Blog for Business - Capitolo 4 - Come scrivere un blog

710 views
584 views

Published on

A questo punto abbiamo il nostro blog impostato, sappiamo il motivo per il quale vogliamo realizzare il corporate blog ed abbiamo definito un piano edito- riale efficace e realizzabile.
Non ci resta che iniziare a produrre i nostri contenuti. Innanzitutto, chiariamo cosa si intende con questo termine.
Contenuto è un termine generico che si riferisce a tutto ciò che viene creato e caricato su un sito web: parole, immagini, strumenti o altri materiali. Scopri cosa scrivere su un blog leggendo questo capitolo!

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
710
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
349
Actions
Shares
0
Downloads
14
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Blog for Business - Capitolo 4 - Come scrivere un blog

  1. 1. GRUPPO MY- social media solutions / Via G.Dottori 94, Perugia / PI 03078860545 Social Toolbox ed i contenuti presenti nel seguente documento (incluso a titolo di esempio: dati, documenti, immagini, grafica) sono di proprietà Gruppo My. Pertanto il presente materiale non può essere modificato, copiato, riprodotto, trasferito, pubblicato o distribuito senza il consenso della società titolare dello stesso. Il materiale può essere stampato ed utilizzato esclusivamente a titolo personale. Capitolo 4 - cosa scrivere sul blog
  2. 2. Cosa scrivere sul blog I contenuti A questo punto abbiamo il nostro blog impostato, sappiamo il motivo per il quale vogliamo realizzare il corporate blog ed abbiamo definito un piano edito- riale efficace e realizzabile. Non ci resta che iniziare a produrre i nostri contenuti. Innanzitutto, chiariamo cosa si intende con questo termine. Contenuto è un termine generico che si riferisce a tutto ciò che viene creato e caricato su un sito web: parole, immagini, strumenti o altri materiali. In quest’ accezione, consideriamo contenuti: 1. Le pagine del sito 2. Video 3. Articoli in forma testuale 4. Immagini 5. Podcast 6. Tutto ciò che è pubblicato sui social network Nel nostro blog, quindi, possiamo creare e pubblicare post che contengano: · Testo · Immagini · Video · Audio Integrare più media è spesso la soluzione più efficace, sia da un punto di vista più tecnico (i post con immagini e video ci permettono di “farci trovare meglio” da google) che da un punto di vista comunicativo.
  3. 3. L’utente è maggiormente attratto da un contenuto grafico e riesce a comprendere immediatamente se “quel contenuto” può essergli utile o meno. Allo stesso modo, un video accattivante e chiaro può aumentare a dismisura il livello di efficace comunicativa del post. Pensiamo ad esempio ad un’ azienda che vuole spiegare nel dettaglio l’ utilizzo di un certo prodotto. Un video tutorial sarà molto più esplicativo e meno noioso di un post testuale lungo ed estremamente tecnico. Il nostro post, quindi, dovrebbe contenere immagini e video. Secondo le regole di quello che gli americani chiamano “content mix”. Ma il testo? Cosa scriviamo nel post? Ricordiamoci che il blog deve essere utile, chi arriva sulle nostre pagine deve tro- var informazioni interessanti e, quanto più possibile, soluzioni ai propri problemi. Vediamo alcuni esempi per chiarire meglio questo concetto. · Post ricchi di immagini e di informazioni sulle varie località per il blog di un’agen- zia viaggi o di un tour operator · Video degli eventi locali per i blog di strutture ricettive · Video- tutorial di un colloquio per il blog di chi si occupa di orientamento e ac- compagnamento al lavoro · Post dettagliato sulle varie tipologie di compra-vendita di immobili per un’agen- zia immobiliare · Consigli di interior design per il blog di un’azienda che produce mobili · Ecc… Come è facilmente intuibile, gli esempi possono essere infiniti. Chiunque voglia vendere qualcosa deve offrire informazioni dettagliate e valore ai propri clienti. Ok, abbiamo scelto l’argomento, cosa facciamo adesso? C’è un ultimo passaggio prima di scrivere ed è quello di raccogliere ed organizzare le informazioni.
  4. 4. Non possiamo permetterci il rischio di scrivere cose sbagliate o approssimative. La qualità dei contenuti è ciò che tiene il lettore incollato al blog! Esiste il post perfetto? Diciamo subito che, ovviamente, il post perfetto non esiste. Esistono dei modelli, delle linee guida e dei consigli che possono guidarci nel lavoro di redazione dei testi. Scrivere un post su blogger è veramente semplice, osserviamo il layout: Iniziamo dal titolo. Puntiamo subito sull’utilità, dichiarano quale risposta troveranno i lettori nel no- stro post. Es: “Il metodo giusto per…” Cosa vedere a...” Come evitare di…” Queste formule attireranno l’attenzione del lettore. A questo punto sviluppiamo la prima frase, che dovrà tenere incollato il lettore, catturandone l’ attenzione. Anche qui la forma interrogativa funziona sempre. Es: “Vuoi cambiare stile al tuo appartamento ma non hai a disposizione un budget importante?Con un po’ di pazienza ed i giusti consigli potrai trasformare la tua casa senza spendere una fortuna”
  5. 5. Nel capoverso successivo iniziamo ad illustrare la nostra “soluzione”, spiegando il concetto e fornendo informazioni dettagliate. È importante essere chiari ed esaustivi, scrivendo con uno stile sintetico ed evi- tando giri di parole. Sviluppiamo pochi concetti, ricorrendo agli elenchi puntati per sintetizzare e ri- epilogare. Non stiamo scrivendo un romanzo, stiamo raccontando esperienze ed offrendo soluzioni. Infine, dopo aver sviluppato i concetti, chiudiamo il post utilizzando ancora una domanda. In questo caso lo scopo è quello di stimolare la partecipazione degli utenti e di coinvolgerli. Es: “Cosa ne pensi? Hai mai provato a dipingere le pareti di casa tua con tinte accese e particolari? Raccontaci la tua esperienza” Una volta scritto il post non resta che aggiungere le immagini, sistemare la for- mattazione tramite i semplicissimi comandi dell’editor di testo e, infine, lavorare sulle impostazioni (colonna a destra) per assegnare le giuste etichette (blogger non distingue tra tag e categorie). Infine, se vogliamo, possiamo pianificare la pubblicazione del post. Cosa possiamo fare subito? Scrivere bene non è facile, ma si può assolutamente migliorare. L’ esercizio è fon- damentale per questo. Ancora, prendi carta e penna e prova a scrivere un post (seguendo lo schema in- dicato precedentemente) sull’ argomento che conosci meglio e senti più tuo.

×