Your SlideShare is downloading. ×
Batteri
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Batteri

15,448
views

Published on

Published in: Technology, Health & Medicine

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
15,448
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
148
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Batteri
  • 2. Cenni di classificazione Per capire e conoscere il mondo che ci circonda dobbiamo fare ordine Come?
  • 3. Whittaker, 1969 – 5 regni 1 2 3 4 5 1 MONERE: procarioti, unicellulari 2 PROTISTI: eucarioti, prevalentemente unicellulari 3 PIANTE: eucarioti, pluricellulari, autotrofi 4 FUNGHI: eucarioti, prevalentemente pluricellulari, eterotrofi 5 ANIMALI: eucarioti, pluricellulari, eterotrofi
  • 4. BATTERI Dimensioni dell’ordine di pochi micrometri, da 0,2 μm a 30 μm (cellule umane 2-200 μm). 175X Molto numerosi: nel vostro corpo vi sono più batteri (10 15 ) che cellule umane (10 14 ). Si stima che nel corpo umano vivano 5-10000 specie diverse di batteri
  • 5. La cellula batterica
  • 6. La riproduzione La riproduzione è asessuata e avviene per SCISSIONE BINARIA. Il tempo è variabile, in E. coli ogni divisione impiega circa 20 min VIDEO Scissione binaria di Escherichia coli ; in rosso il nucleoide e in verde il citoplasma
  • 7. Coniugazione I batteri sono in grado di scambiarsi informazioni genetiche. La cellula donatrice entra in contatto con la cellula ricevente tramite un lungo PILO tramite il quale viene trasferita una porzione di DNA. Modalità di trasmissione di DNA tra una cellula donatrice e una cellula ricevente.
  • 8. Trasformazione La trasformazione genetica è un processo in cui una molecola di DNA libero viene incorporata in una cellula ricevente e determina cambiamenti genetici . Solo alcuni batteri sono in grado di essere trasformati, vengono definiti COMPETENTI . La competenza può anche essere indotta artificialmente
  • 9. Archeobatteri ed Eubatteri Woese, 1977 Molto diversi geneticamente Gli Archeobatteri colonizzano ambienti “estremi” abbiamo infatti: Gli Eubatteri sono invece i batteri più diffusi. Vediamone qualche esempio e come possono essere classificati… Batteri Alofili Great Salt Lake, Utah, USA Batteri termoacidofili Sorgenti calde sottomarine Batteri metanogeni nel tratto digestivo dei ruminanti
  • 10. Per forma Bacilli: a bastoncino Cocchi: a sfera Spirilli: a spirale Vibrioni: a virgola Escherichia coli: un batterio che vive nel nostro intestino Streptococcus thermophilus – utile nella produzione di formaggi Vibrio cholerae – batterio che causa il colera
  • 11. Le colonie a loro volta… I batteri possono riunirsi in colonie in diversa maniera A coppie A catene A grappolo A gruppi da 8 a formare un cubo Diplococchi Streptococchi Stafilococchi Sarcine
  • 12. Come si nutrono? Autotrofi Eterotrofi Fotosintetici Chemiosintetici Si procurano l’energia trasformando molecole inorganiche . Es. solfobatteri Producono sostanze organiche a partire da anidride carbonica e acqua, usando energia luminosa Non sono in grado di trasformare sostanze inorganiche in sostanze organiche
  • 13. Cianobatteri : contengono clorofilla, non nei cloroplasti, bensì in un sistema di membrane nella zona periferica della cellula Possono essere isolati o in colonie Hanno richieste nutritive molto semplici (acqua, anidride carbonica, azoto e pochi minerali) Nelle risaie vengono utilizzati come fertilizzanti naturali alcuni cianobatteri (Anabaena azollae) Sono gli organismi che hanno arricchito l’atmosfera primitiva di ossigeno.
  • 14. Eterotrofi – Saprofiti : si nutrono di materiale organico morto Enorme importanza ecologica, anello conclusivo delle catene alimentari Non sono saprofiti solo i batteri, ma anche alcune piante (orchidee), funghi, e protozoi
  • 15. Metabolismo Aerobi Anaerobi Facoltativi Obbligati Vivono solo in presenza di ossigeno Vivono solo in assenza di ossigeno Possono vivere sia in presenza che in assenza di ossigeno
  • 16. La colorazione di Gram Gram – doppia membrana con all’interno uno strato di peptidoglicano di 7-8 nm. La parete cellulare dei batteri non è sempre uguale: Gram + Singola membrana Esternamente strato di peptidoglicano di 20-80 nm
  • 17. Lo strato più spesso di peptidoglicano nei batteri Gram + trattiene il colorante violetto. Nei batteri Gram – questo viene invece decolorato dall’acetone ed è visibile la seconda colorazione con safranina (o fucsina)
  • 18. Laboratorio
  • 19. I batteri e l’uomo Potremmo dividere i batteri anche in utili, innocui e dannosi per l’uomo Le infezioni alimentari BATTERIO ALIMENTI SINTOMI PREVENZIONE SALMONELLA uova crude carni di pollame alcuni molluschi carni suine crude dopo 12-36 ore: diarrea, dolori addominali, nausea, vomito, febbre cottura sopra i 60°C conservazione sotto i 10°C CLOSTRIDIUM BOTULINUM conserve preparate in casa e non sterilizzate (vegetali sott’olio)‏ dopo 12-48 ore: sintomi di tipo nervoso, assenza sintomi gastrointestinali, morte per paralisi respiratoria rispetto igiene nella lavorazione sterilizzazione delle conserve
  • 20. BATTERIO ALIMENTI SINTOMI PREVENZIONE LISTERIA MONOCYTOGENES Carni, verdure e prodotti trasformati, prodotti lattiero-caseari Diarrea oppure Encefalite, meningite rispetto igiene nella lavorazione, cottura, pastorizzazione Lavaggio accurato delle verdure. VIBRIO PARAHAEMOLYTICUS pesce crudo, molluschi dopo 12-24 ore: diarrea profusa, nausea, vomito, febbre cottura
  • 21. Batteri utili Altri batteri sono invece molto utili, se non indispensabili, pensiamo ad esempio alla nostra flora intestinale, cosa ci succede dopo un ciclo di antibiotici? I batteri utili sono generalmente in simbiosi con noi Batteri che sono utili in certi organi possono diventare patogeni in altri Vediamo alcuni esempi di batteri che vivono in noi
  • 22. La flora cutanea è eterogenea e continuamente rinnovata Nel cavo orale coabitano molti batteri( placca ) (igiene orale) Nello stomaco si localizzano poche specie batteriche resistenti agli acidi Modesta la quantità dei batteri a livello dell’uretra La flora vaginale mantiene acido il pH impedendo lo sviluppo di altri batteri Nei vari tratti intestinali si localizzano batteri diversi con funzioni alquanto disparate I batteri delle vie respiratorie sono pochi poiché vengono intrappolati dal muco
  • 23. Streptococcus thermophilus è un microrganismo termofilo (la temperatura ottimale di crescita è fra i 37 e i 42°C. E’ presente in molte colture naturali per la produzione di formaggi (Italico Asiago, Montasio, Provolone, Mozzarella, Gruyere, Emmenthal) e di yogurt. Lactobacillus casei e Lactobacillus paracasei sono due specie importanti nella maturazione dei formaggi. Molti altri batteri vengono invece usati nell’industria alimentare
  • 24. Gli antibiotici Gli antibiotici sono sostanze che combattono i batteri interferendo con alcune funzioni cellulari
    • Penicilline : interferiscono con la formazione della parete cellulare
    • Tetracicline : inteferiscono con la sintesi delle proteine
    • Sulfamidici : interferiscono con la sintesi del DNA
    Possono essere specifici o a “largo spettro” In molti casi vi può essere una resistenza acquisita dei batteri
  • 25. Per scaricare la presentazione
    • http://tinyload.com/kNOoW