L' Open Source

378 views

Published on

Presentazione sull' open source e sull' informazione

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
378
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

L' Open Source

  1. 1. Progetto realizzato da: Brue Riccardo Francalancia Gianluca
  2. 2. Hardware e software, cosa sono ? <ul><li>Gli hardware sono la parte meccanica del computer, praticamente ciò che possiamo toccare, mentre i software sono parti immateriali composte da stringhe di codice in vari linguaggi per far funzionare gli hardware. </li></ul>
  3. 3. I tipi di software Cosa distingue un software libero da un software proprietario ? E cos’ è l’ open source ?
  4. 4. Il software libero <ul><li>Il software libero è distribuito liberamente ed è coperto da una licenza. Anche se libero non è detto che può avere il codice sorgente aperto come un’ open source. Possiede 4 libertà: </li></ul><ul><li>Si può modificare. </li></ul><ul><li>Si può ridistribuire. </li></ul><ul><li>Lo si può utilizzare per qualsiasi scopo. </li></ul><ul><li>Si può migliorare. </li></ul>
  5. 5. Il software proprietario <ul><li>Il software proprietario ha il codice sorgente chiuso in modo che gli utenti non possono accedervi. Di conseguenza non possiamo sapere se è stato creato per scopi loschi. Il software proprietario non non può essere in alcun modo distribuito ad altri utenti senza il permesso della casa produttrice. Esempi di software proprietari sono i sistemi operativi della Windows e della Macintosh. </li></ul>
  6. 6. Il software open source <ul><li>L’ open source è gratuito e sicuro, perché il suo codice sorgente è accessibile a tutti. Può essere quindi modificato e adattato alle proprie esigenze ed è possibile distribuirlo. Tra i più conosciuti software open source ci sono sono le varie distribuzioni di Linux. La sigla riconoscitiva degli open source è “FLOSS” che vuol dire “ Free Libre Open Source Software ”. </li></ul>
  7. 7. Ci sono altri tipi di software oltre questi due? Si!, esistono anche software shareware .
  8. 8. Il software shareware <ul><li>Questi software vengono distribuiti via Internet o contenuti in CD e DVD quasi sempre allegati alle riviste di Informatica in vendita in edicola. Il software sotto tale licenza può essere liberamente ridistribuito, e può essere utilizzato per un periodo di tempo di prova variabile (generalmente 30 giorni). Scaduti questi termini, per continuare ad utilizzare il software è necessario registrarlo presso la casa produttrice, pagandone l'importo. </li></ul>
  9. 9. Approfondiamo i termini incontrati fino ad ora.
  10. 10. Cos’ è una licenza ? <ul><li>La licenza è l'insieme delle condizioni che può accompagnare un prodotto software. Tale documento specifica le modalità con cui l'utente può usare tale prodotto, garantendo dei diritti ed imponendo obblighi. La licenza è imposta da chi detiene il copyright sul prodotto software; la sua validità dipende dalla presenza del diritto d'autore. </li></ul>
  11. 11. Cos’ è un codice sorgente ? <ul><li>Il codice sorgente è il testo di un programma scritto in un linguaggio di programmazione ad alto livello, il codice poi deve essere opportunamente elaborato fino ad arrivare ad un programma eseguibile attraverso un compilatore. </li></ul>
  12. 12. E cos’ è un compilatore ? <ul><li>Un compilatore è un programma che traduce una serie di istruzioni scritte in un determinato linguaggio di programmazione (codice sorgente) in istruzioni di un altro linguaggio (codice oggetto). Questo processo di traduzione si chiama compilazione. Tra i più popolari incontriamo Dev C++ o Visual Basic. </li></ul>
  13. 13. Cos’ è l’ ingegneria inversa ? <ul><li>E’ il processo attraverso il quale si va ad analizzare direttamente il codice sorgente e osservarne in dettaglio il suo funzionamento. Solitamente serve per effettuare operazioni di debug. </li></ul>
  14. 14. Cos’ è l’ interprete ? <ul><li>Un interprete ha lo scopo di eseguire un programma in un linguaggio di alto livello, senza la precedente compilazione dello stesso. L’interprete ha il compito di eseguire le istruzioni nel linguaggio usato, traducendole in istruzioni in linguaggio macchina. Molti linguaggi sono specificamente progettati per essere interpretati: tra questi ci sono il Python, il Basic, il Perl, il PHP e numerosi altri. </li></ul>
  15. 15. Per concludere… Parleremo dell’ informazione!
  16. 16. Quando si ha e come si misura l’ informazione? <ul><li>L’ informazione si ha quando abbiamo un soggetto che è in grado di analizzare dei dati. L’informazione si misura in bit. Si ha un bit di informazione quando si possono verificare due eventi equiprobabili. Tale evento si può rappresentare tramite l’ albero delle scelte binarie. </li></ul>
  17. 17. Come si trasmette l’ informazione ? <ul><li>L’ informazione è inviata da un mittente, il messaggio passa attraverso un trasmettitore, che trasforma il messaggio in un segnale. Il segnale passa in un canale o mezzo (esempio: l’ aria), in questa fase potrebbe incontrare anche alcuni disturbi. A questo punto incontrerà un ricevitore, il quale ritrasforma il segnale in un messaggio, che verrà recapitato a un destinatario. </li></ul>
  18. 18. Fonti: <ul><li>www.wikipedia.it </li></ul><ul><li>www.ubuntu.it </li></ul><ul><li>www.google.it </li></ul><ul><li>www.opensource.it </li></ul><ul><li>www.microsoft.com </li></ul><ul><li>www.linux.org </li></ul>

×