Your SlideShare is downloading. ×
Valentina Ferrucci - L'Autenticità nell'esperienza turistica
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Valentina Ferrucci - L'Autenticità nell'esperienza turistica

219

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
219
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. L’autenticità nell’esperienza turistica . Strumento di recupero e valorizzazione di un territorio. “Áncora di salvezza ” con cui staccarsi dalla realtà, veder le cose da altre prospettive (Turner e Ash, 1975) “L’autenticità è motore di sviluppo del mondo moderno” (MacCannell, 1999) Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 2. Aspetti trattati o Il panorama di riferimento o Autenticità e sua ricerca o Il nuovo turismo: l’esperienza turistica o Esperienza turistica autentica o Il progetto di ricerca: 3 casi di prodotto turistico in Italia o Spunti e possibili applicazioni alle aree montane o minori Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 3.  Il panorama di riferimento  La società e realtà contemporanea Consumismo, globalizzazione, progresso. Realtà complessa, standardizzata, distorta. Contrazione del tempo e dello spazio.  L’individuo Vive in uno stato di alienazione ed incertezza, di impoverimento spirituale e morale. Sente il peso di responsabilità e pressioni quotidiane. Ha perso il legame con se stesso, le proprie origini ed identità. Trova difficoltà a distinguere tra ciò che è reale e finzione, tra la copia e l’originale.  Il territorio Indebolimento del legame tra individuo e territorio. Minore peso al bagaglio culturale/storico/artistico/tradizionale che un territorio porta con se. Perdita del contatto con la natura.  Nuovo consumatore  Turista Esperenziale Maturo, dotato di maggior senso critico, sensibilità, responsabilità civile ed ambientale. Nell’economia delle esperienza, ricerca di coinvolgimento e partecipazione attiva all’esperienza turistica. Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 4.  Il nuovo turismo  Da Prodotto turistico (P.T.): evoluzione del suo concetto Da P.T. specifico e P.T. globale  Prodotto Turistico Esperienza (P.T.E.)  Prodotto Turistico Esperienza - Centralità al turista/consumatore di esperienza turistica; - Importanza alla sfera intangibile, emozionale, personale e motivazionale del soggetto; - Valore connesso ad attese e percezioni del turista; - Coinvolgimento emotivo, intellettuale, culturale, fisico e spirituale del turista (“groviglio di emozioni”) - Partecipazione attiva del turista. - Relazione e contatto diretto e di scambio con la comunità locale. - Arricchimento e principio di trasformazione del soggetto. “L’esperienza turistica diviene un output di un’azione complessiva del sistema turistico locale che parte con input e attraverso varie fasi raggiunge il risultato finale che è l’esperienza di vita, indimenticabile ed indelebile, che arricchisce il soggetto e lo trasforma”. Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 5.  L’autenticità e sua ricerca  Concetto di autenticità Complesso, varie prospettive e definizioni Ampliamente trattato in letteratura di marketing e ricerche sul consumatore (Pine e Gilmore, Bendix, Costa..) Evoluzione: da oggettiva a costruttiva ed esistenziale.  Ricerca di autenticità - Fenomeno ormai largamente diffuso, che si attua in molti: - contesti (processo di acquisto e consumo, occasioni di socializzazione, esperienze). - settori, in particolare il TURISMO. - oggetti: prodotti largo consumo, souvenir, cibi/locali etnici, artigianato, manufatti, musica, opere d’arte..  Motivazioni Sviluppare connessione e vicinanza con comunità e luoghi. Ritrovare le proprie origini, il reale, se stessi. Arricchimento spirituale e morale - Controllo di propria identità e vita. Fuga dal quotidiano. Riscoprire le tradizioni; ciò che è naturale, vero e genuino.  Autenticità esistenziale L’individuo ricerca di poter esprimere la propria identità e personalità in modo pieno e libero. Coinvolgimento emotivo profondo verso un altrove autentico. Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 6.  L’esperienza turistica autentica PRODOTTO TURISTICO ESPERIENZA RICERCA DI AUTENTICITA ’ COINVOLGIMENTO PROFONDO PARTECIPAZIONE ATTIVA ESPERIENZA TURISTICA AUTENTICA ARRICCHIMENTO PERSONALE RELAZIONE DI SCAMBIO CON COMUNITA LOCALE Stimola la fantasia, risveglia le emozioni e curiosità Proiezione di un sogno ad occhi aperti Emozione indelebile Trasformazione del sé Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 7.  La ricerca di autenticità: il punto di vista dell’Offerta  Strumento di - RECUPERO - CONSERVAZIONE - VALORIZZAZIONE  Fattore di VANTAGGIO COMPETITIVO per azienda/impresa/ente turistico  Strategico strumento di marketing turistico e territoriale  Opportunità di business/mercato  Contrasto al depauperamento/spopolamento zone/aree minori • • • • • Roburent, 12-13 Ottobre 2013 DI UN TERRITORIO DI UN EDIFICIO STORICO IDENTITA’, TRADIZIONI, COSTUMI PATRIMONIO ARTISTICO/CULTURALE ENOGASTRONOMIA
  • 8.  Il progetto di ricerca “L’autenticità nell’esperienza turistica: enogastronomia, cultura e destinazione Dottorato in Economia Aziendale – Facoltà di Economia – Univ.degli Studi di Pisa (2009-2012) Obiettivo Indagare la forma di autenticità presente in ciascuno dei tre prodotti turistici Esiste una corrispondenza tra forma di autenticità e tipologia di prodotto turistico? Indagine Empirica - Metodo: Analisi di 3 casi di prodotto turistico in Italia. Strumenti Intervista in profondità, focus group e osservazioni (lungo intera filiera produttiva) Fonti - Dati primari e secondari Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 9. Applicazioni alle aree montane  Enogastronomia: prodotti tipici e locali  Cultura: patrimonio artistico/tradizioni  Destinazione turistica: sistema integrato Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 10. L’autenticità nell’enogastronomia Prosciutto Toscano D.o.P – I prodotti tipici e DoP  Autenticità Oggettiva del Prodotto: valorizzazione Qualità intrinseca, elementi ben misurabili e definiti (tangibili e intangibili)  Recuperare la ricetta autentica, tradizionale, originale Tempi e tecniche tradizionali di lavorazione, uso di elementi strettamente legati al territorio (es. aromi, spezie..)  Ottenere un disciplinare di produzione e riconoscimento D.o.P Per il consumatore significa onestà, tutela, sicurezza, genuinità.  Rafforzare il legame con territorio, tradizione, patrimonio culturale/artistico La campagna “Un capolavoro sulla tavola”  Uso di strumenti formali e concreti per veicolare l’autenticità Etichetta, sigillo, disciplinare, formato, ingredienti/materie prime ecc.  Coinvolgimento e partecipazione del consumatore Creare occasioni di degustazione o test del prodotto. Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 11. “…è autentico perché ha una produzione e lavorazione artigianale, fatto da persone del luogo...è l’orgoglio di mangiare un prodotto del proprio territorio…è la riscoperta dei sapori di una volta…” Arte ed Enogastronomia Partecipazione a Fiere ed Eventi di settore Creare e organizzare occasioni per degustazioni, visite guidate, corsi. “…fatto da persone del luogo, oneste, vere….secondo l’antica ricetta tradizionale Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 12. L’autenticità e cultura Il paniere dei prodotti tipici della Provincia di Torino (2000) Contesto: Provincia di Torino Vasto bagaglio di eccellenze/tipicità eno-gastronomiche Rigoglioso patrimonio artistico/culturale/naturalistico/storico Obiettivo Supportare tecnicamente i prodotti agroalimentari tipici Valorizzare le eccellenze alimentari del territorio Favorire il recupero di sapori e tradizioni autentici Preparare il territorio al turismo Paniere: unico marchio paniere (“logo-ombrello”) per le produzioni di eccellenza della provincia. Individuare le eccellenze/valorizzarne l’autenticità oggettiva/salvaguardia Produzione artigianale - produttori e materie prime locali Appartenenza a tradizione storica locale Potenzialità per lo sviluppo locale Coinvolgere e far partecipare attivamente il turista/consumatore contatto con i produttori/assaggio – emozione – partecipazione a balli. Coinvolgere tutti gli attori ed il network della filiera: produttore/distributore/ristoratore/turista Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 13. L’autenticità e cultura Il paniere dei prodotti tipici della Provincia di Torino (2000)  Recupero e riscoperta di storia e tradizioni Gli “Itinerari risorgimentali”: percorsi alla scoperta del territorio con personaggi storici Rivivere antichi edifici aprendo le porte al pubblico  Recuperare il legame con il territorio e la comunità locale “I viaggi del paniere”: giornate dedicate a scoperta di luoghi, saperi e gusti del territorio con degustazione. Incentivare occasioni di riscoperta di antichi balli, costumi attraverso manifestazioni e/o eventi folkloristici.  Attività di educazione alimentare ed al gusto Laboratori del Gusto – Museo del Gusto Partecipazione dell’individuo alla preparazione/lavorazione di un prodotto.  Mercato al dettaglio, punti vendita diretti, aree mercatali, ristoranti.  Filiera corta – Rapporto diretto/di fiducia con il produttore  Potenziare strutture di turismo rurale diffuso o simili  Stimolo e occasione di crescita per le aziende locali di elevata qualità  Sviluppo e impulso al turismo Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 14. L’autenticità e cultura Il paniere dei prodotti tipici della Provincia di Torino (2000) Per i consumatori è un’autenticità esperenziale “..tradizione…la natura… la qualità intesa nella bontà di prodotto, ma anche la persona che vende il prodotto… perchè anche il contatto umano vuol dire molto...” “…riscoperta delle origini…qualità della vita… è un ritorno ancestrale ai nostri padri e territori…” “… si ritorna alle abitudini sane, entro in contatto col venditore che mi racconta una vecchia ricetta…la signora che ci ha venduto questo prodotto, faceva questo lavoro con grande passione… ti dà l’idea di essere molto autentica…mi diceva delle ricette per impiegare questo prodotto… c’è una condivisione e trasferimento di saperi, di conoscenza…” Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 15. L’autenticità e destinazione Borghi Autentici d’Italia – Il caso di Pietralunga. Iniziativa di un piccolo gruppo di comuni e persone (2002) - Costituzione Associazione B.A.I. Obiettivi Promuovere lo sviluppo e valorizzazione di piccoli e medi borghi caratteristici italiani Promuovere la ricettività diffusa nei centri storici dei borghi/comunità aderenti Contrastare i fenomeni di impoverimento di zone/aree rurali Recuperare edifici o aree abbandonate/Miglioramento struttura urbana. Recupero, promozione e valorizzazione patrimonio (architettonico, urbano, artistico, sociale, identitario, turistico) e produzioni dei borghi Promuovere modelli di sviluppo equo sostenibile rispettosi di tradizioni, territorio e persone. Azioni Sviluppo locale. Miglioramento qualità della vita della comunità locale. Incrementare la soddisfazione del turista che visita il borgo. Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 16. L’autenticità e destinazione Borghi Autentici d’Italia – Il caso di Pietralunga.  Recupero e sviluppo del territorio. Riqualificazione patrimonio edilizio, pubblico e privato (piazze, aree verdi, palazzi, edifici..)  Riscoperta, racconto e trasferimento di patrimonio culturale locale. Tecniche tradizionali di produzione agricola ed enogastronomica (prodotti tipici, sapori di una volta.) Artigianato e lavorazioni, saperi e costumi (es. tartufo, chianina, ferro battuto..) Folklore e balli tradizionali  Comunità locale e territorio: ruolo centrale. Strumenti di veicolo dell’autenticità attraverso il racconto. La comunità racchiude identità, tradizioni, costumi, cultura produttiva, sapori della terra.  Instaurare un rapporto diretto, schietto tra turista e comunità locale  Ospiti e comunità locale si mescolano. Feste storiche tradizionali (Es. Palio della Mannaia, la Tocciata..)  L’autenticità permea l’intero borgo. In ogni elemento: territorio, tradizioni, usanze, costumi, enogastronomia, edifici, abitanti… Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 17. L’autenticità e destinazione Borghi Autentici d’Italia – Il caso di Pietralunga.  Partecipazione attiva all’esperienza turistica  Coinvolgimento dell’individuo. Processo lento, graduale da cui inizia una trasformazione.  Arricchimento spirituale e personale del turista/momento educativo.  Trasferimento di valore.  Graduale adattamento a ritmi, usanze ed abitudini locali trasformazione individuo  Valore spirituale ed emotivo – “Un sogno ad occhi aperti” Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 18. L’autenticità e destinazione Borghi Autentici d’Italia – Il caso di Pietralunga. Coesione/Valore relazionale “Club amici dei Borghi” Identità, storia, esperienza Memoteca, cantieri dell’identità Paesaggio Riconoscimento urbano Recupero, riuso, ristrutturazione Agricoltura e cibo Domenica dei Borghi Km0 Gruppi di Acquisto solidale Valorizzazione Edifici, palazzi, piazze, sentieri, natura Recupero,riscoperta, racconto. Antiche feste, tradizioni, eventi Sapere fare Botteghe del sapere Mestieri artigianali I Giovani Formazione e imprenditorialità Il ritorno Comunità ospitale Network/Uso della tecnologia Il turista ospite si sente “cittadino” del luogo Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 19. “.…qui ho vissuto un’esperienza unica….la genuinità…la semplicità… il coinvolgimento, la bellezza autentica, il territorio incontaminato..” “… con i ritmi frenetici della vita ad esempio oggi perdiamo un po’ la nostra identità…e questo me lo ha fatto ritornare in superficie…” “….autenticità è non ricercare cose chissà quanto particolari…ma è i valori….il discorso delle relazioni è una cosa importantissima e che si percepisce bene qui… un’autenticità soprattutto a livello di relazioni umane…” “…la gente del posto mi sembra autentica perché è rimasta se stessa, legata ai valori semplici e tradizionali…non si è fatta cambiare…qui ho ritrovato i valori della vita, delle tradizioni che non ho dove vivo...” “…la nostra è una comunità che vive, che ha un tessuto sociale vivo..un’ospitalità genuina… non è il rapporto freddo tra le persone, è diretto, personale, autentico…” “..Pietralunga è un paese vivo ancora……è rimasto intatto, ha ancora una sua vita propria, forse anche perché è isolato…e non si è fatto cambiare, si mostra per quel che è…” Roburent, 12-13 Ottobre 2013
  • 20. Grazie per l’attenzione! Valentina Ferrucci Mobile: +39 329 0757570 E-mail: valentina80ferrucci@libero.it

×