Manuale dellIsolamento
© URSA Insulation, S.A. Madrid (Spain) 2009Tutti i diritti di proprietà intellettuale ed industriale sono riservati. È esp...
04 • M a nu ale dell’Isolamento
Perché l’isolamento?     1.1   Obiettivi didattici                              8     1.2   Concetti basilari             ...
Perché l’Isolamento?
Perché l’Isolamento?Indice1.1   Obiettivi didattici1.2   Concetti basilari1.3   Energia: prospettive a livello mondiale1.4...
08 • M a n u ale dell’IsolamentoObiettivi didatticiArgomenti trattati in questa parte• I trend dei consumi di energia e lo...
Concetti basilari • 09                                                                          Perché l’Isolamento?Concet...
10 • M a n u ale dell’IsolamentoTipi di fonti energeticheLe fonti di energia rinnovabile si autorigenerano e nonpossono es...
Concetti basilari • 11                                                                               Perché l’Isolamento?F...
12 • M a n u ale dell’IsolamentoUtilizzo di energia ed emissioni di CO2                         Mercato dell’energia      ...
Concetti basilari • 13                                                                                                    ...
14 • M a n u ale dell’IsolamentoIl ciclo del carbonio comprende lassorbimento di anidride carbonicada parte delle piante a...
Concetti basilari • 15                                                                                                    ...
16 • M a n u ale dell’IsolamentoLa radiazione proveniente dal sole viene diffusa per irraggiamentosulla superficie terrest...
Concetti basilari • 17                                                                          Perché l’Isolamento?Effici...
18 • M a n u ale dell’IsolamentoEnergia: prospettive a livello mondiale          Qual è la situazione mondiale          at...
Energia: prospettiva a livello mondiale • 19                                                                              ...
20 • M a n u ale dell’IsolamentoIn futuro, ogni regione del mondo è destinata aconsumare più energiaCiò vale in particolar...
Energia: prospettiva a livello mondiale • 21                                                                              ...
22 • M a n u ale dell’IsolamentoIl fabbisogno energetico mondiale è destinato adaumentare in misura notevoleSu scala mondi...
Energia: prospettiva a livello mondiale • 23                                                                              ...
24 • M a n u ale dell’IsolamentoLe riserve di petrolio sono situate in massima partein aree di instabilità politicaI consu...
Energia: prospettiva a livello mondiale • 25                                                                              ...
26 • M a n u ale dell’IsolamentoConseguenze del cambiamento climatico                               Inondazioni           ...
Energia: prospettiva a livello mondiale • 27                                                     Perché l’Isolamento?     ...
28 • M a n u ale dell’IsolamentoAumento delle temperature e cambiamenti delleprecipitazioniPrincipali conseguenze del camb...
Energia: prospettiva a livello mondiale • 29                                                                              ...
30 • M a n u ale dell’IsolamentoEuropa: efficienza energetica negli edificiConsumi di energia: percezioni e realtàChe cosa...
Europa: efficienza energetica negli edifici • 31                                                                          ...
32 • M a n u ale dell’IsolamentoPossibili risparmi di energia nellUnione EuropeaSe si effettua unanalisi articolata per se...
Europa: efficienza energetica negli edifici • 33                                                                          ...
34 • M a n u ale dell’Isolamento…tuttavia queste leggi coprono appena il 29%del potenziale aumento dellefficienza energeti...
Europa: efficienza energetica negli edifici • 35                                                                          ...
36 • M a n u ale dell’IsolamentoIl risultato dell’implementazione di specificirequisiti sull’efficienza energeticaL’evoluz...
Il ruolo dell’isolamento • 37                                                                                             ...
38 • M a n u ale dell’IsolamentoL’isolamento è il modo più efficace dal punto divista economico per ridurre i consumi di e...
Il ruolo dell’isolamento • 39                                                                            Perché l’Isolamen...
40 • M a n u ale dell’IsolamentoCosti annui di capitale e risparmi sui costi annuidellenergia [EU-25]                     ...
Il ruolo dell’isolamento • 41                                                        Perché l’Isolamento?L’isolamento è il...
42 • M a n u ale dell’IsolamentoLa “Trias Energetica” indica il modo per affrontarei problemi dei consumi energetici in ge...
Il ruolo dell’isolamento • 43                                                                                       Perché...
44 • M a n u ale dell’Isolamento   Le superfici esterne supercoibentate di una casa   passiva       Casa normale - senza c...
Il ruolo dell’isolamento • 45                                                                                             ...
46 • M a n u ale dell’IsolamentoL’isolamento è uno strumento potente che consentedi far fronte ai problemi del cambiamento...
Isolamento e sostenibilità • 47                                                                                     Perché...
48 • M a n u ale dell’IsolamentoCome sarà il nostro futuro?La terra ha un potenziale limitato di rigenerare ciò che utiliz...
Isolamento e sostenibilità • 49                                                                                           ...
50 • M a n u ale dell’IsolamentoLa sostenibilità è nel cuore delle attività URSA                                          ...
Convinzioni errate sull’isolamnto • 51                                                             Perché l’Isolamento?Con...
52 • M a n u ale dell’IsolamentoCosti & ROI delle misure di isolamentoLisolamento è troppo costoso. Se sostituisco la cald...
Convinzioni errate sull’isolamento • 53                                                                            Perché ...
54 • M a n u ale dell’IsolamentoConfronto tra isolamento termicoe isolamento acusticoNon è possibile combinare isolamento ...
Convinzioni errate sull’isolamento • 55                                                                          Perché l’...
56 • M a n u ale dell’IsolamentoLivello di isolamentoMi basta inserire appena un po di isolamento nel tetto e il resto lop...
Convinzioni errate sull’isolamento • 57                                                                          Perché l’...
Isolando la vostra casa risparmiatedenaro e aiutate l’ambiente• Isolando il tetto della vostra casa con lana divetro potet...
Perché l’isolamento?                          Siete proprietari di una casaLo sapevate che...?l’isolamento vi aiuta a:• ri...
Che cos’è l’Isolamento?
62 • M a nu ale dell’Isolamento
Indice                                    Che cosè l’isolamento?2.1   Obiettivi didattici2.2   Principi basilari2.3   Isol...
64 • M a n u ale dell’IsolamentoObiettivi didatticiPrincipi basilari dellisolamentoIn questa parte del corso saranno tratt...
Principi basilari dell’isolamento • 65Principi basilari dellisolamentoTrasmissione termicaLa trasmissione termica è il tra...
66 • M a n u ale dell’IsolamentoTrasmissione termica e coibentazione [1/2]Coibentazione = tecniche per attenuare o impedir...
Principi basilari dell’isolamento • 67Trasmissione termica e coibentazione [2/2]Alcune proprietà del materiale lo rendono ...
68 • M a n u ale dell’IsolamentoCome misuriamo la trasmissione termica?Conducibilità termica / Valore di lambdaIl calcolo ...
Principi basilari dell’isolamento • 69Come possiamo interpretare il valore di lambda ?La tabella seguente dà unidea dellor...
70 • M a n u ale dell’IsolamentoLimitazione del trasferimento di calore neimateriali:resistenza termicaLa resistenza termi...
Principi basilari dell’isolamento • 71Limitazione del trasferimento di calore nelle partidi un edificio: trasmittanza term...
72 • M a n u ale dell’IsolamentoTrasmittanza termica / valore di UI requisiti e le raccomandazioni per i valori di U posso...
Principi basilari dell’isolamento • 73Ponti termiciSi ha la formazione di un pontetermico quando un elementostrutturale co...
74 • M a n u ale dell’IsolamentoSommario: principali parametri termici   Concetto              Simbolo      Conclusione   ...
Principi basilari dell’isolamento • 75Sommario: coibentazione• La trasmissione termica è il trasferimento di calore da un ...
76 • M a n u ale dell’IsolamentoObiettivi di apprendimentoPrincipi basilari dellisolamentoIn questa parte del corso discut...
Principi basilari dell’isolamento • 77Principi basilari dellisolamento acustico:inquinamento acusticoLinquinamento acustic...
78 • M a n u ale dell’IsolamentoLivelli acustici e comfort          Tabella dei livelli sonori L e delle corrispondenti pr...
Principi basilari dell’isolamento • 79• Il livello di pressione sonora (SPL) o livello acustico Lp è illogaritmo del rappo...
80 • M a n u ale dell’IsolamentoPropagazione del suonoVi sono due tipi di propagazione del suono che riguardano gli edific...
Principi basilari dell’isolamento • 81Principi basilari dellisolamento acustico:assorbimento acusticoAssorbimento: quando ...
82 • M a n u ale dell’IsolamentoCorrezione acustica di un ambienteMiglioramento della qualità uditiva.Riduzione del livell...
Principi basilari dell’isolamento • 83Lassorbimento del suono della lana di vetrodipende da diversi parametri• dalla frequ...
84 • M a n u ale dell’Isolamento Rigidità dinamica + resistività rispetto al flusso daria Due sono le proprietà che determ...
Principi basilari dell’isolamento • 85Isolamento acustico: effetto massa-molla-massaLisolamento acustico in un edificio è ...
86 • M a n u ale dell’IsolamentoPrincipi basilari dellisolamento acustico:ponti acusticiPonti acustici: un ponte acustico ...
Principi basilari dell’isolamento • 87Sommario: isolamento acustico [1]Proprietà che determinano la capacità di isolamento...
88 • M a n u ale dell’IsolamentoSommario: isolamento acustico [2]Lisolamento acustico in un edificio è la differenza di pr...
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
4737 manuale isolamento_ursa_2010
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

4737 manuale isolamento_ursa_2010

1,335

Published on

Manuale isolamento edilizia

Published in: Technology, Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,335
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
51
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

4737 manuale isolamento_ursa_2010

  1. 1. Manuale dellIsolamento
  2. 2. © URSA Insulation, S.A. Madrid (Spain) 2009Tutti i diritti di proprietà intellettuale ed industriale sono riservati. È espressamente vietato che questo materialevenga copiato, riprodotto, modificato o distribuito, sia totalmente che parzialmente, tramite processo elettronico omeccanico senza previa autorizzazione.
  3. 3. 04 • M a nu ale dell’Isolamento
  4. 4. Perché l’isolamento? 1.1 Obiettivi didattici 8 1.2 Concetti basilari 9 1.3 Energia: prospettive a livello mondiale 18 1.4 Europa: efficienza energetica negli edifici 30 1.5 Il ruolo dell’isolamento 37 1.6 Isolamento e sostenibilità 47 1.7 Convinzioni errate sull’isolamento 51Che cosè l’isolamento? 2.1 Obiettivi didattici 64 2.2 Principi basilari dellisolamento 65 2.3 Isolamento: contesto e tipi 99 2.4 Applicazioni in edilizia 118 2.5 Introduzione alla Marcatura CE 130Perchè la lana di vetro? 3.1 Obiettivi didattici 140 3.2 Proposta di valore URSA per la lana di vetro 141 3.3 Principali argomenti 142 3.4 Convinzioni errate sulla lana di vetro 159Perchè XPS? 4.1 Obiettivi didattici 180 4.2 Proposta di valore URSA per XPS 182 4.3 Principali argomenti 186 4.4 Applicazioni 201 4.5 Convinzioni errate 206
  5. 5. Perché l’Isolamento?
  6. 6. Perché l’Isolamento?Indice1.1 Obiettivi didattici1.2 Concetti basilari1.3 Energia: prospettive a livello mondiale1.4 Europa: efficienza energetica negli edifici1.5 Il ruolo dell’isolamento1.6 Isolamento e sostenibilità1.7 Convinzioni errate sull’isolamento
  7. 7. 08 • M a n u ale dell’IsolamentoObiettivi didatticiArgomenti trattati in questa parte• I trend dei consumi di energia e loro ripercussioni sullambiente• Il ruolo degli edifici per quanto riguarda i consumi di energia• Il ruolo potenziale dell’isolamento per migliorare lefficienzaenergetica negli edifici• Come sfatare alcune convinzioni errate diffuse, relativeall’isolamento e …• ... soprattutto, la proposta di valore dell’isolamento: L’isolamento è il modo più efficace dal punto di vista economico per migliorare lefficienza energetica negli edifici
  8. 8. Concetti basilari • 09 Perché l’Isolamento?Concetti basilariLa conoscenza dei concetti baseFonti di energia, efficienza energetica, risparmi di energia,energia primaria, energia rinnovabile, CO2 emissioni, … che cosa significano?
  9. 9. 10 • M a n u ale dell’IsolamentoTipi di fonti energeticheLe fonti di energia rinnovabile si autorigenerano e nonpossono esaurirsi (Solare, Eolico, Geotermico e Biomassa). Solare Eolico Geotermico BiomassaLe fonti di energia non rinnovabile sono nel sottosuolo, sottoforma di solidi, liquidi e gas. Queste fonti di energia sonoesauribili e finite; la natura impiega un tempo estremamentelungo per rigenerarle. Queste fonti di energia possono essereclassificate in due tipi:• Combustibili fossili (petrolio, carbone e gas)• Nucleare
  10. 10. Concetti basilari • 11 Perché l’Isolamento?Fonti di energia non rinnovabile• I combustibili fossili sono idrocarburi, soprattutto carbone epetrolio (olio combustibile o gas naturale), formatisi in centinaia dimilioni di anni a partire dai resti fossilizzati di piante e animali mortiper esposizione al calore e alla pressione esistenti nelle viscere dellaterra. In natura non vi sono altri elementi in grado di accumularequantità così grandi di energia. Essi sono molto facili da bruciare. Petrolio Carbone Gas naturaleLenergia nucleare deriva dallafissione delluranio arricchito, che,nella sua forma nativa,è presente in natura.
  11. 11. 12 • M a n u ale dell’IsolamentoUtilizzo di energia ed emissioni di CO2 Mercato dell’energia Offerta di energia Fabbisogno energetico Non rinnovabile (92%) Combustibili fossili (94%) Nucleare (6%) Rinnovabile (8%)Vi sono diverse fonti di CO2. Le fonti principali sono Carbone • combustibili fossili (ad esempio: carbone): 29% Petrolio • combustibili liquidi (ad esempio: petrolio): 39% Gas naturale • combustibili gassosi (ad esempio: gas naturale): 26%
  12. 12. Concetti basilari • 13 Perché l’Isolamento?Utilizzo di energia ed emissioni di CO2Ciclo del carbonio: un processo naturale in cui tale elementochimico viene continuamente trasferito, in varie forme, tra le variesfere dellambiente (ad es. aria, acqua, suolo, organismi viventi). Luce del sole Emissioni delle industrie O2 e delle auto ciclo del C Fotosintesi Traspirazione delle piante Traspirazione Carbonio degli animali organico Traspirazione delle radici Rifiuti organici Depos ti organici e scarti di prodotto Fossili e combustib li fossili
  13. 13. 14 • M a n u ale dell’IsolamentoIl ciclo del carbonio comprende lassorbimento di anidride carbonicada parte delle piante attraverso la fotosintesi, la sua ingestione daparte degli animali e il suo rilascio dellatmosfera attraverso larespirazione e la decomposizione dei materiali organici. Le attivitàumane, quali la combustione dei combustibili fossili, contribuisconoal rilascio di anidride carbonica nellatmosfera.È un importante gas a effetto serra a causa della sua capacità diassorbimento dei raggi infrarossi presenti nella luce del sole, in unampio spettro di lunghezze donda, e a causa della sua lungapermanenza nellatmosfera. Inoltre è essenziale per la fotosintesidelle piante e in altri organismi fotoautotrofi. Un aumento di CO2contribuisce al riscaldamento globale e fa aumentare il livello delletemperature.Laumento della concentrazione di CO2 sta già provocandoimportanti cambiamenti del clima terrestre. Molti ritengono chelaumento osservato di 0,6 ºC della temperatura media del pianeta,rispetto al secolo scorso, sia in buona parte riconducibileallaumento della concentrazione di CO2 nellatmosfera.
  14. 14. Concetti basilari • 15 Perché l’Isolamento?La CO2 e leffetto serraLeffetto serra è un fenomeno naturale che consente di catturareenergia solare e mantenere la temperatura alla superficie dellaTerra a livelli necessari a consentire la vita. LEFFETTO SERRA Alcune delle radiazioni i.r.passano attraverso Alcune radiazioni solari latmosfera, altre sono Sole sono riflesse dalla assorbite e riemesse in terra e dallatmosfera. tutte le direzioni dalle molecole di gas che creano leffetto serra. Il Le radiazioni risultato è il riscaldamento solari passano della superficie terrestre e attraverso dellatmosfera. latmosfera A La superficie t O SFER errestre emette ATM radiazioni i.r. che vengono trattenute dallo strato di CO2 La maggior parte delle radiazioni sono assorbite dalla superficie della terra e la riscaldano.
  15. 15. 16 • M a n u ale dell’IsolamentoLa radiazione proveniente dal sole viene diffusa per irraggiamentosulla superficie terrestre, dove si trasforma in calore. La maggiorparte di questo calore viene irraggiata nuovamente nello spazio, mauna parte di essa viene intrappolata nellatmosfera a causa dei gas aeffetto serra. Tali gas assicurano il bilanciamento termico dellaTerra; grazie alleffetto serra "naturale", la temperatura allasuperficie del nostro pianeta è superiore di circa 33°C a quella che siavrebbe in loro assenza.• Leffetto serra è aumentato notevolmente nel corso degli ultimidecenni, rispetto ai livelli dellera antecedente alla rivoluzioneindustriale. È stato dimostrato che tale aumento deriva dalle attivitàumane; in particolare dalla combustione dei combustibili fossili edalla deforestazione.• La conseguenza principale di tale aumento è il fenomenochiamato riscaldamento globale: un continuo innalzamento delletemperature medie alla superficie del pianeta.
  16. 16. Concetti basilari • 17 Perché l’Isolamento?Efficienza energetica e risparmi di energiaLefficienza energetica è la riduzione dei consumi di energia (conconseguenti vantaggi economici) ottenuta senza pregiudicare ilcomfort e la qualità della vita, proteggendo lambiente econtribuendo alla sostenibilità dellenergia. 4wI risparmi di energia sono la quantità di energia che non vieneutilizzata dopo aver adottato misure di controllo dei consumi,misure che possono essere efficienti (quando non si pregiudica ilcomfort), o inefficienti.
  17. 17. 18 • M a n u ale dell’IsolamentoEnergia: prospettive a livello mondiale Qual è la situazione mondiale attuale dal punto di vista dellenergia?
  18. 18. Energia: prospettiva a livello mondiale • 19 Perché l’Isolamento?Ricchezza e consumo di energia $45,000 $40,000 Japan USA $35,000 $30,000 UKGDP/capita Canada $25,000 Germany France Australia $20,000 Italy Spain $15,000 Korea $10,000 Saudi Arabia Argentina Media mundial $5,000 Brazil South Africa Russia China $- 0 2 4 6 8 10 12 KW/capita Consumo pro capite di energia in funzione del PIL pro capite. Il grafico comprende più del 90% della popolazione mondiale. Questa immagine mostra lampia correlazione esistente tra ricchezza e consumo di energia. Fonte: Key World Statistics 2008, International Energy Agency
  19. 19. 20 • M a n u ale dell’IsolamentoIn futuro, ogni regione del mondo è destinata aconsumare più energiaCiò vale in particolare per i paesi emergenti, il cui fabbisognoè destinato ad aumentare.Aumento del fabbisogno energetico a livello mondiale (milionidi barili equivalenti di petrolio al giorno) +36% 11 9 +13% 87 +23% 15 9 14 0 25 7 20 9 FSU +131% +61% 26 8 63 Europe 39 11 6 +4% North America 39 40 Middle East China +66% +105% Japan 41 57 25 28 +75% +64% 12 7 Africa India 66 73 40 Latin America Other Asia Pacific 2005 2030 Variazioni percentualiTotale mondiale: 2005 79.7 2030 119.8 Crescita 50%Fonte: International Energy Outlook 2008. Energy Information Administration.
  20. 20. Energia: prospettiva a livello mondiale • 21 Perché l’Isolamento?Crescita economica per regione nei prossimi decenniCrescita del PIL per le varie regioni del mondo (confronto tra2005 e 2030, dati in miliardi di dollari) +191% +75% 10 4 20 1 +368% 36 +89% 36 0 24 8 11 4 FSU +169% 13 1 16 42 Europe +30% Middle East 34 45 77 North America +307% 16 5 Japan +200% China 69 41 23 India +162% Africa +188% 93 17 7 35 61 Latin America Other Asia Pacific 2005 2030 Variazione percentuale Totale mondiale: 2005 56.8 2030 150.2 Crescita 164%Fonte: International Energy Outlook 2008. Energy Information Administration.
  21. 21. 22 • M a n u ale dell’IsolamentoIl fabbisogno energetico mondiale è destinato adaumentare in misura notevoleSu scala mondiale, i consumi di energia continueranno acrescere e saranno basati soprattutto sui combustibili fossili(fonte di energia non rinnovabile). 18,000 Other Renewables 16,000 Nuclear 14,000 Biomass 12,000 Gas 10,000Mtoe 8,000 Coal 6,000 4,000 2,000 Oil 0 1970 1980 1990 2000 2010 2020 2030 La domanda mondiale è destinata a crescere di più del 50% nel prossimo quarto di secolo; i consumi di carbone sono quelli che aumenteranno in misura maggiore in termini assoluti.Fonte: World Energy Outlook. IEA, 2006
  22. 22. Energia: prospettiva a livello mondiale • 23 Perché l’Isolamento?Siamo prossimi a raggiungere il picco dei volumidi estrazione ...Con gli attuali trend dei consumi, le riserve totali di petrolio delmondo dureranno poco più di quarantanni …302520 Medio Oriente15 Altri10 5 Russia Europa USA (senza Alaska) 0 1930 1940 1950 1960 1970 1980 1990 2000 2010 2020 2030 2040 2050 Combustibili Pesanti Regioni Polari Riserve degli oceani Gas LiquidiFonte: AEREN (Association for energy resources research), 2006
  23. 23. 24 • M a n u ale dell’IsolamentoLe riserve di petrolio sono situate in massima partein aree di instabilità politicaI consumi di petrolio sono in genere concentrati in aree in cui taliriserve scarseggiano. 16% 10% 5% 19% 61% FSU 1% 6% 29% 17% Europe 31% 6% 7% North America 9% 13% Middle East 30% 3% 3% 10% Africa 9% 8% Asia Pacific 6% South & Central America Riserve mondiali di petrolio: 1.238,0 miliardi di barili Produzione mondiale di petrolio: 81,53 mio barili/giorno Consumo di petrolio a livello mondiale: 85,22 mio barili/giorno I consumi giornalieri di petrolio hanno già superato i volumi di produzione di petrolio, provocando uno squilibrio che è la causa dellaumento vertiginoso dei prezzi.Fonte: BP Statistical Review of World Energy, June 2008
  24. 24. Energia: prospettiva a livello mondiale • 25 Perché l’Isolamento?Riserve di petrolio, emissioni CO2 + cambiamentoclimaticoI maggiori consumi di energia provocano il progressivoesaurimento delle riserve di petrolio e laumento vertiginosodelle emissioni di CO2 Emissioni di CO2 vs riserve di petrolio 120 380 370 100 Emissioni di CO2 (ppm) Riserve di petrolio % 360 80 350 60 340 330 40 320 20 310 0 300 1900 1925 1950 1975 2000 Riserve di petrolio (%) Emissioni di CO2 ... e le alte concentrazioni di CO2 nellatmosfera hanno provocato un innalzamento della temperatura. Temperatura globale ed anidride carbonica 10 380 05 355 Temp. in degrees F Part. CO2 Milioni 00 330 05 305 10 280 1880 1900 1920 1940 1960 1980 2000 Temperature globali Anidride carbonicaFonte: AEREN (Association for energy resources research), 2006
  25. 25. 26 • M a n u ale dell’IsolamentoConseguenze del cambiamento climatico Inondazioni Fusione dei poli Incendi
  26. 26. Energia: prospettiva a livello mondiale • 27 Perché l’Isolamento? SiccitàPerdita di biodiversità
  27. 27. 28 • M a n u ale dell’IsolamentoAumento delle temperature e cambiamenti delleprecipitazioniPrincipali conseguenze del cambiamento climatico in Europanel 2020: Temperatura Precipitazioni Variazione della temper. annua media (Cº) Variazione annua precipitazioni (%)Fonte: European Commission. The Power of the example: The evolution of EU climate changepolicies up to 2020
  28. 28. Energia: prospettiva a livello mondiale • 29 Perché l’Isolamento? Effetti dellaumento delle temperatureVariazione di temperatura (rispetto allera preindustriale) 0ºC 1ºC 2ºC 3ºC 4ºC 5ºC 1- Acqua Diminuzione della disponibilità dacqua e aumento della siccità Centinaia di milioni di persone esposte a uno stress idrico sempre maggiore 2- Ecosistemi Fino al 30% di specie a Estinzioni significative rischio di estinzione di specie in varie parti del mondo Sbiancamento coralli Moria diffusa dei coralli 3- Alimentazione Effetti locali negativi sullagricoltura e la pesca di sussistenza Produttiv tà di alcuni cereali: Produttività di tutti i cereali calo alle basse latitudini calo alle basse latitudini 4- Coste Maggiori danni dovuti a inondazioni e tempeste Inondazioni costiere, con ripercussioni per altri mi ioni di persone 5- Salute Aumento di malnutrizione, diarrea, aff. malattie cardiorespiratorie e malattie infettive Aumento della morta ità dovuta a ondate di calore, inondazioni e sicc tà 0.76 ºC Effetti dovuti al continuo aumento della temperatura 2001 - 2005 Media Effetti legati a una temp. specifica Un aumento di temperatura di 2ºC rispetto ai livelli preindustriali sembra essere la soglia oltre la quale vengono apportati gravi danni ai sistemi naturali ed economici Fonte: Adapted from IPCC FAR, Synthesis report p 11
  29. 29. 30 • M a n u ale dell’IsolamentoEuropa: efficienza energetica negli edificiConsumi di energia: percezioni e realtàChe cosa pensano le persone dei loro consumi energetici?(Germania) Percezione RealtàAutomobile 14% 31%Acqua calda 18% 8%Riscaldamento 25% 53%App. elettr. 39% 8%Non so 3% n.d.
  30. 30. Europa: efficienza energetica negli edifici • 31 Perché l’Isolamento?Consumi di energia: il ruolo degli edificiEfficienza energetica degli edifici - stato 32% di tutta lenergia nellUE viene utilizzata per i trasporti 28% di tutta lenergia nellUE viene utilizzata per lindustria 40% di tutta lenergia nellUE viene utilizzata per gli edifici 2/3 dellenergia consumata negli edifici sono utilizzati per il riscaldamento e il raffreddamento 2/3 dellenergia consumata vengono utilizzati in piccoli edifici < 1000m2Fonte: EURIMA
  31. 31. 32 • M a n u ale dell’IsolamentoPossibili risparmi di energia nellUnione EuropeaSe si effettua unanalisi articolata per settore, si vede che gliedifici (sia commerciali che privati) si prestano ai risparmi dienergia più dei trasporti o dellindustria. Consumi di energia 2005 – 2020 Potenziali risparmi fino al 2020 linea di base (mtoe) (scenario più favorevole) (mtoe) 15% 523,5 523,5 17% 427 455 427 15% 365 367,4 367,4 320 21% 16% 5% 108,5 62,6 16,5 Edifici Transporti Industria Edifici Transporti Industria 2005 2020 l nea base 2020 l nea base Risparmi Edifici = maggiore utilizzatori di energia Edifici = maggiore risparmi potenziali di energiaFonte: Commissione Europea “The Power of the example: The evolution of EU climatechange policies up to 2020” (Il potere dellesempio: evoluzione delle politiche UE percontrastare il cambiamento del clima 2020”
  32. 32. Europa: efficienza energetica negli edifici • 33 Perché l’Isolamento?LEuropa ha promulgato varie leggi riguardantilefficienza energetica negli edifici…La Direttiva Energy Performance of Buildings (EPBD; rendimentoenergetico negli edifici) è il caposaldo a livello legislativo delleattività di promozione dellefficienza energetica portate avantidallUnione Europea. Essa stabilisce quattro requisiti principali,destinati a essere soddisfatti dagli Stati Membri: Calcolo Definizione di una metodologia di calcolo del rendimento energetico negli edifici, anziché delle singole parti di essi. Definizione di requisiti minimi applicabili agli edifici nuovi e a Requisiti quelli già esistenti. EP Definizione di requisiti minimi applicabili agli edifici nuovi e aCertificati quelli già esistenti. Ispezione e valutazione degli impianti di riscaldamento e di Controllo raffreddamento. Attualmente è in atto un processo legislativo attraverso le istituzioni europee per la modifica dell’EPBD
  33. 33. 34 • M a n u ale dell’Isolamento…tuttavia queste leggi coprono appena il 29%del potenziale aumento dellefficienza energeticanegli edificiLe norme attuali dellUnione Europea coprono appena il 29%del potenziale miglioramento dellefficienza energetica negliedifici, perché lattuale Direttiva esclude gli edifici residenziali piùpiccoli dallobbligo di adeguamento. 40% 32% 29% 28% Ponteziale non sfruttato Industria Transporti Edifici La Direttiva EPBD copre solo il 29 % del potenziale miglioramento dellefficienza energetica negli edifici o il 26% di emissioni di CO2 causate dal riscaldamento.Fonte: Eurima
  34. 34. Europa: efficienza energetica negli edifici • 35 Perché l’Isolamento?Effetti dellattuazione di una EPBD più completaLa modifica dell’EPBD dovrebbe includere i requisiti di efficienzaenergetica per il rinnovamento degli edifici con una superficieinferiore a 1.000 m2Lapplicazione di una versione più completa della EPBD puòconsentire allEuropa• di risparmiare 25 miliardi di euro allanno entro il 2020,• di impedire lemissione di 160 milioni tonnellate di CO2 allanno,• di favorire la competitività economica,• di generare posti di lavoro (da 280.000 a 450.000) e• di ridurre la dipendenza energetica. La riduzione delle emissioni conseguente allapplicazione della EPBD ampliata, da sola, permetterebbe di ottenere risultati superiori rispetto a quelli che lUnione Europea si è impegnata a raggiungere in base al Protocollo di Kyoto. La riduzione delle emissioni necessaria per soddisfare lobiettivo di Kyoto, che lUE si è impegnata a raggiungere, corrisponde a circa 340 milioni tonnellate di CO2 equivalenti (per il periodo 2008-2012).Fonte: www.eurima.org
  35. 35. 36 • M a n u ale dell’IsolamentoIl risultato dell’implementazione di specificirequisiti sull’efficienza energeticaL’evoluzione dei requisiti sull’efficienza energetica in edifici dinuova costruzione è ben rappresentata dall’esempio dellaGermania .Possiamo osservare il trend di riduzione dei consumi energetici inedifici di nuova costruzione con il passare del tempo. Ladiminuzione della domanda di energia coincide conl’implementazione di nuove leggi. Il riscaldamento è l’argomentopiù trattato nei requisiti sull’efficienza energetica (75% delledirettive), per questo il ruolo dell’isolamento è così importante. Heat demand Germany [kWh/(m2/y)] 350 300 Thermal insulation Ord 1977 250 Thermal insulation Ord 1984 200 Thermal insulation Ord 1994 150 Energy saving Ord. 2002/2004/2007 100 2009 2012 50 0 1970 1975 1980 1985 1990 1995 2000 2005 2010 2015 © Dlpl.-Ing. Horst-P.Sohetter.-Köhler
  36. 36. Il ruolo dell’isolamento • 37 Perché l’Isolamento?Il ruolo dellisolamentoIsolamento degli edifici: un potenziale da scoprire!NellUnione Europea, la maggior parte del fabbisognoenergetico è relativa agli edifici...… inoltre gli edifici offrono il maggiore potenziale di riduzionedei consumi di energia … inoltre il riscaldamento e il raffreddamento rappresentano il 64% dei consumi di energia negli edifici; più della metà di tali consumi può essere eliminata in un 524 469 modo efficace dal punto di vista 455 40.0% 39.7% 415 39.0% 39.0% economico. 9% 23% 64% 5% Mtoe % della domanda finale 2005 2005 2020 Linea base 2020 Linea base 2020 scenario efficienza 2020 scenario efficienza 2020 scenario più favorevole 2020 scenario più favorevole Iluminazione Altro HV AC Acqua calda Lisolamento in Europa rappresenta la via al risparmio energetico con le maggiori potenzialità!Fonte: DG TREN, 2005; Eurima, 2006
  37. 37. 38 • M a n u ale dell’IsolamentoL’isolamento è il modo più efficace dal punto divista economico per ridurre i consumi di energiae le emissioni negli edificiTra le più importanti soluzioni per aumentare lefficienzaenergetica negli edifici, l’isolamento è la più efficace sul pianoeconomico, perché consente di risparmiare energia con i costipiù contenuti e il più breve periodo di ammortamento. Isolamento Sostituzione Isolamento (zona mite) Parete Inter- Parete Tetto Pavimento Finestre Caldaia esterna capedine interna spiovente Riduzione costi (indipendente) [�/tCO2] 9 -187 - -185 -79 300 15 Riduzione costi (associati) [�/tCO2] -131 -187 -159 - - -46 -217 Costi di energia risparmiata (indipendente) [cent/kWh] 0.2 -4.3 - -4.2 -1.8 6.9 0.3 Ammortamento (indipendente) [a] 18 4 - 4 12 38 14Come ulteriore beneficio, i costi per ridurre tonnellate di CO2sono più bassi usando lisolamento.Se sostituite le finestre, spendete 300 � a fronte di 1 tonn. di CO2 non emessa e spendete 6,9cent per ogni kWh di risparmio, con un tempo di ammortamento di 38 anni.Se sostituite la caldaia, spendete 15 � per ogni tonn. di CO2 non emessa e spendete 0,3 cent perogni kWh di risparmio, con un tempo di ammortamento di 14 anni.Se coibentate il tetto spiovente della vostra casa, risparmiate 185 � per ogni tonn. di CO2 nonemessa e risparmiate 4,2 cent per ogni kWh, con un tempo di ammortamento di 4 anni.Fonte: Ecofys, 2005-2006
  38. 38. Il ruolo dell’isolamento • 39 Perché l’Isolamento?1 € investito nellisolamento= 7 € di ritorno economico !!!Tra tutte le soluzioni alternative per aumentare lefficienzaenergetica negli edifici, lisolamento è la più efficace dal punto divista economico.Ecco un esempio concreto, tratto da uno studio effettuato daEcofys, una società di consulenza sui problemi ambientali, nel2006:• l tetto di unabitazione monofamiliare in una zona a climaabbastanza mite viene isolato con un costo di 30 € / m2.• Grazie all’isolamento, si risparmiano 7,5 € / m2 di tetto allanno.Pertanto linvestimento viene ammortizzato in quattro anni.• Durante la vita utile del tetto, i risparmi ammonteranno a 226 €/ m2; in altri termini, per 1 euro speso per l’isolamento si ha unritorno economico di 7 euro. 1 € investito nellisolamento = 7 € di ritorno economico !!!Fonte: Ecofys VI 2006
  39. 39. 40 • M a n u ale dell’IsolamentoCosti annui di capitale e risparmi sui costi annuidellenergia [EU-25] 50 45,49 40 (miliardo/anno) 30 24,28 20 18,00 9,71 10 7,10 2,89 0 2006 2010 2015 Costo annuo Risparmio annuo di energiaFonte: Ecofys VI 2006
  40. 40. Il ruolo dell’isolamento • 41 Perché l’Isolamento?L’isolamento è il modo piùefficace dal punto di vistaeconomico per migliorarelefficienza energetica negliedificiGli edifici richiedono quantità enormi dienergia...... L’isolamento sembra essere lasoluzione ...... ma qual è il modo migliore peraffrontare il problema dell’isolamentodegli edifici?
  41. 41. 42 • M a n u ale dell’IsolamentoLa “Trias Energetica” indica il modo per affrontarei problemi dei consumi energetici in generaleI tre passaggi per raggiungere la Trias Energetica sono:• In primo luogo, ridurre ilfabbisogno di energia evitando Efficienzadi sprecarla e adottando misure energeticadi risparmio energetico. Energia• Secondo, utilizzare fonti di energia rinnovabilesostenibile, anziché combustibilifossili (energia non rinnovabile). Energia fossile• Terzo, produrre e utilizzare energiafossile nel modo più efficiente possibile.La Trias Energetica è una strategia per luso efficiente dellerisorse, che consente di ottenere risparmi di energia, riduzionidella dipendenza energetica e benefici per lambiente,peraltro senza sacrificare il comfort. Dallapplicazione di questi principi al patrimonio edilizio si deduce che un buon isolamento è un requisito sine qua non per ledilizia sostenibile.Fonte: World Energy Outlook. IEA, 2008
  42. 42. Il ruolo dell’isolamento • 43 Perché l’Isolamento?La concezione della Trias Energetica diventa realtàcon lesempio della Casa passivaSecondo la definizione comune, le case passive sono case prive disistemi tradizionali di riscaldamento e senza sistemi diraffreddamento attivo. Ciò presuppone unottima coibentazione eun sistema di ventilazione meccanica, con recupero del calore adalta efficienza. Esse si chiamano anche: case zero-energy, case senzariscaldamento”. (Comm. europea)• Nelle case passive le perdite di caloresono molto modeste. Si tratta di unaconcezione finalizzata allottimizzazionedel comfort allinterno della casa eallabbattimento dei costi di costruzione. Super insulated passive house• In altri termini, i risparmi sui costi ottenuti eliminando gli impiantidi riscaldamento/di raffreddamento compensano i maggiori costisostenuti per luso di materiali da costruzione ad alte prestazioni.• Inoltre, poiché si utilizza meno energia durante la vita utile dellacasa, la casa passiva non solo genera un impatto ambientaleminore, ma permette anche di ridurre i costi dellenergia durante ilsuo uso. Lelemento tecnologico chiave della Casa passiva è costituito dalla presenza di superfici esterne supercoibentate e a tenuta daria, abbinate a sistemi di recupero del calore ad alta efficienza.Fonte: European Passive Houses (www.europeanpassive house.com)
  43. 43. 44 • M a n u ale dell’Isolamento Le superfici esterne supercoibentate di una casa passiva Casa normale - senza coibentazione Casa passiva Dispersioni dalle Tetti 25% porte e finestre 15 % Giunzioni indispensabili per prevenire la formazione di un ponte termicoPareti 35% Finestre 10% sup. esterna sup. esterna isolata a tenuta daria Pavimenti 15% Fabbisogno energetico: normalmente > 250 kWh/m2 Fabbisogno energetico < 15 kWh/m2 all’anno In una Casa passiva i consumi di energia sono inferiori anche dell85% rispetto a quelli di una casa normale Fonte: www.solihull.gov.uk
  44. 44. Il ruolo dell’isolamento • 45 Perché l’Isolamento? Fabbisogno energetico nelle case passive rispetto ad altri tipi di edifici Qualità degli edifici in termini di energia 250Domanda energetica KWh (m2/anno) 200 50 150 50 100 160 40 80 50 35 50 5 35 10 15 15 15 15 15 0 Prima del 1978 dal 1984 dal 1995 dal 2002 Casa passiva Acqua calda Riscald. Ventilaz.Fonte: www.passivhaus.de
  45. 45. 46 • M a n u ale dell’IsolamentoL’isolamento è uno strumento potente che consentedi far fronte ai problemi del cambiamento climaticoe della dipendenza energetica e di favorire lacompetitività Problema Soluzione Possibilità offerte dalla coibent. L’applicazione di una versione piú Riduzione delle emissioni di CO2, completa dell’EPBD può consentire Danno ambientale impegno dell’UE in base al di ridurre le emissioni di CO2 di piú protocollo di Kyoto di 160 milioni di ton., ossia piú di quanto debba fare l’UE base prot. K. La coibentazione può far evitare di Aumento dei costi Minori consumi di energia consumare 3,3 milioni di barili di petrolio/giorno, con risparmi per 25 miliardi fino al 2020. Minore consumo = La maggiore efficienza energetica minore dipendenza Dipendenza energetica significa la sicurezza dell’approv- vigionamento di energia Il 40% dell’energia finale viene utilizzata negli edifici ROI dell’isoamento (1� investito Il denaro risparmiato grazie alla = 7 � rendimento). Creazione da riduzione dei consumi di energia 280.000 a 450.000 posti di lavoro. Competitività economica può essere destinato ad altre aree Il tempo di ammortamento dell’economia dell’isolamento con lana minerale di un fabbricato è di 4 - 8 anniFonte: IEA/AIE International Energy Agency; Ecofys Study; Eurima
  46. 46. Isolamento e sostenibilità • 47 Perché l’Isolamento?Isolamento e sostenibilitàCos’è lo sviluppo sostenibile?Sviluppo sostenibile significa soddisfare i bisogni di oggi senzacompromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfarei loro.* Le tre dimensioni chiave della sostenibilità Ambiente Persone EconomiaSignifica agire in tutte e tre le dimensioni, trovando una soluzione alungo termine di sviluppo che includa: crescita economica eprotezione ambientale senza compromettere il soddisfacimento deinostri bisogni sociali.*Fonte: “Our Common Future” (il nostro comune futuro) report della WorldCommission on Environment and Development, Nazioni Unite 1987
  47. 47. 48 • M a n u ale dell’IsolamentoCome sarà il nostro futuro?La terra ha un potenziale limitato di rigenerare ciò che utilizziamo edi assorbire i rifiuti che produciamo.Con i consumi attuali la terra impiega 1 anno e 4 mesi per svolgereentrambe le funzioni, in pratica stiamo riducendo le risorse naturaliimpedendo alle future generazioni di goderne a loro volta.Uno scenario moderato suggerisce che con il trend attuale, per il 2030useremo così tante risorse che la terra impiegherà 2 anni a rigenerarle.Questo significa che avremo bisogno di 2 pianeti per mantenere questostile di vita.Fonte: Global Footprint Network
  48. 48. Isolamento e sostenibilità • 49 Perché l’Isolamento?Qual è il nostro obiettivo?il grafico mostra la correlazione tra l’indice di sviluppo umano (HDI) el’impronta ecologica per persona in diversi stati. L’impronta ecologicarappresenta lo spazio di terra necessaria per soddisfare i bisogni dellapopolazione.Per esempio, la maggior parte degli stati africani sono al di sotto dellasoglia dell’alto sviluppo e la maggior parte dei paesi europei sono oltrequesta soglia. È da sottolineare però che i paesi a forte sviluppo hannoun impronta ecologica troppo alta. Più di 3,5 miliardi di persone, circail 50% della popolazione terrestre vive sotto la soglia dell’alto HDI.L’ obiettivo è quello di garantire alti livelli si sviluppo HDI mantenendoun impronta ecologica sostenibile, che è rappresentata da 1,8 ettariper persona. 14 Africa Asia-Pacific 12 Europe other Latin America 10 Middle East / Central Asia (Global Hectares per person) Europe EU 8 North America 6 Ecological Footprint 4 2 0 0.2 0.3 0.4 0.5 0.6 0.7 0.8 0.9 1 UNHuman Development Index (HDI) Soglia per livelli alti di HDI, secondo UNDP Media globale di biocapacità disponibile per persona (senza spazio riservato alle specie selvatiche)Tutti i paesi devono continuare a svilupparsi, ma considerando ilimiti naturali del nostro pianeta.Fonte: Global Footprint Network
  49. 49. 50 • M a n u ale dell’IsolamentoLa sostenibilità è nel cuore delle attività URSA Sostenibilità • Solamente • Opportunità • Risparmio di isolando le pareti lavorative energia grazie perimetrali della nell’edilizia all’efficienza casa si ha una • Miglioramento energetica riduzione delle del comfort indoor • Ottimo rapporto URSA’s emissioni di CO2 • Migliore qualità costi-efficacia products equivalenti a quelle di vita • Miglioramento ottenute della competitività piantando 212 economica dovuta alberi.* alla minor dipendenza energetica Ambiente Persone Economia • Prevenzioni • Crescita • Sviluppo delle all’inquinamento e continua delle economie locali politiche di persone URSA as controllo più • Responsabilità severe ed impegno a company • Maggior utilizzo sociale di materie prime riciclateFonte: Questi calcoli sono basati su dati estratti dahttp://www.ecologyfund.com/ecology/info_pol_bg.html. La casa è localizzata in Francia. Lasuperficie della facciata è calcolata in questo modo: 4 mura di 15 metri di lunghezza e 3 di altezza.Il prodotto utilizzato è lana di vetro con lambda pari a 0,032 W/mK.
  50. 50. Convinzioni errate sull’isolamnto • 51 Perché l’Isolamento?Convinzioni errate sullisolamentoLe più comuni “convinzioni errate epreoccupazioni irrilevanti” e comeconfutarle
  51. 51. 52 • M a n u ale dell’IsolamentoCosti & ROI delle misure di isolamentoLisolamento è troppo costoso. Se sostituisco la caldaia, otterròrisultati migliori in termini di risparmio di energia perché potròutilizzare meno combustibile sin dal primo giorno.falso• Gli studi dimostrano che le misure di isolamento fannorisparmiare più denaro e riducono le emissioni più di qualsiasialtra soluzione.• La lana di vetro URSA, ad esempio, fa risparmiare energiaprimaria 243 volte più di quella che viene utilizzata per la suaproduzione, il trasporto e lo smaltimento.*• Per ogni euro speso per lisolamento, è possibile risparmiarefino a sette euro (fonte: Eurima).• Esempio in Germania: Il tetto a falde (120m2) fa risparmiare379,77 kWh in 50 anni; con un costo di 0,6 cent al litro dicombustibile da riscaldamento = (379,77/10)*0,6 = 22787 � in50 anni - 455 � allanno** Studio del Centro di ricerca di Karlsruhe: “Analisi di due materiali in competizione tra lorocome potenziali candidati per una struttura a tetto spiovente (risultati per la Francia)
  52. 52. Convinzioni errate sull’isolamento • 53 Perché l’Isolamento?Isolamento e condensaUn incremento dell’isolamento può risultare inefficace perché puòcreare condensa (cattiva qualità dellaria allinterno) nelledificio.falso• Cè una differenza tra isolamento e ventilazione dellaria. Laventilazione si riferisce al flusso dellaria, mentre l’isolamento siriferisce ai flussi termici o energetici.• L’isolamento deve essere sempre abbinato a una buonaventilazione, onde consentire il ricambio daria allinternodelledificio.
  53. 53. 54 • M a n u ale dell’IsolamentoConfronto tra isolamento termicoe isolamento acusticoNon è possibile combinare isolamento termico e isolamentoacustico.falso• E possibile avere un materiale che possiede entrambe lecaratteristiche, ad esempio la lana di vetro è un materialeisolante che protegge dal freddo e dal caldo e al tempo stessoè insonorizzante.
  54. 54. Convinzioni errate sull’isolamento • 55 Perché l’Isolamento?Isolamento o fonti di energia rinnovabileL’isolamento non è così importante come lavere fonti di energiapulita e/o rinnovabile.falso• Isolamento ed energia rinnovabile non sono in contraddizionetra loro. Tuttavia l’isolamento deve venire prima (vedere ilprincipio della Trias energetica).• Lisolamento consente di utilizzare in modo realmenteefficiente le fonti di energia rinnovabile. Poiché si evitano inutilisprechi e con minori quantità di energia si ottengono gli stessirisultati finali.
  55. 55. 56 • M a n u ale dell’IsolamentoLivello di isolamentoMi basta inserire appena un po di isolamento nel tetto e il resto loposso compensare con una diversa soluzione di efficienzaenergetica in casa.falso• Le ricerche dimostrano che per ottimizzare dal punto di vistaeconomico occorre sempre avere alti livelli di isolamento. Essipossono variare a seconda delle specifiche condizioni climatiche• “Nei climi abbastanza miti ladattamento termico del tetto èsempre efficace dal punto di vista economico. Il puntoeconomicamente ottimale viene raggiunto con valori di U compresitra 0,32 e 0,14 W/m2K (…) Una situazione comparabile si ha nellezone a clima caldo. Qui il punto economicamente ottimale vieneraggiunto con valori di U compresi tra 0,50 e 0,20 W/m2K. (...) InEuropa Settentrionale, la coibentazione del tetto èeconomicamente conveniente con uno spessore ottimale delmateriale coibente di circa 10-20 cm, corrispondente a un valore diU di 0,12 - 0,22 W/m2K. (Ecofys, 2005).Fonte: Ecofys, 2005
  56. 56. Convinzioni errate sull’isolamento • 57 Perché l’Isolamento?Isolamento e climi caldiIn alcune regioni l’isolamento non è necessario perché non famai troppo freddo.falsoAnche in questo caso, l’isolamento conviene ...• In alcune regioni, i consumi di energia durante lestate sonosuperiori a quelli durante linverno (il raffreddamento richiedepiù energia ed è più costoso rispetto al riscaldamento).Lisolamento termico protegge sia dal caldo che dal freddo• Esempio: In una casa monofamiliare a Siviglia non coibentata,che viene poi coibentata sul tetto e sulla facciata, è possibilerisparmiare il 75% del consumo di energia richiesto per ilraffreddamento con interventi di isolamento, mantenendo unatemperatura di 25°.*• Inoltre la coibentazione protegge dal surriscaldamento durantelestate.*Fonte: Ecofys VIII
  57. 57. Isolando la vostra casa risparmiatedenaro e aiutate l’ambiente• Isolando il tetto della vostra casa con lana divetro potete risparmiare 550 lt l’anno di gas• L’energia risparmiata è equivalente a più diuna tonnellata di emissioni di CO2 risparmiatadurante la vita del tetto
  58. 58. Perché l’isolamento? Siete proprietari di una casaLo sapevate che...?l’isolamento vi aiuta a:• risparmiare denaro• proteggere il pianeta
  59. 59. Che cos’è l’Isolamento?
  60. 60. 62 • M a nu ale dell’Isolamento
  61. 61. Indice Che cosè l’isolamento?2.1 Obiettivi didattici2.2 Principi basilari2.3 Isolamento: contesto e tipi2.4 Applicazioni in edilizia2.5 Marcatura CE
  62. 62. 64 • M a n u ale dell’IsolamentoObiettivi didatticiPrincipi basilari dellisolamentoIn questa parte del corso saranno trattati i principi chiave dellacoibentazione …• Trasmissione termica• Coibentazione• Conducibilità termica• Resistenza termica• Trasmittanza termica… di quelli dell isolamento acustico• Assorbimento acustico• Isolamento acustico• Ponti acusticie delle proprietà ignifughe dei materiali isolanti• Reazione al fuoco• Resistenza al fuoco
  63. 63. Principi basilari dell’isolamento • 65Principi basilari dellisolamentoTrasmissione termicaLa trasmissione termica è il trasferimento di calore da un corpopiù caldo a uno più freddo.In linea di principio, la trasmissione termica può avvenire nei Che cosè l’isolamento?seguenti modi:• Conduzione – trasferimento di Caldo Flusso di calore Sezione di passaggio Freddo Area = Acalore attraverso un materiale L Serpentina disolido/liquido per effetto degli urti raffreddamentotra atomi o molecole. Questoprocesso tende a uniformare letemperature. La trasmissione termicaattraverso un materiale rigido opacoavviene unicamente per conduzione. R• Convezione – il trasferimento dicalore tramite fluidi in movimento Terra Sole(liquidi o gas). Avviene mediante lospostamento di particelle tra regioni a diverse temperature.Esempi: il riscaldamento dellacqua in un recipiente che viene posto su una fiamma,laria che allinterno di un locale riscaldato con termosifoni si riscalda e sale, poi siraffredda e scende.• Irraggiamento – trasferimento di calore mediante ondeelettromagnetiche o particelle subatomiche in movimento.Esempi: il sole, che trasferisce il calore sotto forma di onde elettromagnetiche; ilforno a microonde.
  64. 64. 66 • M a n u ale dell’IsolamentoTrasmissione termica e coibentazione [1/2]Coibentazione = tecniche per attenuare o impedire la trasmissionedi calore. I materiali coibenti comuni si basano sul principio dellecelle in cui laria è intrappolata, che servono a ridurre iltrasferimento di calore per convezione e conduzione*.Tale capacità coibente dipende:• dalla misura in cui i flussi daria vengono eliminati (nelle celle digrandi dimensioni contenenti aria intrappolata sono presenti moticonvettivi; pertanto sono preferibili i materiali con celle di piccoledimensioni).• la presenza della minima quantità possibile di materiale solidoattorno alla bolla daria (sono da preferire i materiali in cui lapercentuale daria è maggiore, perché ciò riduce la formazione diponti termici allinterno del materiale).* La trasmissione per irraggiamento viene impedita dalla riflessione
  65. 65. Principi basilari dell’isolamento • 67Trasmissione termica e coibentazione [2/2]Alcune proprietà del materiale lo rendono più o meno idoneoper questa applicazione:• stabilità alle temperature in gioco; Che cosè l’isolamento?• proprietà meccaniche (ad esempio: resistenza allacompressione, compressibilità);• vita utile (degrado a causa della decomposizione termica,resistenza allacqua o resistenza a decomposizione indotta damicrorganismi). I materiali coibenti di tipo comune sono fibrosi (ad esempio: lana di vetro), cellulari (ad esempio: materie plastiche espanse), o granulari (ad esempio:. perlite). Struttura fibrosa Struttura cellulare Struttura granulare della lana di vetro dellXPS della perlite
  66. 66. 68 • M a n u ale dell’IsolamentoCome misuriamo la trasmissione termica?Conducibilità termica / Valore di lambdaIl calcolo della trasmissione termica è complicato; noi utilizziamola conducibilità termica dei materiali per eseguirlo.• La conducibilità termica è la capacità di un materiale dicondurre il calore.• La conducibilità termica viene misurata come quantità dicalore, espressa in Watt - W - per ora - h, che attraversa unostrato di spessore pari a 1 metro con unarea di 1 m2, quandola differenza di temperatura agli estremi del materiale è di ungrado. Questa grandezza viene rappresentata mediante la letteragreca λ (lambda) e può essere calcolata mediante la formula:Wxhxmh x m2 x Kdove:W = quantità di calore per orah = tempom = spessore 2m = areaK = differenza di temperatura misurata in gradi Kelvinda cui: W/mKKelvin: è lunità di misura della temperatura, basata sui gradi Celsius; 0 gradiKelvin, ossia lo zero assoluto ( -273,15º C), corrispondono alla temperatura piùfredda possibile; K = °C + 273,15 Quanto più il valore di λ è basso, tanto migliore è il potere isolante del materiale.
  67. 67. Principi basilari dell’isolamento • 69Come possiamo interpretare il valore di lambda ?La tabella seguente dà unidea dellordine di grandezza deivalori di lambda: Che cosè l’isolamento? Materiale Lambda Acciaio (al carbonio) 36-54 Cemento armato (calcestruzzo/aggregati di roccia 1,70-1,80 2400 kg/m3) Materiali Parete di clinker 1,05-1,15 da construzione Parete di silicato 1,00-1,10 generici Vetro 0,8-1,10 Cemento (aggregati di argilla espansa 1400 kg/m3) 0,72-0,80 Acqua 0,6 Vetro multicellulare 0,05-0,07 Lana de vetro 0,030-0,045 Lana di roccia 0,032-0,045 Materiali EPS 0,032-0,045 isolanti XPS 0,029-0,040 PUR/PIR 0,022-0,035 Aerogel 0,003-0,010 Air Air 0.026 I materiali isolanti tipici hanno allincirca valori di λ= 0,03 – 0,06 W/m K
  68. 68. 70 • M a n u ale dell’IsolamentoLimitazione del trasferimento di calore neimateriali:resistenza termicaLa resistenza termica è la capacità di un materiale di opporsi alflusso di calore che tende ad attraversarlo.• Essa viene tipicamente indicata come valore di R.• Il valore di R dipende dal valore di lambda del materiale e dalsuo spessore.• valore di R può essere calcolato mediante la formula:R = d / λ [m2 K/W]dove: d = spessore del materiale (in metri)Poiché R=d/λ, uno spessore maggiore e/o un lambda minoredeterminano un valore di R più elevato. Quanto più il valore di R è alto, tanto migliore è lisolamento
  69. 69. Principi basilari dell’isolamento • 71Limitazione del trasferimento di calore nelle partidi un edificio: trasmittanza termicaTrasmittanza termica: valore di U• l coefficiente di trasmittanza termica rappresenta la quantità dicalore che attraversa una componente di un edificio (ad esempio Che cosè l’isolamento?una parete esterna) a causa della differenza di temperaturaesistente tra i due estremi di tale componente.• l valore di U può essere calcolato mediante la formula:U = 1/RT [W/m2 K]dove: RT è il valore R ottenuto dalla somma dei singoli valori di R di tutti glielementi di una componente strutturale comprese le resistenze liminari riferite allostrato d’aria esterna ed interna. Quanto più il valore di U è basso, tanto migliore è lisolamento
  70. 70. 72 • M a n u ale dell’IsolamentoTrasmittanza termica / valore di UI requisiti e le raccomandazioni per i valori di U possono differirea seconda dei tipi di edifici, della loro età, ecc. Per tale motivovengono fornite solo le indicazioni "alto" e "basso" per i valoriper le varie componenti (muro, tetto e pavimento); esse siriferiscono ai rispettivi estremi degli intervalli di valori di Uriportati. Valori di U - attuali requisiti [W/m2K] Parete Tetto Pavimento Città Paese basso elevato basso elevato basso elevato Bruxelleas BE 0,6 0,6 0,4 0,4 0,9 1,2 Praga CZ 0,3 0,38 0,24 0,3 0,3 0,45 Berlino DE 0,3 0,3 0,2 0,2 0,4 0,4 Copenhagen DK 0,2 0,4 0,15 0,25 0,12 0,3 Madrid ES 0,66 0,66 0,38 0,38 0,66 0,66 Parigi FR 0,36 0,36 0,2 0,2 0,27 0,27 Atene GR 0,7 0,7 0,5 0,5 1,9 1,9 Budapest HU 0,45 0,45 0,25 0,25 0,5 0,5 Dublino IR 0,27 0,37 0,16 0,25 0,25 0,37 Roma IT 0,5 0,5 0,46 0,46 0,46 0,46 Amsterdam NL 0,37 0,37 0,37 0,37 0,37 0,37 Varsavia PL 0,3 0,5 0,3 0,3 0,6 0,6 Lisbona PT 0,5 0,7 0,4 0,5 - - Stoccolma SE 0,18 0,18 0,13 0,13 0,15 0,15 Londra UK 0,25 0,35 0,13 0,2 0,2 0,25Fonte: EURIMA, dati di Aprile 2007
  71. 71. Principi basilari dell’isolamento • 73Ponti termiciSi ha la formazione di un pontetermico quando un elementostrutturale correttamente isolato Che cosè l’isolamento?(es. parete perimetrale) viene incontatto con un elemento aventescarse capacità isolanti (es. pilastro), Perdita di caloreconsentendo la dispersione dicalore attraverso il "ponte".Gli effetti tipici dei ponti termicisono i seguenti:• diminuzione delle temperaturedelle superfici interne; nei casipeggiori ciò può tradursi inunelevata umidità in alcune partidella struttura• aumento significativo delleperdite di calore. Giunzioni indispensabili per rispettare le norme per prevenire la formazione di un ponteCome eliminare i ponti termici? termico• Lo si può fare inserendo un strato esterno strato esternoulteriore materiale coibente, in coibente a tenuta dariamodo da creare uninterruzione delflusso termico.
  72. 72. 74 • M a n u ale dell’IsolamentoSommario: principali parametri termici Concetto Simbolo Conclusione Quanto più il valore λ è basso, Conducibilità Valore tanto migliore è termica lambda λ il potere coibente del materiale Quanto più il Resistenza Valore R termica valore di R è alto, migliore è la coib. Quanto più il Transmittanza Valore U valore di U è basso, termica migliore è la coib.
  73. 73. Principi basilari dell’isolamento • 75Sommario: coibentazione• La trasmissione termica è il trasferimento di calore da un corpopiù caldo a uno più freddo. Il trasferimento del calore può avvenirein tre modi diversi: conduzione, convezione e irraggiamento Che cosè l’isolamento?• La coibentazione consiste nellevitare la trasmissione termica e sibasa sul principio dellintrappolamento dellaria per ridurre iltrasferimento di calore mediante convezione e conduzione.• La conducibilità termica (λ) è la capacità di un materiale dicondurre il calore.Quanto più il valore di λ è basso , tanto migliore è il potere coibente del materiale• La resistenza termica (valore di R) è la capacità di un materiale diopporsi al passaggio di calore attraverso di esso. È in correlazionecon lo spessore e il valore di lambdaQuanto più il valore di R è alto , tanto migliore è la coibentazione• Trasmittanza termica (valore di U): la quantità di calore cheattraversa una componente di un edificio (ad esempio una pareteesterna) a causa della differenza di temperatura tra i due estremi ditale componente. È in correlazione con il valore di R.Quanto più il valore di U è basso, tanto migliore è lisolamento• Ponti termici: si crea quando un elemento strutturalecorrettamente isolato (es. parete perimetrale) viene in contatto conun elemento avente scarse capacità isolanti (es. pilastro), consenten-do la dispersione di calore attraverso il "ponte". La coibentazione èil modo più efficace per prevenire la formazione di ponti termici.
  74. 74. 76 • M a n u ale dell’IsolamentoObiettivi di apprendimentoPrincipi basilari dellisolamentoIn questa parte del corso discuteremo dei principi chiavedella coibentazione …• Trasmissione termica• Coibentazione• Conducibilità termica• Resistenza termica• Trasmittanza termica… dell isolamento acustico• Assorbimento acustico• Isolamento acustico• Ponti acusticie delle proprietà ignifughe dei materiali isolanti• Reazione al fuoco• Resistenza al fuoco
  75. 75. Principi basilari dell’isolamento • 77Principi basilari dellisolamento acustico:inquinamento acusticoLinquinamento acustico allinterno degli edifici dipende dallapresenza di fonti di rumore fastidioso. Questa interferenza puòessere causata da: Che cosè l’isolamento?• sorgenti esterne (esempio: il traffico);• sorgenti interne (esempio: attività in unaltra stanza, servizidelledificio, ecc.).Dal punto di vista acustico, allinterno di un edificio vi sono duetipi di spazi:• Spazi di emissione acustica, o ambienti rumorosi (cucina,salotto, sale dove ascolta della musica, ecc.);• spazi di accoglienza, o ambienti di riposo o silenziosi (camereda letto, aule, ecc.).
  76. 76. 78 • M a n u ale dell’IsolamentoLivelli acustici e comfort Tabella dei livelli sonori L e delle corrispondenti pressioni e intensità sonore Esempio Livello Pressione Pressione Sonora Intensità sonora Sonora Lp dB SPL N/m2 = Pa W/m2Aereo, a 50 m di distanza 140 200 100Soglia di dolore 130 63,2 10Soglia di disagio 120 20 1Motosega, a 1 m di distanza 110 6.3 0.1Discoteca, a 1 m dallaltoparlante 100 2 0.01Camion disel, a 10 m di distamza 90 0.63 0.001Marciapiede di una strada trafficata, a 5 m 80 0.2 0.0001Aspirapolvere, a 1 m di distanza 70 0.063 0.00001Conversazione, a 1 m di distanza 60 0.02 0.000001Media domestica 50 0.0063 0.0000001Biblioteca silenziosa 40 0.002 0.00000001Stanza da letto di notte 30 0.00063 0.000000001Rumore di fondo di uno studio TV 20 0.0002 0.0000000001Fruscio delle foglie 10 0.000063 0.00000000001Soglia uditiva 0 0.00002 0.000000000001
  77. 77. Principi basilari dell’isolamento • 79• Il livello di pressione sonora (SPL) o livello acustico Lp è illogaritmo del rapporto tra la pressione sonora rms(*) e un valoredi riferimento. Esso viene misurato in decibel (dB). Che cosè l’isolamento?• Decibel (dB): unità di misura del livello di pressione sonora,dove 0 dB alla frequenza di 1000 Hz corrispondono alla soglia diudibilità.• La pressione sonora è la deviazione della pressione rispetto allapressione ambiente locale, causata da unonda sonora. Lunità dimisura per la pressione sonora è il pascal (simbolo: Pa).• Lintensità sonora è la potenza acustica o sonora (W) riferitaallunità di superficie. Lunità di misura nel sistema SI perlintensità sonora è W/m2.• La potenza acustica è il flusso di energia sonora emessanellunità di tempo (J/s, W unità di misura SI) da una sorgenteacustica.• Il dB è una scala logaritmica e lorecchio umano percepisce lariduzione di 10 dB quasi come se il rumore fosse dimezzato - 40dB vengono percepiti come la metà di 50 dB.*Nota: il valore quadratico medio (abbreviazione: RMS o rms) è una misura statistica dellintensitàdi una grandezza variabile. È particolarmente utile quando le variazioni sono sia in senso positivoche negativo, come nel caso delle onde.
  78. 78. 80 • M a n u ale dell’IsolamentoPropagazione del suonoVi sono due tipi di propagazione del suono che riguardano gli edifici:Suono trasmesso per via aerea: riguarda la propagazione nel caso incui il suono fa vibrare una struttura sotto linfluenza dellaria:persone che parlano, musica ecc. Comprende la trasmissione adaltre stanze e il riverbero (suono che "rimbalza") allinterno dellostesso locale. Rumore aereoRumore da impatto: in questo caso la sorgente agisce direttamentesulla struttura. Esempi: oggetti che cadono, movimento di sedie,persone che camminano, sanitari montati su pareti e pavimenti,altoparlanti fissati su pareti ecc. Rumore dimpatto
  79. 79. Principi basilari dell’isolamento • 81Principi basilari dellisolamento acustico:assorbimento acusticoAssorbimento: quando unonda acustica investe la superficie diuna stanza, una parte del suono viene riflessa. Laltra partedellonda viene assorbita. Che cosè l’isolamento?Assorbimento acustico: La capacità di un materiale di ridurre(assorbire) lenergia acustica e la sua trasmissione ad altresuperfici (ad es.: sottopavimento).• I parametri acustici di una stanza (ad esempio: livello diemissione acustica, tempo di riverbero) possono essere miglioratiutilizzando materiali fonoassorbenti.• Ciò è importante per i soffitti sospesi, i pavimenti antivibranti,le pareti nelle sale cinematografiche e negli auditorium, gli studidi registrazione, ecc.
  80. 80. 82 • M a n u ale dell’IsolamentoCorrezione acustica di un ambienteMiglioramento della qualità uditiva.Riduzione del livello sonoro di un ambiente rumoroso. tte i re nd ei tte o nd onde dire Suono Suono riflesso assorbitoCoefficiente di assorbimento acustico= α Sabine energia assorbita α = 0 zero assorbimentoα= se energia esistente α = 1 completo assorbimento
  81. 81. Principi basilari dell’isolamento • 83Lassorbimento del suono della lana di vetrodipende da diversi parametri• dalla frequenza d’emissione• dallo spessore dell’isolante• dalla presenza di eventuali rivestimenti esterni Che cosè l’isolamento?• dal contenuto di aria dell’isolante• dalla compattezza (o densità) dell’isolanteEsempio di una curva di assorbimento acustico 1.2 1 0,8Coef. 0,6 0,4 0,2 0 100 125 160 200 250 315 400 500 630 800 1000 1250 1600 2000 2500 3150 4000 5000 Freq. HzL’assorbimento acustico è usato per controllare il tempo di riverbero in una stanza(non per l’isolamento tra stanze)
  82. 82. 84 • M a n u ale dell’Isolamento Rigidità dinamica + resistività rispetto al flusso daria Due sono le proprietà che determinano la capacità di isolamento acustico di un materiale: rigidità dinamica e resistività rispetto al flusso daria • Rigidità dinamica: questa caratteristica si riferisce alla capacità di un materiale di condurre onde sonore [MN/m3]. È in correlazione con la densità del materiale; pertanto i materiali più densi sono conduttori del suono migliori (se si picchia su una porta di legno si produce più rumore che non su un pannello di lana di vetro). • Resistività rispetto al flusso daria: La resistività rispetto al flusso daria [misurata in KPa·s/m2] indica la capacità di assorbimento di un materiale, valutando la quantità daria che può attraversarlo per una data portata volumetrica. È in correlazione con la densità e lo spessore. • I rotoli di lana di vetro leggera offrono valori ideali* >5 KPa·s/m2 • In generale, spessore maggiore del materiale coibente = migliori prestazioni acustiche.* Nota: per un isolamento acustico ideale, questo valore deve essere compreso tra 5 e 10 KPa·s/m2. Se siaumenta la densità più di quanto sia necessario a ottenere un valore di rs maggiore di 5 kPa.s / m2 non siottiene un miglioramento delle prestazioni di una struttura a doppio involucro. Al di sotto di5 kPa.s / m2 l’isolante non fornirà un’attenuazione acustica sufficiente, mentre al di sopra di 10 kPa.s / m2la trasmissione del rumore avverrebbe prevalentemente per via solida, in quanto si tratta di un materialetroppo compatto.
  83. 83. Principi basilari dell’isolamento • 85Isolamento acustico: effetto massa-molla-massaLisolamento acustico in un edificio è la differenza del livello dipressione sonora tra uno spazio di emissione acustica e unaltrospazio adiacente di ricezione. Che cosè l’isolamento?• Nella moderna architettura il modomigliore per far ciò è quello di applicareil principio delleffetto massa-molla-massa,che prevede linserimento di un materialeelastico tra due materiali compatti alloscopo di attenuare le vibrazioni acustichee quindi la trasmissione del suonotra due spazi.• Molti sono i fattori che influenzano la perdita nellatrasmissione del suono (indice di riduzione acustica) di una partedel fabbricato. Tra essi i più importanti sono: I tipi di strutture in uso La quantità e il tipo di La qualità della nellindustria edile lana minerale allinterno lavorazione, lattenzione della struttura ai dettagli
  84. 84. 86 • M a n u ale dell’IsolamentoPrincipi basilari dellisolamento acustico:ponti acusticiPonti acustici: un ponte acustico è unpercorso ad alta conduttanza acusticaattraverso una cavità o un foro. Unacavità senza massa solida al suo internoproduce un suono (esempio: chitarra).Per ottenere la coibentazione desideratanelledificio, occorre evitare tutte leforme indesiderate di passaggio delsuono. Esse sono di due tipi:Fughe acustiche: trasmissione del suonoattraverso canali di aerazione, tubicomunemente usati per i cavi della TV,fessure, ecc. Può essere evitata con unabuona pianificazione ed esecuzione dellavoro. Trasmissione nei laterali: questa èla parte della trasmissione del suono tradue stanze che può avvenire attraversoun elemento su un fianco, ad esempio laparete esterna o il soffitto. Ciò puòessere evitato mediante uninstallazionecorretta, eseguita rispettando leistruzioni del fabbricante.
  85. 85. Principi basilari dell’isolamento • 87Sommario: isolamento acustico [1]Proprietà che determinano la capacità di isolamento acustico diun materiale:• Rigidità dinamica questa caratteristica si riferisce alla capacità Che cosè l’isolamento?di un materiale di condurre le onde sonore. È in correlazione conla densità del materiale.• Resistività rispetto al flusso daria. La resistività rispetto al flussodaria indica quando assorbe un dato materiale, valutando laquantità daria che può attraversarlo per una data portatavolumetrica. È in correlazione con la densità e lo spessore.Quanto più spesso è lisolante, tanto migliori sono le prestazioniacustiche.
  86. 86. 88 • M a n u ale dell’IsolamentoSommario: isolamento acustico [2]Lisolamento acustico in un edificio è la differenza di pressionesonora tra uno spazio (emittente) e un altro spazio adiacente(ricevente).Principio delleffetto massa-molla-massa, che prevedelinserimento di un materiale elastico tra due materiali compattiallo scopo di attenuare le vibrazioni acustiche e quindi latrasmissione del suono tra due spazi.Ponti acustici. Un ponte acustico è un elemento di conduzionedel suono attraverso una cavità o un foro. Una cavità senzamassa solida al suo interno produce un suono. Vi sono due tipidi propagazione del suono indesiderata:• Fughe acustiche: trasmissione del suono attraverso canali diventilazione, i comuni tubi per i cavi della TV, fessure, ecc.• Trasmissione nei laterali: la parte della trasmissione del suonotra due stanze che può avvenire attraverso un elemento su unfianco, ad esempio la parete esterna o il soffitto.

×