20050901 l'integrazione della gestione degli obiettivi e delle competenze

140 views
103 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
140
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

20050901 l'integrazione della gestione degli obiettivi e delle competenze

  1. 1. L’integrazione della gestione degli obiettivi e delle competenzeLa nuova tendenza nella gestione delle RUÈ ormai opinione largamente condivisa che la gestione delle risorse umane basataesclusivamente sul raggiungimento degli obiettivi (MBO) non sia di per sé sufficientead assicurare il successo aziendale.La realtà “complessa” del mondo economico, caratterizzato da una notevoleimprevedibilità dei mercati e dall’instabilità indotta dall’innovazione, rende spessoinadeguati i sistemi di controllo di gestione basati su parametri oggettivi, che siriferiscono invece a scenari semplificati, prevedibili, rigidi. Qualche autore arriva adaffermare che “ciò che è radicale non è l oggettività bensì la realtà”.Pare di conseguenza più corretto riferire ogni logica di controllo e valutazione allemodalità di svolgimento dei processi ed alla qualità ottenuta, tenendo conto prima ditutto delle esigenze dei “clienti” esterni ed interni, assicurando la migliore adattabilitàalle mutevoli condizioni esterne.Nel campo delle risorse umane ciò equivale a spostare l’attenzione sulle doti diflessibilità dimpiego e sulle competenze piuttosto che sugli obiettivi, intesi comeparametri oggettivi fissi.Nello sforzo di realizzare, condividere e comunicare in tutta l’azienda le strategiegenerali pare tuttavia opportuno adottare un sistema misto, basato in parte sullavalutazione degli obiettivi ed in parte su quello delle competenze, spostato più in unverso che nell’altro a seconda del ruolo delle risorse impiegate e della realtà di mercatodell’azienda.Da una parte, quindi, si continua a definire il Piano strategico degli obiettivi, articolatonelle relative azioni e progetti, ed il Piano operativo, che prevede l’assegnazione dellesingole operazioni ai vari responsabili. Dall’altra, però, si devono individuare anche ledoti di dinamismo cognitivo, realizzativo e relazionale, nonché quelle di leadership edominio di sé, che determinano le caratteristiche comportamentali e la proattività concui gli obiettivi devono essere perseguiti. 1/2 Cap. Soc. € 20.400,00 i.v. Vertical srl Reg. Soc. Trib. Udine n° 18605 Via F. Asquini, 11 - 33100 Udine C.C.I.A.A. n° 190563 Telefono 0432-26667 - Fax 0432-26071 C.F. e P.I. 01708010309 e-mail: servizi@vertical.it www.vertical.it
  2. 2. La valutazione globale della prestazione deriverà da una valutazione ponderata sia delraggiungimento degli obiettivi che della manifestazione delle competenze richieste dalruolo per ogni specifica risorsa umana impiegata.I migliori sistemi di valutazione e controllo delle prestazioni, secondo le più modernetecniche organizzative, sono dunque quelli che consentono di trattare ambedue i puntidi vista senza preclusioni di metodo né nei confronti della gestione per obiettivi né diquella per competenze. 2/2

×