Sergio Zabot a SCE 2012
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Sergio Zabot a SCE 2012

on

  • 1,132 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,132
Views on SlideShare
1,132
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
38
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Sergio Zabot a SCE 2012 Sergio Zabot a SCE 2012 Presentation Transcript

  • Intervento di Sergio Zabot Al convegno [co.01] Smart energy: efficienza energetica e fonti rinnovabili nelle 100 città italiane / Smart energy: energy efficiency and renewable resources in 100 Italian citiesDi Lunedì, 29 ottobre 2012 Consulta il programma di SCE2012
  • L’applicazione dei contratti EPC “evoluti” nelle P.A. Il caso della Provincia di Milano Sergio Zabot Direttore Settore Energia Provincia di Milano Bologna 29, Ottobre 2012ZABOT – EIB.5.IT
  • Il Patto dei Sindaci Inziativa lanciata dalla Commissione europea per aggregare in una rete permanente le città europee al fine di scambiare e applicare le migliori pratiche, migliorare l’efficienza energetica e promuovere uno sviluppo economico a basse emissioni di CO2. Con la sottoscrizione del Patto i Comuni si impegnano a: - Andare oltre gli obiettivi fissati dalla UE per il 2020 e ridurre le emissioni di CO2 nel proprio territorio di almeno il 20%. - Predisporre un Piano di Azione per l’Energia che espliciti come gli obiettivi saranno raggiunti, entro un anno dalla ratifica del Patto in Consiglio comunale. - Predisporre un Rapporto Annuale sullo stato di attuazione del Piano di Azione. - Organizzare eventi per i cittadini finalizzati ad una maggiore conoscenza dei benefici dovuti ad un uso più intelligente dell’energia. La Provincia di Milano è la “Struttura di Supporto” che rappresenta i Comuni dell’hinterland milanese Oltre 80 Comuni hanno aderito al PattoZABOT – EIB.5.IT
  • i Fondi BEI Anche la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) ha aderito al Patto dei Sindaci e ha approvato un progetto pilota della Provincia di Milano per la riqualificazione degli edifici pubblici di proprietà dei Comuni che hanno aderito al Patto (90 Mln di € di cui 75% in debito e 25% in equity). I prestiti BEI vengono utilizzati per riqualificare gli edifici con contratti di prestazione per il risparmio energetico (EPC) con Garanzia di Risultato negli edifici pubblici comunali, tramite Energy Service Companies (ESCo). I risparmi serviranno a restituire il prestito, a ridurre i costi di energia dei Comuni e a rilanciare le attività edilizie. La BEI ha inoltre approvato un finanziamento per l’assistenza necessaria a sviluppare il progetto di investimento (fondi Elena del programma CIP-IEE). I fondi servono per finanziare l’ingegnerizzazione tecnica, amministrativa e finanziaria del programma di investimento (2,16 Mln € - supporto 90% - leverage factor = 25).ZABOT – EIB.5.IT
  • Schema Tecnico-Finanziario semplificato per la Riqualificazione degli Edifici Pubblici dei Comuni Accordo Quadro con la DG-Tren come Fondi BEI Struttura di Supporto ta al Patto dei Sindaci ies i ich ond R F Redazione delle Diagnosi Selezione Intermediario Energetiche degli Edifici Pubblici Finanziario (Fondazione Cariplo) Sistematizzazione delle Diagnosi Capitolati di Gara Gare per la Riqualificazione Energetiche (Baselines) e Contratti Tipo Energetica degli Edifici Azioni finanziate dalla facility ELENA Fornitori di Energia ESCo vincitrici Comuni Pagamento del Canone Risparmi Contratti di Prestazione per il Risparmio Energetico con Garanzia di RisultatoZABOT – EIB.5.IT
  • Inquadramento giuridico Secondo gli orientamenti consolidati della giurisprudenza comunitaria ed amministrativa, l’attività delle ESCo è stata inquadrata, in ragione dell’assunzione del rischio imprenditoriale dell’iniziativa, quale Concessione, e non come Appalto. In particolare: Il Finanziamento Tramite Terzi (F.T.T.) va configurato quale concessione mista di beni e servizi, poiché la ESCo, assumendo su di sé il rischio imprenditoriale relativo allo svolgimento dell’attività di miglioramento dell’efficienza energetica dei beni dell’amministrazione, utilizza in via esclusiva tali beni, operando investimenti su di essi a scopo di profitto, fornendo indirettamente un vantaggio all’amministrazione titolare. Art. 2, lett. m) D.lgs. n. 115/2008: «accordo contrattuale che comprende un terzo, oltre al fornitore di energia e al beneficiario della misura di miglioramento dellefficienza energetica, che fornisce i capitali per tale misura e addebita al beneficiario un canone pari a una parte del risparmio energetico conseguito avvalendosi della misura stessa».ZABOT – EIB.5.IT
  • Inquadramento contrattuale la ESCo diventa l’unico soggetto responsabile verso l’utente finale e che si occupa di tutte le fasi in cui si compone lo schema FTT: - Fattibilità economico-finanziaria - Progettazione degli interventi - Riqualificazione energetica degli edifici e degli impianti - Conduzione e manutenzione degli impianti - Copertura finanziaria In questo senso, il RISCHIO a totale carico della ESCo riguarda sia l’aspetto finanziario relativo all’investimento sia il mancato raggiungimento degli obiettivi di risparmio energetico. La fornitura del Combustibile e dell’Energia Elettrica è esclusa dalla ConcessioneZABOT – EIB.5.IT
  • Risparmio Riconosciuto Come funziona l’EPC con al Comune con Risparmio Riconosciuto Risparmio Riconosciutoo Garanzia di Risultato Performance Bond al Comune al Comune adottato dalla Provincia di Milano min 5% di RG Risparmio Garantito Canone “RG” Canone ridotto Canone Min. 20% della Baseline Maggiori Consumi energetica a carico del Comune Costi Attuali = Maggior Risparmio Condiviso Combustibili + En. Elettrica + Consumi a Consumi a Consumi a Consumi a O&M carico del carico del carico del carico del Comune Comune Comune Comune Baseline Under OverZABOT – EIB.5.IT Performance Performance
  • i Criteri di Aggiudicazione Criteri di Valutazione delle offerte tecniche – 30 punti Design globale degli interventi rispetto alle strutture esistenti anche con riferimento all’equilibrio tra interventi sugli involucri, sugli impianti e il ricorso a fonti rinnovabili Conformità della gestione energetica con le caratteristiche prestazionali (misura, monitoraggio e reporting) Servizi offerti (manutenzione/risoluzione dei problemi) Servizio di informazione, comunicazione e motivazione dell’utenza Qualità dei materiali e della componentistica utilizzata e disponibilità di sostituzione delle parti di ricambio dopo la fine del contrattoZABOT – EIB.5.IT
  • i Criteri di Aggiudicazione Criteri di Valutazione delle offerte economiche – 70 punti Valore dell’investimento proposto Valore Attuale dello Sgravio di Bilancio per i Comuni durante il Periodo di Concessione Valore Attuale dello Sgravio di Bilancio per i Comuni dopo il Periodo di Concessione t=n t=k t=0 in offerta Max 15 a. 20 a. n k VA = ∑ RRC ------- ( 1 + i )n VAR = ∑ RG ------- ( 1 + i )nZABOT – EIB.5.IT n=1 t=n
  • i Criteri di Aggiudicazione Criteri di Valutazione delle offerte economiche – 70 punti Valore dell’investimento proposto Valore Attuale dello Sgravio di Bilancio per i Comuni durante il Periodo di Concessione Valore Attuale dello Sgravio di Bilancio per i Comuni dopo il Periodo di Concessione Extra risparmio riconosciuto ai Comuni in caso di superamento del risparmio garantito annuo Riduzione delle emissioni di CO2ZABOT – EIB.5.IT
  • Primi Risultati e Conclusioni Prima gara (98 edifici di 16 Comuni) - Baseline (Combustibile + EE + O&M): 3.500.000 € - Base d’asta: 6.000.000 € -- Aggiudicato per: 13.000.000 € - Interventi: Isolamenti, Micro-Cogen, Caldaie condens, PdC, SolTerm, BEMS. - Risparmio Garantito: 35% -- Risparmio Riconosciuto ai Comuni: 5% - Over Performance: 50% dei risparmi riconosciuto ai Comuni - Durata della Concessione: 15 anni Altri 3 lotti in preparazione della stessa dimensione (1 del Comune di MI) Commenti e “Tips” L’Assistenza Tecnica del programma ELENA si è dimostrata fondamentale per lo sviluppo di documentazione di gara innovativa e per la gestione delle gare. Difficoltà nel coinvolgere i Comuni: in particolare per compensare la perdita di Sovranità con il miglioramento della Governance (Costi di Agenzia). Rimane la necessità di fondi di “equity” per poter realizzare interventi con lunghi pay-back. Non sottovalutare tempi e costi per formare gli operatori e per l’espletamento delle procedure amministrative.ZABOT – EIB.5.IT
  • Il nostro peggior nemico: Mr. Henry Gantt ANNEX 1 - ELENA Facility 2009 - Energy Efficiency Milan Covenant of Mayors - Timing First Second Balance Pre-financing Pre-financing Payment 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42EL.1 Intermediary Bank sel.EL.2 Personel RecruitmentEl.3 Legal Group BidEl.4 Tech. Group BidEl.5 Monitoring BidWP.1 Buildings AssessmentWP.2 Docs for TendersWP.3 Tender ExecutionWP.4 Contracts NegotiationWP.5 Works ControlWP.6 Monitoring & AuditingWP.7 Communication oct nov dec jan feb mar apr may jun jul aug sep oct nov dec jan feb mar apr may jun jul aug sep oct nov dec jan feb mar apr may jun jul aug sep oct nov dec jan feb mar 2010 2011 2012 2013 2014 Progress Progress Progress Progress Start Interim End Report Report Report Report Elena Report Elena
  • Grazie per L’attenzione Bologna 29, Ottobre 2012ZABOT – EIB.5.IT