follow-ap DAY 4: HTML5 e jQuery

1,678 views
1,565 views

Published on

Published in: Self Improvement
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,678
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
51
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

follow-ap DAY 4: HTML5 e jQuery

  1. 1. www.follow-app.it HTML5 e jQuery Mobile Massimiliano Morga morga.max@gmail.com Follow-App è unattività sperimentale realizzata da ARTI e QIRIS in collaborazione con la Regione Puglia - programma Bollenti Spiriti nellambito delliniziativawww.follow-app.it Innovazione per l’Occupabilità – Azioni a supporto del Piano Straordinario per il Lavoro 2011. PO FSE, Asse VII "Capacità Istituzionale".
  2. 2. HTML5 e jQuery Mobile SOMMARIOwww.follow-app.it Titolo lezione 2 /91
  3. 3. Sommario • Di cosa parliamo in questo incontro? – Concetti di base su “tecnologie, tool e regole” a supporto dello sviluppo di APP • Di cosa non parliamo in questo incontro? – Come si scrive il codice di una APP: poco tempo a disposizione e soprattutto è una attività che difficilmente si insegna, ma facilmente si impara (da soli giocando, provando e riprovando) – Gaming: esistono librerie, tool, motori grafici e tutta una serie di strumenti dedicati complessi e che soprattutto non ricadono nelle mie conoscenze :D )www.follow-app.it /91
  4. 4. Sommario • INTRODUZIONE • Regole (time depending) – Scenario di riferimento – Versioning and co. • Tecnologie – HTML5 e jQuery Mobile® – Tool • Tool – Installazione/ Configurazione – DEMOwww.follow-app.it /91
  5. 5. INTRODUZIONEwww.follow-app.it /91
  6. 6. Scenario di riferimento • “Le APP sono ovunque” • I device per utilizzarle, anche se macroscopicamente ricadono in 4 tipologie, in realtà sono molto più numerosi, in continua evoluzione e spesso differenti tra loro • Esiste una utenza sempre più esigente che vuole APP sempre più complesse ed esteticamente gradevoliwww.follow-app.it /91
  7. 7. Scenario di riferimento • Esiste una utenza APP-native (o + in generale web-native) che non ha vissuto la crescita e l’evoluzione delle tecnologie: si aspetta che le APP abbiano tutte lo stesso comportamento, la stessa struttura e le stesse interfaccewww.follow-app.it /91
  8. 8. Scenario • La durata del time-to-market per chi realizza APP è fondamentale: – una buona APP che giunge anche solo seconda su uno dei market non esprime tutto il valore/business potenziale – una buona APP che non è manutenuta/aggiornata rapidamente perde rapidamente utenti e notorietà • I team di lavoro, soprattutto per le nuove APP sono “piccoli, ma larghi”: – Poche persone – Trasversali a tutte le attività (sviluppo, promozione, vendita, post- vendita, ecc..)www.follow-app.it /91
  9. 9. Scenario • Lo scenario è sicuramente ampio e complesso, ma ci sono una serie di strumenti che ci possono aiutare ad affrontarlo meglio: – Tecnologie ad-hoc per lo sviluppo MOBILE – Utilizzo di tool a supporto dello sviluppo e del deploy delle APP – Regole di buona programmazionewww.follow-app.it /91
  10. 10. Scenario • Ognuno degli strumenti indicati ha un impatto più o meno forte su alcuni degli aspetti dello scenario: TIME-TO- GRANDEZZA DEVICE DIVERSI COMPLESSITA’ APP MARKET TEAM Tecnologie ++ + Tool +++ ++ +++ ++ Regole + + ++ ++www.follow-app.it /91
  11. 11. Scenario • Nello specifico in questo incontro ci occuperemo dei seguenti che rappresentano uno spaccato (non esaustivo) di quelli più diffusi. • Tecnologie – HTML5 – jQuery MOBILE • Tool – Sencha Touch – PhoneGAPwww.follow-app.it /91
  12. 12. TECNOLOGIEwww.follow-app.it /91
  13. 13. HTML5 • Rappresenta l’evoluzione dell’HTML 4.01 (ultimo standard ufficiale risalente ormai al 1999) • Ha l’obiettivo di raccogliere e uniformare tutte le evoluzioni e i miglioramenti che i singoli produttori (di browser, di linguaggi e di applicazioni web) hanno già apportato nei propri prodotti utilizzando soluzioni proprietarie e plug-inwww.follow-app.it Reference: http://www.w3schools.com/html5/ /91
  14. 14. HTML5 • Pone una spiccata attenzione alla navigazione da dispositivi mobili ed alla accessibilità dei contenuti • Impone una più netta separazione di scopi nella realizzazione delle pagine/applicazioni: – Struttura definita dai tag di markup – Visualizzazione definita dalle direttive di stile – Contenuti definiti dal testo NON E’ ANCORA STANDARD (probabile rilascio specifiche ufficiali nel 2014)www.follow-app.it /91
  15. 15. HTML5 • Cosa c’è di nuovo? – Introduzione di nuovi Elementi e Attributi (ma anche rimozione di alcuni obsoleti o inutilizzati) – Introduzione di tag dedicati per audio e video – Grafica (2D/3D, CSS3, shadow, canvas, SVG, ecc..) – Possibilità di memorizzare dati localmente (anche con supporto SQL) – Server-Sent Events – Web Applicationswww.follow-app.it /91
  16. 16. HTML5 - element • Elementi dedicati a una strutturazione + efficiente dei contenuti di una pagina (header, footer, figure, summary, ecc..) • Elementi dedicati ai media (audio, video, canvas, ecc..) • Elementi dedicati ai form e al trattamento dei dati (datalist, output, ecc.) • Elementi dedicati alla sicurezza (keygen)www.follow-app.it /91
  17. 17. HTML5 - attribute • Visualizzazione – contenteditable – contextmenu – draggable – dropzone – hidden – spellcheckwww.follow-app.it /91
  18. 18. HTML5 - attribute • form • input – autocomplete – autocomplete / autofocus – novalidate – form / formaction / formenctype / formmethod / formnovalidate / formtarget – height / width (solo per immagini) – list – min / max (per date, tempo e numeri) – multiple (dedicato ai file) – pattern (utilizzando espressioni regolari) – placeholder – requiredwww.follow-app.it – step (per date, tempo e numeri)/91
  19. 19. HTML5 – audio/video • VIDEO - Tre formati sono • AUDIO - Tre formati sono supportati: MP4, WebM e supportati: : MP3, Wav e Ogg: Ogg: Browser MP4 WebM Ogg Browser MP3 Wav Ogg IE 9 X - - IE 9 X - - FF 4 - X X FF 4 - X X Chrome X X X Chrome X X X Safari X - - Safari X X - Opera - X X Opera - X Xwww.follow-app.it /91
  20. 20. HTML5 - Grafica • canvas: rappresenta solo un container per una area della pagina “disegnabile”, il disegno viene realizzato con jscript • SVG: offre pieno supporto per il formato SVG; è vettoriale e basato su XML, consente una maggiore flessibilità di editing, alta qualità delle immagini, capacità di ricerca e indicizzazione, dotato di numerosi effetti nativiwww.follow-app.it /91
  21. 21. HTML5 - grafica • Pieno supporto per CSS3: – Maggiore controllo sui bordi (rounded, image, ecc..) – Utilizza un qualsiasi font (anche di produzione personale) – Effetti sul testo – Trasformazioni 2D/3D – Animazioni e transizioni evolute (a sostituzione di altri formati quali Flash, GIF, ecc..) – Supporto per multi colonnewww.follow-app.it /91
  22. 22. HTML5 – Memorizzazione • Una nuova modalità di memorizzare dati con scope solo della singola pagina: WebStorage • Sostituisce parte delle finalità dei cookie, non vengono trasmessi ad ogni request, ma solo quando richiesto ed è + veloce/sicura • Consente di memorizzare anche notevoli quantità di informazioni esclusivamente lato clientwww.follow-app.it /91
  23. 23. HTML5 – Memorizzazione • La struttura di memorizzazione è la classica key/value – localStorage.nome=“Pippo"; – document.getElementById(“divnome").innerHTML=“Nome : “ + localStorage.nome; • Due tipi diversi di Storage – localStorage: nessuna scadenza – sessionStorage: solo per la sessione corrente (rimossi alla chiusura della fienstra di navigazione)www.follow-app.it /91
  24. 24. HTML5 – server-sent • Consente di intercettare aggiornamenti direttamente dal server web • Possibile anche prima di HTML5, ma adesso la comunicazione è invertita: – Prima: client a intervalli i tempo richiedeva aggiornamenti al server – Adesso: il server notifica al client la presenza di aggiornamenti e la pagina li intercetta e ne consente la gestione (utile per contenuti frequente aggiornati) • I dati ricevuti vanno comunque manipolati ad-hocwww.follow-app.it /91
  25. 25. jQuery Mobile • Rappresenta un framework cross-platform per lo sviluppo mobile. • Basato sulla forte interazione tra HTML5, CCS3, classico jQuery e jQueryUI • Pieno supporto per eventi “touch” e i classici eventi “mouse” Reference: http://jquery.org/www.follow-app.it /91
  26. 26. jQuery Mobile • Molto leggero (alcune versioni opportunamente compresse e “minified” occupano meno di 20K) • Pieno supporto alle direttive W3C WAI-ARIA (Web Accessibility Initiative - Accessible Rich Internet Applications) utilizzando anche una semantica associata ai metadati di base – Es: classico slider per la scelta del giorno della settimana = <div role="slider" aria-valuenow="1" aria-valuemin="1" aria-valuemax="7" aria-valuetext="Sunday">www.follow-app.it /91
  27. 27. jQuery Mobile • Vantaggi: – Solleva lo sviluppatore dall’implementazione di effetti e complesse regole di styling dei documenti fornendo una serie di Wdiget già pronti all’uso e facilmente configurabili. – Basato su una nomenclatura nominale che utilizza attribute e reference agli id degli element da manipolarewww.follow-app.it /91
  28. 28. jQuery Mobile • Struttura di jQuery Mobile – Basato su elementi di jQuery che eredita ed estende – Attributi Globali di configurazione – Eventi e Metodi propri dell’ambiente mobile Es: tap, taphold, swipe, vmouse, changeorientation, scroll, dedicati alle pagine (change , remove, transition)www.follow-app.it /91
  29. 29. jQuery Mobile • Oggetti predefiniti immediatamente utilizzabili per le più comuni interfacce e situazioni: – Button, Radio, Checkbox, Listview – Dialog, Text – Page, Link, Header, Footer, Navigation bar • Ognuno dei precedenti è dotato di caratteristiche proprie ed estendibile dallo sviluppatorewww.follow-app.it /91
  30. 30. jQuery Mobile • Resa grafica facilmente modificabile grazie a uno strumento di editing completamente dedicato al theming: – ThemeRoller • E’ possibile modificare l’aspetto di tutti gli elementi previsti dal framework e realizzare temi fortemente personalizzati (http://jquerymobile.com/themeroller/)www.follow-app.it /91
  31. 31. jQuery Mobile • Numerose possibilità di “riuso” di plugin e di supporto utilizzando competenze di altri sviluppatori grazie all’enorme diffusione del framework di origine jQuery. • Portali dedicati per plugin ed estensioniwww.follow-app.it /91
  32. 32. HTML5 - jQuery Mobile vs APP • Abbiamo scoperto i vantaggi e le novità di queste 2 tecnologie … Ma che rapporto hanno con le APP?? • Siamo abituati a considerare una APP come un classico programma stand-alone simile a quelli che troviamo sui nostri “PC old-style” invece…www.follow-app.it /91
  33. 33. HTML5 - jQuery Mobile vs APP • Le APP si possono suddividere in due macrocategorie: – Native: sono realizzate come delle vere e proprie applicazioni “classiche”, utilizzando i linguaggi nativi dei diversi OS (Object-C, Java, .NET) e le librerie e le potenzialità che ognuno di essi mette a disposizione – Browsable (o web-based): sono basate sul web, estendono cioè il concetto di browser. Sono pagine HTML con widget e funzionalità più o meno ricche ed esteticamente attraenti; sono ospitate in specifici container per essere utilizzate come APP Ovviamente oltre a questa suddivisione vi è la possibilità di avere mix di entrambe le categoriewww.follow-app.it /91
  34. 34. HTML5 - jQuery Mobile vs APP • Una ricerca di ADOBE nel 2010 indicava esplicitamente l’utilizzo da parte degli utenti rispetto alle APP o al Browser:www.follow-app.it /91
  35. 35. HTML5 - jQuery Mobile vs APP • Realizzare APP browsable (o meglio ancora di tipo ibrido con le native), consente di soddisfare anche quella parte di utenza che, come emerge dalla ricerca precedente, preferisce il browser per specifiche operazioni • Il caso GMAIL (su IOS): – Lentamente è evoluto da semplice link alla pagina dedicata ai dispositivi mobile ad una vera e propria APPwww.follow-app.it /91
  36. 36. HTML5 - jQuery Mobile vs APP • HTML5 e jQueryMobile rappresentano le tecnologie fondanti e abilitanti per le APP della seconda categoriawww.follow-app.it /91
  37. 37. Tool • Come mostrato in introduzione i tool sono gli strumenti che potenzialmente hanno il maggiore impatto nella realizzazione di una APP perché impattano fortemente su tutte le variabili in gioco TIME-TO- DEVICE GRANDEZZA COMPLESSITA’ MARKET DIVERSI TEAM APP Tecnologie ++ + Tool +++ ++ +++ ++ Regole + + ++ ++www.follow-app.it /91
  38. 38. Tool • E’ evidente quindi che l’utilizzo di uno o più tool a supporto dello sviluppo può incidere enormemente sul successo della nostra APP • I tool presenti sul mercato sono in numero sempre maggiore e come spesso accade in questi casi hanno picchi di popolarità e poco dopo magari cadono in disuso perché superati da nuovi o vecchi competitor La scelta del tool diventa criticawww.follow-app.it /91
  39. 39. Tool – Quale scegliere? • Sicuramente quelli che: – consentono di coprire più device e più OS – hanno la community più numerosa o il produttore più affidabile – sono maggiormente documentati e facilmente estendibili Un punto di partenza per iniziare la ricerca: http://en.wikipedia.org/wiki/Multiple_phone_web_based_application_frameworkwww.follow-app.it /91
  40. 40. Tool – approcci diversi • Ogni tool ci supporta allo sviluppo con un approccio diverso: – Enhancing di codice HTML preesistente (jQTouch, jQueryMobile) – Generazione di proprio codice HTML/DOM (Sencha Touch) – Compilazione in codice target come Objective-C o Java (Titanium Mobile) Spesso i tool usano un mix dei precedenti approcci per estendere le proprie capacità e risultare più efficientiwww.follow-app.it /91
  41. 41. Tool – caratteristiche comuni • Tutti i tool hanno una serie di caratteristiche comuni: – Esposizioni di API e librerie di controllo predefinite – Personalizzazione grafica basata su temi – Strutturazione e nomenclatura rigidawww.follow-app.it /91
  42. 42. TOOLwww.follow-app.it /91
  43. 43. Tool - esempi • Sencha Touch – Basato sul diffusissimo framework ExtJS giunto alla versione 4 e molto diffuso – Completo per ogni esigenza – Nelle ultime versioni MVC-oriented – Differenti pricing a seconda delle esigenze, ma gratuito per lo sviluppo • PhoneGap – La società Nitobi che lo ha presentato nel 2009 ad un devcamp dedicato allo sviluppo per iPhone, recentemente è stata acquisita da ADOBE (riflessione… ) – Rappresenta un efficace bridge tra browsable e native, consentendo di creare APP trasversali che usano le potenzialità del device unite alla potenza di HTML5 e jQueryMobile – Integrabile con altri tool e librerie (ad esempio Sencha Touch e tante altre) – Innovativo sia per struttura che per le diverse modalità di utilizzo (as-a- Service: Write once. Compile in the cloud. Run anywhere) – Differenti pricing a seconda delle esigenze, ma gratuito per lo sviluppowww.follow-app.it /91
  44. 44. Tool - esempi 1. Classico “Hello World” – HTML5/jQueryMobile – Sencha Touch 2. Una APP più complessa – Sencha Touch – PhoneGap 3. Tante APP pronte per essere analizzatewww.follow-app.it /91
  45. 45. Tool - esempi Cosa ci serve DEMO1 = Editor di testo + Apache Web Server + libreria jQueryMobile + Sencha Touch DEMO2 = Eclipse + PhoneGap + Sencha Touch MDS PhoneGap for Android Plug-In DEMO3 = Esempi predefiniti per esplorare le potenzialitàwww.follow-app.it /91
  46. 46. Tool - esempi • DEMO1: non abbiamo bisogno di particolari procedure • DEMO2: occorre configurare l’ambiente. La scelta di AppLoud ci consente di accorciare questa fase, ma esistono altre modalità di procedere… basta cercare in rete • DEMO3: stesso ambiente del precedente o un semplice browser web (bugia: solo su Chrome/Safari)www.follow-app.it /91
  47. 47. Il problema della risoluzione.. (.. o la risoluzione del problema)www.follow-app.it /91
  48. 48. Risoluzione.. • Tanti device, tanti schermi, tante risoluzioni e dulcis in fundo anche l’orientamento della pagina. • Tutto molto bello quando siamo gli utenti della APP, ma quando recitiamo il ruolo degli sviluppatori, il contesto cambiawww.follow-app.it /91
  49. 49. Risoluzione.. • Necessario qualche chiarimento: – I pixel dedicati alla pagina (viewport) non sempre corrispondono alla effettiva risoluzione dello schermo del device – I device e i browser effettuano ulteriori operazioni di scaling sulle dimensioni del viewportwww.follow-app.it /91
  50. 50. Risoluzione.. • Opera Mobile = viewport 850px • iPhone Safari = viewport 980px • iPad (landscape & portrait mode) = viewport 980px • Android Browser = viewport 800px • IE Mobile = viewport 320pxwww.follow-app.it /91
  51. 51. Risoluzione.. •La W3C raccomanda però il paradigma dell’One Web: One Web means making, as far as is reasonable, the same information and services available to users irrespective of the device they are using. However, it does not mean that exactly the same information is available in exactly the same representation across all devices. The context of mobile use, device capability variations, bandwidth issues and mobile network capabilities all affect the representation. Furthermore, some services and information are more suitable for and targeted at particular user contexts (see 5.1.1 Thematic Consistency of Resource Identified by a URI). Some services have a primarily mobile appeal (location based services, for example). Some have a primarily mobile appeal but have a complementary desktop aspect (for instance for complex configuration tasks). Still others have a primarily desktop appeal but a complementary mobile aspect (possibly for alerting). Finally there will remain some Web applications that have a primarily desktop appeal (lengthy reference material, rich images, for example). It is likely that application designers and service providers will wish to provide the best possible experience in the context in which their service has the most appeal. However, while services may be most appropriately experienced in one context or another, it is considered best practice to provide as reasonable experience as is possible given device limitations and not to exclude access from any particular class of device, except where this is necessary because of device limitations.www.follow-app.it /91
  52. 52. Risoluzione.. • Soluzioni possibili: – Statica: <meta name="viewport"content="width=xxxxx"/> usando la regola del minimo comune denominatore – Massimo spazio disponibile: dimensioni width=‘100%’ – Flessibile: preparando una collezione di stylesheet che definiscono le dimensioni da scegliere a seconda dell’user agent (non risolve il problema dell’orientation) – Super-Flessibile: utilizzando comunque una collezione di stylesheet, ma operando la scelta non solo basandosi sull’user-agent.www.follow-app.it /91
  53. 53. Risoluzione.. • Super-Flessibile: utilizzando le regole CSS3 - @media in un unico file o selezionando nella nostra index.html quale css scegliere • Sono presenti molte + proprietà per effettuare scelte precise e realizzare quindi regole complesse e dedicate a specifici aspetti (orientation and color, ecc..) – Width, height, device-width, device-height, orientation, aspect-ratio, device-aspect-ratio, color, color-index, monochrome, resolution, scan, gridwww.follow-app.it /91
  54. 54. Risoluzione.. • jQueryMobile cosi come i tool e framework presentati forniscono supporti aggiuntivi per la gestione di queste problematiche: – jQM: metodi/eventi per gestire changeorientation – Sencha Touch: metodo Ext.Viewport.getOrientation() , proprietà dedicate come fullscreen e monitorOrientation – PhoneGap: supporto nativo relativo al device utilizzatowww.follow-app.it /91
  55. 55. DOMANDE????www.follow-app.it /91
  56. 56. Domande • Primo caso al mondo di domanda anticipata e/o trasmessa telepaticamente!!!!! – Cosa è possibile fare in merito alle piattaforme di acquisto In-App, soprattutto quelli che funzionano su più OS/ Market, o indipendenti dallOS/ Market?www.follow-app.it /91
  57. 57. Domande • Con il termine IN-APP Purchase si intende la possibilità di effettuare acquisti dall’interno di una APP senza obbligare l’utente ad abbandonare la APP e ritornare sul Market o ad interagire con il browser. • Ovviamente parte dei compiti sono a carico della APP stessa e parte sono eseguiti da terze parti come i vari market o fornitori di servizi esterni • Esistono rigide regole da osservare per eseguire IN-APP Purchase data la sicurezza e la riservatezza necessarie in caso di transazioni economichewww.follow-app.it /91
  58. 58. Domande • Esistono due tipologie di acquisto: – Inerenti la APP stessa: estensioni di funzionalità, add-on specifici, bonus e item vari per i games (es: la chain gun che ci consente di massacrare per bene i nostri nemici), ecc. Se la procedura non viene gestita correttamente rischiamo di avere problemi con rimborsi e noie (e soprattutto dobbiamo uccidere il boss con un misero coltellino) – Slegati dalla APP: acquisti di servizi o beni di qualunque genere.www.follow-app.it /91
  59. 59. Domande • Tutti i player del mercato offrono questa possibilità con poche eccezioni: – Apple non consente di acquistare tramite APP beni e/o servizi estranei alla APP • Solitamente vengono fornite librerie e API dedicate esclusivamente alla gestione dell’intero ciclo della transazione: la APP e lo sviluppatore devono provvedere da soli a tenere traccia di cosa ha acquistato l’utente ed a fare in modo che ne possa usufruire.www.follow-app.it /91
  60. 60. Domande • Quindi l’effetivo scambio del bene non viene gestito e perciò o: – La APP possiede già al suo interno il bene e la procedura di Purchase serve solo a sbloccarla. – La APP recupera da un server (definito IN-APP server) il bene e deve essere predisposta ad aggiornare le proprie informazioni ad acquisto avvenuto.www.follow-app.it /91
  61. 61. Domande • Anche in questo caso possiamo usare quanto già previsto dai player oppure ricorrere a tool e servizi già pronti che ci vengono in aiuto. Tra questi alcuni meritevoli di essere approfonditi sono: – Corona (in realtà è un ambiente di sviluppo per APP che ha proprie API per interagire con le procedure di IN-APP Purchase) – Urbanairship: soluzione dedicata e completa per l’ IN-APP Purchase; gestisce anche il delivery dei beni e consente di fare a meno di un proprio IN-APP server – Zooz: distribuisce una propria SDK, compatibile con i maggiori servizi di pagamento e facilmente integrabile. Gestisce solo il pagamento – Movend: molto completa, la + trasversale (copre anche Blackberry e Windows Phone), consente l’acquisto di + tipologie di beni (Subscription-based items, Consumable items, Activation-based items)www.follow-app.it /91
  62. 62. Domande ALTRE DOMANDE???www.follow-app.it /91
  63. 63. SITOGRAFIAwww.follow-app.it /91
  64. 64. Sitografia• HTML5: • http://www.w3schools.com/html5/• jQueryMobile: • http://jquery.org/ • http://jquerymobile.com/demos/1.0.1/ • http://jquerymobile.com/themeroller/ • http://www.elated.com/articles/jquery-mobile-masterclass-simple-twitter-app/ • http://www.jquery4u.com/mobile/50-jquery-mobile-development/• Risoluzione • http://stuffandnonsense.co.uk/blog/about/hardboiled_css3_media_queries • http://www.uxbooth.com/blog/considerations-for-mobile-design-part-2-dimensions/ • http://webdev-il.blogspot.com/2011/03/web-design-for-mobile-screen-sizes.html • http://www.w3.org/TR/mobile-bp/#OneWeb • http://css-tricks.com/css-media-queries/ • http://www.w3.org/TR/css3-mediaqueries/#media1• Tool • http://interfacethis.com/2011/adventures-in-html5-part-one/ http://en.wikipedia.org/wiki/Multiple_phone_web_based_application_framework • http://www.phonegap.com/ , http://build.phonegap.com/ • http://dev.sencha.com/deploy/touch/examples/kitchensink/ • http://www.sencha.com/learn/a-sencha-touch-mvc-application-with-phonegap/ sorgente: https://github.com/senchalearn/phonegapcontacts • http://www.web-delicious.com/7-best-mobile-web-html5-framework-for-mobile-app-development/• IN-APP • http://urbanairship.com/pricing/ • http://www.zooz.com/howitworks.html • http://developer.movend.com/introduction-2/introduction/what-is-in-app-purchase/ • http://developer.anscamobile.com/reference/in-app-purchases#Getting_information_about_available_products_for_salewww.follow-app.it /91

×