Apulian ICT Living Labs SMAU Business 2012  Bari 15/02/2010 Marco Di Ciano
sommario <ul><ul><ul><li>Living Labs </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Descrizione, caratteristiche, benefici </li><...
LIVING LAB descrizione <ul><ul><li>Sperimentazione, in condizioni reali, di prodotti e servizi innovativi </li></ul></ul><...
<ul><li>Testbed  </li></ul><ul><li>Blog </li></ul><ul><li>Imprese </li></ul><ul><li>Enti locali </li></ul><ul><li>Comunità...
LIVING LAB benefici  <ul><ul><ul><li>Responsabilizzare gli  utenti finali , consentendo loro di mettere a disposizione le ...
Apulian ICT Living Labs - obiettivo <ul><ul><ul><li>L’azione dei Living Labs, attraverso la comprensione delle modalità d’...
Apulian ICT Living Labs - partenariato <ul><ul><ul><li>Il modello prevede la  cooperazione di soggetti distinti  appartene...
Apulian ICT Living Labs - partenariato <ul><ul><ul><li>Piccola e Media Impresa del settore TIC </li></ul></ul></ul><ul><ul...
Apulian ICT Living Labs - partenariato <ul><ul><ul><li>Utenza finale </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Enti Pubblici...
Apulian ICT Living Labs - partenariato <ul><ul><ul><li>Laboratori di Ricerca afferenti a </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><...
Apulian ICT Living Labs - attività <ul><ul><ul><li>I soggetti che costituiscono i Living Labs svolgono tra le altre attivi...
Apulian ICT Living Labs - implementazione <ul><ul><ul><li>Il modello che attraverso l’ Azione 1.4.2  del P.O. FESR 2007-20...
Implementazione – Fase 1 <ul><ul><ul><li>Nell’Azione A (Mappatura dei fabbisogni dell’Utenza) si intende coinvolgere l’”Ut...
Implementazione – Fase 1 <ul><ul><ul><li>A titolo esemplificativo, nel dominio di riferimento “ Ambiente ” un comune della...
Implementazione – Fase 1 <ul><ul><ul><li>Nell’Azione B (Qualificazione Utenza finale, Laboratori di ricerca e attivazione ...
Implementazione – Fase 2 <ul><ul><ul><li>I progetti di sperimentazione dovranno essere presentati da PMI pugliesi del sett...
Implementazione – Fase 2 <ul><ul><ul><li>La  disponibilità delle risorse  messe a disposizione dalla Regione Puglia per il...
Modalità di partecipazione <ul><ul><ul><li>È prevista la pubblicazione di un Avviso Pubblico per la Fase 1 ed un successiv...
Grazie per l’attenzione <ul><ul><li>InnovaPuglia S.p.A. </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Società assoggettata alla direzione...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Smau Bari 2012 Marco Di Ciano

922 views
863 views

Published on

Apulian ICT Living Labs

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
922
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
324
Actions
Shares
0
Downloads
18
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Smau Bari 2012 Marco Di Ciano

  1. 1. Apulian ICT Living Labs SMAU Business 2012 Bari 15/02/2010 Marco Di Ciano
  2. 2. sommario <ul><ul><ul><li>Living Labs </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Descrizione, caratteristiche, benefici </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Il modello Apulian ICT Living Labs </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Obiettivi, partenariato, attività </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Implementazione del modello </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Fasi, azioni e modalitià di partecipazione </li></ul></ul></ul></ul>
  3. 3. LIVING LAB descrizione <ul><ul><li>Sperimentazione, in condizioni reali, di prodotti e servizi innovativi </li></ul></ul><ul><ul><li>L’innovazione “trainata” dagli utilizzatori finali permette di incrementare l’efficienza dei percorsi di ricerca e innovazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Fonte CSP </li></ul></ul>
  4. 4. <ul><li>Testbed </li></ul><ul><li>Blog </li></ul><ul><li>Imprese </li></ul><ul><li>Enti locali </li></ul><ul><li>Comunità </li></ul><ul><li>… </li></ul>LIVING LAB caratteristiche <ul><ul><li>Affrontare la frammentazione e il divario tra R&S e mercato finale, abbattendo gli ostacoli presenti e facendo scaturire benefici per i gli utenti, le imprese e la ricerca. </li></ul></ul><ul><li>Ricerca </li></ul><ul><li>Laboratori </li></ul>Sosteni- bilità Innova- zione Coinvol-gimento- utenti Copro- getta- zione
  5. 5. LIVING LAB benefici <ul><ul><ul><li>Responsabilizzare gli utenti finali , consentendo loro di mettere a disposizione le proprie capacità per influenzare e guidare lo sviluppo di servizi e prodotti innovativi dei quali potrebbe beneficiare l’intera comunità. </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Consentire alle imprese di sviluppare, convalidare e integrare nuove idee , collaborare con altre società e incrementare le possibilità di successo durante i lanci di prodotto/servizio </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Promuovere la conoscenza e la sperimentazione di soluzioni e tecnologie attraverso lo sviluppo di un partenariato attivo </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Facilitare l'integrazione dell'innovazione tecnologica nella società aumentando il ritorno sugli investimenti nella ricerca </li></ul></ul></ul>Living Labs P. A. Utenti Ricercatori Imprese
  6. 6. Apulian ICT Living Labs - obiettivo <ul><ul><ul><li>L’azione dei Living Labs, attraverso la comprensione delle modalità d’uso e degli effetti economici delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, è finalizzata a sviluppare e/o valorizzare soluzioni innovative , da mettere a disposizione delle aziende, delle famiglie e anche di intere città o regioni. </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Con l’implementazione del modello si intende anche istituire un catalogo regionale che raccolga, Utenti finali e Laboratori di ricerca per la sperimentare del modello Living Lab sui seguenti domini di riferimento. </li></ul></ul></ul>
  7. 7. Apulian ICT Living Labs - partenariato <ul><ul><ul><li>Il modello prevede la cooperazione di soggetti distinti appartenenti alle tre categorie di seguito identificate. </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Ai fini della presente iniziativa è necessario che il Living Lab sia costituito da un partenariato di almeno tre soggetti localizzati o con sede operativa nella Regione Puglia , uno per ciascuna delle tre categorie. </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Piccola e Media Impresa del settore TIC </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Utenza finale </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Laboratori di Ricerca </li></ul></ul></ul></ul>
  8. 8. Apulian ICT Living Labs - partenariato <ul><ul><ul><li>Piccola e Media Impresa del settore TIC </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>PMI pugliesi o con sede operativa in Puglia che operino nel settore delle Tecnologie della Comunicazione e dell’Informazione (TIC) (sviluppo, produzione e/o integrazione di software, hardware, micro e nano sistemi, sensoristica, dispositivi meccanici elettrici ed elettronici, sistemi di trasmissione, ricezione ed elaborazione di informazioni, etc.) </li></ul></ul></ul></ul>
  9. 9. Apulian ICT Living Labs - partenariato <ul><ul><ul><li>Utenza finale </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Enti Pubblici (Comuni, Province, ASL, Istituti di formazione, etc.) </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Sistema socioeconomico regionale rappresentato da soggetti attivi in uno o più domini di riferimento dell’iniziativa come Associazioni datoriali e di categoria, Associazioni e organismi rappresentativi di bisogni collettivi, sindacati, etc. </li></ul></ul></ul></ul>
  10. 10. Apulian ICT Living Labs - partenariato <ul><ul><ul><li>Laboratori di Ricerca afferenti a </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Università, Enti Pubblici di ricerca, ENEA, Reti di Laboratori promossi nell'ambito dell’Accordo di Programma Quadro per la Ricerca (Delibera CIPE 35/2005), Distretti Tecnologici riconosciuti dal MIUR e dalla Regione Puglia, Centri di Competenza riconosciuti dal MIUR, Centri di ricerca privati iscritti all’albo del MIUR </li></ul></ul></ul>
  11. 11. Apulian ICT Living Labs - attività <ul><ul><ul><li>I soggetti che costituiscono i Living Labs svolgono tra le altre attività di </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>analisi e comprensione dell’utenza finale anche attraverso specifiche fasi di co-progettazione </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>definizione delle giuste interazioni tra i diversi attori coinvolti </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>prototipazione e personalizzazione delle soluzioni </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>test e sperimentazione di nuove tecnologie in applicazioni reali rispondenti ai fabbisogni effettivi dell’utenza </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>dimostrazione e presentazione in modalità demo-lab pubblico delle soluzioni prototipali sviluppate anche al fine di renderle fruibili da parte di ulteriori comunità di utenti interessati. </li></ul></ul></ul></ul>
  12. 12. Apulian ICT Living Labs - implementazione <ul><ul><ul><li>Il modello che attraverso l’ Azione 1.4.2 del P.O. FESR 2007-2013 si intende implementare a livello regionale, prevede lo sviluppo di attività strutturate su 2 fasi logico temporali consequenziali </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Fase 1 </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>Azione A: Mappatura dei fabbisogni dell’Utenza . Raccolta e catalogazione di temi, esigenze, e problematiche manifestate dall’utenza </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>Azione B: Qualificazione Utenza finale, Laboratori di ricerca e attivazione del Catalogo Partner Living Lab </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>Fase 2 </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>Avviso pubblico per progetti di sperimentazione Living Labs - ICT </li></ul></ul></ul></ul></ul>
  13. 13. Implementazione – Fase 1 <ul><ul><ul><li>Nell’Azione A (Mappatura dei fabbisogni dell’Utenza) si intende coinvolgere l’”Utenza finale” nella manifestazione di specifici temi, esigenze, e problematiche, all’interno dei “Domini di riferimento” che richiedano l’impiego di tecnologie TIC per la loro gestione e/o risoluzione. </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>I temi, le esigenze e le problematiche specifiche raccolte potranno essere oggetto, nella successiva Fase 2, di sperimentazione di soluzioni da parte di PMI pugliesi del settore TIC. </li></ul></ul></ul>
  14. 14. Implementazione – Fase 1 <ul><ul><ul><li>A titolo esemplificativo, nel dominio di riferimento “ Ambiente ” un comune della regione potrebbe dichiarare come tema quello di avere un problema legato all’ individuazione delle discariche abusive presenti sul suo territorio e difficilmente identificabili dalle autorità preposte. </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>A titolo esemplificativo, nel dominio “ Inclusione Sociale e Invecchiamento attivo e in salute ”, un’associazione che si occupa di assistenza agli anziani potrebbe dichiarare come problematica quella delle cadute in ambito domestico con relativa compromissione dello stato di salute e della qualità della vita da parte di soggetti anziani coinvolti </li></ul></ul></ul>
  15. 15. Implementazione – Fase 1 <ul><ul><ul><li>Nell’Azione B (Qualificazione Utenza finale, Laboratori di ricerca e attivazione del Catalogo Partner Living Lab) si intende coinvolgere “Utenza finale” e “Laboratori di ricerca” che siano interessati e diano la loro disponibilità ad essere inseriti nel catalogo partner Living Lab da impiegare nelle attività di sperimentazione della successiva Fase 2. </li></ul></ul></ul>
  16. 16. Implementazione – Fase 2 <ul><ul><ul><li>I progetti di sperimentazione dovranno essere presentati da PMI pugliesi del settore TIC che propongano un progetto nel quale sia presente almeno un Utente Finale e almeno un Laboratorio di Ricerca funzionali al tipo di sperimentazione proposta e scelti tra quelli presenti nel Catalogo Living Lab. </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Nel progetto di sperimentazione una quota minima di costi (~ 45% costi complessivi del progetto) per la fornitura di servizi di consulenza specialistica o altri servizi equivalenti funzionali alla sperimentazione delle soluzioni proposte dovrà essere prevista per l’ Utenza finale e per i Laboratori di ricerca </li></ul></ul></ul>
  17. 17. Implementazione – Fase 2 <ul><ul><ul><li>La disponibilità delle risorse messe a disposizione dalla Regione Puglia per il cofinanziamento dei progetti di sperimentazione di € 15Milioni </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>La durata dei progetti di sperimentazione è di 12 mesi </li></ul></ul></ul>
  18. 18. Modalità di partecipazione <ul><ul><ul><li>È prevista la pubblicazione di un Avviso Pubblico per la Fase 1 ed un successivo Avviso Pubblico per la Fase 2 </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>I soggetti interessati potranno utilizzare un apposito servizio web per la compilazione on-line di tutto quanto richiesto per la Fase 1 e la Fase 2 </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Il servizio sarà accessibile all’indirizzo www.sistema.puglia.it </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Entro la prima metà di Marzo 2012 sarà dato avvio alla Fase 1 del progetto con la pubblicazione del primo Avviso Pubblico </li></ul></ul></ul>
  19. 19. Grazie per l’attenzione <ul><ul><li>InnovaPuglia S.p.A. </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Società assoggettata alla direzione e controllo della Regione Puglia </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Marco Di Ciano </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>[m.diciano@innova.puglia.it] </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Divisione Consulenza e Assistenza Tecnica </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Ufficio Ricerca e Sviluppo </li></ul></ul></ul>

×