• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Guida breve alla SEPARAZIONE ed al DIVORZIO con il gratuito patrocinio
 

Guida breve alla SEPARAZIONE ed al DIVORZIO con il gratuito patrocinio

on

  • 12,693 views

Manuale Guida breve alla Separazione dei coniugi ed al divorzio con il Patrocinio a spese dello Stato (gratuito patrocinio). ...

Manuale Guida breve alla Separazione dei coniugi ed al divorzio con il Patrocinio a spese dello Stato (gratuito patrocinio).
Questo è un prontuario utile per attivare la tua difesa tecnica e per orientarti velocemente in una materia complessa, ricca di prescrizioni normative, giurisprudenziali e prassi.

Statistics

Views

Total Views
12,693
Views on SlideShare
11,263
Embed Views
1,430

Actions

Likes
1
Downloads
68
Comments
1

6 Embeds 1,430

http://www.avvocatogratis.com 1422
http://www.linkedin.com 3
http://webcache.googleusercontent.com 2
http://www.slideshare.net 1
http://www.lmodules.com 1
https://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NoDerivs LicenseCC Attribution-NoDerivs License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel

Guida breve alla SEPARAZIONE ed al DIVORZIO con il gratuito patrocinio Guida breve alla SEPARAZIONE ed al DIVORZIO con il gratuito patrocinio Document Transcript

  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________ Guida breve alla separazione e al divorzio con il gratuito patrocinio avvocatogratis.com 1
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________ ART. 24 COST. Associazione per la tutela del diritto di difesa www.avvocatogratis.com avvocatogratis.com 2
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________ La difesa è un diritto di tutti Tutti hanno diritto alla difesaIstruzioni per lusoCaro amico,dopo il matrimonio spesso, troppo spesso, segue la separazione deiconiugi. Se la vicenda umana è di una semplicità spietata, diversamente sideve dire del lato giuridico dellevento.Per questo motivo ho pensato di mettere a disposizione una breve guidache permetta di trovare in poche pagine i principi essenziali chedisciplinano la materia, fornendo così uno strumento operativo con cuiorientarsi.A tale fine, secondo uno standard già collaudato con successo, ho volutooffrire, "in pillole", quello che si deve sapere attraverso le risposte datealle domande più frequenti che i clienti più spesso mi rivolgono.Che cosa non trovi in questo manualeCome molti fra quelli che scrivono, avrei voluto predisporre un manualeche, esaminando ogni singola fattispecie dellargomento, e si possonoricordare come la “summa” sulla materia. Parafrasando unaltra mia GuidaBreve puoi pensare a titoloni come “Il Manuale aggiornato per laseparazione senza problemi” o “Tutto sulla separazione ed il Divorzio per i avvocatogratis.com 3
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________non addetti ai lavori".Ma, sarebbe stato un errore. Non Ti sarebbe servito anulla!Visto largomento, avrai già capito che sarebbe stata solo una forzaturaperché non si può concentrare la preparazione di un bravo professionistain poche pagine: e, con quellapproccio, avrei anche falsato i tuoi passisuccessivi, magari aiutandoti a sbagliare per eccesso di fiducia.Non Ti ripropongo, quindi, un manuale di centinaia di pagine, difficile daleggere anche per avvocati e professori (ce ne sono già tanti sul mercato(come quelli che io mi sono letto) e stanno bene lì, dove possono essereacquistati dai professionisti che dovranno lavorare per te)Per questa ragione ho scritto solo una agevole, breve, guida,comprensibile a tutti e di estesa utilità.Che cosa trovi in questo manualeQuesto è un prontuario utile per attivare la tua difesa tecnica e perorientarti velocemente in una materia complessa, ricca di prescrizioninormative, giurisprudenziali e prassi.Non cè tutto quello di cui avrai bisogno per gestire la Tua separazione o ilTuo divorzio ma, senzaltro, vi troverai tutto quello che serve per iniziaread organizzare la tua difesa assistita da un avvocato, magari abilitato algratuito patrocinio.Diffida perciò di chi ti racconterà che in una manciata di pagine si puòcondensare tutto il sapere necessario per padroneggiare una disciplina cheè il punto di incontro di Diritto Civile, Diritto Processuale Civile, DirittoPenale, Diritto processuale penale etc.Usa quindi questo manuale come una roadmap per orientarti e porre inessere fin dallinizio le scelte giuste evitando gli errori che possonopregiudicare il buon esito della Tua separazione o il Tuo divorzio.Come avrai già intuito, poiché unassistenza tecnicamente qualificata nonpuò essere sostituita dalla semplice lettura della mia guida; questultima Tiservirà anche per scegliere lavvocato giusto per te e decidere assieme alui i passi necessari senza sbagliare.Anzi, ricorda sempre che mentre la norma è una i casi particolari sonoinfiniti: non si possono quindi generalizzare regole di condotta partendo daun unico caso concreto. Ogni singolo aspetto di questo può far conseguire avvocatogratis.com 4
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________mille effetti diversi a seconda dei fatti che con esso interagiscono econcorrono.Per questo motivo ricorda che lassistenza di un legale può essere richiestaanche con il “Patrocinio a spese dello Stato”, in tutti quei casi i cuiricorrono i parametri reddituali e gli altri requisiti di legge che sonospiegati nella “Guida breve al Gratuito Patrocinio” che puoi scaricare gratisin formato E- book (PDF) cliccando QUI.Buona lettura!Avv. Alberto A. Vigani per Associazione Art. 24 Cost. avvocatogratis.com 5
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________BIOAvv. Alberto A. Viganiclasse 1967, laurea in giurisprudenza ad indirizzo forense presso laUniversità Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Avvocato e Consulente delLavoro.Legalista accanito, crede nella primazia dei diritti della persona e in unavisione del diritto inteso quale strumento di garanzia e di giustizia: falavvocato perché sa che in realtà la legge non è uguale per tutti, ma nonvuole arrendersi. È iscritto agli elenchi degli avvocati abilitati al Patrocinioa Spese dello Stato dellOrdine degli Avvocati di Venezia, nel cui Foroesercita la professione, è stato uno dei fondatori della Camera Arbitraledella Venezia Orientale ed ha moderato le sezioni giuridiche della piùgrande community italiana di webmaster; attualmente cura anche laredazione scientifica di alcuni blog di informazione giuridica a finidivulgativi (www.avvocatogratis.com ewww.amministratoridisostegno.com).Con lassociazione ART. 24 COST. ha pubblicato 15 Guide Brevi in materiadi diritto di difesa e gratuito patrocinio utili in tutti quei momenti che sonodi maggior contatto fra cittadino e mondo della Giustizia.Le Guide Brevi sono tutte distribuite gratuitamente in formato ebook(PDF) con oltre 180.000 download e sono scaricabili sia dal sitodellAssociazione ART. 24 COST. che dai principali portali di sharing(lulu.com, slideshare.net, ebookitaliani.it, facebook.com, scribd.com etc.).Per saperne di più lo trovi su http://www.avvocati.venezia.it ò avvocatogratis.com 6
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________LICENZA DUSOQuesto manuale è distribuito sotto licenza Creative Commons. Niente usicommerciali, nessuna modifica: per il resto puoi condividerlo, linkarlo,pubblicarlo parzialmente, copiarlo, stamparlo e distribuirlo.Questo manuale è disponibile gratuitamente allindirizzo del sitodellAssociazione Art. 24 Cost.:http://www.avvocatogratis.com ò avvocatogratis.com 7
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________SOCIAL MEDIAPuoi anche sottoscrivere il feed RSS del blog cliccando sul logo qui sotto oseguendo questo linkhttp://www.avvocatogratis.com/feed/Puoi seguire Avvocatogratis e le sue news anche su TWITTER cliccando sulogo qui sotto o seguendo questo linkhttp://twitter.com/avvocatogratisLa Community dellAssociazione ART. 24 COST. e Avvocatogratis latrovi su FACEBOOK cliccando su logo qui sotto o seguendo questo linkhttp://www.facebook.com/avvocatogratis ò avvocatogratis.com 8
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________ LA SEPARAZIONE1.LA FINE DEL MATRIMONIO EQUIVALE ALLA SEPARAZIONE?Quando il rapporto matrimoniale entra in crisi consegue la necessità per iconiugi di prendere strade diverse.Dopo un cammino comune seguono due percorsi distinti. Questa è laseparazione sotto il profilo umano.Dal punto di vista giuridico, invece, la separazione personale dei coniugi èil rimedio previsto dal nostro ordinamento in presenza di una crisiirrecuperabile del rapporto coniugale: essa può essere chiesta sia da unoche da entrambi i coniugi quando si verificano fatti che rendonointollerabile la prosecuzione della convivenza o che recano pregiudizioall’educazione e alla vita dei figli.La separazione deve essere sempre dichiarata dal Tribunale, che èlorgano giudiziario preposto alla verifica di quanto richiesto dai coniugi (inparticolar modo per quanto concerne i figli minori).Con il decreto di omologa della separazione, se questa è consensuale, ocon la sentenza di separazione personale dei coniugi, se questa ègiudiziale, cessa l’obbligo reciproco della convivenza (sorto al momentodel matrimonio); in quellistante cessano anche altri doveri coniugali,mentre non vengono meno gli obblighi - di natura patrimoniale - diassistenza materiale, né viene a mancare quello di reciproco rispetto.2.CHI PUO CHIEDERE LA SEPARAZIONE?Come accennato, si deve sottolineare che la separazione può esserechiesta da entrambi i coniugi o anche da uno solo di essi, a seconda vi siao no la volontà comune di separarsi.Per questo motivo essa può essere consensuale o giudiziale. Laseconda ipotesi può verificarsi anche in tutti quei casi in cui i coniugi sonoconcordemente intenzionati a separarsi ma non trovano intesa sullecondizioni di separazione (ad esempio sulla divisione del patrimoniofamiliare, sullassegno di mantenimento o la coabitazione con i figli etc.). avvocatogratis.com 9
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________3.COME LA SEPARAZIONE CONSENSUALE?Quando la separazione avviene in modo consensuale i coniugi depositanounistanza congiunta al Giudice (ricorso) che rappresenta il loro consensoe la descrizione dei termini di separazione: questo accordo viene quinditrasmesso al Presidente del Tribunale affinché provveda alla suaomologazione con decreto.“Art. 150 del Codice CivileSeparazione personale.E ammessa la separazione personale dei coniugi.La separazione può essere giudiziale o consensuale.Il diritto di chiedere la separazione giudiziale o lomologazione di quella consensuale spettaesclusivamente ai coniugi.”4.E LA SEPARAZIONE GIUDIZIALE?Purtroppo accade molto spesso che i coniugi non riescano a trovareunintesa. In tali frangenti, non potendo presentare unistanza congiuntache trovi la facile omologazione del Giudice, uno dei due può presentareun autonomo ricorso con cui chiede al magistrato l’autorizzazione a vivereseparato dall’altro coniuge.Questo percorso disgiunto è definito dal codice "separazione giudiziale" inquanto il provvedimento finale richiesto costituisce lesito di unprocedimento contenzioso civile: una sentenza che dispone la separazionepersonale dei coniugi.“Art. 151 Codice CivileSeparazione giudiziale.La separazione può essere chiesta quando si verificano, anche indipendentemente dalla volontà diuno o di entrambi i coniugi, fatti tali da rendere intollerabile la prosecuzione della convivenza o darecare grave pregiudizio alla educazione della prole.Il giudice, pronunziando la separazione, dichiara, ove ne ricorrano le circostanze e ne sia richiesto,a quale dei coniugi sia addebitabile la separazione, in considerazione del suo comportamentocontrario ai doveri che derivano dal matrimonio.” avvocatogratis.com 10
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________5.COSA SUCCEDE CON LA RICHIESTA DI SEPARAZIONE?Come ben avrai capito lopzione della separazione consensuale è priva diconflittualità e molto celere (il decreto di omologa può seguire a 30-60giorni dalludienza e a 60-120 giorni dal deposito del ricorso).La separazione personale dei coniugi non fa però cessare il matrimonio, némodifica lo status giuridico di coniuge.Più precisamente si deve dire che la separazione fa cessare alcuni obblighinati con il matrimonio (ad esempio non si deve più convivere, cessalobbligo di fedeltà e si scioglie la comunione legale dei beni).Altri obblighi, invece, continuano ad esistere, ma sono limitati oregolamentati in modo specifico e ciò vale, in particolare, per quantoriguarda i rapporti economici fra i coniugi e con i figli minori – nonchè conquelli che divengono maggiorenni ma che, pur conviventi con uno deiconiugi, non sono ancora economicamente autosufficienti.6.COSA PUO CAUSARE LA SEPARAZIONE?Devi sapere che è ammesso che la separazione possa essere indipendenteda cause soggettive: può essere dichiarata infatti, anche in assenza dicolpa di uno dei due coniugi ed indipendentemente dalla volontà di uno odentrambi di loro o, con le parole del Codice, qualora vi siano fatti tali darendere intollerabile la prosecuzione della convivenza o da recare gravepregiudizio alla educazione della prole. (art. 151, 1°co. Cod. Civ.).Può quindi accadere che i coniugi si separino perché si verificano fattiesterni, indipendenti dalla loro volontà, successivi al matrimonio e tali darendere impossibile il vivere ancora assieme.7.LA SEPARAZIONE E DEFINITIVA?No, la separazione personale dei coniugi, a differenza del divorzio, hacarattere temporaneo: i coniugi, infatti, possono in ogni momentoriconciliarsi."Art. 154 Cod. Civ.Riconciliazione. avvocatogratis.com 11
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________La riconciliazione tra i coniugi comporta labbandono della domanda di separazione personale giàproposta."La riconciliazione si compie senza alcun atto formale, con una semplicecondotta incompatibile con la separazione, facendo immediatamentecessare gli effetti di questultima.Per formalizzare gli effetti della riconciliazione non serve un nuovoprocedimento giudiziario, comunque possibile, ma basta che i coniugi sipresentino allUfficio di Stato Civile del Comune di residenza e rilasciinouna dichiarazione che attesta lavvenuta riconciliazione.8.BASTA LA SEPARAZIONE DI FATTO?Spesso può capitare che i coniugi si trovino a cessare la convivenzaimprovvisamente, senza provvedere ai passi necessari a dare vestegiuridica al distacco (ovvero senza il ricorso consensuale o giudiziale alTribunale).In questo caso si ha la c.d. "separazione di fatto": uno o entrambi i coniugiescono dallabitazione familiare e le loro vite procedono separateseguendo percorsi del tutto indipendenti luno dallaltro. Insomma, nellaseparazione di fatto i coniugi si comportano come se fossero tornati singlesenza attuare alcun comportamento che modifichi sotto il profilo giuridicoil rapporto coniugale costituitosi con il matrimonio.Conseguenza di questa scelta puramente materiale è che, appunto, non sigenera alcuno degli effetti giuridici della “Separazione personale deiconiugi”, consensuale o giudiziale che sia.Per questo motivo, la separazione di fatto non fa decorrere il termine chepermette di chiedere il divorzio allo scadere del trentaseiesimo mese dallaprima udienza di comparizione personale dei coniugi.La separazione di fatto, come accennato, non ha conseguenze sul pianogiuridico e può essere protratta per tempi indefiniti da entrambi senza chevi sia una variazione del rapporto coniugale, che resta inalterato.Se, però, uno dei coniugi non è daccordo in merito allavvenutaseparazione di fatto, può azionare lavvenuta violazione dellobbligo diconvivenza connaturato al rapporto coniugale.Per questo motivo devi sapere che labbandono del tetto coniugale o ilmantenimento di rapporti affettivi e sessuali al di fuori del matrimoniopossono essere causa di addebito della separazione qualora questa venga avvocatogratis.com 12
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________avviata in via giudiziale.9.COSA CAMBIA CON LA SEPARAZIONE?Come hai già intuito da quanto fin qui detto, la separazione personale deiconiugi, consensuale o giudiziale, ha invece effetti giuridici che modificanoi rapporti personali e patrimoniali tanto tra marito e moglie quanto tragenitori e figli.A titolo esemplificativo, i contesti in cui la separazione personale deiconiugi produce effetti possono essere: • le questioni inerenti il regime patrimoniale della comunione scelta al momento del matrimonio nonché i beni acquistati in comune • i diritti ereditari • il diritto al mantenimento per il coniuge beneficiario • il diritto agli alimenti per il coniuge beneficiario • lassegnazione ad uno dei coniugi della casa familiare • laffidamento dei figli (condiviso o meno), la convivenza con loro ed il correlato loro mantenimento10.QUALE LA DIFFERENZA FRA SEPARAZIONE CONSENSUALE EGIUDIZIALE?Ti ho già anticipato che la separazione legale dei coniugi può avvenire invia consensuale o giudiziale. La separazione consensuale è listitutogiuridico attraverso il quale marito e moglie, di comune accordo, decidonodi separarsi: questo percorso presuppone quindi che entrambi i coniugiabbiano unintesa su tutte le condizioni di separazione.Un accordo tale da regolare tutti gli aspetti del rapporto coniugale (dirittipatrimoniali, mantenimento del coniuge debole, diritti di visita emantenimento della prole, assegnazione della casa coniugale, etc.).In questo caso, il Tribunale provvederà solamente al controllo di legittimitàdei termini raggiunti da marito e moglie per la separazione: qualora visiano figli minorenni, la verifica del Tribunale si estenderà a garantire ilrispetto delle prioritarie esigenze dei minori.Quando, invece, manca un completo accordo, Il Tribunale decide sulle avvocatogratis.com 13
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________residue questioni controverse e regolamenta con sentenza le condizioni diseparazione: in questo caso si ha un vero e proprio processo civileordinario con le parti che cercano, in istruttoria, di dimostrare le proprieragioni "luna contro laltra armate".Anticipando quanto preciserò sotto, anche in questo tipo di processo èammesso il gratuito patrocinio e Tu puoi averne diritto.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.11.COME FUNZIONA LA SEPARAZIONE CONSENSUALE?Anche la separazione consensuale ha un percorso procedimentale, maquesto è semplificato ed accelerato. Tutto inizia depositando un ricorso.In molti Tribunali italiani, questo atto giudiziario non richiede lasottoscrizione necessaria anche del legale.E utile però ricordare che, vista la complessità e delicatezza delle materietrattate e gli effetti delle scelte da compiersi, devi sempre tenere in contolopportunità di farsi assistere da un professionista preparato al fine anchedi evitare che la parte debole, o meno informata, accetti condizionisvantaggiose che peseranno per gli anni a venire.Per questa ragione devi ricordare che anche la separazione consensualepuò essere assistita dal Patrocinio a spese dello Stato: in presenza deirequisiti reddituali e soggettivi puoi chiedere di essere ammesso allanomina di un avvocato abilitato che verrà pagato integralmente dalloStato.Prima di iniziare il Tuo procedimento di separazione, consensuale ogiudiziale che sia, verifica se sei nelle condizioni per avere lammissione albeneficio del gratuito patrocinio.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.12.QUALI SONO I COSTI FISSI DI UNA CAUSA DI SEPARAZIONE?Proprio per lattenzione che il legislatore ha dedicato alla materia deldiritto di famiglia, che tocca i rapporti più sensibili della vita umana, si èsempre riservata una particolare tutela anche in riferimento al costo avvocatogratis.com 14
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________giudiziario dei procedimenti che riguardano lambito famigliare.Per questa ragione, mentre la maggior parte dei contenziosi civili vede unobbligo fiscale per ogni atto e provvedimento giudiziario, i processi diseprazione e divorzio sono esentati • sia dallobbligo di versamento del Contributo Unificato al momento delliscrizione a ruolo della causa, • sia dallobbligo di registrazione onerosa allAgenzia delle Entrate di ogni provvedimento venisse pronunciato dal Giudice.Non vi sono quindi costi ulteriori per la propria difesa.13.E SE NON HAI IL REDDITO PER TROVARTI UN AVVOCATO?La legge sul gratuito patrocinio Ti garantisce lesercizio del diritto di difesacon laccesso ad un avvocato abilitato iscritto nelle liste per il patrocinio aspese dello stato. Il Tuo legale lo scegli Tu ma lo paga lo Statopresentando la idonea documentazione.Per essere ammessi al Patrocinio gratuito a spese dello Stato, è necessarioche Tu sia titolare di un reddito annuo imponibile, risultante dall’ultimadichiarazione, non superiore a euro 10.776,33 (importo periodicamenterivalutato dal Ministero e qui calcolato alla data del 10.01.2013).La domanda di ammissione al beneficio, da Te sottoscritta, va presentatain carta semplice e deve indicare: 1. la richiesta di ammissione al gratuito patrocinio ; 2. le generalità anagrafiche e codice fiscale Tue e dei componenti il Tuo nucleo familiare; 3. l’attestazione dei redditi percepiti l’anno precedente alla domanda (autocertificazione); 4. l’impegno a comunicare le eventuali variazioni di reddito rilevanti ai fini dell’ammissione al beneficio.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI. avvocatogratis.com 15
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________14.COME SI SVOLGE LA SEPARAZIONE CONSENSUALE?Dopo il deposito del ricorso, il Presidente del Tribunale fissa unudienzaalla quale i coniugi devono comparire di persona. In questa sede i coniugisono sentiti individualmente ed il magistrato provvede per legge a tentarela conciliazione. Se la conciliazione non riesce (come accade SEMPRE),verifica che le condizioni di separazione indicate in ricorso sianoeffettivamente corrispondenti a quanto desiderato dai ciascuno deiconiugi.Con ludienza, e ancor prima che venga dichiarata la separazione, ilPresidente del Tribunale adotta tutti i provvedimenti ritenuti necessari edurgenti. Da questo momento comincia a decorrere il triennio dopo il qualepotrai chiedere il divorzio.Dopo di ciò, se gli accordi non sono pregiudizievoli per i coniugi esoprattutto per la prole, il Tribunale decide lomologazione delle condizionidi separazione (decreto di omologa), così statuendo che la stessa èavvenuta e produce i suoi effetti giuridici.15.SI POSSONO CHIEDERE MODIFICHE ALLE CONDIZIONI DISEPARAZIONE?Le condizioni omologate in sede di separazione consensuale, ma anchequelle statuite in sentenza, non devono mai essere ritenute definitiveperchè esse possono essere modificate o revocate: questo può avvenire intutti i casi in cui successivamente accadono fatti che variano la situazione(anche patrimoniale) di uno dei coniugi o il rapporto con i figli.Per ottenere la modifica degli accordi di separazione si deve depositare unricorso in Tribunale ai sensi dell’art. 710 c.p.c.Per fare questo è necessario rivolgersi ad un avvocato che inizierà con ilricorso un procedimento civile con l’obbiettivo di dimostrare che lasituazione economica si è modificata a svantaggio del coniuge richiedente.Come puoi facilmente immaginare è probabile che il coniuge avversarionon sia favorevole ad una modifica delle condizioni di separazione chemira a privarlo dellassegno di mantenimento, o di parte di esso, oppure atoglierli la casa.Per questo l’opposizione dellaltro coniuge è quasi scontata e si devequindi tener conto che la causa potrebbe avere tempi e costi non certi:l’integrale costo della causa potrebbe essere sostenuto a Tuo favore dallo avvocatogratis.com 16
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________Stato con il gratuito patrocinio (patrocinio a spese dello stato).Valgono perciò anche qui le considerazioni svolte per lassistenza gratuitadescritte per la separazione dei coniugi.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.16.COME FUNZIONA LA SEPARAZIONE GIUDIZIALE?Se la separazione consensuale è il frutto dellaccordo dei coniugi, si puòdire che la separazione giudiziale è leffetto del conflitto dei coniugi nelladeterminazione delle condizioni di separazione.Anche in questa seconda ipotesi, la separazione viene chiesta con unricorso ma, mentre con laccordo consensuale vi è la sottoscrizione dientrambi i coniugi, in questo caso la richiesta proviene da uno solo di loro.Il procedimento, perché si tratta di un vero e proprio processo, vieneiniziato con il deposito del ricorso sottoscritto dal coniuge che richiede laseparazione giudiziale e che spiega, nellatto introduttivo del giudizio, lesue ragioni e le condizioni che lui ritiene accettabili.In questo caso è sempre necessaria lassistenza e la rappresentanzaprocessuale di un avvocato. In presenza dei requisiti reddituali, si puòessere assistiti gratuitamente con il Patrocinio a spese dello Stato.Allesito del procedimento civile, il Tribunale decide la separazione consentenza nella quale sono imposte ai coniugi le condizioni.Poiché trattasi un processo civile, se hai i requisiti reddituali e soggettivi,puoi essere integralmente rappresentato ed assistito da un avvocato con ilPatrocinio a spese dello Stato.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.17.SI PUO ACCERTARE LA RESPONSABILITA DELLA FINE DELMATRIMONIO?A differenza della separazione consensuale, con il percorso giudiziale èconsentita ai coniugi anche la possibilità di chiedere laddebito dellaseparazione: ciò significa che si può chiedere che venga accertata dalGiudice la violazione degli obblighi coniugali contratti col matrimonio avvocatogratis.com 17
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________(infedeltà grave e notoria, abbandono ingiustificato del tetto coniugale,omessa assistenza morale, omessa cura della prole, maltrattamenti infamiglia etc.) da parte dellaltro coniuge e che questa violazione abbiadeterminato la cessazione del rapporto.Per accertare lesistenza delle violazioni, vi deve essere domanda espressaal Giudice a seguito della quale viene realizzata una vera e propriaistruttoria con documenti, testi e periti di parte: il Giudice dovrà poterverificare se quanto sostenuto dal coniuge che chiede laddebito siaconfermato dalle risultanze processuali.Qualora il processo porti a confermare la violazione degli obblighi coniugalia carico di uno dei coniugi e la cessazione del rapporto quale suaconseguenza, vi sarà laddebito a carico del coniuge soccombente e questinon avrà diritto ad ottenere lassegno di mantenimento (art. 156 cod. civ.)e perderà parte dei diritti ereditari (artt. 548 e 585 cod. civ).Anche nella separazione giudiziale i coniugi devono comparire avanti ilPresidente del Tribunale alla prima udienza ed in tale sede si svolge iltentativo obbligatorio di conciliazione.Ugualmente al caso prima visto, il Magistrato può, in questa sede,adottare i provvedimenti necessari ed urgenti a tutela del coniuge debolee della prole.Di lì in poi, segue un processo ordinario che si concluderà con la sentenzadi separazione.18.COSE LASSEGNO DI MANTENIMENTO E QUANDO E DOVUTO?In tutti quei casi in cui viene pronunciata la separazione con addebito, afavore del coniuge cui non è addebitato il fallimento del matrimonio eprivo di adeguati redditi, il Tribunale statuisce in sentenza il diritto diricevere dallaltro coniuge un assegno di mantenimento, che gli consentadi mantenere il tenore di vita avuto in precedenza.La misura dellassegno di mantenimento viene commisurata ai redditi delconiuge obbligato ed al suo patrimonio, complessivamente inteso.Quando sopravvengono fatti nuovi che modificano le condizionipatrimoniali di separazione, ciascuno dei coniugi può chiedere la revoca ola modifica dei provvedimenti che hanno disposto lassegno dimantenimento. In particolare, se il coniuge a cui favore è dispostolassegno di mantenimento ottiene un lavoro che gli consente unaredditualità idonea, il coniuge obbligato può chiedere venga disposta la avvocatogratis.com 18
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________revoca del provvedimento che disponeva lassegno o la riduzionedellassegno stesso.Anche in questo procedimento, in presenza dei requisiti reddituali esoggettivi, puoi avere lassistenza di un avvocato pagato dallo stato conlammissione al gratuito patrocinio.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.19.COSA FARE QUANDO lASSEGNO DI MANTENIMENTO NON VIENEPAGATO?Qualora il coniuge obbligato a pagare non vi provveda, laltro coniuge puòimmediatamente chiedere al Tribunale: 1. limmediato sequestro dei suoi beniovvero il sequestro del patrimonio del coniuge può essere chiesto alGiudice davanti al quale pende la separazione o al Tribunale competentese invece la separazione c’è già stata; 2. un decreto ingiuntivo e il pignoramento di case e terreniovvero ottenere unimmediata ingiunzione di pagamento da parte delTribunale a carico del coniuge inadempiente e far pignorare gli eventualiimmobili di sua proprietà e farli vendere allasta; 3. un decreto ingiuntivo ed il pignoramento presso terzi dei creditiovvero ottenere un immediata ingiunzione di pagamento da parte delTribunale a carico del coniuge inadempiente e far ordinare a un suodebitore di pagare direttamente il mantenimento, anche versandoperiodicamente le somme di denaro che sono dovute (ad es. una partedello stipendio).Anche questa attività può essere assistita con il Patrocinio a spese delloStato.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI. avvocatogratis.com 19
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________20.COSA FARE SE IL CONIUGE OBBLIGATO ALLASSEGNO NON HABENI?Può capitare che, nonostante lassegno di mantenimento per i figli siastato posto a carico del coniuge con maggiori mezzi patrimoniali, questivenga a spogliarsi dei suoi beni e non provveda a versare limportomensilmente dovuto.In questa situazione non vi sono più beni pignorabili o sequestrabili ma,magari, i nonni hanno comunque un cospicuo patrimonio di cui fannogodere indirettamente il coniuge inadempiente.Qui bisogna ricordare che sono ex lege obbligati allobbligo alimentareanche gli stessi nonni ed i fratelli maggiorenni in forza dellart. 433 cod.civ.Gli alimenti possono essere chiesti dal genitore convivente che invoca lostato di bisogno dei figli e non è in grado di provvedere in proprio al loromantenimento.Essi devono essere assegnati in proporzione del bisogno di chi li domandae delle condizioni economiche di chi deve somministrarli. Non devonotuttavia superare quanto sia necessario per la vita del richiedente, avutoperò riguardo alla sua posizione sociale.Se dopo lassegnazione degli alimenti mutano le condizioni economiche dichi li somministra o di chi li riceve, lautorità giudiziaria provvede per lacessazione, la riduzione o laumento, secondo le circostanze.In presenza dei requisiti reddituali e soggettivi, anche questa attività puòessere assistita con il Patrocinio a spese dello Stato: dopo lammissione albeneficio, ogni spesa del Tuo legale viene sostenuta dallo Stato.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.21.SE NON SI PAGA LASSEGNO CI SONO RESPONSABILITÀ PENALI?Lomessa prestazione dei mezzi di sussistenza da parte di chi ne avevalobbligo, nonché la possibilità di adempiervi, rappresenta una condottapenalmente rilevante ai sensi e per gli effetti dellart. 570 del CodicePenale.Peraltro, i mezzi di sussistenza non si identificano solo con il dovuto atitolo di assegno di mantenimento o alimenti ma si possono individuare in avvocatogratis.com 20
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________ciò che è necessario per i bisogni alimentari della vita: vitto, alloggio,vestiario, medicinali (il tutto parametrato alle condizioni economiche di chiè tenuto ad adempiervi: limpossibilità deve però essere provata dalconiuge obbligato e da lui non colpevolmente creata).I presupposti sono perciò: • lo stato di bisogno dei soggetti beneficiari,esso non richiede lassoluta indigenza ma la grave ed effettiva difficoltà adfare fronte ai bisogni primari della vita quotidiana; • la possibilità economica di adempiere del coniuge cui è assegnato lobbligo giuridico,essa si presume e non può essere negata in ragione di una mera mancataredditualità: limpossibilità economica deve essere provata a cura delconiuge inadempiente che, qualora non sia in grado di admepiere agliobblighi di assistenza economica familiare per propria colpa, non potràescludere limputazione del reato di cui allart. 570 C.P..Nel caso di avvio di un procedimento penale per i fatti ora descritti, ilconiuge ed i figli che non hanno ricevuto quanto statuito in provvedimentodi separazione o divorzio, potranno costituirsi parte civile.Anche in questo procedimento, in presenza dei requisiti reddituali esoggettivi, puoi avere lassistenza di un avvocato pagato dallo stato conlammissione al gratuito patrocinio.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.22.COME SI SVOLGE LA SEPARAZIONE GIUDIZIALE?In alcuni casi è possibile che sia pronunciata da subito la separazione consentenza non definitiva lasciando poi continuare il processo per accertaree decidere quanto è ancora oggetto di controversia fra i coniugi.Questo consentirà la decorrenza del termine triennale per il divorzio apartire dalludienza di comparizione dei coniugi avanti il Giudice e ciò,ipoteticamente, anche prima della pronuncia della sentenza definitiva cheregola e definisce i rapporti tra i coniugi.Come in tutti i processi civili, il percorso processuale è e resta semprenella disponibilità delle parti, e in questo caso dei coniugi. Pertanto, anchese si è iniziata una separazione giudiziale, qualora nel corso del processo iconiugi trovino un nuovo accordo sulle condizioni di separazione, la avvocatogratis.com 21
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________procedura può essere trasformata in separazione consensuale.È invece impossibile procedere allinverso: ovvero, se si è iniziata unaseparazione consensuale e prima delludienza viene meno laccordo sullecondizioni, la procedura non può essere trasformata in giudiziale. Essadeve perciò essere abbandonata e deve essere dato avvio ad un nuovoprocesso per la separazione giudiziale.Come nella separazione consensuale, anche in quella giudiziale, lecondizioni stabilite in sentenza possono essere modificate o revocate:questo può avvenire in tutti i casi in cui successivamente accadono fattiche variano la situazione (anche patrimoniale) di uno dei coniugi o ilrapporto con i figli.Anche questa attività può essere assistita con il Patrocinio a spese delloStato.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.23.A CHI VENGONO AFFIDATI I FIGLI?Il Tribunale decide laffidamento dei figli tenendo in conto lesclusivointeresse dei minori: per questo motivo, viene favorito il genitore che è ingrado di far superare con minor trauma la fine della famiglia coniugale.Recentemente vi stata la riforma dellaffidamento che prevede, nellageneralità dei casi, laffido condiviso ad entrambi i genitori: resterà inveceassegnata solo ad uno dei due la convivenza con i figli tenendo conto delleloro età, sesso, necessità mediche, psicologiche ed affettive.Nella scelta del coniuge con cui i figli conviveranno non influisceleventuale addebito della separazione, a meno che questo non siaappunto dipendente da violazione degli obblighi genitoriali nei confrontidei figli stessi (ad es. maltrattamenti o abusi).24.A CHI VIENE ASSEGNATA LA CASA CONIUGALE?Al coniuge al quale viene assegnata la convivenza con i figli ènormalmente assegnata la casa coniugale: la scelta è infatti assunta alfine di garantire alla prole la conservazione delle condizioni di vitaprecedenti la separazione. avvocatogratis.com 22
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________Al momento dellassegnazione il Tribunale tiene comunque conto lecondizioni economiche dei coniugi.25.COSE LASSEGNO DI MANTENIMENTO PER I FIGLI?Nel provvedimento che dispone la convivenza dei figli con uno dei dueconiugi, decreto di omologa o sentenza che sia, vi è anche la previsionedellimporto necessario al loro mantenimento a carico del coniuge nonconvivente con loro: la sua determinazione tiene conto della redditualitàdel coniuge a cui carico viene posto nonché anche del suo patrimoniocomplessivamente inteso.Le somme da versarsi non sono quantificate in maniera statica perchéviene sempre previsto il loro aggiornamento con lindice dei Prezzi alConsumo (ISTAT) e, talvolta, anche computando la loro rivalutazione.E da tenere presente che, se il genitore che vi è tenuto omette di versareabitualmente il contributo mensile, può vedersi revocato il provvedimentoche dispone l’affido condiviso26.MA COSE LAFFIDO CONDIVISO?Come ho sopra accennato, la disciplina dellaffido dei figli minori è statarecentemente rivoluzionata prevedendo lesercizio della potesta genitorialea favore tanto del padre che della madre.L’art. 155 del cod. civ., come novellato dalla L. 54/2006 prevede, in viagenerale, che in caso di separazione e divorzio i figli minori siano affidatiad entrambi i genitori che ne eserciteranno congiuntamente la potestà.La Riforma è stata introdotta in ossequio al principio della bigenitorialità,stante il quale il figlio ha diritto di mantenere significativi rapporti conentrambi i genitori anche dopo la loro separazione (prima, invece, i figlierano affidati, di solito, solo alla madre, che esercitava in via esclusiva lapotestà genitoriale).La norma citata e quella successiva ammettono, però, un’eccezione alladescritta regola generale prevedendo la possibilità di affidamentoesclusivo ad uno solo dei genitori, avuto riguardo all’effettivo interesse deiminori."Art. 155-bis. Affidamento a un solo genitore e opposizione allaffidamento condiviso.Il giudice può disporre laffidamento dei figli ad uno solo dei genitori qualora ritenga con avvocatogratis.com 23
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________provvedimento motivato che laffidamento allaltro sia contrario allinteresse del minore.Ciascuno dei genitori può, in qualsiasi momento, chiedere laffidamento esclusivo quandosussistono le condizioni indicate al primo comma. Il giudice, se accoglie la domanda,dispone laffidamento esclusivo al genitore istante, facendo salvi, per quanto possibile, idiritti del minore previsti dal primo comma dellarticolo 155. Se la domanda risultamanifestamente infondata, il giudice può considerare il comportamento del genitoreistante ai fini della determinazione dei provvedimenti da adottare nellinteresse dei figli,rimanendo ferma lapplicazione dellarticolo 96 del codice di procedura civile."Tuttavia, si deve ricordare che, non tipizzando le ipotesi che ostacolanol’affidamento condiviso, ne è lasciata lindividuazione al prudenteapprezzamento del Giudice: questi,nella sua decisione, dovrà però farrisultare la ragioni dello scostamento dal modello legale generale. Ciò conparticolare riferimento all’idoneità educativa del genitore affidatario e,soprattutto, all’inidoneità educativa dell’altro, di cui ritiene di dovereescludere l’esercizio della potestà.Qui è importantissimo sottolineare quanto deciso da una recentissimastatuizione della Suprema Corte in merito al venir meno dei presuppostidellaffido condiviso in mancanza del pagamento dellassegno dimantenimento protrattosi per anni.La giurispudenza sta equiparando il mancato adempimento allobbligoalimentare ad una forma di disattenzione verso la prole, unomissione dicure, che non è scusabile: si ritiene che il non anteporre linteresse dei figlial proprio sia sintomo di una grave lesione dei diritti dei figli, non solo sulpiano strettamente materiale, ma ancora di piu’, sotto il profilo morale.Da ciò è appunto tratta giustificazione al provvedimento del Giudice inmerito alla revoca dellaffido condiviso per i genitori che non provvedonoad adempiere agli obblighi nascenti dalla sentenza di seprazione o didivorzio.27.COSA SI PUO FARE CONTRO LA SENTENZA DI SEPARAZIONE?Come per tutti i giudizi di primo grado è prevista la possibilità di unriesame nel merito della trattazione svolta e della decisione assunta insentenza: limpugnazione del provvedimento del Tribunale si faproponendo appello avanti il Giudice di secondo grado (la Corte dAppello).Anche questa attività, in presenza dei requisiti reddituali e soggettivi, puòessere assistita con il Patrocinio a spese dello Stato.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI. avvocatogratis.com 24
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________ IL DIVORZIO28.COSE IL DIVORZIO?Mentre la separazione non pone fine al rapporto coniugale, ma ne attenuasolo gli effetti, il divorzio produce lo scioglimento del matrimonio o lacessazione degli effetti civili (se è stato celebrato con rito religiosoriconosciuto dallo Stato).La separazione, senza sopravvenuta riconciliazione, è il passaggionecessario per ottenere il divorzio: il termine per poter domandarequestultimo è, infatti il decorso di un triennio da far tempo dalla avvenutacomparizione dei coniugi innanzi il Presidente del Tribunale nella proceduradi separazione (art. 3. L. 898/1970)Gli effetti del divorzio si producono con la pronuncia della richiestasentenza. Solo dopo di essa gli ex coniugi possono contrarre nuovomatrimonio.29.COME SI CHIEDE IL DIVORZIO?La richiesta di divorzio può essere congiunta, da parte di entrambi iconiugi, o disgiunta chiesta da uno solo di essi, e deve avere sempre ilpatrocinio di un legale per ciascun coniuge.Nel primo caso, quello del divorzio cosiddetto consensuale, i coniugidevono essere daccordo su tutte le condizioni che verranno aregolamentarlo (economiche e relative ai figli).In questo caso, come nella separazione consensuale, il tempo necessarioalla pronuncia si aggira in media su 90 giorni ed il procedimento siintroduce con un ricorso sottoscritto da entrambi i coniugi.Per converso, quando i coniugi non sono daccordo sulle condizionidivorzili, si ha il divorzio giudiziale o contenzioso. In questa secondaipotesi, come nella separazione giudiziale, basta che venga depositato unricorso da uno solo dei due coniugi ed ha inizio un procsso civile secondo ilrito ordinario.Alla prima udienza il Presidente del Tribunale tenta la conciliazione e poiassume i provvedimenti provvisori ed urgenti che varranno fino allapronuncia della sentenza di divorzio. Di lì in poi seguirà unistruttoria, condocumenti, testi e perito, in cui ciascuno dei coniugi porterà prove asostegno delle proprie ragioni. Allesito, sarà emessa la sentenza che avvocatogratis.com 25
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________imporrà le condizioni decise dal Tribunale.Il ricorso che introduce la richiesta divorzile deve sempre esserepresentato con lassistenza di un avvocato. In presenza dei requisitireddituali, si può sempre essere assistiti gratuitamente con il Patrocinio aspese dello Stato.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.30.UN CONIUGE PUO OPPORSI ALLA RICHIESTE DI DIVORZIODELLALTRO?Anche nel caso di divorzio giudiziale, ossia quando non vi è accordo sututte le condizioni di divorzio, non vi può essere una pura opposizione alloscioglimento del vincolo coniugale.Lunico caso in cui viene respinto il ricorso per divorzio è quando vi è statala riconciliazione fra i coniugi e quindi non è decorso il termine triennaledalla separazione richiesto dalla legge.31.QUALI SONO GLI EFFETTI PERSONALI E PATRIMONIALI DELDIVORZIO?La sentenza di divorzio non è la naturale prosecuzione di quanto dispostoin sede di separazione personale dei coniugi: il Giudice avanti cui vienedepositato il ricorso per divorzio è infatti libero di confermare le condizionistatuite precedentemente o di modificarle.La sentenza di divorzio produce comunque i seguenti effetti personali: • il mutamento dello stato civile dei coniugi, che permette ad entrambi di contrarre nuove nozze; • la perdita del cognome del marito da parte della moglie, salvo che la stessa sia autorizzata dal giudice a continuare ad utilizzarlo.La sentenza di divorzio ha i seguenti effetti patrimoniali: • leventuale corresponsione di un assegno divorzile periodico per il mantenimento del coniuge che sia privo di redditi adeguati e si trovi nelloggettiva impossibilità di procurarseli. È possibile che esso sia sostituito da un assegno in ununica soluzione, se le parti si accordano in tal senso; avvocatogratis.com 26
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________ • la perdita dei diritti successori; • il diritto alla pensione di reversibilità, ma solo se titolare dellassegno divorzile e in mancanza di un nuovo matrimonio; • il diritto a una parte dellindennità di fine rapporto (40%), se maturata prima della sentenza di divorzio, in costanza di assegno divorzile ed in mancanza di un nuovo matrimonio. Se lex coniuge si era risposato la pensione di reversibilità verrà distribuita proporzionalmente alla durata dei matrimoni.32.COSE LASSEGNO DIVORZILE?Come nel caso della separazione giudiziale, il Tribunale può ordinare a unconiuge di versare allaltro un assegno mensile nel caso che questultimonon abbia adeguati redditi propri: questo assegno deve consentirgli dimantenere il tenore di vita avuto in precedenza.Lentità dellassegno divorzile viene commisurata ai redditi del coniugeobbligato e al suo patrimonio complessivamente inteso, nonché allemotivazioni della sentenza, allapporto di ciascuno al patrimonio familiarein costanza di matrimonio e alla durata dello stesso.Limpossibilità del coniuge richiedente di procurarsi adeguati mezzi disostentamento per ragioni obiettive viene accertata con riferimento alprincipio per cui le condizioni economiche del coniuge più debole nondevono essere deteriorate per il solo effetto del divorzio.Una tale indagine viene condotta in sede di merito e si esprime sul pianodella concretezza e delleffettività tenendo conto di tutti gli elementi efattori (individuali, ambientali, territoriali, economico sociali) dellaspecifica fattispecie. Di solito è sempre previsto laggiornamentodellassegno sulla base dellindice dei Prezzi al Consumo (ISTAT) e,talvolta, anche computando la sua rivalutazione.Il diritto allassegno divorzile viene meno con le nuove nozze dellexconiuge beneficiario. Il principio ispiratore è che in assenza di un nuovomatrimonio, il diritto allassegno di divorzio, in linea di principio, di per sèresta.Lobbligo di pagare lassegno divorzile permane pure se il richiedente abbiainstaurato una convivenza more uxorio con altra persona. Esso può peròesser fatto cessare se viene data la prova che il nuovo rapporto hacaratteristiche tali da fare ragionevolmente ritenere che lex coniuge non sitrovi più in quella situazione di bisogno capace di giustificare un assegno a avvocatogratis.com 27
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________suo favore, per cui linstaurazione di una simile convivenza facciaeffettivamente venir meno la necessità dellassegno ai fini dellaconservazione di un tenore di vita analogo a qualello ante separazione.Qualora lex coniuge gravato dallobbligo di pagare lassegno divorzile nonvi provveda sono consentiti tutti i mezzi di tutela che erano previsti perlassegno di mantenimento in sede di separazione. Come sopra, questaattività può essere assistita con il Patrocinio a spese dello Stato.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.33.QUANDO SI PUO CHIEDERE IL DIVORZIO?Lart. 1 della Legge n. 898/1970 afferma che « il giudice pronuncia loscioglimento del matrimonio [...] quando [...] accerta che la comunione spirituale emateriale tra i coniugi non può essere mantenuta o ricostituita».Il Tribunale prima di dichiarare lo scioglimento del vincolo matrimoniale ola cessazione degli effetti civili del matrimonio religioso, dovrà accertarel’esistenza di due condizioni.La prima, di natura soggettiva, è costituita dalla fine: • della comunione materiale tra i coniugi, costituita dalla stabile convivenza, da unorganizzazione domestica comune, dal reciproco aiuto personale e dalla presenza di rapporti sessuali; • della comunione spirituale consistente nellaffetto reciproco, nellascolto, nellaiuto e nel sostegno psicologico reciproci, nella comprensione e nella condivisione dei problemi.La seconda, di natura oggettiva, costituita dallesistenza di una delle causetassativamente previste dalla legge (art.3 Legge 898/1970): • che sia stata omologata la separazione consensuale oppure sia stata pronunciata, con sentenza definitiva, la separazione giudiziale e siano trascorsi almeno tre anni dalludienza presidenziale (che è la prima udienza, in ambedue i casi); • che uno dei coniugi sia stato condannato allergastolo o a qualsiasi pena detentiva per reati di particolare gravità; • che uno dei coniugi, cittadino straniero, abbia ottenuto nel suo paese lannullamento o lo scioglimento del matrimonio ovvero abbia contratto nuovo matrimonio; avvocatogratis.com 28
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________ • che il matrimonio non sia stato consumato; • che sia stato dichiarato giudizialmente il mutamento di sesso di uno dei coniugi.La dichiarazione di nullità del matrimonio religioso comporta anche lacessazione degli effetti civili, tra cui lobbligo al pagamento degli alimenti,fatti salvi gli effetti del matrimonio putativo.Per la legge italiana deve trascorrere un periodo minimo di 3 anni dallaseparazione prima di ottenere il divorzio.34.COSA SI PUO FARE CONTRO LA SENTENZA DI DIVORZIO?Come per tutti i giudizi di primo grado è prevista la possibilità di unriesame nel merito della trattazione svolta e della decisione assunta insentenza: limpugnazione del provvedimento del Tribunale si faproponendo appello avanti il Giudice di secondo grado (la Corte dAppello.Come nellimpugnativa della sentenza di separazione, anche questaattività può essere assistita con il Patrocinio a spese dello Stato, inpresenza dei requisiti di legge.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultare gratis la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.35.MA IL DIVORZIO NON ANNULLA IL MATRIMONIO RELIGIOSO?No, il divorzio scioglie solamente il matrimonio civile o fa cessare gli effetticivili del matrimonio religioso.Per la Chiesa il matrimonio religioso continua però a produrre i suoi effettifino a che questo non venga dichiarato nullo o annullato da un organogiudiziario ecclesiastico (Tribunale Ecclesiastico Regionale o Sacra Rota).La Chiesa Cattolica e le altre religioni concordatarie non riconosconoalcuna efficacia alle sentenze dei Tribunali della Repubblica in materia dimatrimonio religioso.Anche davanti ai tribunali ecclesiastici cattolici è ammesso il gratuitopatrocinio a favore dei non abbienti. avvocatogratis.com 29
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________CONCLUDENDOCon questa "guida breve" ognuno potrà avere in sue mani gli elementiessenziali della disciplina della separazione e del divorzio con lassistenzadel patrocinio a spese dello Stato.Per scaricare gratis in formato E- book (PDF) e consultare la “Guidabreve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.Ricordate che per non commettere errori che complichino la gestione dellapropria posizione, è bene rivolgersi sempre, e da subito, al proprioavvocato o, in mancanza, al Consiglio dell’Ordine Forense della propriacittà per la consultazione degli elenchi degli avvocati abilitati al Patrocinioa spese dello Stato e la scelta di un professionista di fiducia. Avv. Alberto A. Vigani avvocatogratis.com 30
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________Ti ringraziamo per aver scaricato questo manuale ed aver quindi permessola diffusione e la conoscenza dellistituto del “Patrocinio a spese delloStato”.Ricorda: prima di iniziare il Tuo procedimento di separazione o divorzio,consensuale o giudiziale che sia, verifica sempre se sei nelle condizioni peravere lammissione al beneficio del gratuito patrocinio.Per scaricare gratis in formato E- book (PDF) e consultare la “Guidabreve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI. òPer segnalare eventuali imprecisioni, refusi o suggerire dei miglioramenti,lindirizzo a cui scrivere è info@avvocatogratis.comSe desideri redistribuire questa guida o citarne alcuni passaggi sul tuosito, Ti prego di indicare come fonte la pagina principale:http://www.avvocatogratis.com Associazione ART. 24 COST. Per la tutela del diritto di difesa avvocatogratis.com 31
  • Il patrocinio a spese dello stato________________________________________________________________________________________________________________________________________ Per saperne di più sul Gratuito Patrocinio ora clicca su www.avvocatogratis.com ò E clicca qui per trovare le altre pubblicazioni della Collana "Le Guide Brevi al Gratuito Patrocinio" avvocatogratis.com 32