Guida Breve all'AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 
  • 23,702 views

Guida Breve all'AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO con il Gratuito Patrocinio: e-book gratis con istruzioni normative, suggerimenti, prassi e tutto quanto serve scoprire sull'amminsitartore di sostegno per ...

Guida Breve all'AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO con il Gratuito Patrocinio: e-book gratis con istruzioni normative, suggerimenti, prassi e tutto quanto serve scoprire sull'amminsitartore di sostegno per gestirlo con il gratuito patrocinio senza perdere tempo e non commettere errori.

Statistics

Views

Total Views
23,702
Views on SlideShare
20,446
Embed Views
3,256

Actions

Likes
2
Downloads
146
Comments
2

12 Embeds 3,256

http://www.amministratoridisostegno.com 2403
http://quotalite.wordpress.com 360
http://avvocatogratis.wordpress.com 312
http://www.avvocatogratis.com 170
http://www.linkedin.com 3
https://twitter.com 2
http://avvocatogratis.blogspot.com 1
http://www.slideshare.net 1
http://webcache.googleusercontent.com 1
http://a0.twimg.com 1
https://twimg0-a.akamaihd.net 1
https://si0.twimg.com 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NoDerivs LicenseCC Attribution-NoDerivs License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Guida Breve all'AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO Guida Breve all'AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO Document Transcript

  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________ Guida breve alLA AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO anche con il gratuito patrocinio www.avvocatogratis.com 1
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________ ART. 24 COST. Associazione per la tutela del diritto di difesa www.avvocatogratis.com www.avvocatogratis.com 2
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________ Per saperne di più sul Gratuito Patrocinio ora clicca su www.avvocatogratis.com www.avvocatogratis.com 3 View slide
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________ Le generazioni invecchiano e i problemi sociali aumentano. Scopriamo gli strumenti giusti per affrontarli: lAmministrazione di sostegno in implementazione ad interdizione ed inabilitazione.I NONNI O I GENITORI NON SONO PIU COME PRIMA, LEISTITUZIONI PAIONO LONTANE DAL PROBLEMA CHE SIAGGRAVA OGNI GIORNO : CHE FARE?Gentile lettore,nel corso di quindici anni di professione ho potuto rilevare che,quando le persone care invecchiano, o nei congiunti si presentanoproblemi di natura psicopatologica, si resta sempre in pochi acercare le risposte ad una situazione che difficilmente sarà www.avvocatogratis.com 4 View slide
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________reversibile.Tuttavia, la disciplina legale che ci riguarda in questi casi èrelativamente contenuta perché si incardina soltanto su alcunipassaggi fondamentali del codice civile e le problematiche che sipossono presentare dipendono da pochi elementi costanti.Per questa ragione, assieme allo staff dello studio, ho raccolto leprincipali domande che vengono poste nel corso del colloquio conlavvocato e ho preparato una sintesi tecnica della procedura diamministrazione di sostegno e delle sue possibili alternative.Riorganizzando le risposte ne è uscita una guida breve (una sortadi "istruzioni per luso") che vuole essere daiuto a chi si deveapprocciare al legale oltre che utile per consentire la gestione dellasituazione nel modo• più semplice,• più efficace,• con minor complicazioni• e più economico.Con lintento di dare un primo aiuto in quei momenti difficili.labbiamo messa a disposizione della clientela dello studio e di tutticoloro che potrebbero aver bisogno di un simile strumentooperativo.Usa quindi questo manuale come una roadmap per orientarti eporre in essere fin dallinizio le scelte giuste evitando perdite ditempo ed errori che possono pregiudicare la miglior soluzione dellavicenda. www.avvocatogratis.com 5
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________Istruzioni per lusoCome avrai già intuito, poiché unassistenza qualificata non puòessere sostituita dalla semplice lettura della nostra guida,questultima Ti servirà quantomeno a operare le scelte giuste perfarti assistere e decidere così le Tue priorità senza sbagliare.Infatti, leggendo questo ebook, Ti renderai conto che tante coseche hai sentito dire non corrispondono alla realtà e che le scelteche hai di fronte hanno un carattere tecnico e sono molto distantida quello che si racconta fra i non addetti ai lavori.Bisogna ricordare sempre che, mentre la norma è una, i casiparticolari sono infiniti: non si possono quindi generalizzare regoledi condotta partendo da un unico caso concreto. Ogni singoloaspetto di questo può far conseguire mille effetti diversi a secondadei fatti che con esso interagiscono e concorrono.Affidarsi ad uno studio legale (con avvocati specializzati inmateria) può perciò costituire una soluzione poco onerosa epiù efficace, per non perdere tempo cercando di fare delpericoloso bricolage e poi doversi magari rivolgere ugualmente adun avvocato per alcuni passaggi giudiziali.Ricorda comunque che, nella fase giudiziale, lassistenza di unlegale può essere richiesta, nella maggioranza dei casi, anche con il“Patrocinio a spese dello Stato”. Ciò è possibile in tutti queifrangenti i cui ricorrono i parametri reddituali e gli altri requisiti dilegge che sono spiegati nella “Guida breve al Gratuito Patrocinio”che puoi scaricare gratis in formato E- book (PDF) cliccando QUI.Buona lettura!Avv. Alberto A. Vigani per Associazione Art. 24 Cost. www.avvocatogratis.com 6
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________BIOAvv. Alberto A. Viganiclasse 1967, laurea in giurisprudenza ad indirizzo forense presso laUniversità Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Avvocato eConsulente del Lavoro.Legalista accanito, crede nella primazia dei diritti della persona e inuna visione del diritto inteso quale strumento di garanzia e digiustizia: fa lavvocato perché sa che in realtà la legge non èuguale per tutti, ma non vuole arrendersi. È iscritto agli elenchidegli avvocati abilitati al Patrocinio a Spese dello Stato dellOrdinedegli Avvocati di Venezia, nel cui Foro esercita la professione, èstato uno dei fondatori della Camera Arbitrale della VeneziaOrientale ed ha moderato le sezioni giuridiche della più grandecommunity italiana di webmaster; attualmente cura anche laredazione scientifica di alcuni blog di informazione giuridica a finidivulgativi (www.avvocatogratis.com ewww.amministratoridisostegno.com).Con lassociazione ART. 24 COST. ha pubblicato 15 Guide Brevi inmateria di diritto di difesa e gratuito patrocinio utili in tutti queimomenti che sono di maggior contatto fra cittadino e mondo dellaGiustizia. Le Guide Brevi sono tutte distribuite gratuitamente informato ebook (PDF) con oltre 180.000 download e sono scaricabilisia dal sito dellAssociazione ART. 24 COST. che dai principali portalidi sharing (lulu.com, slideshare.net, ebookitaliani.it, facebook.com,scribd.com etc.).Per saperne di più lo trovi su http://www.avvocati.venezia.it www.avvocatogratis.com 7
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________LICENZA DUSOQuesto manuale è distribuito sotto licenza Creative Commons.Niente usi commerciali, nessuna modifica: per il resto puoicondividerlo, linkarlo, pubblicarlo parzialmente, copiarlo, stamparloe distribuirlo.Questo manuale è disponibile gratuitamente allindirizzo del sitodellAssociazione Art. 24 Cost.:http://www.avvocatogratis.comed anche dawww.amministratoridisostegno.comwww.avvocati.venezia.it ò www.avvocatogratis.com 8
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________SOCIAL MEDIAPuoi anche sottoscrivere il feed RSS del blog cliccando sul logo quisotto o seguendo questo linkhttp://www.avvocatogratis.com/feed/Puoi seguire Avvocatogratis e le sue news anche su TWITTERcliccando su logo qui sotto o seguendo questo linkhttp://twitter.com/avvocatogratisLa Community dellAssociazione ART. 24 COST. e Avvocatogratis latrovi su FACEBOOK cliccando su logo qui sotto o seguendo questolinkhttp://www.facebook.com/avvocatogratis www.avvocatogratis.com 9
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________ LAMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO1. PREMESSA NORMATIVAIl legislatore italiano, dopo un lungo iter, con la legge n.6 del 9gennaio 2004 ha introdotto nel codice civile (titolo XII) la tantoattesa disciplina delle misure di protezione dei soggetti privi, intutto o in parte, di autonomia, prevedendo la figuradell’Amministrazione di Sostegno.Si tratta di un nuovo istituto concepito per aiutare chi convive conuna disabilità psichica, fisica, o con entrambe, finalizzato apermettergli la piena realizzazione dei diritti di integrazione socialegarantiti dalla Costituzione.Lintento della legge era di creare un sistema flessibile ed articolatovolto a proteggere i soggetti affetti da disturbi, non così gravi dadar luogo allinterdizione, consentendo loro di autodeterminarsinellambito dei rapporti personali e patrimoniali.Mentre la diversa misura dellinterdizione rimane adottabile soloquando gli interessi dellincapace non possono essereadeguatamente tutelati con listituto dellamministrazione disostegno.Il ricorso allinterdizione come extrema ratio, invero, è provatoanche dal fatto che è prevista la rimessione, dufficio o a istanza diparte, del procedimento avente ad oggetto linterdizione olinabilitazione al Giudice tutelare qualora si ravvisi lopportunità di www.avvocatogratis.com 10
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________applicare lamministrazione di sostegno (art. 418, per comemodificato).LAmministrazione di Sostegno si propone, quindi, di essere unostrumento in grado, secondo quanto disposto dalla stessa legge n.6/2004, di “.. tutelare, con la minore limitazione possibiledella capacità di agire, le persone prive in tutto o in parte diautonomia nell’espletamento delle funzioni di vita quotidiana,mediante interventi di sostegno temporaneo o permanente”.La nuova legge non solo appare più appropriata nei molti casi in cuiil soggetto è incapace di provvedere a se stesso e ai suoi interessipur senza versare in uno stato di infermità mentale, ma è anchemaggiormente in linea con il sentire comune a proposito dei disabilimentali, consentendo di evitare status giuridici che producanototale alienazione e un peggioramento del disagio. Essa da un latosi rivolge a tutti coloro che presentano aspetti di vulnerabilità efragilità nel confronto con la società civile non intensificando la loroemarginazione ma proponendosi, invece, come risposta generale enormale ai problemi di disagio e di debolezza individuale.Dallaltro, suggerisce alla comunità del volontariato edellassociazionismo un nuovo ruolo, molto attivo eresponsabilizzante, di trait dunion tra il singolo e il settorepubblico, stimolando anche il sistema di servizi di questultimo peruna coerente e sinergica risposta ai bisogni più personalidellindividuo.E un impianto normativo che assume grande rilievo anche inragione del fatto che negli ultimi anni la vita media delle persone èdi molto aumentata. La giurisprudenza, infatti, ritiene che, sebbene www.avvocatogratis.com 11
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________riguardo al presupposto per la nomina di un ADS (acronimo diamministratore di sostegno) la nuova legge non abbiaespressamente previsto tra i beneficiari le persone anziane, laformula utilizzata dallart. 404, per indicare i presupposti soggettivinecessari di tale misura protettiva, sembra avere unampiezza euna elasticità tale da consentire di ricomprendervi, a datecondizioni, anche le stesse persone anziane che ne possano trarregiovamento.Certo, letà avanzata non può essere, di per sé stessa, presuppostofondante un provvedimento di amministrazione, tuttavia, lavecchiaia può determinare una limitazione apprezzabile dellefunzioni della vita quotidiana. Sembra, anzi, che la finalitàdichiarata della nuova legge ne risulti esaltata, ben essendopossibile tutelare con la minor limitazione possibile della capacità diagire la beneficiaria, persona anziana che risulta priva di autonomianellespletamento di talune funzioni della vita quotidiana.2. LA CAPACITÀ GIURIDICA, LA CAPACITÀ DI AGIRE E LACAPACITÀ DI INTENDERE E VOLERELa comprensione delle misure di protezione dei soggetti privi, intutto o in parte, di autonomia presuppone la conoscenza(quantomeno) dei concetti di capacità giuridica, capacità di agire ecapacità di intendere e volere.La capacità giuridica, o capacità di diritto, è lattitudine ad esseretitolare di diritti e di doveri: è, in qualche modo, la stessapersonalità giuridica in atteggiamento recettivo; si acquista, al www.avvocatogratis.com 12
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________momento della nascita (art. 1 cod. civ.) e accompagna l’individuodurante tutta la sua esistenza. A tutti gli uomini è riconosciuta lapiena capacità mentre le persone giuridiche hanno una capacitàlimitata.La capacità di agire consiste nella possibilità di compiere attigiuridici ritenuti validi dall’ordinamento: è l’attitudine a creare,modificare, estinguere validamente rapporti giuridici. Con lamaggiore età (18 anni) si acquista la capacità di compiere tutti gliatti per i quali non sia stabilita unetà diversa (art. 2 cod. civ.).Per rispondere delle conseguenze degli atti illeciti non si faquestione di una particolare capacità di agire stabilita per legge: èsufficiente, e necessaria, la concreta capacità di intendere evolere che normalmente si acquista prima della maggiore età ma,in certi casi, nemmeno con il raggiungimento di questultima.Di massima, le cause di esclusione e/o limitazione della capacità diagire sono individuate dalla minore età, dall’interdizione edall’inabilitazione. Tuttavia il codice civile contempla però ipotesi diacquisto parziale della capacità di agire in relazione ad unetàdifferente da quella, normativamente prevista, dei diciotto anni.Gli istituti dellamministrazione di sostegno, dell’interdizione edell’inabilitazione intervengono solo sulla capacità di agire, nonsulla capacità giuridica che, come sopra accennato, è connaturataalla persona umana; essi costituiscono forme di tutela, assistenza erappresentanza delle persone potenzialmente capaci di agire,perché maggiorenni, ma incapaci di intendere e di volere e cheabbisognano, pertanto, di una misura protettiva che si traduce insituazioni, totali o parziali, di incapacità legale. www.avvocatogratis.com 13
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________ www.avvocatogratis.com 14
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________3. INTERDIZIONE E INABILITAZIONE IN RAPPORTOALLAMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNOLa disciplina dell’interdizione si trova negli articoli 414 e ss. delcodice civile, mentre per il procedimento valgono le disposizioni dicui agli articoli 712 e ss. del codice di procedura civile. Costituiscela misura più grave. Viene applicata solo quando esiste unacondizione di infermità assoluta e comporta la limitazione completadella capacità di agire (con la recente riforma, tuttavia, la sentenzache la dispone può ora prevedere che taluni atti di ordinariaamministrazione possano compiersi dallinterdetto senzal’intervento o con l’assistenza del tutore).L’istituto dell’interdizione è imperniato più che sul soggetto deboleda tutelare, sulla protezione del suo patrimonio.La sentenza di interdizione può essere pronunciata nei confronticoloro che si trovano abitualmente in uno stato dinfermità mentaleche li rende incapaci di provvedere ai propri interessi;l’interdizione, così come l’inabilitazione, può essere promossa daglistessi interessati, dal coniuge, dalla persona stabilmenteconvivente, dai parenti entro il quarto grado, dagli affini entro ilsecondo grado, dal tutore o curatore, o dal pubblico ministero.Allinterdetto viene nominato un tutore (affiancato, in caso diconflitto dinteressi, da un protutore) individuato preferibilmentenella persona più idonea a svolgere l’incarico, salvo alcunespecifiche incapacità e dispense stabilite dalla legge. Il tutore ha lacura della persona interdetta, la rappresenta in tutti gli atti e neamministra i beni. www.avvocatogratis.com 15
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________Dallampio intervento novellatore operato dalla legge n. 6 del 9gennaio 2004, sembra emergere che la nuova misuradellamministrazione di sostegno costituisce lo strumento diprotezione ordinario per la tutela dei soggetti deboli.Linterdizione, pertanto, non "deve" più essere pronunciata neiconfronti della persona inferma di mente (come disponeva ilvecchio testo dellart. 414) perché tale pronuncia, nel mutatoquadro normativo, è divenuta facoltativa e va adottata da parte delgiudice solo «quando ciò è necessario per assicurare la adeguataprotezione» dellinfermo di mente (art. 414, nel testo novellatodallart. 4, co. 2°, L. 9.1.2004, n. 6).La misura dellinterdizione diventa quindi un rimedio meramenteresiduale, limitato ai casi in cui lamministrazione di sostegno,strumento di protezione, a carattere generale delle «persone non ingrado di provvedere ai propri interessi», sia «inidonea a realizzarela piena tutela del beneficiario». Come precisa lart. 413, 4° co., intali casi, e solo in tali casi, il giudice tutelare dichiara la cessazionedellamministrazione informando, se del caso, il P.M. perchépromuova linabilitazione o linterdizione.L’inabilitazione costituisce una soluzione “intermedia”, macomunque impattante, che postula una condizione di infermitàparziale o situazioni sociali o sanitarie tali da mettere a rischio gliinteressi della persona.La disciplina applicabile è contenuta negli articoli 415 e seguentidel codice civile.Possono risultare destinatari di inabilitazione il maggiore di etàinfermo di mente, lo stato del quale non è così critico da far luogo www.avvocatogratis.com 16
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________all’interdizione; altri destinatari possono essere i soggetti che perprodigalità, uso di bevande alcoliche, o narcotici espongano sé o laloro famiglia a gravi pregiudizi economici; il sordomuto o il ciecodalla nascita o dalla più tenera infanzia se non hanno ricevutoun’educazione sufficiente.Nel caso dell’inabilitazione, la limitazione della capacità legale èrelativa; allinabilitato viene nominato un curatore che svolge uncontrollo su tutti gli atti di straordinaria amministrazione, i qualiper essere validi debbono essere compiuti con il suo consenso enecessitano di un procedimento giurisdizionale di autorizzazione.Nessun controllo viene invece esercitato dal curatore sugli atti diordinaria amministrazione, che l’inabilitato potrà perciò compiereda solo.Il provvedimento dell’autorità giudiziaria può comunque stabilireche taluni atti di straordinaria amministrazione possano esserecompiuti dall’inabilitato anche in difetto dell’assistenza del curatore.Come per linterdizione, anche nellinabilitazione il codice incentrala tutela sopratutto sugli aspetti patrimoniali.Come Ti ho già anticipato in incipit, il ricorso che introduce larichiesta interdizione e inabilitazione deve sempre esserepresentato con lassistenza di almeno un avvocato.In presenza dei requisiti reddituali, si può sempre essere assistitigratuitamente con il Patrocinio a spese dello Stato.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultaregratis la “Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI. www.avvocatogratis.com 17
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________ www.avvocatogratis.com 18
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________■ Qual è la distinzione tra le tradizionali misuredellinterdizione e dellinabilitazione e il nuovo strumentodellamministrazione di sostegno?La differenza è stata così tratteggiata: «A differenzadellinterdizione, lamministrazione di sostegno non prevedelamputazione indiscriminata delle facoltà e delle libertà dellapersona, ma un intervento mirato, che potremmo definireortopedico, calibrato sulle effettive esigenze del soggetto debole. Adifferenza dellinabilitazione, lamministrazione di sostegno noncomporta una protezione dal solo punto di vista patrimoniale, maanche dal punto di vista personale. È noto, infatti, che il curatoredellinabilitato, a dispetto del nome, non ha compiti di curapersonale, ma soltanto funzioni di assistenza nel compimento degliatti patrimoniali di straordinaria amministrazione. Lamministratoredi sostegno, invece, al pari del tutore, ha (o, meglio, può avere, seciò sia disposto nel provvedimento di nomina) la cura della persona(e quindi, in senso tecnico il potere-dovere di: 1) proporre escegliere la collocazione abitativa del beneficiario; 2) elaborare peril beneficiario un progetto di vita; 3) esprimere il consensoinformato ai trattamenti diagnostici o terapeutici). Sebbene, infatti,lart. 411, 1° co., introdotto dalla L. 9.1.2004, n. 6 non richiamilart. 357 (che indica, tra i compiti del tutore, oltre a quelli dirappresentanza e di amministrazione anche quello di cura), ilpotere-dovere di cura dellamministratore nei confronti delbeneficiario si evince, testualmente, dallart. 405, 4° co., cheprevede, tra i provvedimenti urgenti da assumersi nellinteressedella persona debole, quelli relativi alla cura della stessa, dallart.408, a mente del quale la scelta dellamministratore avviene "con www.avvocatogratis.com 19
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________esclusivo riguardo alla cura ed agli interessi della persona delbeneficiario", dallart. 405, 5° co., n. 6, che prevede chelamministratore debba periodicamente riferire al giudice tutelarecirca "le condizioni di vita personale e sociale" del beneficiario»(Tribunale Pinerolo, 4 novembre 2004).Ai fini dellaccertamento dei presupposti soggettividellamministrazione di sostegno, decisivo sarà, di volta in volta, ilriscontro delle difficoltà effettive della persona impossibilitata amuoversi nella vita quotidiana, ad andare in banca a pagare, amantenere contatti con lassicurazione, a fare le volture perlacqua, il gas, la luce, il telefono, a partecipare allassemblea dicondominio, a pagare le tasse, ad accettare uneredità, adaddivenire a una transazione, ecc. (Cendon, Un altro diritto).Il testo dellart. 414 ricalca quella concezione di "salute" fisica opsichica, su cui da anni insiste lOrganizzazione Mondiale dellaSanità, secondo la quale non è in salute chi non riesce a fare lecose giornaliere a reggere le incombenze sociali di cui avrebbebisogno per ottimizzare il suo livello di benessere.4. LISTITUTO DELLAMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO –GENERALITÀLa disciplina applicabile si ritrova negli articoli 404 e ss. del codicecivile, così come inseriti dalla legge 6/2004, che per alcuni aspettirinviano a degli articoli applicabili all’interdizione, mentre per ilprocedimento si osservano le previsioni di cui agli articoli 712 e ss.del codice di procedura civile, in quanto applicabili e compatibili. www.avvocatogratis.com 20
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________Quanto al sistema delle impugnazioni, lart. 720 bis c.p.c. prevedeche contro i decreti del Giudice Tutelare è ammesso reclamo allaCorte dappello; contro il decreto della Corte dappello, pronunciatoin sede di reclamo, può essere proposto ricorso per Cassazione.Il legislatore stabilisce la facoltatività della nominadellamministratore di sostegno in tutti quei casi nei quali unsoggetto, per effetto di uninfermità o di una menomazione fisica opsichica, sia impossibilitato, in tutto o in parte, a provvedere inmodo compiuto ai propri interessi. E molto importante che illegislatore abbia scelto di includere anche la menomazione psichicafra le cause che legittimano il ricorso al nuovo istituto.■ Quale tutela offre lo strumento dellamministrazione disostegno?L’amministratore di sostegno è chiamato non a sostituire, ma adassistere e curare la persona, in un contesto di garanzie offertedalla funzione del giudice tutelare che interviene qui in modosemplificato, dinamico, flessibile e con carattere di ordinariagratuità.Il principio che ispira la legge, di limitare il meno possibile lacapacità di agire del beneficiario, è attuato grazie alla previsionecontenuta nellart. 405, 5° co., n. 4, del Codice Civile laddove, neldecreto di nomina dellADS, è prevista:• lindicazione dei singoli «atti che il beneficiario può compiere solo con lassistenza dellamministratore di sostegno»;• come anche, lindicazione degli atti che lamministratore di www.avvocatogratis.com 21
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________ sostegno «ha il potere di compiere in nome e per conto del beneficiario» (art. 405, 5° co., n. 3);Un tanto risulta corroborato, poi, dalla previsione generale dipiena capacità di agire del soggetto, di cui allart. 409, per tuttigli atti che non richiedono la rappresentanza o lassistenzadellADS.La normativa introdotta nellordinamento appare quindi flessibile eadattabile caso per caso da parte del giudice tutelare alle varie emutevoli esigenze di protezione dellinfermo.Rispetto al passato, inoltre, la prospettiva è stata del tuttorovesciata perché, ad una situazione di generale incapacità (osemi incapacità) del soggetto, in conseguenza dei provvedimenti diinterdizione o inabilitazione, il nuovo istituto sostituisce unasituazione di generale capacità di agire del beneficiario, salvo cheper gli atti espressamente eccettuati dal decreto del giudicetutelare.Anche il destinatario ultimo della tutela è mutato; mentre,infatti, le misure tradizionali tutelavano sopratutto i creditori (eperciò la sicurezza dei traffici giuridici) e la famiglia dellinfermoimpedendo la dilapidazione del patrimonio; ora, conlamministrazione di sostegno, si sposta lattenzione, più che alleragioni di conservazione del patrimonio, alla protezione dellapersona.Lamministrazione di sostegno - secondo la giurisprudenza –realizza una forma di tutela:• ampia (non meramente patrimoniale ma comprendente anche la cura della persona), www.avvocatogratis.com 22
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________• propositiva e non interdittiva,• espansiva e non inibitoria,• personalizzata, modulabile e non standardizzata,frutto di una concezione dei diritti delle fasce deboli dellapopolazione veramente conforme ai fini costituzionali dipromozione del pieno sviluppo della persona umana (art. 3, 2° co.,Cost.) (Tribunale Pinerolo, 4 novembre 2004).Per i descritti motivi, la disciplina riformata prevede la gestione delrapporto tra le persone assistite (beneficiari) e l’amministratore, etra assistiti e loro congiunti, conservando ai primi la dignità civile e,parzialmente, la capacità di agire.Lintervento dellamministratore di sostegno, e la limitazione dellefacoltà del beneficiato, vengono così gradati secondo le necessità diquestultimo dal Giudice tutelare.Proprio in ragione dellelasticità e delle possibilità dimpiegodellistituto dellamministratore di sostegno, la riforma prevede ilcoinvolgimento di diversi soggetti oltre allamministratore e albeneficiato:• il Giudice Tutelare che svolge funzione di protagonista,• i servizi pubblici,• le organizzazioni di volontariato,• così come sono chiamati a nuove responsabilità alcuni professionisti: avvocati, commercialisti, medici legali, ecc.La limitazione di capacità, come sopra accennato, riguarda solo gliatti specificamente indicati dal giudice tutelare. Il beneficiario www.avvocatogratis.com 23
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________conserva, infatti, la piena capacità di agire per il compimento degliatti della vita quotidiana ed in generale per tutti gli atti nonriservati alla competenza esclusiva o alla assistenzadell’amministrazione di sostegno.Il procedimento è snello ed informale: la nominadell’amministratore è effettuata, infatti, entro sessantagiorni dalla richiesta, dal Giudice Tutelare del luogo di residenzao domicilio del beneficiario e la decisione viene assunta incontraddittorio, tenendo conto degli interessi della persona, deisuoi bisogni e delle sue richieste.Ampi e adattabili al caso concreto sono i poteri del giudice, che hala possibilità di valutare i bisogni e le misure di protezione di voltain volta adeguate.Il Giudice Tutelare individua (e trasferisce nel decreto di nomina) ladurata e loggetto dell’incarico, gli atti di competenza delbeneficiario, quelli in cui il beneficiario necessita dellassistenzadellamministratore di sostegno e quelli che questultimo devecompiere in nome e per conto del beneficiato, i limiti di spesa e lealtre condizioni che l’ADS è tenuto a rispettare.Il Giudice Tutelare può anche adottare provvedimenti d’urgenza emodificare i provvedimenti precedentemente emessi; se ricorronogravi motivi può anche disattendere l’indicazionesull’amministratore svolta dal beneficiario.il ricorso che introduce la richiesta di nomina di un amministratoredi sostegno deve sovente essere presentato con lassistenza dialmeno un avvocato (vedi infra).In presenza dei requisiti reddituali, si può sempre essere assistiti www.avvocatogratis.com 24
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO ___________________________________________________________________________________________________________________________ gratuitamente con il Patrocinio a spese dello Stato.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultaregratis la “Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI. 5. IL BENEFICIARIO DELL’AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO ■ Chi può beneficiare dellamministratore di sostegno? Beneficiaria dellamministrazione di sostegno è “La persona che, per effetto di un’infermità ovvero di una menomazione fisica o psichica, si trova nell’impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi, può essere assistita da un amministratore di sostegno, nominato dal giudice tutelare del luogo in cui questa ha la residenza o il domicilio”.(art. 404 cod. civ.) I presupposti che consentono l’applicazione della misura protettiva sono dunque:• l’infermità,• la menomazione fisica, la menomazione psichica che determino un’impossibilità parziale o totale, temporanea o permanente di provvedere ai propri interessi. Il testo pubblicato in G.U. si è discostato dalla proposta di legge approvata dal Senato che indicava anche letà avanzata come presupposto per la nomina dellADS qualora fosse tale da determinare lincapacità di provvedere adeguatamente alla cura www.avvocatogratis.com 25
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________della propria persona e dei propri interessi.Il legislatore, nel testo definitivo, pare aver voluto eliminare ilriferimento alletà avanzata per evitare che si possa determinareuna situazione in cui allanzianità sia automaticamente ricondottalimpossibilità di curare i propri interessi. Infatti, la terza età noncomporta necessariamente una menomazione della capacità delsoggetto ma soltanto unanalisi delle funzioni psico - fisiche edintellettive proprie del disabile possono giustificare un intervento asuo favore.Il Tribunale civile di Roma ha applicato per la prima volta, nelgiorno della sua entrata in vigore, la legge che prevede la nominadi un amministratore di sostegno quando un malato in gravissimecondizioni, e quindi non in grado di prestare valido consenso, rifiutadi farsi operare. (T. Roma 19.3.2004).Relativamente alle sindromi intermittenti, ed, in particolare, aisoggetti epilettici, la dottrina, ritiene che lintermittenza delle crisiepilettiche consenta che il soggetto che ne è colpito possa valutareper il proprio futuro lopportunità di utilizzare tale istituto inprevisione delle crisi, quindi esclude lapplicazione dellistituto perimpulso di soggetti diversi dallinteressato.■ Può beneficiare dellamministrazione di sostegno uninterdetto o un inabilitato?Lordinamento giuridico prevede tre diverse misure di protezione:l’amministrazione di sostegno, l’interdizione, l’inabilitazione; essesono alternative fra loro e non possono ricevere contestualeapplicazione. www.avvocatogratis.com 26
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________Se è già stata emessa una sentenza di interdizione o diinabilitazione occorrerà promuovere un procedimento per ottenernela revoca e, dopo, presentare il ricorso al giudice tutelare perottenere la nomina di un amministratore di sostegno.Alcuni giudici, comunque, ritengono la non fungibilitàdellamministrazione di sostegno rispetto allinterdizione, purammettendo la residualità di questultima rispetto alla prima:sicché le persone affette da morbo di Alzheimer o di Parkinson instato avanzato, le persone in stato vegetativo permanente, quelleaffette da grave ritardo mentale ecc. non potrebbero mai accedereallamministrazione di sostegno. In alcuni uffici giudiziari si è ancheaffermata linammissibilità del ricorso per la nomina di unamministratore di sostegno qualora laspirante beneficiario nonpossa muoversi ed esprimersi verbalmente in modo chiaro ecomprensibile (T. Pinerolo 4.11.2004).6. L’AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO, IN PARTICOLARE■ chi può presentare la richiesta di nominadell’amministratore di sostegno?I soggetti legittimati allazione sono individuati in base ad unavalutazione legale tipica che prescinde dal concreto interesse cheessi possano avere alla situazione del disabile.Legittimati a richiedere l’applicazione dell’amministrazione disostegno sono lo stesso beneficiario (anche se minore, interdetto oinabilitato), il coniuge, la persona stabilmente convivente, i parenti www.avvocatogratis.com 27
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________entro il 4° grado e gli affini entro il 2° grado, il tutore, il curatore, ilpubblico ministero ed i servizi sanitari e sociali pubblici e privati.Lart. 406 del codice civile recita, infatti:"Il ricorso per listituzione dellamministrazione di sostegno puòessere proposto dallo stesso soggetto beneficiario, anche seminore, interdetto o inabilitato, ovvero da uno dei soggetti indicatinellarticolo 417.Se il ricorso concerne persona interdetta o inabilitata il medesimo èpresentato congiuntamente allistanza di revoca dellinterdizione odellinabilitazione davanti al giudice competente per questultima.I responsabili dei servizi sanitari e sociali direttamente impegnatinella cura e assistenza della persona, ove a conoscenza di fatti talida rendere opportuna lapertura del procedimento diamministrazione di sostegno, sono tenuti a proporre al giudicetutelare il ricorso di cui allarticolo 407 o a fornirne comunquenotizia al pubblico ministero.In questultimo caso, (fornirne notizia al pubblico ministero) sitratta di una segnalazione da parte dei servizi e non dellapresentazione di un ricorso. Il procedimento di nomina dellADS, inquesto caso, non si attiva immediatamente, ma ma si avvierà solosu impulso del pubblico ministero allorché questultimo ritengaopportuno procedere in base ai dati forniti dai servizi.Il rinvio allart. 417 cod. civ. comporta che la misura protettivadellamministrazione di sostegno, come quella dellinterdizione edellinabilitazione, possono essere promosse anche dal coniuge,dalla persona stabilmente convivente, dai parenti entro il quartogrado, dagli affini entro il secondo grado, dal tutore o curatore www.avvocatogratis.com 28
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________ovvero dal pubblico ministero. Il fatto che possa anche agire lapersona stabilmente convivente costituisce una novità assoluta.Se i soggetti da sottoporre a misura protettiva si trovano sotto lapotestà dei genitori la misura non può essere promossa che suistanza del genitore medesimo o del pubblico ministero.Il decreto di nomina di amministratore di sostegno che riguarda ilminore non emancipato può essere emesso solo nellultimo annodella sua minore età e diventa esecutivo a decorrere dal momentoin cui la maggiore età è raggiunta (art. 405 cod. civ).■ qual è lorgano competente a nominare lamministratore disostegno?Competente per la nomina dell’amministratore di sostegno e per losvolgimento di amministrazioni di sostegno, tutele e curatele è ilGiudice Tutelare.In particolare, la competenza funzionale per i provvedimenticoncernenti i soggetti incapaci è divisa tra il Giudice Tutelare e ilTribunale ordinario in composizione collegiale. Vè da notare che ilprocedimento che si conclude con la nomina dellamministratore disostegno è un procedimento non contenzioso: liter si presenta piùsnello e non viene pronunciata una sentenza contro la personadisabile.Lamministratore di sostegno, infatti, è nominato con decreto dalGiudice tutelare: una novità rispetto ai procedimenti dinterdizionee inabilitazione, che sono invece di competenza del Tribunale che sipronuncia con sentenza.Tale opzione trae sicuramente origine dalla considerazione che i www.avvocatogratis.com 29
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________giudici tutelari sono maggiormente distribuiti sul territorio e quindisono più vicini agli interessati.Il Giudice Tutelare ha funzioni direttive, deliberative e di controllomentre la responsabilità della gestione spetta allamministratore.La nuova normativa ha determinato la competenza territorialedel giudice tutelare in base alla residenza della persona o, in viaalternativa o sussidiaria, al suo domicilio.■ Quali sono i criteri di scelta dell’Amministrazione disostegno?La scelta dellamministratore di sostegno - che può essere sia unapersona fisica che una persona giuridica - ha come riferimentoimprescindibile la cura degli interessi del beneficiario, tenendoconto non solo della conservazione del suo patrimonio ma, esoprattutto, della concreta realizzazione della sua persona.I criteri sono rilevabili dallart. 408 cod. civ.: “La sceltadellamministratore di sostegno avviene con esclusivo riguardo allacura ed agli interessi della persona del beneficiario.Lamministratore di sostegno può essere designato dallo stessointeressato, in previsione della propria eventuale futura incapacità,mediante atto pubblico o scrittura privata autenticata. Inmancanza, ovvero in presenza di gravi motivi, il giudice tutelarepuò designare con decreto motivato un amministratore di sostegnodiverso. Nella scelta, il giudice tutelare preferisce, ove possibile, ilconiuge che non sia separato legalmente, la persona stabilmenteconvivente, il padre, la madre, il figlio o il fratello o la sorella, ilparente entro il quarto grado ovvero il soggetto designato dalgenitore superstite con testamento, atto pubblico o scrittura www.avvocatogratis.com 30
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________privata autenticata.Le designazioni di cui al primo comma possono essere revocatedallautore con le stesse forme.Non possono ricoprire le funzioni di amministratore di sostegno glioperatori dei servizi pubblici o privati che hanno in cura o in caricoil beneficiario.Il giudice tutelare, quando ne ravvisa lopportunità, e nel caso didesignazione dellinteressato quando ricorrano gravi motivi, puòchiamare allincarico di amministratore di sostegno anche altrapersona idonea, ovvero uno dei soggetti di cui al titolo II al cuilegale rappresentante ovvero alla persona che questi ha facoltà didelegare con atto depositato presso lufficio del giudice tutelare,competono tutti i doveri e tutte le facoltà previste nel presentecapo”Si prevede che lo stesso beneficiario possa designare, condeterminate forme, lamministratore di sostegno in previsione dellapropria eventuale futura incapacità.Il potere di designazione sembra essere limitato allindicazionedella persona prescelta, ma deve ritenersi che linteressato possaindicare anche i criteri guida che lamministratore di sostegno deveseguire nel compimento di alcune scelte importanti. Ovviamentesarà poi il Giudice a controllare tali direttive potendo ritenerle nonconformi alla legge o agli interessi dellinfermo.Solo in mancanza di designazione, o in presenza di gravi, motivi ilgiudice tutelare potrà nominare un amministratore diversoseguendo, nella scelta, lordine di cui I° comma dellart. 408 sopraesposto. www.avvocatogratis.com 31
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________Il Giudice Tutelare, quando ne ravvisa l’opportunità, può chiamareallincarico altra persona idonea (diversa dalle personeespressamente indicate nel I° comma) o uno dei soggetti di cui altitolo II, libro primo del codice civile (ad esempio: associazioni,fondazioni,…) (art. 408, co. 4°).■ E possibile la designazione da parte del genitoresuperstite?La norma di cui allart. 408, 1° co., nella sua ultima parte, consenteal genitore superstite di designare al figlio lamministratore disostegno affidandone la disposizione a un testamento o a unascrittura privata autenticata. Si tratta di disposizione destinata adavere effetto in riguardo di un soggetto diverso da chi la manifesta,alla quale il genitore superstite è legittimato sia in vista dellapossibile futura incapacità del figlio, minore o maggiorenne, sia inriguardo di un figlio già incapace al tempo della designazione. Dalpunto di vista formale, se fatta per testamento, segue le regole ditale tipologia di atti; se fatta con atto non testamentario, ove se neaffermi la natura di atto mortis causa segue le regole degli atti diultima volontà diversi dal testamento.■ E possibile la sostituzione, la designazione plurima?Nonostante il silenzio della norma sembra pacifica la possibilità diindicare un soggetto in sostituzione del primo designato.La designazione plurima (designare più amministratori di sostegnodestinati ad operare congiuntamente) invece non pare possibile: le www.avvocatogratis.com 32
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________funzioni che integrano lufficio, infatti, sono concentrate, secondo lanormativa, in capo ad un solo soggetto. Al massimo si ritiene chepossa essere lo stesso giudice ad autorizzare lamministratore disostegno a farsi coadiuvare nellamministrazione, sotto la suapersonale responsabilità, da una o più persone menzionate nelladesignazione.Per quanto riguarda lapposizione di una condizione (ad esempioche il designato possieda determinate qualità o tenga una condottaidonea allufficio) o di un termine (il caso, ad esempio, in cui ladesignazione sia utile sino ad un certo momento decorso il quale siritiene che il designato non sia più in grado di curare gli interessidel beneficiario), la dottrina reputa che non vi sia motivo di negarela possibilità di esprimere nellatto di designazione una serie dicautele o di previsioni (Bonilini).Per quanto concerne la sostituzione sarà necessaria lapresentazione al Giudice Tutelare di apposita istanza motivata, inragione della quale il magistrato provvederà sul punto.Come accennato per le altre inziative processuali, in presenza deirequisiti reddituali e soggettivi, anche questa attività può essereassistita con il Patrocinio a spese dello Stato.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultaregratis la “Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.■ Chi non può svolgere l’incarico di amministratore disostegno?Lart. 408 del codice civile stabilisce che “Non possono ricoprire le www.avvocatogratis.com 33
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________funzioni di amministratore di sostegno gli operatori dei servizipubblici o privati che hanno in cura o in carico il beneficiario”.Ne deriva che lufficio di amministratore è tassativamenteincompatibile con le funzioni svolte dagli operatori dei servizipubblici o privati che hanno in cura o in carico il beneficiario (lart.354 prevede, invece, la possibilità che il Giudice Tutelare possadeferire la tutela ad un ente assistenziale o «allospizio in cui èricoverato il minore»). È infatti evidente il sorgere di un possibileconflitto di interessi.I Giudici Tutelari, tuttavia, adottano due differenti prassi:1) o escludono in toto la nomina dei servizi pubblici che hanno incura o in carico il beneficiario;2) o nominano, all’interno del servizio, operatori diversi da quelliche stanno direttamente seguendo il beneficiando.Rientrano, comunque, tra i possibili amministratori anche i legalirappresentanti delle fondazioni e delle associazioni dotate dipersonalità giuridica, ma anche quelle prive di tale riconoscimento.Si tratta, infatti, di soggetti tutti aventi natura non lucrativa checonsente di conferire allufficio contenuti conformi ai principi disolidarietà che si intendono privilegiare.In generale il Giudice Tutelare, dopo attenta analisi (riguardantelinfermità o la menomazione fisica o psichica del beneficiario, lesue capacità, la sua situazione familiare e sociale, il rapporto conservizi, nonché indicazione del possibile amministratore di sostegnoe la valutazione degli atti che questi dovrà compiere in assistenzadel beneficiario nonché di quelli che dovrà compiere al posto delbeneficiario), nel rispetto dell’esigenza di cura e valorizzazione www.avvocatogratis.com 34
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________della persona e della volontà di quest’ultima, ove consapevole,provvederà alla nomina della persona più adeguata a tutelare, conla minore limitazione possibile della capacità di agire, ilbeneficiario.■ Quali sono gli effetti dellamministrazione di sostegno sulbeneficiario e i poteri dellADS?Gli effetti dellamministrazione di sostegno, e conseguentemente ipoteri dell’amministratore, si ricavano dal contenuto del decreto dinomina e da successive eventuali modifiche del contenutomedesimo o autorizzazioni del Giudice Tutelare.L’amministratore di sostegno può avere poteri di assistenza delbeneficiario o agire in sua sostituzione.Ai sensi dell’art. 409 cod. civ., infatti, “Il beneficiario conserva lacapacità di agire per tutti gli atti che non richiedono larappresentanza esclusiva o lassistenza necessariadellamministratore di sostegno.Il beneficiario dellamministrazione di sostegno può in ogni casocompiere gli atti necessari a soddisfare le esigenze della propriavita quotidiana".Il beneficiario dellamministrazione di sostegno, pertanto, èpienamente capace nellesercizio dei suoi diritti per tutti gli atti dinatura personale e, per la gran parte di quelli di naturapatrimoniale, è un soggetto uguale ad ogni altro. Sarà, pertanto,anche capace di disporre dei diritti su cui fosse sorta controversia,ai sensi dellart. 1966 (capacità di transigere e disponibilità deidiritti), tutte le volte in cui nellarea della sua incapacità non siano www.avvocatogratis.com 35
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________da comprendersi gli atti relativi ai suddetti diritti; sarà altresìcapace di contrattare ai sensi dellart. 2029 qualora laffare geritonon rientri nelloggetto dellamministrazione.La sua capacità viene limitata solo nella misura in cui il giudiceabbia ritenuto opportuno farlo stabilendo nel decreto che alcuni attidebbano essere compiuti con lassistenza dellamministratoreovvero attribuendo direttamente allamministratore di sostegno ilpotere di compiere gli stessi in nome e per conto della personadisabile.In questultima ipotesi poi possono distinguersi due ulteriori casi:1) gli atti di ordinaria amministrazione (ad es. lacquisto di benimobili) per il compimento dei quali lamministratore può agiresenza preventiva autorizzazione del giudice (a meno che questi neldecreto non ne abbia stabilito la necessità);2) gli atti di straordinaria amministrazione (ad es. lassunzione diunipoteca, lalienazione o lacquisto di un bene immobile, agire ingiudizio), per il compimento dei quali lamministratore deve essereautorizzato con decreto dal giudice tutelare.– Gli atti che lamministratore di sostegno può compiere inrappresentanza (e quindi in nome e per conto del beneficiario)saranno preclusi al beneficiario.– Gli atti che lamministratore di sostegno può compiere inassistenza del beneficiario (e quindi insieme al beneficiario) siperfezionano solo con lintervento sia del beneficiario, siadellamministratore di sostegno.– I rimanenti atti restano nella sfera di azione del beneficiario cheper stessi manterrà la completa capacità di agire.– Il beneficiario, indipendentemente dalle previsioni del decreto di www.avvocatogratis.com 36
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________nomina, può compiere gli atti necessari a soddisfare le esigenzedella propria vita quotidiana.■ Quali sono i doveri dell’amministratore di sostegno?I doveri sono cristallizzati nellart. 410 del codice civile: "Nellosvolgimento dei suoi compiti lamministratore di sostegno devetener conto dei bisogni e delle aspirazioni del beneficiario.Lamministratore di sostegno deve tempestivamente informare ilbeneficiario circa gli atti da compiere nonché il giudice tutelare incaso di dissenso con il beneficiario stesso. In caso di contrasto, discelte o di atti dannosi ovvero di negligenza nel perseguirelinteresse o nel soddisfare i bisogni o le richieste del beneficiario,questi, il pubblico ministero o gli altri soggetti di cui allarticolo 406possono ricorrere al giudice tutelare, che adotta con decretomotivato gli opportuni provvedimenti.Lamministratore di sostegno non e tenuto a continuare nellosvolgimento dei suoi compiti oltre dieci anni, ad eccezione dei casiin cui tale incarico e rivestito dal coniuge, dalla personastabilmente convivente, dagli ascendenti o dai discendenti".Il nuovo testo normativo ha previsto espressamente che nellosvolgimento del suo ufficio lamministratore debba tener conto deibisogni e delle aspirazioni del beneficiario. Il riferimento ancora unavolta prova la particolarità di questo istituto di protezione generale.La norma si ricollega allart. 408, 1° co. e costituisce un validoesempio di cosa si debba intendere per «rispetto della dignità dellapersona» segnando il passaggio dalle forme di tutela della famigliae del patrimonio a quelle di protezione della persona inferma di www.avvocatogratis.com 37
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________mente.Riguardo ai doveri di informazione è previsto che lamministratoreinformi tempestivamente il beneficiario degli atti da compiere, chegli trasmetta il rendiconto annuale di cui allart. 380 (richiamatodallart. 411) e che metta a conoscenza il giudice in caso didissenso con il beneficiario.Il rifiuto ingiustificato di compiere un atto può essere fonte diresponsabilità per lamministratore, come gli può derivareresponsabilità se presta con leggerezza lassenso al compimento diun atto le cui conseguenze dannose per il beneficiario erano da luiconosciute o conoscibili.In caso di contrasto, di scelte o di atti dannosi o di negligenza nelperseguire linteresse o nel soddisfare i bisogni del beneficiario, ilGiudice Tutelare può adottare con decreto motivato gli opportuniprovvedimenti.Il Giudice potrebbe così decidere di revocare lamministratore esostituirlo con altro idoneo (art. 413), di nominare un curatorespeciale per il compimento di quella determinata operazione ovverodi autorizzare lamministratore in conflitto fissando precisecondizioni. Potrebbe anche convocare, ai sensi dellart. 44 disp.att., lamministratore, chiedergli chiarimenti sul suo contegno eevitare di prendere i predetti provvedimenti se lamministratore siuniforma alle indicazioni del giudice.Le prime due soluzioni (sostituzione e curatore speciale)potrebbero essere adottate anche nel caso in cui lamministratoresi trovasse impedito temporaneamente ad assolvere ai relativicompiti.Se, invece, il suo impedimento fosse definitivo va attivata la revoca www.avvocatogratis.com 38
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________di cui allart. 413 e, nelle more, in caso di urgenza, si applica lart.410.Lamministratore è tenuto periodicamente sia a rendere conto dellosvolgimento della propria attività di sostegno, sia ad aggiornare ilgiudice sulle condizioni di vita personale e sociale del beneficiario.L’amministratore di sostegno deve, al momento dell’assunzionedell’incarico, prestare giuramento di fedeltà e diligenza nellosvolgimento dell’incarico; non è tenuto invece alla redazionedell’inventario dei beni del beneficiario anche se, talvolta, i GiudiciTutelari richiedono che svolga tale incombenza.Lamministratore di sostegno è tenuto a continuare nellosvolgimento dei suoi compiti per almeno dieci anni (sel’amministratore di sostegno è coniuge, convivente, ascendente odiscendente del beneficiario anche oltre i dieci anni).■ Possono essere annullati gli atti compiuti dal beneficiarioo dall’ADS?Si. A mente dellart. 412 c.c.: “Gli atti compiuti dall’amministratoredi sostegno in violazione di disposizioni di legge, od in eccessorispetto all’oggetto dell’incarico o ai poteri conferitigli dal giudice,possono essere annullati su istanza dell’amministratore disostegno, del pubblico ministero, del beneficiario o dei suoi eredied aventi causa. Possono essere parimenti annullati su istanzadell’amministratore di sostegno, del beneficiario, o dei suoi eredied aventi causa, gli atti compiuti personalmente dal beneficiario inviolazione delle disposizioni di legge o di quelle contenute neldecreto che istituisce l’amministrazione di sostegno. Le azioni www.avvocatogratis.com 39
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________relative si prescrivono nel termine di cinque anni. Il terminedecorre dal momento in cui è cessato lo stato di sottoposizioneall’amministrazione di sostegno”.■ Quando cessa o può essere sostituito lamministrazione disostegno?Lart. 413 c.c. stabilisce che: "Quando il beneficiario,lamministratore di sostegno, il pubblico ministero o taluno deisoggetti di cui allarticolo 406, ritengono che si siano determinati ipresupposti per la cessazione dellamministrazione di sostegno, oper la sostituzione dellamministratore, rivolgono istanza motivataal giudice tutelare. Listanza e comunicata al beneficiario edallamministratore di sostegno. Il giudice tutelare provvede condecreto motivato, acquisite le necessarie informazioni e disposti gliopportuni mezzi istruttori”.Come sopra, in presenza dei requisiti reddituali e soggettivi,questaattività può essere assistita con il Patrocinio a spese dello Stato.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultaregratis la “Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.■ E’ previsto un compenso per lamministratore di sostegno?L’amministratore di sostegno non può percepire un compenso perl’incarico: può essergli riconosciuti solo un rimborso delle spese e,eventualmente, un equo indennizzo stabilito dal Giudice Tutelare inrelazione al tipo di attività prestata. www.avvocatogratis.com 40
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________■ Sono valide le disposizioni testamentarie in favoredell’ADS?Art. 411 c.c. "...Sono in ogni caso valide le disposizionitestamentarie e le convenzioni in favore dellamministratore disostegno che sia parente entro il quarto grado del beneficiario,ovvero che sia coniuge o persona che sia stata chiamata allafunzione in quanto con lui stabilmente convivente.”7. IL PROCEDIMENTO DI NOMINADELL’AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO■ Come si ottiene la nomina di un amministratore disostegno?Si ottiene presentando un ricorso al Giudice Tutelare del luogo incui il beneficiario ha la residenza o il domicilio che, ai sensi dellart.407 cod. civ., deve contenere le seguenti indicazioni:- le generalità del beneficiario e la sua dimora abituale;- le ragioni per cui si richiede la nomina dellamministratore disostegno;- il nominativo e domicilio, se conosciuti dal ricorrente, del coniugedel beneficiario, dei discendenti e degli ascendenti del beneficiario,dei fratelli del beneficiario e dei conviventi del beneficiario e ognialtra indicazione utile a fornire al Giudice Tutelare un quadro il piùpossibile completo della situazione del beneficiario.Le indicazioni - come sopra accennato - dovranno riguardare: iltipo di infermità o di menomazione fisica o psichica del beneficiario, www.avvocatogratis.com 41
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________le sue capacità, la sua situazione familiare, lavorativa, sociale,rispetto ai servizi, lindicazione del possibile amministratore disostegno e le motivazioni poste a fondamento della possibile scelta,le ragioni della richiesta di nomina di amministratore di sostegno;lindicazione degli atti che lamministratore di sostegno dovràcompiere in assistenza del beneficiario e di quelli chel’amministratore di sostegno dovrà compiere al posto delbeneficiario.Lelemento centrale del ricorso sono proprio tali indicazioni(petitum). Deve però precisarsi che, trattandosi di procedimento divolontaria giurisdizione, lesposizione dei fatti, la precisazione delladomanda e lonere della prova non assumono lo stesso rilievo cherivestono nel procedimento contenzioso.In sostanza, anche una domanda non precisa può essere idonea amettere in moto il procedimento: il Giudice, infatti, avvalendosi deipropri poteri istruttori potrà precisare il contenuto della domanda,chiedere lintegrazione degli elementi mancanti e procedere, anchedufficio, allassunzione di ulteriori mezzi di prova (Santarcangelo,La volontaria giurisdizione, I, 2a ed., Milano, 2003, 54).Tuttavia se il ricorso è puntuale e chiaro il Giudice Tutelare disporràsubito gli ulteriori eventuali accertamenti da attivare (ad esempio,chiarimenti dai servizi sociali e sanitari, dal beneficiario e dai suoiparenti, accertamenti patrimoniali, ecc…).Il ricorrente può sempre farsi assistere da un avvocato oppure, intaluni frangenti, può partecipare da solo al giudizio.La Suprema Corte (Cass. 25366/2006) afferma che il procedimentoper la nomina dell’amministratore di sostegno, il quale si distingue,per natura, struttura e funzione, dalle procedure di interdizione e di www.avvocatogratis.com 42
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________inabilitazione, non richiede ex lege il ministero del difensore(ovvero dell’avvocato) ma questo diventa invece necessario ogniqualvolta il decreto che il giudice ritenga di emettere, sia o noncorrispondente alla richiesta dell’interessato o incida sui dirittifondamentali della persona.Ciò accade quando nel provvedimento di ammissioneall’amministrazione di sostegno vi è la previsione di effetti,limitazioni o decadenze analoghi a quelli previsti da disposizioni dilegge per l’interdetto o l’inabilitato, per ciò stesso incontrando illimite del rispetto dei principi costituzionali in materia di diritto didifesa e del contraddittorio. (Cassazione con rinvio, App. Venezia, 2Febbraio 2006).Ogni qual volta non vi sia conflittualità nella richiesta o la nominaabbia a svolgere una semplice attività di cosidetta ordinariaamministrazione si potrà quindi soprassedere al patrocinio di unlegale, necessario invece in tutti gli altri casi.Ogni qual volta sia necessaria lassistenza di un avvocato perpresentare il ricorso per la nomina di un amministratore disostegno, sussistendone i requisiti reddituali, si può sempre essereassistiti gratuitamente con il Patrocinio a spese dello Stato.Se vuoi scaricare subito, in formato E- book (PDF), e consultaregratis la “Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI.■ Cosa accade dopo il deposito del ricorso presso lacancelleria del Giudice Tutelare competente per territorio?Il Giudice tutelare, letto il ricorso, fissa con decreto la datadelludienza in cui deve, ai sensi dellart. 407 c.c., sentirepersonalmente la persona da sottoporre ad amministrazione di www.avvocatogratis.com 43
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________sostegno recandosi, ove occorra, nel luogo in cui si trova "e devetener conto, compatibilmente con gli interessi e le esigenze diprotezione della persona, dei bisogni e delle richieste di questa".Il decreto, oltre la data delludienza, normalmente contienelindicazione dellobbligo di notificare il ricorso e il decreto difissazione dell’udienza al beneficiario, ai parenti entro il quartogrado e agli affini entro il secondo grado.Lobbligo di notifica può gravare, a seconda della prassi adottatadal Tribunale di competenza, sulla parte ricorrente, oppure sullacancelleria del Giudice Tutelare. Il Giudice, dopo avere sentito ilbeneficiario, assunte le necessarie informazioni e sentiti, se loritiene opportuno, i soggetti di cui allart. 406 cod. civ. (coniuge,persona stabilmente convivente, parenti entro il quarto grado,affini entro il secondo grado, tutore, curatore), provvede sul ricorsoemettendo un decreto motivato, entro 60 giorni dalla presentazionedella richiesta.■ Quali sono i poteri del Giudice Tutelare, riguardo allanomina dell’ADS?Il Giudice Tutelare può disporre, anche dufficio, gli accertamenti dinatura medica e tutti gli altri mezzi istruttori utili ai fini delladecisione; come può in ogni tempo modificare o integrare anchedufficio, le decisioni assunte con il decreto di nominadellamministratore di sostegno (art. 407 cod. civ.).Qualora ne sussista la necessità (art. 405 cod. civ.) il GiudiceTutelare adotta anche dufficio i provvedimenti urgenti per la curadella persona interessata e per la conservazione/amministrazione www.avvocatogratis.com 44
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________del suo patrimonio; può procedere alla nomina di unamministratore di sostegno provvisorio indicando gli atti che èautorizzato a compiere. Il Giudice Tutelare (ai sensi dellart. 44disp. att. cod. civ.) può convocare in ogni momentolamministratore di sostegno per avere informazioni e chiarimentisulla gestione e fornire istruzioni inerenti agli interessi morali epatrimoniali del beneficiario.Il Giudice Tutelare può rigettare, con decreto motivato, la richiestadi nomina dellamministratore di sostegno rimettendo il fascicolo alPubblico Ministero per la promozione del giudizio di interdizioneinabilitazione.■ Nel Procedimento di nomina interviene anche il PubblicoMinistero?Si. Interviene sempre il Pubblico Ministero.Lart. 70, 1° co., n. 1 c.p.c. prevede, infatti, che il P.M. debbaintervenire, a pena di nullità rilevabile dufficio, nelle cause che eglistesso può proporre e tra i legittimati allazione per la nominadellamministratore di sostegno vè il appunto il P.M. .■ Cosa è contenuto nel Decreto di Nominadell’amministratore di sostegno?Nel decreto di nomina sono riportate:a) le generalità della persona beneficiaria e dellamministratore disostegno;b) la durata dellincarico, che può essere anche a tempo www.avvocatogratis.com 45
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________indeterminato;c) loggetto dellincarico e gli atti che lamministratore di sostegnoha il potere di compiere in nome e per conto del beneficiario;d) gli atti che il beneficiario può compiere solo con lassistenzadellamministratore di sostegno;e) i limiti di spesa di cui lamministratore di sostegno può disporreprelevando somme di cui il beneficiario ha o può avere ladisponibilità;f) la periodicità con cui lamministratore di sostegno deve riferire algiudice circa lattività svolta e le condizioni di vita del beneficiario.■ Viene data pubblicità alla nomina dell’amministratore disostegno?Si. Ai sensi dellart. 405 cod. civ. il decreto di aperturadellamministrazione di sostegno e il quello di chiusura devonoessere comunicati, entro dieci giorni, allufficiale di stato civile perle annotazioni in margine allatto di nascita.Presso lufficio del Giudice Tutelare, oltre ai registri delle tutele deiminori e degli interdetti e delle curatele degli inabilitati, è tenuto unregistro delle amministrazioni di sostegno. Il decreto con idati personali relativi allamministratore e al beneficiario, nonché ilprogetto personalizzato degli atti che il beneficiario può compiereda solo o con lassistenza dellamministratore e quelli che puòcompiere solo lamministratore in rappresentanzadellamministrato, deve essere immediatamente pubblicizzato nelregistro delle amministrazioni di sostegno così da consentire al www.avvocatogratis.com 46
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________beneficiario di conoscere quale sia la sua effettiva capacità dicompiere atti giuridici e quella dellamministratore. Ciò garantiscelinteresse dei terzi alla sicurezza e alla validità dei negozi giuridici.Tale forma di pubblicità ha carattere di pubblicità-notizia poiché lasua omissione non incide sullefficacia del provvedimento giudiziale(Forchielli, Dellinfermità di mente, dellinterdizione edellinabilitazione, in Comm. Scialoja, Branca, Bologna-Roma,1979, 401).■ Il Giudice Tutelare può assumere provvedimenti urgenti?A mente dellart. 405 c.c.: "Qualora ne sussista la necessità ilgiudice tutelare adotta anche dufficio provvedimenti urgenti per lacura della persona interessata e per la conservazione elamministrazione del suo patrimonio. Può procedere alla nomina diun amministratore di sostegno provvisorio indicando gli atti che èautorizzato a compiere".■ Quali sono i costi del procedimento di nominadell’amministratore di sostegno?Il procedimento è esente dal pagamento del contributo unificato edalle spese di registrazione degli atti; al momento del deposito delricorso presso la cancelleria del Giudice tutelare occorre soloapplicare una marca da bollo € 8,00; www.avvocatogratis.com 47
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________■ Quali sono le norme sullinterdizione e linabilitazioneapplicabili, in quanto compatibili, all’amministratore disostegno?Art. 411. - (Norme applicabili allamministrazione di sostegno). - Siapplicano allamministratore di sostegno, in quanto compatibili, ledisposizioni di cui agli articoli da 349 a 353 e da 374 a 388. Iprovvedimenti di cui agli articoli 375 e 376 sono emessi dal giudicetutelare.Allamministratore di sostegno si applicano altresì, in quantocompatibili, le disposizioni degli articoli 596, 599 e 779. Sono inogni caso valide le disposizioni testamentarie e le convenzioni infavore dellamministratore di sostegno che sia parente entro ilquarto grado del beneficiario, ovvero che sia coniuge o personache sia stata chiamata alla funzione in quanto con lui stabilmenteconvivente.Il giudice tutelare, nel provvedimento con il quale nominalamministratore di sostegno, o successivamente, può disporre chedeterminati effetti, limitazioni o decadenze, previsti da disposizionidi legge per linterdetto o linabilitato, si estendano al beneficiariodellamministrazione di sostegno, avuto riguardo allinteresse delmedesimo ed a quello tutelato dalle predette disposizioni. Ilprovvedimento è assunto con decreto motivato a seguito di ricorsoche può essere presentato anche dal beneficiario direttamente. www.avvocatogratis.com 48
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________APPENDICE NORMATIVALegge 09-01-2004, n. 6 Introduzione nel libro primo, titoloXII, del codice civile del capo I, relativo allistituzionedellamministrazione di sostegno e modifica degli articoli388, 414, 417, 418, 424, 426, 427 e 429 del codice civile inmateria di interdizioni e di inabilitazione, nonché relativenorme di attuazione, di coordinamento e finali.PreamboloLa Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hannoapprovato:IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICAPromulga la seguente legge:Capo IFINALITA DELLA LEGGEArt. 1.1. La presente legge ha la finalità di tutelare, con la minorelimitazione possibile della capacità di agire, le persone prive intutto o in parte di autonomia nellespletamento delle funzioni dellavita quotidiana, mediante interventi di sostegno temporaneo opermanente.Capo IIMODIFICHE AL CODICE CIVILEArt. 2.1. La rubrica del titolo XII del libro primo del codice civile èsostituita dalla seguente: «Delle misure di protezione delle persone www.avvocatogratis.com 49
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________prive in tutto od in parte di autonomia».Art. 3.1. Nel titolo XII del libro primo del codice civile, è premesso ilseguente capo:«Capo I. - Dellamministrazione di sostegno.Art. 404. - (Amministrazione di sostegno). - La persona che, pereffetto di una infermità ovvero di una menomazione fisica opsichica, si trova nella impossibilità, anche parziale o temporanea,di provvedere ai propri interessi, può essere assistita da unamministratore di sostegno, nominato dal giudice tutelare del luogoin cui questa ha la residenza o il domicilio.Art. 405. - (Decreto di nomina dellamministratore di sostegno.Durata dellincarico e relativa pubblicità). - Il giudice tutelareprovvede entro sessanta giorni dalla data di presentazione dellarichiesta alla nomina dellamministratore di sostegno con decretomotivato immediatamente esecutivo, su ricorso di uno dei soggettiindicati nellarticolo 406.Il decreto che riguarda un minore non emancipato può essereemesso solo nellultimo anno della sua minore età e diventaesecutivo a decorrere dal momento in cui la maggiore età èraggiunta.Se linteressato è un interdetto o un inabilitato, il decreto èesecutivo dalla pubblicazione della sentenza di revocadellinterdizione o dellinabilitazione.Qualora ne sussista la necessità, il giudice tutelare adotta anchedufficio i provvedimenti urgenti per la cura della persona www.avvocatogratis.com 50
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________interessata e per la conservazione e lamministrazione del suopatrimonio. Può procedere alla nomina di un amministratore disostegno provvisorio indicando gli atti che è autorizzato acompiere.Il decreto di nomina dellamministratore di sostegno devecontenere lindicazione:1) delle generalità della persona beneficiaria e dellamministratoredi sostegno;2) della durata dellincarico, che può essere anche a tempoindeterminato;3) delloggetto dellincarico e degli atti che lamministratore disostegno ha il potere di compiere in nome e per conto delbeneficiario;4) degli atti che il beneficiario può compiere solo con lassistenzadellamministratore di sostegno;5) dei limiti, anche periodici, delle spese che lamministratore disostegno può sostenere con utilizzo delle somme di cui ilbeneficiario ha o può avere la disponibilità;6) della periodicità con cui lamministratore di sostegno deveriferire al giudice circa lattività svolta e le condizioni di vitapersonale e sociale del beneficiario.Se la durata dellincarico è a tempo determinato, il giudice tutelarepuò prorogarlo con decreto motivato pronunciato anche dufficioprima della scadenza del termine.Il decreto di apertura dellamministrazione di sostegno, il decreto dichiusura ed ogni altro provvedimento assunto dal giudice tutelare www.avvocatogratis.com 51
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________nel corso dellamministrazione di sostegno devono essereimmediatamente annotati a cura del cancelliere nellappositoregistro.Il decreto di apertura dellamministrazione di sostegno e il decretodi chiusura devono essere comunicati, entro dieci giorni, allufficialedello stato civile per le annotazioni in margine allatto di nascita delbeneficiario. Se la durata dellincarico è a tempo determinato, leannotazioni devono essere cancellate alla scadenza del termineindicato nel decreto di apertura o in quello eventuale di proroga.Art. 406. - (Soggetti). - Il ricorso per listituzionedellamministrazione di sostegno può essere proposto dallo stessosoggetto beneficiario, anche se minore, interdetto o inabilitato,ovvero da uno dei soggetti indicati nellarticolo 417.Se il ricorso concerne persona interdetta o inabilitata il medesimo èpresentato congiuntamente allistanza di revoca dellinterdizione odellinabilitazione davanti al giudice competente per questultima.I responsabili dei servizi sanitari e sociali direttamente impegnatinella cura e assistenza della persona, ove a conoscenza di fatti talida rendere opportuna lapertura del procedimento diamministrazione di sostegno, sono tenuti a proporre al giudicetutelare il ricorso di cui allarticolo 407 o a fornirne comunquenotizia al pubblico ministero.Art. 407. - (Procedimento). - Il ricorso per listituzionedellamministrazione di sostegno deve indicare le generalità delbeneficiario, la sua dimora abituale, le ragioni per cui si richiede lanomina dellamministratore di sostegno, il nominativo ed ildomicilio, se conosciuti dal ricorrente, del coniuge, dei discendenti, www.avvocatogratis.com 52
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________degli ascendenti, dei fratelli e dei conviventi del beneficiario.Il giudice tutelare deve sentire personalmente la persona cui ilprocedimento si riferisce recandosi, ove occorra, nel luogo in cuiquesta si trova e deve tener conto, compatibilmente con gliinteressi e le esigenze di protezione della persona, dei bisogni edelle richieste di questa.Il giudice tutelare provvede, assunte le necessarie informazioni esentiti i soggetti di cui allarticolo 406; in caso di mancatacomparizione provvede comunque sul ricorso. Dispone altresì,anche dufficio, gli accertamenti di natura medica e tutti gli altrimezzi istruttori utili ai fini della decisione.Il giudice tutelare può, in ogni tempo, modificare o integrare,anche dufficio, le decisioni assunte con il decreto di nominadellamministratore di sostegno.In ogni caso, nel procedimento di nomina dellamministratore disostegno interviene il pubblico ministero.Art. 408. - (Scelta dellamministratore di sostegno). - La sceltadellamministratore di sostegno avviene con esclusivo riguardo allacura ed agli interessi della persona del beneficiario.Lamministratore di sostegno può essere designato dallo stessointeressato, in previsione della propria eventuale futura incapacità,mediante atto pubblico o scrittura privata autenticata. Inmancanza, ovvero in presenza di gravi motivi, il giudice tutelarepuò designare con decreto motivato un amministratore di sostegnodiverso. Nella scelta, il giudice tutelare preferisce, ove possibile, ilconiuge che non sia separato legalmente, la persona stabilmenteconvivente, il padre, la madre, il figlio o il fratello o la sorella, il www.avvocatogratis.com 53
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________parente entro il quarto grado ovvero il soggetto designato dalgenitore superstite con testamento, atto pubblico o scritturaprivata autenticata.Le designazioni di cui al primo comma possono essere revocatedallautore con le stesse forme.Non possono ricoprire le funzioni di amministratore di sostegno glioperatori dei servizi pubblici o privati che hanno in cura o in caricoil beneficiario.Il giudice tutelare, quando ne ravvisa lopportunità, e nel caso didesignazione dellinteressato quando ricorrano gravi motivi, puòchiamare allincarico di amministratore di sostegno anche altrapersona idonea, ovvero uno dei soggetti di cui al titolo II al cuilegale rappresentante ovvero alla persona che questi ha facoltà didelegare con atto depositato presso lufficio del giudice tutelare,competono tutti i doveri e tutte le facoltà previste nel presentecapo.Art. 409. - (Effetti dellamministrazione di sostegno). - Ilbeneficiario conserva la capacità di agire per tutti gli atti che nonrichiedono la rappresentanza esclusiva o lassistenza necessariadellamministratore di sostegno.Il beneficiario dellamministrazione di sostegno può in ogni casocompiere gli atti necessari a soddisfare le esigenze della propriavita quotidiana.Art. 410. - (Doveri dellamministratore di sostegno). - Nellosvolgimento dei suoi compiti lamministratore di sostegno devetener conto dei bisogni e delle aspirazioni del beneficiario. www.avvocatogratis.com 54
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________Lamministratore di sostegno deve tempestivamente informare ilbeneficiario circa gli atti da compiere nonché il giudice tutelare incaso di dissenso con il beneficiario stesso. In caso di contrasto, discelte o di atti dannosi ovvero di negligenza nel perseguirelinteresse o nel soddisfare i bisogni o le richieste del beneficiario,questi, il pubblico ministero o gli altri soggetti di cui allarticolo 406possono ricorrere al giudice tutelare, che adotta con decretomotivato gli opportuni provvedimenti.Lamministratore di sostegno non è tenuto a continuare nellosvolgimento dei suoi compiti oltre dieci anni, ad eccezione dei casiin cui tale incarico è rivestito dal coniuge, dalla personastabilmente convivente, dagli ascendenti o dai discendenti.Art. 411. - (Norme applicabili allamministrazione di sostegno). - Siapplicano allamministratore di sostegno, in quanto compatibili, ledisposizioni di cui agli articoli da 349 a 353 e da 374 a 388. Iprovvedimenti di cui agli articoli 375 e 376 sono emessi dal giudicetutelare.Allamministratore di sostegno si applicano altresì, in quantocompatibili, le disposizioni degli articoli 596, 599 e 779.Sono in ogni caso valide le disposizioni testamentarie e leconvenzioni in favore dellamministratore di sostegno che siaparente entro il quarto grado del beneficiario, ovvero che siaconiuge o persona che sia stata chiamata alla funzione in quantocon lui stabilmente convivente.Il giudice tutelare, nel provvedimento con il quale nominalamministratore di sostegno, o successivamente, può disporre chedeterminati effetti, limitazioni o decadenze, previsti da disposizioni www.avvocatogratis.com 55
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________di legge per linterdetto o linabilitato, si estendano al beneficiariodellamministrazione di sostegno, avuto riguardo allinteresse delmedesimo ed a quello tutelato dalle predette disposizioni. Ilprovvedimento è assunto con decreto motivato a seguito di ricorsoche può essere presentato anche dal beneficiario direttamente.Art. 412. - (Atti compiuti dal beneficiario o dallamministratore disostegno in violazione di norme di legge o delle disposizioni delgiudice). - Gli atti compiuti dallamministratore di sostegno inviolazione di disposizioni di legge, od in eccesso rispetto alloggettodellincarico o ai poteri conferitigli dal giudice, possono essereannullati su istanza dellamministratore di sostegno, del pubblicoministero, del beneficiario o dei suoi eredi ed aventi causa.Possono essere parimenti annullati su istanza dellamministratoredi sostegno, del beneficiario, o dei suoi eredi ed aventi causa, gliatti compiuti personalmente dal beneficiario in violazione delledisposizioni di legge o di quelle contenute nel decreto che istituiscelamministrazione di sostegno.Le azioni relative si prescrivono nel termine di cinque anni. Iltermine decorre dal momento in cui è cessato lo stato disottoposizione allamministrazione di sostegno.Art. 413. - (Revoca dellamministrazione di sostegno). - Quando ilbeneficiario, lamministratore di sostegno, il pubblico ministero otaluno dei soggetti di cui allarticolo 406, ritengono che si sianodeterminati i presupposti per la cessazione dellamministrazione disostegno, o per la sostituzione dellamministratore, rivolgonoistanza motivata al giudice tutelare.Listanza è comunicata al beneficiario ed allamministratore di www.avvocatogratis.com 56
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________sostegno.Il giudice tutelare provvede con decreto motivato, acquisite lenecessarie informazioni e disposti gli opportuni mezzi istruttori.Il giudice tutelare provvede altresì, anche dufficio, alladichiarazione di cessazione dellamministrazione di sostegnoquando questa si sia rivelata inidonea a realizzare la piena tuteladel beneficiario. In tale ipotesi, se ritiene che si debba promuoveregiudizio di interdizione o di inabilitazione, ne informa il pubblicoministero, affinché vi provveda. In questo caso lamministrazione disostegno cessa con la nomina del tutore o del curatore provvisorioai sensi dellarticolo 419, ovvero con la dichiarazione di interdizioneo di inabilitazione».2. Allarticolo 388 del codice civile le parole: «primadellapprovazione» sono sostituite dalle seguenti: «prima che siadecorso un anno dallapprovazione».3. Dallapplicazione della disposizione di cui allarticolo 408 delcodice civile, introdotto dal comma 1, non possono derivare nuovi omaggiori oneri a carico del bilancio dello Stato.Art. 4.1. Nel titolo XII del libro primo del codice civile, prima dellarticolo414 sono inserite le seguenti parole:«Capo II. - Della interdizione, della inabilitazione e della incapacitànaturale».2. Larticolo 414 del codice civile è sostituito dal seguente:«Art. 414. - (Persone che possono essere interdette). - Il maggioredi età e il minore emancipato, i quali si trovano in condizioni di www.avvocatogratis.com 57
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________abituale infermità di mente che li rende incapaci di provvedere aipropri interessi, sono interdetti quando ciò è necessario perassicurare la loro adeguata protezione».Art. 5.1. Nel primo comma dellarticolo 417 del codice civile, le parole:«possono essere promosse dal coniuge» sono sostituite dalleseguenti: «possono essere promosse dalle persone indicate negliarticoli 414 e 415, dal coniuge, dalla persona stabilmenteconvivente»Art. 6.1. Allarticolo 418 del codice civile è aggiunto, in fine, il seguentecomma:«Se nel corso del giudizio di interdizione o di inabilitazione appareopportuno applicare lamministrazione di sostegno, il giudice,dufficio o ad istanza di parte, dispone la trasmissione delprocedimento al giudice tutelare. In tal caso il giudice competenteper linterdizione o per linabilitazione può adottare i provvedimentiurgenti di cui al quarto comma dellarticolo 405»Art. 7.1. Il terzo comma dellarticolo 424 del codice civile è sostituito dalseguente:«Nella scelta del tutore dellinterdetto e del curatore dellinabilitatoil giudice tutelare individua di preferenza la persona più idoneaallincarico tra i soggetti, e con i criteri, indicati nellarticolo 408».Art. 8.1. Allarticolo 426 del codice civile, al primo comma, dopo le www.avvocatogratis.com 58
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________parole: «del coniuge,» sono inserite le seguenti: «della personastabilmente convivente,»Art. 9.1. Allarticolo 427 del codice civile, al primo comma è premesso ilseguente:"«Nella sentenza che pronuncia linterdizione o linabilitazione, o insuccessivi provvedimenti dellautorità giudiziaria, può stabilirsi chetaluni atti di ordinaria amministrazione possano essere compiutidallinterdetto senza lintervento ovvero con lassistenza del tutore,o che taluni atti eccedenti lordinaria amministrazione possanoessere compiuti dallinabilitato senza lassistenza del curatore».Art. 10.1. Allarticolo 429 del codice civile è aggiunto, in fine, il seguentecomma:«Se nel corso del giudizio per la revoca dellinterdizione odellinabilitazione appare opportuno che, successivamente allarevoca, il soggetto sia assistito dallamministratore di sostegno, iltribunale, dufficio o ad istanza di parte, dispone la trasmissionedegli atti al giudice tutelare».Art. 11.1. Larticolo 39 delle disposizioni per lattuazione del codice civile edisposizioni transitorie, approvate con regio decreto 30 marzo1942, n. 318, è abrogato.Capo IIINORME DI ATTUAZIONE, DI COORDINAMENTO E FINALI www.avvocatogratis.com 59
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________Art. 12.1. Larticolo 44 delle disposizioni per lattuazione del codice civile edisposizioni transitorie, approvate con regio decreto 30 marzo1942, n. 318, è sostituito dal seguente:«Art. 44. Il giudice tutelare può convocare in qualunque momentoil tutore, il protutore, il curatore e lamministratore di sostegno alloscopo di chiedere informazioni, chiarimenti e notizie sulla gestionedella tutela, della curatela o dellamministrazione di sostegno, e didare istruzioni inerenti agli interessi morali e patrimoniali delminore o del beneficiario».Art. 13.1. Dopo larticolo 46 delle disposizioni per lattuazione del codicecivile e disposizioni transitorie, approvate con regio decreto 30marzo 1942, n. 318, è inserito il seguente:«Art. 46-bis. Gli atti e i provvedimenti relativi ai procedimentiprevisti dal titolo XII del libro primo del codice non sono soggettiallobbligo di registrazione e sono esenti dal contributo unificatoprevisto dallarticolo 9 del testo unico delle disposizioni legislative eregolamentari in materia di spese di giustizia, di cui al decreto delPresidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115».2. Allonere derivante dallattuazione del presente articolo, valutatoin euro 4.244.970 a decorrere dallanno 2003, si provvedemediante corrispondente riduzione dello stanziamento iscritto, aifini del bilancio triennale 2003-2005, nellambito dellunitàprevisionale di base di parte corrente "Fondo speciale" dello statodi previsione del Ministero delleconomia e delle finanze per lanno2003, allo scopo parzialmente utilizzando laccantonamento relativo www.avvocatogratis.com 60
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________al Ministero della giustizia.3. Il Ministro delleconomia e delle finanze è autorizzato adapportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.Art. 14.1. Larticolo 47 delle disposizioni per lattuazione del codice civile edisposizioni transitorie, approvate con regio decreto 30 marzo1942, n. 318, è sostituito dal seguente:«Art. 47. Presso lufficio del giudice tutelare sono tenuti un registrodelle tutele dei minori e degli interdetti, un registro delle curateledei minori emancipati e degli inabilitati ed un registro delleamministrazioni di sostegno».Art. 15.1. Dopo larticolo 49 delle disposizioni per lattuazione del codicecivile e disposizioni transitorie, approvate con regio decreto 30marzo 1942, n. 318, è inserito il seguente:«Art. 49-bis. Nel registro delle amministrazioni di sostegno, in uncapitolo speciale per ciascuna di esse, si devono annotare a curadel cancelliere:1) la data e gli estremi essenziali del provvedimento che disponelamministrazione di sostegno, e di ogni altro provvedimentoassunto dal giudice nel corso della stessa, compresi quelli emanatiin via durgenza ai sensi dellarticolo 405 del codice;2) le complete generalità della persona beneficiaria;3) le complete generalità dellamministratore di sostegno o dellegale rappresentante del soggetto che svolge la relativa funzione,quando non si tratta di persona fisica; www.avvocatogratis.com 61
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________4) la data e gli estremi essenziali del provvedimento che dispone larevoca o la chiusura dellamministrazione di sostegno».Art. 16.1. Allarticolo 51 del codice di procedura civile, al primo comma, alnumero 5, dopo la parola: «curatore» sono inserite le seguenti: «,amministratore di sostegno».Art. 17.1. Al capo II del titolo II del libro quarto del codice di proceduracivile, nella rubrica, le parole: «e dellinabilitazione» sono sostituitedalle seguenti: «, dellinabilitazione e dellamministrazione disostegno».2. Dopo larticolo 720 del codice di procedura civile è inserito ilseguente:«Art. 720-bis. (Norme applicabili ai procedimenti in materia diamministrazione di sostegno). - Ai procedimenti in materia diamministrazione di sostegno si applicano, in quanto compatibili, ledisposizioni degli articoli 712, 713, 716, 719 e 720.Contro il decreto del giudice tutelare è ammesso reclamo alla cortedappello a norma dellarticolo 739.Contro il decreto della corte dappello pronunciato ai sensi delsecondo comma può essere proposto ricorso per cassazione».Art. 18.1. Allarticolo 3, comma 1, lettera p), del testo unico delledisposizioni legislative e regolamentari in materia di casellariogiudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti dareato e dei relativi carichi pendenti, di cui al decreto del Presidente www.avvocatogratis.com 62
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________della Repubblica 14 novembre 2002, n. 313, sono aggiunte, in fine,le parole: «, nonché i decreti che istituiscono, modificano orevocano lamministrazione di sostegno».2. Allarticolo 24, comma 1, del citato testo unico di cui al decretodel Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n. 313, lalettera m) è sostituita dalla seguente:«m) ai provvedimenti di interdizione, di inabilitazione e relativiallamministrazione di sostegno, quando esse sono state revocate».3. Allarticolo 25, comma 1, lettera m), del citato testo unico di cuial decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n.313, sono aggiunte, in fine, le parole: «, nonché ai decreti cheistituiscono, modificano o revocano lamministrazione di sostegno».4. Allarticolo 26, comma 1, lettera a), del citato testo unico di cuial decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n.313, sono aggiunte, in fine, le parole: «ai decreti che istituiscono omodificano lamministrazione di sostegno, salvo che siano statirevocati;»Art. 19.1. Nellarticolo 92, primo comma, dellordinamento giudiziario,approvato con regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12, dopo leparole: "procedimenti cautelari," sono inserite le seguenti: "aiprocedimenti per ladozione di provvedimenti in materia diamministrazione di sostegno, di interdizione, di inabilitazione, aiprocedimenti".Art. 20.1. La presente legge entra in vigore dopo sessanta giorni dalla data www.avvocatogratis.com 63
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. La presente legge,munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficialedegli atti normativi della Repubblica italiana. E fatto obbligo achiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge delloStato. www.avvocatogratis.com 64
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________Esempio di ricorso per la nomina di un amministratore disostegno: TRIBUNALE ORDINARIO DI VENEZIAUfficio del Giudice Tutelare Ricorso ex art.407 cod. civ. e 720 bis c.p.c. per l’istituzione di amministratore di sostegnoI sottoscritti signori.....................................tutti rappresentati e difesi dall’avvocato ……………………………….. delForo di Venezia, presso di lui domiciliati nello studioin ...........................,in forza di mandato in calce al presente atto Espongono quanto segue.I ricorrenti sono rispettivamente la moglie e i figli del signorPurtroppo, a causa di malattia il signor .................................... èincapace di provvedere ai propri interessi e pertanto, ricorrono ipresupposti legali e l’opportunità concreta di provvedere per ilbeneficiario alla nomina di un amministratore di sostegno.Infatti il signor.................................è affetto da(documentazione medica)Da ultimo si rende noto all’Ufficio che ilsignor .............................dimorato abitualmente in………………………. è impossibilitato a muoversi.Si indica quale opportuno amministratore di sostegno lasignora..................................., qui ricorrente, che già gestiva laordinaria amministrazione per conto del beneficiario stesso primadella sua incapacità. www.avvocatogratis.com 65
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________Tanto premesso i ricorrenti, come sopra rappresentati e difesi,chiedono che il Giudice tutelare, disposti gli eventuali accertamenti vogliadesignare a tutela del beneficiario signor.............................. unamministratore di sostegno nella personadi...............................................Si allegano i seguenti documenti: 1 e 2 (certificato di residenza estato di famiglia); 3 (certificato medico); 4 (stato di famigliaoriginario).Ai sensi dell’art. 10 n.3 del D.P.R. 30 maggio 2002 n.115 ilpresente ricorso è esente dal contributo unificato.San Donà di Piave, liCon osservanza Avvocato .................. ò www.avvocatogratis.com 66
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________Ricordate che, per non commettere errori che complichino lagestione della propria posizione, è bene rivolgersi sempre, e dasubito, al proprio avvocato senza perdere tempo. Avv. Alberto A. Vigani www.avvocatogratis.com 67
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________ www.avvocatogratis.com 68
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________Con questa "guida breve" ognuno potrà avere in sue mani glielementi essenziali della disciplina del dellAmministrazione diSostegno che, nella fase giudiziale più complessa può essereassistita anche con il patrocinio a spese dello Stato.Ti ringraziamo per aver scaricato questo manuale ed aver quindipermesso la diffusione e la conoscenza dellistitutodellAmministrazione di Sostegno e del “Patrocinio a spese delloStato”.Ricorda: prima di iniziare il Tuo procedimento, a patrocinio tecnico,verifica sempre se sei nelle condizioni per avere lammissione albeneficio del gratuito patrocinio per poter scegliere da subito unavvocato abilitato.Per scaricare gratis in formato E- book (PDF) e consultare la“Guida breve al Gratuito Patrocinio” clicca QUI. Avv. Alberto A. Vigani e Associazione ART. 24 COST. www.avvocatogratis.com 69
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________ òPer segnalare eventuali imprecisioni, refusi o suggerire deimiglioramenti, lindirizzo a cui scrivere è info@avvocati.venezia.itSe desideri redistribuire questa guida o citarne alcuni passaggi sultuo sito, Ti preghiamo di indicare come fonte la pagina principale:http://www.avvocatogratis.comhttp://www.amministratoridisostegno.comoppurehttp://www.avvocati.venezia.it Associazione ART. 24 COST. Per la tutela del diritto di difesa www.avvocatogratis.com 70
  • LAMMINISTRATORE DI SOSTEGNO___________________________________________________________________________________________________________________________ Per saperne di più sul Gratuito Patrocinio ora clicca su www.avvocatogratis.com E clicca qui per trovare le altre pubblicazioni della Collana "Le Guide Brevi al Gratuito Patrocinio" www.avvocatogratis.com 71