Your SlideShare is downloading. ×
Smau Bari 2011 Marco Curci
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Smau Bari 2011 Marco Curci

2,437
views

Published on

Larga Banda in Puglia verso la next generation

Larga Banda in Puglia verso la next generation


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
2,437
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Larga Banda in Puglia verso la next generation Marco Curci Direttore Divisione IT InnovaPuglia S.p.A. SMAU Bari 9 -10 febbraio 2011
  • 2.
    • La necessità di disporre di una rete a banda larga è ampiamente condivisa. Qual è la capacità che si deve rendere disponibile ?
    • Alcuni dati, nel mondo del lavoro e della famiglia
      • Le immagini di una TAC 2D o 3D possono avere una dimensione di molte decine di Mbytes: l’ordine di grandezza sono i 100Mbytes (max 1Gbytes)
      • Gli elaborati Autocad in generale, i disegni dell’industria tessile, sono anch’essi di dimensione molto elevata
      • La cartografia digitale richiede l’elaborazione di gran mole di dati
      • Il mix dei servizi necessari ad una famiglia (HDTV On Demand, Intrattenimento, navigazione supera i 50Mbps
    • I tempi di risposta:
      • Se una TAC spirale è di 100Mbytes il suo tempo di download su una linea ADSL con 5 Mbps effettivi è di 160 sec. = 2,7 min., inaccettabile
      • Se entrambe le linee (del server e del client) e il backbone sono a 100Mbps allora il tempo di download è di 8 sec.
    • Conclusione: servono linee a +100Mbps
    La banda: quanto larga ?
  • 3.
    • Le prestazioni delle comunicazioni aumentano più la fibra ottica arriva vicina all’utente finale: l’approccio FTTH è a prova di futuro
    I possibili approcci alla banda larga
  • 4.
    • Sviluppare una rete in fibra ottica (approccio FTTH) partendo da tipologie di utenza privilegiata per l’impatto che il suo sviluppo ha sul territorio
    • Individuate come primi esempi le Pubbliche Amministrazioni e le Imprese
    • Già realizzata e prossima al rilascio la rete in fibra ottica che collega le pubbliche amministrazioni, in progettazione quella per le aree PiP
    • Sarà gestita da una Società di Gestione regionale che opererà come venditore all’ingrosso (Wholesaler) di capacità di trasporto agli operatori
    • La Società praticherà condizioni eque e non discriminantorie e non venderà servizi ad utenti finali
    • I servizi all’ingrosso saranno di due tipi
      • Affitto di lunghezza d’onda in una struttura WDM
      • Trasporto trasparente dei flussi dati (MetroEthernet)
    • Condivisione dei costi, minori ostacoli allo sviluppo dei servizi
    • Puntare ad una NGN (Next Generation Network)
    La strategia della Regione Puglia
  • 5. I Servizi: WDM Servizio di “fibra virtuale” passivo basato sulla multiplazione di diverse lunghezze d’onda (colori)
  • 6. WDM: rete passiva La rete trasporta in modo passivo le lunghezze d’onda, l’operatore utilizza apparati con trasduttori “colorati” A carico dell’operatore anche la rigenerazione del segnale per le tratte più lunghe: soluzione adatta a grossi volumi ( > 1Gbps)
  • 7. Metro Ethernet over MPLS La rete trasporta in modo attivo i pacchetti dati dei diversi operatori (ISP) verso i propri clienti. L’interfaccia standard è Ethernet 10-1000 Mbps L’operatore non deve mai rigenerare il segnale e deve soltanto fornire l’apparato che serve l’utente e si interfaccia in rame al router della SdG Minori investimenti = minori costi di ingresso
  • 8.
    • Raggiunge tutti i Comuni con più di 50.000 abitanti e le 5 MAN principali
    • Collega in fibra ottica nei Comuni più piccoli la sede comunale e l’ospedale, si estende per tutta la regione da nord a sud
    Dorsale ottica regionale
  • 9. Dove arriva ?
  • 10.
    • I triangoli gialli sono le Amministrazioni raggiunte direttamente dalla fibra ottica. Il tracciato è un anello che percorre il centro cittadino
    MAN di Brindisi
  • 11.
    • Raccordare in fibra ottica al backbone regionale le aree PiP dei Comuni
    • Consentire l’attivazione di servizi LB wireless e wired (FO) all’interno delle aree stesse ed eventualmente nel territorio circostante
    Aree Industriali
  • 12.
    • Piena coscienza che la sola banda larga non basta
    • Sviluppo di infrastrutture complementari che permettono di erogare i servizi avanzati di cui i cittadini e le imprese hanno bisogno
    • Tra queste infrastrutture i nodi di scambio del traffico tra gli operatori di telecomunicazioni sia per il traffico riservato della PA (nodo RUPAR) sia per quello pubblico di Internet
    • Esistono in Italia alcuni nodi di scambio della rete Internet, i principali sono il MIX di Milano e il Namex di Roma
    • Il BiX (Bari Internet eXchange) nasce per costituire importante punto di scambio del traffico nel meridione, attualmente consente un accesso diretto degli utenti privati ai servizi della PA
    • Realizzazione di una Server Farm regionale in gradi di ospitare i servizi che la Regione eroga al territorio
    • Il tutto costruito in un’ottica di ridondanza che garantisca la massima continuità di servizio
    Altre componenti della strategia
  • 13. Il BIX, razionalizzazione dei flussi
    • Una richiesta ( rosso ) che parte dal salento verso un server che si trova a Bari fa spesso un percorso (fig. sinistra) con risposta ( azzurra ) via MIX
    • La nascita del BIX a Bari, allocato nel nodo centrale della RUPAR e della larga banda, abbatte i tempi di latenza e migliora la fruizione dei servizi
    MIX BIX ISP A ISP B
  • 14. Rete Larga Banda Diffusione ADSL piccoli comuni NGN – FTTH - PAL > 50.000 ab. FTTH a Ospedali -> FSE Backbone FO da Nord a Sud Disponibilità FO per Operatori Nodo centrale a InnovaPuglia Edificio A Edificio H Cabina 20Kv Generatori UPS Rete Elettrica Cabina 20Kv Generatori UPS Rete Elettrica Server Farm Regione Puglia Strutturata su due CED Indipendenza impianti Accessi differenziati TLC Clustering esteso dei Sistemi Allocata presso InnovaPuglia Ponti radio Operatori Ponti radio Operatori Bavkbone FO Operatori Rete LB regionale Bavkbone FO Operatori Rete LB regionale InnovaPuglia 500 mt. Architettura a tre livelli Edificio A Edificio H Cabina 20Kv Generatori UPS Rete Elettrica Cabina 20Kv Generatori UPS Rete Elettrica Server Farm Regione Puglia Strutturata su due CED Indipendenza impianti Accessi differenziati TLC Clustering esteso dei Sistemi Allocata presso InnovaPuglia Ponti radio Operatori Ponti radio Operatori Bavkbone FO Operatori Rete LB regionale Bavkbone FO Operatori Rete LB regionale InnovaPuglia 500 mt. Nodo si scambio Punto di concentrazione delle reti degli Operatori Ospita anche nodo RUPAR Interconnesso a SPC Servizi Trasporto fino a 1Gbps Allocato presso InnovaPuglia
  • 15. Il Fascicolo Sanitario Elettronico Farmacista Laboratorio di analisi / Medico Specialista Pronto soccorso MMG/PLS Guardia Medica Consulta i dati del paziente Prescrive farmaci e/o visite specialistiche Consulta la prescrizione Eroga il farmaco Consulta i dati del paziente Registra referto S I S R FSE Registra referto Consulta i dati del paziente Registra referto RUPAR/SPC SPCoop
  • 16. Pianificazione Territoriale: gestione informatizzata dell’intero ITER di approvazione dei Piani Urbanistici Generali (PUG) dei Comuni. Regione e Comuni operano sul SIT. Il SIT: i dati territoriali
  • 17. Bandi interamente telematici: facilità di accesso eliminazione della carta, rapidità di elaborazione del Bando, sinergia con SIT per cartografia Servizi alle imprese: SistemaPuglia
  • 18.
    • Gran parte di queste cose o sono state realizzate o sono in via di realizzazione
    • La rete larga banda è in via di completamento e si prevede l’avvio dei suoi servizi nel 2011
    • La realizzazione dell’estensione per le aree industriali sarà avviata nel 2011
    • La rete RUPAR, integrata nella rete nazionale della PA (SPC), è già operativa
    • Il BiX è stato avviato nel 2010 e è già operativo con alcuni dei maggiori operatori (Fastweb, Wind…) che già scambiano traffico con la Regione Puglia
    • La server farm centrale è statarealizzata e sta andando a regime in questi giorni
    • I servizi avanzati sono operativi (SIT, SistemaPuglia, Bandi telematici per le Imprese, Autorizzazione Unica Energia) o sono in avvio: FSE
    • Il percorso verso una nuova generazione di reti e servizi è iniziato
    Conclusioni
  • 19.