Società Postmoderna e Mutamento Corpo-Identitànell‘individuo Contemporaneo          Alcuni indirizzi
ciò che muove alla lezione di              oggi… L’ignoranza conduce alla paralisi della  volontà. Se non sappiamo cosa ...
   Più studi, più sai                                   più sai,                             più dimentichi,più dimentich...
Prima faremo unadigressione sui concetti di   libertà e di temponella loro trasformazione.   - Enrico Rossi -           4
Per quale ragione… Esistono delle invarianze nella storia  dell’uomo, cioè degli elementi che  permangono pur nel mutare ...
…mi scuso in anticipo per alcune necessarie   semplificazioni e   generalizzazioni,    in seconda battuta indagabili.  Dov...
Si è dimostrato che l’assenza di relazionisociali è incompatibile con la vita. Es..             Esperimento sul linguaggio...
La presa di coscienza   Il potere della comunità esiste da quando    esiste l’essere umano, - ne è variata la    giustifi...
Un compromesso da sanare « se vogliamo che la coesione civile tra gli  uomini prosegua il {principio di realtà}  deve ave...
CONSAPEVOLEZZA di COMUNITA’ NOVITA’: la libertà ha abbattuto le norme  a tutela della comunità e tale elemento  ora dev’e...
Il travisamento La società dei consumi presenta l’Obbligo  di scelta dandogli la forma di una Libertà  di scelta… la sot...
La scelta individuale Vittoria o sconfitta sono poste in  relazione alla ricerca della FELICITA’...  Individuale. Si per...
La Percezione Del Tempo Il tempo che viviamo è in funzione delle  nostre aspettative. È una caratteristica  tipicamente u...
Alcune posizioni sul TEMPO   Hegel considera il “tempo” come “divenire    intuito”, cioè come intuizione del movimento.  ...
Tempo «il qui ed ora» «la tirannia del momento»                                  T.H. Eriksen Il passato ed il futuro s...
Tempo «il qui ed ora»tra internazionalizzazione e globalizzazione   Il significato del tempo viene rinegoziato.   Da cic...
Tempo «il qui ed ora»   Una vita dell’adesso si attaglia ai:    consumatori di nuove Esperienze di Vita.    Un affrettars...
Tempo «il qui ed ora» L’attenzione è rivolta sull’infinito numero  di possibilità promesse dall’adesso. un senso di libe...
Tempo «il qui ed ora»   Se ogni istante è pieno di potenzialità,    differenti ed uniche.     Allora Il «carpe diem» li...
L’IDENTITA’ narrativa   l’identità personale non coincide con un oggetto ma    consiste in un’attività di costituzione di...
tra Tempo e Identità Per la postmodernità: la realtà del presente  ha fagocitato tutto il tempo svincolandoci sia  dalla ...
IDENTITÀ che cambia L’individuo postmoderno risponde al “chi sono  io?” senza far riferimento in maniera univoca a  ident...
L’IDENTITA’ Z.Bauman “moltiplicazione del Sé” già teorizzato nelle  teorie psicoanalitiche (tra conscio e  subconscio). ...
L’IDENTITA’ Z.Bauman   Il vivere nel presente porta a non dare    attenzione a:    1) esperienze passate    2) conseguenz...
L’IDENTITA’   «siamo funestati dalla fragilità di un    presente che invoca un fondamento    solido là dove non ne esisto...
L’IDENTITA’ Z.Bauman La vita a frammenti. Ogni frammento differente. Per ognuno conoscenze e capacità diverse.      - E...
L’IDENTITA’ Z.Bauman La formazione incessante,  perpetuamente incompiuta ed aperta del  Sé e della personalità. «l’incer...
………..- Enrico Rossi -           28
L’IDENTITA’ ai tempi della rete Il desiderio di migliorare ciò che ha  determinato la natura è alle origini stesse  della...
L’IDENTITA’ ai tempi della rete Nello stesso tempo, Internet rappresenta la  possibilità di trasformare le insidie della ...
L’IDENTITA’ ai tempi della rete la postmodernità proclama la fine delle “grandi  narrazioni totalizzanti. La molteplicit...
L’IDENTITA’ ai tempi della rete Il cyberspazio: ritorno ad una situazione  precedente alla scrittura. Nel regime classic...
L’IDENTITA’ ai tempi della rete                      un altro modo per dirlo Sono le persone, gli attori sociali, non i  ...
L’IDENTITA’ ai tempi della rete «Ciòche è in gioco con queste innovazioni tecniche è un vasto e pervasivo cambiamento nel...
Identità Corporea e Significati "La rete è un luogo di trasformazione, una  fabbrica di identità in cui i corpi diventano...
Identità Corporea e Significati «Nei mondi mediati dal computer, il sé è multiplo, fluido, e costituito dallinterazione d...
L’IDENTITA’ ai tempi della rete   «le esperienze in Internet ci aiutano a    sviluppare modelli di benessere psicologico ...
IDENTITÀ Reticolare La rappresentazione del sé nel web consiste  nell’assemblare una home page di oggetti  virtuali corri...
IDENTITÀ Esperimenti Le identità contraddittorie, parziali e strategiche. il concetto di identità si evolve man mano che...
DunqueVeniamo a Noi - Enrico Rossi -    40
Il valore della                   FELICIA’POSSIAMO PARLARE DI ASSENZA DI           VALORI?       - Enrico Rossi -       41
La Felicità Inquesta visione del mondo lo sgretolamento dei capisaldi e del pensiero forte ha portato gli uomini, sempre ...
La Felicità   In una situazione così instabile dove    persino il tempo è definito    “puntilistico” ovvero “frammentato ...
La Felicità partendo dalla constatazione che "la società dei consumi è forse lunica società nella storia dellumanità che ...
Quale cultura   Una cultura della felicità si percepirà        meno come una cultura dell’apprendimento e         dell’a...
- Enrico Rossi -   46
quando una persona fa una cosa,soddisfa bisogni e valori                           •i valori sono:                        ...
… siam sicuri sia tutto benilluminato                            F                            E                           ...
- Enrico Rossi -   49
- Enrico Rossi -   50
….. i nuovi bisogni                            DallaCreazione di nuovi bisogni.                            AllaDenigrazi...
Desideri Disaffezione e indebolimento della  fiducia portano ad insicurezza↓. ↓ incertezza ↓ paura diffusa ↓ INFELICIT...
Va l o r i Quali valori? Presenti o assenti? Condivisi o individuali? Quali cambiamenti? … nel tempo? Liberi o condiz...
Le domande giuste   Oggi più di prima èfondamentale porsi ledomande giuste.      - Enrico Rossi -    54
Le relazioni nel web senso di comunanza e cooperazione nei  gruppi on-line. Sostituti simbolici delle vecchie comunità  ...
Le relazioni nel web “sentire assieme” Una socialità diffusa ed afinalistica. In quanto… Il provare emozioni insieme con...
“sentire assieme” nel web Un tipo di aggregazione non  basata sul contratto o sulla  razionalità ma sulla “prossemia”, I...
Le relazioni nel web il cambiamento delle relazioni tra corpo e  individuo, tra individuo e gruppo mette in luce come il...
I comportamenti   Un problema ancora oggi irrisolto     effetti delle nuove tecnologie sugli individui.   Alcuni orient...
Gli antagonisti… esser contro        La metafore del           automobilista.     - Enrico Rossi -           60
il contesto sociale "il contesto sociale non è qualcosa che sta al di fuori, o al di sopra, delle persone e delle organiz...
Realtà Vs Fantasia   "virtuale è il ruolo che diamo alla nostra    interpretazione, quando "costruiamo" ciò che    "avvie...
Realtà Vs FantasiaI social sono un luogo dove  realtà e fantasia sono             manipolabili?    - Enrico Rossi -       ...
Realtà Vs Fantasia Franco Berardi «In rete, chiunque entri nel flusso  comunicativo sa benissimo che il gioco  linguistic...
Realtà Vs Fantasia Franco Berardi   «…il mondo della comunicazione, può    interagire, ma può anche, quando vuole,    int...
… e la trasgressività? Per avere trasgressione dobbiamo  avere una regola. Quando il  mondo diventa emanazione di  una in...
I comportamenti nella rete Lavorare  per la costruzione o  per la distruzione. membri attivi. La manipolazione del  con...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Società postmoderna e mutamento corpo identità nell'individuo contemporaneo

1,513 views
1,344 views

Published on

La presentazione tenuta dal docente e psicoterapeuta Enrico Rossi per SQcuola di Blog

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,513
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
29
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Società postmoderna e mutamento corpo identità nell'individuo contemporaneo

  1. 1. Società Postmoderna e Mutamento Corpo-Identitànell‘individuo Contemporaneo Alcuni indirizzi
  2. 2. ciò che muove alla lezione di oggi… L’ignoranza conduce alla paralisi della volontà. Se non sappiamo cosa ci aspetta non abbiamo modo di calcolare i rischi. Abbiamo bisogno di educazione permanente per avere la possibilità di scegliere. Ne abbiamo ancora più bisogno per salvaguardare le condizioni che rendono le scelte accessibili e alla nostra portata. - Enrico Rossi - 2
  3. 3.  Più studi, più sai più sai, più dimentichi,più dimentichi,...meno sai Ma allora chi te lo fa fare! - Enrico Rossi - 3
  4. 4. Prima faremo unadigressione sui concetti di libertà e di temponella loro trasformazione. - Enrico Rossi - 4
  5. 5. Per quale ragione… Esistono delle invarianze nella storia dell’uomo, cioè degli elementi che permangono pur nel mutare dei tempi, dei modi, dei bisogni, dei principi, delle regole, dei valori, delle fedi, dei bisogni, ecc… Più chiariamo questi elementi maggiore è la nostra possibilità di conoscere quali elementi sono di contorno e quali strutturali per la vita dell’essere umano. - Enrico Rossi - 5
  6. 6. …mi scuso in anticipo per alcune necessarie semplificazioni e generalizzazioni, in seconda battuta indagabili. Dovute alla vastità ed al suoessere in divenire della materia. - Enrico Rossi - 6
  7. 7. Si è dimostrato che l’assenza di relazionisociali è incompatibile con la vita. Es.. Esperimento sul linguaggio L’imperatore Federico II, all’inizio del 1200, tentò un esperimento sui neonati. Racconta Salimbene da Parma (Cronica, par. 1664-1665): i bambini venivano nutriti e lavati, senza che nessuno potesse parlare loro, né cullarli, né cantare nenie. L’esperimento fallì miseramente, perché ipiccoli morivano tutti. Spitz e Bowlby ripotano marasma e alto tasso di morte in orfani della IIG.M. - Enrico Rossi - 7
  8. 8. La presa di coscienza Il potere della comunità esiste da quando esiste l’essere umano, - ne è variata la giustificazione, il ruolo e la percezione. (vediamo il perché)  Dall’Ancien Regime alla  Nazione come comunità espansa, fondata sulla capacità di autocontrollo del singolo in nome di un progetto più alto. - Enrico Rossi - 8
  9. 9. Un compromesso da sanare « se vogliamo che la coesione civile tra gli uomini prosegua il {principio di realtà} deve aver la meglio sul {principio di piacere}». Es. L’avvento della nazione richiede l’interiorizzazione delle pressioni e delle costrizioni esterne. Io individuo Ve r s u s Io membro di una comunità. - Enrico Rossi - 9
  10. 10. CONSAPEVOLEZZA di COMUNITA’ NOVITA’: la libertà ha abbattuto le norme a tutela della comunità e tale elemento ora dev’essere problematizzato. La libertà da il potere al singolo sulla comunità. la comunità di umani esiste da sempre, però l’idea di comunità come condizione necessaria all’umanità nascere con la sua messa in crisi. - Enrico Rossi - 10
  11. 11. Il travisamento La società dei consumi presenta l’Obbligo di scelta dandogli la forma di una Libertà di scelta… la sottomissione alle richieste della realtà è mascherata da esercizio di libertà ed autoaffermazione. I vincoli e la punizione sono mascherati in passi falsi ed opportunità perdute. - Enrico Rossi - 11
  12. 12. La scelta individuale Vittoria o sconfitta sono poste in relazione alla ricerca della FELICITA’... Individuale. Si perde la lealtà e l’obbedienza verso la «totalità»… recuperata nelle cerimonie. - Enrico Rossi - 12
  13. 13. La Percezione Del Tempo Il tempo che viviamo è in funzione delle nostre aspettative. È una caratteristica tipicamente umana. La percezione che il tempo sia lungo o corto, leggero o pesante, intenso o noioso, varia da come ci poniamo nei confronti della ‘vita’. Tale percezione muterà al variare delle aspettative. - Enrico Rossi - 13
  14. 14. Alcune posizioni sul TEMPO Hegel considera il “tempo” come “divenire intuito”, cioè come intuizione del movimento.  Hegel, 1827 Critica la “linearità del tempo”, in quanto “la linea è immobile, mentre il tempo è mobilità. La linea è già fatta mentre il tempo è ciò che si fa, anzi è ciò per cui ogni cosa si fa.”  “La pensée et la mouvant » di Henry Bergson, 1934 la teoria esistenzialista di Heidegger riconosce il primato dell’”avvenire” nell’interpretazione del “tempo” in termini di “possibilità” o di ”progettazione”.  “ESSERE E TEMPO”: Heidegger (1889-1976) - Enrico Rossi - 14
  15. 15. Tempo «il qui ed ora» «la tirannia del momento»  T.H. Eriksen Il passato ed il futuro sono minacciate dalla tirannia dell’istante. In un momento milioni di cose. Un momento sempre più piccolo. Puntillizzazione e discontinuità. La vita nel presente ed i legami con gli altri…. - Enrico Rossi - 15
  16. 16. Tempo «il qui ed ora»tra internazionalizzazione e globalizzazione Il significato del tempo viene rinegoziato. Da ciclico o lineare a Puntillistico: «frammentato in una miriade di particelle separate con la facile conseguenza che i frammenti prendano il sopravvento e che diventi sempre più difficile creare narrazioni, ordini, gerarchie e sequenze evolutive». Ogni istante è portatore di una miriade infinita di possibili occasioni. Nella maggior parte dei casi finite male. Una moltitudini di nuovi inizi che compensa le tante false partenze.  Z. Bauman - Enrico Rossi - 16
  17. 17. Tempo «il qui ed ora» Una vita dell’adesso si attaglia ai: consumatori di nuove Esperienze di Vita. Un affrettarsi non per acquisire e conservare ma per scartare e sostituire. Il rischio: perdere la possibilità di riprovarci con più determinazione. Vantaggi: passare oltre per non perdere nuove ed inesplorate possibilità. - Enrico Rossi - 17
  18. 18. Tempo «il qui ed ora» L’attenzione è rivolta sull’infinito numero di possibilità promesse dall’adesso. un senso di liberazione dal passato e dal futuro.  La capacità di «rinascere» all’infinito.  Inabilità il determinismo causale di ciò che si era ieri. - Enrico Rossi - 18
  19. 19. Tempo «il qui ed ora» Se ogni istante è pieno di potenzialità, differenti ed uniche.  Allora Il «carpe diem» liberato dal passato che ne limita le scelte rinasce ogni giorno. La vita dei bambini, presi in un perpetuo e trafelato presente in cui tutto è affidato all’esperienza del momento, sembra la condizione umana generalizzata. - Enrico Rossi - 19
  20. 20. L’IDENTITA’ narrativa l’identità personale non coincide con un oggetto ma consiste in un’attività di costituzione di Sé che si sviluppa nel corso di una vita.  Ricoeur, Di conseguenza, l’identità personale assomiglia a una storia più che a qualcosa che rimane invariabile attraverso il tempo. La narrazione usata a paradigma per il processo di costituzione di Sé, il quale organizza una sequenza d’eventi separati, conflittuali ed eterogenei in una unità. «verso la fine negli anni 60 la cultura che insegnava come il Sé fosse costituito da e attraverso il linguaggio» (Sherry Turkle) - Enrico Rossi - 20
  21. 21. tra Tempo e Identità Per la postmodernità: la realtà del presente ha fagocitato tutto il tempo svincolandoci sia dalla trascendenza sia dal passato. La conseguenza è la necessità di doversi reinventare la propria identità senza soluzione di continuità. Il prezzo da pagare a questa assenza di vincoli, definibile come libertà, è la consumazione della propria identità. Allucquère Rosanne Stone - Enrico Rossi - 21
  22. 22. IDENTITÀ che cambia L’individuo postmoderno risponde al “chi sono io?” senza far riferimento in maniera univoca a identità “istituzionali” – quali quelle di moglie/marito, padre/madre, ecc. – perché rifiuta di identificarsi in schemi rigidi. Un camaleonte sociale che prende in prestito frammenti di identità ovunque per combinarle in modo da costruire un sé che sia il più possibile adatto alla situazione-relazione in cui l’individuo è inserito.  (Mantovani, 1995). - Enrico Rossi - 22
  23. 23. L’IDENTITA’ Z.Bauman “moltiplicazione del Sé” già teorizzato nelle teorie psicoanalitiche (tra conscio e subconscio). È in atto un cambiamento nella cultura e nel modo in cui le identità sono strutturate. Il «senso della storia» lascia ad una molteplicità di piccole affermazioni che lottano per la propria legittimità, Come organizzare la coerenza degli eventi. - Enrico Rossi - 23
  24. 24. L’IDENTITA’ Z.Bauman Il vivere nel presente porta a non dare attenzione a: 1) esperienze passate 2) conseguenze future delle azioni. Porta ad assenza di legami con gli altri. • In quanto Viene premiata velocità ed efficacia. A discapito di pazienza e perseveranza. - Enrico Rossi - 24
  25. 25. L’IDENTITA’ «siamo funestati dalla fragilità di un presente che invoca un fondamento solido là dove non ne esistono».  A. Meucci Incertezza = rischio regole predeterminate ed obbiettivi universalmente approvati non ci sono più [la libertà]. Ciò che è bene oggi domani potrebbe esser classificato come veleno. - Enrico Rossi - 25
  26. 26. L’IDENTITA’ Z.Bauman La vita a frammenti. Ogni frammento differente. Per ognuno conoscenze e capacità diverse. - Enrico Rossi - 26
  27. 27. L’IDENTITA’ Z.Bauman La formazione incessante, perpetuamente incompiuta ed aperta del Sé e della personalità. «l’incertezza artificiale» è strumento di dominio. «la precarizzazione» è il nucleo della strategia del dominio. - Enrico Rossi - 27
  28. 28. ………..- Enrico Rossi - 28
  29. 29. L’IDENTITA’ ai tempi della rete Il desiderio di migliorare ciò che ha determinato la natura è alle origini stesse della cultura umana. Esiste una tendenza naturale degli esseri umani a ricostruirsi attraverso la tecnologia. Donna Haraway I sistemi di significato occidentali si basano su opposizioni binarie, la natura stessa della cybercultura mette in discussione questi dualismi. Es. naturale-artificiale - Enrico Rossi - 29
  30. 30. L’IDENTITA’ ai tempi della rete Nello stesso tempo, Internet rappresenta la possibilità di trasformare le insidie della frammentazione dell’identità in nuove risorse e potenzialità per l’individuo. L’incorporeità tipica della “ciber-interazione”, forgia un nuovo concetto di identità parallelo e sovrapposto a quello reale. Nella comunicazione in rete, si possono costruire identità diverse, contigue e differenziate rispetto a quella vincolata al principio di identità stabile di stampo moderno. - Enrico Rossi - 30
  31. 31. L’IDENTITA’ ai tempi della rete la postmodernità proclama la fine delle “grandi narrazioni totalizzanti. La molteplicità e il radicale intrecciarsi di epoche , i punti di vista e le legittimità, tratto distintivo del postmoderno, sono daltronde accentuati e nettamente incoraggiati dalla cybercultura. Ma la filosofia postmoderna ha confuso luniversale e la totalizzazione.  Jean-Francois Lyotard, Buttar via il bambino delluniversale con lacqua sporca della totalità. - Enrico Rossi - 31
  32. 32. L’IDENTITA’ ai tempi della rete Il cyberspazio: ritorno ad una situazione precedente alla scrittura. Nel regime classico della scrittura, il lettore è condannato a riattualizzare il contesto a suo spese, oppure ad affidarsi al lavoro di terzi, che possono circoscrivere il senso. Oggi, tecnicamente, grazie allimminente messa in rete di tutte le macchine del pianeta, non ci sono più messaggi “fuori contesto”, separati da una comunità attiva.  (Lévy 1999: 114). - Enrico Rossi - 32
  33. 33. L’IDENTITA’ ai tempi della rete un altro modo per dirlo Sono le persone, gli attori sociali, non i gruppi o le comunità come realtà a sé stanti, che interagiscono tra loro nella vita di ogni giorno. Appartenere ad uno o ad un altro gruppo può essere importante, a seconda delle circostanze. Tocca alla persona decidere quale importanza attribuire alle corrispondenti identità, e questa scelta dipende dal contesto”.  (Mantovani 2006, p. 19). - Enrico Rossi - 33
  34. 34. L’IDENTITA’ ai tempi della rete «Ciòche è in gioco con queste innovazioni tecniche è un vasto e pervasivo cambiamento nella cultura e nel modo in cui le identità sono strutturate…….» (Poster 1999 : 66) - Enrico Rossi - 34
  35. 35. Identità Corporea e Significati "La rete è un luogo di trasformazione, una fabbrica di identità in cui i corpi diventano macchine produttrici di significato". Assunto contraddittorio … il gioco della comunicazione informatizzata crea contenuti ed agenti che fluttuano in uno spazio-tempo ridefinibile di volta in volta sulla base del ‘piacere del contatto’  A. R. Stone - Enrico Rossi - 35
  36. 36. Identità Corporea e Significati «Nei mondi mediati dal computer, il sé è multiplo, fluido, e costituito dallinterazione dei collegamenti con la macchina; e la comprensione arriva dalla navigazione e dallarmeggiare in giro piuttosto che dallanalisi.» - Enrico Rossi - 36
  37. 37. L’IDENTITA’ ai tempi della rete «le esperienze in Internet ci aiutano a sviluppare modelli di benessere psicologico significativamente postmoderni: essi riconoscono la flessibilità e la molteplicità; riconoscono la natura costruita della realtà, del sé e dellaltro»  Turkle la comunicazione tramite computer è una palestra di sperimentazione per provare ad assumere identità differenti. - Enrico Rossi - 37
  38. 38. IDENTITÀ Reticolare La rappresentazione del sé nel web consiste nell’assemblare una home page di oggetti virtuali corrispondenti ai propri interessi. La home page viene realizzata componendovi oppure incollandovi parole, immagini, suoni e indi collegandola ad altri siti Internet. L’identità emerge grazie a coloro che conosciamo, dalle reciproche associazioni e connessioni, si collega la propria home page ad altre pagine su argomenti vari. - Enrico Rossi - 38
  39. 39. IDENTITÀ Esperimenti Le identità contraddittorie, parziali e strategiche. il concetto di identità si evolve man mano che il singolo approfondisce la conoscenza di sé stesso attraverso l’utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione. La Rete, inoltre, offre la possibilità di costruirsi una o più identità alternative, interpretando parti diverse e sempre nuove, come se agisse sul palcoscenico di un immenso teatro virtuale. Dissociare o dividere in compartimenti le caratteristiche della propria personalità può rivelarsi un utile modo per controllare la molteplicità del Sé. - Enrico Rossi - 39
  40. 40. DunqueVeniamo a Noi - Enrico Rossi - 40
  41. 41. Il valore della FELICIA’POSSIAMO PARLARE DI ASSENZA DI VALORI? - Enrico Rossi - 41
  42. 42. La Felicità Inquesta visione del mondo lo sgretolamento dei capisaldi e del pensiero forte ha portato gli uomini, sempre più insicuri, a trasformarsi in consumatori compulsivi, nella scalata ideale a quella gerarchia di bisogni. - Enrico Rossi - 42
  43. 43. La Felicità In una situazione così instabile dove persino il tempo è definito “puntilistico” ovvero “frammentato in una moltitudine di particelle separate” è possibile che qualcuno si senta disperso, smarrito perché incapace di ancorarsi a qualcosa di solido e stabile. - Enrico Rossi - 43
  44. 44. La Felicità partendo dalla constatazione che "la società dei consumi è forse lunica società nella storia dellumanità che promette la felicità nella vita terrena". Irraggiungibile se un mondo fatto di porzioni e puntini ci disorienta. - Enrico Rossi - 44
  45. 45. Quale cultura Una cultura della felicità si percepirà  meno come una cultura dell’apprendimento e dell’accumulo  più del disimpegno, della discontinuità e dell’oblio. L’arte Dal valore dell’eternità all’happening. - Enrico Rossi - 45
  46. 46. - Enrico Rossi - 46
  47. 47. quando una persona fa una cosa,soddisfa bisogni e valori •i valori sono: strumentali (che si riferiscono all’ambiente della persona) e finali (che si riferiscono direttamente alla persona) - Enrico Rossi - 47
  48. 48. … siam sicuri sia tutto benilluminato F E L I C I T À - Enrico Rossi - 48
  49. 49. - Enrico Rossi - 49
  50. 50. - Enrico Rossi - 50
  51. 51. ….. i nuovi bisogni DallaCreazione di nuovi bisogni. AllaDenigrazione dei bisogni di ieri. - Enrico Rossi - 51
  52. 52. Desideri Disaffezione e indebolimento della fiducia portano ad insicurezza↓. ↓ incertezza ↓ paura diffusa ↓ INFELICITA’ La società promette di gratificare il desiderio a patto che esso resti…  Non soddisfatto! - Enrico Rossi - 52
  53. 53. Va l o r i Quali valori? Presenti o assenti? Condivisi o individuali? Quali cambiamenti? … nel tempo? Liberi o condizionati?  Da cosa o da chi? - Enrico Rossi - 53
  54. 54. Le domande giuste Oggi più di prima èfondamentale porsi ledomande giuste. - Enrico Rossi - 54
  55. 55. Le relazioni nel web senso di comunanza e cooperazione nei gruppi on-line. Sostituti simbolici delle vecchie comunità nella società comunicazionale, come risposta ad esigenze legami sociali che odiernamente sembrano perduti. - Enrico Rossi - 55
  56. 56. Le relazioni nel web “sentire assieme” Una socialità diffusa ed afinalistica. In quanto… Il provare emozioni insieme conduce ad aggregazioni e riaggregazioni continue che vivono nell’ “istante eterno” e si nutrono di usi comuni (Maffesoli 1990). Non da luogo a delle aggregazioni stabili ma si rinnova continuamente. Una “cultura del sentimento”, che poggia su una pluralità di identificazioni estetiche cangianti. - Enrico Rossi - 56
  57. 57. “sentire assieme” nel web Un tipo di aggregazione non basata sul contratto o sulla razionalità ma sulla “prossemia”, Il RISCHIO è: «passare da un sociale razionalizzato con una socialità a dominanza empatica». - Enrico Rossi - 57
  58. 58. Le relazioni nel web il cambiamento delle relazioni tra corpo e individuo, tra individuo e gruppo mette in luce come il computer si sia trasformato in un luogo di esperienza e di interazione sociale:  "…è un tipo di media simile a un teatro pubblico e il suo rendimento viene usato per una interazione di tipo qualitativo per il dialogo e la conversazione. E una piccola scatola che contiene altre persone". La socializzazione avviene in un preciso topos, solo e soltanto quello del monitor, della tastiera e del mouse i quali diventano estensioni, protesi del corpo e della mente di chi comunica.  A. R. Stone - Enrico Rossi - 58
  59. 59. I comportamenti Un problema ancora oggi irrisolto  effetti delle nuove tecnologie sugli individui. Alcuni orientamenti sostengono che negli ambienti di comunicazione elettronica le persone diventano più aperte e più libere di esprimersi, altre ritengono che le persone diventano più impulsive e irresponsabili. - Enrico Rossi - 59
  60. 60. Gli antagonisti… esser contro La metafore del automobilista. - Enrico Rossi - 60
  61. 61. il contesto sociale "il contesto sociale non è qualcosa che sta al di fuori, o al di sopra, delle persone e delle organizzazioni, ma sta dentro di esse, come elemento costitutivo della loro identità" (Mantovani, p.471). - Enrico Rossi - 61
  62. 62. Realtà Vs Fantasia "virtuale è il ruolo che diamo alla nostra interpretazione, quando "costruiamo" ciò che "avviene" basandoci solo:  sul testo che scorre sul monitor  sulle interazioni tra gli Avatar dei partecipanti  e sulle emozioni che esse provocano in chi legge. ciò che succede è ciò che noi sentiamo avvenire, confermato (o disconfermato) dalle azioni degli altri partecipanti. Ci si scambiano «visioni del mondo». Che se condivise, costituiscono il contesto sociale. - Enrico Rossi - 62
  63. 63. Realtà Vs FantasiaI social sono un luogo dove realtà e fantasia sono manipolabili? - Enrico Rossi - 63
  64. 64. Realtà Vs Fantasia Franco Berardi «In rete, chiunque entri nel flusso comunicativo sa benissimo che il gioco linguistico che stiamo giocando non è nientaltro che un gioco. … …Finalmente la smettiamo di prenderci sul serio, finalmente la smettiamo di credere che le nostre parole sono pietre, che la storia è fatta di parole, che le parole son fatte di storia.» - Enrico Rossi - 64
  65. 65. Realtà Vs Fantasia Franco Berardi «…il mondo della comunicazione, può interagire, ma può anche, quando vuole, interrompere il collegamento e giocare il gioco del linguaggio come gioco di pura ironia» - Enrico Rossi - 65
  66. 66. … e la trasgressività? Per avere trasgressione dobbiamo avere una regola. Quando il mondo diventa emanazione di una intenzionalità di un desiderio. Un mondo di scelte libere e di indipendenza dallo stesso principio di realtà. - Enrico Rossi - 66
  67. 67. I comportamenti nella rete Lavorare per la costruzione o per la distruzione. membri attivi. La manipolazione del consenso. - Enrico Rossi - 67

×