• Save
Pagine Facebook di successo - Luca Mercatanti - SEO Training 2011
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Pagine Facebook di successo - Luca Mercatanti - SEO Training 2011

on

  • 1,101 views

Come creare delle pagine Facebook che riescano a centrare l'obiettivo di coinvolgere e convertire.

Come creare delle pagine Facebook che riescano a centrare l'obiettivo di coinvolgere e convertire.

Statistics

Views

Total Views
1,101
Views on SlideShare
1,058
Embed Views
43

Actions

Likes
2
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 43

http://online.seotraining.it 43

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Pagine Facebook di successo - Luca Mercatanti - SEO Training 2011 Pagine Facebook di successo - Luca Mercatanti - SEO Training 2011 Presentation Transcript

  • Creare una fan page di successo Luca Mercatanti
  • Social Marketing: Di cosa stiamo parlando? Secondo Wikipedia il  Social Media Marketing  è un sistema per le aziende di promuoversi tramite internet utilizzando le pecularietà di ciascun social network. Facebook YouTube Twitter LinkedIn Sono solo alcuni dei tantissimi servizi che possono essere sfruttati per promuovere un prodotto o la propria attività su Internet.
  • Facebook: Ecco su cosa puntiamo Facebook è al momento il più grande Social Network al mondo. Si tratta dello strumento più utilizzato, insieme a Twitter, per effettuare delle campagne di tipo “Social”. Uno dei suoi vantaggi più apprezzati (da parte dell’user) è la possibilità di poter comunicare in maniera rapida e veloce con delle grandi realtà e di potersi creare un proprio spazio virtuale senza specifiche conoscenze tecniche o costose consulenze. Dall’altra parte si parla di un’arma a doppio taglio per coloro che decidono di affacciarsi su questo portale per potersi promuovere, come vedremo nelle slide successive.
  • Facebook: La situazione in Italia Per quanto riguarda l’Italia in particolar modo si parla di 18 milioni di utenti registrati, di cui 12 milioni effettuano l’accesso almeno una volta al giorno.
  • Personalizzazione: Renditi unico!
    • Nessuna Welcome Page
    • Post senza immagine
    • Logo ritagliato dal sito
    • Photostream non sfruttato
    • Welcome Page riassuntiva
    • Welcome Page Accattivante
    • Photostream sfruttato
    • Post con testo riassuntivo e immagine di articolo
  • Ci siete o fate finta? Interagite! Una volta realizzata una fanpage dovete essere realmente presenti all’interno della rete, poichè il vero punto di forza di un Social Network è la possibilità di interagire tra le persone e per questo motivo la loro parola è più importante di qualsiasi altra indagine di mercato. Gestite personalmente la vostra pagina, non delegate ad altri un simile incarico.
  • Un buon esempio di gestione della pagina
  • Due cattivi esempi di gestione della pagina
  • Per quali motivi la tua fanpage fallisce?
    • Come nel caso di FirenzeNotte
    • al primo posto tra i motivi per cui i fan decidono di togliersi da una pagina è l’eccessivo numero di post pubblicati.
    • Seguono a ruota:
    • Contenuti ripetitivi o noiosi
    • L’utente è diventato fan solamente per avere dei vantaggi (coupon, ebook, etc..)
    • I post sono troppo promozionali
  • E per Twitter? Al primo posto abbiamo un’eccessiva pubblicazione di tweet poco rilevanti. Anche qui tra le principali motivazioni sull’allontanamento dei vari users vediamo che la pubblicazione troppo frequente di contenuti non è affatto gradita.
  • Come bisogna comportarsi?
    • A questo punto viene spontaneo chiedersi come comportarsi con una fanpage o qualsiasi altro canale di comunucazione Sociale. Poche, ma fondamentali regole da seguire:
    • Non usare i tuoi canali Social per effettuare spam ripetitivo.
    • Scegli minuziosamente i contenuti prima di diffonderli sui canali Social.
    • Non fermarsi alla semplice promozione del proprio brand.
    • Comunicare con i propri utenti. Una fan page che funziona solo da aggregatore non ha alcun valore.
    • Personalizza la tua fanpage. Chiunque a colpo d’occhio deve essere in grado di riconoscerla.
  • Che utenti sono quelli di Facebook?
    • Dopo aver analizzato come comportarsi all’interno della propria Fanpage occorre chiedersi che tipologia di utenti siano quelli che atterreranno sul vostro portale una volta usciti dal Social Network. Al fine di poter ricavare una conversione maggiore è necessario tenere presente che:
    • Gli utenti appena catturati arrivano da un servizio in cui erano collegati (generalmente) per motivi di relax.
    • Gli utenti si trovavano all’interno di un servizio completamente gratuito.
    • Gli utenti si trovavano all’interno di un’ambiente a loro familiare e semplice da usare.
    • Una volta attratti sulla vostra landing page la miglior cosa fare è quindi quella di fidelizzare immediatamente l’user, poichè molto probabilmente preferirà tornare quanto prima all’interno del Social Network, dove, molto probabilmente, aveva una chat aperta, oppure era focalizzato su una determinata attività.
    • Questo vi permetterà di richiamare successivamente l’utente in caso di un’assenza di conversione.
    Inoltre, essendo un utente proveniente da Facebook, il miglior sistema da utilizzare per fidelizzare l’user (come andremmo a vedere più avanti) è l’opzione “Facebook Connect”.
  • Che utenti sono quelli di Facebook? Da non sottovalutare è anche l’età della popolazione ITALIANA di Facebook. Come è ben evidente dal grafico qui riportato (il quale mostra una panoramica a partire dal Dicembre 2008 fino al 31 Maggio 2011) l’età predominate è quella compresa tra i 19-24 anni. Si tratta quindi di un portale che vi permetterà di poter avere grandi ricavi su una fascia giovane e quindi attenta a tutto ciò che è innovativo, curioso, interessante. Se la vostra società o il vostro prodotto non si adegua ai tempi o non è dedicato ad un pubblico giovanile è inutile utilizzare un simile strumento promozionale.
  • Sono giovani e quindi non guadagno Molte volte si tende a pensare che il pubblico giovanile sia quello intenzionato a spendere il meno possibile e che quindi non siano una grande fonte di guadagno. Niente di più SBAGLIATO! Semplicemente un pubblico giovanile non acquisterà un Porsche Carrera , ma vi seguirà costantemente su un portale, pagherà per usufruire di servizi a lui dedicati, sopratutto se i sistemi di pagamento vengono incontro alle sue possibilità (pagamento mobile, carte ricaricabili, etc ...), aumenterà la contenutistica del vostro portale (Facebook si basa solamente su ciò che viene generato da parte degli user), il quale in molti casi è il cuore di un servizio. Molto probabilmente avrete quindi una fonte di guadagno indiretta (DEM, contenuti, visitatori, etc...), ma costante nel tempo.
  • Cosa può realmente portare una fanpage? Una fapage può servire per incrementare direttamente le vendite di un prodotto, oppure come abbiamo appena visto può servire per portare una fonte di guadagno indiretto.
  • Cosa può realmente portare una fanpage? Al fine di poter ottenere i risultati indicati è importante molto spesso mantenere viva la fanpage (e qui si ritorna sempre sul solito discorso: una fanpage, così come qualsiasi altro servizio, vive se vi sono contenuti sempre nuovi ). Pena? Un picco come questo:
  • Un tasto che può fare miracoli #1 Un grande aiuto arriva direttamente dal tasto “Mi piace” che può essere integrato direttamente all’interno dei vostri servizi Web. Posizionare tale bottone in una posizione alta e ben visibile permetterà ai vostri utenti di poter suggerire in pochi istanti un prodotto che ritengono serio e valido, pubblicizzandolo per voi a costo zero.
  • Un tasto che può fare miracoli #2 Se pensate che tale bottone non possa portare alcun tipo di risultato vi invito a guardare quanto segue Nonostante l’inutilità degli articoli la viralità su Facebook è elevata. Il motivo? La possibilità di condividere messa in primo piano
  • Quando bisogna pubblicare? #1 La società Virtue nel Novembre 2010 ha analizzato i momenti in cui i post pubblicati sulle Fanpage ottengono maggiori risultati in termini di conversioni. Dal grafico qui riportato possiamo facilmente capire che il Mercoledì è il giorno con i riscontri maggiori
  • Quando bisogna pubblicare? #2 Per quanto riguarda invece la fascia oraria, anche qui dal grafico è facilmente intuibile l’ora in cui gli utenti sono maggiormente attivi: le ore 15.00
  • Quando bisogna pubblicare? #3 Possiamo riscontrare la stessa cosa non solo all’interno di Facebook, ma anche all’interno di Twitter, come evidenziato dal grafico, generalmente le ore di punta vanno dalle ore 13.00 alle ore 16.00
  • Quando bisogna pubblicare? #4 Qui a confronto in questo grafico abbiamo invece una sovrapposizione sia di diversi giorni, sia delle diverse ore. Come già analizzato in precedenza (qui indicato con il colore viola ) abbiamo il Mercoledì che è il giorno più attivo, seguito a ruota dai giorni feriali , dalla domenica e dal weekend.
  • Fanpage o Advertising?
    • Facebook Adv
    • Servizio a pagamento
    • Non può essere utilizzato per tutte le attività
    • Possibilità di avere dati statistici sui click
    • Possibilità di filtrare gli utenti in base a caratteristiche o in base ad interessi
    • Possibilità di generare ed esportare report
    • Fanpage
    • Servizio gratuito
    • Possibilità di inserire molteplici informazioni
    • Possibilità di integrare il servizio con il proprio portale
    • Possibilità di analizzare gli utenti iscritti
    • Possibilità di analizzare nel dettaglio le reazioni degli utenti su singoli contenuti
  • Insight: Analizziamo gli utenti! #1 Una delle possibilità offerta da Facebook per coloro che possiedono una fanpage è il tracciamento dei propri fan nel tempo. In questo primo grafico possiamo andare ad analizzare, nell’arco di un intero mese , sia la quantità di fan iscritti, sia il numero di interazioni avute.
  • Insight: Analizziamo gli utenti! #2 E’ possibile inoltre entrare nei dettagli dei vari fan per andarne ad analizzare l’attività sulla pagina oppure le loro caratteristiche principali (età, sesso, provincia, etc...)
  • Box esterno: Una risorsa fondamentale! Dai grafici precedenti abbiamo visto che l’80% dei nuovi fan arrivati all’interno della pagina provenivano direttamente dal box “Mi piace”. Tale box può essere generato direttamente dal proprio pannello di amministrazione della fanpage ed è quel box che deve essere inserito all’interno del proprio portale al fine di far conoscere la propria pagina ai visitatori. Come già detto in precedenza, l’utilizzo di una fanpage è fondamentale per quanto riguarda la fidelizzazione dei propri utenti.
  • Facebook Connect Facebook Connect è una funzione messa a disposizione da Facebook che permette di registrare automaticamente i propri visitatori al vostro portale grazie ad un semplice click. Questo avviene grazie ad uno scambio di informazioni tra il vostro sito Web e le informazioni personali di un account Facebook. Quando un utente effettua il click sul bottone “Facebook Connect”, automaticamente tale script recupera i dati personali dell’utente e gli va ad inserire all’interno del vostro db, facendo diventare vostro l’user e trasferendo i dati personali sulla vostra piattaforma.
  • Facebook Connect: Vantaggi Qualsiasi utente sarà molto invogliato dalla possibilità di potersi iscrivere ad un portale semplicemente grazie ad un click. Questo è sia una vantaggio per voi (avrete un incremento sul numero delle registrazioni), sia per l’utente , poichè potrà accedere a qualsiasi area del vostro portale in maniera semplice e veloce, oppure nel caso di un Blog, avrà la possibilità di commentare senza dover inserire ogni volta i propri dati personali (nome, cognome, mail, etc...). Inoltre grazie alla corretta configurazione della funzionalità, vi sarà possibile sfruttare tutti i profili Facebook degli user registrati al vostro portale, pubblicando sui loro profili tutte le notizie da voi desiderate. Si tratta di una tecnica che possiamo considerare quasi Black Hat e per l’user risulta molto invasiva.
  • Facebook Connect: Come si integra? #1 L’integrazione all’interno di un portale sviluppato con un CMS proprietario è molto complicata per poter essere spiegata all’interno di alcune slide, data anche la natura varia che si può avere all’interno di uno script realizzato in base alle proprie esigenze. Prenderemo quindi in considerazione l’installazione di tale funzionalità all’interno di CMS pubblici e Open Source, in questo caso particolare andremo ad analizzare l’integrazione su Wordpress. Anche solo tramite una semplice ricerca all’interno dell’archivio ufficiale dei plugin Wordpress è possibile trovare decine di script che permettono di effettuare l’integrazie di Facebook Conenct all’interno del proprio Blog. Nell’esempio mostrato precedentemente è stato utilizzato un Plug-In a pagamento: “Facebook Wpress”
  • Facebook Connect: Come si integra? #2 L’installazione vera e propria avviene poi trasferendo il Plug-In scaricato all’interno del proprio spazio FTP dove risiede la piattaforma Wordpress, come mostrato nello screenshot qui sotto presente. A questo generalmente basta attivare, tramite il pannello di amministrazione di Wordpress, l’estensione appena caricata ed il gioco è fatto. Si tratta questo del metodo più semplice e veloce per poter registrare gli user all’interno del proprio portale. Nel caso di altri CMS Open Source il processo è identico, mentre per un servizio proprietario le modifiche devono essere sviluppate manualmente.
  • Intercettare i like: Potenza d’uso Molte sono le tecniche che possono essere messe in atto al fine di poter incrementare la riuscita di una fanpage. Una di queste è la possibilità di intercettare il “Mi piace” di un determinato utente rispetto ad una pagina. Così facendo sarà possibile riservare dei contenuti speciali solamente a coloro che sono fan , invogliando i visitatori a fidelizzarsi tramite la propria pagina.
  • Intercettare i like: Come si usa? Utilizzare la funzione per intercettare i “Mi Piace” è molto semplice. Basta infatti andare ad inserire all’interno della propria Welcome Page della pagina questo codice: Al posto della funzione “alert” è possibile andare ad inserire qualsiasi tipo di contenuto, il quale verrà mostrato solamente se l’utente è fan della pagina.
  • Acquisto fan page: Costi Se il vostro scopo è semplicemente quello di raccogliere più utenti possibili, ai quali successivamente proporre un prodotto, oppure articoli, un’alternativa alla creazione di una fanpage potrebbe essere l’acquisto di una di queste già realizzata e popolata da migliaia di utenti. I costi di tale opzione possono variare, generalmente il costo si aggira intorno a 0,005 centesimi ad utente iscritto. I luoghi dove questi servizi possono essere acquistati sono generalmente dei forum di discussione di Web Marketing e/o di Social Marketing.
  • Acquisto fan: Costi, vantaggi e svantaggi Oltre che alla possibilità di acquistare della fanpage già popolate vi è quella di poter comprare direttamente dei nuovi fan per le vostre pagine. Si tratta di una scelta più costosa dato che il costo di tale operazione è di circa 10 centesimi per ogni fan acquistato. Il vantaggio di tale opzione è la possibilità di aumentare i fan direttamente del proprio brand. Di contro vi sono però molti punti, primo fra tutti vi è la necessità di comprendere da dove realmente arrivano questi fan e se sono o meno stati “catturati” con script che violano il regolamento di Facebook. Inoltre in caso di una profilazione richiesta sui nuovi fan è difficile poter appurare accuratamente se i nuovi utenti siano o meno account fake utilizzati appositamente per “pompare” le pagine.
  • Incremento fan: Black Hat! #1 Uno dei metodi che possono essere utilizzati per l’incremento delle pagine (e che sfruttano generalmente coloro che vendono i fan) è l’utilizzo di script malevoli che all’insaputa dell’utente lo fanno automaticamente diventare fan. Attenzione: I metodi qui di seguito mostrati sono VIETATI dal regolamento di Facebook e possono provocare un’immediata chiusura della fanpage presa in considerazione.
  • Incremento fan: Black Hat! #2 Questo primo script permette di tracciare i movimenti del mouse di un utente all’interno di una pagina Web e mostrandoli al di sotto della propria icona il bottone “Mi piace” che lo farà diventare, involontariamente, fan di una pagina. In questo caso il bottone è visibile per poter mostrare la tecnica utilizzata, ma durante l’esecuzione dello script il bottone è completamente nascosto.
  • Incremento fan: Black Hat! #3 Un secondo metodo per incrementare le fanpage tramite script malevoli è quello di farli visitare una pagina all’interno della quale vi è uno script simile a quello precedentemente mostrato, ma che in questo caso si avvia in maniera automatica quando l’utente accede alla pagina del sito Web. Generalmente questo script pubblica anche del materiale pubblicitario all’interno della bacheca dell’utente coinvolto, così da poter viralizzare la pagina e catturare sempre più fan.
  • Software automatici: Come lavorano? Esistono diversi software in Rete (sia a pagamento che free) che permettono (o almeno assicurano i loro programmatori) di incrementare il numero di fan di una pagina, oppure di poter viralizzare i propri contenuti. In linea di massima questi software hanno la necessità di avere una lista di dati di accesso Facebook , grazie ai quali potranno poi andare a lavorare. Quando si decide di utilizzare questo tipo di software per promuovere la propria attività è bene tenere la presente ciò che il programma andrà realmente a fare. Disturberà i vostri fan? Darà una cattiva impressione del vostro brand?
  • Software automatici: Pro e contro Un software che permette di gestire tutto in maniera automatica è sicuramente un grandissimo vantaggio. Ma siamo sicuri che tutto filerà liscio? Tali script sono generalmente vietati dal regolamento di Facebook: siete sicuri di voler rischiare la chiusura della vostra fanpage?
  • Tutto questo è una bolla?!   Il social network più diffuso al mondo, che vanta ormai più di mezzo miliardo di utenti,  viene valutato tra i 50 e i 70 miliardi di dollari,  38 volte i ricavi e 140 volte l'utile netto stimato per l'anno sorso. Cifre da capogiro se si pensa che solo un paio d'anni fa la società era quotata non più di 10 miliardi. Le aziende investono migliaia di dollari in fanpage e promozioni su questo servizio, ma siamo certi che il valore sia realmente questo? Il mio consiglio personale è quello di testare il Social Marketing per i vostri prodotti inizialmente con il contagocce ed andare ad analizzare i risultati con molta cautela, senza farsi prendere dall’entusiasmo iniziale. Perdere qualche migliaia di Euro all’interno di una campagna mal gestita è veramente un soffio. Grandi sono le possibilità, ma grandi sono anche i rischi di questo “nuovo” mondo.