Esperimenti Scienze
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
6,107
On Slideshare
6,085
From Embeds
22
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
30
Comments
0
Likes
0

Embeds 22

http://www.slideshare.net 22

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. ESPERIMENTI SCIENZE BERNARDINI ALESSANDRO
  • 2. ESPERIMENTI
    • Elettroscopio
      • Materiali
      • Procedimento
      • Esecuzione
      • Conclusione
    • Gabba di Faraday
      • Materiali
      • Procedimento
      • Esecuzione
      • Conclusione
    • Circuito elettrico: allarme
      • Materiali
      • Procedimento
      • Esecuzione
      • Conclusione
  • 3. Elettroscopio: materiali
    • Un pettine di plastica, un panno di lana (maglietta), un barattolo vuoto, un tappo di sughero, filo di ferro o rame, carta stagnola.
  • 4. Elettroscopio: procedimento
    • Infila il filo di rame nel tappo e piegane un’estremità a forma di gancio.
  • 5. Elettroscopio: procedimento
    • Fai fuoriuscire l’altra estremità del filo di rame sopra il tappo e piegala ad anello
  • 6. Elettroscopio: procedimento
    • Taglia da un foglio di carta stagnola due striscioline e infilale bucandole nel filo di ferro sotto il tappo.
  • 7. Elettroscopio: procedimento
    • Infila il tappo col filo di rame nel barattolo vuoto e in questo modo avrai costruito un elettroscopio
  • 8. Elettroscopio: esecuzione
    • Strofina il pettine di plastica con il panno di lana e con esso tocca la parte superiore del filo. Le due estremità di stagnola si respingeranno.
  • 9. Elettroscopio: conclusione
    • Quando tocchiamo l’elettroscopio con il pettine, esso fa passare buona parte della sua elettricità al rame e quindi alla stagnola, le cui estremità, avendo ricevuto una cariche dello stesso segno, si respingono.
  • 10. Gabbia di Faraday: materiali
    • Un piccolo elettroscopio,una rete metallica, un pettine di plastica, un panno di lana (maglietta).
  • 11. Gabbia di Faraday: procedimento
    • Coprire l’elettroscopio con la rete metallica
  • 12. Gabbia di Faraday: esecuzione
    • Strofina l’estremità del pettine di plastica con il panno di lana e avvicinalo alla rete metallica. Le due estremità in questo caso non si respingeranno, ma rimarranno immobili.
  • 13. Gabbia di Faraday: conclusione
    • All’interno della rete metallica, grazie all’effetto schermante di un altro conduttore, non arriva elettricità. Il dispositivo che abbiamo realizzato viene chiamato gabbia di Faraday, dal nome del chimico e fisico inglese M. Faraday.
  • 14. Allarme: materiali
    • Una pila, fili elettrici, cartoncino sottile, carta stagnola, nastro adesivo o colla, lampadina.
  • 15. Allarme: procedimento
    • Ritaglia un pezzo di cartoncino di 15 cm e piegalo a metà
  • 16. Allarme: procedimento
    • Taglia la carta stagnola e fissala attorno a ognuna delle 2 parti del cartoncino con il nastro adesivo
  • 17. Allarme: procedimento
    • Fissare un filo a ogni pezzo di carta stagnola
  • 18. Allarme: procedimento
    • Creare un circuito con la pila e la lampadina collegando i fili (saldandoli se necessario)
  • 19. Allarme: esecuzione
    • Disponi il sistema di allarme sotto a un tappeto vicino a una porta, in modo che chiunque passi per la porta debba calpestare il cartoncino; oppure, più semplicemente, unisci le due parti del
    cartoncino con le mani. In tutti e due i casi la lampadina si accenderà.
  • 20. Allarme: conclusione
    • Quando le due estremità del cartoncino sono lontane, e quindi i due pezzi di carta stagnola non si toccano, il circuito elettrico dell’allarme è aperto. L’elettricità, così, non può circolare. Nel momento in cui questi si vengono a congiungere, il circuito si chiude e l’elettricità può scorrere nei fili elettrici e arriva alla lampadina, la quale, con l’elettricità sia negativa e positiva, si accende.
  • 21. FINE Bernardini Alessandro