2°comunicato mensa

176 views
141 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
176
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

2°comunicato mensa

  1. 1. Segreteria Provinciale Alessandria Via Casale 50/A 15122 San Michele Alessandria Tel/Fax 0131-361829 e-mail sappealessandria9@gmail.com _____________________________________________________________________________________________________ Comunicato stampa l’Amministrazione Penitenziaria si “Arena” alle “Termopili” di San Michele, 4° giorno di protesta del Personale della C.R Alessandria, Oggi 23.12.2011 è il quarto giorno consecutivo di protesta del personale di Polizia Penitenziaria di San Michele, la protesta nasce dal fatto che il personale della struttura penitenziaria di San Michele che per legge dovrebbe usufruire della “Mensa obbligatoria di servizio” a far data dal 16.12.2011 dovrà rinunciarvi, per una “interpretazione” molto “originale” di questa Direzione che recepisce delle in “linea guida” dei superiori uffici Provveditorali in maniera ancora più restrittiva. Alla fine anche chi, come in questa struttura, lavora per otto (8) ore continuative rischiando la vita ogni secondo di quelle ore non potrà permettersi ne una pasto decente ne un momento di riposo, ma, udite udite, dovrà recuperare il tempo che eventualmente usufruisce per consumare un piatto fugace in barba a Leggi dello Stato che prevedono la mezz’ora di pasto come orario di servizio fino a portare, per conseguenza, il lavoro settimanale del Poliziotto Penitenziario di questo istituto dalle 36 ore del Contratto Nazionale alle 39 ore del nuovo contratto(!???) stipulato da questa direzione( non si sa con quale controparte). A far data dal 22.12.2011 è incominciato il gioco del “rimpallo” della paternità del provvedimento oggetto di protesta, che da Alessandria sembra spostarsi a Torino dove la responsabilità “rimpalla” nei salotti Romani per poi, chiaramente, tornare nell’Alessandrino. La scelta di attuare tali restrizioni nel periodo natalizio, per farle passare in silenzio, sembra invece ritorce contro all’Amministrazione Penitenziaria che invece si è trovata “Arenata” sul capo di San Michele e non riuscendo a passare qui, considerando anche il risalto della questione Alessandrina che sta avendo al livello nazionale, sembrerebbe problematico, ora, attuarle anche nel resto del distretto piemontese. Questa O.S.unica rimasta a difendere sul campo i colleghi, ha dichiarato lo stato di agitazione invitando tutto il personale di Polizia Penitenziaria dall’ ASTENERSI DALLA MENSA DI SERVIZIO A FAR DATA DAL 20.12.2011, riservandosi di mettere in essere ogni altra forma di protesta fino a quando questa Amministrazione non vorrà ASCOLTARE con la dovuta ATTENZIONE le Rimostranze di un Personale ingiustamente penalizzato!

×