Your SlideShare is downloading. ×

Bettotti smau pd 17-04-2013

255

Published on

provincia autonoma di trento - smau padova 2013

provincia autonoma di trento - smau padova 2013

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
255
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. PROVINCIA AUTONOMA TRENTOPROVINCIA AUTONOMA TRENTOReti e ICT per il territorio e peri cittadini
  • 2. - 2 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTO• Il Trentino è una provincia autonoma nelcuore delle Alpi• Poteri legislativi e amministrativi assegnatidalla Costituzione Italiana e dallo statuto specialedal 1948• Amministrazione diretta del 90% delle entratefiscali• Area: 6.233 kmq. (2,06% del territorio italiano)• Territorio:20% sopra 2.000 metri10% sotto 500 metri65% foreste• Abitanti: 529,457• 217 comuni, 5 con più di 10.000 abitanti• Combinazione di diverse culture e stili di vita:• Minoranze linguistiche• Aree montane/rurali/urbaneFonte: Provincia Autonoma di Trento & ISTAT
  • 3. - 3 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTONumero abitanti per ComuneNumero di Comuni perpopolazioneNumero abitanti per Comunemeno di meno di meno di meno di più diDistribuzione geografica della popolazioneCopertura ADSL per popolazioneCopertura ADSL per Comuni181
  • 4. - 4 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOLa digitalizzazione, l’innovazione e la disponibilità di infrastrutture abanda larga sono le leve attraverso le quali promuovere la crescitaeconomica del territorio, restando radicati al proprio tessuto sociale maproiettati verso il futuroL’obiettivo principale della Provincia Autonoma è quello di trasformare ilTrentino nel “territorio dell’innovazione”, posizionandolo come areadi eccellenza nel campo dell’ICTIn un futuro digitale le infrastrutture a banda larga costituisconol’ossatura del tessuto economico del territorio, per questo motivo laProvincia ha deciso di realizzare un importante intervento checonsenta ai suoi cittadini ed alle sue imprese di non rimanereesclusi dallo sviluppo economico, sociale ed occupazionale derivantidall’innovazione nelle telecomunicazioniSi stima che ogni euro investito nel settore ICT è in gradodi produrre +1,45 € nel PIL della Provincia
  • 5. - 5 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOMobile EducationMobile EducationVision &Vision &recognitionrecognitionLiving Lab:• Innovazione guidata dall’utente, coinvoltodirettamente nell’ideazione del servizio• Basata sul concetto di istituzione pubblica come’primo cliente’•Show-case delle tecnologia, servizi e prodottidell’Internet del Futuro•Ambiente di prototipizzazione di servizi innovativiInfrastruttura di base comune:• Fibra: 800 Km e 92 POPs• Dorsale Carrier Ethernet• Rete ottica GMPLS-controlled• Rete di accesso WiFi: 750 APs• Rete di accesso FTTH GPON/P2PLaboratori di ricerca interconnessi:• Reti 802.11 Mesh & Wireless Sensor Networks• SOA e Service Integration Lab• Domotic House• Vision & Recognition Lab• Knowledge & Media Labs5
  • 6. - 6 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOPer trasformare il Trentino nel territorio dell’innovazione e permettere a tutti icittadini e le imprese di trarne i benefici, la Provincia sta realizzando da alcunianni un piano a medio-lungo termine basato su 3 stepInterventi rapidi per il superamento del Digital Divide di 1° generazione,con l’obiettivo di fornire al 100% della popolazione un collegamento convelocità di almeno 2 Mbps (COMPLETATO)Miglioramento della fruibilità dei servizi per i cittadini, attraverso lo sviluppo diuna rete in grado di fornire al 90% della popolazione un collegamento convelocità di almeno 20 Mbps (banda di picco in downstream) (IN CORSO:termine previsto per primavera 2013)Realizzazione di una rete di accesso di nuova generazione, che prevedaun collegamento in fibra ottica fino in casa dell’utente o al sito dell’impresa(FTTH) (PROGETTO DEFINITO: termine previsto per 2018-2019)
  • 7. - 7 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOCopertura Digital Divide 1°generazioneRealizzato un intervento rapido percompletare la fornitura al 100% dellapopolazione e delle imprese uncollegamento con velocità di almeno 2Mbps (anche in modalità wireless)In corso direalizzazione una retedi dorsalein fibra ottica su scalaprovincialeposa di circa 800 km di fibre ottichesullintero territorio provincialeallestimento di circa 90 nodi di reterealizzazione di un centro operativo direte destinato ad ospitare anche lacentrale unica per l’emergenzaconnessioni in fibra ottica di circa 400utenze della P.A.posa di circa 800 km di fibre ottichesullintero territorio provincialeallestimento di circa 90 nodi di reterealizzazione di un centro operativo direte destinato ad ospitare anche lacentrale unica per l’emergenzaconnessioni in fibra ottica di circa 400utenze della P.A.Rete in Fibra OtticaRete in Fibra Otticarete senza fili tra le più estese inEuropa, realizzata con tecnologie WiFie Hyperlancirca 1600 access point in più di 760 sitiutilizzati 63 nodi di rete in fibra otticadirettrici radio primarie a 155 Mbpspossibilità di trasporto dati e voce con QoScontrollataconnessione ad internet diversificata su piùprovidermonitoraggio continuo della rete di trasportorete senza fili tra le più estese inEuropa, realizzata con tecnologie WiFie Hyperlancirca 1600 access point in più di 760 sitiutilizzati 63 nodi di rete in fibra otticadirettrici radio primarie a 155 Mbpspossibilità di trasporto dati e voce con QoScontrollataconnessione ad internet diversificata su piùprovidermonitoraggio continuo della rete di trasportoRete WiNetRete WiNetIn corso di realizzazione una rete di dorsale infibra ottica su scala provinciale
  • 8. - 8 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTORete dorsale
  • 9. - 9 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTORifugi AlpiniRifugio Vioz Mantova, il più alto delle AlpiOrientali (Val di Sole) dotato di Internet e FoniaRete WiNet
  • 10. - 10 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOLe esigenze degli attoriServizi on-line ai cittadini per consultare,condividere e aggiornare i propri dati sanitari einteragire con gli operatori sanitari perdeterminati problemi di salute.Strumenti a supporto della PAT nellaprogrammazione e l’indirizzo delle politiche socialisul territorio provinciale, la definizione dei livelliessenziali delle prestazioni, l’autorizzazione el’accreditamento degli erogatori, la valutazionedella qualità dei servizi
  • 11. - 11 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOProgettiPer il territorioServizi al cittadinoServizi alle impreseProgetti trasversaliC1. Portale dei serviziC2. TS/CPSC3. Demat. dichiarazioni IcefC4. Domanda unica famigliaC5. Sportello unico del cittadinoT1. Procedimenti e modulisticaT2. Digital divideT3. Open dataI1. MOA – riduzione oneriI2. Portale autorizzazioni (SUAP)I3. Portale incentivi (APIAE)I4. Integrazione banche datiI5. Estensione SCIAI6. Altri interventi (doc.att. PSP)- 11 -Decreto-Legge“semplificazioni”
  • 12. - 12 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTO. . .Piattaformadi interoperabilitàsocio-sanitaria (CSS)Servizio1Servizio2ServizioNAmbito sanitario Ambito socialeOperatoresanitarioOperatoresocialeCittadinoFSEFSSEFSoEInfrastruttura ICTIl Sistema Socio-sanitario: la visione
  • 13. - 13 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOLa cartella clinica del cittadino (TreC)Passare da una sanità centrata sul medico el’evento acuto ad una centrata sul cittadinoCittadinoMediciStruttureSanitarieFarmacie- Informazioni personali- Referti da medici privati- Referti analisi- Diagnostica strumentale- Prescrizioni- Referti visita
  • 14. - 14 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOIl punto di ingresso che permette al cittadino/utente di accederealle informazioni e ai servizi on line offerti dalla Provincia, dagliEnti locali Trentini e dall’APSShttp://www.servizionline.provincia.tn.itPrima Dopo• Circa 300 siti della pubblicaamministrazione trentinaeterogenei per contenuto e nonricercabili univocamente• Assenza di servizi on lineavanzati• Assenza di sistemi di accessocon autenticazione forte• Punto unico di accesso conricerca su tutti i siti trentini• Ricerca semantica (uso dellinguaggio comune) e non soloper parole chiave• Piattaforma unica perl’erogazione di servizi on line• Primo nucleo di servizi on linedestinato a crescereprogressivamente• Portale con accesso tramite CPS(autenticazione forte)Semplificazione per il cittadino:Il portale dei servizi (1)
  • 15. - 15 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOI servizi e i contenuti già disponibiliRicerca semantica su 15 siti già indicizzati e primi servizi di consultazione online:• consultazione proprietà immobiliari e fondiarie (catasto)• consultazione dichiarazione ICEF e domande connesse• TreC – Cartella Clinica del Cittadino• ricerca e gestione modulistica• attivazione e gestione profilo utente e CPSEvoluzioneI servizi già disponibili rappresentano il primo nucleo di un portale in continuosviluppo: è in corso la completa pianificazione e stima di tutti i servizi attivabili,con priorità per:• ampliamento della ricerca semantica ai siti dei Comuni e delle Comunità (218 in totale,per un costo stimato di 130.000 euro)• attivazione di ulteriori servizi on line (consultazione prestito bibliotecario, comunicazioniscuola-famiglia)• ampliamento delle ricerche ai siti delle minoranze linguistiche e corrispondenzasemantica tra le lingue per le principali aree di conoscenza (avviata analisi progetto)Semplificazione per il cittadino:Il portale dei servizi (2)
  • 16. - 16 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOPer accedere ai servizi-on lineMotore di ricerca:Il motore semantico, a differenza di untradizionale motore di ricerca, permette di:effettuare una ricerca “mirata” all’internodei siti delle pubbliche amministrazioni locali(attualmente 15) invece che in tutto il webeffettuare la ricerca utilizzando termini diuso comuneIl sistema di Autenticazione del Cittadino(AdC): sistema unico di riconoscimento ininternet del cittadino ai servizi on-line tramiteTS/CPS.Il portale dei servizi (1)
  • 17. - 17 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOPasso 1: utenteaccede al portalePasso 2: il portalelo rimanda all’AdCper l’autenticazionePasso 3: l’AdC attestal’esito della procedura diautenticazione, sulla basedel quale il portaleerogatore dei servizi potràautorizzare o menol’accessoPasso 4: il cittadino, sericonosciuto, utilizza iservizi on-line con la suaTS/CPS e il suo PINsegretoIl portale dei servizi (2)
  • 18. - 18 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOIl portale dei servizi (3)
  • 19. - 19 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOIl portale dei servizi (4)
  • 20. - 20 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOIl portale dei servizi (5)
  • 21. - 21 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOIl portale dei servizi (6)
  • 22. - 22 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOIl portale dei servizi:la domanda ICEF in PDF
  • 23. - 23 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOLa carta provinciale dei servizi (CPS) èil supporto magnetico che identificaogni cittadino residente odomiciliato in Trentino e conmedico di base nel territoriotrentino. La carta serve in ognicontesto di riconoscimento delcittadino e del paziente.Prima Dopo• Assenza di un unico documento diriconoscimento sanitariocapillarmente distribuito• Assenza di un documento cheoltre a valere come identificazioneallo sportello consenta unaautenticazione certa per accedereai servizi on line• Ogni cittadino trentino con i requisiti è inpossesso della carta provinciale deiservizi• Possibilità di accesso sicuro al portale eai servizi on line• Gli altri enti pubblici possono erogare ipropri servizi on line in quanto i cittadinisono già abilitati all’autenticazione conquesto strumentoBanche DatiPAT Banche DatiAPSSBanche DatiComuniTrentiniAltriEnti PubbliciUnunica carta per un veloce accesso a tanti serviziSemplificazione e sicurezza:La carta provinciale dei servizi (CPS)
  • 24. - 24 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOla dematerializzazione delle dichiarazioni ICEF e delle domandeattraverso:la firma con modalità grafometrica e/o con carta provinciale deiservizi (TS/CPS)la gestione elettronica di dichiarazioni ICEF e domande conconservazione sostitutivaObiettivodematerializzare tutte le dichiarazioni ICEFPrima Dopo• Dichiarazione cartacea conimpiego di risorse materialiingenti (400.000 fogli/anno)• Dichiarazioni cartaceeconsegnate alla Provincia(tempo e costo) per essereconservate (logistica)• Dichiarazione compilata allo sportello inmodo completamente informatizzato efirmata digitalmente dall’utente• Nessuna stampa (risparmio di carta,inchiostro, stampanti), nessun trasporto• Nessuna conservazione “fisica”• Dematerializzazione e archiviazionesostitutiva• Attivazione di una tecnologia da utilizzareprogressivamente anche per le domandeSemplificazione e dematerializzazione:La dichiarazione ICEF
  • 25. - 25 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOIl cittadino firma ladichiarazione ICEFL’operatore dello sportelloprovvede alla compilazionedella dichiarazione ICEF asupporto del cittadinoTrasmissione in archiviodichiarazione firmataDichiarazioniICEF originalicon marcatemporale ecifratura conchiavepubblica dellaPATArchivio elettronicotabletIl sistema tramite la firmagrafometrica memorizza elementiunivoci del dichiarante qualiPRESSIONE, ACCELERAZIONEe RITMO direttamente nelladichiarazione elettronicaSemplificazione e intuitività:La firma grafometrica
  • 26. - 26 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOChe cos’èLa costituzione di un front end unico CAF-PATRONATI di servizio al cittadino, perl’accesso ai benefici regionali e provinciali a favore della famiglia (assegno regionale al nucleofamiliare; diritto allo studio; contributo famiglie numerose, ecc.) e la presentazione di unadomanda unicaSituazione precedente:Dichiarazione ICEFDomanda 1 per dirittoallo studio (trasportoalunni , mensascolastica , asili nido )Domanda 3 perassegno regionale alnucleo familiareCAFPATRONATOCittadinoDomanda 2 perassegno provincialefamiglie numeroseSituazione attualeDichiarazione ICEFper assegno regionale alnucleo familiareCittadinoper diritto allo studio(trasporto alunni , mensascolastica , asili nido )per assegno provincialefamiglie numeroseDomanda UnicaSportello unico diassistenza econsulenza al cittadinoCAF /PATRONATODematerializzazione ICEF e domandeassociate – il cambiamento organizzativo
  • 27. - 27 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOStandardizzazione modulistica edocumentazioneSupportare il cittadino e l’impresa neltrovare la modulistica “giusta” e avviare leprocedureConoscere i procedimenti (“cosa fare” o “cosachiedere”);Mettere in relazione procedimento e modulo(guidare l’utente);Scaricare e compilare la modulistica.
  • 28. - 28 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOI servizi che facilitano ilcittadino/paziente – L’attuazioneCarta Provinciale dei ServiziDistribuite 525.000 carte (Min. Finanze/Sogei);Distribuiti 6.000 lettori di smart card;Attivate 9.500 carte.Dematerializzazione ICEF e domande70% delle dichiarazioni e domande sonodematerializzate.Standardizzazione della modulisticaCirca 3.000 moduli.
  • 29. - 29 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOL’effetto della dematerializzazione
  • 30. - 30 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOLo sportello unico dei servizi al cittadino:front-end provinciale in periferiaUn punto unico nelle singole realtà territoriali, a cui il cittadino sirivolge per trovare, in prospettiva, tutti i servizi erogati dalla PAtrentina. Allo sportello possono essere associati anche servizi accessori(posta, bancomat, etc.) che consentono di “chiudere il processo” nellostesso luogo.Prima Dopo• Più uffici con diversa destinazionein ogni contesto locale• Dispersione del processo, conservizi accessori distanti odisomogenei• Forte specializzazione deglioperatori• Ridotta convenienza adinvestimenti tecnologici• Ottimizzazione del rapporto con ilcittadino• Riorganizzazione della presenza sulterritorio e revisione logistica• Concentrazione delle transazioni equindi convenienza di investimentitecnologici e innovativi• Versatilità degli operatori• Miglioramento del servizio• Rilevante riduzione dei costi diterritorio
  • 31. - 31 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOSportelli unici al cittadino:quanti e dove
  • 32. - 32 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTO51.40050.99849.27252.23550.241TOTALE1.5931.5111.6001.5401.400C11 - POZZA DI FASSA15.01815.08812.69813.47513.210C10 - ROVERETO7.8567.5926.7257.0566.698C9 - RIVA DEL GARDA4.5274.5745.5496.0455.837C8 - GIUDICARIE1.4741.4901.9251.9982.294C7 - VAL DI SOLE5.7995.7735.9826.9046.487C6 - VALLE DI NON5.9785.9595.5415.5615.110C4 - ALTA VALS.4.8964.8454.6564.8294.311C3 - BASSA VALS.1.2061.1251.3421.5911.752C2 - PRIMIERO3.0533.0413.2543.2363.142C1 - VALLE DI FIEMME20112010200920082007SPORTELLOSportelli unici al cittadino:il numero di pratiche
  • 33. - 33 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTODati per principali aree di intervento ed enti “serviti” (più di 100 tra PAT e altri)184Questura (passaporti)141Cassa del Trentino (docum. manovra anticongiunturale)986Servizio per il personale (assegni nucleo familiare, comunicazioneper detr. fiscali, anticipo TFR)1.182Servizio lavoro (tutela maternità, istanze commissione lavoro)1.188PAT (diritto allo studio – trasporto, mensa)1.330PAT scuola (anticipo-post.,borse di studio, buoni servizio)7.082APSS (domande invalidità)3.387ITEA (verifica requisiti o riduzione canone)6.824ICEF (dichiarazioni)4.734APE (contributi energia)27.759APAPI (contributi famiglia)Sportelli unici al cittadino:le tipologie di pratiche
  • 34. - 34 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOMantenere le informazioni nel tempo:Il polo archivistico territorialeEsigenza legata al forte orientamento alladematerializzazione di processi edocumentiIl problema fondamentale:Mantenere nel tempo l’accessibilità deidocumenti da parte degli interessatiE’ una esigenza strategica, anche se nonne viene percepita l’importanza oraNecessità di un forte mandato politicoUna soluzione ICT non basta!
  • 35. - 35 -PROVINCIA AUTONOMA TRENTOAzioni in corsoProgettare il polo archivistico territoriale comeuna struttura permanente tecnica eorganizzativaCollegare insieme tutte le iniziative in corsosulla dematerializzazione (creare la massacritica)Adottare soluzioni di breve periodo (per ibisogni più urgenti) senza perdere di vista gliobiettivi di lungo termineMantenere le informazioni nel tempo:Il polo archivistico territoriale (2)
  • 36. PROVINCIA AUTONOMA TRENTOPROVINCIA AUTONOMA TRENTOGRAZIE

×