I SAPERI NON SCRITTI, POSSIBILI TUTELE E
FORME DI VALORIZZAZIONE NON
CONSERVATIVE:ANALISI DI CASI
Cagliari
18 dicembre 201...
Parleremo di…
• Saperi non scritti vs. saperi scritti
• Fine economico e fine culturale
• L’interfaccia con la proprietà i...
Saperi non scritti vs. saperi scritti
Un sapere non scritto è fluido e instabile.
- Il plagio è sanzionato da norme inform...
Saperi non scritti vs. saperi scritti
Il diritto d’autore nasce con la stampa anche come forma di controllo
© 2013, Lexico...
Saperi non scritti
AMBITO CULTURALE
vs.
AMBITO ECONOMICO ECONOMICO
© 2013, Lexico S.r.l.
Saperi non scritti in ambito culturale
CONVENZIONE UNESCO PER LA SALVAGUARDIA DEL
PATRIMONIO CULTURALE IMMATERIALE
Approva...
Saperi non scritti in ambito culturale
CONVENZIONE UNESCO PER LA SALVAGUARDIA DEL
PATRIMONIO CULTURALE IMMATERIALE
Gli amb...
Saperi non scritti in ambito culturale
CONVENZIONE UNESCO PER LA SALVAGUARDIA DEL
PATRIMONIO CULTURALE IMMATERIALE
In Sard...
Saperi non scritti in ambito culturale
CONVENZIONE UNESCO PER LA SALVAGUARDIA DEL
PATRIMONIO CULTURALE IMMATERIALE
OBIETTI...
Saperi non scritti in ambito culturale
CONVENZIONE UNESCO PER LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO CULTURALE
IMMATERIALE
CRITERI...
Saperi non scritti in ambito economico
CODICE DELLA PROPRIETÀ INDUSTRIALE
Art. 98 - Oggetto della tutela.
Costituiscono og...
Saperi non scritti in ambito economico
CODICE DELLA PROPRIETÀ INDUSTRIALE
Art. 99 - Tutela.
Ferma la disciplina della conc...
Saperi non scritti in ambito economico
CONTRATTUALISTICA TIPICA CONCERNENTI I SAPERI NON
SCRITTI CON RILEVANZA ECONOMICA
T...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
I saperi non scritti rientrano nella nozione di
saperi tradizionali
• Non c’è...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
etimo
© 2013 Lexico S.r.l.
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
Una possibile definizione
(ricavata dalla documentazione dell’OMPI)
conoscenz...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
Cosa può essere sapere tradizionale
di tutto
 Opere artistiche (letteratura,...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
Cosa può essere sapere tradizionale
di tutto
Le tradizioni folcloristiche, i ...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
Chi detiene il sapere tradizionale?
Il Popolo? (retorica costituzionalista)
L...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
Nella Convenzione sulla Diversità Biologica
(Rio de Janeiro, 5/6/1992 – ratif...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
Lo scopo della Convenzione sulla
Diversità Biologica
• la conservazione in si...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
La Proprietà Industriale e la Proprietà Intellettuale (P.I.) di
regola appart...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
TRE POTENZIALI MINACCE
Biopirateria: Medicina Tradizionale vs. Medicina Conve...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
Medicina Tradizionale vs. Medicina Convenzionale
© 2013 Lexico S.r.l.
diffico...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013, Lexico S.r.l.
LA MEDICINA TRADIZIONALE
“un complesso di vari interven...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013 Lexico S.r.l.
GUARITORE TRADIZIONALE
“una persona riconosciuta dalla c...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013 Lexico S.r.l.
MEDICINA CONVENZIONALE
QUELLA GENERALMENTE APPLICATA NEI...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013, Lexico S.r.l.
MEDICINA CONVENZIONALE
IL PROBLEMA DEI BREVETTI FARMACE...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013 Lexico S.r.l.
IL PROBLEMA DEI BREVETTI FARMACEUTICI
NOVITÀ
Un’invenzio...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013, Lexico S.r.l.
comuni conoscenze generali (contenute nei libri di test...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013 Lexico S.r.l.
le conoscenze potenziate [tutti i brevetti pubblicati da...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013 Lexico S.r.l.
conoscenze nascoste ?
conoscenze potenziate?
conoscenze ...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
Un interessante strumento è la Traditional Knowledge
Digital Library (TKDL)
U...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
(segue) Un interessante strumento è la Traditional
Knowledge Digital Library ...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013 Lexico S.r.l.
L’APPROVAZIONE INDEBITA DELLE RISORSE GENETICHE
TRAMITE ...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013 Lexico S.r.l.
Vivente
MICRORGANISMI (anche virus)
LINEE CELLULARI (anc...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013 Lexico S.r.l.
- uso di microrganismi, piante, animali, cellule
in proc...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013 Lexico S.r.l.
di chi è il sapere derivante
dalle risorse genetiche?
Di...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013, Lexico S.r.l.
L'Accesso alle risorse genetiche e l'equa Condivisione ...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013 Lexico S.r.l.
riconosce il diritto sovrano degli Stati nei confronti d...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013, Lexico S.r.l.
L'aspetto dell'accesso e della ripartizione dei benefic...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013, Lexico S.r.l.
Artigianato Tradizionale vs. Riproduzione seriale
La co...
La ceramica artistica tradizionale (C.A.T.)
© 2013, Lexico S.r.l.
NORMATIVA RILEVANTE
Legge 9 luglio n. 188/1990 recante t...
La ceramica artistica tradizionale
© 2013, Lexico S.r.l.
ISTITUZIONE DEL MARCHIO C.A.T.
Ai fini della presente legge sono ...
La ceramica artistica tradizionale
© 2013, Lexico S.r.l.
CERAMICA DI QUALITÀ
Tutte le altre produzioni, purché effettuate ...
La ceramica artistica tradizionale
© 2013, Lexico S.r.l.
REGISTRI
• “registro dei produttori di ceramica artistica e
tradi...
La ceramica artistica tradizionale
© 2013, Lexico S.r.l.
CONSIGLIO NAZIONALE CERAMICO
• compito di tutelare la ceramica ar...
La ceramica artistica tradizionale
© 2013, Lexico S.r.l.
Per ciascuna zona di affermata tradizione ceramica, è
costituito ...
La ceramica artistica tradizionale
© 2013, Lexico S.r.l.
DISCIPLINARI DEPOSITATI
Albisola Superiore (SV) Albissola Marina ...
La ceramica artistica tradizionale
© 2013, Lexico S.r.l.
MIA OPINIONE
- Normativa che non tiene conto del mutato scenario
...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013, Lexico S.r.l.
Artigianato Tradizionale vs. riproduzione seriale
Nozio...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013, Lexico S.r.l.
Artigianato Tradizionale vs. riproduzione seriale
Nozio...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013, Lexico S.r.l.
Artigianato Tradizionale vs. riproduzione seriale
I due...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013 Lexico S.r.l.
Artigianato Tradizionale vs. riproduzione seriale
Il per...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
TRE POTENZIALI RISORSE
Le Banche dati
Le DOP e i prodotti tradizionali
(solo ...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
LE BANCHE DATI
• Definizione: raccolte di opere, dati o altri elementi indipe...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
LE BANCHE DATI (Art. 64-quinquies)
Diritti di esclusiva su
• a) la riproduzio...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
LE BANCHE DATI
Esimenti (Art. 64-sexies)
• Non sono soggetti all'autorizzazio...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
LE BANCHE DATI
ESEMPI
• Banche dati su medicina tradizionale (es. TKDL)
• Ban...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
DOP / IGP
ESEMPI
• Pecorino Romano
• File e Ferru
• Cannonnau
• …
© 2013, Lex...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
DOP
si intende per «denominazione d'origine»: il nome di una regione, di un
l...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
IGP
«indicazione geografica»: il nome di una regione, di un luogo determinato...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013, Lexico S.r.l.
tutte le fasi di produzione, trasformazione ed
elaboraz...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
Nel “CASO RIOJA” la Corte di Giustizia delle Comunità
Europee ha affermato ch...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
A COSA È DOVUTO IL FAVORE (ECCEZIONE AGRICOLA)
NEI CONFRONTI DEI PRODOTTI ALI...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
LA BRACE CHE ARDE SOTTO LA CENERE
Chi controlla i controllori?
Quanto e come ...
La P.I. come risorsa per i saperi tradizionali
I MARCHI DI GARANZIA
© 2013, Lexico S.r.l.
Gioielli, Metalli, Intreccio, Te...
L’interfaccia con la proprietà intellettuale
© 2013 Lexico S.r.l.
otto marchi collettivi geografici (Mcg) per
altrettanti ...
La P.I. come risorsa per i saperi tradizionali
© 2013, Lexico S.r.l.
titolare Sardegna Ricerche
Un gruppo di designer si r...
La complessa e inefficace architettura giuridica
QUALE DIRITTO PER I SAPERI NON SCRITTI
Il diritto internazionale: È tropp...
La complessa e inefficace architettura giuridica
IL RUOLO DEL PUBBLICO
Su impulso della Commissione Europea, la Corte di G...
La complessa e inefficace architettura giuridica
IL RUOLO DEL PUBBLICO
(TRATTATO DI ROMA)
• “Ex Art. 28: sono vietate fra ...
La complessa e inefficace architettura giuridica
IL RUOLO DEL PUBBLICO
(TRATTATO DI ROMA)
• CGUE ha sanzionato i marchi re...
La complessa e inefficace architettura giuridica
IL RUOLO DEL PUBBLICO
solo caratteristiche intrinseche del prodotto posso...
La complessa e inefficace architettura giuridica
QUALE RUOLO PER IL COMUNE?
Come si può progettare un sistema che parta da...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

I saperi non scritti, possibili tutele e forme di valorizzazione non conservative - Emanuele Montelione

231

Published on

Le slide del seminario "I saperi non scritti, possibili tutele e forme di valorizzazione non conservative" tenuto il 18 dicembre 2013 da Emanuele Montelione, avvocato e consulente legale in materia di marchi e proprietà industriale, nell'ambito del ciclo di seminari organizzati da Sardegna Ricerche sulla gestione dei beni immateriali.

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
231
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

I saperi non scritti, possibili tutele e forme di valorizzazione non conservative - Emanuele Montelione

  1. 1. I SAPERI NON SCRITTI, POSSIBILI TUTELE E FORME DI VALORIZZAZIONE NON CONSERVATIVE:ANALISI DI CASI Cagliari 18 dicembre 2013 Centro dei Congressi Fiera Internazionale della Sardegna piazzale CONI Emanuele Montelione
  2. 2. Parleremo di… • Saperi non scritti vs. saperi scritti • Fine economico e fine culturale • L’interfaccia con la proprietà intellettuale/industriale • Il caso dell’artigianato • Il ruolo del pubblico • (quale spazio per il comune?) © 2013, Lexico S.r.l.
  3. 3. Saperi non scritti vs. saperi scritti Un sapere non scritto è fluido e instabile. - Il plagio è sanzionato da norme informali - (ad es. discredito e ostracismo) - La moltiplicazione dei saperi non scritti è facilitata da pratiche informali Un sapere scritto è fisso e replicabile - Il plagio è sanzionato da norme giuridiche. - Fissità può comportare standardizzazione e chiusura del testo. - La moltiplicazione dei saperi scritti è facilitata da incentivi formali. © 2013, Lexico S.r.l.
  4. 4. Saperi non scritti vs. saperi scritti Il diritto d’autore nasce con la stampa anche come forma di controllo © 2013, Lexico S.r.l. Statute of Anne Primi brevetti della Repubblica di Venezia
  5. 5. Saperi non scritti AMBITO CULTURALE vs. AMBITO ECONOMICO ECONOMICO © 2013, Lexico S.r.l.
  6. 6. Saperi non scritti in ambito culturale CONVENZIONE UNESCO PER LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO CULTURALE IMMATERIALE Approvata il 17 ottobre 2003 dalla Conferenza Generale dell’UNESCO Entrata in vigore alla 40ma ratifica, il 30 aprile 2006 Ratificata dall’Italia il 27 settembre 2007 con Legge n. 167 © 2013, Lexico S.r.l.
  7. 7. Saperi non scritti in ambito culturale CONVENZIONE UNESCO PER LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO CULTURALE IMMATERIALE Gli ambiti del patrimonio immateriale sono i seguenti (articolo 2.2): a) tradizioni ed espressioni orali (compreso il linguaggio in quanto veicolo del patrimonio culturale immateriale); b) arti dello spettacolo; c) consuetudini sociali, eventi rituali e festivi; d) cognizioni e prassi relative alla natura e all’universo; e) saperi e pratiche legati all’artigianato tradizionale. © 2013, Lexico S.r.l.
  8. 8. Saperi non scritti in ambito culturale CONVENZIONE UNESCO PER LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO CULTURALE IMMATERIALE In Sardegna sono protetti Il canto a tenore I candelieri di Sassari (la dieta mediterranea) © 2013, Lexico S.r.l.
  9. 9. Saperi non scritti in ambito culturale CONVENZIONE UNESCO PER LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO CULTURALE IMMATERIALE OBIETTIVI  salvaguardare gli elementi e le espressioni del Patrimonio Culturale Immateriale,  promuovere (a livello locale, nazionale e internazionale) la consapevolezza del loro valore in quanto componenti vitali delle culture tradizionali,  assicurare che tale valore sia reciprocamente apprezzato dalle diverse comunità, gruppi e individui interessati  incoraggiare le relative attività di cooperazione e sostegno su scala internazionale © 2013, Lexico S.r.l.
  10. 10. Saperi non scritti in ambito culturale CONVENZIONE UNESCO PER LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO CULTURALE IMMATERIALE CRITERI • L’iscrizione dell’elemento contribuirà a garantire visibilità e consapevolezza del significato di patrimonio culturale immateriale e a favorire il confronto, riflettendo perciò la diversità culturale e la creatività dell’umanità; • Le misure di salvaguardia sono elaborate in modo da poter tutelare e promuovere l’elemento; • L’elemento è stato candidato sulla base del più ampio riscontro di partecipazione da parte di comunità, gruppi o, eventualmente, persone singole coinvolte con il loro libero, preventivo e informato consenso; • L’elemento è inserito in un archivio sul patrimonio culturale immateriale presente nel territorioi degli Stati membri, come indicato negli art. 11 e 12 della Convenzione. © 2013, Lexico S.r.l.
  11. 11. Saperi non scritti in ambito economico CODICE DELLA PROPRIETÀ INDUSTRIALE Art. 98 - Oggetto della tutela. Costituiscono oggetto di tutela le informazioni aziendali e le esperienze tecnico-industriali, comprese quelle commerciali, soggette al legittimo controllo del detentore, ove tali informazioni: a) siano segrete, nel senso che non siano nel loro insieme o nella precisa configurazione e combinazione del loro elementi generalmente note o facilmente accessibili agli esperti ed agli operatori del settore; b) abbiano valore economico in quanto segrete; c) siano sottoposte, da parte delle persona al cui legittimo controllo sono soggette, a misure da ritenersi ragionevolmente adeguate a mantenerle segrete. © 2013, Lexico S.r.l.
  12. 12. Saperi non scritti in ambito economico CODICE DELLA PROPRIETÀ INDUSTRIALE Art. 99 - Tutela. Ferma la disciplina della concorrenza sleale, il legittimo detentore delle informazioni e delle esperienze aziendali di cui all'articolo 98, ha il diritto di vietare ai terzi, salvo proprio consenso, di acquisire, rivelare a terzi od utilizzare, in modo abusivo, tali informazioni ed esperienze, salvo il caso in cui esse siano state conseguite in modo indipendente dal terzo. © 2013, Lexico S.r.l.
  13. 13. Saperi non scritti in ambito economico CONTRATTUALISTICA TIPICA CONCERNENTI I SAPERI NON SCRITTI CON RILEVANZA ECONOMICA TUTELA NEGATIVA: ACCORDI DI RISERVATEZZA TUTELA POSITIVA: Un esempio per tutti, il FRANCHISING © 2013, Lexico S.r.l.
  14. 14. L’interfaccia con la proprietà intellettuale I saperi non scritti rientrano nella nozione di saperi tradizionali • Non c’è una definizione giuridica; • Forte influenza delle dottrine antropologiche (necessità del c.d. “approccio olistico”, multidisciplinare che tiene conto delle interazioni complesse tra le loro parti costituenti nonché di rivedere il concetto di “tradizione”); • In alcuni casi i saperi tradizionali possono avere valore economico rilevante (necessità di disciplinare l’accesso e la ripartizione dei benefici) © 2009, Lexico S.r.l.
  15. 15. L’interfaccia con la proprietà intellettuale etimo © 2013 Lexico S.r.l.
  16. 16. L’interfaccia con la proprietà intellettuale Una possibile definizione (ricavata dalla documentazione dell’OMPI) conoscenze  Frutto di attività intellettuale in diversi campi: sociale, culturale, ambientale e tecnologico  trasmesse di generazione in generazione (nei secoli);  (Considerate come) appartenenti ad una determinata comunità  che si sente custode di tali conoscenze; • Che è legittimata ad agire per l’indebito e/o inappropriato uso di tali conoscenze da parte di terzi tramite un’investitura formale e/o in via consuetudinaria © 2013, Lexico S.r.l.
  17. 17. L’interfaccia con la proprietà intellettuale Cosa può essere sapere tradizionale di tutto  Opere artistiche (letteratura, teatro, musica, arte figurativa, scultura);  Opere scientifiche;  Scoperte scientifiche;  Invenzioni;  Marchi;  Nomi;  Simboli;  Modelli PURCHÉ SIANO DERIVATI DA TRADIZIONE (tradition based) . © 2013, Lexico S.r.l.
  18. 18. L’interfaccia con la proprietà intellettuale Cosa può essere sapere tradizionale di tutto Le tradizioni folcloristiche, i decori, i cibi, et cetera e LE RISORSE GENETICHE CHE SONO ALLA BASE DELLA BIODIVERSITÀ E DELLE MEDICINE TRADIZIONALI . © 2013, Lexico S.r.l.
  19. 19. L’interfaccia con la proprietà intellettuale Chi detiene il sapere tradizionale? Il Popolo? (retorica costituzionalista) La Moltitudine? (filosofia della politica) . © 2013, Lexico S.r.l.
  20. 20. L’interfaccia con la proprietà intellettuale Nella Convenzione sulla Diversità Biologica (Rio de Janeiro, 5/6/1992 – ratifica in Italia Legge 124 del 14/02/1994) I SAPERI TRADIZIONALI SONO LE INNOVAZIONI E LE PRASSI DELLE COMUNITÀ INDIGENE E LOCALI CHE INCARNANO STILI DI VITA TRADIZIONALI RILEVANTI PER LA CONSERVAZIONE E L’USO SOSTENIBILE DELLA DIVERSITÀ BIOLOGICA (Articolo 8 J sulla “conservazione in situ) . © 2013, Lexico S.r.l.
  21. 21. L’interfaccia con la proprietà intellettuale Lo scopo della Convenzione sulla Diversità Biologica • la conservazione in situ ed ex situ della diversità biologica (a livello di geni, popolazioni, specie, habitat ed ecosistemi); • l'uso sostenibile delle sue componenti; • l'equa condivisione dei benefici derivanti dall'utilizzazione delle risorse genetiche. © 2013, Lexico S.r.l.
  22. 22. L’interfaccia con la proprietà intellettuale La Proprietà Industriale e la Proprietà Intellettuale (P.I.) di regola appartengono a soggetti privati (imprese); La P.I. costituisce un monopolio con variabili temporali (ad es. 20 anni per i brevetti, fino a 25 per i modelli registrati, fino a 70 anni post mortem autoris per le opere dell’ingegno e potenzialmente perpetua per i marchi) © 2013, Lexico S.r.l.
  23. 23. L’interfaccia con la proprietà intellettuale TRE POTENZIALI MINACCE Biopirateria: Medicina Tradizionale vs. Medicina Convenzionale Biodiversità: Tutela biodiversità vs. brevetti biotecnologici o registrazione di nuove varietà vegetali Artigianato tradizionale vs. riproduzioni seriali su scala industriale © 2013, Lexico S.r.l.
  24. 24. L’interfaccia con la proprietà intellettuale Medicina Tradizionale vs. Medicina Convenzionale © 2013 Lexico S.r.l. difficoltà a far rientrare i saperi tradizionali nella tecnica nota
  25. 25. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013, Lexico S.r.l. LA MEDICINA TRADIZIONALE “un complesso di vari interventi sulla salute, di approcci, conoscenze e credenze che riguardano e includono le piante, gli animali e/o le medicine che utilizzano i minerali, le terapie spirituali, le tecniche manuali e gli esercizi fisici; applicate singolarmente o in associazione tra loro allo scopo di conservare il benessere, così come per trattare, diagnosticare o prevenire le malattie” (WHO Traditional Medicine Strategy 2002 – 2005).
  26. 26. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013 Lexico S.r.l. GUARITORE TRADIZIONALE “una persona riconosciuta dalla comunità in cui vive competente a curare, usando sostanze vegetali, animali e minerali, e altri metodi basati sul contesto sociale, culturale e religioso, così come sulle conoscenze, attitudini e credenze condivise dalla comunità a proposito del benessere fisico, mentale e sociale e delle cause di malattia” (WHO Traditional Medicine Strategy 2002 – 2005).
  27. 27. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013 Lexico S.r.l. MEDICINA CONVENZIONALE QUELLA GENERALMENTE APPLICATA NEI PAESI OCCIDENTALI DEFINIBILE IN NEGATIVO OVVERO COME QUELLA CHE NON RIENTRA NEI CONCETTI DI MEDICINA TRADIZIONALE, ALTERNATIVA, OMEOPATICA… NELLA MEDICINA CONVENZIONALE C’E’ SEMPRE LA MEDIAZIONE DELLO STATO TRA DOMANDA E OFFERTA DI SALUTE NELLA MEDICINA CONVENZIONALE C’È SELEZIONE DEGLI OPERATORI PROFESSIONISTI (AD. ES. PRODUTTORI, FARMACISTI, MEDICI…)
  28. 28. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013, Lexico S.r.l. MEDICINA CONVENZIONALE IL PROBLEMA DEI BREVETTI FARMACEUTICI Può avvenire un’indebita appropriazione di saperi derivanti dalla medicina tradizionale Occorre ripensare i criteri della novità e dell’attività inventiva?
  29. 29. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013 Lexico S.r.l. IL PROBLEMA DEI BREVETTI FARMACEUTICI NOVITÀ Un’invenzione è nuova quando è diversa dalla tecnica nota (art. 46 C.p.i.). Una soluzione tecnica manca di novità non solo quando è fotograficamente identica ad una soluzione già presente nella tecnica nota, ma anche quando è considerata dall’esperto come una variazione non sostanziale
  30. 30. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013, Lexico S.r.l. comuni conoscenze generali (contenute nei libri di testo e nei principali articoli scientifici e tecnici, reperibili sia in forma cartacea sia in versione elettronica e disponibili sia gratuitamente su internet sia su banche dati a pagamento) TECNICA NOTA TRE CATEGORIE DI NOZIONI SEGUE
  31. 31. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013 Lexico S.r.l. le conoscenze potenziate [tutti i brevetti pubblicati dall’Ufficio Brevetti e Marchi Statunitense (USPTO), dall’Ufficio Europeo Brevetti (EPO) e dall’Ufficio Brevetti Giapponese (JPO), la letteratura brevettuale dei paesi più industrializzati e la letteratura dei paesi non industrializzati che sono però specializzati nella tecnologia in questione]; TECNICA NOTA TRE CATEGORIE DI NOZIONI SEGUE
  32. 32. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013 Lexico S.r.l. conoscenze nascoste ? conoscenze potenziate? conoscenze generali ? TECNICA NOTA I SAPERI TRADIZIONALI COME POSSONO ESSERE QUALIFICATI? Tendenza a svelare la medicina tradizionale tramite divulgazioni ad hoc
  33. 33. L’interfaccia con la proprietà intellettuale Un interessante strumento è la Traditional Knowledge Digital Library (TKDL) Una banca dati (repository) che contiene 34 milioni di pagine per 2,260,000 formulazioni mediche. Serve per assistere gli esaminatori dell’Ufficio Brevetti nello svolgimento dell’analisi di novità. Traduce dal Sanscrito, Arabo, Persiano, Urdu e Tamil © 2013 Lexico S.r.l.
  34. 34. L’interfaccia con la proprietà intellettuale (segue) Un interessante strumento è la Traditional Knowledge Digital Library (TKDL) 27,000 sottogruppi per Ayurveda, Unani, Siddha and Yoga and, like the IPC, is indispensable for the retrieval of relevant information. È stato uno degli elementi della riforma del sistema di classificazione brevettuale © 2013 Lexico S.r.l.
  35. 35. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013 Lexico S.r.l. L’APPROVAZIONE INDEBITA DELLE RISORSE GENETICHE TRAMITE LA BREVETTAZIONE DIRETTIVA COMUNITARIA 98/44/CE Articolo 3 Un materiale biologico che viene isolato dal suo ambiente naturale o viene prodotto tramite un procedimento tecnico può essere oggetto di invenzione, anche se preesisteva allo stato naturale
  36. 36. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013 Lexico S.r.l. Vivente MICRORGANISMI (anche virus) LINEE CELLULARI (anche ibridomi) PIANTE E ANIMALI Non Vivente PROTEINE, ANTICORPI VACCINI SEQUENZE DNA, RNA VETTORI ANTIBIOTICI INVENZIONI BIOTECNOGICHE DI PRODOTTO
  37. 37. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013 Lexico S.r.l. - uso di microrganismi, piante, animali, cellule in processi tecnici (fermentazione, produzione vaccini, impianti di purificazione) - trattamenti di raccolti o di animali (non terapeutici) - processi che usano microrganismi o colture cellulari (screening, mutazione, isolamento, moltiplicazione) - processi per la preparazione di OGM INVENZIONI BIOTECNOGICHE DI PROCESSO
  38. 38. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013 Lexico S.r.l. di chi è il sapere derivante dalle risorse genetiche? Di chi lo ha brevettato della comunità dove è stata presa la risorsa genetica
  39. 39. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013, Lexico S.r.l. L'Accesso alle risorse genetiche e l'equa Condivisione dei Benefici (ABS) è uno dei temi principali della Convenzione sulla Diversità Biologica (Convenzione di Rio de Janeiro). Art. 1 Gli obiettivi della convenzione sono "… la conservazione della diversità biologica, l'uso sostenibile delle sue componenti e la condivisione equa e giusta dei benefici che derivano dall'utilizzo delle risorse genetiche …
  40. 40. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013 Lexico S.r.l. riconosce il diritto sovrano degli Stati nei confronti delle proprie risorse naturali e fa riferimento ai principi di consenso informato preventivo (Prior Informed Consent o PIC) e di modalità convenute reciprocamente (Mutually Agreed Terms o MAT) per ottenere l'accesso alle risorse genetiche Articolo 15 della Convenzione
  41. 41. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013, Lexico S.r.l. L'aspetto dell'accesso e della ripartizione dei benefici pertanto è visto come un problema di equità e di giustizia. "Linee guida di Bonn" sull'accesso alle risorse genetiche e sull'equa ripartizione dei benefici derivanti dal loro utilizzo (Conferenza delle Parti dell'Aia del 2002) UE contengono una serie di disposizioni, di applicazione facoltativa, volte ad agevolare la creazione di sistemi normativi nazionali in materia di ABS (accesso alle risorse genetiche e equa condivisione dei benefici).
  42. 42. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013, Lexico S.r.l. Artigianato Tradizionale vs. Riproduzione seriale La complessità giuridica: un caso per tutti «la ceramica tradizionale» L’interfaccia con la normativa sui modelli per la tutela delle forme e dei decori
  43. 43. La ceramica artistica tradizionale (C.A.T.) © 2013, Lexico S.r.l. NORMATIVA RILEVANTE Legge 9 luglio n. 188/1990 recante tutela della ceramica artistica e tradizionale e della ceramica di qualità; Modifiche apportate dall'art. 44 della legge 6.2.1996, n.52; D.M. 15 luglio 1996, n.506 Regolamento di attuazione della legge 9 luglio 1990, n.188; D.M. 11 settembre 1997 l disciplinare tipo della produzione ceramica artistica e tradizionale e il disciplinare della ceramica di qualità
  44. 44. La ceramica artistica tradizionale © 2013, Lexico S.r.l. ISTITUZIONE DEL MARCHIO C.A.T. Ai fini della presente legge sono tutelate le ceramiche artistiche e tradizionali prodotte secondo forme, decori, tecniche e stili, divenuti patrimonio storico e culturale delle zone di affermata tradizione ceramica, ovvero secondo innovazioni ispirate alla tradizione.
  45. 45. La ceramica artistica tradizionale © 2013, Lexico S.r.l. CERAMICA DI QUALITÀ Tutte le altre produzioni, purché effettuate nel territorio nazionale in conformità all'apposito disciplinare approvato dal Consiglio nazionale ceramico, sono considerate ceramica di qualità. Il Marchio Ceramica di Qualità individua il produttore, il luogo di origine e le tipologie merceologiche dei materiali utilizzati - porcellana, gres, terracotta comune e maiolica o terraglia - in conformità alle norme UNI
  46. 46. La ceramica artistica tradizionale © 2013, Lexico S.r.l. REGISTRI • “registro dei produttori di ceramica artistica e tradizionale” depositato presso la commissione provinciale per l'artigianato • “registro dei produttori di ceramica di qualità” , depositato presso la CCIAA competente per territorio.
  47. 47. La ceramica artistica tradizionale © 2013, Lexico S.r.l. CONSIGLIO NAZIONALE CERAMICO • compito di tutelare la ceramica artistica e tradizionale, valorizzandone il patrimonio storico e culturale tradizionale nonché i modelli e i decori tipici, e la ceramica di qualità. • individua e delimita le zone del territorio nazionale nelle quali è in atto una affermata produzione di ceramica artistica e tradizionale; • • definisce e approva il disciplinare di produzione della ceramica artistica e tradizionale di ciascuna zona individuata, indicando il comune presso il quale avrà sede il Comitato di disciplinare; • definisce e approva il disciplinare di produzione della ceramica di qualità.
  48. 48. La ceramica artistica tradizionale © 2013, Lexico S.r.l. Per ciascuna zona di affermata tradizione ceramica, è costituito un Comitato di disciplinare, con sede presso un comune della zona interessata, indicato dal medesimo Consiglio nazionale. Il Comitato: - esamina le domande inoltrate e comunica il parere sull'iscrizione dei richiedenti al registro della provincia in cui viene svolta l'attività lavorativa; - vigila, in collegamento con il Consiglio nazionale ceramico, sull'osservanza delle disposizioni contenute nel disciplinare di produzione della ceramica artistica e tradizionale della zona, garantendo la rispondenza delle produzioni, per le quali è stato richiesto il marchio della denominazione d'origine, alle caratteristiche previste dal disciplinare medesimo.
  49. 49. La ceramica artistica tradizionale © 2013, Lexico S.r.l. DISCIPLINARI DEPOSITATI Albisola Superiore (SV) Albissola Marina (SV) Ariano Irpino (AV) Ascoli Piceno (AP) Assemini (CA) Bassano del Grappa (VI) Caltagirone (CT) Castellamonte (TO) Castelli (TE) Cerreto Sannita (BN) Civita Castellana (VT) Deruta (PG) Este (PD) Faenza (RA) Grottaglie (TA) Gualdo Tadino (PG) Gubbio (PG) Laterza (TA) Lodi (MI) Mondovì (CN) Montelupo Fiorentino (FI) Napoli (NA) Nove (VI) Oristano (OR)Orvieto (TR) Pesaro (PU) San Lorenzello (BN) Santo Stefano di Camastra (ME) Sciacca (AG) Sesto Fiorentino (FI) Squillace (CZ) Urbania (PS) Vietri sul Mare (SA)
  50. 50. La ceramica artistica tradizionale © 2013, Lexico S.r.l. MIA OPINIONE - Normativa che non tiene conto del mutato scenario economico (globalizzazione e ruolo della GDO); - Non ha “simili” nel diritto comunitario derivato (Può essere anche un vantaggio); - Non è chiaro a quali istituti della proprietà industriale possa essere ricondotta (DOC / Marchio Collettivo); - Crea sovrastrutture (il CNC, i Comitati di Disciplinare et cetera) senza opportuni controbilanciamenti; - Approccio “dall’alto verso il basso” (agli imprenditori non servono obblighi ultronei)
  51. 51. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013, Lexico S.r.l. Artigianato Tradizionale vs. riproduzione seriale Nozione “comunitaria” di design l'aspetto di un prodotto o di una sua parte quale risulta in particolare dalle caratteristiche delle linee, dei contorni, dei colori, della forma, della struttura superficiale e/o dei materiali del prodotto stesso e/o del suo ornamento
  52. 52. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013, Lexico S.r.l. Artigianato Tradizionale vs. riproduzione seriale Nozione “comunitaria” di prodotto oggetto di design “qualsiasi oggetto industriale o artigianale, comprese tra l'altro le componenti destinate ad essere assemblate per formare un prodotto complesso, gli imballaggi, le presentazioni, i simboli grafici e caratteri tipografici, esclusi i programmi per elaboratori”
  53. 53. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013, Lexico S.r.l. Artigianato Tradizionale vs. riproduzione seriale I due principali requisiti di validità Novità: non ci deve essere un disegno o modello identico divulgato anteriormente Carattere individuale: l’impressione generale che il disegno o modello in esame suscita nell’utilizzatore informato deve essere diversa dall’impressione generale derivante da qualsiasi disegno o modello divulgato anteriormente
  54. 54. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013 Lexico S.r.l. Artigianato Tradizionale vs. riproduzione seriale Il pericolo è che si usino segni, immagini, forme di una comunità terza senza che sia possibile provare la sua anteriore divulgazione
  55. 55. L’interfaccia con la proprietà intellettuale TRE POTENZIALI RISORSE Le Banche dati Le DOP e i prodotti tradizionali (solo per prodotti alimentari) I marchi di garanzia © 2013, Lexico S.r.l.
  56. 56. L’interfaccia con la proprietà intellettuale LE BANCHE DATI • Definizione: raccolte di opere, dati o altri elementi indipendenti sistematicamente e metodicamente disposti ed individualmente accessibili mediante mezzi elettronici o in altro modo, • In Italia tutelate dalla Legge 22 aprile 1941 n. 633 “Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio” © 2013, Lexico S.r.l.
  57. 57. L’interfaccia con la proprietà intellettuale LE BANCHE DATI (Art. 64-quinquies) Diritti di esclusiva su • a) la riproduzione permanente o temporanea, totale o parziale, con qualsiasi mezzo e in qualsiasi forma; • b) la traduzione, l'adattamento, una diversa disposizione e ogni altra modifica; • c) qualsiasi forma di distribuzione al pubblico dell'originale o di copie della banca di dati; la prima vendita di una copia nel territorio dell'Unione europea da parte del titolare del diritto o con il suo consenso esaurisce il diritto di controllare, all'interno dell'Unione stessa, le vendite successive della copia; • d) qualsiasi presentazione, dimostrazione o comunicazione in pubblico, ivi compresa la trasmissione effettuata con qualsiasi mezzo e in qualsiasi forma; • e) qualsiasi riproduzione, distribuzione, comunicazione, presentazione o dimostrazione in pubblico dei risultati delle operazioni di cui alla lettera b). © 2013, Lexico S.r.l.
  58. 58. L’interfaccia con la proprietà intellettuale LE BANCHE DATI Esimenti (Art. 64-sexies) • Non sono soggetti all'autorizzazione: • a) l'accesso o la consultazione della banca di dati quando abbiano esclusivamente finalità didattiche o di ricerca scientifica, non svolta nell'ambito di un'impresa, purché si indichi la fonte e nei limiti di quanto giustificato dallo scopo non commerciale perseguito. Nell'ambito di tali attività di accesso e consultazione, le eventuali operazioni di riproduzione permanente della totalità o di parte sostanziale del contenuto su altro supporto sono comunque soggette all'autorizzazione del titolare del diritto; • b) l'impiego di una banca di dati per fini di sicurezza pubblica o per effetto di una procedura amministrativa o giurisdizionale. © 2013, Lexico S.r.l.
  59. 59. L’interfaccia con la proprietà intellettuale LE BANCHE DATI ESEMPI • Banche dati su medicina tradizionale (es. TKDL) • Banche dati su patrimonio etnobotanico • Banche dati su prodotti alimentari tradizionali (es. Banca dati Mipaf, D.M. 18 luglio 2000 e successivi aggiornamenti) © 2013, Lexico S.r.l.
  60. 60. L’interfaccia con la proprietà intellettuale DOP / IGP ESEMPI • Pecorino Romano • File e Ferru • Cannonnau • … © 2013, Lexico S.r.l.
  61. 61. L’interfaccia con la proprietà intellettuale DOP si intende per «denominazione d'origine»: il nome di una regione, di un luogo determinato o, in casi eccezionali, di un paese che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare originario di tale regione, di tale luogo determinato o di talepaese e la cui qualità o le cui caratteristiche siano dovute essenzialmente o esclusivamente all'ambiente geografico comprensivo dei fattori naturali ed umani e la cui produzione, trasformazione ed elaborazione avvengano nell'area geografica delimitata; © 2013, Lexico S.r.l.
  62. 62. L’interfaccia con la proprietà intellettuale IGP «indicazione geografica»: il nome di una regione, di un luogo determinato o, in casi eccezionali, di un paese che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare originario di tale regione, di tale luogo determinato o di tale paese e di cui una determinata qualità, la reputazione o un'altra caratteristica possa essere attribuita all'origine geografica e la cui produzione e/o trasformazione e/o elaborazione avvengano nell'area geografica determinata © 2013, Lexico S.r.l.
  63. 63. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013, Lexico S.r.l. tutte le fasi di produzione, trasformazione ed elaborazione devono avvenire nell’area geografica delimitata è sufficiente che la relativa qualità o reputazione possa essere attribuita all’origine geografica, e si ammette che parte del processo produttivo avvenga al di fuori di tale area
  64. 64. L’interfaccia con la proprietà intellettuale Nel “CASO RIOJA” la Corte di Giustizia delle Comunità Europee ha affermato che le DOP costituiscono un titolo di proprietà industriale e che la necessità di protezione trova il fondamento nella tutela della reputazione © 2013, Lexico S.r.l.
  65. 65. L’interfaccia con la proprietà intellettuale A COSA È DOVUTO IL FAVORE (ECCEZIONE AGRICOLA) NEI CONFRONTI DEI PRODOTTI ALIMENTARI? Risposta alla standardizzazione della produzione alimentare Risposta alla liberalizzazione del commercio agricolo) Tutela di alcune aree (biodiversità) Tutela dei consumatori Volano per le economie locali © 2013, Lexico S.r.l.
  66. 66. L’interfaccia con la proprietà intellettuale LA BRACE CHE ARDE SOTTO LA CENERE Chi controlla i controllori? Quanto e come si può contingentare la produzione Di chi è la DOP? Del consorzio? Del Consumatore? Della Comunità Locale? © 2013, Lexico S.r.l.
  67. 67. La P.I. come risorsa per i saperi tradizionali I MARCHI DI GARANZIA © 2013, Lexico S.r.l. Gioielli, Metalli, Intreccio, Tessuti, Ceramiche Abbigliamento
  68. 68. L’interfaccia con la proprietà intellettuale © 2013 Lexico S.r.l. otto marchi collettivi geografici (Mcg) per altrettanti settori: tessuti, filigrana, gioielli, ceramica, coltelli, cestini, prodotti in ferro battuto e in legno. Disciplinare di produzione dicitura Ad es. “Filigrana artigiana – Sardegna”
  69. 69. La P.I. come risorsa per i saperi tradizionali © 2013, Lexico S.r.l. titolare Sardegna Ricerche Un gruppo di designer si ritrova per creare abiti, accessori e gioielli ispirati alle antiche forme dell'antica tradizione sarda, conservandone la poetica e guardando alla contemporaneità. Consorzio Tessiloro
  70. 70. La complessa e inefficace architettura giuridica QUALE DIRITTO PER I SAPERI NON SCRITTI Il diritto internazionale: È troppo? È troppo poco vincolante? Il diritto comunitario: svilisce il ruolo del pubblico Il diritto nazionale: Il Codice della proprietà Industriale, la legge sul Diritto d’Autore o il Codice dei Beni Culturali e Paesaggistici? L’indomabile dicotomia tra “salvaguardia e valorizzazione”. Il diritto regionale: Quale legittimazione? L’autonomia contrattuale: a quale livello di transazione? Problemi di legittimazione © 2013, Lexico S.r.l.
  71. 71. La complessa e inefficace architettura giuridica IL RUOLO DEL PUBBLICO Su impulso della Commissione Europea, la Corte di Giustizia si è pronunciata in più occasioni su marchi regionali di qualità di enti pubblici nazionali, equiparando a misure di effetto equivalente a restrizioni quantitative “la norma nazionale che subordini il diritto di usare una denominazione di qualità per un prodotto nazionale alla condizione che il prodotto semilavorato, partendo dal quale esso viene fabbricato, venga prodotto o lavorato nel territorio nazionale, e consenta di vietarne l’uso per il semplice motivo che il prodotto è importato da uno Stato membro” (cfr. causa Eggers Sohn et Co. Contro Città di Brema, C-13/78, sentenza del 12 ottobre 1978, punto 26). © 2013, Lexico S.r.l.
  72. 72. La complessa e inefficace architettura giuridica IL RUOLO DEL PUBBLICO (TRATTATO DI ROMA) • “Ex Art. 28: sono vietate fra gli Stati membri le restrizioni quantitative all’importazione nonché qualsiasi misura di effetto equivalente. • Ex Art. 29: Sono vietate fra gli Stati membri le restrizioni quantitative all’esportazione e qualsiasi misura di effetto equivalente. • Ex Art. 30: Le disposizioni degli articoli 28 e 29 lasciano impregiudicati i divieti o restrizioni all’importazione, all’esportazione e al transito giustificati da …protezione del patrimonio artistico, storico o archeologico nazionale, o di tutela della proprietà industriale o commerciale. Tuttavia, tale divieti o restrizioni non devono costituire un mezzo di discriminazione arbitraria, né una restrizione dissimulata al commercio tra gli Stati membri”. • © 2013, Lexico S.r.l.
  73. 73. La complessa e inefficace architettura giuridica IL RUOLO DEL PUBBLICO (TRATTATO DI ROMA) • CGUE ha sanzionato i marchi regionali: Salaison d’Auvergne”, “Savoie”, “Franche- Cometè”, “Corse”, “Limousin”, “Languedoc-Rosillon” e “Lorraine” • “Markenqualität aus deutschen Landen” – qualità di marca della campagna tedesca. • QualitàVallone • Regione Abruzzo e Sicilia • CORTE COSTITUZIONALE ha sanzionato: Made in Lazio • © 2013, Lexico S.r.l.
  74. 74. La complessa e inefficace architettura giuridica IL RUOLO DEL PUBBLICO solo caratteristiche intrinseche del prodotto possono costituire requisito per la concessione dei marchi di qualità e di origine; le caratteristiche qualitative prescritte per la concessione del marchio non possono risolversi nei meri requisiti obbligatori imposti dalla legislazione alimentare comunitaria o nazionale, bensì devono rappresentare un quid pluris che distingua il prodotto da altri della medesima categoria; l’origine del prodotto non può rappresentare una condizione di accesso al marchio; • ogni imprenditore comunitario deve avere accesso al marchio senza limitazioni di carattere territoriale. • © 2013, Lexico S.r.l.
  75. 75. La complessa e inefficace architettura giuridica QUALE RUOLO PER IL COMUNE? Come si può progettare un sistema che parta dal basso? © 2013, Lexico S.r.l.
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×