Firme elettroniche, grafometria e processi di conservazione

861 views
743 views

Published on

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
861
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Firme elettroniche, grafometria e processi di conservazione

  1. 1. www.anorc.it di Andrea Lisi – andrealisi@studiolegalelisi.it Presidente di ANORC e ABIRT– www.anorc.it – www.abirt.it Docente nella Document Management Academy e nella MIS Academy (Management dei Sistemi Informativi), SDA Bocconi, Milano Docente ABI (Associazione Bancaria Italiana) Coordinatore del Digital&Law Department dello Studio Legale Lisi (www.studiolegalelisi.it) Firme elettroniche, grafometria e processi di conservazione
  2. 2. www.anorc.it Document Management: stadi evolutivi Firma digitale Firma elettronica
  3. 3. www.anorc.it Conservazione sostitutiva E-mail Flusso di dati Sistema Documentale Portale Documentale Document Management: le tappe dello sviluppo 1990-2000 2001-2010 2011-….. Documento fisico Documento digitale Informazione? Archiviazione ottica Conservazione digitale Firma autografa e digitale Firma elettronica Firma grafometrica Supporto cartaceo ERP+Repository Documento Archiviazione Firma Distribuzione Sistemi
  4. 4. www.anorc.it Dall’efficienza esecutiva all’efficacia operativa 1990-2000 2001-2010 2011 - ….. Gestione Documentale Archiviazione Ottica Processo Digitale ControlloEfficienza Efficacia
  5. 5. www.anorc.it Maggiore Efficienza • Dematerializzazione • Ottimizzazione dei processi • Maggiore condivisione delle informazioni • Migliore integrazione con i propri partner Maggiore Controllo • Tracciabilità dei processi • Trasformazione dei dati in informazioni documentate • Analisi dei fenomeni aziendali Maggiore Efficacia • Migliori servizi ai clienti • Maggiori servizi ai clienti • Maggiore reattività rispetto alle mutazioni del mercato • Maggiore flessibilità Vantaggi per il sistema documentale
  6. 6. www.anorc.it Qualsiasi azienda o PA ormai lavora quotidianamente con documenti di natura e formato diversi generati internamente o provenienti da fonti esterne Tipologia dei documenti aziendali
  7. 7. www.anorc.it Ormai esistono e si sviluppano in tutte le realtà aziendali piattaforme e sistemi che possono essere utilizzati da centinaia di migliaia di utenti per gestire i documenti strutturati e non strutturati processati quotidianamente…
  8. 8. www.anorc.it …ma anche per la PA ormai il mondo digitale è sempre più multicanale: DIPENDENTI: - e-mail, pec, firma digitale e FEA -protocollazione informatica -archiviazione e gestione documentale -privacy e sicurezza informatica Destinatari del servizio: - pubblicità legale on line - trasparenza e accessibilità - formulari on line - sportelli e procedimenti on line - contratti con firma digitale Altre Pubbliche Amministrazioni o imprese Connettività E-government E-procurement Reti di P.A. convenzioni digitali La rivoluzione disegnata nel Codice dell’Amministrazione Digitale E-GOV DECERTIFICAZIONEDECERTIFICAZIONE Andrea Lisi Copyright 2014 Vietata diffusione e duplicazione
  9. 9. www.anorc.it L’informazione digitale rilevante per sua natura ormai è sempre più dinamica, strutturata e rappresentata da flussi di dati trasmessi in modalità multicanale: - è quindi sempre più spesso modificabile - non è facilmente attribuibile - viaggia su canali tendenzialmente insicuri - è continuamente sottoposta al cambiamento tecnologico - non è facilmente conservabile nel tempo Andrea Lisi Copyright 2014 Vietata diffusione e duplicazione va, quindi, inevitabilmente ridisegnato il concetto di forma scritta digitale …ma l’informazione è un documento??
  10. 10. www.anorc.itCopyright © 2012 Accenture All rights reserved. 10 Bozza Regole tecniche del documento informatico e gestione documentale Versione del 05/08/2011 Art. 3 comma 1 La formazione del documento informatico comprende le attività di cui alle seguenti principali tipologie: a) redazione tramite l’utilizzo di appositi strumenti software; b) acquisizione della copia per immagine su supporto informatico di un documento analogico, acquisizione della copia informatica di un documento analogico, acquisizione per via telematica o su supporto informatico; c) registrazione informatica delle informazioni risultanti da transazioni informatiche o dalla presentazione telematica di dati attraverso moduli o formulari resi disponibili all’utente; d) generazione o raggruppamento anche in via automatica di un insieme di dati, provenienti da una o più basi dati anche appartenenti a più soggetti interoperanti, secondo una struttura logica predeterminata e memorizzata in forma statica. …anche la fase di formazione del documento informatico, quindi, si modifica Integrità e immodificabilità?
  11. 11. www.anorc.it Ricapitolando un po’…
  12. 12. www.anorc.it
  13. 13. www.anorc.it
  14. 14. www.anorc.it Chi intende sviluppare servizi in rete, oltre a confrontarsi con un ordinamento di natura “anazionale”, deve predisporre gli strumenti organizzativi, tecnici e legali che consentano di garantire ai propri servizi digitalizzati: - la riservatezza delle transazioni, - l'autenticità e l'identificabilità delle parti, - la possibilità di dimostrare nel tempo la formazione di una volontà negoziale delle parti, - la sicurezza e l'integrità dei dati e dei documenti in un sistema di conservazione digitale, - una adeguata informazione e protezione per il destinatario del servizio.
  15. 15. www.anorc.it La legge attualmente in vigore e le sue definizioni Firma elettronica (lett. q) - L’insieme dei dati in forma elettronica, allegati oppure connessi tramite associazione logica ad altri dati elettronici, utilizzati come metodo di identificazione informatica Firma elettronica avanzata (lett. q-bis) - Insieme di dati in forma elettronica allegati oppure connessi a un documento informatico che consentono l’identificazione del firmatario del documento e garantiscono la connessione univoca al firmatario, creati con mezzi sui quali il firmatario può conservare un controllo esclusivo, collegati ai dati ai quali detta firma si riferisce in modo da consentire di rilevare se i dati stessi siano stati successivamente modificati Firma elettronica qualificata (lett. r) - Un particolare tipo di firma elettronica avanzata che sia basata su un certificato qualificato e realizzata mediante un dispositivo sicuro per la creazione della firma Firma digitale (lett. s) - Un particolare tipo di firma elettronica avanzata basata su un certificato qualificato e su un sistema di chiavi crittografiche, una pubblica e una privata, correlate tra loro, che consente al titolare tramite la chiave privata e al destinatario tramite la chiave pubblica, rispettivamente, di rendere manifesta e di verificare la provenienza e l’integrità di un documento informatico o di un insieme di documenti informatici Le distinzioni: - la sottoscrizione - la firma Il Codice della amministrazione digitale (art. 1) L’imputabilità giuridica …la forma scritta digitale non sempre coincide con la sottoscrizione del documento …
  16. 16. www.anorc.it
  17. 17. www.anorc.it La “sottoscrizione” nel documento informatico: la firma digitale Andrea Lisi Copyright 2013 Vietata diffusione e duplicazione La “trasmissione” nel documento informatico: la pec Conosciamo davvero la differenza tra questi due strumenti fondamentali??
  18. 18. www.anorc.it - Come conservo il documento informatico con la firma digitale? - Come conservo la pec? - Che formati uso per la firma digitale? - Come trasmetto via pec un documento cartaceo? - Come trasmetto via pec un documento informatico? - Come mi faccio rilasciare una procura di firma con firma digitale? - Come Avvocato, posso far usare la firma autografa al Cliente e usare io la firma digitale? - La pec è come un fax? - Come allego un documento informatico con firma digitale in un fascicolo? - Lo stampo? Sappiamo rispondere a queste domande?
  19. 19. www.anorc.it Un esempio di Documento Informatico con firma digitale: Siamo sicuri di saperlo verificare?
  20. 20. www.anorc.it • E questa cosa è? • Avete mai firmato così? • Vi siete mai chiesto se è valida questa firma? • Avete mai pensato se ci sono rischi?
  21. 21. www.anorc.it Allora vi sentite davvero pronti per l’innovazione digitale?
  22. 22. www.anorc.it 1-bis. L'idoneità del documento informatico a soddisfare il requisito della forma scritta e il suo valore probatorio sono liberamente valutabili in giudizio, tenuto conto delle sue caratteristiche oggettive di qualità, sicurezza, integrità ed immodificabilità, fermo restando quanto disposto dall’articolo 21. 1. Il documento informatico, cui è apposta una firma elettronica, sul piano probatorio è liberamente valutabile in giudizio, tenuto conto delle sue caratteristiche oggettive di qualità, sicurezza, integrità e immodificabilità. 2. Il documento informatico sottoscritto con firma elettronica avanzata, qualificata o digitale, formato nel rispetto delle regole tecniche di cui all'articolo 20, comma 3, che garantiscano l'identificabilità dell'autore, l'integrità e l'immodificabilità del documento, ha l'efficacia prevista dall'articolo 2702 del codice civile. L'utilizzo del dispositivo di firma elettronica qualificata o digitale si presume riconducibile al titolare, salvo che questi dia prova contraria 2-bis). Salvo quanto previsto dall’articolo 25, le scritture private di cui all’articolo 1350, primo comma, numeri da 1 a 12, del codice civile, se fatte con documento informatico, sono sottoscritte, a pena di nullità, con firma elettronica qualificata o con firma digitale. […] La forma digitale sottoscritta: - firma digitale - FEA - firma «grafometrica» Il Codice della amministrazione digitale (artt. 20, 21) I formati documentali … differenziare documenti e contratti…
  23. 23. www.anorc.it La Firma Elettronica Avanzata, non è un determinato software, né una determinata tecnologia, ma è un sistema neutro, sicuro e affidabile che garantisca l’appartenenza di un documento informatico reso immodificabile ad un soggetto Art. 56 Caratteristiche delle soluzioni di firma elettronica avanzata 1. Le soluzioni di firma elettronica avanzata devono garantire: a) l’identificazione del firmatario del documento; b) la connessione univoca della firma al firmatario; c) il controllo esclusivo del firmatario del sistema di generazione della firma, ivi inclusi i dati biometrici eventualmente utilizzati per la generazione della firma; d) la possibilità di verificare che l’oggetto della sottoscrizione non abbia subito modifiche dopo l’apposizione della firma; e) la possibilità per il firmatario di ottenere evidenza di quanto sottoscritto; f) l’individuazione del soggetto di cui all’art. 55, comma 2, lettera a); g) l’assenza di qualunque elemento nell’oggetto della sottoscrizione atto a modificarne gli atti, fatti o dati nello stesso rappresentati. E ricordiamoci sempre: Articolo 1352 c.c. Se le parti hanno convenuto per iscritto di adottare una determinata forma per la futura conclusione di un contratto, si presume che la forma sia stata voluta per la validità di questo Le nuove regole Tecniche (DPCM 22 febbraio 2013) La sua valenza formale e probatoria dipende dal sistema che si sviluppa Esempio di firma elettronica avanzata: strong authentication + sistema sicuro di transazione + sistema di conservazione dei log
  24. 24. www.anorc.it Le nuove regole Tecniche Art. 57 - Obblighi per i soggetti che erogano per proprio conto soluzioni di firma elettronica avanzata 1. I soggetti di cui all’art. 55, comma 2, lettera a) devono: a) identificare in modo certo l’utente, informarlo in merito agli esatti termini e condizioni relative all'uso del servizio, compresa ogni eventuale limitazione dell'uso, subordinare l’attivazione del servizio alla sottoscrizione di una dichiarazione di accettazione delle condizioni del servizio da parte dell’utente; b) conservare per almeno venti anni la dichiarazione di cui al punto a) ed ogni altra informazione atta a dimostrare l’ottemperanza a quanto previsto all’art. 56, comma 1, garantendone la disponibilità, integrità, leggibilità e autenticità; c) fornire liberamente e gratuitamente copia della dichiarazione e le informazioni di cui alla lettera b) al firmatario, su richiesta di questo; d) rendere note le modalità con cui effettuare la richiesta di cui al punto c), pubblicandole anche sul proprio sito internet; e) rendere note le caratteristiche del sistema realizzato atte a garantire quanto prescritto dall’art. 56, comma 1, specificando le caratteristiche delle tecnologie utilizzate e come queste consentono di ottemperare a quanto prescritto, pubblicandole anche sul proprio sito internet; f) consentire l’uso della firma elettronica qualificata e della firma digitale, ove applicabile, in alternativa alla firma elettronica avanzata per i procedimenti per i quali è previsto l’uso della firma elettronica avanzata; g) assicurare la disponibilità di un servizio di revoca relativo alla firma elettronica avanzata, ove applicabile, e un servizio di assistenza. + copertura danni sino a € 500.000 (copertura assicurativa) e pubblicazione su sito web del sistema di copertura Limiti d’uso: La firma elettronica avanzata realizzata in conformità con le disposizioni delle presenti regole tecniche, è utilizzabile limitatamente ai rapporti giuridici intercorrenti tra il sottoscrittore e il soggetto di cui all’art. 55, comma 2, lettera a) (art. 60 Regole Tecniche) Le domande: -so quello che firmo? -come associo la firma al documento? -cosa conservo? e chi conserva? -rilascio ricevute certe su ciò che si è firmato? Etc. Non è prevista alcuna autorizzazione preventiva
  25. 25. www.anorc.it La firma biometrica Il termine “riconoscimento biometrico” fa riferimento all’identificazione o alla verifica automatica dell’identità attraverso strumenti di valutazione di caratteristiche fisiche o comportamentali (Linee Guida CNIPA 2004) Acquisizione sul documento dell’immagine della sottoscrizione di un soggetto Se non è verificabile il comportamento di chi firma, non è biometria e non crea problemi tecnici e di privacy, ma ha scarso valore giuridico Acquisizione evoluta sul documento di vari dati comportamentali di chi firma È la versione elettronica della sottoscrizione cartacea. Può essere di volta in volta verificabile la sua autenticità e non c’è centralizzazione di dati biometrici Acquisizione biometrica come credenziale forte di autenticazione Può servire a garantire un accesso riservato di transazione, ma anche come modello di sottoscrizione digitale e, quindi, garantire un accesso in remoto al proprio certificato di firma custodito da un HSM (può richiedere la necessità di interpello ai sensi dell’art. 17 Codice privacy e la sua valenza probatoria può essere robusta) (può richiedere la necessità di interpello ai sensi dell’art. 17 Codice privacy e può servire per “sbloccare” in remoto certificati di firma digitale)
  26. 26. www.anorc.it Utilizzo della biometria nel mondo bancario Privacy •Informative corrette •Nomine e Incarichi •DPS robusto •Notifica e Interpello Necessità di contestualizzare l’utilizzo e di verificare per singolo documento il sistema più conveniente da sviluppare Contratti e SLA - Fornitore del servizio - Clienti A cosa prestare attenzione? Conservazione digitale  verifica processo manuale  nomina responsabile IT Telecom s.r.l. e Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza (provvedimento Garante n. 36 del 31 gennaio 2013) Unicredit S.p.A. (provvedimento Garante n. 37 del 31 gennaio 2013) Fineco Bank S.p.A. (provvedimento 12 settembre 2013 n. 396)
  27. 27. www.anorc.it 25. Firma autenticata. 1. Si ha per riconosciuta, ai sensi dell'articolo 2703 del codice civile, la firma elettronica o qualsiasi altro tipo di firma avanzata autenticata dal notaio o da altro pubblico ufficiale a ciò autorizzato. 2. L'autenticazione della firma elettronica, anche mediante l’acquisizione digitale della sottoscrizione autografa, o di qualsiasi altro tipo di firma elettronica avanzata consiste nell'attestazione, da parte del pubblico ufficiale, che la firma è stata apposta in sua presenza dal titolare, previo accertamento della sua identità personale, della validità dell’eventuale certificato elettronico utilizzato e del fatto che il documento sottoscritto non è in contrasto con l'ordinamento giuridico. 3. L'apposizione della firma digitale da parte del pubblico ufficiale ha l'efficacia di cui all'articolo 24, comma 2. 4. Se al documento informatico autenticato deve essere allegato altro documento formato in originale su altro tipo di supporto, il pubblico ufficiale può allegare copia informatica autenticata dell'originale, secondo le disposizioni dell'articolo 23, comma 5.
  28. 28. www.anorc.it È valido il contratto on line? È valida e rilevante un’istanza inoltrata «sottoscrivendo» un modulo presente on line sul sito di una PA? È formalmente ineccepibile un documento firmato digitalmente? Posso far sottoscrivere il consenso ai dati personali con firma elettronica avanzata e/o grafometrica? E allora siamo davvero sicuri di saper rispondere a queste domande?
  29. 29. www.anorc.it …in realtà, formare e conservare correttamente e secondo la normativa in vigore i propri «dati digitali rilevanti» è indispensabile perché c’è il rischio concreto che il “documento informatico” prodotto in proprio favore non venga riconosciuto valido in un procedimento giudiziale!!! …qualche esempio…
  30. 30. www.anorc.it La Giurisprudenza: - L'ordinanza del 30-04-2011 del Tribunale di Catanzaro ha stabilito che il consenso manifestato attraverso il tasto negoziale virtuale (c.d. point&Click) è idoneo a perfezionare la conclusione del contratto (relativamente al principio delle libertà delle forme). Tuttavia, la pronuncia in oggetto ha escluso che la medesima modalità di manifestazione del consenso possa validamente integrare la specifica approvazione per iscritto da parte del consumatore delle clausole vessatorie, richiesta ai fini dell’efficacia delle condizioni generali del contratto dall’art. 1341 codice civile. Al riguardo, il Giudice ha precisato che tali clausole devono, invece, essere sottoscritte con firma digitale, poiché la semplice sottoscrizione via web in modalità point and click non sarebbe idonea ad integrare la forma scritta richiesta dalla legge. L’ordinanza in oggetto stimola diverse interessanti riflessioni relativamente all’applicazione delle norme del Codice Civile e del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD).
  31. 31. www.anorc.it La Giurisprudenza: - La terza sezione della Corte di Giustizia Europea con la sentenza 5 luglio 2012 relativa alla causa C-49/11 affronta la complessa materia della protezione dei consumatori nei contratti a distanza sostenendo che “l’articolo 5, paragrafo 1, della direttiva 97/7/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 maggio 1997, riguardante la protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza, deve essere interpretato nel senso che non soddisfa i requisiti da esso imposti una prassi commerciale che consista nel rendere accessibili le informazioni richieste dalla norma precisata solamente attraverso un collegamento ipertestuale a un sito Internet dell’impresa interessata, dal momento che tali informazioni non sono né «fornite» da tale impresa né «ricevute» dal consumatore, come prescrive la suddetta disposizione, e che un sito Internet non può essere considerato un «supporto duraturo» ai sensi del medesimo articolo 5, paragrafo 1”.
  32. 32. www.anorc.it nullità dei contratti di trading on line privi di firma digitale seppur siglati in area riservata e previa sottoscrizione di condizioni generali di servizio da parte di istituto di credito e investitore (perché manca la forma scritta) - Tribunale di Ravenna sent. 19 novembre 2007 Commercio Elettronico precarietà normativa dell’incontro virtuale (la pagina web è per sua natura volatile e suscettibile dci continue modifiche) (vedi Cass. Sez. Lavoro Sent. 02912/04 - Copia di pagina web su supporto cartaceo che non risulti essere stata raccolta con garanzie di rispondenza all’originale e di riferibilità a un ben individuato momento - qualificabilità come documento - non sussiste) E-ticket (Ris. 349/E/2007)
  33. 33. www.anorc.it La Giurisprudenza: - il TAR Puglia - Bari, Sez. I, con la sentenza n. 1019 del 24 maggio 2012 dichiara l’obbligatorietà della sottoscrizione dell’offerta con firma digitale in caso di gare telematiche - una recente sentenza del TAR Milano (T.A.R. Lombardia Milano Sez. IV, Sent., 11-07-2012, n. 1942) ha annullato un provvedimento di esclusione dalla procedura di gara indetta da LOMBARDIA INFORMATICA SPA. Lombardia Informatica S.p.A. aveva provveduto all’esclusione dalla gara per la fornitura di soluzioni infusionali la Baxter S.p.A., società ricorrente, in quanto all'atto della presentazione dell'offerta in via elettronica, avrebbe sottoscritto ed immesso nel sistema un documento vuoto, file di dimensioni pari a 0 kb nonchè privo dei contenuti richiesti, in luogo della dichiarazione di offerta economica. La procedura di gara pubblica era gestita in via informatica per il tramite di piattaforma “SinTel”. E' stato accertato che il sistema SInTel utilizzato non garantiva il tracciamento di ogni operazione compiuta sulla piattaforma, e l'inalterabilità delle registrazioni (log) di sistema, quali rappresentazioni informatiche degli atti e delle operazioni compiute, valide e rilevanti ai sensi di legge.
  34. 34. www.anorc.it Occorrerà inevitabilmente dotarsi di strumenti e meccanismi che permettano di evitare non solo la perdita di dati e informazioni importanti per l'azienda, ma anche la loro modifica o la loro alterazione, strumenti di gestione di tali documenti e atti che permettano di mantenerne la stabilizzazione temporale e l' integrità complessiva e che permettano di risalire pacificamente al titolare del documento, rendendo facilmente individuabile il soggetto cui quel documento o quella semplice informazione sono ascrivibili. Tutto questo nel rispetto della privacy. SICUREZZA AZIENDALE, RISK MANAGEMENT E CORRETTA CONSERVAZIONE DEI DATI Provv. Garante 27/11/2008 sugli amministratori di sistema
  35. 35. www.anorc.it In ambito bancario non può non ricordarsi il recente Provedimento del Garante Privacy (Provv. 12 maggio 2011, pubblicato in GU n.127 del 3 giugno 2011) avente ad oggetto le "Prescrizioni in materia di circolazione delle informazioni in ambito bancario e di tracciamento delle operazioni bancarie" che prevede, tra l'altro, il tracciamento delle operazioni, anche di sola consultazione, dei dati della clientela da parte dei dipendenti e la conservazione dei relativi log per almeno 24 mesi
  36. 36. www.anorc.it Gestire correttamente i propri documenti e le proprie informazioni rilevanti significa adottare modelli e metodologie “a norma” finalizzati a garantire l’attribuibilità, l’integrità, l’autenticità, la sicurezza, la corretta archiviazione e la conservazione nel tempo al proprio patrimonio di dati digitali Gestire correttamente i propri documenti e le proprie informazioni rilevanti significa adottare modelli e metodologie “a norma” finalizzati a garantire l’attribuibilità, l’integrità, l’autenticità, la sicurezza, la corretta archiviazione e la conservazione nel tempo al proprio patrimonio di dati digitali
  37. 37. www.anorc.it Pertanto, la vera scommessa del futuro digitale è: Garantire: - La (ragionevolmente) certa paternità - La corretta trasmissibilità e gestione - La adeguata fascicolazione e archiviazione - La necessaria sopravvivenza nel tempo a tutti i dati digitali che abbiano un rilievo giuridico attraverso avanzate tecniche di sicurezza informatica e di conservazione digitale
  38. 38. www.anorc.it ART. 43 CAD (Riproduzione e conservazione dei documenti) 1. I documenti degli archivi, le scritture contabili, la corrispondenza ed ogni atto, dato o documento di cui e‘ prescritta la conservazione per legge o regolamento, ove riprodotti su supporti informatici sono validi e rilevanti a tutti gli effetti di legge, se la riproduzione e la conservazione nel tempo sono effettuate in modo da garantire la conformita' dei documenti agli originali, nel rispetto delle regole tecniche stabilite ai sensi dell'art. 71. 3. I documenti informatici, di cui è prescritta la conservazione per legge o regolamento, possono essere archiviati per le esigenze correnti anche con modalità cartacee e sono conservati in modo permanente con modalità digitali, nel rispetto delle regole tecniche stabilite ai sensi dell'art. 71. La conservazione digitale non è una scelta eventuale, ma un dovere!
  39. 39. www.anorc.it Il Responsabile della Conservazione È il custode dell’autenticità del documento privo di peso Autenticazione: - PEC - VPN e SPC - EDI - Aree Riservate Firma Digitale: - Autenticità - Integrità - Conservazione - Sicurezza - E-mailing
  40. 40. www.anorc.it
  41. 41. www.anorc.it  Documentare la resa informativa (ex art. 13 Codice privacy va resa oralmente o per iscritto)  Consenso espresso (ex art. 23 Codice privacy deve essere informato e documentato in forma scritta)  Esprimere il consenso in forma scritta (ex art. 23 Codice privacy forma scritta per i dati sensibili)  Prestazione del consenso in ambito sanitario (ex art. 81 Codice privacy «il consenso al trattamento dei dati idonei a rivelare lo stato di salute, nei casi in cui è necessario ai sensi del presente codice o di altra disposizione di legge, può essere manifestato con un'unica dichiarazione, anche oralmente. In tal caso il consenso è documentato, anziché con atto scritto dell'interessato, con annotazione dell'esercente la professione sanitaria o dell'organismo sanitario pubblico, riferita al trattamento di dati effettuato da uno o più soggetti e all'informativa all'interessato»).
  42. 42. www.anorc.it L’ultima novità www.aifag.it
  43. 43. www.anorc.it Avv. Andrea Lisi Digital&Law Department Studio Legale Lisi www.studiolegalelisi.it Tel. 0832/256065 – Fax 0832/520140 e.mail: andrealisi@studiolegalelisi.it Grazie per l’attenzione …e per contatti o ulteriori informazioni:

×