Roma, 22 giugno 2010    L’ esperienza di promozione    dell’    dell’innovazione sociale    dell’    dell’Osservatorio sul...
L’Osservatorio sull’Economia Civile                      sull’        della Camera di Commercio di Torino MISSION Diffonde...
Le motivazioniLa Camera di commercio di Torino ha dato vita esostiene l’Osservatorio sull’Economia Civile perpromuovere la...
Il modello organizzativo• Un consiglio direttivo di 12 persone nominate  dalla Giunta della Camera di commercio in  rappre...
attività                                         le attivitàLe principali azioni in cui l’Osservatorio èimpegnato riguarda...
attività              le attività di promozione              dell’              dell’innovazione sociale    Riguardano nuo...
L’innovazione socialeSi ha innovazione sociale quando si danno nuovesoluzioni a bisogni sociali altrimenti non soddisfatti...
L’innovazione socialeOgni reale processo innovativo comprende:•        Nuovi modelli culturali e di relazioni sociali•    ...
L’innovazione sociale promossa        dall’        dall’Osservatorio•        Sul piano culturale:         Il Master per il...
Le Finalitàcreare/consolidare basi culturali e linguaggicomuni per produrre INNOVAZIONE SOCIALE ,favorendo lo sviluppo di ...
La Didattica                                          In 2 anni di lavoro i partecipanti                                  ...
I ContenutiL’elemento caratterizzante del master, è lacentralità assegnata all’impegno dei partecipantiper sviluppare prog...
I Temi dei progetti                                         di innovazione1. Percorsi professionalizzanti per giovani e do...
C’è chi crede che losviluppo economico sia                     C’è chi considera la   il primo piano e il                 ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

L'Osservatorio sull'Economia Civile della Camera di commercio di Torino

1,424

Published on

Pierluigi Ossola presenta l'esperienza di promozione dell'innovazione sociale dell'Osservatorio sull'Economia Civile della Camera di Commercio di Torino, al convegno "Il mondo della ricerca di fronte alla sfida dell’innovazione sociale. Riflessioni ed esperienze territoriali", il 22 giugno a Romascienza 2011.

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,424
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

L'Osservatorio sull'Economia Civile della Camera di commercio di Torino

  1. 1. Roma, 22 giugno 2010 L’ esperienza di promozione dell’ dell’innovazione sociale dell’ dell’Osservatorio sull’Economia Civile sull’ della Camera di Commercio di Torino Fare rete tra culture e organizzazioni per ripensare lo sviluppo, progettare e realizzare l’innovazionePierluigi Ossola(possola@corep.it) CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINOPierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 1
  2. 2. L’Osservatorio sull’Economia Civile sull’ della Camera di Commercio di Torino MISSION Diffondere la conoscenza e promuovere la crescita del valore prodotto dalle organizzazioni non profit VISION In contesti locali attivi e solidali reti di cittadini, associazioni e imprese (profit e non profit) collaborano tra di loro e con gli Enti Pubblici per sviluppare benessere sociale e economico, applicando il principio di sussidiarietà. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINOPierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 2
  3. 3. Le motivazioniLa Camera di commercio di Torino ha dato vita esostiene l’Osservatorio sull’Economia Civile perpromuovere la visione di rete tra profit, non profit ePubblica amministrazione propria dell’economiacivile, nella convinzione che:la competitività e lo sviluppo economico di un territoriodipendono sempre di più anche dalle infrastrutturesociali di cui sa dotarsi e da fattori immateriali comel’inclusione sociale, l’etica e la sussidiarietà, CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINO Pierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 3
  4. 4. Il modello organizzativo• Un consiglio direttivo di 12 persone nominate dalla Giunta della Camera di commercio in rappresentanza del Consiglio camerale e quali espressioni della cooperazione, del volontariato del sindacato e del mondo universitario.• Una struttura operativa affidata in convenzione a COREP (consorzio non a fine di lucro tra le Università piemontesi, Enti Locali e imprese di cui è membro anche la Camera di commercio) CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINOPierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 4
  5. 5. attività le attivitàLe principali azioni in cui l’Osservatorio èimpegnato riguardano: • Ricerca e documentazione • Promozione dell’innovazione sociale e dell’ sussidiarietà della sussidiarietà • Comunicazione CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINOPierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 5
  6. 6. attività le attività di promozione dell’ dell’innovazione sociale Riguardano nuove forme di collaborazione tra le diverse espressioni dell’economia sociale, la pubblica amministrazione e le imprese for profit finalizzate a: • realizzare nuovi modelli di sviluppo sostenibile e di welfare; • migliorare la qualità della vita delle persone e la competitività del territorio. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINOPierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 6
  7. 7. L’innovazione socialeSi ha innovazione sociale quando si danno nuovesoluzioni a bisogni sociali altrimenti non soddisfatti.L’aggettivo “sociale” indica anche il ruolo attivo dipersone, istituzioni organizzazioni nella realizzazioneconcreta dei processi di innovazione. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINOPierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 7
  8. 8. L’innovazione socialeOgni reale processo innovativo comprende:• Nuovi modelli culturali e di relazioni sociali• Nuovi strumenti tecnologici e/o nuove forme organizzative Senza innovazione culturale e sociale le potenzialità offerte dalle tecnologie rimangono fortemente sottoutilizzate CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINOPierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 8
  9. 9. L’innovazione sociale promossa dall’ dall’Osservatorio• Sul piano culturale: Il Master per il Management del Nuovo Welfare, laboratori e gruppi di lavoro• Sul piano tecnologico-organizzativo: Il Polo di innovazione sociale e di economia civile, civile con funzioni trasversali rispetto ai tradizionali poli di innovazione tecnologica. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINOPierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 9
  10. 10. Le Finalitàcreare/consolidare basi culturali e linguaggicomuni per produrre INNOVAZIONE SOCIALE ,favorendo lo sviluppo di una cultura di rete tra gliattori dei sistemi locali della formazione, del lavoroe dei servizi sociali.Al master partecipano 32 quadri e dirigenti di EntiPubblici e di organizzazioni del terzo settore CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINOPierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 10
  11. 11. La Didattica In 2 anni di lavoro i partecipanti sono impegnati in:• 4 moduli formativi comuni a tutti i partecipanti (196 ore di lezione concentrate in 2 giorni al mese);• lavori di gruppo per lo sviluppo di progetti di innovazione sociale da svolgere anche con attività di lavoro collaborativo on-line;• ricerche sul campo in Italia e in ambito europeo e Workshop aperti anche a non partecipanti al master. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINO Pierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 11
  12. 12. I ContenutiL’elemento caratterizzante del master, è lacentralità assegnata all’impegno dei partecipantiper sviluppare progetti di innovazione socialeA questo sono finalizzate tutte le attività del master(moduli formativi, laboratori, attività di ricerca sulcampo, lavori di gruppo in presenza e online seminarie workshop aperti anche a soggetti esterni al master) CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINOPierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 12
  13. 13. I Temi dei progetti di innovazione1. Percorsi professionalizzanti per giovani e donne nella città di Moncalieri2. Domiciliarietà, anziani, assistenti familiari e ...dintorni3. Nuove fragilità e nuove prossimità : l’abitare come crocevia di nuove opportunità e servizi4. Network per lo Sviluppo Imprenditoriale del VCO5. Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINOPierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 13
  14. 14. C’è chi crede che losviluppo economico sia C’è chi considera la il primo piano e il tecnologia il primo welfare lo sfondo piano e la cultura lo e chi … sfondo e chi … vede che sono il contrario interdipendenti l’innovazione sociale e quella tecnologica non sono separabili contribuiscono l’una a definire e a qualificare l’altra CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI TORINO Pierluigi Ossola – Roma 22 giugno 2011 14
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×