Your SlideShare is downloading. ×
Smau Bari 2012   Matteo Faggin
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Smau Bari 2012 Matteo Faggin

521

Published on

programma di accelerazione di impresa …

programma di accelerazione di impresa
colmare il gap tra idea ed impresa

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
521
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. programma di accelerazione di impresa colmare il gap tra idea ed impresa
  • 2. Fare impresa in Italia? Non è semplice … Fare impresa in Italia è difficile e sembra diventarlo sempre di più. Se guardiamo alle classifiche internazionali, siamo piuttosto indietro (a metà classifica, sui 180 paesi censiti) e dopo di noi si trovano quasi solo paesi sottosviluppati.Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 2
  • 3. … eppure gli spin-off aumentano! Nonostante questo, sono molti gli imprenditori che ci credono ancora, proponendo business basati sull’innovazione. Se prendiamo come esempio rappresentativo gli spin-off universitari, questi sono aumentati negli anni, soprattutto grazie all’alta qualità e innovatività della ricerca. Pubblicazioni/Ricercatore Pubblicazioni per 100 ricercatori (equivalenti full-time) 1000 44,1 800 cumulato 35,4 600 periodo 25,2 400 22,5 18,4 200 0 9,1 fino al 1979 1980-1989 1990-1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 Numero spin-off Fonte: Netval 2011 Fonte: Institut de la Statistique du Québec, OECD, ISTAT – updated to January 2010 – www.airi.itGennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 3
  • 4. Ma troppo pochi hanno successo Se misuriamo il successo sulla capacità di attrarre investimenti di venture capital o sulla dimensione del fatturato conseguito, i numeri ci dicono che sono poche le nuove iniziative che arrivano ai livelli sperati. Il venture capital investe in media Gli spin-offs “non scalano” sul 2% delle proposte ricevute [fatturato in €/000] 21 19% 992 714 - 98% 14% 13% 12% 12% 11% 8% 6% 7 187 3% 4 19 1% 1% 11 5 24 analysis received due diligence stand-by rejected after rejected after rejected after Investments offer rejected first screening due diligence 50-100 0-25 5.000-10.000 >10.000 25-50 150-300 300-500 500-1.000 100-150 1.000-3.000 3.000-5.000 screening analysis Fonte: analisi deal-flow TTVenture e Vertis Venture 2009-2011 Fonte: Netval 2011Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 4
  • 5. Sono tanti gli aspetti necessari per aver successo Nella nostra esperienza ma anche nella letteratura, le startups devono avere una lunga serie di aspetti «in ordine» per avere qualche chance di successo su larga scala. Valutazione media proposte di investimento Opportunity 10,0 + Prodotto innovativo Financial 8,0 Team 6,0 + Mercato vasto 4,0 Return 2,0 Competition + Team completo 0,0 + Piano d’azione Benefits Product + Difendibilità Technology Plan + Fortuna! Valutazione di impresa oggetto di successivo investimento Fonte: analisi deal-flow TTVenture e Vertis Venture 2009-2011Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 5
  • 6. Ma gli innovatori spesso non sanno come fare Non mancano gli innovatori con ottime idee tecnologiche ... … ma mancano le competenze gestionali per farle crescere. ? qual è il mio prodotto? ? chi lo compra? ?Gennaio 2012 dove trovo i soldi? ? come lo vendo? (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. chi mi aiuta? 6
  • 7. Come superare gli ostacoli? Vogliamo aiutare gli imprenditori più innovativi in un percorso di accelerazione di impresa che li porti a superare gli ostacoli e costruire una startup con tutte le carte in regola per crescere ed affermarsi.Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 7
  • 8. Prendiamo esempio da casi di successo esteri L’esperienza estera di accelerazione di impresa ci dice che questo è uno strumento efficace per aumentare la crescita e le probabilità di successo delle startup. Apparently sprinters reach their higher speed right out of the blocks, and spend the rest of the race slowing down. The winners slow down the least. Jessica Livingston - Founders at Work dimensione → L’accelerazione agisce quando l’impresa è solo un’idea, apportando in un periodo di tempo molto breve una spinta forte alla crescita. impresa «accelerata» visione manageriale sviluppo business model la crescita rimane completamento team elevata più a lungo network settoriale aumenta la Impresa network investitori crescita iniziale «non accelerata» tempo →Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 8
  • 9. SeedLab aiuta gli innovatori a partire con il piede giusto SeedLab è un programma di accelerazione per innovatori, che fornisce alle idee tecnologiche più promettenti tutti gli strumenti per crescere. I quattro aspetti principali sono: imparare a gestire costruire il proprio la startup team di impresa conoscere mentor e potenziali finanziatori creare un business model vincenteGennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 9
  • 10. Il percorso è breve ma molto intenso Part-time Full-time Apr Mag Giu Lug Ago Set selezione 1° modulo 2° 3° modulo start-up Basi di gestione Il team Il piano e gli investitori Pitch day (4 weekend) (1 weekend) (full-time: incubazione 3 mesi + corsi) Gli innovatori apprendono i Speed dating: innovatori, Le startup definiscono il business model e la Giornata di temi di gestione aziendale. manager, mentors e strategia di crescita. I corsi continuano solo presentazione collaboratori vengono fatti part-time su temi specifici. agli investitori. Gio Ven Sab incontrare e si forma il Lun Mar Mer Gio Ven Sab 09.00 team. 09.00 corsi team-work corsi 18.00 18.00 20.00 20.00 team-work ospiti 22.00 22.00Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 10
  • 11. 1° modulo: imparare le basi del business management Grazie al contributo di alcune tra le migliori Università italiane, gli innovatori imparano rapidamente le basi della gestione aziendale, in un percorso part-time a weekend. strategia marketing finanza planningGennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 11
  • 12. 2° modulo: lo speed-dating per costruire il team Gli innovatori hanno bisogno di costruire un team variegato che li aiuti ad immaginare la startup e collabori per costruirla. Con l’ausilio di campus di prestigiose Università estere, altri istituti italiani e organizzazioni di business angels, gli innovatori costruiranno un team diversificato di mentors e collaboratori attraverso incontri in una giornata di speed-dating (versione business!).Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 12
  • 13. 3° modulo: incubazione estiva 3 mesi estivi (Giugno- Settembre) nell’incubatore universitario di Firenze I team si stabiliscono nell’incubatore universitario di Firenze per 3 mesi di incubazione intensiva. Il minimo tempo necessario per dedicarsi pienamente al progetto e fargli fare un salto in avanti. Continua la formazione su temi specifici per le nuove aziende tecnologiche (IP, innovazione, finanziamento, etc.)Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 13
  • 14. 3° modulo: il business model qual è il mio prodotto? qualcuno lo vorrà? ? chi lo compra? chi paga? ? a chi serve? faccio come lo vendo? tutto io? I team assieme ai mentors dedicano tutte le loro energie e risorse a risolvere tutte le questioni aperte del progetto, per arrivare a definire un modello di impresa che sia efficace e credibile per nuovi investi- tori. Nespresso, un esempio …Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 14
  • 15. 3° modulo: la rete di relazioni Un aspetto fondamentale del percorso è la costruzione di una fitta rete di relazioni tra startups, con i mentors e con tutte quelle controparti che potranno aiutare l’azienda a muoversi nella direzione giusta ed a crescere (i soldi non sono l’unico strumento …). peer learning Mentors Startup Investitori IndustriaGennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 15
  • 16. I partners dell’iniziativa Con il patrocinio:Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 16
  • 17. Pitch Day: una occasione per farsi conoscere … Nella giornata conclusiva le startups «lanciano» le loro iniziative, presentandole ad un pubblico di venture capital nazionali e internazionali, business angels e investitori industriali.Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 17
  • 18. … e guadagnarsi la SV oppure un investimento! I primi 3 classificati vincono un viaggio di lavoro in Silicon Valley per continuare ad espandere i propri orizzonti e far crescere la propria iniziativa … … ma tutti i partecipanti possono guadagnarsi un investimento seed per proseguire il lavoro e far crescere la propria startup! €$¥ €$¥ €$¥ €$¥ €$¥Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 18
  • 19. L’innovatore non paga: gli investitori lo sponsorizzano Il programma costa € 21.000 più le spese logistiche, ma l’innovatore che viene selezionato per il programma non deve pagare nulla: gli investitori a cui la sua proposta è piaciuta mettono a disposizione € 30.000 per tutte le spese ed in cambio chiedono di essere soci dell’iniziativa. € 30.000 % dell’iniziativa Lo scambio proposto è tra la borsa di studio, che copre le fee del programma più molti dei costi vivi dei partecipanti (per un totale di € 30.000), ed una quota minoritaria della nuova società.Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 19
  • 20. I finanziamenti disponibili 10 investimenti 15 investimenti TTSeed, il veicolo per investimenti seed di Vertis Venture, il fondo di venture capital TTVenture, offre 10 investimenti nei settori a di Vertis SGR, offre 15 investimenti maggior innovazione tecnologica. nell’innovazione digitale nel Sud Italia. • Tutta Italia • Collocati o collocabili nel • Tecnologie brevettabili: Sud Italia • Nuovi materiali • Tecnologie digitali: • Clean-tech • di prodotto • Life-science • di processo • Agro-foodGennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 20
  • 21. Come iscriversi Vai alla pagina www.seedlab.com, clicca su «Apply Now» e compila il form. Le iscrizioni saranno chiuse il 15 marzo, ma le proposte saranno analizzate progressivamente. Quindi, i primi ad iscriversi avranno più possibilità di accedere al programma ed alle borse. Poche le informazioni richieste: • Chi sei / chi siete • Il prodotto e la tecnologia • Il mercato di riferimento • Come ci guadagnereteGennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 21
  • 22. La selezione è fatta dagli sponsors/investitori I fondi che hanno messo a disposizione gli investimenti selezionano tra tutte le idee presentate quelle che ritengono essere più promettenti. 10 iniziative 15 iniziativeGennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 22
  • 23. I migliori non-selezionati vincono una consulenza MIB! Le prime 5 tra le iniziative proposte per SeedLab e che non sono state selezionate per il programma, vincono una consulenza gratuita da un team di MBA del MIB di Trieste. Per ciascuna startup tre-cinque MBA lavoreranno per aiutare gli innovatori a definire il business model e la strategia di sviluppo. Una consulenza gratuita da alcuni tra i migliori MBA in Italia!Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 23
  • 24. Riassumendo: una opportunità per gli innovatori In sintesi, SeedLab è un programma completo di imprenditorialità che consente agli innovatori più brillanti di: -Vincere un micro-finanziamento per pagare i costi del programma -Verificare senza alcun rischio ed in un ambiente positivo se la propria idea tecnologica può avere un successo commerciale -Apprendere le basi della gestione aziendale (mini MBA) -Formare un team di lavoro completo -Sviluppare relazioni durevoli con esperti di settore e possibili partner industriali e commerciali -Presentarsi ad altri investitori per ottenere ulteriori finanziamenti -Andare in Silicon Valley per cercare altre possibilità di crescita -(per i migliori non-selezionati) la consulenza gratuita degli studenti MIB Tutto questo a 0 € …Gennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 24
  • 25. Grazie per l’attenzione e … restiamo in contatto! Contatti: www.seedlab.com info@seedlab.com http://www.facebook.com/Seedlab.accelerator http://it.linkedin.com/in/seedlab @seedlabGennaio 2012 (C) 2012 - TTAdvisor S.r.l. 25

×