Smau Bari 2013 Forum PA - donzelli

248 views
196 views

Published on

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
248
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Creare precondizioni e ambiente abilitante all’innovazione e sviluppo di servizi ad elevato valore aggiunto (pensiamo ad esempio teleconsulto – assistenza domiciliare)Ecosistema dell’innovazione in sanità – dove tutti possono contribuire (pensiamo alle applicazioni su iPhone)Il piano si articola su interventi finalizzati a Creare Servizi a valenza nazionale: ricadute significative in termini di condizioni abilitanti per Sviluppare Modelli e standard condivisi per la cooperazione e interoperabilità: infrastruttura del FSE – sistemi sovra-territoriali di prenotazioni – standard di documenti HL7 - affinché infrastrutture nazionali possano crescere in modo progressivo ma ordinatoLinee guida per favorire crescita del sistema aziendale nella massima autonomia e discrezionalità della singola azienda
  • Creare precondizioni e ambiente abilitante all’innovazione e sviluppo di servizi ad elevato valore aggiunto (pensiamo ad esempio teleconsulto – assistenza domiciliare)Ecosistema dell’innovazione in sanità – dove tutti possono contribuire (pensiamo alle applicazioni su iPhone)Il piano si articola su interventi finalizzati a Creare Servizi a valenza nazionale: ricadute significative in termini di condizioni abilitanti per Sviluppare Modelli e standard condivisi per la cooperazione e interoperabilità: infrastruttura del FSE – sistemi sovra-territoriali di prenotazioni – standard di documenti HL7 - affinché infrastrutture nazionali possano crescere in modo progressivo ma ordinatoLinee guida per favorire crescita del sistema aziendale nella massima autonomia e discrezionalità della singola azienda
  • Creare precondizioni e ambiente abilitante all’innovazione e sviluppo di servizi ad elevato valore aggiunto (pensiamo ad esempio teleconsulto – assistenza domiciliare)Ecosistema dell’innovazione in sanità – dove tutti possono contribuire (pensiamo alle applicazioni su iPhone)Il piano si articola su interventi finalizzati a Creare Servizi a valenza nazionale: ricadute significative in termini di condizioni abilitanti per Sviluppare Modelli e standard condivisi per la cooperazione e interoperabilità: infrastruttura del FSE – sistemi sovra-territoriali di prenotazioni – standard di documenti HL7 - affinché infrastrutture nazionali possano crescere in modo progressivo ma ordinatoLinee guida per favorire crescita del sistema aziendale nella massima autonomia e discrezionalità della singola azienda
  • Creare precondizioni e ambiente abilitante all’innovazione e sviluppo di servizi ad elevato valore aggiunto (pensiamo ad esempio teleconsulto – assistenza domiciliare)Ecosistema dell’innovazione in sanità – dove tutti possono contribuire (pensiamo alle applicazioni su iPhone)Il piano si articola su interventi finalizzati a Creare Servizi a valenza nazionale: ricadute significative in termini di condizioni abilitanti per Sviluppare Modelli e standard condivisi per la cooperazione e interoperabilità: infrastruttura del FSE – sistemi sovra-territoriali di prenotazioni – standard di documenti HL7 - affinché infrastrutture nazionali possano crescere in modo progressivo ma ordinatoLinee guida per favorire crescita del sistema aziendale nella massima autonomia e discrezionalità della singola azienda
  • Creare precondizioni e ambiente abilitante all’innovazione e sviluppo di servizi ad elevato valore aggiunto (pensiamo ad esempio teleconsulto – assistenza domiciliare)Ecosistema dell’innovazione in sanità – dove tutti possono contribuire (pensiamo alle applicazioni su iPhone)Il piano si articola su interventi finalizzati a Creare Servizi a valenza nazionale: ricadute significative in termini di condizioni abilitanti per Sviluppare Modelli e standard condivisi per la cooperazione e interoperabilità: infrastruttura del FSE – sistemi sovra-territoriali di prenotazioni – standard di documenti HL7 - affinché infrastrutture nazionali possano crescere in modo progressivo ma ordinatoLinee guida per favorire crescita del sistema aziendale nella massima autonomia e discrezionalità della singola azienda
  • Creare precondizioni e ambiente abilitante all’innovazione e sviluppo di servizi ad elevato valore aggiunto (pensiamo ad esempio teleconsulto – assistenza domiciliare)Ecosistema dell’innovazione in sanità – dove tutti possono contribuire (pensiamo alle applicazioni su iPhone)Il piano si articola su interventi finalizzati a Creare Servizi a valenza nazionale: ricadute significative in termini di condizioni abilitanti per Sviluppare Modelli e standard condivisi per la cooperazione e interoperabilità: infrastruttura del FSE – sistemi sovra-territoriali di prenotazioni – standard di documenti HL7 - affinché infrastrutture nazionali possano crescere in modo progressivo ma ordinatoLinee guida per favorire crescita del sistema aziendale nella massima autonomia e discrezionalità della singola azienda
  • Creare precondizioni e ambiente abilitante all’innovazione e sviluppo di servizi ad elevato valore aggiunto (pensiamo ad esempio teleconsulto – assistenza domiciliare)Ecosistema dell’innovazione in sanità – dove tutti possono contribuire (pensiamo alle applicazioni su iPhone)Il piano si articola su interventi finalizzati a Creare Servizi a valenza nazionale: ricadute significative in termini di condizioni abilitanti per Sviluppare Modelli e standard condivisi per la cooperazione e interoperabilità: infrastruttura del FSE – sistemi sovra-territoriali di prenotazioni – standard di documenti HL7 - affinché infrastrutture nazionali possano crescere in modo progressivo ma ordinatoLinee guida per favorire crescita del sistema aziendale nella massima autonomia e discrezionalità della singola azienda
  • Smau Bari 2013 Forum PA - donzelli

    1. 1. Agenda digitale italianaPaolo DonzelliUfficio Progetti strategici per l’innovazione digitaleDipartimento per la Digitalizzazione della P.A. e l’innovazione tecnologicaPresidenza del Consiglio dei Ministri 1
    2. 2. Agenda Digitale Europea LAgenda Digitale è una delle sette iniziative della Strategia EU 2020 per una crescita inclusiva, intelligente e sostenibile “Con una maggiore diffusione e un uso più efficace delle tecnologie digitali lEuropa potrà stimolare loccupazione e affrontare le principali sfide a cui è chiamata, offrendo ai suoi cittadini una migliore qualità della vita, per esempio assicurando un migliore servizio sanitario, trasporti più sicuri ed efficienti, un ambiente più pulito, nuove possibilità di comunicazione e un accesso più agevole ai servizi pubblici e ai contenuti culturali.” Attuazione della strategia italiana Cabina di regia istituita con DL “Semplifica Italia” (febbraio 2012) Agenzia per l’Italia digitale istituita con DL“Sviluppo” (giugno 2012) DL “Crescita 2.0” (179 del 18 ottobre 2012) 2
    3. 3. Decreto “Crescita 2.0” - principali aree di intervento - Start up Smart cities e innovative smart communities Progetti E-GOV & strategici di OPEN DATA ricerca e innovazioneBanda larga e ultralarga Grado di innovazione 3
    4. 4. Area “eGov & Open data” - linee di intervento - Creare servizi "visibili" per cittadini e imprese  Servizi sono il filo conduttore per la messa a sistema delle infrastrutture esistenti (spesso sottoutilizzate o non integrate) e la diffusione dell’innovazione nella società  Servizi si possono misurare/valutare – creano aspettative  Sviluppo di servizi strategici determina una forte ricaduta sul contesto tecnologico/organizzativo e attiva ulteriori processi innovativi Accelerare razionalizzazione delle infrastrutture digitali del paese  data center di nuova generazione, cloud e reti di comunicazione sicure per trasformare la piattaforma “hardware” della PA  re-indirizzamento della spesa (percorsi di investimento “sicuri”) Stabilire un quadro delle regole certo  facilità di riuso  definire cosa si vuole e in quanto tempo (diffusione soluzioni già operative) per indirizzare una PA policentrica  innalzamento qualità della domanda (verso applicazioni a maggior valore aggiunto) 4
    5. 5. eGov /Open data - Interventi prioritari - Infrastrutture abilitanti per la digitalizzazione  Identità digitale (Documento unificato & domicilio digitale di cittadini e imprese)  Ottimizzazione e interoperabilità delle anagrafi di rilevanza nazionale (istituzione dell’Anagrafe nazionale popolazione residente e dell’Anagrafe strade e numeri civici, rafforzamento Anagrafi studenti scuola e università, miglioramento interoperabilità anagrafi esistenti, es. INPS, Agenzia entrate, anagrafi regionali, etc.) PA digitale  Pagamenti online e fatturazione elettronica (piattaforme nazionali)  Switch off dei flussi cartacei tra PA  Accordi tra PA e contratti con imprese stipulati solo in formato digitale  Obbligo di avvio procedimento a fronte di istanza telematica  Comunicazioni eventi di morte e nascita - certificati di congedo parentale online  Pubblicazione sistematica dei dati delle amministrazioni in formato aperto Passaggio al digitale in settori primari della PA (Digital switch-over)  Scuola (iscrizioni, pagelle, rapporti scuola-famiglia, gestione del personale scolastico, libri di testo)  Università (iscrizioni, verbalizzazioni e fascicolo personale dello studente)  Giustizia (biglietti di cancelleria, comunicazioni e notificazioni nei procedimenti civili)  Sanità digitale (ricette, referti e fascicolo sanitario elettronico) 5
    6. 6. Sanità digitaleDigitalizzazione dei servizi elementari e creazione delle infrastrutture necessarie per l’erogazione diprestazioni sempre più vicine alle esigenze dei cittadini Ricette digitali  Sostituzione delle prescrizioni farmaceutiche e specialistiche cartacee con gli equivalenti documenti digitali, in modo uniforme e con tempi certi su tutto il territorio nazionale (DL 78/2010). Digitalizzazione in analogia a quanto avvenuto per i certificati di malattia Dematerializzazione dei referti medici e delle cartelle cliniche  Referti medici online (DL 70/2011) e conservazione delle cartelle cliniche solo in modalità digitale Prenotazioni online  Diffusione dei Centri di Prenotazione (sia online, sia attraverso intermediari, es. farmacie) delle prestazioni sanitarie a livello regionale e sovra territoriale, al fine di ottimizzare l’impiego delle risorse e ridurre i tempi di attesa Fascicolo sanitario elettronico  Diffusione del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) del cittadino 6
    7. 7. Certificati di malattia online Piattaforma unica per pubblico e privato  17 milioni di dipendenti  180 mila medici accreditati  98% delle certificazioni inviato online  34 milioni di certificati inviatiswitch-off in tempi rapidi 7
    8. 8. Fascicolo sanitario elettronicoCOSA E’ IL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICOIl FSE del cittadino raccoglie tutti i documenti socio-sanitari dell’assistito consentendone la consultazioneonline a tutti gli operatori sanitari autorizzati (es. medicodi famiglia, pronto soccorso).I principali documenti sanitari presenti nel FSE:Profilo sanitario del paziente (Patient summary)Referti mediciPrescrizioni farmaceutiche e specialisticheCertificazioni (ricovero, dimissione ospedaliera, etc.)Il FSE deve avere valenza nazionale: così da consentire laconsultazione e l’alimentazione dei documenti da parte diqualsiasi operatore sul territorio nazionale.Il FSE come rete dei FSE aziendali: l’infrastruttura del FSE Ottimizzazionedeve collegare tutte le strutture che concorrono alla infrastrutture ICTproduzione (e/o alla consultazione) di documenti. 8
    9. 9. ConclusioniI Cittadini non vedono ancora risultati tangibili: occorre passare dalla logica dei prototipi aquella dei servizi, dalla sperimentazione alla standardizzazione, dal locale alla diffusione suscala nazionale.Domanda e offerta di ICT nel settore pubblico sono frammentate: Un quadro di regolesemplice, chiaro e condiviso può favorire lo sviluppo di servizi e prodotti innovativi,indirizzare la spesa, migliorare la qualità della domanda e dell’offerta.Non si è ancora affermata una visione condivisa dell’innovazione digitale: occorrerafforzare il coordinamento tra il livello centrale, regionale e locale. 9

    ×