruttura tecnologica a supporto dei Consorzio CBI ha sviluppato il servizio di Nodo CBI, che permetterapporti tra i diversi soggetti della propria community quali l’accesso diretto alla rete CBI da parte delle P.A.C. per laistituzioni, enti pubblici, aziende, associazioni di categoria e altri. disposizione di pagamenti ed incassi verso il sistema bancario. AdAl Consorzio CBI aderiscono circa 650 Istituti Finanziari (95% del oggi sono connessi al Nodo CBI il Ministero dell’Economica e dellesistema bancario italiano, Poste Italiane e CartaLis), che ad oggi Finanze (attraverso il DIPE) per le esigenze derivanti daloffrono il Servizio CBI in modalità competitiva ad oltre 850.000 Monitoraggio Finanziario delle Grandi Opere Pubbliche, Equitaliaimprese. per la gestione della tesoreria del Gruppo ed Equitalia Giustizia per il Fondo Unico Di Giustizia (FUG), nonché l’Agenzia delIl Servizio CBI permette all’impresa di ottimizzare l’intera catena Territorio per i pagamenti da portale da parte degli utenti webcommerciale-finanziaria, affiancando ai servizi di incasso, dell’Agenzia stessa.pagamento (SEPA compliant) ed informativi ulteriori servizi di Il Consorzio CBI sta inoltre implementando un nuovo servizio di e-gestione documentale in linea con le dinamiche in atto in ambito billing (Business-to Consumer), basato sul modello Electronic Billinternazionale (tra le quali la messaggistica finanziaria XML Presentment and Payment (EBPP), che permette agli utenti didefinita dallo standard ISO 20022 ed i business requirements Home Banking e/o Corporate Banking degli Istituti FinanziariUN/CEFACT), garantendo la piena interoperabilità tra i formati Consorziati la consultazione e il pagamento di “bollette” (intese inadottati dalle diverse comunità finanziarie internazionali. linea generale come i documenti che notificano ad un cittadino o impresa, l’importo dovuto a seguito dell’erogazione di un servizio Tra questi servizi riveste particolare importanza il servizio di o a fronte di un obbligo amministrativo) emesse da soggetti“Invio end-to-end di documentazione strutturata” (Fattura bollettatori clienti CBI. Il Servizio e-billing (B2C) sarà disponibileElettronica), al quale possono essere connessi altri servizi più sul mercato entro la fine del 2012.tipicamente finanziari (ad es. anticipo su fattura, pagamento ericonciliazione, archiviazione, gestione delle dispute, ecc.) alcunidei quali offerti dai consorziati in ambito competitivo. L’obiettivoè quello di facilitare la dematerializzazione e l’integrazione deiprocessi sia nella relazione Business to Business (B2B) che in quellaBusiness to Government (B2G).Osservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Partner della Ricerca DocEasy preziosa, nella maggior parte degli studi professionali la ricerca di DocEasy un documento cartaceo è effettuata manualmente aprendo i www.doceasy.it raccoglitori, attività che impiega molto tempo a discapito della produttività e del servizio al cliente. DocEasy offre una piattaforma on-line dove poter ricercare e consultare i documentiDocEasy è il servizio di archiviazione digitale e conservazione dei propri clienti che sono stati scansionati e conservati presso isostitutiva full outsourcing dei documenti fiscali e scritture nostri magazzini. Tutti i documenti, catalogati per cliente,contabili per lo studio dei Commercialisti ed Esperti Contabili. tipologia e numero di registrazione di contabilità, sono disponibiliL’utilizzo di questo modello di servizio non richiede nessuna in formato PDF.competenza tecnico-normativa da parte degli studi che voglionoproporre la conservazione sostitutiva ai propri clienti. DocEasy non Offrire ai proprio clienti nuovi servizi remunerativi: Una delleè un software, ma un insieme di processi, svolti da personale sfide da affrontare è quella di farsi percepire dalla propriaqualificato. DocEasy nasce per ottimizzare il lavoro di gestione dei clientela non solo come referente per la parte contabile e fiscale,documenti cartacei, ed è strutturato in maniera tale da consentire ma anche come fornitore di valore aggiunto. DocEasy mette aagli studi di offrire ai propri clienti un servizio di conservazione disposizione un modello di servizio dove lo studio professionale èdigitale e sostitutiva a norma, ottenendo comunque vantaggi in un partner DocEasy in grado di fornire servizi di conservazionetermini di efficienza di produttività dello studio. sostitutiva alla propria clientela.DocEasy affronta e risolve tre principali problemi di uno studio Tutti i documenti fiscalmente rilevanti possono essere portati incommerciale: conservazione sostitutiva, DocEasy opera verso i propri clienti, in partnership con lo studio professionale, come Responsabile dellaLiberare gli spazi: L’ingombro del materiale cartaceo nello studio Conservazione diventando a tutti gli effetti garante del correttoè un problema rilevante, spesso vengono dedicati interi armadi alla processo di archiviazione sostitutiva.documentazione da utilizzare per le registrazioni in contabilità inattesa di stoccarla in altri spazi fino a quando il cliente non decidedi ritirarla. DocEasy affronta il problema effettuando il servizio direcupero del cartaceo presso lo studio e lo stoccaggio presso ipropri magazzini.Migliorare l’efficienza nello studio: Il tempo è ormai una risorsaOsservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Partner della Ricerca Doxer DWH S.r.l. Questo è possibile grazie ai particolari accordi commerciali che Doxer DWH S.r.l. Doxer ha stipulato con i propri fornitori, e grazie al sistema www.doxer.it software proprietario che è il fulcro dell’intero progetto: il software è stato, infatti, sviluppato per dialogare con i sistemi informativi degli stessi fornitori, in modo da consentire a questiDoxer DWH S.r.l. nasce nel 2010 dalla felice idea di un gruppo di ultimi di considerare e gestire Doxer come un qualsiasi “grandeimprenditori giovani, dotati di notevole esperienza maturata nei cliente” senza preoccuparsi di cosa c’è “dietro” a Doxer stessa.rispettivi campi di provenienza professionale, con l’intento direndere i servizi di gestione documentale economicamente La conseguenza più importante è che il piccolo cliente di Doxeraccessibili alla media, piccola e micro impresa. usufruisce dei medesimi servizi, beneficiando dei medesimi standard qualitativi e delle medesime garanzie e certificazioni cheAlla base dell’iniziativa c’è, infatti, la consapevolezza che i servizi i fornitori di Doxer riservano a Banche o Enti pubblici.di gestione documentale (dall’archivio cartaceo “delocalizzato”alla conservazione sostitutiva, passando per la digitalizzazione L’innovazione proposta da Doxer non è quindi insita nella tipologiamassiva dei documenti cartacei) sono tradizionalmente rivolti ed o nella natura dei servizi offerti, ma nella modalità in cui essi sonoapprezzati da clientela di fascia elevata quali Banche, Compagnie proposti e nel modello di business che ne è alla base: questedi Assicurazioni, Enti Pubblici ecc. Gli operatori del settore caratteristiche rendono Doxer un’iniziativa unica nel settore.pertanto, sono organizzati per gestire grandi quantità didocumenti, e la tipologia dei servizi richiesti richiede nella Doxer si propone come unico interlocutore per l’erogazione di unamaggior parte dei casi una complessità di gestione che determina gamma completa di servizi nell’ambito della gestionecosti elevati e un conseguente sbarramento ai “piccoli” clienti che documentale. Il cliente può sottoscrivere un contrattopur sarebbero interessati. “componibile” che gli permette di creare la propria offerta su misura abbinando i seguenti servizi: gestione e custodia inDoxer, nel panorama descritto, si inserisce con un’offerta di servizi outsourcing dell’archivio cartaceo, gestione elettronica deipensata “su misura” per la piccola e micro impresa, per le ditte documenti digitali attraverso il software Doxer, servizio diindividuali e per i professionisti avvalendosi comunque dei acquisizione massiva dei documenti cartacei, conservazionemedesimi operatori del settore già consolidatati sui grandi clienti e sostitutiva a norma di legge, consulenza e formazione.garantendo costi convenienti e condizioni vantaggiose anche per aipiccoli clienti cui si rivolge.Osservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Partner della Ricerca Gruppo 24 ORE professionisti, imprese e pubblica amministrazione. Forte di una Gruppo 24 ORE serie di acquisizioni iniziate nella seconda metà del 2007 e, www.ilsole24ore.com affiancata alle soluzione software marchiate Gruppo24 ORE, l’offerta in ambito software e servizi gestionali è ora completa e risponde alle esigenze di ogni singolo mercato di riferimentoIl Gruppo 24 ORE è il principale gruppo editoriale multimediale attraverso soluzioni gestionali e servizi professionali dedicati.attivo in Italia nel settore dell’informazione economica, L’offerta dell’area spazia dalle soluzioni dedicata alle impresefinanziaria, professionale e culturale. (grazie alle acquisizioni dei brand ESA Software ed STR), a quelleIl giornale del Gruppo più noto è Il Sole 24 ORE, il quotidiano dedicate ai commercialisti e consulenti del lavoro , a quelleeconomico leader nell’informazione economica, finanziaria e dedicate alla pubblica amministrazione (grazie a soluzioninormativa, da cui deriva l’alto profilo del brand che caratterizza specifiche quali Via Libera e Fisco24) a quelle specifiche per ill’intera attività del Gruppo. mercato legale (Softlab – easylex) e tecnico (Visiontime). Arricchiscono e qualificano l’offerta software del Gruppo 24OREL’offerta informativa a disposizione dei lettori è integrata anche oltre 45.000 clienti, una presenza capillare su tutto il territorio econ l’Agenzia di stampa Radiocor (leader nell’informazione una offerta completa e modulare per tutti gli ambiti difinanziaria), il portale www.ilsole24ore.com e l’emittente competenza.radiofonica Radio 24.Nei servizi ai professionisti, alle imprese e nell’editoriaspecializzata occupa una posizione di mercato fortementecompetitiva con i suoi libri, riviste, banche dati, servizi on line,corsi di formazione e software gestionali. A questo si aggiunge unapresenza importante nell’organizzazione di mostre e appuntamenticulturali e nella gestione di grandi patrimoni di immagini,realizzata attraverso Alinari 24 ORE e 24 ORE Cultura.Il Gruppo 24 ORE è quotato presso la Borsa Italiana dal 6 dicembre2007.Il Gruppo 24 ORE inoltre riveste una posizione di mercatofortemente competitiva nei servizi e nelle soluzioni rivolte aOsservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Partner della Ricerca ICBPI piattaforma Fast.Invoice; dematerializzazione documentale a ICBPI supporto della gestione del credito verso la PA; servizi di credito www.icbpi.it documentario e cash management per le PMI. Nell’ambito dei Securities Services, l’Istituto e il primo operatore italiano che svolge attivita di Banca Depositaria ed e leader diLIstituto Centrale delle Banche Popolari Italiane (ICBPI) nasce mercato per numero di Fondi Pensione, 34 con il 38% degli assetnel 1939, e oggi è a capo di un Gruppo bancario che fornisce netti destinati alle prestazioni. Con circa € 17 miliardi di assetservizi e infrastrutture per la competitività e la crescita di: under management è il quinto operatore di mercato in Italia.banche, istituzioni finanziarie e assicurative, imprese e PubblicaAmministrazione. Con le proprie partecipate opera principalmente ICBPI, con CartaSi e Key Client, è leader nel mercato dellasu quattro asset: sistemi di pagamento; monetica; securities Monetica. Infine, attraverso la controllata Oasi, opera nei servizi diservices; servizi di outsourcing informatico e consulenza outsourcing informatico e consulenza specializzati su diverse areespecializzati. tra cui sistemi direzionali, segnalazioni di vigilanza, antiriciclaggio e compliance, previdenza complementare e sicurezza.La Capogruppo ICBPI e specializzata in servizi e sistemi dipagamento (nazionali ed internazionali), nei Securities Services,offerti secondo un modello di business process outsourcing e neiservizi Banca/Impresa e PA.Nei servizi di pagamento, grazie alla partnership internazionalecon EQUENS, ICBPI gestisce un miliardo di transazioni annue ed eleader europeo con il 17% del mercato.Dal 1995, l’Istituto svolge il ruolo di provider tecnologico eapplicativo del Corporate Banking Interbancario (CBI), il servizioche permette a un’impresa di trasportare flussidispositivi/informativi alle proprie banche tramite un unicoprodotto di front-end.Lofferta, in questo ambito, si compone di quattro principaliservizi: Gestore del Punto dAccesso (GPA) con servizi diconnessione alla rete CBI per 90 banche e 290.000 PMI; servizi difatturazione elettronica per circa 300 banche attraverso laOsservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Partner della Ricerca Gruppo Intesa Sanpaolo autorizzativi di ciascun utente. Il portale riflette le dimensioni Gruppo Intesa Sanpaolo internazionali di Intesa Sanpaolo consentendo di operare anche su www.intesasanpaolo.com conti accesi presso la rete estera del Gruppo. Easy Fattura è uno strumento d’avanguardia per lo snellimentoIl Gruppo Intesa Sanpaolo è il maggiore gruppo bancario in Italia, delle procedure amministrative delle aziende di ogni dimensione,con 10,8 milioni di clienti e 5.600 filiali, ed uno dei principali in sia del settore privato sia della pubblica amministrazione. LaEuropa ed è leader italiano nelle attività finanziarie per famiglie fatturazione elettronica e la conservazione sostitutiva deied imprese. Inoltre il Gruppo con una copertura strategica del documenti possono incidere in maniera significativa sullaterritorio tramite le sue controllate locali si colloca tra i principali competitività aziendale e sul contenimento dei costi. Intesagruppi bancari in diversi Paesi del Centro-Est Europa e nel Medio Sanpaolo si propone come outsourcer qualificato per laOriente e Nord Africa dove serve 8,3 milioni di clienti attraverso dematerializzazione dei documenti e per gestione dell’intero ciclouna rete di oltre 1.600 filiali. di fatturazione (attiva e passiva) sollevando le aziende dalle incombenze normative e di sicurezza previste dalle regole per laL’obiettivo che il Gruppo Intesa Sanpaolo si pone nei confronti conservazione a norma.delle imprese è quello di supportarle nelle nuove sfide checaratterizzano il contesto in cui operano: dall’esigenza di Neo Impresa è uno strumento che aiuta chi vuole realizzare unideaconfrontarsi su mercati globali, alla necessità di competere in uno imprenditoriale accompagnandolo nei passaggi necessari escenario in cui velocità, efficienza, sicurezza e connettività individuando i finanziamenti privati e pubblici disponibili. Si trattarappresentano fattori chiave di successo. In questo quadro sono di un portale web messo a punto con il contributo tecnico delstate messe a punto alcune proposte particolarmente innovative: CNDCEC - Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili. Il portale è suddiviso in tre sezioni,INBIZ è la porta d’accesso a quanto le Banche del Gruppo Intesa corrispondenti a tre momenti cruciali nell’avvio di una nuovaSanpaolo possono offrire alle aziende nel settore dei servizi on attività imprenditoriale. Per visitare il portaleline, dai servizi di incasso e pagamento al cash management, alla www.neoimpresa.com.fatturazione elettronica, ai trade services, al factoring.Caratteristica importante è la modularità, che consente alleaziende di utilizzare solo i servizi di cui hanno realmente bisognosulla base delle loro dimensioni e della complessità del business.INBIZ, inoltre, permette di personalizzare i livelli operativi eOsservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Partner della Ricerca Passepartout “Studio professionale esteso” permettendo di utilizzare le Passepartout funzionalità del prodotto da qualsiasi postazione locale o remota, www.passepartout.net grazie alle elevate prestazioni dell’ambiente Cloud Computing. Evitando così investimenti in infrastrutture hardware e software, liberando l’utente dalle attività di backup e fornendo21.000 clienti. aggiornamenti automatici per studio e clienti.60.000 utenti. Businesspass è un software a “3 dimensioni”, capace di mettere in240 partner specializzati distribuiti sul territorio italiano. relazione studio, fornitore e azienda cliente.Più di 1000 consulenti applicativi al servizio dei nostri clienti sututto il territorio italiano. Nel software sono disponibili ed integrate tutte le applicazioniPassepartout è la software house leader nel mercato del Cloud tipiche dello studio, inclusa la redazione automatica di analisi diComputing per imprese e professionisti. bilancio, nota integrativa e redditi. Il programma dispone di funzioni per il controllo di gestione dello studio, collegato con laLA MISSION parcellazione per una verifica puntuale dei costi. La gestioneFornire ad aziende e studi professionali, soluzioni innovative, documentale consente di creare un vero archivio elettronico per loaffidabili ed efficienti, in grado di soddisfare le loro esigenze studio e le aziende clienti.operative e di accrescere la competitività sul mercato.Offrire competenze e tecnologie sempre al servizio delle reali Il commercialista e i suoi collaboratori possono accedere alesigenze dei clienti. supporto fornito da Passepartout o dai centri presenti sulCondividere con i nostri partner l’opportunità della costante territorio, richiedendo un intervento tramite web o parlandoinnovazione, la passione per il lavoro e l’attenzione per il cliente. direttamente con l’operatore. In caso di necessità l’assistente può prendere il controllo dell’installazione del commercialista perI MERCATI DI RIFERIMENTO fornire il servizio di assistenza.Passepartout propone una suite completa di prodotti per piccole-medie imprese e professionisti pensati per essere utilizzati in Il professionista può consentire ai clienti di effettuare registrazionimodalità cloud computing e sviluppati totalmente all’interno del contabili semplici allegando la scansione della fattura oppure direparto R&D dell’azienda. Una scelta che permette a Passepartout gestire il ciclo attivo. In caso di esigenze più complesse ildi offrire soluzioni integrate e dalle elevate prestazioni in commercialista può estendere le funzionalità disponibili sino allaambiente cloud. gestione della produzione.BUSINESSPASSUna tecnologia innovativa e un nuovo modo di lavorare, basato sulparadigma del Software as a Service (Saas): questo è Businesspass,un software dedicato ai commercialisti che realizza il concetto diOsservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Partner della Ricerca Sistemi S.p.A. informativo caratterizzato da completezza funzionale e da Sistemi S.p.A. rapidi tempi di implementazione. www.sistemi.com/spring www.sistemi.com ENOLOGIA per la gestione delle attività amministrative, produttive e distributive delle aziende del settore vitivinicolo.SISTEMI sviluppa soluzioni gestionali per aziende e studi www.sistemi.com/enologia.professionali da 35 anni. La società, solida e in costante crescita, Tutti i prodotti sono completati da un sistema di Gestionefonda il suo successo sulla soddisfazione degli Utenti per le Documentale sviluppato da Sistemi per gli Studi Professionali e lesoluzioni, composte da prodotti software e servizi complementari. Aziende che sanno riconoscere nella corretta gestione deiPer ogni tipologia di Utente propone un prodotto mirato sviluppato documenti un vantaggio competitivo in termini di efficienza,sulla base di approfondite competenze acquisite sul settore a cui si tempestività e riduzione dei costi. La soluzione si compone di duerivolge: aree funzionali: Archiviazione Operativa e Conservazione Sostitutiva. Grazie all’alto livello di integrazione con tutti i PROFIS per i commercialisti e gli esperti fiscali: fornisce al prodotti, la Gestione Documentale Sistemi si caratterizza per la professionista la possibilità di creare un sistema informativo semplicità di attivazione e di gestione. integrato con le aziende clienti, grazie alla condivisione di documenti, dati e applicazioni. www.sistemi.com/profis Tutti i prodotti sono disponibili anche come servizio, presso le JOB per i professionisti delle paghe e consulenti del lavoro: server farm Sistemi e fruibili tramite internet. gestisce oltre i numerosi adempimenti fiscali e contributivi Con questa opportunità, lo Studio e l’Azienda possono scegliere la relativi alle paghe anche il controllo di gestione del personale. modalità di utilizzo più comoda per la propria organizzazione, www.sistemi.com/job sfruttando tutti i vantaggi del cloud dove ci sia bisogno di condivisione di dati e di accesso distribuito alle informazioni. STUDIO per la gestione degli studi professionali: consente di informatizzare le attività di gestione e amministrazione dello Tutti i prodotti sono corredati da servizi di supporto informativo, studio. www.sistemi.com/studio aggiornamento e assistenza. eSOLVER per le Aziende strutturate che necessitano di un sistema per automatizzare i processi e gestire i fattori critici La distribuzione e l’assistenza locale sono garantite, in tutta Italia, aziendali. www.sistemi.com/esolver dalla rete distributiva composta da oltre 120 operatori informatici che svolgono il ruolo di Partner nei confronti di oltre 30.000 Studi SPRING per la gestione amministrativa e commerciale delle Professionali e Aziende italiane. aziende di piccole dimensioni che ricercano un sistemaOsservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Partner della Ricerca Wolters Kluwer Italia trova, in ufficio, in tribunale, presso i clienti o a casa, tutto il Wolters Kluwer Italia patrimonio informativo di documentazione, dottrina, prassi, www.wki.it giurisprudenza, novità normative, trattazioni approfondite, sintesi operative e formulari, è disponibile e può essere consultato attraverso i media e i formati desiderati: dal libro all’e-book, dalla banca dati specializzata alla suite di banche dati, dal quotidiano via web alloWolters Kluwer Italia, società del gruppo multinazionale Wolters speciale monografico on-line, dalla rivista alla newsletter tematica,Kluwer, opera nel mercato dell’editoria professionale, nel dal manuale alle APP.software,nella formazione e nei servizi con i marchi editoriali IPSOA, La Scuola di formazione IPSOA, dal 1970 a oggi, ha contribuito aCEDAM, UTET GIURIDICA, UTET SCIENZE TECNICHE, LEGGI D’ITALIA creare cultura di impresa nel contesto economico italiano e aPROFESSIONALE, INDICITALIA e IL FISCO e i marchi software IPSOA, rispondere alle esigenze formative e di aggiornamento professionaleOSRA, ARTEL, OA SISTEMI e SBG. di migliaia di professionisti, uomini d’azienda e giovani. Con metodologie didattiche innovative, in aula e via e-learning, un corpoWolters Kluwer Italia, con un’offerta specializzata, ampia e integrata, docente formato da affermati professionisti e docenti universitari, lache spazia dall’editoria in formato elettronico, cartaceo e online, alle completezza delle aree di intervento, la cura nella scelta delle sedi esoluzioni software, on premise e “in the cloud”, ai corsi della Scuola del materiale didattico, la certificazione di qualità RINA dei processidi Formazione IPSOA, rappresenta il punto di riferimento per le interni.professioni economiche, giuridiche, tecniche, per le imprese e la PA.Wolters Kluwer Italia opera in Italia con oltre 1.000 dipendenti in 16 Wolters Kluwer Italia, offre un’ampia gamma di soluzioni software persedi distribuite sul territorio. commercialisti, consulenti del lavoro, avvocati, notai, associazioni e imprese, per gestire con efficienza gli adempimenti e le attivitàIl gruppo Wolters Kluwer nel mondo ha registrato nel 2011 un professionali. I tratti comuni sono la semplicità di apprendimento e difatturato di 3.354 miliardi di euro e una crescita del 4% rispetto utilizzo, la tempestività degli aggiornamenti normativi e funzionali, laall’anno precedente, impiega 18.000 persone a livello internazionale completezza, l’integrazione tra i diversi moduli e con le componentie opera in oltre 35 Paesi fra Europa, Nord America, Asia Pacifico e editoriali per mettere a disposizione di ogni operatore informazioniAmerica Latina. normative e interpretative al momento giusto.Wolters Kluwer è leader nella fornitura di prodotti e di servizieditoriali e di software per i professionisti del mercato legale e Le diverse piattaforme tecnologiche consentono la scelta tra modalitànormativo, fiscale, del lavoro, corporate, dei servizi finanziari, della di fruizione tradizionali e innovative, quali quelle web based o SaaS, esalute e scolastico. inoltre facilitano l’interazione, la collaborazione, la comunicazione eWolters Kluwer investe annualmente dall’8 al 10% del suo fatturato la condivisione di procedure, documenti e informazioni tranello sviluppo di nuovi prodotti. professionisti, Enti e imprese.Nell’era digitale, l’offerta editoriale di Wolters Kluwer Italia pone alservizio delle esigenze informative un catalogo unico per ampiezza emedia utilizzati. A seconda del contesto d’uso in cui il cliente siOsservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net
    • Con la partecipazione di ANORC elettronica. All’interno dell’Associazione vengono organizzati Blunet S.r.l. gruppi di studio tematici sulla legislazione vigente, proprio allo www.blunet.it scopo di proporre suggerimenti e istanze alle Istituzioni di riferimento (Commissione Europea, Agenzia delle Entrate etc.).ANORC, Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili Con la convinzione che il confronto sia la strada giusta per ladella Conservazione digitale, è un’associazione senza scopo di crescita ANORC promuove con slancio anche le partnership conlucro che mette in comunicazione le conoscenze e i bisogni di tutti altri attori - italiani e stranieri - operanti nel settore dellai professionisti che operano nell’innovativo settore della Conservazione Digitale, partecipa ai principali eventi italiani sullaDematerializzazione e della Conservazione digitale dei documenti, digitalizzazione e organizza ogni anno il DIG.Eat, Forum nazionalei così detti "amanuensi del digitale" che assicureranno ai nuovi sulla dematerializzazione dei documenti, in cui si discutono learchivi fatti di bit durata e immutabilità nel tempo. ANORC si tematiche più urgenti in materia e le nuove direzioni di sviluppo.propone di sostenere e promuovere questa profonda rivoluzionedigitale attraverso un dialogo continuo con partner di settore e Considerando la formazione strumento fondamentale in un settoreIstituzioni. All’interno di ANORC ha preso poi forma recentemente in costante evoluzione, ANORC organizza corsi di formazione eil nuovo organismo ABIRT (Advisory Board Italiano dei Responsabili partecipa con i suoi docenti a quelli organizzati da enti terzi,del Trattamento dei dati personali) che ha lo scopo di pubblici e privati, in tutta Italia. Attualmente gestisce rapporti dirappresentare, sostenere e tutelare a livello nazionale i collaborazione con la SDA Bocconi per la progettazione di percorsiResponsabili Privacy e favorire la loro collaborazione, auspicata formativi condivisi.dall’art. 44 del CAD, con i responsabili della conservazionedigitale. ANORC diffonde contenuti anche attraverso la sua attività editoriale, collaborando con le maggiori riviste di settore eDalla sua fondazione nel 2007 (ad opera dell’attuale Presidente, curando una rivista propria (“Il Documento Digitale”), il cui primol’avv. Andrea Lisi, e di 40 aziende operanti nel settore della numero verrà pubblicato a breve.digitalizzazione documentale) l’Associazione è costantementecresciuta fino ad annoverare, attualmente, oltre 300 soci.ANORC gestisce un rapporto di scambio continuo con le Istituzioni,partecipa ai tavoli di lavoro di DigitPA ed è l’unica associazioneprivata a essere parte attiva nel Forum Italiano sulla FatturazioneOsservatorio ICT & Commercialisti 03 Ottobre 2012 www.osservatori.net