Guida semplificata-comprensione-incentivi-impianti-fotovoltaici-connessi-in-modalità-di-scambio
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Guida semplificata-comprensione-incentivi-impianti-fotovoltaici-connessi-in-modalità-di-scambio

on

  • 8,130 views

Guida semplificata comprensione incentivi impianti fotovoltaici connessi in modalità di scambio

Guida semplificata comprensione incentivi impianti fotovoltaici connessi in modalità di scambio

Statistics

Views

Total Views
8,130
Views on SlideShare
8,130
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
50
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Guida semplificata-comprensione-incentivi-impianti-fotovoltaici-connessi-in-modalità-di-scambio Guida semplificata-comprensione-incentivi-impianti-fotovoltaici-connessi-in-modalità-di-scambio Document Transcript

  • Guida semplificata per la comprensione degli incentivi perimpianti fotovoltaici connessi in modalità di scambio sul postoScopo di questo semplice manuale è di permettere ai nostri clienti di comprendere facilmente il funzionamentodegli incentivi che spettano a chi ha installato un impianto fotovoltaico sul territorio italiano secondo le specificherichieste dal decreto del 19 febbraio 2007 e successive modificazioni attualmente denominato “Quarto contoenergia”.1. PremessaLa Finanziaria 2008 ha esteso a 200 kW il limite massimo di potenza entro il quale gli impianti alimentatida fonti rinnovabili possono accedere alla connessione in modalità di “Scambio sul Posto” (definitoanche SSP).La delibera AEEG ARG/elt 1/09 ha attribuito al Gestore di Servizi Elettrici (GSE) il compito di retribuire laparte di energia elettrica immessa in rete da impianti in regime di SSP. Questo compito si affianca allaretribuzione dell’energia prodotta dagli impianti secondo il regime di Conto Energia (definito anche CE).Tutti i dati rilevati dal Gestore dei Servizi Elettrici (definito anche GSE) per i calcoli degli incentivi sonoriportati sul portale https://applicazioni.gse.it a cui si può accedere mediante la propria login e password.Per la visione di questo portale consigliamo la lettura del nostro documento: “Manuale di accesso alportale GSE”.2. GlossarioCHILOWATTORA, kWh:Unità di misura dell’energia, utilizzata per misurare i flussi che interessano l’utenza e l’impiantofotovoltaico, in un periodo di tempo definito (per esempio un giorno, un mese, un anno, l’intera vitadell’impianto). 1kWh è la quantità di energia necessaria a tenere accesa per 10 ore una lampadina da100W di potenza, oppure a tenere acceso per un’ora un aspirapolvere da 1kW di potenza.CHILOWATT, kW:Unità di misura della potenza, utilizzata per misurare l’intensità dei flussi che interessano l’utenza el’impianto fotovoltaico, in un determinato istante (per esempio a mezzogiorno del 21 giugno, alle 10 delmattino del 12 dicembre). 1kW è la potenza di un aspirapolvere, una lavatrice ha una potenza massimadi circa 2kW.ENGINEERING & ARCHITECTURE s.r.l. Via Aurelia, 1275 00166 Roma - Italy+39. 06.66183050 - info@e-and-a.it - www.e-and-a.it - www.energie-rinnovabili-italia.it
  • 14 febbraio 2012 Pagina 2PRODUZIONE:E’ l’energia espressa in kWh che l’impianto fotovoltaico produce durante il suo funzionamento. Ai finidella misura non ha alcuna importanza quale sia la destinazione (l’utilizzo) di questa energia (reteelettrica nazionale o utenza per autoconsumo). Viene misurata dal contatore vicino all’ inverter dal menu“IMMISSIONI”. Questa misurazione è quella su cui si basa il rimborso del “CONTO ENERGIA” da partedel GSE.PRELIEVI:E’ una delle due componenti dello Scambio sul Posto. E’ l’energia espressa in kWh l’utenza (abitazione,azienda,…) preleva dalla rete elettrica nazionale quando l’impianto fotovoltaico non produce asufficienza per soddisfare interamente in fabbisogno (per esempio in condizioni di pioggia o neve edurante la notte). La lettura di questo valore viene eseguita dal Menu “PRELIEVI” del contatore esternoall’abitazione/azienda (non quello vicino all’inverter). Questa energia viene pagata direttamente aldistributore (Esempio ENEL) mediante la ricezione di una normale fattura (chiamata bolletta). Questafattura prevede il pagamento altre al costo energia, di spese fisse, trasporto, impegno di potenza ed IVA.IMMISSIONI:E’ l’altra componente dello Scambio sul Posto. E’ l’energia espressa in kWh, proveniente dallaproduzione dell’impianto fotovoltaico, che l’utenza (abitazione, azienda,…) non utilizza, cioè non auto-consuma, perché non vi è necessità immediata (per esempio in estate quando la casa è disabitata, o amezzogiorno, quando la produzione è elevata ed i consumi sono bassi). Dato che l’energia non vienemai persa, questa viene immessa nella rete nazionale. La lettura di questa energia viene eseguita dalmenu “IMMISSIONI” del contatore esterno alla abitazione/azienda (non quello vicino all’inverter). Questaenergia viene rimborsata da parte del GSE a chi ha stipulato un contratto di SSP. Viene rimborsata solola quota “Energia” e non le altre componenti del costo della bolletta (spese fisse, trasporto, impegno dipotenza, IVA).CONSUMO:E’ l’energia espressa in kWh che l’utenza (abitazione, azienda,…) utilizza per alimentare tutti i dispositivicollegati al proprio impianto elettrico. Questa energia proviene in parte dall’impianto fotovoltaico ed inparte dalla rete elettrica. Per calcolare il consumo (durante un periodo di tempo definito: giorno, mese oanno) dell’utenza legata ad un impianto fotovoltaico è necessario eseguire un semplice calcolo:CONSUMO (kWh) = PRODUZIONE + PRELIEVI – IMMISSIONIENGINEERING & ARCHITECTURE s.r.l. Via Aurelia, 1275 00166 Roma - Italy+39. 06.66183050 - info@e-and-a.it - www.e-and-a.it - www.energie-rinnovabili-italia.it
  • 14 febbraio 2012 Pagina 33. Schema di principio dello Scambio sul Posto (SSP)4. Differenze introdotte da gennaio 2009A) Come già detto la componente di immissione dello Scambio sul Posto è gestita del GSE e nonpiù dai Distributori di energia elettrica.B) Nel caso in cui il controvalore dell’energia immessa in rete risultasse superiore all’onere energiasostenuto dall’utente dello scambio, il saldo relativo viene registrato a credito dell’utente (in Euro e nonpiù in Chilowattora). Questo credito potrà essere utilizzarlo per compensare l’onere di acquisto dienergia negli anni successivi.C) Non c’è più il limite di 3 anni per compensare il rimborso.5. Ottenere il massimo dallo scambio sul postoCome è possibile migliorare la resa economica dell’impianto fotovoltaico connesso alla rete in modalitàdi scambio sul posto?Utilizzando maggiormente gli elettrodomestici di giorno e meno di notte, aumentando la quota di energiadi “autoconsumo” proveniente dalla vostra “produzione” (nello schema a inizio pagina: freccia gialla latosinistro vicino all’impianto fotovoltaico).Prelevando il meno possibile durante le ore notturne, ovvero diminuendo il flusso “prelievi” che èacquistato dalla rete (freccia azzurra).Se la vostra produzione è maggiore del vostro consumo, verserete in rete l’energia prodotta in più, cheverrà rimborsata dal GSE (freccia gialla “immissioni” lato destro).ENGINEERING & ARCHITECTURE s.r.l. Via Aurelia, 1275 00166 Roma - Italy+39. 06.66183050 - info@e-and-a.it - www.e-and-a.it - www.energie-rinnovabili-italia.it View slide
  • 14 febbraio 2012 Pagina 4Essendo il valore economico dello scambio sul posto limitato rispetto al totale del vantaggio, vi invitiamoa non stravolgere le vostre abitudini, adattando i vostri costumi alla nuova situazione solo quando questonon comporti disagio o diminuzione delle comodità.6. Esempio di calcolo dei flussi di energia:Ipotizziamo di seguire un impianto di 3kW di potenza nominale, parzialmente integratoarchitettonicamente, entrato in esercizio nel 2008 (tariffa incentivante per il Conto Energia: 0,440€/kWhprodotto). Si rilevano le letture dai contatori al 1° gennaio ed al 31 dicembre.1 gennaio 2009 31 dicembre 2009Contatore di CONTO ENERGIA A1+A2+A3 = 5768 kWh A1+A2+A3 = 9685 kWhContatore ESTERNO menu PRELIEVI A1+A2+A3 = 1343 kWh A1+A2+A3 = 2603 kWhContatore ESTERNO menu IMMISSIONI A1+A2+A3 = 1502 kWh A1+A2+A3 = 3102 kWhDa queste letture si possono calcolare i flussi di energia che hanno interessato l’impianto e l’utenza nelperiodo di 12 mesi dal 1/1/2009 al 31/12/2009.CONTO ENERGIA:L’impianto ha prodotto: 9685kWh – 5768kWh = 3917 kWhLa cifra che verrà rimborsata per il Conto Energia: 3917kWh x 0,44/kWh = 1723 €Questa cifra verrà rimborsata dal GSE mediante bonifico bancario.SCAMBIO SUL POSTOPrelievi di energia dalla rete: 2603kWh – 1343kWh = 1260 kWhOnere energia: 1260kWh x 0,20 €/kWh = 252 €Questa cifra verrà pagata al distributore mediante bolletta. La tariffa per il prelievo di 0,20 € varia infunzione del piano tariffario e comprende anche le spese fisse e le tasse.Immissioni di energia verso la rete: 3102 – 1502 = 1600 kWhRimborso energia: 1600kWh x 0,10€/kWh = 160€Questa cifra verrà rimborsato dal GSE mediante bonifico bancario. Il valore risulta inferiore a quellopagato al distributore perché non comprensivo di tasse e spese fisse. Il valore varia in funzione delvostro piano tariffario ed eventualmente dalle fasce orarie A1-A2-A3.CONSUMO DELL’UTENZA:Consumo REALE: 3917kWh + 1260kWh – 1600kWh = 3577 kWh Questo è consumo della utenza(o fabbisogno) come se l’impianto fotovoltaico non fosse presente.RIASSUMENDO:ENGINEERING & ARCHITECTURE s.r.l. Via Aurelia, 1275 00166 Roma - Italy+39. 06.66183050 - info@e-and-a.it - www.e-and-a.it - www.energie-rinnovabili-italia.it View slide
  • 14 febbraio 2012 Pagina 5L’utenza ha subito un onere economico per l’energia elettrica di 252 € - 160 € = 92 €Considerando il consumo di 3577kWh, il costo di energia elettrica è passato da 0,20 €/kWh a 0,026 €kWh ( 10 volte più piccolo). Senza fotovoltaico avreste pagato 0,20x3577= 715 €RICAVO TOTALE: L’utente ha percepito un ricavo totale che deve comprendere i 1723 € per ilconteggio del Conto Energia a cui và aggiunto il mancato costo di energia elettrica per mancatopagamento della bolletta. In questo esempio il risparmio e’ di 715 - 92 € = 623€.TOTALE RICAVO = 1723 + 623 = 2.346 euro all’anno.7. Verificare il VOSTRO GUADAGNO FINALE.Per capire il ricavo definitivo, reale dell’impianto, si deve attendere il conteggio nell’anno solare e cioe’eseguire tutti i conteggi a fine anno, anzi a febbraio/marzo per poter rilevare le letture corrette dal sitodel GSE, sia sul quadro di scambio sul posto che quello del conto energia.ENGINEERING & ARCHITECTURE s.r.l. Via Aurelia, 1275 00166 Roma - Italy+39. 06.66183050 - info@e-and-a.it - www.e-and-a.it - www.energie-rinnovabili-italia.it
  • 14 febbraio 2012 Pagina 6Per sommare le letture del conto energia, si devono sommare tutti i valori positivi e sottrarre i valorinegativi, che non sono altro che le note di credito per le letture provvisorie effettuate durante l’anno.Per un corretto conteggio si deve paragonare quali spese avremmo dovuto sostenere senza l’ausiliodell’impianto fotovoltaico.Semplicemente in questa tabella sostituite i valori di :  PRODUZIONE dal contatore “Conto energia” o dal portale GSE nelle letture  IMMISSIONE dal contatore esterno o dal portale “Scambio sul posto” nei report in Excel  PRELIEVI dal contatore esterno o dal portale “Scambio sul posto” nei report in Excel  Costo dell’energia di una normale bolletta energetica al kwh (aumenterà negli anni a venire)Proviamo con l’esempio precedente:Ecco finalmente il reale guadagno ottenuto mediante l’uso di un impianto fotovoltaico.Esempio senza Esempio conFotovoltaico FotovoltaicoConsumo reale rilevato Consumo reale rilevato 3917 + 1260 – 1600nell’anno con la Lettura nell’anno con ladella bolletta o 3577 kWh formula descritta in 3577 kWhcontatore. precedenza. Produz.+Prelievi ImmissioniSpesa per l’energia 0,20 x 3577 Spesa per l’energia 252 – 160elettrica (Cambiare il elettrica:parametro con gli anni) 715 euro bollette pagate, meno 92 euroOra 0,20 per 3kw il rimborso per loOra 0,24 per 6kw scambio sul posto.Risparmio per l’energia ZERO Risparmio per l’energia 715 – 92 = 623 euroelettrica elettrica autoconsumataRimborso in Conto ZERO Rimborso in Conto 3917 x 0,44 = 1723energia energia euroUTILE ANNUO ZERO UTILE ANNUO 2.346 euroENGINEERING & ARCHITECTURE s.r.l. Via Aurelia, 1275 00166 Roma - Italy+39. 06.66183050 - info@e-and-a.it - www.e-and-a.it - www.energie-rinnovabili-italia.it
  • 14 febbraio 2012 Pagina 78. Il rimborso incentivi del “CONTO ENERGIA”L’accesso al portale https://applicazioni.gse.it permette di leggere lo stato dei rimborsi spettanti per il“Conto Energia”. Se alcune righe sono in “rosso”, risultano sotto soglia e verranno pagate al periodosuccessivo. Il quadro che riporta tali informazioni e’ il seguente.Le energie presenti in questa pagina sono le stesse riportate sul “Contatore” installato vicino all’inverter.Premendo 18 volte il pulsante in alto a destra, si accede ad un menu definito “Immissioni”; leggendo ivalori A1 + A2 + A3 si ottiene il valore di tutta l’energia generata dal vostro impianto fotovoltaico. Questovalore verrà totalmente incentivato mediante il rimborso del “Conto energia” indipendentemente dall’utilizzo che farete dell’energia stessa (immissione in rete o autoconsumo). Questo è importantissimo !!! aLa “Tariffa Incentivante” è il valore a voi spettante ed è scritto nella 9 colonna da sinistra (in questoesempio 0,42/kWh). Varia in funzione del tipo di installazione, della potenza dell’impianto e verràmoltiplicata per tutti i kWh generati dall’impianto. Questo valore è riportato sul contratto stipulato con ilGSE che lo definisce costante (in moneta) per un periodo di 20 anni dalla data di entrata in funzionedell’impianto.Per sapere se l’impianto sta producendo ciò che è stato previsto, è possibile comparando i dati presentisul progetto (anche giorno per giorno) riportando le letture A1+A2+A3 e la data di lettura.L’impianto produce maggiormente nella stagione estiva e molto meno in quella invernale. Pertanto ilrimborso in “Conto energia” sarà elevato per il periodo estivo e meno per quello invernale. I rimborsisolitamente vengono pagati ogni 2 mesi se si supera il valore di soglia minima di pagamento (250€ perun impianto sotto i 20kW). Essendo le letture riferite sempre al periodo precedente e calcolando ritardinelle comunicazioni da parte del gestore di rete (responsabile delle letture), lo slittamento dei pagamentiENGINEERING & ARCHITECTURE s.r.l. Via Aurelia, 1275 00166 Roma - Italy+39. 06.66183050 - info@e-and-a.it - www.e-and-a.it - www.energie-rinnovabili-italia.it
  • 14 febbraio 2012 Pagina 8può essere di 4 mesi. Il pagamento avviene mediante bonifico bancario ed è indipendente dal rimborsodello Scambio sul Posto.Per sommare le letture del conto energia, si devono sommare tutti i valori positivi e sottrarre i valorinegativi, che non sono altro che le note di credito per le letture provvisorie effettuate durante l’anno.9. Il rimborso immissioni dello “SCAMBIO SUL POSTO”L’accesso al portale https://applicazioni.gse.it permette di leggere lo stato dei rimborsi spettanti per lo“Scambio sul Posto”. Il quadro che riporta tali informazioni e’ il seguente:Le energie presenti nei in questa pagina sono le stesse riportate sul contatore installato all’esterno dellaabitazione e non quello vicino all’inverter. Premendo 18 volte il pulsante in alto a destra, si accede ad unmenu definito “Immissioni”; leggendo i valori A1 + A2 + A3 si ottiene il valore di tutta la potenza immessain rete, ovvero quella generata dal vostro impianto fotovoltaico che non è da voi stata utilizzata cioèautoconsumata.Questo valore verrà rimborsato dal GSE per la sola parte di energia senza rimborsi aggiuntivi per iltrasporto o spese fisse di tasse ed IVA.I report presenti nel portale GSE sono molto complessi e di difficile interpretazione.Sono suddivisi per fasce orarie A1 A2 A3 e sono definite in F1 F2 e F3 e cioè:F1 (ore di punta): dalle ore 8:00 alle ore 19:00 dal lunedì al venerdìF2 (ore intermedie): dalle ore 07:00 alle ore 08:00 e dalle ore 19:00 alle ore 23:00 dal lunedì al venerdì edalle ore 07:00 alle ore 23:00 del sabatoENGINEERING & ARCHITECTURE s.r.l. Via Aurelia, 1275 00166 Roma - Italy+39. 06.66183050 - info@e-and-a.it - www.e-and-a.it - www.energie-rinnovabili-italia.it
  • 14 febbraio 2012 Pagina 9F3 (ore fuori punta): dalle ore 00:00 alle ore 07:00 e dalle ore 23:00 alle ore 24:00 dal lunedì al sabato etutte le ore della domenica e dei giorni 1 e 6 Gennaio; lunedì dell Angelo; 25 Aprile; 1 Maggio; 2 Giugno;15 Agosto; 1 Novembre , 8, 25 e 26 Dicembre (il calendario varia di anno in anno)Questi rimborsi sono proporzionali alla tariffa applicata per l’acquisto dell’energia prelevata (legata al tipodi contratto stipulato con il distributore).10. Il pagamento dei prelievi al “DISTRIBUTORE”La ricezione in forma cartacea o informatica della cosiddetta “Bolletta dell’energia elettrica” deveriportare solo i reali prelievi che avete acquistato dalla rete elettrica.Le potenze presenti nelle bollette devono riportare le energie in kWh che potete verificare sul“Contatore” installato all’esterno della abitazione e non quello vicino all’inverter. Premendo 4 volte ilpulsante in alto a destra, si accede ad un menu definito “PRELIEVI”; leggendo i valori A1 + A2 + A3 siENGINEERING & ARCHITECTURE s.r.l. Via Aurelia, 1275 00166 Roma - Italy+39. 06.66183050 - info@e-and-a.it - www.e-and-a.it - www.energie-rinnovabili-italia.it
  • 14 febbraio 2012 Pagina 10ottiene la somma di tutta la potenza da voi prelevata dalla vostra abitazione quando l’impiantofotovoltaico non produce a sufficienza per soddisfare il fabbisogno (notte, neve, nebbia ecc).Questa “Bolletta” va pagata al distributore e non è legata né al rimborso di “Scambio sul Posto” nétantomeno al rimborso del “Conto Energia”. Al distributore si paga la quota energia, la quota trasporto, lespese fisse e l’IVA.11. Note riguardanti i calcoli di consumo ed i rimborsiIn questa sezione sono presenti alcune risposte alle molteplici domande che sono state inoltrate alnostro ufficio tecnico riguardo le modalità di rimborso del GSE per gli impianti fotovoltaici.Per prima cosa se si desidera avere il pieno controllo della produzione e dei consumi del vostro impiantofotovoltaico, per poi potere richiedere chiarimenti a Slenergy, Distributore o GSE si devono effettuare leletture periodiche di entrambi i contatori ad esempio a scadenza trimestrale o semestrale e riportarle suun foglio di carta o foglio elettronico. Senza questi dati non è possibile risalire ad eventuali discordanze oerrori commessi dai vari “protagonisti” dello scenario descritto fino a qui.Spesso le letture dei rimborsi del GSE sul portale riportano valori positivi e successivamente stornati davalori negativi. Questo perché il GSE spesso riporta valori presunti di rimborso in Conto Energia e nonquelli reali, per poter effettuare il pagamento. Successivamente alla ricezione dei dati reali, viene inseritoun valore negativo per annullare il valore presunto inserendo il valore corretto della lettura.All’inizio dell’anno 2009 è stato versato a tutti i clienti un rimborso di 50 euro ogni kW installato persopperire ai ritardi nella preparazione del sistema di rimborso per lo “Scambio sul Posto”. Da questa cifrasono stati trattenuti i 36 euro per il pagamento del servizio annuale. Ora che stanno arrivando i primirimborsi reali dello scambio sul posto, l’anticipo deve essere restituito e viene stornato in negativo.Ad oggi i conteggi sono riferiti alle immissioni del periodo di gennaiomarzo per cui spesso essendo riferitiad una stagione invernale, sono molto bassi e spesso non raggiungono la soglia minima di 250€ (perimpianti sotto i 20kW). Per questo verranno compensati nel periodo successivo. Gli impianti di tagliapiccola naturalmente hanno valori esigui di immissione per cui potrebbero essere rimborsati inpagamenti cumulativi. Per legge i pagamenti devono essere effettuati trimestralmente, ed il GSE stacercando di raggiungere la corretta tempistica prima possibile, colmando il ritardo accumulato.Molti clienti sono scontenti della soluzione adottata dalle autorità dal 1 gennaio 2009, dove le immissionidi energia immessa in rete, non vengono più decurtate direttamente dalla bolletta del distributore comenel periodo precedente, ma rimborsate dal GSE. Personalmente non siamo d’accordo su taleaffermazione, dato che alcuni distributori non eseguivano correttamente i conteggi. Con pseudo bolletteperiodiche a valore zero e poi a fine anno bollette cumulative di migliaia di euro con conteggi annualiENGINEERING & ARCHITECTURE s.r.l. Via Aurelia, 1275 00166 Roma - Italy+39. 06.66183050 - info@e-and-a.it - www.e-and-a.it - www.energie-rinnovabili-italia.it
  • 14 febbraio 2012 Pagina 11assurdi difficili da interpretare, hanno creato una situazione insostenibile. E’ preferibile che tali conteggivengano effettuati da un ente esterno come il GSE.Sempre solo per lo “Scambio sul Posto” i clienti non sono contenti del fatto che se acquistiamo l’energiadal distributore, viene pagata una certa cifra mentre se la immettiamo in rete, a conti fatti, ci vienepagata la metà. E’ chiaro che l’energia ha un costo di gestione soprattutto di trasporto e nessuno puòrimborsarci tale costo, visto che successivamente tale energia deve comunque essere misurata,trasportata e venduta. Inoltre non è possibile il rimborso della quota legata alla tassazione. Il rimborsocomunque risulta sempre essere proporzionale al contratto di cui disponiamo.Molti clienti vogliono capire perché il rimborso dello Scambio sul Posto non rispecchi le previsioni dirisparmio previste durante la fase di studio o di analisi economica. Sempre tralasciando il “Contoenergia” che non subisce variazioni, nei primi impianti realizzati da Slenergy nel 2007, si calcolava unrisparmio sulla spesa elettrica di circa 0,18 euro a kWh. Ad oggi se voi prendete una qualsiasi bollettaenergetica e dividete il prezzo pagato con il consumo potrete rilevare un costo medio superiore a 0,20 €a kWh ed addirittura per impianti da 6 kW costi superiori a 0,26 € a kWh al distributore.Ora se prendiamo la simulazione presentata in questo documento si nota che le immissioni sono di1260kWh, ed i prelievi di 1600kWh sono un valore di circa il 30% rispetto ai consumi reali di 3577 kWh indodici mesi. Per cui rilevando un rimborso di soli 160 euro a fronte di un pagamento di 252 euro, cioèuna spesa aggiuntiva di 92 euro. Senza l’impianto fotovoltaico, la spesa della nostra bolletta sarebbestata di 3577 * 0,20 cioè 715 euro. Non pensate solo alla perdita di 92 euro ma verificate che avrestespeso 715 euro di energia!E’ chiaro questa situazione migliora a vostro favore se utilizzate di più gli elettrodomestici di giorno emeno di notte. Avrete sempre una bolletta inferiore di quella degli anni passati.Non fate l’errore di molti clienti che avendo installato un impianto fotovoltaico hanno acceso tutto ciò chepotevano accendere (condizionatori, elettrodomestici, lampade) pensando “Tanto ho l’impiantofotovoltaico”. Si sono ritrovati bollette doppie. Verificate bene i vostri consumi perché il fotovoltaicoproduce solo ciò per cui è stato progettato e tale valore è presente nelle offerte e nei progetti definitivi.Per cortesia se avete dubbi verificate bene il vostro consumo con la formula presente nell’ esempio, esolo dopo comparatela con le vostre vecchie bollette. Non fate paragoni con il prezzo pagato inprecedenza, ma se volete dei paragoni corretti, fatelo sui kWh consumati perché l’energia negli ultimidue anni è aumentata notevolmente. Bollette più alte con meno consumo!Il Rimborso dell’Incentivo in “Conto energia” è un valore fissato per contratto con il GSE sottoscrivendol’accordo valido per 20 anni e non subisce variazioni. Al contrario lo scambio sul posto può subirevariazioni durante il corso della vita dell’impianto fotovoltaico.ENGINEERING & ARCHITECTURE s.r.l. Via Aurelia, 1275 00166 Roma - Italy+39. 06.66183050 - info@e-and-a.it - www.e-and-a.it - www.energie-rinnovabili-italia.it
  • 14 febbraio 2012 Pagina 12Oggi la legislazione può sembrare meno promettente delle aspettative, ma nessuno vieta di migliorarle.Per fare un esempio in Germania in molti piccoli paesi, i produttori di energia da fonti rinnovabili, tra cuianche il fotovoltaico, essendo numerosi hanno potuto fare cartello tra di loro e, mediante associazioni,hanno fatto contratti speciali con i distributori locali ricevendo un rimborso più elevato che dal distributorenazionale. Altri paesi hanno fatto accordi con industrie vicine per fornire direttamente l’energia ricevendoun compenso più elevato. Questo è un esempio di organizzazione che potrà avvenire in un futuroprossimo, dove le energie diverranno un fattore troppo importante per tutti, per cui la situazione potràsicuramente evolvere e diventare più vantaggiosa per i piccoli produttori.Un fattore sicuro, è che l’energia continuerà ad aumentare di prezzo come ha fatto negli ultimi 40 anni.Di conseguenza il rimborso o il guadagno per la mancata spesa per chi possiede un impianto diproduzione propria come il fotovoltaico o la cogenerazione, diventerà sempre più interessante e le stimevalutate durante la fase di acquisto sicuramente verranno migliorate.Se avete dubbi, i Conti Definitivi vanno eseguiti ogni fine anno solare.ENGINEERING & ARCHITECTURE s.r.l. Via Aurelia, 1275 00166 Roma - Italy+39. 06.66183050 - info@e-and-a.it - www.e-and-a.it - www.energie-rinnovabili-italia.it
  • 14 febbraio 2012 Pagina 1312. Sommario 1. Premessa 2. Glossario a. CHILOWATTORA, kWh: b. CHILOWATT, kW: c. PRODUZIONE: d. PRELIEVI: e. IMMISSIONI: f. CONSUMO: 3. Schema di principio dello Scambio sul Posto (SSP) 4. Differenze introdotte da gennaio 2009 5. Ottenere il massimo dallo scambio sul posto 6. Esempio di calcolo dei flussi di energia: a. CONTO ENERGIA: b. SCAMBIO SUL POSTO: c. CONSUMO DELL’UTENZA: d. RIASSUMENDO: 7. Verificare il proprio guadagno Finale. 8. Il rimborso incentivi del “CONTO ENERGIA” 9. Il rimborso immissioni dello “SCAMBIO SUL POSTO”. 10. Il pagamento dei prelievi al “DISTRIBUTORE” 11. Note riguardanti i calcoli di consumo ed i rimborsi 12. SommarioENGINEERING & ARCHITECTURE s.r.l. Via Aurelia, 1275 00166 Roma - Italy+39. 06.66183050 - info@e-and-a.it - www.e-and-a.it - www.energie-rinnovabili-italia.it