Smau Bari 2012 Tina Caroppo

1,069 views
977 views

Published on

L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,069
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
460
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Smau Bari 2012 Tina Caroppo

  1. 1. L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici SMAU BUSINESS 15 febbraio 2012 dott.ssa Tina Caroppo
  2. 2. <ul><li>Obiettivo generale </li></ul><ul><li>Definizione e realizzazione di un sistema multi-parametrico per lo studio e l’analisi dei rischi naturali nel Canale d’Otranto e nel Mar Ionio. </li></ul><ul><li>Obiettivi specifici </li></ul><ul><li>Definizione e realizzazione dell’infrastruttura tecnologica di supporto al progetto. </li></ul><ul><li>Integrazione dei risultati della componente modellistica con la banca dati del Sistema Informativo Territoriale regionale (SIT - Puglia). </li></ul>L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  3. 3. <ul><li>Primo obiettivo </li></ul><ul><li>La definizione e realizzazione dell’infrastruttura tecnologica di supporto al progetto si appoggia, in parte, sull’infrastruttura del SIT ( www.sit.puglia.it ). </li></ul><ul><li>Integra alcune componenti già realizzate. Infatti, è già operativa sul territorio regionale una rete di 12 stazioni permanenti GPS. Le stazioni dialogano con il Centro di raccolta, analisi e distribuzione all’utenza dei dati. </li></ul><ul><li>I servizi in tal modo offerti dalla rete GNSS Puglia sono: </li></ul><ul><li>servizio di correzione differenziale (NRTK); </li></ul><ul><li>servizio di post-elaborazione dati. </li></ul>I OBIETTIVO I OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  4. 4. <ul><li>Sevizio di posizionamento GPS http://gps.sit.puglia.it : </li></ul><ul><li>rete di 12 stazioni permanenti </li></ul>I OBIETTIVO I OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  5. 5. <ul><li>È stata realizzata una rete dedicata di connessione tra le stazioni e il Centro di raccolta dei dati, situato presso InnovaPuglia. </li></ul><ul><li>Oltre alla rete regionale, il progetto si appoggia e integra la rete nazionale gestita dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). </li></ul>I OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  6. 6. <ul><li>L’INGV svolge un servizio di monitoraggio 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 per il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile dai primi anni ‘80 basato su una rapida valutazione e informazione di ogni evento sismico. </li></ul><ul><li>Per questo l'INGV ha installato più di 300 stazioni sismiche su tutto il territorio nazionale. </li></ul><ul><li>I dati registrati dalle stazioni sono trasmessi, per via satellitare, direttamente ai centri di acquisizione di Roma, Grottaminarda e Catania e alle relative sale operative. </li></ul>I OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  7. 7. <ul><li>Rete Sismica Nazionale http://www.gm.ingv.it : </li></ul><ul><li>oltre 300 sismiche </li></ul>I OBIETTIVO I OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  8. 8. <ul><li>Oltre alla rete sismica, l’INGV gestisce la Rete Integrata Nazionale GPS ( RING ), nata nel 2004 con l’obiettivo di raccogliere i dati necessari alla comprensione dell'accumulo di deformazione sulle faglie esistenti sul territorio nazionale e, più in generale, negli studi di tettonica attiva nell'area del Mediterraneo centrale. </li></ul><ul><li>La rete RING integra ricevitori GPS con sismometri e accelerometri, consentendo, così, di monitorare tutto il contenuto in frequenza del processo sismico. </li></ul>I OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  9. 9. <ul><li>Rete Integrata Nazionale GPS http://www.gm.ingv.it : </li></ul><ul><li>oltre 140 stazioni multi-parametriche (di cui 60 integrate nella Rete Sismica Nazionale) </li></ul>I OBIETTIVO I OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  10. 10. <ul><li>I dati GPS delle stazioni della Rete Regionale Pugliese vengono forniti quotidianamente all’INGV, che provvede ad analizzarli e ad archiviarli unitamente a quelli della Rete Integrata Nazionale GPS (RING, http://ring.gm.ingv.it ) e di altri reti a disposizione degli analisti dell’Istituto. </li></ul>I OBIETTIVO I OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  11. 11. <ul><li>Il progetto Otrions prevede l’installazione e integrazione nelle reti regionale e nazionale esistenti di: </li></ul><ul><li>3 stazioni sismiche e geodetiche (oltre all’upgrade </li></ul><ul><li>di stazioni già esistenti); </li></ul><ul><li>2 mareografi; </li></ul><ul><li>una rete composta da 8 sismografi portatili. </li></ul><ul><li>Analoga infrastruttura è prevista in Grecia. </li></ul>I OBIETTIVO I OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  12. 12. <ul><li>Il progetto Otrions prevede l’installazione e integrazione nelle reti regionale e nazionale esistenti di: </li></ul><ul><li>3 stazioni sismiche e geodetiche (oltre all’upgrade </li></ul><ul><li>di stazioni già esistenti); </li></ul><ul><li>2 mareografi; </li></ul><ul><li>una rete composta da 8 sismografi portatili. </li></ul><ul><li>Analoga infrastruttura è prevista in Grecia. </li></ul>I OBIETTIVO I OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  13. 13. I OBIETTIVO I OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  14. 14. <ul><li>Secondo obiettivo: integrazione dei risultati derivanti dai modelli con la banca dati territoriale del SIT – Puglia al fine dell’analisi di vulnerabilità dei luoghi maggiormente a rischio. </li></ul><ul><li>Il Sistema Informativo Territoriale dispone di ricche e qualificate banche dati relative sia allo stato dei luoghi che a strumenti di pianificazione territoriale. </li></ul>II OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  15. 15. <ul><li>Da tempo il SIT mette a disposizione innumerevoli quanto dettagliate cartografie tecniche in scala 1:5.000, quali la carta tecnica e il modello numerico del terreno nonché specifiche carte tematiche quali la carta dell’Uso del Suolo, la carta Idrogeomorfologica, la carta dei Beni Culturali e quella Giacimentologica. </li></ul><ul><li>Oggi è disponibile anche l’ortofoto, aggiornata al 2010, prodotta da AGEA e concessa in riuso alla Regione, a seguito della stipula di apposito accordo quadro. </li></ul>II OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  16. 16. <ul><li>La banca dati regionale integra anche le informazioni catastali che consentono, ad esempio, analisi di dettaglio sulla tipologia di edificato. </li></ul><ul><li>Inoltre è disponibile un insieme considerevole di indicatori socioeconomici calcolati su base comunale o sub-comunale (sezioni di censimento). </li></ul>II OBIETTIVO L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  17. 17. <ul><li>In sintesi, il progetto rafforza le azioni già da lungo tempo in corso da parte della Regione Puglia che, attraverso la realizzazione di banche dati e di strumenti/servizi telematici, creano i presupposti per attente attività di monitoraggio e gestione del territorio. </li></ul>L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici
  18. 18. L’infrastruttura tecnologica di Otrions: integrazione di sistemi GNSS, sismici e mareografici SMAU BUSINESS 15 febbraio 2012 dott.ssa Tina Caroppo

×