La confisca e il riuso dei beni mafiosi: problemi e riforme

5,040 views
4,882 views

Published on

La confisca dei beni è la più importante arma contro le mafie che lo Stato al momento possiede. Le colpisce proprio al cuore, togliendo loro ricchezza e capitali accumulati, per poi riutilizzarli per il bene pubblico o a scopo sociale. Tuttavia, il processo di confisca e riuso è schiacciato da gravi inefficienze, ancora da risolvere. Quali sono? E come risolverle?

La presentazione risponde a queste domande, concentrandosi sul caso degli immobili (come case, ville, fabbricati) e toccando anche la controversa proposta di vendere i beni mafiosi inutilizzati.

Published in: News & Politics
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
5,040
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2,058
Actions
Shares
0
Downloads
39
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La confisca e il riuso dei beni mafiosi: problemi e riforme

  1. 1. La confisca e il riuso dei beni mafiosi Stefano GurciulloQuali sono i problemi? E quali le soluzioni? 25/01/2013
  2. 2. Confisca e riuso: cosa sono? (1)La confisca è l’appropriazione da partedello stato dei beni che servirono ofurono utilizzati per un reato, nel nostrocaso di carattere mafioso.Il riuso consiste nell’assegnazione dei beni confiscati a unente terzo, che può essere un’istituzione pubblica,un’organizzazione a scopo sociale o (per alcuni tipi di beni)un privato.Approfondimento: vuoi conoscere il processo di confisca e riuso in dettaglio? Leggi qui. 2
  3. 3. Confisca e riuso: cosa sono? (2)I beni confiscati sono suddivisi in tre tipologie: Beni Beni mobili Aziende immobili Esempi: ville, Esempi: auto, Esempi: ditte nei terreni, telefonini, conti in settori dei trasporti appartamenti banca e delle costruzioniIn questa presentazione ci concentreremo solo sui beni immobili.Approfondimento: l’Agenzia per i beni confiscati ha una galleria con immagini e storiedei beni più recentemente tolti alle mafie. 3
  4. 4. La confisca nella legge italianaLa confisca dei beni mafiosi è stata sottoposta a una moltitudine dimodifiche, proposte di legge e decreti. Le tappe più importanti sono state: Viene finalmente istituita l’Agenzia Nazionale per i beni confiscati I beni immobili possono 2010 essere gestiti anche da© Libera cooperative sociali La legge La Torre-Rognoni 1996 introduce il 416-bis e obbliga la confisca La prima legge che 1982 permette la confisca dei beni criminali viene 1965 introdotta 4
  5. 5. I numeri delle confische (1) Dal 1982 al novembre 2012 sono stati confiscati alle mafie 11.007 immobili. La maggior parte di questi si trova in Sud Italia, con la Sicilia che ospita quasi il 44% del totale. Quante di queste ville, appartamenti, terreni e fabbricati sono stati destinati ad attività pubbliche o sociali?Fonte: Agenzia del Demanio 5
  6. 6. I numeri delle confische (2) Alla fine del 2011 al 67% dei beni confiscati era stato assegnato un Beni immobili non destinati: riutilizzo (o, nel gergo giudiziario, 33% destinato). Beni immobili destinati: Sembra una buona cifra, ma 67% l’analisi di altre statistiche mostra dei gravi problemi strutturali…Fonte: Relazione Annuale 2011 – Agenzia Nazionale Beni Sequestrati e Confiscati 6
  7. 7. Le inefficienze nell’assegnazione dei beni (1)Il grafico sotto mostra il numero dei beni destinati negli ultimi 12 anni. L’andamento èsempre in discesa tranne che negli anni evidenziati in rosso (1999 e 2007) , quando erastata assegnata la gestione dei beni a un Commissario Straordinario. Senza questafigura, le istituzioni responsabili (l’Agenzia del Demanio e, negli ultimi due anni, l’AgenziaNazionale) sembrano non riuscire a compiere il lavoro in modo efficiente. Beni immobili destinati 900 800 700 600 500 400 300 200 Commissario straordinario Commissario straordinario 100 0 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 (febbraio)Fonte: Relazione al Parlamento, Febbraio 2010 - Ministero dell’Interno 7
  8. 8. Le inefficienze nell’assegnazione dei beni (2)Un altro indice di inefficienza è Percentuale di immobili destinati (fino al 2009)dato dal tempo che scorre tra la dopo oltre 10 anniconfisca di un bene e la sua dopo 5-10 anniassegnazione. dopo 2-5 anniLa stragrande maggioranza dei dopo 1-2 annibeni viene destinata dopo dopo 4-12 mesisvariati anni, anche più di dieci, entro 4 mesidalla confisca. 0 5 10 15 20 25 30 35 40Nel frattempo è probabile che gli immobili, se già non lo siano, si logorino,diventino inagibili e non più utilizzabili.Nota: passa del tempo ulteriore dall’assegnazione del bene alla sua effettiva consegna! I dati ariguardo, tuttavia, al momento non sembrano disponibili… 8Fonte: Agenzia del Demanio
  9. 9. Quali sono le cause? Un lungo processo giudiziario Perché così tanti ritardi e inefficienze? Beni Mancanza inutilizzabili di risorse 9
  10. 10. Un lungo processo giudiziarioConfiscare un bene non è per nullafacile. Prima di essere dato in gestione • Sequestroall’Agenzia Nazionale ed essere 1destinato, bisogna passare attraverso tretappe giudiziarie: il sequestro, la • Confiscaconfisca e la confisca definitiva. E prima 2di quest’ultima, l’Agenzia non puòdestinare il bene. • Confisca definitiva 3Non esistono statistiche pubbliche ariguardo, ma secondo un dossier • Bene dato in gestionegiornalistico pubblicato su Libera, dal all’Agenzia Nazionalesequestro alla confisca definitivapassano dagli 8 ai 10 anni. 10
  11. 11. Beni non riutilizzabiliSpesso i beni non possono essere riutilizzati immediatamente perchécostituiscono il collaterale dei debiti della persona a cui erano intestati. Civuole molto tempo per chiarire se il creditore abbia veramente diritto alloro possesso.In altri casi, gli immobili sono semplicemente inagibili o parte di un altroprocesso giudiziario.Alla fine del 2011, ben il 77% dei beni confiscatigestiti dall’Agenzia Nazionale non potevaessere destinato per questi motivi o altri simili.Fonte: Relazione Annuale 2011 – Agenzia Nazionale Beni Sequestrati e Confiscati 11
  12. 12. Mancanza di risorseAl momento, l’Agenzia Nazionale soffre di gravi carenze di risorse,suddivisibili nelle seguenti tre aree: Numero del Risorse Budget personale umane Difficoltà a 8,2 milioni di reclutare euro nel 2012 Solo 30 professionisti sono risultati impiegati per per la gestione e insufficienti per gestire migliaia valutazione dei lo svolgimento di beni beni (architetti, delle attività ingegneri, dell’Agenzia agronomi ecc.)Fonte: Relazione Annuale 2011 – Agenzia Nazionale Beni Sequestrati e Confiscati 12
  13. 13. Quali sono le soluzioni? (1)Per ridurre i lunghi tempi giudiziari, èessenziale una semplificazione del processoche conduce dal sequestro alla confiscadefinitiva. Per capire cose e come semplificare,tuttavia, bisognerà comporre un’appositaCommissione di studio. Per i beni inagibili è opportuno rafforzare i fondi appositi che si occupano del loro recupero, o trovare nuove e più efficienti forme di finanziamento. L’Agenzia si sta già impegnando per il riutilizzo dei beni gravati da ipoteche o altri problemi burocratici, e punta ad aumentare gli sforzi nei prossimi anni. 13
  14. 14. Quali sono le soluzioni? (2)Nel suo ultimo rapporto, l’Agenzia Nazionale ha già proposto delle riforme permigliorare il suo operato: Problemi di Problemi di Problemi di personale risorse umane budget • Aumentare i • Modificare i • Aumentarlo a funzionari fino contratti in 10,2 milioni di alle 100 unità modo tale da euro annui incentivare i professionisti a lavorare con l’AgenziaDi questi solo la prima proposta è stata integrata nella Legge di Stabilità del GovernoMonti. Sarà compito della prossima legislazione vedere se approvare le altre proposte. 14
  15. 15. Vendere i beni immobili confiscati? (1)L’ex-Ministro degli Interni Cancellieri ha dichiarato, in un’intervista, chesarebbe opportuno vendere i beni confiscati alle mafie, se non utilizzati*.Qualche passo su questo fronte è stato già fatto lo scorso dicembre con laLegge di Stabilità, che permette la vendita dei beni mobili (come le auto o itelefonini).La proposta ha scatenato le critiche dalla società civile, che vede la misuracome un passo indietro nella lotta alla criminalità organizzata. Quali sarebbero i pro e i contro di vendere gli immobili mafiosi confiscati?*Attenzione: in realtà, dal 2010 è già possibile vendere immobili, ma solo in casi rarissimi enon direttamente a un privato. Tuttavia non si registra ancora, secondo l’Agenzia Nazionale, 15alcuna vendita.
  16. 16. Vendere i beni immobili confiscati? (2) I pro I contro • I beni non ancora destinati hanno un • Non importano le precauzioni prese, le valore di almeno 382 milioni di euro1. mafie avranno l’opportunità di Non permetterne la vendita è un grave ritornare in possesso dei loro averi inutilizzo di risorse per l’economia attraverso dei prestanomi, la italiana. corruzione o l’intimidazione dei funzionari. • Vendere i beni diminuirebbe la durata • La vendita dei beni ai privati costituisce del lungo ed estenuante processo di una grave sconfitta simbolica. Il destinazione. riutilizzo sociale dei beni mafiosi è cruciale per la formazione di una cultura della legalità nelle terre colpite. 161Fonte: Relazione Annuale 2011 – Agenzia Nazionale Beni Sequestrati e Confiscati, p, 54
  17. 17. Vendere i beni immobili confiscati? (3)Che fare? Entrambi i fronti hanno argomenti validi, ma prima di pensarese e come vendere è prioritario rendere efficiente l’attuale processodi confisca e destinazione, affrontando i problemi presentati nelle slideprecedenti, e puntando soprattutto al rafforzamento dell’AgenziaNazionale. Che ne pensano i nostri candidati?Bella domanda. In verità nessuno ha veramente affrontato il problemaesplicitamente nei loro programmi. Quattrogatti.info vi terrà informatisugli eventuali cambiamenti. 17
  18. 18. Grazie! Se hai apprezzato la presentazione, inoltra il link ai tuoi amici e sostieni il nostro progetto!Si ringrazia Michele Polo (Università Bocconi) per la revisione del lavoro Contatti autore @etste Contatti:quattrogatti@quattrogatti.info | @_quattrogatti | facebook.com/quattrogatti.info
  19. 19. Bibliografia• Agenzia Nazionale, Relazione Annuale 2012• Codice Antimafia• Dipartimento di Giustizia, Relazioni al Parlamento - Stato dei procedimenti di sequestro o confisca• Dati forniti dall’Agenzia del Demanio e l’Agenzia NazionalePer approfondire:• Altrodiritto , I beni confiscati alla criminalità organizzata• Repubblica, Inchiesta sui beni e le aziende confiscate dai boss• Step1/Libera, Case loro – ottimo dossier sui beni confiscati abbandonati a Catania 19

×