1/2Elezioni del Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di UdineQuadriennio 2013-2017PROGRAMMA “UNITI PER LA...
2/2Rafforzare l’alleanza degli Ordini del FVG nella Federazione.Rafforzare la sinergia con le altre organizzazioni degli i...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Ingegneri di Udine "Uniti per la professione" - programma 2013-2017

303 views

Published on

Programma della lista "Ingegneri di Udine "Uniti per la professione"" per le elezioni del Consiglio direttivo dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Udine per il quadriennio 2013-2017

Published in: Entertainment & Humor
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
303
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Ingegneri di Udine "Uniti per la professione" - programma 2013-2017

  1. 1. 1/2Elezioni del Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di UdineQuadriennio 2013-2017PROGRAMMA “UNITI PER LA PROFESSIONE”VISIONEFar diventare l’Ordine nel medio-lungo periodo l’unico rappresentante autorevole dellaprofessione, nel rispetto del suo rango di tutore del bene collettivo nel campo della sicurezza edell’incolumità, oltre che garante di preparazione tecnica e professionalità, in tutti gli ambiti in cuioperano i propri iscritti.Ciò significa che il ruolo politico dell’Ordine dovrebbe acquisire la massima autorevolezza rispettoa quello svolto da tutte le altre organizzazioni che, a vario titolo, portano interessi che incidanosulla professione dell’ingegnere. Esempi di tali organizzazioni sono: Pubblica Amministrazione,Confindustria, Sindacati, altri Ordini e Collegi, cioè il mondo dei committenti, dei datori di lavoro,dei concorrenti, dei legislatori, degli amministratori, degli esecutivi. L’unicità della rappresentanzaè motivata dalla necessità di aggregare il massimo numero di ingegneri attorno adun’organizzazione che goda di ampio consenso sociale. Senza tale forza sarebbe impensabilecompetere con le altre organizzazioni concorrenti. Ne consegue che si considera suicida e miopequalunque strategia di settori interni, che cerchino l’egemonia a danno degli altri, mentre siritiene virtuosa quella che cerca di trovare tutte le sinergie che assicurino un vantaggio a tutti. Gliantagonisti vanno ricercati fuori dell’Ordine e non dentro l’Ordine.MISSIONERappresentare tutta la categoria, rilevando le esigenze e identificando gli obiettivi a breve pertutti e tre i settori e le due sezioni, su cui basare il piano d’azione per il mandato. Attuare lariforma sulla base del DPR 137/2012. Istituire e collaborare con il nuovo Consiglio di Disciplina.PROGRAMMAAffrontare i problemi di lavoro dei professionisti nella prospettiva della crescita economicadella categoria e della comunità.Promuovere e attivare operativamente la Certificazione delle Competenze.Combattere l’abusivismo per promuovere la qualità dell’operato e difendere lecompetenze degli ingegneri.Rappresentare tutte le fasce d’età degli iscritti.Aumentare la reputazione dell’Ordine come organizzazione rappresentativa degliingegneri, attraverso lo sviluppo di relazioni pubbliche (comunicazione) verso tutti ireferenti e portatori d’interessi.Coinvolgere gli iscritti attraverso più Convegni sui temi di maggiore rilevanza per lacategoria. Sollecitare la partecipazione e l’interazione degli iscritti in sede pubblica.
  2. 2. 2/2Rafforzare l’alleanza degli Ordini del FVG nella Federazione.Rafforzare la sinergia con le altre organizzazioni degli ingegneri, quali Associazione degliIngegneri e INARSIND, con cui coordinare le azioni di reciproca spettanza, nel rispetto deireciproci fini statutari.Contribuire a proposte e progetti per il rilancio del settore delle Opere Civili, nel rispettodei principi di difesa e valorizzazione del territorio.Elaborare listini o prezziari che servano da riferimento per la presentazione degli onorarirelativi alle prestazioni di carattere ingegneristico.Valorizzare il contributo degli ingegneri industriali e dell’informazione attraverso un loromaggior coinvolgimento nella vita ordinistica promuovendo le istanze proprie di questisettori, a cui appartiene un’ampia quota d’iscritti.Ampliare le relazioni dell’Ordine verso tutti i Dipartimenti dell’Università coinvolti nellaformazione e nella ricerca per i vari settori dell’Ingegneria.Produrre e promuovere proattivamente pareri e proposte normative e legislative a tutti ilivelli istituzionali, agendo direttamente a livello locale (RAFVG, Comuni) e tramite CNI eAssemblea dei Presidenti a livello nazionale (semplificazione, sburocratizzazione, contrastoalla proliferazione di Agenzie pubbliche).Rafforzare l’organizzazione della formazione professionale a favore degli iscritti persviluppare e aggiornare il loro “sapere” (conoscenze), il “saper fare” (capacità) ed il “saperessere” (comportamento deontologico) mediante il contributo di professionisti esperti.Mantenere i servizi a sostegno delle attività professionali degli iscritti (Norme UNI, PEC eFirma digitale, Banche Dati, Bandi e Concorsi, Consulenze giuridiche, fiscali, contabili,Domanda e offerta di lavoro, Punto informativo INARCASSA); individuare e soddisfarenuove esigenze di interesse per tutta la categoria.Programmare e finanziare i progetti del Consiglio a favore della categoria medianteappositi capitoli di bilancio preventivo.Rendere conto dei risultati in sede consuntiva.Udine, 30 maggio 2013Raffaele PerrottaErika LivonMarco Morocutti

×