Ricerca Airt sull'Adolescenza

  • 1,447 views
Uploaded on

Nel 2008 l'Associazione Airt, per la ricerca sulla Timidezza e le Fobie Sociali, ha condotto la presente ricerca presso il Liceo Classico Rinaldini di Ancona. La ricerca è stata presentata al Convegno …

Nel 2008 l'Associazione Airt, per la ricerca sulla Timidezza e le Fobie Sociali, ha condotto la presente ricerca presso il Liceo Classico Rinaldini di Ancona. La ricerca è stata presentata al Convegno del 22 Novembre 2008, organizzato dalla stessa Airt, dal titolo LA RELAZIONE FAMILIARE DIFFICILE. Presentata dal Dr. Walter La Gatta, psicoterapeuta - Ancona.

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
1,447
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Studio sui comportamenti degli adolescenti Età 17-18 anni Liceo Classico e Liceo Pedagogico Rinaldini Ancona A cura di AIRT Associazione Italiana Ricerca su Timidezza e Fobie Sociali Presentazione: Dr. Walter La Gatta psicoterapeuta - Ancona
  • 2. Premessa
    • Sappiamo che la salute sessuale degli adolescenti, in tutte le culture, sta conoscendo un numero sempre maggiore di giovani nella fascia di età compresa fra i 13 ed i 18 anni che incorrono nel contagio con malattie sessualmente trasmesse , così come in gravidanze non desiderate, anche a causa dell'utilizzo di alcolici durante i loro momenti di socialità.
    • L'uso di alcol scoraggia il ricorso alle protezioni necessarie, disinibisce e quindi aumenta la possibilità di avere rapporti sessuali occasionali non protetti con partners sconosciuti.
  • 3. Prevenzione
    • Per promuovere una maggiore salute sessuale fra gli adolescenti è necessario fornire loro anzitutto informazioni relative alla gravidanza, agli anticoncezionali, alle malattie sessualmente trasmesse.
    • Occorre anche avere una conoscenza più approfondita sull’utilizzo di alcol e sul consumo di sesso virtuale, per prevenire eventuali comportamenti a rischio.
  • 4. Oggetto del presente Studio
    • I comportamenti adolescenziali presi in esame in questo studio riguardano in particolare la vita sessuale, l'utilizzo di alcolici e di Internet nella fascia di età compresa fra i 16 ed i 19 anni.
    • In particolare si voleva capire se, e in quali percentuali, questi soggetti erano: ► Sessualmente attivi . A questi si è chiesto se sentivano di avere sufficienti informazioni relative alla sessualità per potersi gestire al meglio, in particolare riguardo alle MST; ► Dediti all’uso di alcolici nei momenti di socialità con gli amici e se era frequente per loro avere relazioni con partners occasionali quando erano in stato di ebbrezza;
    • ► Dipendenti da Internet per la visione di pornografia on line o a rischio di incontri occasionali a seguito di conversazioni virtuali fatte on line (chat).
  • 5. Campione e Metodologia
    • Campione: n. 318 adolescenti di età compresa fra i 16 ed i 20 anni Raccolta Dati: somministrazione di Questionari strutturati presso le classi
    • I, II e III Liceo Classico
    • e III, IV e V Pedagogico.
    • Periodo: Mese di Maggio 2008
  • 6. Differenziazione Scuole
  • 7. Età
  • 8. TOT . 318 Partecipanti
  • 9. Info su Sessualità
  • 10. % Dati: Ricerca Airt 2008 n/p
  • 11.  
  • 12.  
  • 13. Osservazioni
    • Il dato notevole della precedente Tabella è che le informazioni sulla sessualità vengono date in famiglia soprattutto dalla figura materna , anche quando il figlio è di sesso maschile. Sarebbe quindi auspicabile che la madre fosse preparata e pronta a dare queste risposte.
  • 14.  
  • 15. %
  • 16.  
  • 17. %
  • 18. %
  • 19.  
  • 20.  
  • 21.  
  • 22.  
  • 23.  
  • 24. Risposte corrette sulle polluzioni notturne
  • 25. Risposte corrette sul periodo fertile nella donna
  • 26.  
  • 27.  
  • 28. Ti spaventa la possibilità di contrarre una MST?
  • 29. %
  • 30. Hai mai fatto sesso sotto l’effetto di alcol o droghe con persone che conoscevi da poco tempo?
  • 31. Hai mai visionato materiale pornografico su Internet?
  • 32. Hai mai incontrato persone conosciute su Internet?
  • 33.  
  • 34. La scuola dovrebbe intervenire nella formazione alla sessualità?
  • 35. In che modo potrebbe intervenire la scuola?
  • 36.
    • Grazie per l’attenzione. Walter La Gatta psicoterapeuta