• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content

Loading…

Flash Player 9 (or above) is needed to view presentations.
We have detected that you do not have it on your computer. To install it, go here.

Like this presentation? Why not share!

Conferenza "New Media & Social Marketing: Dinamiche Sociali per Strategie Innovative" Parte 1

on

  • 1,668 views

Per scaricare questa presentazione, e le altre, andare su http://www.shambix.com/news/post-conferenza-new-media-social-marketing-tutti-i-contenuti/ ...

Per scaricare questa presentazione, e le altre, andare su http://www.shambix.com/news/post-conferenza-new-media-social-marketing-tutti-i-contenuti/

*****************************************************************

Parte 1 - Di Jany Martelli, CEO @ Shambix

******************************************************************

A cura di Shambix, in collaborazione con il Festival della Creatività.

Una conferenza che vuole essere un momento di formazione, spiegazione ed approfondimento di tematiche delle quali si sente spesso parlare, ma delle quali purtroppo non tutti conoscono modalità e benefici, rivolta ad imprenditori di tutte le età, alle istituzioni, professionisti e curiosi.

Dopo un’analisi sui numeri, sulle modalità e sul panorama dei New Media e delle nuove tecnologie, nel mondo ed in Italia, verranno approfondite alcune delle dinamiche attuali del web, dai Social Media al CrowdSourcing.

Le tematiche si concentreranno poi sull’evoluzione del Marketing di questi ultimi anni, un fenomeno che deve essere capito ed accolto da tutte le realtà aziendali che intendono promuovere le vendite di servizi e prodotti, aumentare volumi e profitti, generare visibilità in modo esponenziale, raggiungere livelli competitivi internazionali, nonché migliorare la loro immagine, con investimenti, ricerche e modalità più economiche ed efficaci dei metodi tradizionali.

Saranno presentati dei casi di studio e spiegate le ragioni per cui oggi le strategie di Marketing vincenti sono quelle legate all’utilizzo intelligente e sinergico di Web, Social Media e Mobile.

Relatori:

Jany Martelli – Developer, Startupper @ Shambix (Parte 1)

* - Panoramica mondiale e italiana sulla Rivoluzione Digitale
* - New Media, cosa sono ed il loro impatto sulla società e le imprese
* - Applicazioni Web e Mobile, perchè investirci

Frieda Brioschi – Presidente @ Wikimedia Italia

* - CrowdSourcing
* - Il caso Wikipedia

Simone Tornabene – CMO @ Viralbeat, Web Strategist @ NinjaMarketing.it

* – Dall’audience alla performance
* – Da Contenuti su Media ad Esperienze per Persone
* – Il nuovo Media Planning
* – Il Targeting esiste ancora?
* – Le figure professionali del nuovo Centro Media: Digital Strategic Planner vs. Seeder

Tiziano Tassi – Web Strategist, Startupper @ Caffeina

* - Cosa fanno le multinazionali sui Social Media in Italia? Ricerca su un campione di 17 imprese
* - I casi Alfa Romeo e Ducati
* - Social Media o Social Network di proprietà?

24 Ottobre 2010
Festival della Creatività
Firenze

Statistics

Views

Total Views
1,668
Views on SlideShare
1,572
Embed Views
96

Actions

Likes
1
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 96

http://www.shambix.com 96

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Conferenza "New Media & Social Marketing: Dinamiche Sociali per Strategie Innovative" Parte 1 Conferenza "New Media & Social Marketing: Dinamiche Sociali per Strategie Innovative" Parte 1 Presentation Transcript

    • Relatori
      • Jany Martelli
      Developer & Startupper @ Shambix
      • Frieda Brioschi
      Presidente Wikimedia Italia
      • Simone Tornabene
      Web Strategist @ NinkjaMarketing.it & CMO @ ViralBeat
      • Tiziano Tassi
      Startupper @ Caffeina
    • Tematiche
      • Rivoluzione Digitale
      • New Media & conseguenze globali
      • Applicazioni Web & Mobile
      • CrowdSourcing
      • Il caso ‘Wikipedia’
      • Da Contenuti ad Esperienze
      • Media Planning & Centro Media
      • Digital Strategic Planner & Seeder
      • Italia: Multinazionali e Social Media
      • I casi ‘Alfa Romeo’ & ‘Ducati’
      • Social Media o Social Network di proprietà?
    • Media Tradizionali
      Un ‘media’ è un mezzo di comunicazione.
      L’uomostesso ne è statoil primo esempio, tramitegesti e suoni.
      • Stampa(1453)
      • Radio (fine ‘800)
      • Telefono (fine ‘800)
      • Cinema (inizi ‘900)
      • TV (anni ’20)
      Tuttociòche ci circonda è comunicazione.
    • Media Tradizionali
      Neglianni ‘20 siinizia a parlare di Mass Mediaperchèquestimezzi di comunicazioneiniziano a raggiungeredimensioninazionaliedinternazionali, raggiungendo un pubblico molto vasto, grazie al progressivosviluppotecnologicoedeconomico.
      Lo scopodei Mass Media è quello di comunicare un messaggio al maggiornumero di personepossibile.
      Il tipo di messaggiopuòavereorigini e fini di varianatura.
      Dal giornalismo, allapubblicità, all’intrattenimento, a finisociali o politici.
      La lista continua.
    • New Media?
      Termine nato circa 20 anni fa per raggruppare una serie di nuovi mezzi di comunicazione.
      Caratteristiche comuni: digitalizzazione & interattività.
      Fanno anch’essi parte della famiglia dei Mass Media.
      Computer & Internet ne sono stati il motore propulsore, ed hanno aperto la strada ad una rivoluzione che ha visto da un lato i Media Tradizionali prendere nuove forme, dall’altro la nascita di Media completamente nuovi: i New Media.
      Inizia così la Rivoluzione Digitale.
    • New Media?
      Tra i New Media troviamo:
      • E-Mail
      • Siti Web
      • Blog
      • Forum
      • NewsGroup
      • Documenti interattivi
      • DVD interattivi
      • TV interattiva
      • VideoGiochi
      • SmartPhone
    • New Media?
      Le principaliconseguenzedei New Media:
      • Alterazionepercezionedistanzegeografiche
      • Enormeincrementodeivolumi & velocità di comunicazione
      • Molteplicipossibilità di interazione
      • Convergenzatecnologica
      Che a lorovoltahannodatoluogo a:
      • Nuoveforme di imprenditoria & organizzazioneaziendale
      • Nuovisettori di business
      • Nuovoiperconsumismo
      • Globalizzazione
    • New Media?
      Ma la conseguenzachepiù ha entusiasmatogliutilizzatoridei New Media, tantoquantodisorientato i tradizionalicreatori di contenuti per le masse, è statoilcambiamentoradicalesu chi controllal’informazione.
      Oggi, la comunicazione di massa è creatadallamassastessa.
    • Il Problema
      Per chi un tempo generava e controllava l’informazione, i New Media pongono un nuovo, grosso problema:
      “Se non siamo più in grado di controllare la massa, poichè la nostra comunicazione tradizionale è inefficace e poichè la massa si autoalimenta anche in assenza di comunicazione diretta ….
      … in che modo possiamo veicolare efficacemente i messaggi che vogliamo comunicare, ed in che modo possiamo controllarne il flusso, una volta immessi?”
    • Social Media
      I Social Media, sono una conseguenza diretta e specifica dei New Media.
      Si possono definire come:
      Mezzi di interazione sociale, grazie all’uso di strumenti di condivisione e pubblicazione basati sul Web, che trasformano la comunicazione univoca (one-to-one/many) in interazione (many-to-many).
      Questo permette la creazione e lo scambio di contenuti generati dagli utenti: User-generated content.
    • Social Media
      Sono Social Media:
      • Blog (Wordpress, Blogger, Tumblr..)
      • Microblog (Twitter, Posterous..)
      • Social Network (Facebook, LinkedIn, MySpace..)
      • Piattaforme Collaborative (Wikipedia..)
      • PiattaformeMultimediali(YouTube, Flickr, deviantArt..)
      • Piattaforme di Geolocalizzazione(Foursquare, Gowalla..)
      • Piattaforme di CrowdFunding(Kickstarter..)
      • Mondi Virtuali(Second Life..)
      La lista è lunga, i Social Media sonomolti di più e servonomoltialtriscopioltre a quellielencati.
    • Numeri
      Per capire la portata dei Social Media, quindi i loro benefici o i loro temibili risvolti, se non gestiti con la massima attenzione, è importante sapere che:
      L’Italia è il Paese al mondo con il grado di utilizzo più alto in assoluto di Facebook (66% di utenti Internet = più di 16 milioni di italiani).
      Stati Uniti e Regno Unito si fermano al 62%. Francia e Spagna al 57%. La Germania al 27%.
      L’Italia è il 2° Paese al mondo per uso dei Social Media (78%).
      Il primo è il Brasile (86%). Seguono Spagna e Giappone (77% e 75%). Stati Uniti e Regno Unito fermi al 74%. La Germania raggiunge appena il 63%.
    • Numeri
      In Italia il target demografico più attivo sui Social Media ha una fascia di età 15 – 45. La differenza tra uomini e donne è minima (3%).
      E’ stato calcolato che il numero di persone con le quali siamo in contatto online è mediamente il doppio di quelle ‘faccia a faccia’.
      In media, un utente Facebook è in contatto con circa 200 persone. Che a loro volta sono in contatto con altre 200 persone... Il numero di contatti diventa esponenziale.
      Pensate che ognuna di loro condivide contenuti, opinioni, critiche, raccomandazioni, ricondividendo anche quelli dei loro amici. Tutti i giorni. A tutte le ore. In tutti i Paesi del mondo.
    • Numeri
      L’85% degli utenti cerca informazioni online prima di fare un acquisto. Di questi il 50% cerca la raccomandazione di un contatto online. Il restante, da blog, forum e recensioni.
      In Italia, i blog sono aumentati dell’11% in un anno. I lettori di blog del 12%. Come sono in aumento i critici, e quelli che usano Social Network (23%). Diminuiscono gli inattivi (-21%).
      In Italia, le aziende che non hanno nessuna strategia di Marketing sui Social Media, utilizzando solamente i Media Tradizionali, hanno un danno dell’immagine pari al -7%.
      A causa dei Social Media, il Marketing Tradizionale ha perso dal -17 al -30% di efficacia.
    • Adesso, cliccatequi e guardateviil video.
      Poi tornate qui per gliultimidatisulleApplicazione Web e Mobile.
      I dati che vedrete sono aggiornati a Gennaio 2009
    • Vi siete fatti un’idea della portata dei Social Media adesso?
    • Applicazioni
      In un Paese con oltre 30 milioni di utenti Internet ed una penetrazione di mercato degli smartphone più alta di alcuni dei maggiori Paesi del mondo e primi in Europa, è assurdo che la maggior parte delle imprese, ma anche Enti ed Istituzioni, in Italia, ancora non abbiano un’applicazione Mobile dedicata.
      Spesso nemmeno Web.
    • Applicazioni
      Secondo alcuni studi, il 50% degli utenti in possesso di uno Smartphone, lo utilizza per navigare o per utilizzare applicazioni. Ogni giorno.
      Chi potrebbe beneficiare di Applicazioni Web & Mobile?
      • Comuni
      • Province
      • Regioni
      • Università
      • Banche & Istituti Finanziari
      • Imprese di servizi
      • Servizio Sanitario
      • Trasporti
      • Logistica, corrieri, poste
    • Applicazioni
      Quali benefici è possibile trarre investendo in queste applicazioni?
      • Snellimento attività sportello/informazioni
      • Snellimento attività burocratiche
      • Velocizzazione servizi
      • Miglioramento immagine/percezione
      • Servizi extra altrimenti non erogabili
      • Servizi extra erogabili in tempi minori e con minor costo
      • Maggiore competitività
      • Propagazione/capillarità informazione
      • Minor impiego di carta ed archivi cartacei
      • Scalabilità e Flessibilità
      • Comunicazione immediata cittadini/clienti
      • Possibilità per i cittadini di rendersi utili
    • Applicazioni
      In Italia, ci sono solo 6 banche ad avere un’applicazione di mobile banking.
      Per fortuna tutte hanno un’applicazione Web.
      I Comuni italiani ad avere un’applicazione mobile per rimanere in contatto con i cittadini sono solo 2.
      Esistono svariati servizi Web erogati dai Comuni, ma questi sono purtroppo discontinui sul territorio e spesso solo a scopo informativo, senza possibilità di interazione e senza migliorare sensibilmente il rapporto cittadino-burocrazia-amministrazione.
      E tutti gli altri cosa stanno aspettando?
    • Per ogni giorno che aspettate, per ogni nuovo servizio nel quale non volete investire, i vostri clienti sono attirati dai vostri concorrenti.
      Per ogni cittadino che perde fiducia nella propria amministrazione, c’è sempre meno collaborazione e meno apprezzamento dei risultati invece ottenuti.
      La paura di investire in qualcosa di nuovo è comprensibile.
      Non lo è invece quando i fatti ed i numeri parlano chiari.
      L’Italia ha grandi idee, portiamole avanti.
    • Jany Martelli
      jany.martelli@shambix.com