Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
News ssl 5 2014
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

News ssl 5 2014

  • 82 views
Published

Notiziario sulle principali novità in materia di Sicurezza sul Lavoro/ Safety and Health at Work News

Notiziario sulle principali novità in materia di Sicurezza sul Lavoro/ Safety and Health at Work News

Published in Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
82
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. News 05/SSL/2014 Valutazione rischi e scale portatili Il Ministero Lavoro, in risposta ad un interpello del 30 Gennaio 2014, spiega che non sussiste in capo all'azienda utilizzatrice – che sottoscrive un contratto di somministrazione – alcun obbligo di comunicazione afferente alla valutazione dei rischi nei confronti dei DTL. Esiste, invece, l’obbligo di dimostrare, in sede di eventuale accesso ispettivo, l’avvenuta effettuazione della predetta valutazione mediante esibizione del documento di valutazione rischi (DVR). Fonte: checklistsicurezza.it Legge di stabilità, riduzione dei premi e dei contributi dovuti all’Inail Il c. 128 dell’articolo 1 Legge di stabilità 2014, stabilisce che, dal 1° gennaio 2014, tenendo conto dell’andamento infortunistico aziendale, vi sarà una riduzione percentuale dell’importo dei premi e dei contributi dovuti per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. La riduzione sarà applicata per tutte le tipologie di premi e contributi oggetto di riduzione, nel limite complessivo di un importo pari a: • 1.000 milioni di euro per l’anno 2014; • 1.100 milioni di euro per l’anno 2015; • 1.200 milioni di euro a decorrere dall’anno 2016. La riduzione dovrà essere disposta con decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze e su delibera del Consiglio di amministrazione Inail. L’Istituto dovrà verificare la sostenibilità economica, finanziaria e attuariale del taglio ai premi obbligatori dopo il 2016. Il decreto definirà anche le modalità di applicazione della riduzione a favore delle imprese che abbiano iniziato l’attività da non oltre un biennio, nel rispetto delle norme in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Della riduzione sono escluse le coperture Inail: • per il lavoro accessorio; • per gli infortuni in ambito domestico; • per i lavoratori domestici (colf, badanti); • per gli apprendisti. Sempre con effetto dal 1º gennaio 2014, in attesa di un meccanismo di rivalutazione automatica degli importi indicati nella “tabella” di cui all’art.13, c.2, lett. a) del DLgs 38/2000*, il c. 129 della Legge di stabilità riconosce, in via straordinaria, un aumento
  • 2. delle indennità dovute dall’Inail a titolo di recupero del valore dell’indennizzo del danno biologico. L’aumento è fissato nella misura di: • non oltre il 50% della variazione dei prezzi al consumo per le famiglie di impiegati ed operai accertati dall’ISTAT, intervenuta negli anni dal 2000 al 2013; • e comunque per un importo massimo di spesa annua di 50 milioni di euro a decorrere dall’anno 2014. Le novità introdotte dalla Legge di stabilità in materia di prestazioni economiche erogate dall’Inail hanno formato oggetto della circolare della Direzione generale dell’Istituto n. 4 del 20 gennaio scorso. Fonte: quotidianosicurezza.it Differimento 16 maggio autoliquidazione e premi speciali, nota Inail Pubblicata da Inail una nota datata 3 febbraio 2014 che torna sui differimenti al 16 maggio dei pagamenti per l’autoliquidazione 2013/2014 e per i premi speciali anticipati, differimenti già comunicati il 23 gennaio 2014 dall’Istituto stesso e dal Ministero del Lavoro. La nuova nota informa che il 29 gennaio 2014 è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il Decreto-legge n. 4/2014 conferma che è differita quindi al 16 maggio l’autoliquidazione premi ordinari e premi speciali per gli artigiani e i pagamenti degli altri premi speciali. In particolare vengono prorogati: • “termine del 17 febbraio 2014 per il versamento tramite F24 e F24EP dei premi ordinari e dei premi speciali unitari artigiani di autoliquidazione 902014, sia per il pagamento in unica soluzione che per il pagamento delle prime due rate ai sensi delle leggi 449/1997 e 144/1999, con le modalità già esposte nella nota del 23.1.2014; • termine del 17 marzo 2014 per la presentazione telematica delle dichiarazioni delle retribuzioni 2013 tramite i servizi “Alpi online” e “Invio telematico dichiarazione salari”, per comunicare la volontà di avvalersi del pagamento rateale dei premi ai sensi delle leggi 449/1997 e 144/1999 e per chiedere la riduzione (per la regolazione 2014) prevista dall’art. 1, commi 780 e 781, della legge n. 296/2006 a favore delle imprese artigiane; • termini con scadenza compresa tra il 16 febbraio e il 16 aprile 2014 per il pagamento dei premi speciali anticipati per il 2014 relativi alle polizze scuole, apparecchi RX, sostanze radioattive, pescatori, facchini nonché barrocciai/vetturini/ippotrasportatori; • termine del 30 aprile 2014 per l’invio telematico degli elenchi relativi alla regolazione del primo trimestre 2014 delle polizze speciali facchini e delle polizze speciali barrocciai/vetturini/ippotrasportatori”. La nota fornisce inoltre indicazioni operative per casi particolari come:
  • 3. • Autocertificazione per la riduzione del premio dell’11,50% per il settore edile; • Cessazione di tutti i soggetti autonomi artigiani tra il 1° gennaio e 16 maggio dell’anno di rata; • Cessazione dell’attività in corso d’anno; • Termine per l’invio delle comunicazioni motivate delle retribuzioni presunte; • Versamento dei premi per i lavoratori somministrati. • Addizionale per il Fondo vittime dell’amianto • Basi di calcolo premi 2013/2014 • Autoliquidazione dei soggetti assicuranti con inizio attività tra il 10 e il 31.12.2013 • Prevista a breve la pubblicazione di una Guida all’autoliquidazione Per quanto riguarda gli armatori e il settore della navigazione, Inail ricorda infine che la proroga dell’autoliquidazione non ha effetti sul rilascio del certificato di assicurazione che può essere richiesto seguendo le abituali modalità. Fonte:quotidianosicurezza.it Impresa sicura, uno strumento di lavoro per le aziende artigiane Mettere a disposizione di tutti gli interessati una serie di opuscoli informativi multimediali gratuiti, che, a seconda del settore produttivo indagato, possano costituire una fonte di informazione affidabile e garantita sull’impatto di alcuni rischi lavorativi o di determinati comportamenti sulla salute e sulla sicurezza. Un progetto ideato e realizzato insieme. I prodotti in questione sono frutto del progetto “Impresa Sicura”, nato nel 2007 da una cooperazione a carattere interregionale tra gli Enti bilaterali per l’artigianato di Emilia-Romagna e Marche (Eber ed Ebam), le Direzioni regionali Inail delle Marche e dell’Emilia-Romagna, insieme ai Servizi Salute e Prevenzione di entrambe le regioni, ed è stato presentato giovedì 30 gennaio ad Osimo, nelle Marche, nel corso di un seminario organizzato dagli enti promotori del progetto. I comparti produttivi coinvolti, dai cantieri alla lavorazione del legno.Nell’ambito del progetto sono stati finora realizzati diversi prodotti inerenti i principali settori produttivi presenti nel comparto produttivo marchigiano, dalla metalmeccanica alla cantieristica navale da diporto, dal legno e mobile imbottito al calzaturiero e all’impiantistica, ai dispositivi di protezione individuale, mentre è in corso di realizzazione uno relativo al tessile e all’abbigliamento. Una buona prassi validata nel 2013. Oltre ad essere auspicabilmente utilizzato ad ampio raggio da imprese e lavoratori al fine di favorire comportamenti virtuosi, il 27
  • 4. novembre 2013 la Commissione consultiva permanente ex art. 6 del d.lgs. 81/2008 ha validato il progetto “Impresa Sicura” come buona prassi in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Inoltre, il sito internet dedicato offre l’opportunità ai datori di lavoro, ai consulenti e ai lavoratori stessi di utilizzare soltanto le informazioni che interessano direttamente. Fonte:http://sicurezzasullavoro.inail.it Macchine agricole, differita al 22 marzo 2015 l’entrata in vigore dell’obbligo di abilitazione al loro uso Prorogata al 22 marzo 2015 l’entrata in vigore dell’obbligo di abilitazione all’uso di macchine agricole. E’ la novità contenuta nella circolare n. 45 del 24 dicembre 2013 emanata dalla Direzione generale delle relazioni industriali del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali per dare alcuni chiarimenti in merito all’applicazione dell’Accordo del 22 febbraio 2012. Abilitazione, formazione, durata e requisiti minimi. L’accordo, stipulato in attuazione dell'art. 4 del d.lgs. n. 281 del 28 agosto 1997 tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, riguarda l'individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori, e disciplina le modalità per il riconoscimento di questa abilitazione, i soggetti preposti alla formazione, la durata, gli indirizzi ed i requisiti minimi di validità della formazione, secondo quanto dispone l'articolo 73, comma 5 del Testo Unico sulla Sicurezza. Precisazioni su attrezzature e corsi di formazione. In particolare la circolare fornisce chiarimenti applicativi del differimento al 22 marzo 2015 dell’ “obbligo dell’abilitazione all’uso delle macchine agricole”, in attuazione dell’art. 45 bis comma 2 della legge 9 agosto 2013, n. 98 che ha recepito il cd. ‘decreto del fare’. Nel testo vengono ribadite quali siano le attrezzature di lavoro utilizzate da lavoratori del settore agricolo o forestale, a cui si riferisce il rinvio; inoltre viene chiarito in quali casi sia previsto il riconoscimento dei corsi effettuati fino alla data del 22 marzo 2015 e i requisiti che si rendano necessari per vedersi riconosciuta l’esperienza
  • 5. documentata in base all’Accordo (punto 9.4). Infine, viene specificato il termine di validità della norma transitoria che si richiama al punto 12 dell’Accordo stesso: e cioè che i lavoratori che alla data del 22 marzo 2015 siano incaricati dell’uso delle sole ‘macchine agricole’ dovranno svolgere gli appositi corsi di formazione teoricopratica entro i successivi 2 anni. Fonte: http://sicurezzasullavoro.inail.it
  • 6. documentata in base all’Accordo (punto 9.4). Infine, viene specificato il termine di validità della norma transitoria che si richiama al punto 12 dell’Accordo stesso: e cioè che i lavoratori che alla data del 22 marzo 2015 siano incaricati dell’uso delle sole ‘macchine agricole’ dovranno svolgere gli appositi corsi di formazione teoricopratica entro i successivi 2 anni. Fonte: http://sicurezzasullavoro.inail.it