SIDI: tracciare monitorare e comunicare le performance di sostenibilità
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

SIDI: tracciare monitorare e comunicare le performance di sostenibilità

on

  • 633 views

SAP Sustainability Forum. Tracciare monitorare

SAP Sustainability Forum. Tracciare monitorare
e comunicare le performance di sostenibilità.
Intervento a cura di SIDI

Statistics

Views

Total Views
633
Views on SlideShare
633
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
10
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

SIDI: tracciare monitorare e comunicare le performance di sostenibilità SIDI: tracciare monitorare e comunicare le performance di sostenibilità Presentation Transcript

  • SAP EHSTracciare, monitorare e comunicarele performance di sostenibilità . Società Italiana Di Informatica www.sidigroup.it Sustainability Forum 2012 Vimercate , 18/10/2012 Gaia Bitetto e Marco Riva – SIDI S.p.A.
  • SIDI in cifre : una storia di successo lunga 32 anni Nata nel 1980 : solidità e continuità. 32 anni di attività nel mercato dei servizi IT Focalizzazione “SAP Centric “ 7 certificazioni come Partner SAP • GOLD Value Added Reseller per MID Market • Service Partner System integrator per Large Enterprise • Special Expertise Partner • Oil&Gas e Utilities; SAP Financial, HCM , EHS, Business Intelligence e Performance Optimization 4 sedi in Italia: SAP Partner Center Milano, Torino, Padova, Roma of Expertise 200 consulenti SAP Certificazione di Qualità Più di 100 medio-grandi Aziende come Clienti attivi UNI EN ISO 9001 Oltre 100 progetti SAP di successo in Italia e all’Estero www.sidigroup.com -2- -2-
  • Soluzioni SAP per la Sostenibilità – Un‘offerta completa, integrata, scalabile Report / Performance Raccolta e bilancio aziendali monitoragg diSustainability Reporting & Analytics (KPI io emissioni Sostenibi Sostenibilità) di CO2 lità Gestione emissioni Energy ComplianceEnergy & Environmental Resource Management ambientale (aria, managem acqua, ent suolo) Messa in Gestione Medicina Sicurezza ValutazioneOperational Risk Management (SAP EHS) del Rischio Incidenti/ Del Impianti/P Infortuni Lavoro ermessi di lavoro Gestione Conformità Sicurezza di Prodotto RicicloEmbedded Product Compliance Prodotto Sostanze (REACH, (CONAI, Pericolose TSCA,..) WEEE,..) -3-
  • Sustainability Reporting & Analytics Velocità e Flessibilità Come si compone SAP Sustainability Performance Management (SuPM) è la soluzione per la gestione, la raccolta ed il monitoraggio degli La sostenibilità è un tema sempre più centrale per indicatori di performance (KPI) volti alla definizione di un i manager, azionisti, clienti e dipendenti attorno report di sostenibilità aziendale. La soluzione comprende un set alle implicazioni sociali ed ambientali delle di indicatori standard (certificati GRI) per supportare la certificazione del report di sostenibilità. Permette alle aziende decisioni dellazienda di intercettare al meglio le performance legate alla sostenibilità e di tradurle in attività e azioni per la loro miglioria Benefici Reports, Raccolta dei datiGestione dei KPI Dashboards, elementari Scorecards Tradurre i dati e la strategia Migliorare la Ridurre I costi di aziendali in azioni dove le trasparenza rendendo misurazione delle migliorie in ambito più visibili i maggiori Integrazione performance della di sostenibilità portano anche driver di successo Controllo del A sviluppi positivi nella sfera dellazienda. con sistemi sostenibilità processo dei profitti. esistenti Integrare la sostenibilità Evidenziare i risultati di nei sistemi di gestioni sostenibilità ai livelli esistenti e i processi corretti dellazienda in Gestire e mitigare i rischi aziendali a traverso una modo che le funzioni degli stakeholder pianificazione strategica, Riduzione dei Costi aziendali possano definire creazione di iniziative, delle azioni gestione del rischio e Semplificazione dei ottimizzazione dei Processi processi. -4-
  • Sustainability Reporting & Analytics Esempi di KPI di sostenibilità Indicatori ambientali Energia Unità di misura Materiali Unità di misura Acque Unità di misura Emissione Rifiuti Unità di misura Totale Consumo emissione Velocità e flessibilità diretta e totale di Tons/y Gj/year indiretta di gas  Accelerare la produzione / energia da serra (CO2) fonti primarie pubblicazione del bilancio di Totali materie prime Kg/euro sostenibilità Percentuale Totale utilizzate per emissione altri risparmio Netto consumo Tons/y  Gestione di testi estesi netto di % unità di valore acqua per Kg/Kg gas per tipo e aggiunto peso(NOx energia da unità massa  Tracciabilità / storico delle versioni sorgenti prodotto SOx) Totali materie Kg/Kg (KPI e testi) rinnovabili prime per Kg Kg/Kg Totale massa Kg/y prodotto materiale Totale netto Netto consumo Kj/Kg pericolosa consumo di acqua per Totali materie Kg/euro eliminata energia Kg/Kg unità valore prime e primaria per aggiunto seconde Totale massa Kg prodotto Kg/y riciclate su materiale non totale pericolosa Totale netto Kj/euro riciclabile eliminata consumo di energia Numero/y primaria per Totale numero unità di valore di incidenti aggiunto ambientali Kg/y Totale massa riciclata Input Gestione del processo Output SuPM Workflow Collaborazione Data Document Output Repository Mgmt Processor Processo di approvazione dei diversi File Esterni capitoli (ruoli / responsabilità) (ad es: Fogli excel) Integrazione con SuPM , BW, … Specifico per utenti business Word Processor Business Intelligence (ad es: Data Warehouse) <HTML> -5-
  • Sustainability Reporting & Analytics -6-
  • Le aree di copertura della soluzione SAP EHS -7-
  • Soluzioni SAP per la Sostenibilità – Operational Risk ManagementSoluzioni che supportano le Aziende nella gestione di tutte le attivitàvolte alla gestione dei rischi operativi (incidenti/infortuni, procedure dimessa in sicurezza, permessi di lavoro) e dei processi collegatiall’applicazione della normativa in materia di tutela della salute e dellasicurezza nei luoghi di lavoro (decreto TU 81/08 ). SAP EHS Management Health and Safety • Valutazione • Gestione • Messa in • Medicina del sicurezza impianti del Rischio Incidenti Lavoro • Permessi di Infortuni lavoro Work Clearence Management (WCM) -8-
  • Valutazione del Rischio SAP EHS Management Health and Safety• Valutazione • Gestione • Messa in • Medicina del sicurezza impianti del Rischio Incidenti Lavoro • Permessi di Infortuni lavoro Work Clearence Management (WCM) -9-
  • Gestione della Sicurezza sul lavoro e Medicina (gli obblighi e le responsabilità per il datore di lavoro) Safety management (gestione sicurezza sul lavoro) Informazione, formazione ed addestramento Gestione incidenti ed infortuni Gestione dispositivi di protezione individuale Gestione misure di sicurezza Gestione della documentazione di sicurezzaValutazione eGestione del Rischio - 10 -
  • SAP EHS Igiene e sicurezza industriale Attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali nell’azienda, sulla base: • della politica aziendale in materia di salute e sicurezza del lavoro • dei vincoli normativi • delle informazioni ricevute riguardo la realtà produttiva. Individuazione e valutazione dei fattori di rischio Elaborazione / attuazione procedure standard Redazione piani di sicurezza e di intervento Definizione / attuazione / monitoraggio misure preventive e protettive Gestione incidenti / infortuni Audit interno ed azioni correttive - 11 -
  • Valutazione del Rischio. Censimento dei Rischi e definizione degli algoritmi di calcolo e delle matrici di rischio Fattori di Rischio Valutazione dei Rischi Sostanze pure Preparati Mitigare il Rischio da Probabilità rischio evitare Agenti nocivi in genere (es. Rumore, Polveri…) Rischio Ridurre il accettabile rischio Sostanze a fronte di normativa / letteratura scientifica Gravità Rischio Livello 3 Rischio Livello 1 Rischio Livello 5 Rischio Livello 5 Attribuzione dei Misurazione fattori di Rischio Analisi del Profilo di Rischio - 12 -
  • Valutazione del Rischio – Metodi d’analisi Valutazione dei Rischi Tabelle Criteri Valori di Questionari Rating Misto OSHA Standard RiferimentoANSI B11-TR3- Comparazione Comparazione Determinazione 2000 con tra valori del rischio Probabilità Regolamenti e registrati e di potenziale Gravità Legislazioni riferimento risultante Frequenza Aggiornamento della Valutazione dei Rischi - 13 -
  • Censimento dei Plant Area di lavoro Fattori di Rischio Valutazione dei Rischi(Work Area) – Unità  Sostanze pure Organizzativa fondamentale  Preparati Probabilità Mitigare il Rischio da rischio evitare  Agenti nocivi in genere (es. Rumore, Polveri…) Rischio Ridurre il accettabil  Sostanze a fronte di rischio e normativa / letteratura scientifica Gravità Rischio Livello 3 Rischio Livello 1 Rischio Livello 5 Rischio Livello 5 Definizione Misurazione Attribuzione dei struttura luoghi Analisi del fattori di Rischio di Lavoro Profilo di Rischio - 14 -
  • Luoghi processi attività, quali rischi?, quali misure di prevenzione e protezione Processi Processo di Smistamento - Esposizione ad Agenti -Cappe Chimiche - Area Travaso Chimici Aspirazioni LocalizzateSedi Tecniche (Impianti) Impianto di Depurazione - Area Impianto - Rischio Biologico e Guanti Protettivi - Area Servizi Elettrici Spazi Confinati -Piano di Evacuazione - Rischio Elettrocuzione - Guanti Protettivi - Spazi Confinati -Piano di Evac. - Area Impianto - Lavoro Notturno -Verifica idoneità Luoghi di Lavoro Depuratore di Bologna - Area Servizi Elettrici - Rischio Meccanico -Brevetto Carrellista - Rischio Elettrocuzione -Guanti Protett. - Rischio Meccanico -Brevetto Carrellista Veicoli / Mezzi Bocchettone - Rischio di Incendio ed Autocisterna -Piano di Emergenza Autocisterna Esplosione - Piano di Evacuazione - Rischio di Incendio e di -Piano di Emergenza - Componente A Esplosione -Piano di Evacuazione - Componente B - Rischio di Inalazione -Cappe Chimiche Fumi Nocivi Aspirazioni Localizzate Sostanze e Preparati - Rischio di Incendio e di -Piano di Emergenza Acido Peracetico - Anidride Acetica Esplosione -Piano di Evacuazione - Perossido di Idrogeno - Rischio di Inalazione -Cappe Chimiche Fumi Nocivi Aspirazioni Localizzate - 15 -
  • Gestione Incidenti e Infortuni SAP EHS Management Health and Safety• Valutazione • Gestione • Messa in • Medicina del sicurezza impianti del Rischio Incidenti Lavoro • Permessi di Infortuni lavoro Work Clearence Management (WCM) - 16 -
  • “Console” di gestione Incidenti/Infortuni «Dalla Registrazione al Reporting»Inserimento Investigazione Controllo ReportingRegistrazione Gestione delle Controlli (Ispezioni) StatisticheEvento Cause Misure di Sicurezza KPIDiverse tipologie (Root Cause) / Azioni Correttive Reports Standardgestite Gestione delle Tracking delle Visibilità sulle(Classificazione) Assenze e Azioni definite azioni/misureReports Automatici Restrizioni Integrazione con intrapreseComunicazione con PM/QMle AutoritàCompetenti - 17 -
  • Medicina del Lavoro SAP EHS Management Health and Safety• Valutazione • Gestione • Messa in • Medicina del sicurezza impianti del Rischio Incidenti Lavoro • Permessi di Infortuni lavoro Work Clearence Management (WCM) - 18 -
  • Gestione della Sicurezza sul lavoro e Medicina(gli obblighi e le responsabilità per il datore di lavoro) Health Management (Medicina del lavoro) Gestione della documentazione sanitaria Gestione delle visite mediche Definizione del piano sanitario - 19 -
  • SAP EHS Sorveglianza Sanitaria Insieme di atti medici, finalizzati alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione: • all’ambiente di lavoro, • ai fattori di rischio professionali • alle modalità di svolgimento dell’attività lavorativadefinizione dei protocolli sanitari e delle malattie professionaliredazione di piani di visite mediche, schedulazione, consuntivazionegestione cartelle cliniche e abilitazioni alla mansioneReportistica e statistiche - 20 -
  • Medicina del lavoro Integrazione con Salute e Servizio Medico Analisi del Profilo Sicurezza1 Personale Definizione dei Protocolli Medici Medicina Preventiva Attivazione/Proposta Automatica Pronto Soccorso Protocolli Medici di Sorveglianza Attività Pianificate / Schedulate Attività non pianificate Gestione delle Visite Mediche Proposta automatica delle Visite Log di Pronto Soccorso Calendario2 Schedulazione Gestione dei Contatti Scheduling Integrazione con Gestione Incidenti / Infortuni Gestione degli Inviti Documentazione Allegata Documentazione Allegata Diagnosi (Abilitazioni/Restrizioni) Cartelle Sanitarie/Anamnesi Esami Clinici/Test3 Certificato Medico Esecuzione Diagnosi, Abilitazioni/Restrizioni Log di tutti i Protocolli Certificati Medici4 Reportistica Documentazione Storico Reports ed Analitici - 21 -
  • WCM e Permessi di Lavoro SAP EHS Management Health and Safety• Valutazione • Gestione • Messa in • Medicina del sicurezza impianti del Rischio Incidenti Lavoro • Permessi di Infortuni lavoro Work Clearence Management (WCM) - 22 -
  • WCM – Permessi di Lavoro Permesso di Lavoro di 1° Livello Utilizzabili per lavori che comportano rischi elevati (lavori a caldo, lavori in aree sottoposte a vincoli speciali, …). Sono di solito validi per un solo turno di lavoro; una proroga del permesso è possibile solo a determinatecondizioni (ad esempio, per altre 4 ore). Successivamente, il permesso di lavoro non può più essere prorogato, se lopera non è ancora completata, un nuovo permesso di lavoro deve essere richiesto Permesso di Lavoro di 2° Livello Utilizzabili per tutti i lavori con rischi minori. Possono essere rilasciati per un periodo di tempo più esteso (per esempio, 14 giorni). Dipendenti che svolgono attività di manutenzione in un ambiente critico. Esposti ad elevati Dipendenti che livelli di pericolo. devono lavorare in Dipendenti che condizioni difficili, svolgono attività quali spazi ristretti con rischi minori. o visibilità ridotta, calore, rumore e polvere. Permessi di Lavoro di 1° e 2° Livello Ambiente di lavoro Dispositivi di che sottopone a sicurezza non rischio di malattie disponibili per tutti i professionali in sistemi tecnici. assenza di prevenzione. Necessità di eseguire lavori di manutenzione, mentre il sistema è operativo. - 23 -
  • Work Clearence Management – Flusso Piano di Work ClearenceManutenzione Management (1) (6) Creazione e Rilascio per Completamento Conferma Notifica Pianificazione l’Esecuzione dell’OdL dell’OdL (1) dell’OdL (4) (5) (7) (2) Work Clearence Management (3) - 24 -
  • Il vantaggio dell’integrazione tra HCM e EHS DPI Dipendenti Agenti di Rischio Formazione Restrizioni Diagnosi Malattie Professiona li Strutture CertificatiOrganizzative Mansionario Medici /Risultati Incidenti/ esami Infortuni - 25 -
  • Gestione dello Smaltimento dei RifiutiPrincipali Funzionalità Principali Funzionalità Integrazione dei processi Tracciabilità e conformità dei rifiuti (tracciabilità, logistica, reportistica, compliance)  Scheda rifiuto, Codice CER  Nota di consegna  Nota di trasporto  Documentazione per lo smaltimento Validazione con Materiali Pericolosi Scenari di Business Integrati  Processo di smaltimento integrato  Processo Dispositivo di smaltimento  Processo facilitato Gestione Rifiuti  Gestione Integrata Rifiuti  Collaborazione con società di servizi Flusso Materiali e tracciatura delle quantità Gestione della Catena Logistica - 26 -
  • Vantaggi di SAP EHSSCALABILE:E’ una soluzione modulareche si adatta alle esigenze COMPLETO: Ossia non gestisce solo i LA FORZA:gestionali dell’azienda in Non e’ un sistema standtermini di budget (non e’ moduli attinenti la AGGIORNATO: sicurezza ma anche tutti alone infatti a fronte di unnecessario implementare investimento iniziale si ha Grazie alla suatutti i sotto moduli nello gli aspetti legati alle diffusione sap DATI esigenze aziendali e si la garanzia di un sistemastesso tempo); Sidi con le che non necessita di recepisce le SICURI:proprie società partner interfaccia in maniera modifiche della Garantisce la nativa con i moduli interfacce con i sistemisupporta con i propri gestionali dell’azienda ‘ha normativa e sicurezza deiconsulenti gestionali ossia con la adegua il dati attraverso struttura organizzativa i tutto integrato, nonnell’ottimizzazione dei necessita di un sistema software alle profili diprocessi relativi alla dati anagrafici il modulo variazioni autorizzazione della formazione ma documentale ‘ha tuttosicurezza e nella integrato (non pensiamo richieste. e dirazionalizzazione dei anche con i moduli della identificazione logistica della gestione solo all’investimentoprocessi interni all’azienda iniziale proiettiamoci nel da parte deglinella scelta delle priorità di materiali della produzione utenti abilitati della manutenzione futuro)implementazione. Sidi con leproprie società partnernon è solo centro diimplementazione di sap ehsma anche supportoconsulenziale - 27 -
  • Perchè implementare SAP EHSIl nuovo testo unico sulla sicurezza (Dlgs. 81/2008) sottolinea ancora di più l’importanza della sicurezza edella salute sui posti di lavoro. Quest’ultima è strettamente correlata al tipo di organizzazione e al modo incui vengono gestiti i processi operativi nelle imprese. Rispetto al vecchio Dlgs. 626/94 si riscontra quantosegue:1. Elevate sanzioni pecunarie;Sanzioni penali aggravate come la sospensione Comunque se il datore di lavoro (Cfr. art. 30 Dlgs.temporanea dell’attività imprenditoriale, il divieto di 81/2008) dimostra di avere adottato edpubblicità o la sospensione temporanea alla efficacemente attuato un Sistema di Gestionepartecipazione a gare pubbliche; della Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSSL)Incremento della responsabilità civile e penale che rispetta la normativa internazionale BSdel datore di lavoro e dei dirigenti. OHSAS 18001:2007, egli stesso e i dirigentiTutte queste sanzioni potrebbero essere comminate possono essere esclusi dal rispondere alleper esempio a seguito di un infortunio sul lavoro e sanzioni civili e penali aggravate dal Dlgs.quando si riscontra che l’azienda non ha rispettato la 231/2001.totalità delle prescrizioni cogenti sulla sicurezza (es:assenza o parziale esistenza del DVR). - 28 -
  • Valutazione del Rischio e il DVR obbligo da traguardare: EHS a supporto degli obblighi di legge STANDARD MISURE IN TEMA DI TUTELA DELLA SALUTE E INTERNAZIONALI OHSAS 18001 SICUREZZA SUL LAVORO Consapevolezza che gli Occupational Health and Safety LEGGE 626 del 1994 Assessment Series obiettivi di profitto si raggiungono: LEGGE 3/8/2007, n. 123  valorizzando le risorse delega al Governo per il riassetto e la riforma della normativa umane ISO 14001 International Organization for  lavorando in sintonia DECRETO LEGISLATIVO Standardization con clienti e fornitori 9 aprile 2008, n. 81  rispettando lambiente TESTO UNICO (TUSL) • Requisiti per il sistema di  tenendoconto del• Individuazione soggetti gestione contesto culturale. responsabili• Descrizione misure gestionali a tutela di Sicurezza e e adeguamenti tecnici per Salute dei Lavoratori e ridurre i rischi lavorativi Gestione Ambientale delle• Sanzioni in caso di inadempienza organizzazioni • Standard per il rilascio di certificazione di conformità - 29 -
  • La certificazione BS OHSAS 18001 Benefici della certificazione Riduzione dei costi a seguito di incidenti e situazioni anomale Con una certificazione OHSAS 18001 (NB: «LA NON SICUREZZA E’ UN COSTO»). otterrai inoltre i seguenti vantaggi: Una recente ricerca condotta da personale dell’INAIL ha evidenziato che l’andamento infortunistico nelle aziende certificate BS OHSAS 18001 presenta una  Potenziale riduzione del numero di infortuni riduzione 15,4% nell’indice di frequenza del 22% nell’indice di gravità rispetto alle  Potenziale riduzione dei tempi di inattività e aziende non certificate. dei costi associati  Dimostrazione della conformità a leggi e regolamenti  Dimostrazione alle parti interessate del vostro Aumento della competitività sul mercato per: impegno nei confronti della salute e della Miglioramento dell’immagine aziendale e delle relazioni con gli stakeholders sicurezza• Qualificazione presso i clienti  Dimostrazione di un approccio innovativo e Diritto di precedenza nell’ottenimento di finanziamenti all’avanguardia• Possibilità di accedere più facilmente e velocemente e vantaggi nella  Maggiore probabilità di acquisire nuovi clienti partecipazione a gare/appalti (es. bandi nella Pubblica Amministrazione). e business partner  Migliore gestione dei rischi relativi a salute e sicurezza Migliore Efficienza per:  Possibilità di riduzione dei costi di • Aumento della partecipazione/motivazione del personale assicurazione per responsabilità civile • Precisa definizione delle responsabilità• Integrabilità con altri Sistemi di Gestione già implementati• Maggiore controllo su fornitori e appaltatori Miglioramento dei rapporti con le parti interessate per: • Prevenzione di eventuali conflitti con i rappresentanti sindacali • Maggiore trasparenza nei rapporti con gli enti di controllo • Semplificazioni burocratiche ed amministrative negli item autorizzativi Maggiore consapevolezza dello stato di conformità alle leggi, delle problematiche alla salute, sicurezza e dei rischi presenti e residui. - 30 -
  • Sgravio fiscale alle aziende che utilizzano un SGSLLINAIL offre lo sgravio fiscale alle aziende che utilizzano un sistema di gestione per la sicurezza secondo le LineeGuida INAIL o alla norma internazionale OHSAS 18001.I vantaggi derivanti dalladozione di un sistema di gestione della sicurezza sono numerosi.LInail incentiva la realizzazione di tali sistemi tra le aziende italiane, permettendo di ottenere uno sconto premi nellamisura variabile dal 5 % (oltre i 500 dipendenti) al 10% (fino a 500 dipendenti) per i contributi INAIL versati nellannoprecedente.Lincentivo, sommato al bonus malus legato alla diminuzione degli incidenti, potrebbe innalzarsi fino al 32 - 40 %.Tale sconto si rinnova ogni anno, sia per chi ha "implementato un sistema di gestione della sicurezza", sia per chi loabbia "mantenuto”. - 31 -
  • Environmental Compliance – Principali funzionalitàEnvironmental Compliance aiuta le aziende a minimizzare l’impatto ambientale dei propriprocessi (operations, produzione, …) lungo l’intera supply chain, monitorando il consumo dirisorse e supportando la compliance alle normative internazionali (Kyoto, Clear Air Act, …).Monitoraggio Monitoraggio Gestione delle Gestione dei Gestione di delle delle Emissioni Permessi e Risorse e Emissioni Rifiuti nell’aria Certificati dell’Energia nell’acqua Gestione  Monitoraggio e  Gestione dei rifiuti  Gestione di Permessi,  Maggiore chiarezza e permessi rispetto verifica della quantità Solidi, Liquidi e Brevetti e Licenze visibilità dell’utilizzo di alle norme vigenti degli scarichi Gassosi  Gestione di Attività e risorse ed energia Monitoraggio e  Monitoraggio dei  Gestione delle aree degli Avvisi  Monitoraggio dei quantificazione parametri limite di stoccaggio  Gestione delle Eccezioni Consumi delle emissioni  Gestione degli  Gestione degli  Gestione dei Trend di Verifica e stima incidenti Incidenti consumo e reporting delle emissioni di  Gestione delle gas serra  Monitoraggio della precipitazioni generazione dei gas Tracciatura delle serra emissioni inquinanti - 35 -
  • CONTATTISIDI S.p.A.Società Italiana di Informaticawww.sidigroup.it - sidispa@sidigroup.itSede di MilanoVia Maffucci, 1020158 Milano (MI)Tel. +39.02.37742.1Fax +39.02.37742.615Altre sedi:Torino, Padova, RomaSede legale: via Aristide De Togni, 7 -20123 Milano - 36 -