Diffondere applicazione Facebook

  • 964 views
Uploaded on

Consigli per diffondere una applicazione creata per Facebook e presentazione del libro "Creare applicazioni per Facebook" editore FAG all'evento GTForum organizzato da Giorgio Taverniti il 20 giugno …

Consigli per diffondere una applicazione creata per Facebook e presentazione del libro "Creare applicazioni per Facebook" editore FAG all'evento GTForum organizzato da Giorgio Taverniti il 20 giugno 2009 all'Università Bocconi di Milano.

More in: Social Media
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
964
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
35
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Diffondere una applicazione Facebook Roberto Marmo Facoltà di Ingegneria, Pavia Facoltà di Scienze MM.FF.NN., Como www.facebook.com/roberto.marmo roberto.marmo@unipv.it www.robertomarmo.net
  • 2. Percorso 1. Cos’è un’applicazione. 2. Creare l’applicazione sociale. 3. Tecniche di promozione. 4. Misurare la diffusione. 5. Caso di studio. 6. Bibliografia. GTConference Milano 20 giugno 2009 2
  • 3. 1. Cos’è un’applicazione • un software di vario genere che l’utente può inserire nel suo profilo ed inviare agli amici del suo network • classificazione delle applicazioni: – orizzontali e generali per ampia gamma di utenti ma vita breve poiché spesso non sono molto interessanti ed utili – verticali e specializzate per gamma ristretta di utenti, hanno vita più lunga se soddisfano bisogni specifici – template con cui l’utente può creare altre applicazioni con alto grado personalizzazione, es. i quiz e gift GTConference Milano 20 giugno 2009 3
  • 4. 2. Creare l’applicazione sociale Una applicazione per social network deve: • creare una interazione sociale complessa e prolungata per giungere a nuove relazioni tra gli utenti • far provare emozioni tanto intense agli utenti da renderli entusiasti • far venire voglia di parlarne con i loro amici • avere utilità, semplicità, comprensione, usabilità tali da poter diventare rapidamente popolare tra gli utenti grazie al passaparola . GTConference Milano 20 giugno 2009 4
  • 5. 2. Creare l’applicazione sociale Le proprietà di una applicazione per social network sono: • favorire la crescita della community • fidelizzazione per mantenere il numero di utenti • buona interfaccia grafica • evoluzione dinamica come il coinvolgimento di altri amici • auto-espressione per farsi conoscere nella community • esposizione sociale per far vedere agli altri i risultati di uso applicazione • costruzione di nuove relazioni • risolvere problemi reali GTConference Milano 20 giugno 2009 5
  • 6. 3. Tecniche di promozione • Prerequisito: rispettare le caratteristiche prima esposte per avere una applicazione realmente sociale • obiettivo: diffusione virale tra gli utenti ho saputo che l’amico ha fatto 100 ora gioco anche io per fare 110! che bello! ora lo dico agli amici • ostacolo: le applicazioni sono tante! • ostacolo: non si può modificare il codice come per inserire tag title e meta description in HTML GTConference Milano 20 giugno 2009 6
  • 7. 3. Tecniche di promozione • Operazioni da eseguire: a. definire l’identità b. usare gruppi e pagine fan c. usare i punti di integrazione d. acquistare pacchetti pubblicitari e. tecniche classiche di SEO f. gestire la privacy GTConference Milano 20 giugno 2009 7
  • 8. 3.a definire l’identità - per far capire bene cosa si offre - per dare un nome e logo facile da ricordare, altrimenti non si ricordano cosa dire agli amici! GTConference Milano 20 giugno 2009 8
  • 9. 3.a definire l’identità • informazioni essenziali per trasmettere fiducia e non essere scambiati per applicazione-truffa GTConference Milano 20 giugno 2009 9
  • 10. 3.b usare gruppi e pagine fan Si possono creare gruppi e pagine fan per: - far conoscere la applicazione - mantenere un manuale di uso e dare trucchi - mantenere i rapporti con gli utenti - contare il numero di iscritti e fan e monitorare l’evoluzione nel tempo GTConference Milano 20 giugno 2009 10
  • 11. 3.c usare i punti di integrazione L’applicazione si deve inserire in: - scheda info del profilo utente - tab applicazioni all’interno del profilo utente - directory applicazioni tra cui utente può cercare - about page per descrivere l’applicazione - menu applicazioni scelte dall’utente - allegati dei messaggi (sia tramite posta di FB sia tramite un wall post) - notifiche GTConference Milano 20 giugno 2009 11
  • 12. 3.d acquistare pacchetti pubblicitari • www.facebook.com/ads/ • altamente personalizzabile per scegliere con dettaglio il tipo di utente da raggiungere GTConference Milano 20 giugno 2009 12
  • 13. 3.e tecniche classiche di SEO - inserimento URL in motori di ricerca e directory - article marketing - comunicati stampa - partecipazione a blog e forum - diffondere un video - social bookmarking - RSS - ecc. ecc. GTConference Milano 20 giugno 2009 13
  • 14. 3.f gestire la privacy • fai sapere allo utente che può gestire la sua privacy e non deve avere la paura di aggiungere la applicazione! GTConference Milano 20 giugno 2009 14
  • 15. 4. Misurare la diffusione Misurare per capire cosa è successo e capire dove migliorare: • Monthly Active Users (MAU) • numero medio di inviti mandati in un certo periodo • elaborazione di operazioni per accettazione, ignorare, bloccare gli inviti • canvas visualizzati, numero totale e visite uniche • numero di fan, in particolare i nuovi arrivati e quelli che si sono cancellati • pagine viste • numero di commenti in bacheca • suddivisioni dei dati per età e sesso di utente • confronti delle statistiche con i risultati ottenuti da altre applicazioni in 7 giorni. GTConference Milano 20 giugno 2009 15
  • 16. 4. Misurare la diffusione • http://adonomics.com fornisce elenchi di aziende di successo con le relative applicazioni e valutazioni economiche • per inserire la propria applicazione nella graduatoria e cominciarne la rilevazione occorre specificare lo application ID rilasciato all'atto della registrazione iniziale. GTConference Milano 20 giugno 2009 16
  • 17. 5. Caso di studio • Agenzia Cayenne Digital, sviluppatori Vincenzo Acinapura e Marco Dell’Anna coordinati da It manager Matteo Capretto www.facebook.com/apps/application.php?id=40784092041 • obiettivo: promozione di una marca di automobili • funzioni: L’utente calcola l’affinità di coppia con altre persone rispondendo ad alcune simpatiche domande, per poi pubblicare il risultato sul proprio profilo e quello degli amici. • risultato: 1 milione di persone in 5 giorni di diffusione GTConference Milano 20 giugno 2009 17
  • 18. 5. Caso di studio Fattori di successo: • un obiettivo divertente con una comunicazione non impegnativa • trattandosi di affinità sentimentali è stata diffusa al momento giusto: San Valentino • interfaccia semplice con colori rosa e disegni pertinenti • 3 soli passaggi per ottenere il risultato • la felicità di una coppia è certamente un tema sociale GTConference Milano 20 giugno 2009 18
  • 19. 6. Bibliografia Creare applicazioni per Facebook editore FAG ISBN 978-88-8233-814-5 prezzo: 19,90 euro Riferimenti: roberto.marmo@unipv.it www.robertomarmo.net www.facebook.com/roberto.marmo GTConference Milano 20 giugno 2009 19
  • 20. Conclusioni & domande Si può andare ben oltre i giochini e quiz! I fattori determinanti per la diffusione sono: - disegno di un’applicazione realmente sociale sfruttando a fondo le caratteristiche di comunicazione in Facebook - uso di strumenti diversificati su vari fronti - misurare per controllare la diffusione. GTConference Milano 20 giugno 2009 20